Raymond: è la Shared Source il vero virus

Il paladino dell'open source Eric Raymond interviene nel dibattito sulla presunta viralità della GPL e, contrattaccando le argomentazioni di Microsoft, accusa la licenza Microsoft Shared Source di essere il virus definitivo


Web – Il primo a legare l’attributo “virale” alla licenza GPL fu Craig Mundie, vice presidente e stratega di Microsoft, che nel suo ormai celeberrimo attacco a questa licenza affermò: “L’aspetto virale della licenza GPL costituisce una minaccia alla proprietà intellettuale di ogni organizzazione che ne fa uso”.

Un concetto che fu poi ripreso da Steve Ballmer , CEO di Microsoft, che non molto tempo dopo definì Linux e il free software “un cancro” capace di corrompere e far ammalare tutto il mercato del software.

L’aggettivo “virale” è stato poi recentemente utilizzato da Microsoft per definire, all’interno del contratto di licenza del SDK di Mobile Internet Toolkit, tutte quelle licenze open source che, secondo il big di Redmond, “creino o cerchino di creare doveri per Microsoft rispetto al software stesso o garantiscano, o cerchino di garantire, a qualsiasi parte terza, qualsiasi diritto o eccezione dai diritti di proprietà intellettuale di Microsoft o i diritti proprietari del software”, e pertanto non utilizzabili in congiunzione con il suo SDK.

La scorsa settimana, rilasciando il codice sorgente di alcuni strumenti legati alla piattaforma.NET, Microsoft ha presentato la sua licenza Shared Source come un esempio di licenza aperta ma “depurata” da ogni aspetto virale, studiata per poter essere utilizzata in ambiti commerciali e molto somigliante alla BSD, l’unica licenza open source “tollerata” a Redmond.

Ieri Eric S. Raymond, un punto di riferimento per tutta la comunità open source e autore del noto libro The Cathedral & the Bazaar , ha scritto una lettera pubblicata su Linux Today in cui contrattacca Microsoft e la sua licenza Shared Source.


Nella sua lettera , Raymond sostiene che la definizione con cui Microsoft descrive la GPL, e cioè un cancro che annulla i diritti intellettuali sul software e vanifica la possibilità di guadagnare dal proprio lavoro, sia “piena di errori nella logica e nei fatti”.

“Microsoft confonde tre differenti problemi: il mero uso del software, l’aggregazione del software e la derivazione del software”, scrive Raymond. “Il migliore esempio della sua falsità e profonda ipocrisia è che Microsoft ha rilasciato software GPL aggregato con il suo prodotto Interix (aka OpenNT) per anni. Siccome il software Interix non è un lavoro derivato da codice GPL che hanno rilasciato con esso, non una sola linea del codice di Microsoft è stata “infettata” dalla presunta “viralità” della GPL”.

Raymond scarica diverse cartucce anche sulla licenza Shared Source di Microsoft, sostenendo che se, come dichiara la stessa azienda, essa è stata progettata per garantire a Microsoft la conservazione di tutte le proprietà intellettuali sul codice, questa licenza potrebbe considerarsi più “virale” della GPL.

“Supponiamo che voi siate sviluppatori – continua Raymond – e vi registriate presso Microsoft per ottenere l’accesso allo shared source, oppure lavoriate per un’azienda che ha accesso al codice sorgente di Microsoft. Congratulazioni. Il vostro cervello è ora infettato dal virus “Io ho visto lo shared source”. Siete preparati per scommettere la vostra carriera, o l’esistenza della vostra azienda, sul fatto che Microsoft non vi citerà mai in giudizio se voi scrivete codice che (a) somiglia nel funzionamento ad un prodotto Microsoft, (b) compete con un prodotto Microsoft, o (c) questa settimana stona con il colore della biancheria intima di Bill Gates?”.

Raymond sostiene che Microsoft non ha bisogno di vincere la causa in tribunale o minacciare esplicitamente qualcuno: per un gigante come Microsoft basterebbe una minaccia velata di citazione per spaventare la stragrande maggioranza delle aziende concorrenti.

“Shared source è il virus definitivo. La GPL, che lascia il vostro cervello autonomo e non può ‘infettarè il vostro codice finché voi non decidiate deliberatamente di incorporarvi codice GPL o link ad esso, è un innocente simbionte in confronto. Essa realmente vi protegge, perché vi garantisce il diritto di ridistribuire e riusare il codice che voi vedete. E così… Chi è “virale” adesso?”

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    7 milioni di pezzi testimoniano solo..
    ..il successo commerciale di questi devices.La storia della scarsa sicurezza di trasmissione wireless e' saltata fuori dopo.. e non credo che sara' una buona pubblicita'..
  • Anonimo scrive:
    GLI FATE UNA BELLA PUBBLICITA' MI SEMBRA!!! PI
    NON SIAMO SCEMI!!
  • Anonimo scrive:
    [Piu tastiere nella stessa stanza]
    io ho la tastiera/mouse logitec e sono stra contento!Il mouse mi soddisfa nel profondo perche non ha il cavo e quindi lo posso lanciare con gioia quando sono incazzato con grande invidia dei miei colleghi il cui mouse rimbalza penzulo attaccato al (corto) cavetto...mi chiedevo...si possono usare 2 (4) tastire/mouse nella stessa stanza?sulla scatola non c'e' scritto niente, nel sito ancora meno, in giro nessuno ne sa niente...fatemi sapere!!
    • Anonimo scrive:
      Re: [Piu tastiere nella stessa stanza]
      - Scritto da: Gian
      mi chiedevo...
      si possono usare 2 (4) tastire/mouse nella
      stessa stanza?
      sulla scatola non c'e' scritto niente, nel
      sito ancora meno, in giro nessuno ne sa
      niente...provato la guida in linea o le istruzioni ? :)certo che si puo', basta settare canali diversiguarda sul cd c'e' una guida, in alcuni modelli e' anche cartacea.. se sono su frequenze diverse ne puoi avere tante anche vicine, dipende dai modelli di tastiera e mouse anche 8 diverseciao!
  • Anonimo scrive:
    non ne ho bisogno se li tengano
    non mi interessaè poco supportato e per quanto ho visto il mouse cordless è una fetenziail cavo deve cmq arrivare sulla scrivania vicino al monito e finire in una sccatoletta uhhh che bello non cambia mica tanto
    • Anonimo scrive:
      Re: non ne ho bisogno se li tengano
      - Scritto da: gb
      non mi interessa
      è poco supportato
      e per quanto ho visto il mouse cordless è
      una fetenzia
      il cavo deve cmq arrivare sulla scrivania
      vicino al monito e finire in una sccatoletta
      uhhh che bello

      non cambia mica tantoHo un muose ottico Logitech, il più costoso, ma anche il migliore.E' comodissimo, non da problemi e alla lunga non farà rimpiangere il muose con la sfera...Però, mio caro che sostieni che il wireless sia una "fetenzia", ti consgilio un bel Commmodre 64 con il lettore floppy esterno (5 pollici e 1/4) RIGOROSAMENTE senza mouse.Lo usavo 20 anni fa... allora era all'avanguardia...FM
      • Anonimo scrive:
        Re: non ne ho bisogno se li tengano
        puo darsi che segua il consiglio intanto te la metti via e il mouse cordless non lo prendo TIE' non mi piace neppure l'idea di infrarossi che mi passano per la mano per ore e ore ogni giorno se proprio la vogliamo dire tutta- Scritto da: FM


        - Scritto da: gb

        non mi interessa

        è poco supportato

        e per quanto ho visto il mouse cordless è

        una fetenzia

        il cavo deve cmq arrivare sulla scrivania

        vicino al monito e finire in una
        sccatoletta

        uhhh che bello



        non cambia mica tanto




        Ho un muose ottico Logitech, il più costoso,
        ma anche il migliore.

        E' comodissimo, non da problemi e alla lunga
        non farà rimpiangere il muose con la
        sfera...

        Però, mio caro che sostieni che il wireless
        sia una "fetenzia", ti consgilio un bel
        Commmodre 64 con il lettore floppy esterno
        (5 pollici e 1/4) RIGOROSAMENTE senza mouse.

        Lo usavo 20 anni fa... allora era
        all'avanguardia...

