Red Hat apre il cuore di RH Network

La celebre software house open source è in procinto di aprire il codice della propria infrastruttura di system management, per consentire alle terze parti di creare piattaforme di gestione personalizzate
La celebre software house open source è in procinto di aprire il codice della propria infrastruttura di system management, per consentire alle terze parti di creare piattaforme di gestione personalizzate

Red Hat ha in programma di aprire il codice di Red Hat Network Satellite Server, il cuore tecnologico della propria piattaforma di management Red Hat Network (RHN). Ad annunciarlo è il director of product management dell’azienda, Rich Friedman, che ha motivato questa scelta con la volontà di consentire alle terze parti di creare piattaforme per il system management personalizzate e integrate con RHN e i servizi di supporto di Red Hat.

RHN è una infrastruttura di software e servizi che permette agli amministratori delle aziende di gestire in modo centralizzato l’intera rete di computer su cui gira il sistema operativo Red Hat Linux. RHN semplifica, ad esempio, l’applicazione di policy comuni di sicurezza, il deployment automatizzato degli aggiornamenti, il monitoraggio delle performance, la configurazione dei singoli host ed altro ancora.

Il codice sorgente di Red Hat Network Satellite Server ha le potenzialità per diventare la tecnologia standard con cui creare network di supporto per Linux. I vendor del Pinguino potrebbero utilizzarla anche per dar vita a piattaforme antagoniste e del tutto indipendenti da RHN, ma Red Hat spera comunque di avere maggiori opportunità per ampliare la cerchia dei propri partner e clienti.

Con questa mossa Red Hat sembra voler rispondere alle recenti strategie di Oracle , che proprio di recente ha voltato le spalle a RHN per offrire una piattaforma tutta sua chiamata Oracle Management Pack for Linux .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

31 01 2007
Link copiato negli appunti