Data retention, la Direttiva Europea non funziona

I garanti della privacy avvertono l'UE: l'attuale politica di regolamentazione della data retention è inefficace, e i soggetti interessati la applicano in maniera illegale

Roma – Come già successo nel 2005 , il Gruppo di Lavoro Articolo 29 torna a esprimere il proprio parere critico nei confronti della Direttiva Europea sulla conservazione dei dati. L’implementazione delle misure previste dalla Direttiva è in molti casi illegale , dicono gli esperti di Articolo 29, mentre i dati degli utenti vengono gestiti con modalità inaccettabili rispetto al diritto alla riservatezza.

La Direttiva sulla data retention è entrata in vigore nel 2006, e prevede che provider e fornitori di servizi di telecomunicazioni operanti sul Vecchio Continente conservino le informazioni e le comunicazioni degli utenti per un periodo compreso tra 6 mesi e 2 anni. Eppure, stando al rapporto di Articolo 29, operatori e provider violano in maniera sistematica queste limitazioni.

Le modalità di gestione dei dati messe in atto dagli operatori presentano “differenze significative” per quel che concerne il periodo di conservazione, che può variare da 6 mesi a 10 anni contro i 2 anni massimi previsti dalla Direttiva approvata dalla UE.

Violata la legge, anche nel frangente della conservazione del tipo di informazioni collezionate: la Direttiva specifica limiti espliciti su quali dati possono essere raccolti e archiviati, ma in realtà si fa incetta tra URL visitate, header di messaggi di posta elettronica e destinatari delle missive digitali.

E ancora gli operatori abusano della Direttiva raccogliendo e “monitorando attivamente” la posizione di chi avvia una chiamata cellulare, mentre gli stati membri non forniscono sufficienti statistiche sull’utilizzo della data retention per valutare l’estensione e l’utilità effettiva della pratica .

Il parere negativo di Articolo 29 arriva in un periodo particolarmente delicato per la data retention nel Vecchio Continente: una coalizione di 100 organizzazioni europee ( Electronic Frontier Foundation inclusa) ha recentemente chiesto alla UE di abolire la pratica obbligatoria di conservazione dei dati sulle comunicazioni degli utenti, e i membri della Commissione hanno rassicurato le associazioni circa la volontà di valutare l’efficacia della data retention e l’impatto sui diritti fondamentali dei cittadini europei – privacy in primis.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • PDiddy scrive:
    francese?
    Ma Ubisoft non era canadese?
    • Talking Head scrive:
      Re: francese?
      E' nata in Francia negli anni '80 e si è sviluppata in Francia, poi ha iniziato a aprire filiali sparse per il mondo. Attualmente in effetti il grosso dello sviluppo è effettuato in Canada, ma la filiale Canadese è comunque stata aperta una decina di anni dopo.
  • angros scrive:
    Hanno fatto bene a sbarazzarsene
    Dopo la figuraccia che hanno fatto alla Ubisoft con il loro DRM (dimostrando la loro stupidità), era diventato imbarazzante aver a che fare con incapaci del genere.
    • cognome scrive:
      Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene
      - Scritto da: angros
      Dopo la figuraccia che hanno fatto alla Ubisoft
      con il loro DRM (dimostrando la loro stupidità),
      era diventato imbarazzante aver a che fare con
      incapaci del
      genere.Solito commento da XXXXXXXXXota.I prodotti li hai visti? Hai visto cosa produce EA? Quest'ultima sembra non essere in grado di schiodarsi dai soliti giochi che hanno per soggetto guerre e guerriglie tra talebani e compagni.Guardiamo per una volta la sostanza, non il modo di copiare i giochi eh?Dai su, crescete un po.
      • angros scrive:
        Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene

        Guardiamo per una volta la sostanza, non il modo
        di copiare i giochi
        eh?Se chi li mette in vendita si dimostra un perfetto idiota (perchè anche un cretino avrebbe capito che quel tipo di DRM avrebbe creato problemi solo agli utenti paganti, e non agli altri), la sostanza può essere solo una: un idiota produrrà idiozie.E un errore come questo fa passare in secondo piano tutto il resto: è come un'automobile che magari è veloce, comoda, fa 50 km con un litro, solo che quando parti il volante si stacca e ti resta in mano: un difetto simile è sufficente per farti passare la voglia di prenderla, e per considerare un incapace il produttore.
        • LOL scrive:
          Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene
          beh, guarda: dopo aver scoperto che son francesi (anch'io pensavo fossero canadesi) direi che si spiega tutto.POPOLO ABIETTO.
          • Talking Head scrive:
            Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene
            Vabbé dai, non facciamo le solite sterili polemiche, dal punto di vista videoludico i francesi ci mangiano in testa.Tanto più che anche Activision-Blizzard è controllata da un gruppo francese, Vivendi, anche se tutte le compagnie che la compongono erano americane e continuano a lavorare in America (Activision, Sierra, Blizzard).
          • Bombolo scrive:
            Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene
            - Scritto da: LOL
            beh, guarda: dopo aver scoperto che son francesi
            (anch'io pensavo fossero canadesi) direi che si
            spiega
            tutto. ????
            POPOLO ABIETTO.Un popolo abietto grazie ai quali non suoni il mandolino al buio :di formazione scientifica molto piú profonda e radicata dell'italietta papista ed umanistica hanno fatto una scelta nettissima verso il nucleare e, difatti senza il loro apporto energetico saremmo a piedi, lo abbiamo visto nel 2003: é saltato un elettrodotto e tutto il paese delle banane e dei mandolini é rimasto al buio (caso unico al mondo)Un popolo abietto che ci dá anche delle lezioni in materia di igiene sociale: mentre nella variopinta repubblica delle banane bigotta e papista si fanno nascere allegramente mongoloidi sostenuti dalla chiesa e dagli "umanisti bioetici" in Francia i Down hanno smesso di nascere: tutte le donne si fanno l'amniocentesi e se il feto é malformato si abortisce. Forse perché quella é la nazione dove é nata la scienza moderna,l'illuminismo ed il positivismo, questa é la nazione dove sparare sulla scienza sembra diventato uno sport nazionale.Tornando ai videogiochi , comunque la Francia é uno dei maggiori produttori mondiali, vogliamo fare un paragone con i "videogiochi italiani" ???? e chi li ha mai visti ?
          • please no more.... scrive:
            Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene
            [cut]

            Un popolo abietto che ci dá anche delle lezioni
            in materia di igiene sociale: mentre nella
            variopinta repubblica delle banane bigotta e
            papista si fanno nascere allegramente mongoloidi
            sostenuti dalla chiesa e dagli "umanisti
            bioetici" in Francia i Down hanno smesso di
            nascere: tutte le donne si fanno l'amniocentesi e
            se il feto é malformato si abortisce.[cut]no ti prego...così in basso no.incommentabile
          • Europa Europa scrive:
            Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene
            - Scritto da: please no more....

            se il feto é malformato si abortisce.
            [cut]

            no ti prego...
            così in basso no.
            incommentabileQual'é il problema? I down sono un peso per la società, consumano risorse e basta. É dovere dello Stato non permettere che vengano al mondo cittadini che non possano contribuire al bene dell'Europa, la più grande civiltà che sia mai esistita e che mai esisterà.EUROPA!
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene
        - Scritto da: cognome
        Guardiamo per una volta la sostanza, non il modo
        di copiare i giochi
        eh?COPIARE?Qui si tratta di riuscire a far *PARTIRE* il gioco.Si tratta di porterlo *FRUIRE* avendolo pagato senza che un legame artefatto (una connessione internet che nulla dovrebbe avere a che vedere con un titolo single player) possa causarmi l'inutilizzo del titolo.UbiSoft ha ottimi programmatori, fa ottimi giochi, ma ha qualcuno del reparto vendite che prende decisioni ignobili a scapito dei giocatori paganti.SE domane Ubisoft fallisce c'è solo da gioire: i programmatori sono bravissimi e sapranno essere accolti da altre software house ben più lungimiranti dove non potranno che fare meglio.
        Dai su, crescete un po.Pensare un po' prima di sparare a zero no, eh?
    • Bombolo scrive:
      Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene
      - Scritto da: angros
      Dopo la figuraccia che hanno fatto alla Ubisoft
      con il loro DRM (dimostrando la loro stupidità),
      era diventato imbarazzante aver a che fare con
      incapaci del
      genere.hai ragione: devono smettere di proteggere i giochi:solo open source con licenza GPL, cosí usciranno capolavori come "battaglia navale a riga di comando" o "centipede cga"
      • tasso scrive:
        Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene
        evviva le vie di mezzo, eh!una cosa è certa, i giochi col drm ubisoft non saranno mai nella mia lista della spesa, e speriamo che il germe non si diffonda
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene
        contenuto non disponibile
        • charlie chaplin scrive:
          Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Bombolo


          hai ragione: devono smettere di proteggere i

          giochi:

          Esatto.


          solo open source con licenza GPL, cosí usciranno

          capolavori come "battaglia navale a riga di

          comando" o "centipede

          cga"

          Assolutamente no.
          Possono venderli esattamente come fanno ora, ma
          senza
          protezione.
          Costerebbero anche un pelino meno visto che non
          dovrebbero pagare sviluppo, test e assistenza
          clienti per la protezione
          insulsa.

          Tutti i titoli che hanno venduto milioni di copie
          sono accomunati dalla *qualità*, non dalla
          *protezione*.
          Sveglia.oppure potrebbero mettere giusto una protezione che impediscala copia del disco e basta, come era per Oblivion che ha vendutodavvero uno sfracello di copie...Sono tra quelli che ha acquistato il primo capitolo di AC e che non acquisterà il secondo per la presenza di quell'indecente drm
          • angros scrive:
            Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene

            oppure potrebbero mettere giusto una protezione
            che impedisca la copia del disco e bastaTale protezione non esiste, e non può esistere: se si può leggere si può copiare.
        • Bombolo scrive:
          Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Bombolo
          Possono venderli esattamente come fanno ora, ma
          senza
          protezione.
          Costerebbero anche un pelino meno visto che non
          dovrebbero pagare sviluppo, test e assistenza
          clienti per la protezione
          insulsa.almeno ora, prima che esca il crack hanno la possibilitá di venderequalche copia per compensare i poveracci che ci hanno lavorato.Venderli senza protezione vorrebbe veramente dire venderne uno... e basta !
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene
            contenuto non disponibile
          • angros scrive:
            Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene

            almeno ora, prima che esca il crack hanno la
            possibilitá di
            vendere
            qualche copia per compensare i poveracci che ci
            hanno
            lavorato.Se hanno messo la protezione devono essere puniti, non compensati.
            Venderli senza protezione vorrebbe veramente dire
            venderne
            uno...
            e basta !E allora ne vendano solo uno, con un prezzo adeguato a compensare i poveracci che ci hanno lavorato.
        • Guybrush scrive:
          Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Bombolo[...]
          Tutti i titoli che hanno venduto milioni di copie
          sono accomunati dalla *qualità*, non dalla
          *protezione*.
          Sveglia.Concordo, se proprio vogliono spendere qualcosa in piu' lo spendessero per migliorare il gioco.I sistemi anticopia allontanano i clienti e li spingono verso altri sistemi di intrattenimento... per esempio ora passo piu' tempo con la chitarra che con la tastiera (del PC).Un salutoGT
      • angros scrive:
        Re: Hanno fatto bene a sbarazzarsene

        hai ragione: devono smettere di proteggere i
        giochi:Esatto.
        solo open source con licenza GPLesatto
        , cosí usciranno
        capolavori come "battaglia navale a riga di
        comando" o "centipede
        cga"Può anche non uscire nulla, noi ci godiamo tutti i giochi già fatti (e diventati gratuiti): non ti basterebbe tutta la vita per giocare a tutti.
  • Talking Head scrive:
    Azz...
    ... un'unione con Activision-Blizzard farebbe diventare il colosso ancora più colossale.Speriamo sia la Blizzard a influenzare la Ubisoft più del viceversa. Ma soprattutto speriamo che non sia negativo per la concorrenza.
    • Wolf01 scrive:
      Re: Azz...
      Mah, si spera...Fino adesso non ho visto nessuna marcia indietro sui DRM, a parte chiaramente starfroge che probabilmente saranno ancora 2 o 3 che lo usano (DeepSilver per qualche gioco, ma ci sono già le patch ufficiali che lo tolgono).Spero vivamente che se Ubisoft diverrà partner di Activision-Blizzard non si porti dietro le scelte sfigate in fatto di DRM, o che per lo meno non infetti Blizzard.
Chiudi i commenti