Pornografia, una milizia per il web?

Si accende il dibattito sulla risoluzione al vaglio del Parlamento Europeo per il bando di tutte le forme di pornografia sui media. Gli operatori di Internet rischiano di trasformarsi in arbitri e controllori dell'osceno

Roma – Il diavolo nei dettagli della bozza di risoluzione presentata al Parlamento Europeo dalla commissione per la parità dei sessi e i diritti delle donne. Nel parere dell’euro-deputato pirata Christian Engström, una gigantesca e oscura nube potrebbe presto addensarsi su qualsiasi forma di pornografia. Dalla pubblicità ai social network, tutte le rappresentazioni del pruriginoso verrebbero bandite per abbattere gli stereotipi nei generi sessuali .

L’ira degli attivisti contro l’eccessiva vaghezza della risoluzione presentata a Bruxelles dal rapporteur Kartika Tamara Liotard, al vaglio dei parlamentari europei nella prossima settimana. Il gruppo European Digital Rights (EDRI) ha così espresso i suoi dubbi più allarmati sulla effettiva distinzione tra materiale osceno e quelle nudità artistiche già al centro di un recente caso di rimozione su Facebook.

Il testo della risoluzione ha infatti invocato il bando di “tutte le forme di pornografia nei media e nella pubblicità del turismo sessuale”. Le singole autorità dei paesi membri dell’Unione Europea dovrebbero poi invitare tutti gli operatori di Internet a supervisionare la proliferazione di materiale pornografico sulle proprie reti . Il possibile coinvolgimento – peraltro volontario – di social network e portali dedicati alla condivisione dei contenuti ha subito generato paragoni con altri disegni di legge draconiani come SOPA , FISA e ACTA .

In pericolo, almeno secondo gli attivisti digitali, il principio fondamentale della libera espressione online, con le singole piattaforme costrette a trasformarsi in una sorta di milizia contro ciò che viene ritenuto osceno.

In un secondo intervento sul suo blog ufficiale, Engström ha denunciato l’implementazione di uno specifico filtro anti-spam per bloccare la ricezione di numerose missive di protesta indirizzate al Parlamento d’Europa .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • maxsix scrive:
    Assalto alla diligenza
    Il grandespione ha rotto troppo i maroni.Va assaltato senza pietà.I pelle rossa vogliono il suo scalpo.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Assalto alla diligenza
      I pelle rossa se non ricordo male hanno perso la guerra.
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Assalto alla diligenza
      - Scritto da: maxsix
      Il grandespione ha rotto troppo i maroni.
      Va assaltato senza pietà.

      I pelle rossa vogliono il suo scalpo.Ma come ti vengono in mente queste cazz...queste uscite??
    • Felipe scrive:
      Re: Assalto alla diligenza
      Il grande spione esiste ed è una innegabile verità, confermata e sperimentata ogni giorno da milioni di utenti.Ma ormai siamo nell'epoca in cui non si sceglie il meglio, ma solo il minore dei mali.Ed un monopolio è peggio di un oligopolio di spioni, anche se non di molto.Osserva invece che mentre prima una legge iniqua in italia poteva non valere nel resto dell'europa, oggi una legge iniqua in qualunque punto dell'europa può significare una legge iniqua per tutta l'europa.Questo è monopolio e questo è l'obiettivo verso cui stiamo andando e dovrebbe essere anche ciò di cui maggiormente dovremmo preoccuparci.
  • Etype scrive:
    Ms .................
    M$ azienda allo sbando...l'unico modo per far concorrenza è quello di gettare fango sugli avversari e proporre una serie di cause a cavoli (mi ricorda un'azienda...)Però se paghi il pizzo puoi continuare... :D :D :DMi sa che Ms è un pò invidiosa,le mappe poi l'insucXXXXX del suo OS,dei suoi tablet ...un modo lo deve pur trovare per restare a galla ...
  • rico scrive:
    mappe
    Dando un occhiata alle mappe di bing, noto una forte somiglianza con le cartine autostradali degli anni 60 - 80.Se tanto mi dà tanto, la DeAgostini dovrebbe citare la Microsoft per plagio.
    • Be&O scrive:
      Re: mappe
      Diciamo che l'inventore della cartografia dovrebbe denunciarli tutticome si dice...... il patent troll uccide tutto, le migliori invenzioniper l'umanità non avevano brevetti.
  • Alvaro Vitali scrive:
    Salvo accordi di licenza ...
    ... che tradotto significa: "se paghi il pizzo non ti facciamo saltare in aria il negozio"!
  • Provare per credere scrive:
    Microsoft fornisce ottimi servizi
    [img]http://cdn.thenextweb.com/files/2009/09/piss-300x269.jpg[/img]
  • bradipao scrive:
    autorevolezza della fonte
    Certo che quando si cita Florian Mueller come fonte, per trasparenza si dovrebbe riportare che è anche consulente M$.Per la redazione: meglio groklaw.net come fonte per le cause legali di stampo informatico.
    • bubba scrive:
      Re: autorevolezza della fonte
      - Scritto da: bradipao
      Certo che quando si cita Florian Mueller come
      fonte, per trasparenza si dovrebbe riportare che
      è anche consulente
      M$.

      Per la redazione: meglio groklaw.net come fonte
      per le cause legali di stampo
      informatico.e' la PRIMA cosa che ho pensato... anzi per la verita' erano un po piu harsh i miei pensieri... ma va bene cosi. Del resto mueller non e' cmq il giudice...Piuttosto continua a confermarsi l'attivita' di M$ come richiedente di pizzo :P
  • ces scrive:
    Microsoft
    Ormai questa è la loro unica tattica di sopravvivenza.
  • bertuccia scrive:
    ancora con sto yogurt Mueller??
    ma non lo capite che è un corrotto incompetente? (cit.) :@
Chiudi i commenti