        FM
        • Anonimo scrive:
          Re: non ne ho bisogno se li tengano
          Nessuno ti sta cercando di convincerti a comprare mouse cordless, certo che "parlare" senza averlo non e' molto corretto.Io ho sempre usato dispositivi tradizionali ed ora che ho tastiera e mouse cordless non tornerei piu' indietro.Il ricevitore per di piu' non l'ho in parte al monito come dici te, ma per terra vicino al muro ed a tutti i cavi del PC.Forse ti stai confondendo con gli infrarossi, li' si devi avere il ricevitore sullo stesso piano del mouse e per di piu' senza ostacoli tra il ricevitore ed il mouse........Non esiste poi "poco supportato", anche senza driver logitech e' un normalissimo mouse come gli altri e non ha bisogno di driver particolari per lavorare.... basta collegare il ricevitore alla porta mouse e..... funziona come ogni altro mouse.Io l'ho scelto perche cosi' davanti a mouse e tastiera posso avere tutto quello che volgio senza ostacolare il movimento del mouse.Comunque a me piace e l'ho preso se a te non piace sei libero di continuare ad usare il tradizionale senza problemi.Ciao Marco.- Scritto da: gb

          puo darsi che segua il consiglio
          intanto te la metti via e il mouse cordless
          non lo prendo
          TIE'

          non mi piace neppure l'idea di infrarossi
          che mi passano per la mano per ore e ore
          ogni giorno
          se proprio la vogliamo dire tutta

          - Scritto da: FM





          - Scritto da: gb


          non mi interessa


          è poco supportato


          e per quanto ho visto il mouse
          cordless è


          una fetenzia


          il cavo deve cmq arrivare sulla
          scrivania


          vicino al monito e finire in una

          sccatoletta


          uhhh che bello





          non cambia mica tanto









          Ho un muose ottico Logitech, il più
          costoso,

          ma anche il migliore.



          E' comodissimo, non da problemi e alla
          lunga

          non farà rimpiangere il muose con la

          sfera...



          Però, mio caro che sostieni che il
          wireless

          sia una "fetenzia", ti consgilio un bel

          Commmodre 64 con il lettore floppy esterno

          (5 pollici e 1/4) RIGOROSAMENTE senza
          mouse.



          Lo usavo 20 anni fa... allora era

          all'avanguardia...



          FM
        • Anonimo scrive:
          Re: non ne ho bisogno se li tengano
          - Scritto da: gb

          puo darsi che segua il consiglio
          intanto te la metti via e il mouse cordless
          non lo prendo
          TIE'

          non mi piace neppure l'idea di infrarossi
          che mi passano per la mano per ore e ore
          ogni giorno
          se proprio la vogliamo dire tutta
          e gli infrarossi del sole molto + potenti??per le lampadine idem ...
          - Scritto da: FM





          - Scritto da: gb


          non mi interessa


          è poco supportato


          e per quanto ho visto il mouse
          cordless è


          una fetenzia


          il cavo deve cmq arrivare sulla
          scrivania


          vicino al monito e finire in una

          sccatoletta


          uhhh che bello





          non cambia mica tanto









          Ho un muose ottico Logitech, il più
          costoso,

          ma anche il migliore.



          E' comodissimo, non da problemi e alla
          lunga

          non farà rimpiangere il muose con la

          sfera...



          Però, mio caro che sostieni che il
          wireless

          sia una "fetenzia", ti consgilio un bel

          Commmodre 64 con il lettore floppy esterno

          (5 pollici e 1/4) RIGOROSAMENTE senza
          mouse.



          Lo usavo 20 anni fa... allora era

          all'avanguardia...



          FM
  • Anonimo scrive:
    e windows è sicuro xché se ne vende tanto ?
    "Sono più di 7 milioni i pezzi venduti nel mondo nel 2000, un dato che testimonia l'affidabilità della nostra offerta. "allora Windows 95 è l' oggetto + sicuro del mondo... :-)
  • Anonimo scrive:
    A proposito di sicurezza...
    Sono molto tentato dai mouse cordless, ma mi chiedo se il tenere in mano per otto ore al giorno un dispositivo che emette onde radio possa creare danni alla salute.Lo so che la potenza è di gran lunga inferiore a quella, per esempio, di un telefonino, ma il tempo di esposizione è molto elevato.Qualcuno sa se esistono studi o almeno discussioni in proposito ?
Chiudi i commenti