Regno Unito, cellulari battono libri

Regno Unito, cellulari battono libri

Quasi 9 ragazzi su 10 hanno un cellulare, solo 7 su 10 un libro
Quasi 9 ragazzi su 10 hanno un cellulare, solo 7 su 10 un libro

Uno studio sull'accesso alla lettura condotto dal National Literacy Trust mostra come i giovani siano più spesso dotati di un cellulare che di un libro.

Sono stati intervistati un campione di 17mila ragazzi tra i 7 e i 16 anni riguardo alla penetrazione di cellulari e libri in casa loro: per quanto la comparazione sembrerebbe improponibile, già solo considerando i diversi costi, il sondaggio parla di un 86 per cento in possesso di cellulare, contro un 73 per cento con un libro .

Lo studio si concentra principalmente sulle capacità di lettura dei bambini rispetto alle risorse letterarie di cui dispongono: “Assicurando l'accesso a materiale di lettura e incoraggiandoli all'amore per la lettura le famiglie possono aiutarli ad andare bene a scuola e ad espandere le proprie possibilità”. Le conclusioni, più leggi meglio sai leggere, cui lo studio giunge non sono certo radicali, tuttavia è interessante notare la comparazione tra l'utilizzo di cellulari da parte dei soggetti sempre più piccoli e la disaffezione nei confronti del tradizionale oggetto cartaceo.

Lo studio, a tal proposito, mostra per la verità alcune debolezze: in particolare il fondo che ha divulgato i risultati non ha specificato la definizione di “possesso di un libro”. Inoltre non sarebbero stati presi in considerazione i nuovi mezzi di lettura, come gli ereader.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti