Quando il fansub diventa concorrenza

Una software house giapponese riconosce i lavoro svolto dagli appassionati. E non prevede l'esclusiva per il diritto alla traduzione

Roma – Una software house giapponese ha apprezzato pubblicamente il lavoro svolto da un gruppo di appassionati, che nel tempo libero si impegnavano a tradurre i loro prodotti in inglese. Tanto che al momento di rivendere il diritto sui propri giochi, ha previsto la non esclusività del diritto alla traduzione .

Il mondo dei fansub è una realtà , ma resta avvolta nella nebbia dell’ illegalità : certamente la diffusione dell’opera a cui è collegata liberamente in Rete avviene in infrazione del diritto d’autore, e quello alla traduzione è uno degli aspetti di questo diritto. Tuttavia il fenomeno può essere ricondotto a una sorta di marketing alternativo gratuito, ma nonostante questo i traduttori sono spesso osteggiati dai detentori di diritti.

Uno dei settori in cui il fenomeno è più diffuso è quello degli anime e dei videogame giapponesi e proprio qui il fenomeno dei fansub ha ricevuto una sorta di investitura ufficiale: la 07th Expansion, sviluppatore di videogiochi, ha riconosciuto il lavoro svolto da un gruppo di traduttori amatoriali appassionati dei loro titoli.

Così questi fan hanno ricevuto una mail da parte di Ryukishio07 della software house, in cui esprimeva il suo apprezzamento per l’impegno profuso: non si aspettava il successo del suo titolo oltre confine e quindi riteneva il lavoro svolto dai ragazzi un’opportunità .

Tanto che poi, presumibilmente osservata la diffusione della traduzione amatoriale, ha venduto i diritti dei propri nuovi titoli alla MangaGamer , compreso il diritto alla traduzione. A questo punto poteva sorgere un conflitto fra la traduzione ufficiale e i fansub: inizialmente MangaGamer si era mossa per chiedere la rimozione delle patch non ufficiali.

Tuttavia, una volta appurato il supporto espresso da 7th Expansion per il lavoro dei ragazzi e appurato che il diritto alla traduzione avuto in licenza non fosse esclusivo, hanno ritirato la richiesta e avallato il lavoro dei fan, offrendo loro anche di collaborare come correttori di bozze nella traduzione ufficiale: offerta rifiutata perché essi hanno già un altro impiego che entrerebbe in conflitto con la passione portata avanti nel tempo libero.

Ora, anche se già a ottobre dovrebbe arrivare la traduzione ufficiale, si potranno comunque attendere i fansub, che certamente tarderanno rispetto al lavoro professionale ma che potranno arrivare (stavolta regolarmente ) sugli schermi.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • tell scrive:
    Irrilevante
    Notizia irrilevante...
  • lroby scrive:
    Steve Jobs licenzia con stile
    cdo :D
  • Matteo scrive:
    Che invidia
    Vorrei essere assunto alla Apple solo per avere anch'io una lettera di assunzione cosìXXXXX. E poi non sono d'accordo con le critiche, secondo me la Apple è uno dei contesti in cui la forma è anche sostanza.
  • Daniel Mario scrive:
    Licenziato probabilmente
    Apple ha delle regole severissime riguardo il trattamento di qualsiasi dato tra lei e te.Io ad esempio dovetti firmare varie cose anche solo per fare i 5 colloqui per il genious bar a londra.Se il tipo e' stato assunto e Apple ha scoperto le foto pubblicate probabilmente e' gia tornato a casa con le pive nel sacco.Che poveretto....
    • alexjenn scrive:
      Re: Licenziato probabilmente
      Speriamo abbia mantenuto l'anonimato.
    • pippuz scrive:
      Re: Licenziato probabilmente
      "Given the intense (and hugely surprising) amount of coverage that this post has been getting, I'd like to point out something to everyone who has been predicting my imminent doom.I spoke with my recruiter and my manager-to-be before posting this, and neither had a problem with it. I considered the possibility that the letter itself might be considered confidential and I checked first.That said, I'm sure none of us was expecting quite this level of exposure for it, and I may yet delete or redact it to make it less interesting. It was really supposed to be a humorous way to let those who were already following my work in the open source community know what I'm doing, as well as my friends and family.More importantly, there's no confidential information covered in this post. You may notice, for example, that I avoided actually mentioning any specific details of the offer. Nor will there ever be any confidential information covered in any post I make. I take my agreements seriously. If anyone has subscribed here in the hopes that I will leak delicious secrets, you're going to be sorely disappointed; please go away now."
  • DarkSchneider scrive:
    iContratto
    Che dire... Spero che l'offerta vada in porto e che il rapporto di lavoro sia Frutt(u)oso! (rotfl)(rotfl)(rotfl)A questo punto, visto lo stile che permea in Apple sarei curioso di vedere iBagni (l'assenza dello spazio è voluta) nel loro HQ.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 ottobre 2009 16.23-----------------------------------------------------------
    • Perle ai porci scrive:
      Re: iContratto
      Come sempre in Italia si vende più la confezione che il contenuto.La cartellina con la mela vale il 10% in meno in busta,ma sai la soddisfazione...
      • Da che pulpito. scrive:
        Re: iContratto
        Guarda che oggi se ti devono togliere il 10% manco te lo dicono, ammesso che hai ancora un lavoro da salvare. E tu stai qui a far caciara per una cartellina?
        • kaiserxol scrive:
          Re: iContratto
          aahahahahMa poi aggiungerei...avete visto la fonte della news? Ma chi è?Cioè io domani ne faccio una della Microsoft e PI la pubblica?...messi maaaaaaaleeeee
          • a n o n i m o scrive:
            Re: iContratto
            - Scritto da: kaiserxol
            aahahahah
            Ma poi aggiungerei...avete visto la fonte della
            news? Ma chi
            è?
            Cioè io domani ne faccio una della Microsoft e PI
            la pubblica?...messi
            maaaaaaaleeeeeshhhh, fa silenzio se non sai:http://glyph.twistedmatrix.com/2009/10/unboxing-you-won-see-on-gizmodo-or.htmlhttp://twistedmatrix.com/trac/http://trac.calendarserver.org/
  • alexjenn scrive:
    Eh sì
    Proprio come una qualsiasi azienda italiana.
    • lroby scrive:
      Re: Eh sì
      - Scritto da: alexjenn
      Proprio come una qualsiasi azienda italiana.Guarda onestamente non credo che le altre aziende americane facciano altrettanto, forse la Microsoft, però la confezione in quel caso potrebbe essere "trasparente" :D
      • Yellow scrive:
        Re: Eh sì
        - Scritto da: lroby
        - Scritto da: alexjenn

        Proprio come una qualsiasi azienda italiana.
        Guarda onestamente non credo che le altre aziende
        americane facciano altrettanto, forse la
        Microsoft, però la confezione in quel caso
        potrebbe essere "trasparente"
        :DHai dei link a comprova o come al solito tanto fumo e poco arrosto?
        • p4bl0 scrive:
          Re: Eh sì

          Hai dei link a comprova o come al solito tanto
          fumo e poco
          arrosto?aho ma ce l'hai coi link a comprova?comprova de che? di un'opinione?a questo punto perché tu non hai dei link a comprova di quello che dici?
          • Yellow scrive:
            Re: Eh sì
            - Scritto da: p4bl0

            Hai dei link a comprova o come al solito tanto

            fumo e poco

            arrosto?

            aho ma ce l'hai coi link a comprova?
            Se affermi devi poter comprovare, no?
            comprova de che? di un'opinione?Le tue opinioni si basano su fatti o su quello che ti dice la fata turchina la notte?

            a questo punto perché tu non hai dei link a
            comprova di quello che
            dici?Perché io non ho affermato nulla contrariamente a lui.Dimmi che fai apposta.
      • alexjenn scrive:
        Re: Eh sì
        Sinceramente, non ho fonti di altre aziende americane, ma so per certo che lo faceva anche Kodak.
Chiudi i commenti