Preso il trio del cheat cinese a pagamento

Truccavano un celebre MMORPG per vendere agli utenti del gioco online armi e potenziamenti illegali. Si spacciavano come gestori dell'infrastruttura di gaming

Shanghai – Il cheating non paga. Lo sanno molto bene tre cittadini cinesi che nel periodo di tempo a cavallo tra il 2004 e il 2005 vendevano cheat per giocatori di multiplayer game online (MMORPG), ossia armi virtuali molto potenti ottenute smanettando abusivamente sul codice di Legend of Mir 2, titolo molto popolare tra i gamer cinesi.

I tre, individuati dai cybercop asiatici, si trovano ora ad affrontare un processo con l’accusa di violazione di copyright. Agli spippolatori col pallino del MMORPG si è arrivati perché col tempo i gestori del gioco si sono accorti che qualcosa non andava: alcuni utenti registrati da poco tempo, i cui personaggi nel game erano stati creati di recente e dunque dovevano risultare meno “potenti” di altri, sempre più spesso disponevano di armi che nel regolare svolgimento del gioco sono concesse solamente a giocatori di alto livello.

Da qui l’azione legale dei gestori contro quello che nel tempo è divenuto un vero e proprio business con tanto di clienti abituali. Con l’aggravante che il terzetto, secondo gli investigatori, si presentava agli utenti come parte del management di Legend of Mir 2. E, in effetti, uno di loro, Wang Yihui, è stato in passato dipendente della casa distributrice del gioco, “Shanghai Shanda Network Development Co. Ltd”, dove ha anche appreso come cambiare le carte in tavola e lucrare sull’operazione.

Stando alle fonti locali, al trio cinese questo giochino ha fruttato una cifra che sia aggira intorno ai due milioni di yuan, equivalenti a circa 210mila euro: in caso di condanna dovranno pagare una ingente ammenda, ma il tribunale distrettuale di Pudong che si occupa del caso deve ancora giungere alla sentenza.

Nel mondo dei MMORPG attività “oscure” si sono registrate più volte, come quando a circa 2mila utenti coreani vennero sottratti i dati dei documenti di identità.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    manca una simpatica frase
    la riporto copia&incolla da repubblica:http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/scienza_e_tecnologia/sicurezzaweb/truffe-telematiche/truffe-telematiche.htmle magari gradirei un commento della redazione di PI su questa frase di Vulpiani:"Oppure, se acquisto della merce, devo privilegiare il pagamento pronta consegna e non anticipare i soldi, altrimenti poi è inutile lamentarsi se mi truffano". sottolineo: inutile lamentarsi se mi truffanoio non ho parole....
  • Anonimo scrive:
    Il problema è ...
    ...che nessuno ha intenzione di bloccare questi farabutti. Il conto viene fatto in nr. di bits e bytes, c'è troppa gente che ci guadagna...
  • Anonimo scrive:
    Italia, penultimi dopo la Grecia
    Pochi giorni fa girava la notizia che in campo "pc" siamo i penultimi in classifica di uso del computer... l'aggeggio più tecnologico della polpos sarà il fax!
  • Anonimo scrive:
    Ecco cosa fanno gli hacker
    Tutto scritto quihttp://www.bol.it/libri/scheda/ea978888378080.html
  • Anonimo scrive:
    Il mac os e' la dimostrazione
    Che e' piu' facile creare un ottima interfaccia grafica su un sistema unix piuttosto che rendere sicuro Windows. :'(
  • Anonimo scrive:
    Hacker = cracker eh?
    ""Gli hacker - ha sottolineato Vulpiani riferendosi ai cracker - non agiscono più per danneggiare..."Ecco già il fatto che la polizia mette sullo stesso piano hacker e cracker già la dice lunga sulla preparazione di questi "cybercop"... :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Hacker = cracker eh? penoso !!!
      hacker=cracker...ormai questo discorso è presente da anni...."Un hacker è una persona che si impegna nell'affrontare sfide intellettuali per aggirare o superare creativamente le limitazioni che gli vengono imposte, non limitatamente ai suoi ambiti d'interesse (che di solito comprendono l'informatica o l'ingegneria elettronica), ma in tutti gli aspetti della sua vita."Sta allora a chi si sente hacker a difendere quella parola , contribuendo e denunciando o bloccando i cracker...Solo cosi forse si riacquisterà il possesso di tale parola , e vorra dire quello per cui è stata creata.Non serve molto per essere hacker , basta poca attenzione e voglia di fare , e non accontentarsi mai , cercare , cercare e cercare ancora....E non comportandosi ovviamente da cracker , o meglio da volgare piratuncolo informatico.Quante volte si è sentito dire da qualcuno " io sono un grande hacker, ho appena..."...tse , povera gente , non hanno capito nulla , non sei tu a definirti un grande , ma sono gli altri a riconoscere in te le tue capacità , sono gli altri a definirti cosi ....Insegnare ad essere hacker alla gente , e non pappapronta senza voglia di fare ...quella potrebbe essere una "soluzione" per far si che si rimettano le cose a posto.Ma questo è un altro discorso...MK
  • Anonimo scrive:
    uno sguardo alla situazione...
    ...che vada al di là delle autocelebrazioni a mezzo stampa mostra che la maggior parte delle attività di cyberindagine in italiaalimentano fumus persecutionis pedoporno (solo raramente con un qualche fondamento) ad uso di chi prospetta leggi usabili per il controllo dell'informazionerompono le scatole a 4 ragazzini che si scaricano materiale sotto diritto d'autorescoprono le cibertruffe tramite richiesta dell'indirizzo dell'inserzionista da ebbayscoprono i defacer facendosi dare l'ip dai providerscoprono i terroristi facendosi dare i dati delle carte telefoniche dalle telcohanno cominciato a perseguitare i dialeristi solo a furor di popolo mentre agli inizi non lo facevano per non disturbare le telconon mi risulta di aver letto che sulle intercettazioni telco illegali che hanno fatto anche un morto qualche settimana fa abbiano avuto grandi sviluppinon mostrano la capacità di proteggere i colaboratori validi che vengono trovati impiccati con i piedi che toccano terraper decrittare agende br si spediscono all' FBIin compenso molti che a tali indagini hanno partecipato vanno sui media a pavoneggiarsi dandosi arie da geek cops e cybersceriffi utili all'autostima e all'avanzamento di carrieraintendiamoci, ci saranno sicuramente persone capacissime e faranno indagini acutissime di cui non sappiamo nulla, ma il grosso della situazione appare questo......siamo in italia: non sono le capacità che ci mancano, é il carattere !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: uno sguardo alla situazione...
      - Che carattere vuoi che ci sia in un Paese dove si perseguita solo chi non può difendersi, basta che uno abbia oltre i 6000 in Bustapaga che già diventa intoccabile.- Poi un bel Indulto ed anche quei pochi di veri colpevoli vengono rilasciati.- Aumento del Crimine in tutti i campi è inevitabile, visto che chiunque sia indeciso se truffare o no dopo questa fantastica mossa, la decisione la ha presa.- Chi ve lo fa fare dopo anni di laurea di finire inun Call Center a 30c ora dove con un bell'hacking di un portale ne fai 70.000 a botta.MA SIAMO IN UNA FINTA DEMOCRAZIA LA QUALE FREGA NIENTE DELLA GENTE COMUNE, I GOVERNI FANNO PING PONG MA LA GENTE E? LA STESSA.
    • Anonimo scrive:
      Re: uno sguardo alla situazione...
      - Scritto da:
      ...che vada al di là delle autocelebrazioni a
      mezzo stampa mostra che la maggior parte delle
      attività di cyberindagine in
      italia

      alimentano fumus persecutionis pedoporno (solo
      raramente con un qualche fondamento) ad uso di
      chi prospetta leggi usabili per il controllo
      dell'informazione

      rompono le scatole a 4 ragazzini che si
      scaricano materiale sotto diritto
      d'autore

      scoprono le cibertruffe tramite richiesta
      dell'indirizzo dell'inserzionista da
      ebbay

      scoprono i defacer facendosi dare l'ip dai
      provider

      scoprono i terroristi facendosi dare i dati delle
      carte telefoniche dalle
      telco

      hanno cominciato a perseguitare i dialeristi
      solo a furor di popolo mentre agli inizi non lo
      facevano per non disturbare le
      telco

      non mi risulta di aver letto che sulle
      intercettazioni telco illegali che hanno fatto
      anche un morto qualche settimana fa abbiano avuto
      grandi
      sviluppi

      non mostrano la capacità di proteggere i
      colaboratori validi che vengono trovati impiccati
      con i piedi che toccano
      terra

      per decrittare agende br si spediscono all' FBI

      in compenso molti che a tali indagini hanno
      partecipato vanno sui media a pavoneggiarsi
      dandosi arie da geek cops e cybersceriffi utili
      all'autostima e all'avanzamento di
      carriera

      intendiamoci, ci saranno sicuramente persone
      capacissime e faranno indagini acutissime di cui
      non sappiamo nulla, ma il grosso della situazione
      appare
      questo...
      ...siamo in italia: non sono le capacità che ci
      mancano, é il carattere
      !!!





      I metodi per gli utonti esistono per proteggersi, Vedi Kaspersky con antipishing...www.gilean.forumfree.org
  • xWolverinex scrive:
    chi dovrebbe "agire" non fa' un Pazzo
    c'e' anche da dire che chi dovrebbe intervenire in questi casi il piu' delle volte non fa' una beneamata FAVA o perche' non sa' o perche' non vuole o peche' so' una mazza perche' ma a corti discorsi chi dovrebbe intervenire NON INTERVIENE. Tutte le forze sono buttate a "investigare" su chi si scarica un mp3 o sulla pedopornografia (e li il piu' delle volte prendono dei GRANCHI pazzeschi, per lo meno le indagini che partono dall'italia). Poi ci si stupisce che il fenomeno cresca?
  • Anonimo scrive:
    e loro stanno a guardare!!
    LE truffe con i dialer sono la dimostrazione chiara che loro parlano parlano ma non fanno niente di concreto a parte quelle pseudo indagini di pornografia infantile.In Italia ci sono società che con l'appoggio di mamma Telecom (perchè conveniva anche a lei come la storia degli 144) si sono arrichhite a danni di ignari e sprovveduti navigatori con bollette da capogiro e nessuno ha pagato per questo. La domanda è: ma allora che cavolo esistono a fare??
    • Anonimo scrive:
      Re: e loro stanno a guardare!!

      In Italia ci sono società che con l'appoggio di
      mamma Telecom (perchè conveniva anche a lei come
      la storia degli 144) si sono arrichhite a danni
      di ignari e sprovveduti navigatori con bollette
      da capogiro e nessuno ha pagato per questo.Si ma se guardi la quotazione di borsa vedi che è calata di oltre il 50% in meno di 2 anni. Aspetto solo che scoppi quella masnada di compagni di merende. Lei e tutti i suoi 899.Telecom invece è sempre ben coperta. E' utile a troppe figure per saltare o essere messa in riga.
      • xWolverinex scrive:
        Re: e loro stanno a guardare!!
        La telecom ben coperta? Oddio c'ha i buffi fin sopra le orecchie. E' la societa' piu' indebitata d'italia. Il tronchetto ha portato una societa' in effettivo regime di monopolio dall'avere 100 miliardi di utile ad averne 200 di debiti. E mi dici che e' coperta ???
        • Anonimo scrive:
          Re: e loro stanno a guardare!!
          Beh.. ma non puoi leggere il conto in banca della Telecom ma il conto svizzero dei bigboss *gg
  • Anonimo scrive:
    Ci mancava solo il cyberpizzo...
    Già immagino popups minacciosi con frasi tipo"Prego aprire il carrello del lettore cd, inserire banconota da 50 euro e richiuderlo per portare a termine l'operazione..."Che cyberpizza!!
    • xWolverinex scrive:
      Re: Ci mancava solo il cyberpizzo...
      Immagina chi vende servizi su internet o che faccia commercio elettronico B2C o B2B che venga tenuto offline da un attacco DDOS per un mese. Credi non sia una perdita concreta a tutti gli effetti anche se parte da una piattaforma "virtuale" ? Che cybertrollone che sei
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci mancava solo il cyberpizzo...
        - Scritto da: xWolverinex
        Immagina chi vende servizi su internet o che
        faccia commercio elettronico B2C o B2B che venga
        tenuto offline da un attacco DDOS per un mese.

        Credi non sia una perdita concreta a tutti gli
        effetti anche se parte da una piattaforma
        "virtuale" ?

