Report/ Il pianeta degli Amighisti

a cura di Luca Schiavoni - Empoli, weekend dedicato ad Amiga tra novità, nostalgia e innovazione. Preparandosi a Pianeta Amiga 10. Ecco cosa bolle in un sempre più vivace pentolone alternativo

Empoli – Palazzo delle Esposizioni di Empoli, tra tavoli di programmi e pezzi di hardware, schermi LCD che mostrano applicazioni e giochi, macchine in corso di sviluppo e nuovi sistemi operativi. Non è la solita kermesse dei big dell’informatica, non ci sono meline e “viste” su finestre standard, questa è la festa dell’Amiga e di chi ancora ci crede e lavora, ci gioca e smanetta, di chi la notte si addormenta contando le “bouncing ball” bianche e rosse, di chi nonostante le alte e basse maree dell’industria dedicata resiste ed insiste.

Che l’ Amiga sia uno dei computer più incompresi della storia dell’Informatica è un dato di fatto difficilmente contestabile: di fatto forse merita e meritava una “vecchiaia” e maturità più gloriosa ed una diffusione maggiore. Ma quel che non ha fatto l’Amiga l’hanno fatto gli Amighisti , che come ogni anno si ritrovano in raduni e fiere come l’appena concluso Pianeta Amiga , giunto alla nona edizione e di cui sono già disponibili alcune foto sul sito Amigapage grazie a Claudio Marro Filosa, uno dei promotori di questo incontro, nonché ottimo cicerone.

Nonostante una presenza di pubblico inferiore al solito, anche a causa del fatto che quest’anno Pianeta Amiga è stato anticipato ai primi di settembre, l’aria che si respira è quella di una tifoseria fedele e agguerrita. Si fronteggiano OS4 e MorphOS sui due lati della grande sala, passando tra emulatori con lacrimuccia nostalgica compresa nel prezzo, listini di accessori nonché moglie e marito che discutono dell’acquisto di una gloria del passato usata ad un prezzo stracciato.

Clicca per ingrandire Ai duri e puri amighisti, veri protagonisti del weekend, basta poco per lanciarsi in spiegazioni e dimostrazioni: uno dei beta tester e traduttori di OS4 presente al banco di Virtual Works , il simpatico Stefano Guidetti , non riesce neanche a riprendere fiato raccontandomi e mostrandomi le tante migliorie e “techno gadget” introdotti nel nuovo sistema ancora in fase beta ma pronto al lancio nei prossimi mesi.

Un grande AmigaOne equipaggiato da OS4 viene spremuto fino in fondo con tanto di Guru Meditation (ehm!)… persino lo storico errore di sistema ora è più intelligente e fornisce molte informazioni sul blocco aiutando quindi la risoluzione del problema, e consentendo a volte di recuperare lo stato del sistema senza riavviare.

Clicca per ingrandire Riavvio che comunque richiede solo pochi secondi di attesa a caldo, al massimo qualche decina nel caso di un riavvio a freddo. OS4 era visibile anche su un 1200 ed un 4000.

Tra le perle di OS4 spicca il supporto nativo ai file PDF, il porting di Ghostscript per la creazione di PDF, un player multimediale per vedere anche DVD, interfaccia modificabile tramite skin (ce n’è anche una che non amano molto… simil XP!) e desktop multipli tutt’altro che virtuali . È persino possibile creare, alla bisogna, nuovi desktop di risoluzioni e profondità colore indipendenti e spostare col drag’n’drop file da un piano di lavoro ad un altro.

Se un’immagine vale più di mille parole beh.. un filmato ne vale almeno diecimila: ecco qui un piccolo filmato (518 KB) in Divx che mostra tre video lanciati in contemporanea che scorrono fluidi su un computer 800mhz . Ed il bello è che tutto quel desktop in “movimento” poteva essere spostato per far spazio ad un altro desktop con altre applicazioni e file aperti. L’applicazione Hollywood consente di creare presentazioni e realizzazioni multimediali con poco sforzo (ma ancora poche procedure guidate per semplificare le operazioni di scripting), mentre utilità di sistema come la gestione delle partizioni, supporto a periferiche esterne come le tanto diffuse chiavettine USB, masterizzazione di supporti CDRW o un avanzata gestione di font True Type e Open Type dimostrano che gli sviluppatori non stanno con le mani in mano.

