Quando sparisce un servizio ADSL

I servizi ADSL di T.Net (CitiesOnLine) cessano improvvisamente dopo un'operazione svolta da Telecom Italia. L'azienda spera di poterli riattivare a breve. Ma non è la prima volta che un servizio così salta da un giorno all'altro


Roma – Ci risiamo. Le difficili relazioni tra Telecom Italia e gli altri operatori nonché il non sempre facile coordinamento nei diversi interventi di aggiornamento delle infrastrutture di servizi TLC hanno provocato in queste ore non pochi problemi agli utenti dei servizi ADSL di T.Net, l’azienda che ha rilevato il portfolio di CitiesOnLine .

Come si può leggere in una finestra pop-up piazzata sulla home page del provider nelle scorse ore: “Telecom Italia nella giornata di ieri ha disattivato unilateralmente e senza preavviso i clienti ADSL in capo a Cities On Line”. Nessuno di loro, mentre scriviamo, può più utilizzare il proprio accesso broad band.

Quanto è accaduto sorprende anche perché T.Net aveva già richiesto l’attivazione di “nuovi flussi ADSL”, attivazione che non è mai arrivata e che si è invece scontrata con l’improvvisa disattivazione dei sistemi attivi. L’annuncio di una “disattivazione unilaterale” suona come una pesante accusa contro Telecom.

E se da un lato naturalmente T.Net si è impegnata a fare il massimo per riattivare al più presto i suoi servizi, dall’altro coloro che hanno scritto a Punto Informatico per segnalare la vicenda si sorprendono per una tale continuata dipendenza dei fornitori alternativi dalle scelte e dalle decisioni dell’ incumbent , ovvero di Telecom Italia.

Va detto che episodi simili e persino più gravi in passato hanno provocato enormi problemi a singoli operatori ma anche ad importanti clienti di provider che d’improvviso non hanno più potuto offrire loro i propri servizi. Oltre ai casi di Aexis e Qtel a far rumore fu anche il celebre caso Village , letteralmente “tagliato fuori” insieme a tutti i suoi clienti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Attenzione!
    Secondo me l'argomento censura, e soprattutto l'argomento pedofilia sono territori minati sia per chi tenta di censurarli sia per chi combatte la censura.I primi perché espongono il fianco alle critiche dovute alla debolezza degli argomenti addotti, alla limitazione della libertà e alla arretratezza degli ideali e degli obiettivi cercati.I secondi (In questo caso il collettivo) devono riuscire a comunicare in maniera delicata e reale quello che sono i contenuti del loro messaggio. A mio parere è stato fatto con il filemino in flash, davvero divertente ed educativo. Dal poco ho letto il libro è di contenuti interessanti e "pesanti" in termini di messaggio ma mostra il fianco nella possibilità delle chiavi interpretative in cui si può leggere.Intendo, i **veri** pedofili, maniaci ecc ... (non quelli sbattuti in prima pagina ma innocenti) potrebbero sentirsi giustificati e difesi dal collettivo (anche se il collettivo se ne guarda bene dal farlo). E' un po' come l'interpretazione del Corano da parte dei terroristi o della Bibbia da parte di chi ha ideato le crociate ...Secondo me Luther avrebbe dovuto comunicare con più forza questo messaggio: Io sono contro la censura ma guai al primo **mostro vero** che si senta giustificato leggendo questo libro.Scusate il post lungo
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Re: Attenzione
      - Scritto da: Linear
      No, perche sai che le conseguenze del
      fuoco sarebbero disastrose, e che quel
      bambino non ha idea di cosa sta andando
      incontro. E quali sarebbero queste conseguenze disastrose di un atto sessuale, mettiamo, a 14 anni? E a 12 anni? a 8 anni?Nevrosi? Isteria? Psicosi? Schizofrenia Paranoide?Si prega di spiegare tutto bene nei dettagli.Esempio:Affermazione: Proibire la masturbazione e' dannosoSpiegazione: Il senso di colpa derivato dai primi pruriti potrebbe causare nel ragazzo una grave nevrosi, magari condita da rappresentazioni ossessive...
  • Anonimo scrive:
    Je suis Luther
    Ve lo dico ve lo giuro l'unico originale Blissett sono io
  • Anonimo scrive:
    informazioni
    Scusate , clicco su 010...org , su quell'altro del file ma mi danno pagine strane che si incastrano.inoltre, chi è luther blisset ?posso aprire il sito senza che cada sotto la Polizia ?Grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: informazioni
      EEEEEEEEEEEEEEEEEEee non sai chi e' BLISSETT?Ma come hai fatto a collegarti a INTERNET?
      • Anonimo scrive:
        (informazioni) work in progress
        - Scritto da: Uaz Uaz
        EEEEEEEEEEEEEEEEEEee non sai chi e' BLISSETT?ok, mi sto leggendo tutte le gesta di LB dal suo sito,mi ricorda un po il "Golem" di Nicoletti.resta il fatto che 010...org non è molto leggibile quanto p.es. LB , avete consigli su come discoverlo ?grazie
  • Anonimo scrive:
    PROVIDER POLIZIOTTI
    Non e' colpa loro. Se non lo fanno li mettono dentro a loro. La censura viene dall'alto....
  • Anonimo scrive:
    Provider vergognatevi!
    Vergognatevi! Non tutti ma solo quelli che hanno questo comportamento. Non saro' mai vostro cliente, poco ma sicuro!
  • Anonimo scrive:
    Siamo tutti vittime della censura
    Spesso senza neppure saperlo. Se tutti mettessimo in piazza le occasioni in cui abbiamo scoperto di essere stati censurati o di subire una censura aprioristica apriremmo un Vaso di Pandora.Complimenti a 010010101010.org
Chiudi i commenti