Provider responsabili del pedoporno?

Accade in Australia dove il Governo ha annunciato una nuova norma: pesanti sanzioni a quegli ISP che non impediscano ai propri utenti di accedere a contenuti di pornografia infantile

Sidney (Australia) – Una sanzione compresa tra i 10mila e i 55mila dollari australiani, equivalenti a 6mila-35mila euro, è quanto dovranno presto pagare i provider del paese dei canguri se consentiranno ai propri utenti di accedere in rete a contenuti di pornografia infantile. Questo il senso di una nuova direttiva firmata e voluta dal ministro della Giustizia Chris Ellison.

Ellison (nella foto) ha stabilito che dal primo marzo i provider di accesso e i fornitori di servizi di hosting debbano segnalare alla polizia federale australiana qualsiasi sito o altra attività internet collegato al pedoporno. Se non denunciano eventuali attività pedopornografiche e, ed è questa la parte più singolare del provvedimento, se offrono servizi che possono essere utilizzati per accedere al pedoporno, allora i provider rischiano le multe. L’intero testo non è ancora disponibile ed è dunque difficile pronunciarsi sul reale impatto di questo provvedimento che però, da come viene descritto, ai più appare inquietante.

La direttiva sembra infatti delegare ai provider quanto è tradizionalmente di competenza della polizia. Ed è ovvio che rendere gli ISP responsabili di ciò a cui accedono i propri abbonati significa costringerli ad una operazione di censura preventiva che non solo non può impedire completamente l’accesso a siti di cui si ignora l’esistenza ma che, condotta anche con onerosi sistemi automatici, può significare rendere inaccessibili molti siti del tutto legittimi.

Ellison sembra ritenere che la questione sia troppo calda per non costringere gli ISP ad intervenire direttamente. “Non si può enfatizzare abbastanza – ha dichiarato – il fatto che dietro ad ogni orribile immagine di pornografia infantile c’è il caso tragico di un bambino innocente che ha subito violenza da qualche parte nel mondo”.

L’orrore per la cosa è tale, dunque, da spingere, nel 2005, l’Australia in un territorio dal quale da tempo tutti i paesi più evoluti si sono ritratti: quello delle responsabilità dirette dei provider per i contenuti a cui accedono i propri abbonati.

Più comprensibilmente, la nuova normativa porta al livello di reato federale, punibile con reclusione fino a dieci anni , la trasmissione via internet o la messa a disposizione in rete di materiali pedopornografici.

Il ministro australiano Che i provider debbano trasformarsi in cybercop Ellison lo ha reso ancora più chiaro auspicando che i responsabili dei servizi internet inizino al più presto a collaborare da vicino con la divisione della polizia federale dedicata alla repressione del fenomeno e con l’ High Tech Crime Centre australiano.

E’ bene ricordare che l’Australia per combattere il pedoporno ha da tempo dato il via libera alla creazione di siti civetta pensati per attirare e identificare utenti internet “propensi” a scaricare immagini di un certo tipo. E ad ottobre proprio la polizia australiana ha dato vita ad una delle maggiori operazioni antipedofilia che mai abbiano riguardato utenti internet, non solo australiani peraltro.

Va anche detto che per allontanare la tentazione del Governo inglese di muoversi nella direzione in cui si è mosso quello australiano, l’anno scorso il principale operatore britannico, British Telecom , aveva sollevato enorme scalpore annunciando filtri antipedoporno sulle proprie reti in quella che è stata definita operazione CleanFeed . Un’operazione nata e sviluppata proprio come forma di censura preventiva. A luglio dell’anno scorso BT ha annunciato che ogni giorno i suoi filtri bloccano 230mila tentativi di accesso a siti pedoporno da parte di utenti britannici. Non è però chiara quale sia la percentuale di spazi web del tutto legittimi resi “invisibili” al pubblico inglese.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: CACCEREMO I MERCANTIO DAL TEMPIO
    Ero a Genova in quei giorni, e ho visto scassare vetrine, provocare i poliziontti e cercare in ogni modo lo scontro.Quindi?Sono Fascista perche' dico questo?Ma piantatela e andate a lavorare in miniera veramente....
  • Anonimo scrive:
    LEGGETEEEE
    dal sito dell'ansa di oggi:Uno spezzone di 30' della canzone 'A modo mio' che Paola e Chiara presenteranno a Sanremo sarebbe scaricabile dal sito della Sony Music. Sul caso indaga la polizia postale di Imperia. E' stato un navigatore a segnalare la sorprendente scoperta ad un portale dell'informazione di Sanremo (Sanremonews.it), giudicando 'vergognoso' il fatto di poter reperire gia' in rete la canzone. Il navigatore ha inviato una mail con allegato il file sonoro scaricato dal sito sonymusiceurope.com.se andate sul sito della sonymusiceurope.com il sito italoiano sembra spento mentre tutti gli altri sono onlimne..GODURIAAAAAAAAAAAAA URBANIIIII DENUNCIA LA SONY PER PIRATERIAAAA
    • Anonimo scrive:
      Re: LEGGETEEEE
      - Scritto da: Anonimo
      dal sito dell'ansa di oggi:

      Uno spezzone di 30' della canzone 'A modo mio'
      che Paola e Chiara presenteranno a Sanremo
      sarebbe scaricabile dal sito della Sony Music.
      Sul caso indaga la polizia postale di Imperia. E'
      stato un navigatore a segnalare la sorprendente
      scoperta ad un portale dell'informazione di
      Sanremo (Sanremonews.it), giudicando 'vergognoso'
      il fatto di poter reperire gia' in rete la
      canzone. Il navigatore ha inviato una mail con
      allegato il file sonoro scaricato dal sito
      sonymusiceurope.com.

      se andate sul sito della sonymusiceurope.com il
      sito italoiano sembra spento mentre tutti gli
      altri sono onlimne..
      GODURIAAAAAAAAAAAAA URBANIIIII DENUNCIA LA SONY
      PER PIRATERIAAAAhttp://www.dreamworksfansite.com/shrek/exclusives/Flying_Donkey.jpg
    • Anonimo scrive:
      Re: LEGGETEEEE
      ora capisco perchè un pezzo appena uscito è già piratato..se lo mettono subito sul sito della loro casa discografica et voilà, ecco che i pirati da mettere alla gogna son subito disponibili!!!
  • Anonimo scrive:
    invece di educare vuole criminalizzare
    questa è la classe politica al governo, come si fa a fidarsi di loro.
  • Anonimo scrive:
    Re: CACCEREMO I MERCANTIO DAL TEMPIO
    - Scritto da: Anonimo
    quando leggo gente che scrive come voi due qua
    sopra mi rendo conto di come molti italiani nn
    ragionino e siano delle pecorone mediatiche..Magari conoscono vita, morte e mircaoli delle lecciso..... :|
  • Anonimo scrive:
    Re: CACCEREMO I MERCANTIO DAL TEMPIO
    quando leggo gente che scrive come voi due qua sopra mi rendo conto di come molti italiani nn ragionino e siano delle pecorone mediatiche..
  • Anonimo scrive:
    legge sulla class action
    la vogliamo subito così nel caso appropriato potremo chiedere risarcimenti supermiliardari.
  • Anonimo scrive:
    Re: CACCEREMO I MERCANTIO DAL TEMPIO
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Attila Xihar

    - Scritto da: Anonimo




    In compenso chi era andato li' ad
    esercitare

    il diritto di manifestare,

    costituzionalmente garantito, ha preso
    solo

    un sacco di botte.

    Gia' infatti e' costituzionalmente garantito
    il lancio dell'estintore contro i
    carabinieri, vero? [ogni riferimento e'
    puramente casuale]
    oppure scassare le vetrine... e bruciare campagnole e cassonetti :s
  • Anonimo scrive:
    Re: CACCEREMO I MERCANTIO DAL TEMPIO
    - Scritto da: Attila Xihar
    - Scritto da: Anonimo

    In compenso chi era andato li' ad esercitare
    il diritto di manifestare,
    costituzionalmente garantito, ha preso solo
    un sacco di botte.Gia' infatti e' costituzionalmente garantito il lancio dell'estintore contro i carabinieri, vero? [ogni riferimento e' puramente casuale]Saluti,byUlix
  • Anonimo scrive:
    Re: CACCEREMO I MERCANTIO DAL TEMPIO
    - Scritto da: Anonimo
    Alle prox elezioni Regionali e + ancora alla
    elezioni Politiche Nazionali ci ricorderemo
    di questi "signori" che sono contro l' Open
    Source, contro lo sharing della conoscenza,
    a favore dei tripparoli lobbisti delle
    multinazionali, che mettono in galera pure
    ragazzini che scambiano in rete un
    canzoncina e che lascian fuori MAFIOSI,
    CORRUTTORI, e ASSASSINI!taci, questo governo ha lasciato fuori anche i teppisti di genova e i ladroni proletarie non mi risulta che in italia dei ragazzini siano andati in galera per aver scaricato una canzoncinae se i mafiosi e gli assassini sono fuori, non è un problema del governo, ma semmai della magistratura e della mentalità popolare, e in questo senso non mi pare che i vecchi governi abbiano centrato l'obiettivovuoi un consiglio? Abbandona il centro sociale e vivi all'aria aperta
    • Attila Xihar scrive:
      Re: CACCEREMO I MERCANTIO DAL TEMPIO
      - Scritto da: Anonimo
      taci, questo governo ha lasciato fuori anche
      i teppisti di genova Purtroppo hai ragione: nessuno dei poliziotti andati a massacrare alla Diaz gente che dormiva nel sacco a pelo ha sinora pagato, ne' probabilmente paghera' mai... Ma di che ti sorprendi? Ce li aveva mandati il governo stesso...In compenso chi era andato li' ad esercitare il diritto di manifestare, costituzionalmente garantito, ha preso solo un sacco di botte.
    • Anonimo scrive:
      Re: CACCEREMO I MERCANTIO DAL TEMPIO



      non mi risulta che in italia dei ragazzini siano andati in galera per aver scaricato una canzoncina
    • Anonimo scrive:
      Re: CACCEREMO I MERCANTIO DAL TEMPIO

      e se i mafiosi e gli assassini sono fuori, non è
      un problema del governo, ma semmai della
      magistratura e della mentalità popolare, e in
      questo senso non mi pare che i vecchi governi
      abbiano centrato l'obiettivoDomanda: - Chi sta cercando di approvare la legge sulla prescrizione? La magistratura o la maggioranza ?- Chi ha approvato la legge sul legittimo sospetto ? La magistratura o la maggioranza ?- Chi ha approvato la legge sul patteggiamento "allargato" ? La magistratura o la maggioranza ?- Chi nelle ultime quattro leggi finanziarie ha costantemente ridotto i fondi per l'esercizio della giustizia (per chi non lo sapesse attualmente quasi tutti i tribunali sono in profonda carenza di organico - mancano magistrati e impiegati il che rallenta di molto i procedimenti)? La magistratura o la maggioranza?Sembra strano ma queste leggi non hanno effetti immediati e cricoscritti a poche persone più esposte all'attenzione dei media ma possono essere usate a proprio uso e consumo anche da tutti gli altri.
  • Anonimo scrive:
    Re: FUORI I LEGAIOLI DA INTERNET
    - Scritto da: Anonimo
    Internet è stata creata dai tecnici,
    lasciate che siano i tecnici a gestirla. Chi
    decide di collegarsi ad internet deve sapere
    che lo fa a suo rischio e pericolo. Per chi
    non vuole rischiare, c'è sempre la
    meravigliosa televisione digitale terrestre
    del berluscao.
    Fuori dalle pa11e giudici, politici,
    avvocati e simili.
    Nessuno è obbligato a collegare il
    proprio pc a internet. Nessuna legge dice
    che internet è uno spazio pubblico.

