Quantum computer a distanza di un lustro

Un team di ricercatori internazionale annuncia: il computer quantistico sarà realtà da qui a pochi anni. Merito di un nuovo chip fotonico grazie al quale le operazioni sui qubit avvengono in condizioni ambientali standard
Un team di ricercatori internazionale annuncia: il computer quantistico sarà realtà da qui a pochi anni. Merito di un nuovo chip fotonico grazie al quale le operazioni sui qubit avvengono in condizioni ambientali standard

I quantum computer sono una promessa ancora molto lontana nel tempo? Niente affatto, sostiene un team di ricercatori provenienti da varie parti del mondo, il “sogno” di poter sfruttare le proprietà delle particelle subatomiche per realizzare computer potenti oltre l’immaginabile si concretizzerà al più tardi entro i prossimi cinque anni .

I ricercatori – originari di istituti educativi e centri di ricerca di Regno Unito, Giappone, Israele e Paesi Bassi – sostengono di aver fatto un passo avanti significativo nella realizzazione di un computer quantistico propriamente detto grazie a un nuovo chip fotonico.

Il chip lavora secondo i principi della fotonica piuttosto che basarsi sui tradizionali transistor al silicio, ed è soprattutto in grado di funzionare a temperature e pressioni ordinarie contro i prototipi di switch quantistici che hanno sin qui avuto bisogno di condizioni estreme per poter operare.

Stando a quanto sostiene Jeremy Ò Brien, direttore del Centre for Quantum Photonics britannico, il team di ricerca che ha lavorato al progetto ha fiducia nel fatto che “usando la nostra nuova tecnica, un computer quantistico potrebbe, entro i prossimi cinque anni, eseguire calcoli che vanno ben oltre le capacità dei computer convenzionali”.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 09 2010
Link copiato negli appunti