Prima CPU cinese a 64 bit

Si tratta di un processore dalla potenza paragonabile ad un vecchio Pentium III ma con un'architettura RISC a 64 bit. In cantiere una versione capace di spingersi a 1 GHz di clock e sfidare i processori x86 a bassissimo consumo


Beijing (Cina) – Dopo aver introdotto sul mercato il suo primo processore commerciale a 32 bit , il cosiddetto Dragon Chip , la Cina offre ora alla propria industria hi-tech una CPU a 64 bit capace di competere più efficacemente con gli standard tecnologici che guidano il mercato globale dei microchip.

Il nuovo processore, chiamato Godson-2 (che in cinese significa “drago”), è stato progettato da BLX IC Design , una delle più promettenti start-up cinesi che lo scorso anno ha preso in licenza l’architettura di Godson dall’Istituto delle Tecnologie informatiche, ente di ricerca finanziato dal Governo pechinese.

Il nuovo chip si basa su di un’architettura MIPS a 64 bit e, nella sua prima versione, è in grado di girare a frequenze di clock comprese fra i 300 e i 500 MHz: la sua potenza è paragonabile a quella di un vecchio Pentium III, ma il suo motore a 64 bit lo rende più efficiente in certi ambiti applicativi.

Come il suo predecessore a 32 bit, che gira a 266 MHz, Godson-2 viene fabbricato con una tecnologia a 0,18 micron. Il chip è destinato in modo particolare al mercato dei sistemi embedded, tuttavia BLX ambisce anche al settore dei server a basso consumo e dei thin client: tra le piattaforme supportate vi sono Linux, VxWorks, NetBSD e Windows CE.

Una delle caratteristiche più interessanti di Godson-2 è quella di conservare la compatibilità con il codice a 32 bit scritto per il suo predecessore: una scelta di progettazione che richiama da vicino quella intrapresa da AMD e Intel per le rispettive CPU x86 a 64 bit. Fra le altre caratteristiche tecniche del nuovo processore dagli occhi a mandorla si può citare l’architettura superscalare, la predizione dei salti e la cache non bloccante.

BLX, che sostiene di aver già preso contatti con alcuni dei maggiori produttori locali di server, ha intenzione di proporre il proprio chip come motore per i grid computer, reti per il calcolo distribuito spesso formate da cluster di server Linux a basso costo. Il piccolo produttore cinese sta poi cercando di creare un’alleanza di aziende interessate a collaborare allo sviluppo di nuovi progetti e di una futura evoluzione del proprio chip chiamata Godson-3: questo, a fronte di un consumo energetico circa doppio rispetto al suo diretto discendente (intorno ai 10 watt), dovrebbe spingersi a frequenze di clock più elevate (fino a 1 GHz) e adottare circuiteria a 0,13 micron.

Con la famiglia di processori Godson la Cina sta cercando, come ha già fatto nel campo dei sistemi operativi con Linux o nel campo dei media ottici con un DVD tutto suo, di conquistare una propria indipendenza tecnologica e ridurre al minimo l’acquisto di licenze e brevetti stranieri.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    la solita cagata
    java e il carrozzone SUN oramai non lo consideranopiu nessuno.
    • Anonimo scrive:
      Re: I soliti sboroni
      - Scritto da: Anonimo
      java e il carrozzone SUN oramai non lo considerano
      piu nessuno.Che magari nella vita fanno i videoterminalisti, a casa sono smanettoni e ci vengono a dire che tecnologie usare.Ne sai più te di quelli che progettano gli application server... oh si...
      • Anonimo scrive:
        Re: I soliti sboroni
        - Scritto da: Anonimo
        Ne sai più te di quelli che progettano gli
        application server... oh si...voi javari dite sempre le solite cose ApplicationServer on demand enterprisehahahahahaciao caro (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: I soliti sboroni
          - Scritto da: Anonimo
          voi javari dite sempre le solite cose Application
          Server on demand enterprise
          hahahahahaTi faranno anche ridere tutti sti paroloni da marketing :D (e anche a me, a volte fanno sorridere) ma intanto sono quelli che vendono soluzioni professionali a grandi aziende.Non il sitarello in paccapiemaiessequelle alla ditta Gino&Pino
          • Anonimo scrive:
            Re: I soliti sboroni
            - Scritto da: Anonimo
            Non il sitarello in paccapiemaiessequelle alla
            ditta Gino&PinoMah, per scrivere codice di merda va bene qualsiasi linguaggio,compreso Java. Ho avuto modo di mettere il naso nei source di codice scritto in Java con Oracle come DBMS, pagato centinaia di miglia di euro. Era scritto col culo come tanto altro.
    • Anonimo scrive:
      Re: la solita cagata
      carrozzone SUN è quella che con i suoi server permette a gente come te di entrare nei forum e trollare. Quindi respect
      • Anonimo scrive:
        Re: la solita cagata
        - Scritto da: Anonimo
        carrozzone SUN è quella che con i suoi server
        permette a gente come te di entrare nei forum e
        trollare. Quindi respectche strano in america i sun vengono buttatinel cesto della spazzatura come se fosserodei normali scatoloniin italia assisto alla venerazione di un computertroiata....
    • Anonimo scrive:
      Re: la solita cagata
      - Scritto da: Anonimo
      java e il carrozzone SUN oramai non lo considerano
      piu nessuno.Devo progettare un sistema sw complesso e stavo considerando, appunto, questa tecnologia.Se mi puoi dare delle informazioni aggiuntive...Perche' dici cosi'? Le tue esperienze? Valutato prestazioni/costi/tempi di sviluppo? Hai fatto progetti importanti? Quali tecnologie sono superiori e perche'? Hai valutato la scalabilita'? Hai valutato la manutenibilita'? Sei in possesso di informazioni che non abbiamo?Penso che queste risposte siano utili a tutti, la tua sparata un po' meno. Giustificala, per favore
    • Anonimo scrive:
      Re: la solita cagata
      Ci sono intere bache tipo BPM che grazie alla solita cagata hanno integrato via portale 8000 utenti con Single Sign On, posta elettronica e db, applicazioni legacy screen scrape 3270, back end DB2 e quant altro.TUTTO integrato su tutti i sistemi operativi esistenti.Ora dimmi quale altra architettura oltre a Domino e J2EE può fare questo ?Microsoft ha molto da imparare e te pure.cordiali saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: la solita cagata
        - Scritto da: Anonimo
        Ci sono intere bache tipo BPM che grazie alla
        solita cagata hanno integrato via portale 8000
        utenti con Single Sign On, posta elettronica e
        db, applicazioni legacy screen scrape 3270, back
        end DB2 e quant altro.Ma probabilmente BPM ha usato il software IBM e non quello SUN. Per inciso ritengo che 8000 utenti siano pochetti.
        Ora dimmi quale altra architettura oltre a Domino
        e J2EE può fare questo ?.NET sicuramente. Domino non scala troppo bene e comunque è oramai morto! IBM sta spostandosi su altro.
        Microsoft ha molto da imparare e te pure.Anche SUN (e IBM) ha molto da imparare. Pensa che JSF copia da ASP.NET. Secondo me J2EE e .NET sono molto simili e hanno prestazioni simili. Molto dipende dall'implementatore. E comunque sono le due architetture di riferimento. Il resto non esiste.
        • Anonimo scrive:
          Re: la solita cagata


          Ci sono intere bache tipo BPM che grazie alla

          solita cagata hanno integrato via portale 8000

          utenti con Single Sign On, posta elettronica e

          db, applicazioni legacy screen scrape 3270, back

          end DB2 e quant altro.
          Ma probabilmente BPM ha usato il software IBM e
          non quello SUN. Per inciso ritengo che 8000
          utenti siano pochetti.


          Ora dimmi quale altra architettura oltre a
          Domino

          e J2EE può fare questo ?la CNN e Yahoo di utenti ne hanno qualche milione in piu' e l'ultima volta che ho controllato, invece di tante seghe mentali usavano Novell Directory Service, per gestire gli utenti, e costruirci sopra.....poi oh, magari domani fai 10000 utenti e fai spettacolo, davanti ai MILIONI : M I L I O N I di utenti CNN e Yahoo, pero' la vita e' cosi' dura, consolati con .net
          • Anonimo scrive:
            Re: la solita cagata
            - Scritto da: Anonimo
            la CNN e Yahoo di utenti ne hanno qualche milione
            in piu' e l'ultima volta che ho controllato,
            invece di tante seghe mentali usavano Novell
            Directory Service, per gestire gli utenti, e
            costruirci sopra.....Ma cosa c'entra? NDS è un directory server (anche bello) ma non è un stack per applicazioni enterprise. Mi sa che prendi lucciole per lanterne.Tra l'altro Novell si è comprata Mono.
Chiudi i commenti