    bleah.cosa?perchè, ci vuole la legge a dire che internet è uno spazio pubblico?tornatene in cantina bolscevico asociale
  • Anonimo scrive:
    Banda larga perchè?
    Cosa ne sarà della banda larga, anzi, cosa ne faremo; visto che una buona percentuale d'italiani la usa per il p2p.Escludendo P.A., imprese e qualcun altro che la usa per fini differenti; l'italiano medio cosa se ne fa di una ferrari su una strada sterrata?Dopo tanti soldi per attuare tale progetto, non credo che il futuro di telecomunicazioni e provider sia roseo, almeno quanto lo sarà per i compari di cinema, musica e affini.Hanno voluto tale legge, bene!!!Il modo migliore per farli ritornare sui propri passi è: scoraggiare ogni spesa che riguardi cinema, musica e connessioni.In fondo, i maggior fruitori di servizi potevano benissimo opporsi e ammorbidire le cose.Peggio per loro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Banda larga perchè?
      Perche??? Perche non hai piu scelta......ti renderanno il dial up assolutamente non conveniente....gasparri ci tiene molto che tutti abbiano la bnada larga....è un gradino importante verso il controllo totale....state a vedere..
      • Anonimo scrive:
        Re: Banda larga perchè?
        E chi non coperto da ADSL deve usare la dial-up che fa, se come dici la renderanno assolutamente non conveniente?No, non credo che succederà, sempre che in questa Banana Republic sia rimasto ancora un po' di buon senso...
    • Anonimo scrive:
      Re: Banda larga perchè?
      L'obiettivo di TELECOM Italia , resta quello di utilizzare la rete per la diffusione dei programmi televisivi (in particolare le partite di calcio). Dunque, quando ad aprile la banda salirà livelli di 4 Mbit , subito dopo le reti cambieranno e diventeranno di fatto il sistema di tv via cavo italiano (che anche in questo caso parte già da posizione dominante).Non pensare che il fatto che ci sia di mezzo TELECOM significhi qualche cosa di particolare. In Italia non esiste la concorrenza ma il concetto di cartello quindi che dietro ci sia uno a caso dei grandi manager massoni che gestiscono l'Italia stessa o l'altro è assolutamente irrilevante.Ora sai ....
      • Anonimo scrive:
        Re: Banda larga perchè?
        - Scritto da: Anonimo
        L'obiettivo di TELECOM Italia , resta quello di
        utilizzare la rete per la diffusione dei
        programmi televisivi (in particolare le partite
        di calcio).

        Dunque, quando ad aprile la banda salirà livelli
        di 4 Mbit , subito dopo le reti cambieranno e
        diventeranno di fatto il sistema di tv via cavo
        italiano (che anche in questo caso parte già da
        posizione dominante).

        Non pensare che il fatto che ci sia di mezzo
        TELECOM significhi qualche cosa di particolare.
        In Italia non esiste la concorrenza ma il
        concetto di cartello quindi che dietro ci sia uno
        a caso dei grandi manager massoni che gestiscono
        l'Italia stessa o l'altro è assolutamente
        irrilevante.

        Ora sai ....
        Allora il potenziamnto della banda larga altro non è che il preambolo ad un internet "per soli consumatori", dove la liberta finora vista si perdera e verra ripristinato il vecchio modello
        Produttore....
        consumatore passivo.
  • Anonimo scrive:
    ma va a laurà....
    Premessa: io sono contro questa legge con tutte le mie forze, la trovo ridicola, assurda, anacronistica. Si rischia la galera per qualche mp3 scaricato, quando invece chi realmente commette reati gravi tipo rapimenti di minori...(vedi recenti casi di Lecco), fa al massimo 6 ore in guardina... gli fanno il processo per direttissima... patteggiamento... nessun precendente... riduzione della pena.... sospensione della stessa... "prego, l'uscita è di la" :OCortiana.... politicamente vali pochino.... ti sei lasciato abbindolare come un n00b ed ora urli le tue lamentele al vento....Caro Cortiana... non ci voleva un genio per capire che quando ti hanno detto "lasciamo che la legge venga approvata, la cambieremo doooopo..." ti stavano prendendo per il culooooo! Bastava un minimo di capacità politica, ma proprio un tantino così, non la competenza tecnica!...va a laurà.... che l'è mei! e fai in modo che sia utile alla gente, tipo minatore o spacca pietre (con le mani), perchè a me sembra che tu sia tanto bravo con le parole, ma stringi stringi.... non sei (politicamente) in grado di fare nulla.... e non certo perchè non te lo lasciano fare....
    • Anonimo scrive:
      Re: ma va a laurà....
      e beh, hai fatto un commento molto lucido. Perchè se Cortiana si fosse opposto più duramente i tuoi amici di destra l'avrebbero cambiata la legge?
      • Anonimo scrive:
        Re: ma va a laurà....
        - Scritto da: Anonimo
        e beh, hai fatto un commento molto lucido. Perchè
        se Cortiana si fosse opposto più duramente i tuoi
        amici di destra l'avrebbero cambiata la legge?Certo,poteva usare il sacro emendamento di hokuto e bloccare tutto.Tornando seri: è inutile discutere con chi non ha idea di cosa sia il Parlamento,per cui lascia perdere,risparmi tempo e seccature.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma va a laurà....
        - Scritto da: Anonimo
        e beh, hai fatto un commento molto lucido. Perchè
        se Cortiana si fosse opposto più duramente i tuoi
        amici di destra l'avrebbero cambiata la legge?no, pero' gli emendamenti che ha ritirato l'avrebbero fatta discutere a lungo: ha ragione a dire che si e' fatto prendere in giro, anche a nostro danno
    • Anonimo scrive:
      Re: ma va a laurà....

      ...va a laurà.... che l'è mei! e fai in modo che
      sia utile alla gente, tipo minatore o spacca
      pietre (con le mani), perchè a me sembra che tu
      sia tanto bravo con le parole, ma stringi
      stringi.... non sei (politicamente) in grado di
      fare nulla.... e non certo perchè non te lo
      lasciano fare....Incredibile cosa si riesce a fare pur di difendere l'operato del governo berlusca. Si arriva addirittura ad insultare chi cerca, democraticamente, di difendere i nostri diritti. Ma come fai ad essere contro alla Urbani e insultare Cortiana? Te non me la racconti, te sei uno di loro....
  • Anonimo scrive:
    Gli elettori...
    Alle regionali saranno piu' i cittadini comuni a votare che i discografici. Quindi proseguendo su questa strada e visto che, ve lo dicono i discografici, milioni di persone scaricano saltuariamente qualche canzone, perderete milioni di voti. Vediamo se criminalizzare comportamenti discutibili ma tutt'altro che criminali vi portera' i vantaggi che credete o se vi fara' perdere un altro turno elettorale.
  • JRoger scrive:
    Profondo Disgusto
    E' quanto provo adesso, dopo aver letto qui e sul sito di Cortiana le notizie ed i commenti....Questa totale mancanza di pudore mostra, in tutta la sua schifosa evidenza, quanto poco (cioe' nulla) importi l'opinione, il pensiero della "gente", intesa come gruppo piu' o meno grande ed eterogeneo di persone comuni.A far le leggi sono ancora le lobby e gli interessi di chissa' che disegno politico. A me piu' che un disegno pare una zappata negli zebedei, chissa'.....OK, la situazione mi sembra chiara: han dimostrato PER BENE, e oltre ogni ragionevole dubbio o speranza, che di dialogare, di trovare una soluzione comune, di venirci incontro NON GLIE NE FREGA UNA MAZZA! (Degustare il doppio senso... prima di vomitare).Hanno deciso che la rete DEVE diventare il MacDonald che i "soliti pochi" hanno immaginato e voluto.E, con un guizzo di fantasia che li rende appieno i "nuovi politici del 2000" han pensato bene che per promuovere tale bella pensata non ci fosse modo migliore che reprimere le alternative.Bravi! Clap clap clap....Stupido io che su "Popolo della Rete" avevo pure cercato spiegarmi col Mazza....Va bene, ho sbagliato. Per me in fondo cambia poco, e' solo un'altra speranza che affonda... Peggio per "loro". :@
  • Anonimo scrive:
    la natura della rete
    eccome se tiene conto della natura della rete ... come la prigione tiene conto della natura del criminale :-)
  • Anonimo scrive:
    Ecco a voi la spiegazione
    Tratto dal resoconto parlamentare della :Conversione in legge del decreto-legge 31 gennaio 2005, n. 7, recante disposizioni urgenti per l?università e la ricerca, per i beni e le attività culturali, per il completamento di grandi opere strategiche, per la mobilità dei pubblici dipendenti, nonché per semplificare gli adempimenti relativi a imposte di bollo e tasse di concessione PRESIDENTE. Senatore Asciutti, la invito a concludere la relazione nei tempi stabiliti.ASCIUTTI, relatore. Fra questi interventi, rientrano le modifiche al decreto-legge n. 72 del 2004 (cosiddetto decreto Urbani) in materia di pirateria informatica. Il testo accolto rappresenta il punto di arrivo di un lungo lavoro istruttorio condotto dalla commissione ministeriale istituita presso il Dipartimento per l'innovazione e la tecnologia e, benché forse non ottimale, costituisce il punto di mediazione più avanzato attualmente conseguibile.Sono i famosi emendamenti che trasformano definitivamente in reato il file sharing di materiale protetto dal diritto d'autore.In un anno non hanno trovato il tempo ed il modo per correggere la mostruosità della legge Urbani, adesso che vogliono pubblicizzare a Sanremo questa porcata, per farsi belli con i discografici, infilano le modifiche in un decreto legge che non centra un tubo.Una vergogna
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco a voi la spiegazione
      - Scritto da: Anonimo
      Tratto dal resoconto parlamentare della :

      Conversione in legge del decreto-legge 31
      gennaio 2005, n. 7, recante disposizioni
      urgenti per l?università e la
      ricerca, per i beni e le attività
      culturali, per il completamento di grandi
      opere strategiche, per la mobilità
      dei pubblici dipendenti, nonché per
      semplificare gli adempimenti relativi a
      imposte di bollo e tasse di concessione

      PRESIDENTE. Senatore Asciutti, la invito a
      concludere la relazione nei tempi stabiliti.
      ASCIUTTI, relatore. Fra questi interventi,
      rientrano le modifiche al decreto-legge n.
      72 del 2004 (cosiddetto decreto Urbani) in
      materia di pirateria informatica.
      Il testo accolto rappresenta il punto di
      arrivo di un lungo lavoro istruttorio
      condotto dalla commissione ministeriale
      istituita presso il Dipartimento per
      l'innovazione e la tecnologia e,
      benché forse non ottimale,
      costituisce il punto di mediazione
      più avanzato attualmente
      conseguibile.

      Sono i famosi emendamenti che trasformano
      definitivamente in reato il file sharing di
      materiale protetto dal diritto d'autore.
      In un anno non hanno trovato il tempo ed il
      modo per correggere la mostruosità
      della legge Urbani, adesso che vogliono
      pubblicizzare a Sanremo questa porcata, per
      farsi belli con i discografici, infilano le
      modifiche in un decreto legge che non centra
      un tubo.
      Una vergognaa proposito, quanto sopra è successo il 23 febbraio 2005
  • Anonimo scrive:
    Re: approvati ieri ? non doveva decadere

    Ma che gioco
    è questo ?un gioco sporco, li hanno spostati su un altro decreto.
  • Anonimo scrive:
    Per favore chi sa chiarisca
    Qualcuno potrebbe spiegare di cosa si sta parlando ?Non doveva cadere la deliberante ?Perchè si dice che gli emendamenti sono stati approvati in commissione ?Quale commissione ? Chi ha votato ?Come hanno votato i partiti dell'opposizione ?Dove sono i resoconti parlamentari ?Al Senato si farà ostruzionismo ?Un po' di chiarezza non farebbe male, nell'ultimo comunicato di Cortiana si diceva che sarebbe caduta la deliberante.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per favore chi sa chiarisca

      Non doveva cadere la deliberante ?li hanno spostati su di un altro decreto legge;se non e' sporca questa...........
    • Anonimo scrive:
      Re: Per favore chi sa chiarisca

      Un po' di chiarezza non farebbe male, nell'ultimo
      comunicato di Cortiana si diceva che sarebbe
      caduta la deliberante.Chiarezza ?!?In questo paese ?!?In questo periodo ?!?Tsk tsk !!!È da un bel po` che in Italia si forniscono le polemiche senza fornire le notizie, è la base del "bipensiero".Non devi avere gli strumenti per capire quello che ha fatto uno o ha fatto l'altro, devi solo perché non ti devi permettere di pensare liberamente, devono farlo altri per te e tu devi cambiare idea a seconda che il tuo schieramento sia a favore o contro.La notizia di per se diviene irrilevante !:)
  • Anonimo scrive:
    L'eterna lotta
    Non c'è molto da fare ???può darsi ... :(Le lobby stringono accordi sottobanco con chi poi deve approvare o meno certe "leggi", e chissa come mai poi allafine l'ago pende sempre a favore delle multinazionali e affini,che al grido di "Il peer to peer e la pirateria sono il nuovo maledel millenio" scatenano la nuova caccia alle streghe beccando quà e la per dare "L'esempio" ; e che sia di monito a tutti.Da che mondo e mondo le cose girano così!E giusto si battersi, e bisogna sempre farlo,ma la lotta è dura, ed è sempre la stessa storia:pesce grande mangia pesce piccolo, fino a quandoil pesce piccolo non diventerà di metallo e diventeràindigesto... per lo squalo :) :)
  • Anonimo scrive:
    approvati ieri ? non doveva decadere ?
    non ci si capisce più niente Cortiana sul suo sito annuncia che lascerà franarela commissione abbandonandola. Ora ci comunica bla bla bla approvata ieri in commissione. Ma che gioco è questo ?
  • Anonimo scrive:
    FUORI I LEGAIOLI DA INTERNET
    Internet è stata creata dai tecnici, lasciate che siano i tecnici a gestirla. Chi decide di collegarsi ad internet deve sapere che lo fa a suo rischio e pericolo. Per chi non vuole rischiare, c'è sempre la meravigliosa televisione digitale terrestre del berluscao.Fuori dalle pa11e giudici, politici, avvocati e simili.Nessuno è obbligato a collegare il proprio pc a internet. Nessuna legge dice che internet è uno spazio pubblico.bleah.
  • Anonimo scrive:
    CACCEREMO I MERCANTIO DAL TEMPIO
    Alle prox elezioni Regionali e + ancora alla elezioni Politiche Nazionali ci ricorderemo di questi "signori" che sono contro l' Open Source, contro lo sharing della conoscenza, a favore dei tripparoli lobbisti delle multinazionali, che mettono in galera pure ragazzini che scambiano in rete un canzoncina e che lascian fuori MAFIOSI, CORRUTTORI, e ASSASSINI!
Chiudi i commenti