Quella Wii chiacchiera un po' troppo?

Qualche dubbio aleggia sulla riservatezza della console Nintendo. Se si clicca qua e si preme là nel neonato Channel qualche dato (di troppo?) viene sparato sui server della casa madre
Qualche dubbio aleggia sulla riservatezza della console Nintendo. Se si clicca qua e si preme là nel neonato Channel qualche dato (di troppo?) viene sparato sui server della casa madre

Il Nintendo Channel è un servizio online che informa sui nuovi titoli: è uscito mercoledì scorso negli States ed è ora disponibile anche nel Wii Shop Channel .

Il tutto , demo per Nintendo DS compresi, è disponibile a una condizione , della quale i consumatori più attenti alla privacy hanno iniziato a discutere: durante l’uso viene chiesto se si desidera inviare i propri usage patterns (abitudini d’uso) a Nintendo.

Naturalmente è previsto l’ opt-out , grazie al quale nulla viene trasmesso. Qualora si opti, invece, per l’invio, sorprende la lunga, lunghissima lista di dati che vengono trasmessi ai server della casa: si tratta di ben trentacinque campi diversi, tra i quali c’è persino il valore del volume preferito dall’utente.

Tutto nella speranza – spiega Kotaku – di offrire al caro consumatore “suggerimenti di gioco e servizi migliorati per il futuro”.

C’è però un punto critico, spiega ancora la testata dedicata al gaming: una volta deciso per l’ opt-out , non si potranno più scaricare i demo della DS, tenuti dunque riservati solo per chi partecipa a questo “grande scambio di informazioni”.

Occorre anche fare attenzione a un altro dettaglio: il sito della casa spiega che se si opta per la condivisione delle informazioni con Nintendo, queste saranno anonime a meno che non si abbia collegato il proprio account Wii con l’account My Nintendo.

Una circostanza che, al momento, sembra far vacillare le rassicurazioni in merito alla privacy: sarà interessante vedere cosa accadrà quando il tutto verrà confezionato in lingua italiana, visto che al momento della vicenda il sito di Nintendo Italia sembrerebbe non parlare.

Marco Valerio Principato

( fonte immagine )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti