Pornografia, non si gioca con i missili

Memo interno del Pentagono mette in luce i vizi dei dipendenti della Difesa missilistica. E promette punizioni per chi si trastulla su siti a luci rosse
Memo interno del Pentagono mette in luce i vizi dei dipendenti della Difesa missilistica. E promette punizioni per chi si trastulla su siti a luci rosse

Un missile in partenza, l’oscillare quasi ipnotico dei radar: il lavoro dei dipendenti dell’Agenzia della Difesa Missilistica del Pentagono può diventare ripetitivo e portare il personale annoiato a cercare online la distrazione della pornografia. Tanto da costringere il Direttore John Kames Jr a diffidare i dipendenti dalla navigazione a luci rosse .

Con un memo interno i vertici dell’agenzia hanno spiegato che il navigare su siti a luci rosse e scambiare materiale pornografico è una pratica diffusa tra i dipendenti e ha naturalmente sottolineato che si tratti di azioni “non solo non professionali, ma che che rappresentano tempo rubato ai propri compiti, risorse di connessione sprecate e fonte di minacce per la sicurezza della rete, quindi in chiara violazione dei regolamenti federali e del Dipartimento di Giustizia”.

L’Agenzia della Difesa Missilistica minaccia chi verrà nuovamente trovato a navigare siti proibiti di sanzioni disciplinari “appropriate”. ( C.T. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti