Protesta preventiva contro le rimodulazioni tariffarie

Alcuni utenti di TRE scrivono all'Autorità TLC per discutere preventivamente il problema delle variazioni tariffarie su cui circolano alcuni rumors. L'operatore, però, non ha ancora rimodulato nulla
Alcuni utenti di TRE scrivono all'Autorità TLC per discutere preventivamente il problema delle variazioni tariffarie su cui circolano alcuni rumors. L'operatore, però, non ha ancora rimodulato nulla

Torna d’attualità il tema delle rimodulazioni tariffarie che, secondo alcuni rumors circolati un mese fa , TRE avrebbe in programma di attuare entro la fine dell’estate. Il condizionale è d’obbligo perché l’operatore non ha diffuso informazioni ufficiali al riguardo, ma alcuni utenti della compagnia, nell’intenzione di prevenirne le presunte imminenti azioni hanno deciso di organizzare una protesta e scrivere all’ Agcom .

La protesta di questi utenti si concretizza nel sito norimodulazioni.com che, come si legge dalla homepage, “si propone di organizzare l’informazione all’opinione pubblica relativamente ai propositi di rimodulazione tariffaria (ovviamente gravemente peggiorativa) dei gestori telefonici, e ultimamente annunciati alla convention nazionale da parte del gestore H3G e che sarebbero pianificati per entrare in vigore a breve, a seguito di quelli già messi in atto da Wind”.

Il sodalizio di consumatori ha inoltre scritto una lettera all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, all’attenzione del commissario Enzo Savarese, sottoponendo la questione della ventilata rimodulazione dei piani tariffari di TRE. “Abbiamo letto una sua intervista recente sul settimanale l’Espresso – si legge nella lettera – nella quale, in riferimento alla rimodulazione compiuta da Wind, aveva consigliato agli utenti vittime di rimodulazioni di rivolgersi all’Autorità per la quale lavora e aveva lasciato intuire un imminente intervento dell’Autorità per regolamentare la materia”.

A onor del vero, in relazione a possibili rimodulazioni, non esistono ancora utenti TRE che si possano considerare “vittime”: l’operatore non ha ancora prodotto alcun annuncio in merito alle variazioni contrattuali di cui sopra e, pertanto, non è dato sapere quale peso verrà dato dall’Agcom alla lettera. È verosimile che Agcom possa decidere – almeno per ora – di tenere la lettera in un cassetto.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 06 2007
Link copiato negli appunti