        Che cybertrollone che seiOops scusa è che ho scritto come titolo "Ci mancava" volevo scrivere "Ci manca"
  • Anonimo scrive:
    colpa delle schifezze di gates
    i sistemi piu sfondati della storia,quelli di mr gates, sono una veramanna per i criminali informaticidi tutto il mondoi calcoli in oggetto sono sottostimatiin quanto il numero di criminalidigitali è troppo piccolo per lepossibilità offerte dalle suddetteschifezze: potenzialmente potrebberodare la possibilità di effettuaredieci volte tanti crimini informatici,se ci fossero delinquenti abbastanzacapaci in numero sufficientetutto questo, naturalmente, va di paripasso con il modo di vendere il pentolamedella microsfot, la quale pubblicizzale proprie schifezze come tostapane chetutti possono usare, specie se restanoignoranti come capre: d'altra parte pertenere in sicurezza una schifezza comexp ormai ci vuole un ingegnere e la suadiffusione è direttamente proporzionaleall'incultura informatica e al fatto cheaddirittura le scuole insegnano solola robaccia del monopolistaSTACCATE DALLA RETE LE SCHIFEZZE DI GATESNON APPENA SONO SFONDATE !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: colpa delle schifezze di gates
      Anche se i toni sono un po' troppo trolleschi, mi sa che purtroppo non hai davvero tutti i torti. E fatemi dire anche una cosa a tutti quelli che utilizzano il computer come se fosse un telefonino o una televisione, dicendo "sono infetto ma tra qualche giorno formatto" (quando va bene e se ne accorgono, perché molti non se ne accorgono neanche): VERGOGNATEVI. E' grazie a voi che Internet sta diventando una fogna.
    • Anonimo scrive:
      Re: colpa delle schifezze di gates
      Concordo in parte.Non e' che gli altri sistemi siano cosi invulnerabili come si vuol far intendere.Oltretutto, aggiungo che proprio quella massa di inesperti di cui parli tu non troverebbe sicuramente riparo in sistemi operativi che richiedono piu' "attenzione" e "conoscenza" dei microZoZZ.In realta', il discorso e' abbastanza complesso. Siamo in attesa di un salto di qualita' per quanto riguardi la sicurezza. Questo non solo a livello software, ma anche con l'apporto di soluzioni hardware e architetture rinnovate.Il problema e' che in questo mondo, se non c'e' qualcuno che ci mangi, nessuna foglia si muove. Vuol dire che questa situazione di instabilita' fa' comodo a tante persone per adesso.
      • Matx scrive:
        Re: colpa delle schifezze di gates
        - Scritto da:
        Siamo in attesa di un salto di qualita' per
        quanto riguardi la sicurezza. Questo non solo a
        livello software, ma anche con l'apporto di
        soluzioni hardware e architetture
        rinnovate.Cosa intendi, il trusted computing??Mah... per me si potrebbe risolvere benissimo anche senza quello...
        Il problema e' che in questo mondo, se non c'e'
        qualcuno che ci mangi, nessuna foglia si muove.
        Vuol dire che questa situazione di instabilita'
        fa' comodo a tante persone per
        adesso.In effetti secondo me il problema reale è proprio questo, per me fa comodo anche alle banche una situazione del genere, è l'unica spiegazione...Se davvero volessero evitare attacchi di phishing basterebbe che quando uno va lì per attivare l'home banking oltre alle password gli danno anche un bel foglio dove spiega di non fidarsi delle email che chiedono i propri dati perchè altrimenti potrebbero rubarvi migliaia di euro, ed a meno che l'utente non è proprio un cretino vedrai che si ridurranno abbastanza ste maledette truffe online... invece se ne strafregano tutti altamente e invece di informare i clienti distribuiscono quegli aggeggi dell'rsa che generano ogni tanto nuove password che sono perfettamente inutili e costeranno 100 l'uno... boh??
    • Anonimo scrive:
      Re: colpa delle schifezze di gates
      - Scritto da:
      i sistemi piu sfondati della storia,
      quelli di mr gates, sono una vera
      manna per i criminali informatici
      di tutto il mondo

      i calcoli in oggetto sono sottostimati
      in quanto il numero di criminali
      digitali è troppo piccolo per le
      possibilità offerte dalle suddette
      schifezze: potenzialmente potrebbero
      dare la possibilità di effettuare
      dieci volte tanti crimini informatici,
      se ci fossero delinquenti abbastanza
      capaci in numero sufficiente

      tutto questo, naturalmente, va di pari
      passo con il modo di vendere il pentolame
      della microsfot, la quale pubblicizza
      le proprie schifezze come tostapane che
      tutti possono usare, specie se restano
      ignoranti come capre: d'altra parte per
      tenere in sicurezza una schifezza come
      xp ormai ci vuole un ingegnere e la sua
      diffusione è direttamente proporzionale
      all'incultura informatica e al fatto che
      addirittura le scuole insegnano solo
      la robaccia del monopolista

      STACCATE DALLA RETE LE SCHIFEZZE DI GATES
      NON APPENA SONO SFONDATE !!!quanti hanni hai?hai letto l'articolo?per caso usi linux?
      • MeDevil scrive:
        Re: colpa delle schifezze di gates
        [CUT]
        quanti hanni hai?Cosa centra?
        hai letto l'articolo?E tu l'hai letto? I pericoli maggiori sono le botnet...
        per caso usi linux?Se lo fa, fa bene. Tu quanti antivirus hai sul tuo windows? e quanto sei sicuro di non essere infetto?Saluti, MeDevil
    • Anonimo scrive:
      oppure dei tonti come te
      - Scritto da:
      i sistemi piu sfondati della storia,
      quelli di mr gates, sono una vera
      manna per i criminali informatici
      di tutto il mondoin percentuale i SERVER più craccati sono quelli unix/linuxvatti a leggere statistiche serie e poi accendi il cervellino linaro e medita
      • Anonimo scrive:
        Re: oppure dei tonti come te
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        i sistemi piu sfondati della storia,

        quelli di mr gates, sono una vera

        manna per i criminali informatici

        di tutto il mondo
        in percentuale i SERVER più craccati sono
        quelli unix/linuxVero, pero' ci vuole un hacker vero, non si fanno fregare dal primo script kiddie o dal primo virus; e' questa la grande differenza.
        vatti a leggere statistiche serie e poi
        accendi il cervellino linaro e meditaForse dovresti farlo anche tu... Non basta dire il quando, bisogna anche vedere il come.
      • MeDevil scrive:
        Re: oppure dei tonti come te
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        i sistemi piu sfondati della storia,

        quelli di mr gates, sono una vera

        manna per i criminali informatici

        di tutto il mondo

        in percentuale i SERVER più craccati sono quelli
        unix/linuxin percentuale i client sono molti di più dei server. in percentuale gli "zombie" unix sono pari allo 0,000...1 ...in percentuale la possibilità che uno stesso virus infetti due o più server unix e la stessa che hai di essere investito stando in aereoplano...
        vatti a leggere statistiche serie e poi accendi
        il cervellino linaro e
        meditaTu piuttosto perché non dai uno sguardo alle reali differenze che ci sono tra quella ciofeca di sistema operativo che usi e uno "serio" derivato da *nix ?Saluti, MeDevil
      • castigo scrive:
        Re: oppure dei tonti come te
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        i sistemi piu sfondati della storia,

        quelli di mr gates, sono una vera

        manna per i criminali informatici

        di tutto il mondo

        in percentuale i SERVER più craccati sono quelli
        unix/linux

        vatti a leggere statistiche serie e poi accendi
        il cervellino linaro e
        meditagià, ma a quanto pare a te tenerlo acceso non serve a molto....
      • Anonimo scrive:
        Re: oppure dei tonti come te

        in percentuale i SERVER più craccati sono quelli
        unix/linuxahahahahahah!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
        vatti a leggere statistiche serie e poi accendi
        il cervellino linaro e meditahuuauauahaahauauaua!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!SEI PATETICO
    • Anonimo scrive:
      Re: colpa delle schifezze di gates
      - Scritto da:
      STACCATE DALLA RETE LE SCHIFEZZE DI GATES
      NON APPENA SONO SFONDATE !!!La moda è il sharing p2p muli eccQuanti se ne accorgono che magari hanno spazi di hd utilizzati da usi illeciti?se è alquanto facile ricavarsi uno spazio in computer di aziende cinesi figuraimoci in quelle di un italiano... dal cinese passano mesi prima se ne accorga dall'italiano anche anni se imparassero a cosa aprire e lasciare chiuse di porte in un os problemi simili non c ene sarebberoforse il tc farà una bella puliziaoppure peggiorerà ulteriormente...
      • castigo scrive:
        Re: colpa delle schifezze di gates
        - Scritto da:

        - Scritto da:


        STACCATE DALLA RETE LE SCHIFEZZE DI GATES

        NON APPENA SONO SFONDATE !!!

        La moda è il sharing p2p muli ecc

        Quanti se ne accorgono che magari hanno spazi di
        hd utilizzati da usi
        illeciti?

        se è alquanto facile ricavarsi uno spazio in
        computer di aziende cinesi figuraimoci in quelle
        di un italiano...

        dal cinese passano mesi prima se ne accorga
        dall'italiano anche anni


        se imparassero a cosa aprire e lasciare chiuse di
        porte in un os problemi simili non c ene
        sarebbero

        forse il tc farà una bella pulizia
        oppure peggiorerà ulteriormente
        ...se ti illudi che il "tc" serva a fare pulizia allora sei messo male.....
      • Anonimo scrive:
        Re: colpa delle schifezze di gates

        forse il tc farà una bella pulizia
        oppure peggiorerà ulteriormente
        ...Mmmm... non è che queste statistiche da "fine del mondo" vengono diffuse per far credere alla gente che il Trusted Computing sia una bella cosa ?!?Il vero problema sai qual'è ?All'auto, alla caldaia, ecc. ecc. devi fare una "revisione periodica", ci può mettere mano solo personale qualificato, ecc. ecc. mentre al PC... in pratica in Italia viene considerato fogna !
        • Anonimo scrive:
          Re: colpa delle schifezze di gates
          Forse la cosa piu' intelligente detta finora, ancora sono pochi quelli che hanno una vaga idea delle reali potenzialità (e pericolosità) di un pc
  • Anonimo scrive:
    Hacker cracker, boh!
    Gli hacker - ha sottolineato Vulpiani riferendosi ai cracker - non agiscono più per danneggiare i siti ma per controllarli e gestirne i contenuti e le informazioni ......già gli HACKER non hanno mai "danneggiato i siti" nè mai lo faranno. Il problema semmai è: come farnà gente che nemmeno sa la differenza tra hacker/cracker a eliminare una bot net... mah! mistero....(newbie)
    • Anonimo scrive:
      Re: Hacker cracker, boh!
      - Scritto da:
      Gli hacker - ha sottolineato Vulpiani riferendosi
      ai cracker - non agiscono più per danneggiare i
      siti ma per controllarli e gestirne i contenuti e
      le informazioni
      ...

      ...già gli HACKER non hanno mai "danneggiato i
      siti" nè mai lo faranno.
      Il problema semmai è: come farnà gente che
      nemmeno sa la differenza tra hacker/cracker a
      eliminare una bot net... mah!
      mistero....(newbie)Peccato per te che le parole evolvano e l'accezione comune prevarra' (anzi ha gia' vinto) come sempre, alla faccia tua novello cruschiano dei termini informatici.
    • Matx scrive:
      Re: Hacker cracker, boh!
      - Scritto da:
      Il problema semmai è: come farnà gente che
      nemmeno sa la differenza tra hacker/cracker a
      eliminare una bot net... mah!
      mistero....(newbie)Semplice... non le eliminano (idea)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • castigo scrive:
      Re: Hacker cracker, boh!
      - Scritto da:
      Gli hacker - ha sottolineato Vulpiani riferendosi
      ai cracker - non agiscono più per danneggiare i
      siti ma per controllarli e gestirne i contenuti e
      le informazioni
      ...

      ...già gli HACKER non hanno mai "danneggiato i
      siti" nè mai lo faranno.


      Il problema semmai è: come farnà gente che
      nemmeno sa la differenza tra hacker/cracker a
      eliminare una bot net... mah!
      mistero....(rotfl)ma chissenefrega delle botnet!!l'importante è che debellino le pericolosissime reti del pitupì (rotfl)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Hacker cracker, boh!
        - Scritto da: castigo

        - Scritto da:

        Gli hacker - ha sottolineato Vulpiani
        riferendosi

        ai cracker - non agiscono più per danneggiare i

        siti ma per controllarli e gestirne i contenuti
        e

        le informazioni

        ...



        ...già gli HACKER non hanno mai "danneggiato i

        siti" nè mai lo faranno.





        Il problema semmai è: come farnà gente che

        nemmeno sa la differenza tra hacker/cracker a

        eliminare una bot net... mah!

        mistero....(rotfl)

        ma chissenefrega delle botnet!!
        l'importante è che debellino le pericolosissime
        reti del pitupì
        (rotfl)(rotfl)lmao (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Hacker cracker, boh!

        ma chissenefrega delle botnet!!
        l'importante è che debellino le pericolosissime
        reti del pitupì D'altronde cosa puoi pretendere in un paese (minuscolo) dove un il trojan che si diffondeva via e-mail con la notizia di Berlusconi morto veniva chiamato "programma pirata" dal Corriere. Renditi conto. Fra l'altro notizia assolutamente demente, quel trojan ha avuto ovviamente una diffusione bassissima perché non usava exploit e il messaggio non era assolutamente credibile.
Chiudi i commenti