Repubblica Ceca, no alla data retention

Dichiarata incostituzionale la normativa che recepiva la direttiva europea che obbligava gli ISP e gli operatori mobile a conservare dati relativi alle comunicazioni degli utenti a fini investigativi

Roma – La Repubblica Ceca ha respinto la data retention : sarebbe incostituzionale. A chiedere formule legislative che prevedano la data retention , la raccolta automatizzata di dati al fine di poter supportare gli organi di indagine in caso di eventuali investigazioni, è l’Europa: risale al 2006 la Direttiva europea in materia , ma da allora il processo che dovrebbe portare le misure ad essere ratificate dai singoli stati membri è stato travagliato da diverse opposizioni.

In essa Bruxelles prescrive che i provider e i fornitori di servizi di telecomunicazioni operanti conservino informazioni circa le comunicazioni degli utenti, per un periodo compreso tra i 6 mesi e i 2 anni.

Da un parte il Gruppo di Lavoro Articolo 29 , che riunisce i Garanti della Privacy europei, ha a più riprese criticato le misure comprese nella direttiva, dall’altra gli operatori attuano in pratica modalità di gestione dei dati che vanno a volte oltre quanto prescritto sia per il materiale conservato sia per il tempo di conservazione che arriva a superare i 2 anni, per arrivare anche a 10. Inoltre una coalizione di 100 organizzazioni europee ha chiesto a Bruxelles di abolire la normativa e la Commissione ha promesso di valutare l’efficacia delle misure finora adottate e il loro impatto sui diritti fondamentali dei cittadini europei .

In tutto questo si inserisce la valutazione di incostituzionalità ceca, che si unisce a valutazioni negativi simili della Corte Suprema tedesca, e di problemi di applicazione in Svezia e in Romania.

La Corte Costituzionale ceca ha accolto il ricorso depositato dall’organizzazione per i diritti civili Iuridicum Remedium ( luRE ) e stabilito che le parti della normativa che impongono obblighi di raccolta e conservazione dati agli ISP e agli operatori mobile a fini di ipotetiche immagini sono in contrasto con la Costituzione ceca .

La Corte ha altresì stabilito che ogni caso in cui la normativa ha trovato applicazione dovrà essere riesaminato individualmente e che i database con le comunicazioni finora raccolte debbano essere cancellati.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Paolo T. scrive:
    Come con i dischi e i film
    A quando un servizio di canali televisivi pirata? (È anche un appello ai bravi programmatori che sicuramente ci sono tra i frequentatori di PI).
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: Come con i dischi e i film
      E a che ti serve? La visione in diretta non ha ormai senso da anni se non per eventi veramente in diretta... il resto lo scarichi e lo guardi quando vuoi tu. Quando lo capiranno anche questi fenomeni da circo sarà sempre e comunque tardi...
  • ciccio quanta ciccia scrive:
    Non impareranno mai...
    Limitazioni assurde nate solo per creare nicchie di mercato artificiose... La lincezina per i film col titolo che comincia per A, quella per i film che comincia per B.... quella per il televisore 20", quella per metà provincia di XX zone costiere escluse... quella per i programmi con soli attori maschi... quella per gli utenti nati nel '49...Noi gli possiamo rilasciare invece una sola e unica licenza che non scade mai... quella di andarsene a...
  • Australiano scrive:
    In Australia funziona così con Murdoch
    Gli abbonati al servizio via cavo o satellite hanno la possibilità di vedere tutti i canali in streaming su qualunque dispositivo ed in qualunque parte del mondo.E mi sembra il minimo: pago un abbonamento, guardo dove e come mi pare.
  • Marco Carboni scrive:
    Time Warner
    La questione è sempre la stessa ... Prendiamo Vodafone ad esempio che fa pagare il traffico dell'iphone in tethering (utilizzato come modem) considerandolo diverso dal traffico incluso nella navigazione tramite dispositivo stesso. Ma se io pago per questi 2 Giga, potrò utilizzarli come meglio pare a me? I bit sono gli stessi! O no?!?
    • MeX scrive:
      Re: Time Warner
      si i bit sono gli stessi, ma vodafone vende le penne USB per internet "mobile" e visto che possono limitarti e creare un mercato e un prodotto lo fanno...W il capitalismo! :(
      • Mr. X scrive:
        Re: Time Warner
        - Scritto da: MeX
        si i bit sono gli stessi, ma vodafone vende le
        penne USB per internet "mobile" e visto che
        possono limitarti e creare un mercato e un
        prodotto lo
        fanno...

        W il capitalismo! :(Basta che ti ci inXXXXX un pò, fai capire che sai di cosa stai parlando e che ti stanno fregando e vedi come sono svelti a darti la tariffa per le pennine anche sul telefono :)
      • 6605 scrive:
        Re: Time Warner
        - Scritto da: MeX
        si i bit sono gli stessi, ma vodafone vende le
        penne USB per internet "mobile" e visto che
        possono limitarti e creare un mercato e un
        prodotto lo
        fanno...

        W il capitalismo! :(Hai una idea perlomeno strana di capitalismo!Forse volevi dire rendita! (che è l'esatto contrario)Ma ... siamo sempre li...per la serie non so cosa volevo dire ma lo dico lo stesso!
  • Funz scrive:
    Ma che pretendono?
    Vendono un flusso di dati. Io me lo guardo/ascolto/leggo sul dispositivo che mi pare. Punto.Pensano di non lasciarmi questa libertà? Si tengano il loro servizio di mer*a.
Chiudi i commenti