In un sistema in fase Beta, con continui aggiornamenti da eseguire, Amiupdate è l’applicazione che si occupa di controllare se bug e patch sono disponibili on line e si preoccupa anche di scaricarli ed eventualmente installarli. Qualcosa di simile sarà probabilmente integrato anche nel sistema definitivo, per facilitare aggiornamenti ed estensioni delle applicazioni. Il lancio della versione definitiva è previsto per la fine dell’anno.

Clicca per ingrandire “Quasi tutti qui hanno anche un altro computer Windows, Mac o Linux” – racconta Guidetti – “ma possedere un Amiga in buono stato e aggiornato è un po’ come tenersi in garage l’auto d’epoca tirata a lucido… è da appassionati!”

“Un’auto d’epoca con grandi prestazioni” – gli fa eco un altro “amigo” – “visto che comunque con un Amiga recente, al momento, è possibile navigare in rete senza rischio di virus o dialer, giocare con un enorme parco giochi, creare documenti e presentazioni, gestire la posta e molto altro ancora”.

E come smentirlo? Basta sfogliare qualche pagina della rivista BitPlane per rendersi conto che l’Amiga non è solo “un vecchio computer per nostalgici” come il mio vecchio Sinclair Spectrum 48k : funzionante ma inutile ormai per la maggior parte delle applicazioni di cui ho bisogno. Pochi sanno che l’Amiga portò per primo il raytracing nei computer domestici con Sculpt 3D ed era un computer “a colori” mentre tanti scatoloni grigi e poco multimediali cominciavano ad invadere case ed uffici. Oggi, con il supporto alle schede Radeon per il video e Terratec per l’audio, è ancora capace di stupire.

Clicca per ingrandire Lo dimostra entusiasta Michele Magliocca di Pegasos Italia tra una partita di Quake III ed una a Wipeout 2097, mentre alcuni curiosi scartabellano trailer di Matrix e altri video a tutto schermo sul suo grosso Amiga colorato e vittima del “modding” (che sta a significare la modifica dell’aspetto del computer, non è una forma di mobbing!): un moderno Pegasos equipaggiato con MorphOS che richiama la curiosità di parecchi avventori.

MorphOS è velocissimo, e permette di far girare un grande numero di giochi e applicazioni progettati per Amiga” racconta Magliocca che presentava ad Empoli l’ultima versione di questo gioiellino, fedelissimo condottiero nella crociata che vede contrapposti AmigaOne/Os4 e Pegasos/MorphOS. Agli occhi dell’utente finale va detto che le interfacce di entrambi i sistemi sono, con piccole differenze, entrambe molto ben fatte e comode da usare e modificabili tramite skin, ed entrambe vanno nella direzione comune e meritoria di tener viva la memoria e soprattutto l’uso di un Signor Computer.

Clicca per ingrandire “Ci sono campi in cui Amiga può ancora correre a testa alta” – continua Magliocca, mentre si intromette nella chiacchierata, con il sorriso di chi è contento dello svolgimento di questo Pianeta Amiga, anche Jares della Jasa Communications, uno di coloro che hanno permesso che questa nona edizione si sia svolta con tanto di ingresso gratuito. “Ed il prossimo anno la decima edizione, che cominceremo a preparare con grande anticipo, offrirà un grande spazio aperto a tutto il retrocomputing.. attivo! Nel senso che non vogliamo vedere Vic20 spenti ed impolverati, ma computer accesi e funzionanti con utenti che ancora li usano per tante applicazioni”. Nel suo piccolo , Jares utilizza Amiga persino per gestire delle mense universitarie, ed è uno dei motori inarrestabili di questa kermesse sin dalla prima edizione.

“Prima o poi qualcuno comincerà a cercare alternative a quelli che stanno diventando dei sistemi sempre più controllati e controllabili, vedi Palladium…” – borbotta preoccupato un altro “amigo”, anche se a causa di alcune licenze “a monte” e dello scarso numero di sviluppatori, finora non si parla ancora di “aprire completamente a tutti” i codici di questo storico sistema e dei vari OS ora disponibili.

Su un banco, tra vario hardware ed un portatile che mostrava un emulatore Amiga in tutto il suo splendore, faceva capolino Zeta della YellowTab , a rappresentare “un’altra alternativa”, proponendo un sistema operativo diffuso già in centinaia di migliaia di copie sul quale girano versioni italiane di Firefox, Thunderbird, NVU e correttori ortografici localizzati.

Chi invece si accontenta dell’operazione Nostalgia gradirà la proposta software di Cloanto, che ad Empoli presentava la versione lusso di Amiga Forever , emulatore Amiga per Pc Windows ora disponibile anche in una versione corredata da Dvd contenenti filmati storici dell’avventura Amiga, dalla presentazione del 1985 ad interviste ai padri di questo sistema, sottotitolati in italiano.

L’emulatore, visibile qui , può senz’altro costituire il primo passo per riscoprire, riavvicinarsi e stupirsi di Amiga.

Clicca per ingrandire Internet per fortuna, con siti come AmigaPage o Amiga.it e tantissimi forum dedicati, purtroppo non sempre in italiano, ancora una volta rappresenta lo spazio comune nel quale sentirsi meno soli, e finché quella pallina rossa e bianca continuerà a rimbalzare su qualche monitor, che sia Lcd o Crt, che sia un OS o un altro, che sia emulata e non, starà a significare che una vecchia e cara Amiga, ancora scattante, è viva e vegeta. Con vantaggi per tutti.

a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • markoer scrive:
    I motivi sono molto semplici...
    1. In Germania non c´é un unico oligopolista a fornire servizi DSL. In Italia i possessori di connettivitá in fibra si sono spartiti il mercato (come gli operatori mobili) et voilà, la "concorrenza all´italiana" è servita. O hai Fastweb, o hai l´ADSL, se non è Alice, è qualcuno che usa comunque la loro connettivitá.2. In Germania erano molto diffuse le connessioni digitali ISDN. In Italia no. I Tedeschi hanno avuto (ed hanno sfruttato) l´oppoprtunitá di utilizzare le connessioni DSL su connessione digitale, che risulta molto più veloce di quella su "banale" doppino come abbiamo noi. In Italia questa opportunità è stata scartata a priori perché avrebbe comportato dei costi superiori per Telecom - non avendo una concorrenza reale... perché spendere di piú? Io che avevo un´ISDN ho dovuto installare un ulteriore, inutile doppino... e limitarmi ad 1 Mb/sec. Questo perché in realtá, come dicevo, nelle centrali OLO ci sta solo la Telecom, visto che i "concorrenti" non hanno fatto alcun investimento e si limitano a fare i rivenditori della stessa connettività - nessuno si è sobbarcato i costi di investimenti necessari per offrire un reale servizio diverso e concorrente. A meno che, come dicevo, tu non stia su Fastweb che comunque si guarda bene dal mettersi sullo stesso piano (in concorrenza) con Telecom, offrendo un servizio diversificato e "privilegiato", non economico e "diffuso".Questo è tutto.Saluti da Düsseldorf (Germania)Marco.
  • Anonimo scrive:
    e il garante delle telecomunicazioni?
    mi chiedo se non fosse il caso di fare un unica protesta con il garante delle telecomunicazioni.Il punto non e' 2Mega 4Mega o 18Mega...Il primo punto e' averla la connessione a larga banda!In questo scenario a mio aprere si prefigge la mancanza di Telecom di adempimento al proprio mandatato dato che l'accesso a Internet riveste una funzione sociale.Cio fa parte dei doveri dell'incumbent (come il servizio telefonico in aree disagiate) e l'autorita dovrebbe imporlo.Piuttosto che raccolgiere firme e protestare ognuno per il proprio campanile non sarebbe risolutorio una petizione per il garante delle telecomunicazioni in tal senso?
    • Anonimo scrive:
      Re: e il garante delle telecomunicazioni
      E per quelli che ,come me, abitano in una città di provincia completament coperta (o quasi), ma hanno la sfortuna di essere dietro una centrale telefonica di tipo MUX, cosa si può fare? Per c hi non lo sapesse una centrale di tipo MUX impedisce l' attivazione dell' ADSL, anche in presenza di copertura in centrale.
      • Anonimo scrive:
        Re: e il garante delle telecomunicazioni
        - Scritto da: Anonimo
        E per quelli che ,come me, abitano in una città
        di provincia completament coperta (o quasi), ma
        hanno la sfortuna di essere dietro una centrale
        telefonica di tipo MUX, cosa si può fare? Per c
        hi non lo sapesse una centrale di tipo MUX
        impedisce l' attivazione dell' ADSL, anche in
        presenza di copertura in centrale---------------------------------------------------------------Come mai accade questo? Spiega tecnicamente
    • Akiro scrive:
      Re: e il garante delle telecomunicazioni
      abbiamo visto in questi giorni come si comportano gli arbitri/garanti italiani...
  • Anonimo scrive:
    worst case scenario?
    Forse l'autore del testo non lo sa ma in italiano esiste il corrispettivo di "worst case scenario". Io avrei usato "nella peggiore delle ipotesi".Certo, fa meno marketing ma credo sia meno provinciale.Gianfilippo.
  • Anonimo scrive:
    Tutto sbagliato
    Il confronto è tutto sbagliato.- in primo luogo il prezzo italiano è comprensivo di IVA- in secondo luogo i prezzo tedesco è per il solo servizio ADSL, la "linea" la devi pagare a parte.Ad esempio questa è l'offerta alice: http://www.alice-dsl.de/opencms/export/de/alice_res_02/alice_2000/preise/qui è detto chiaramente che oltre al canone ADSL devi pagare a parte un canone fonia e un canone per il noleggio del cavo.
    • nike scrive:
      Re: Tutto sbagliato
      Di nuovo sbagliato,Con 37,90 si ottiene una DSL flat a 2Mbit senza bisogno di un contratto con Deutsche Telekom, con le telefonate gratuite tra utenti alice e con la possibilita' di andare a 6Mbit spendendo solo 1,5 cent/Min.Nessun costo di installazione e modem in comodato
  • Anonimo scrive:
    Ma dove ha letto 18mbit!?!?!?!
    Per quel prezzo ti offrono una 2mbit e non una 18mbit!!!In + la zona di copertura è davvero scarsa...quindi prima di aprire bocca pensateci 24821093volte la prox volta!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma dove ha letto 18mbit!?!?!?!
      - Scritto da: Anonimo
      Per quel prezzo ti offrono una 2mbit e non una
      18mbit!!!
      In + la zona di copertura è davvero
      scarsa...quindi prima di aprire bocca pensateci
      24821093volte la prox volta!!ecco appunto, pensaci bene prima di parlareSe leggevi bene quello che ha scritto ti saresti accorto che i 18mbit sono quelli della pubblicità che l'hano attirato sul sito tedesco dove poi ha notato l'offerta a 2mbit.Sempre li pronti come avvoltoi per beccare uno che sbaglia... (troll3)
  • Anonimo scrive:
    Leggete questa (c'è anche Telecom)
    http://213.215.144.81/public_html/articolo_index_19655.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete questa (c'è anche Telecom)
      - Scritto da: Anonimo
      http://213.215.144.81/public_html/articolo_index_1C'è una piccola differenza tra Parmala e Telecom: che parmalata aveva emesso bond e falsisficava i bilanci, Telecom ha acquisito un debito con le varie scalate, e ora cerca di appianarlo facendo degli utili.Il vero problema di Telecom è il rischio della diffusione della fonia IP. Ancora oggi la mmagior parte degli utitili di tutte le Telecom del mondo sono le linee voce.
  • Anonimo scrive:
    amministratore di sistema
    Buon giorno, sono l'amministratore di sistema di un Laboratorio di ricerca che opera presso il Sincrotrone Elettra di Trieste.Se al concorso per il tuo posto di lavoro ci fosse stata una prova di italiano ora saresti a casa disoccupato.
    • Anonimo scrive:
      Re: amministratore di sistema
      A parte che si firma Vanja Cvelbar e quindi potresti darle il beneficio del dubbio di non essere madrelingua (anche se vista la zona potrebbe solo essere un "retaggio" di qualche antenato), da un amministratore di sistema del sincrotrone di TS personalmente richiederei elavate competenze tecniche piuttosto che la capacità di scrivere subordinate o coniugare un gerundio. Al limite il test lo farei in inglese...
    • Anonimo scrive:
      Re: amministratore di sistema
      - Scritto da: Anonimo
      Buon giorno, sono l'amministratore di sistema di
      un Laboratorio di ricerca che opera presso il
      Sincrotrone Elettra di Trieste.

      Se al concorso per il tuo posto di lavoro ci
      fosse stata una prova di italiano ora saresti a
      casa disoccupato.Se al concorso per il tuo posto di lavoro ci fosse stato un test di livello di rottura di ca**o, saresti stato il primo. Non capisci, ci annoi, vattene, fatti un giro sul tuo dizionario della Crusca e lascia che il resto del mondo vada avanti (non sarai per caso il bèbè dei frizzi e lazzi?)
      • Anonimo scrive:
        Re: amministratore di sistema
        e tu invece stai a commentare una notizia scritta da un tipo che perde tempo a guadare le offerte adsl in germania senza neanche sapere se quelle italiane sono iva compresa o no (e gliel'hanno pubblicata anche!).
        • Anonimo scrive:
          Re: amministratore di sistema
          - Scritto da: Anonimo
          e tu invece stai a commentare una notizia scritta
          da un tipo che perde tempo a guadare le offerte
          adsl in germania senza neanche sapere se quelle
          italiane sono iva compresa o no (e gliel'hanno
          pubblicata anche!).de gustibus
      • Anonimo scrive:
        Re: amministratore di sistema
        - Scritto da: Anonimo
        Se al concorso per il tuo posto di lavoro ci
        fosse stato un test di livello di rottura di
        ca**o, saresti stato il primo. Non capisci, ci
        annoi, vattene, fatti un giro sul tuo dizionario
        della Crusca e lascia che il resto del mondo vada
        avanti (non sarai per caso il bèbè dei frizzi e
        lazzi?)Io sono disoccupato, posso dire lo stesso la mia opinione?Però almeno i conti sull'iva li so fare invece di sparare cazzate. Invece il tizio per far sembrare il suo intervento più altisonante si ploclama direttore del sincrotrone subatomico di trieste e quelli di PI gli danno anche corda ("Ne parla un esperto di tecnologie")UAU
        • Anonimo scrive:
          Re: amministratore di sistema

          UAUSei coperto dall'ADSL?
        • Anonimo scrive:
          Re: amministratore di sistema

          Io sono disoccupato, posso dire lo stesso la mia
          opinione?
          Però almeno i conti sull'iva li so fare invece di
          sparare cazzate.
          Invece il tizio per far sembrare il suo
          intervento più altisonante si ploclama direttore
          del sincrotrone subatomico di trieste e quelli di
          PI gli danno anche corda ("Ne parla un esperto di
          tecnologie")

          UAUAmmettendo che tu sia l'autore del post originario, cosa di cui dubito, ma ammettiamolo per un momento: nessuno ti sta mettendo alla gogna per quello che sei (disoccupato etc), ma per quello che dici. Inoltre capisco bene che uno i conti con l'IVA magari li sa fare, ma che rilevanza ha in questa discussione?Infine, tanto per dare il colpo finale, nessuno si è proclamato direttore del sincrotrone, hai forse preso un abbaglio.
    • Anonimo scrive:
      Re: amministratore di sistema

      Se al concorso per il tuo posto di lavoro ci
      fosse stata una prova di italiano ora saresti a
      casa disoccupato.Forse non sai che, in Friùli-Venezia Giulia, regione il cui capoluogo è Trieste, la popolazione parla normalmente (a vari livelli) quattro lingue: italiano, friulano, tedesco (austriaco) e sloveno.Per alcune posizioni, effettivamente, alcune istituzioni regionali richiedono la conoscenza di più di una lingua di quelle in uso in regione.Il mondo è sempre più complesso di come ce lo rappresentiamo.
  • Collimate scrive:
    COME ABBIAMO OTTENUTO L'ADSL
    qui al mio paese, Saluggia in provincia di Vercelli, dopo un paio di mesi di tira e molla, siamo riusciti ad ottenete l'agognata ADSL.ecco qui come abbiamo fatto:http://www.andreapancotti.com/adsl/
  • Anonimo scrive:
    grazie d'alema...
    ...con la tua bella operazione di privatizzazione è stata venduta non solo la società monopolista in italia, ma anke tutta la rete... quindi è ovvio ke i prezzi li fanno LORO.la rete DOVEVA restare allo stato almeno all'inizio.ma è ovvio ke senza la rete non la comprava nessuno... poi ci si ritrovava in un regime di concorrenza REALE... e quello non era il piano del signor "tronketto" :Dl'unico modo per fare qualcosa è BOICOTTARE TELECOM anke a costo di pagare di + o avere qualke disservizio, altra soluzione non vedo...ah... telecom vorrebbe entrare pesantemente anke in spagna a quanto pare... ingenti investimenti sono stato approvati... quindi attenzione alle bollette !! ke gli servono tutti i "finanziamenti" possibili.MALEDETTI:@
    • Anonimo scrive:
      Re: grazie d'alema...
      ... teoria della cospirazione numero X ...(SNIP)Guarda ti dirò, si naviga bene con questa 4 MBit di Telecom che sto usando ora, vorrei che anche tu potessi usarla e trarne tutto il godimento che ne sto traendo io :)
      • Anonimo scrive:
        Re: grazie d'alema...
        - Scritto da: Anonimo

        ... teoria della cospirazione numero X ...

        (SNIP)

        Guarda ti dirò, si naviga bene con questa 4 MBit
        di Telecom che sto usando ora, vorrei che anche
        tu potessi usarla e trarne tutto il godimento che
        ne sto traendo io :)io ho ancora il 56k perchè non sono coperto :(cmq mi pare che qui ADSL abbia ancora un upload vergoniosamente basso.
    • oscarfc scrive:
      Re: grazie d'alema...
      - Scritto da: Anonimo
      ...con la tua bella operazione di privatizzazione
      è stata venduta non solo la società monopolista
      in italia, ma anke tutta la rete... quindi è
      ovvio ke i prezzi li fanno LORO.

      la rete DOVEVA restare allo stato almeno
      all'inizio.
      ma è ovvio ke senza la rete non la comprava
      nessuno... poi ci si ritrovava in un regime di
      concorrenza REALE... e quello non era il piano
      del signor "tronketto" :D
      ...Della serie "date a Massimo quel che è di Massimo"Eppure non è preistoria e nemmeno storia è cronaca dell'altro ieri.Quando D'alema ando' al governo la Telecom era già stata privatizzata, semplicemente Colaninno lancio' un OPA su Telecom.Resta da vedere se era possibile privattizzare Telecom scorparando la gestione della rete, e sopra tutto non è certo che in questo caso la situazione oggi sarebbe migliore ...
  • Anonimo scrive:
    Perche' Punto Informatico...
    Non contattate direttamente i responsabili di Telecom Italia riguardo alla copertura per dare delle cifre *ufficiali* e su come e cosa le cose dovranno cambiare sul territorio?Non sarebbe un'inchiesta bella e interessante per tutti?(visto che la gente che va a 56k e' SICURAMENTE la maggioranza dei lettori, ahime')
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' Punto Informatico...
      Sottoscrivo;)
    • markoer scrive:
      Re: Perche' Punto Informatico...
      - Scritto da: Anonimo

      Non contattate direttamente i responsabili di
      Telecom Italia riguardo alla copertura per dare
      delle cifre *ufficiali* e su come e cosa le cose
      dovranno cambiare sul territorio?

      Non sarebbe un'inchiesta bella e interessante per
      tutti?

      (visto che la gente che va a 56k e' SICURAMENTE
      la maggioranza dei lettori, ahime')No, secondo me è sicuramente una minoranza, solo molto visibile (visto che è solo lei che protesta).Ciao.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' Punto Informatico...




        (visto che la gente che va a 56k e' SICURAMENTE

        la maggioranza dei lettori, ahime')

        No, secondo me è sicuramente una minoranza, solo
        molto visibile (visto che è solo lei che
        protesta).


        Ciao.http://internet.libero.it/reteaccesso.phtml?id=bergamo
  • Anonimo scrive:
    18 megabit? ma di come funziona adsl?
    Mi spiegate come fa adsl a viaggiare a 18mb?shannon che ne pensa?
    • Anonimo scrive:
      Re: 18 megabit? ma di come funziona adsl
      E' l'adsl 2 fatta con le nuove tecnologie...
    • Anonimo scrive:
      Re: 18 megabit? ma di come funziona adsl
      In Francia, Tele2 offre l'aDSL fino a 20Mb/s a 15 euro al mese.www.tele2.fr
      • Anonimo scrive:
        Re: 18 megabit? ma di come funziona adsl
        - Scritto da: Anonimo
        In Francia, Tele2 offre l'aDSL fino a 20Mb/s a 15
        euro al mese.

        www.tele2.fr
        E aggiungo che adesso offre i primi tre mesi a 7,50 euro, sempre in Francia.Qui in Italia io ho Tele2 che mi offre fino a 4 Mb/s (ma la media è di 3Mb/s, mai superata) e pago 29 euro al mese.Dov'è l'Authority, adesso?
      • Anonimo scrive:
        Re: 18 megabit? ma di come funziona adsl
        - Scritto da: Anonimo
        In Francia, Tele2 offre l'aDSL fino a 20Mb/s a 15
        euro al mese.

        www.tele2.fr
        diciamola tutta: quelli che ti vendono sono "forse" 20 mbit po in relata se te ne arrivano 8 sei fortunato.In Italia c'è ancora la rete tecnologicamente più avanzata d'europa (giudizio di enti internazionali) e sarà la prima ad avere il video su IP distribuito capillare
        • Anonimo scrive:
          Re: 18 megabit? ma di come funziona adsl
          - Scritto da: Anonimo
          diciamola tutta: quelli che ti vendono sono
          "forse" 20 mbit po in relata se te ne arrivano 8
          sei fortunato.Mi spiace deluderti ma sono 20MBit a tutti gli effetti ;) Pago 30 euro al mese e ho 20Mbit + Televisione + Telefonate gratuite in città.
    • Anonimo scrive:
      Re: 18 megabit? ma di come funziona adsl

      Mi spiegate come fa adsl a viaggiare a 18mb?Basta che nel tuo paese non ci sia la Telecom e molte cose si possono.In Giappone da almeno 2 anni vendono la ADSL 50Mbps con 3Mbps in upload.http://bbpromo.yahoo.co.jp/promotion/adsl/
      • Anonimo scrive:
        Re: 18 megabit? ma di come funziona adsl
        - Scritto da: Anonimo

        Mi spiegate come fa adsl a viaggiare a 18mb?

        Basta che nel tuo paese non ci sia la Telecom e
        molte cose si possono.

        In Giappone da almeno 2 anni vendono la ADSL
        50Mbps con 3Mbps in upload.

        http://bbpromo.yahoo.co.jp/promotion/adsl/Guardando il grafico, si vede che la 50Mbps costa poco meno di 4.000 yen (al mese penso)e facendo la conversione con googlehttp://www.google.it/search?hl=it&q=4000+yen+in+eur.. lascio a voi il gusto di vedere :o:|:$:@:@:@:@29?/mese per 50Megabit!!!!da noi forse fra 100 anni questi prezzi :(
    • Anonimo scrive:
      Re: 18 megabit? ma di come funziona adsl
      - Scritto da: Anonimo

      Mi spiegate come fa adsl a viaggiare a 18mb?

      shannon che ne pensa?Questa stessa domanda me l'hanno fatta quando ho comprato un modem 56k.Shannon è morto.
      • Scody scrive:
        Re: 18 megabit? ma di come funziona adsl
        Non diciamo castronerie...Shannon è vivissimo!Il modem 56k riusciva a "scavalcare" il limite Fisico di 33k perchè solo una delle due estremità della rete era connessa in analogico (l'utente), mentre lato server c'era un access point connesso su digitale.i modem DSL continuano ad rispettare la legge di shannon..infatti non usano la banda di frequenze del parlato (come facevano i vecchi modem).. usa altre frequenze (non ricordo ma mi pare si parli di mhz).. e quindi ha più banda... e quindi puù andare + veloce...
  • Anonimo scrive:
    dove in germania nel centro di monaco?
    Ho un amico che abit in un paesino della alta sassonia e non è coperto da adsl e mi sembra ovvio...In italia siamo pro-statali quando conviene e pro-privati quando conviene...p.s. io abito in una città italiana e pago 35 euro al mese per un offerta flat sia per chiamate ai fissi che adsl 4 mega ed anche alcuni minuti cell è ovvio che apparecchiature che costano decine o centinaia di migliaia di euro non le mettono in paesi dove al massimo 10 persone la attiveranno...p.p.s. i tedeschi sono + pratici difatti il mio amico si è trasferito mentre noi vogliamo stare a casa con mammà che ci fà da mangiare e ci lava i vestiti...
    • Anonimo scrive:
      Re: dove in germania nel centro di monac
      Impara a cucinare e a usare la lavatrice.
    • Anonimo scrive:
      Re: dove in germania nel centro di monac
      - Scritto da: Anonimo
      p.p.s. i tedeschi sono + pratici difatti il mio
      amico si è trasferito mentre noi vogliamo stare a
      casa con mammà che ci fà da mangiare e ci lava i
      vestiti...scusa eh ma se il tuo amico si è trasferito solo per l'adsl..non è proprio furbissimo...si può vivere anche senza..
      • Anonimo scrive:
        Re: dove in germania nel centro di monac
        si ma non ci si deve lamentare se si vuole una cosa nella vita si rinuncia ad altro tutto non si può avere,qua si vuole la botte piena e la moglie ubriaca...p.s. lo so che i vostri amici (se li avete) sono migliori difatti vogliono restare in un comune di 1000 abitanti e vogliono la adsl e vogliono il lavoro sotto casa e vogliono etc.etc.
    • Anonimo scrive:
      Re: dove in germania nel centro di monac
      - Scritto da: Anonimo
      amico si è trasferito mentre noi vogliamo stare a
      casa con mammà che ci fà da mangiare e ci lava i
      vestiti...Magari nei paesi piccoli, limitrofi a gradi citta', gli affitti e le case costano meno. Anche questa e' praticita', mica e' sempre e solo e necessariamente questione di mammismo.
    • MiFAn scrive:
      Re: dove in germania nel centro di monac
      - Scritto da: Anonimo
      Ho un amico che abit in un paesino della alta
      sassonia e non è coperto da adsl e mi sembra
      ovvio...
      In italia siamo pro-statali quando conviene e
      pro-privati quando conviene...
      p.s. io abito in una città italiana e pago 35
      euro al mese per un offerta flat sia per chiamate
      ai fissi che adsl 4 mega ed anche alcuni minuti
      cell è ovvio che apparecchiature che costano
      decine o centinaia di migliaia di euro non le
      mettono in paesi dove al massimo 10 persone la
      attiveranno...
      p.p.s. i tedeschi sono + pratici difatti il mio
      amico si è trasferito mentre noi vogliamo stare a
      casa con mammà che ci fà da mangiare e ci lava i
      vestiti...oppure semplicemente liberalizziamo il wireless, l'aria è di tutti
      • Anonimo scrive:
        Re: dove in germania nel centro di monac
        che pazzia!mi sembri matto come quelli di http://www.nocable.it/overo Simoncelli sulle 125ccmah... meglio la vecchia cara 56k
        • MiFAn scrive:
          Re: dove in germania nel centro di monac
          - Scritto da: Anonimo
          che pazzia!
          mi sembri matto come quelli di
          http://www.nocable.it/
          overo Simoncelli sulle 125cc

          mah... meglio la vecchia cara 56ksenti, segnati questo post, io me lo segnoci risentiamo tra massimo due mesi, poi vediamo chi è il pazzo tra noi duespesso l'ignoranza va di pari passo con l'arroganzaa presto, ah già .... peccato che sei anonimo
  • Anonimo scrive:
    Per precisare
    Guarda che l'abbonamento "Alice flat" costa ? 19,95 iva compresa te lo posso confermare perchè sono un abbonato, a parte che è scritto (in piccolo) nella pagina relativa di Alice flat.Quindi i tuoi calcoli sono errati e la differenza è di ? 6,85 che non mi sembrano pochi, anche perchè con solo ? 2,15 in più dell'offerta da te indicata puoi avere la flat a 4 mega di Tele2. Quindi mi sembra che non hai scoperto niente di nuovo o di buono. I prezzi restano sempre alti sia in Italia che in Germania. Gli unici che hanno prezzi abbastanza bassi sono i francesi.
  • Anonimo scrive:
    iva inclusa
    vorrei solo precisare che l'offerta di telecom "alice flat" è a 19.95? iva inclusa come specificato sul sito internet http://www.alice.it/alice/ep/programView.do?channelId=-1073753189&programId=1073762679
  • Anonimo scrive:
    In germania....
    devi pagare il cavo ADSL a parte, hanno tenuto separato la connettivita', dal cavo (quindi puoi comprare il cavo da DT, e poi puoi comprare la connettivita' da un altro), sommando i due i costi non sono cosi' bassi come sembra
Chiudi i commenti