Rischia 5 anni il ladro di Chinese Democracy

Nonostante proclami la sua innocenza, il blogger chiede donazioni a netizen e musicofili per pagare le spese legali. Slash: rinchiudetelo a vita

Roma – Si dichiara innocente Kevin Cogill, l’utente arrestato qualche mese fa per aver messo a disposizione, prima dell’uscita ufficiale, alcune tracce dell’atteso vecchio/nuovo album dei Guns’N’Roses. In attesa di una data certa per il processo, Cogill rischia di scontare una pena minima di tre anni, nonché di pagare multe e parcelle salate.

il celebre musicista Come ricorderanno i lettori di Punto Informatico , l’arresto è scattato dopo che l’utente aveva postato su un sito web alcuni brani di Chinese Democracy , una sorta di tela di Penelope in salsa rock, attesa da oltre un decennio dai fan della band. Dopo essere stato rilasciato su cauzione, Cogill si dichiara innocente.

Al momento la data per il processo non è stata ancora fissata, ma stando a quanto riportato da alcune fonti, se condannato, l’autore del gesto rischia una pena minima di tre anni, a cui potrebbero essere aggiunti ulteriori due anni se verrà dimostrato che i brani furono messi online per ricavarne un po’ di denaro.

Lo stesso denaro che ora servirà all’autore del furto per pagare avvocati e consulenze: Cogill è tornato a parlare della vicenda in un post su Antiquiet agli inizi di settembre, chiedendo donazioni per sostenere le spese legali. “Chiunque voglia donare qualsiasi cosa per la causa sarà il benvenuto” si legge nel post. “CD, biglietti per concerti, tutto. Saremo felici di rivenderli ad altri utenti o di metterli all’asta su Ebay per incrementare i fondi per le spese del processo”.

La band non ha rilasciato alcun comunicato ufficiale sulla vicenda, relegando in un misero post sul proprio sito web poche righe in cui gli artisti ed il loro management sostengono di essere interessati maggiormente a conoscere in che modo sia stato reperito il materiale originale.

Di diverso avviso Slash, storico chitarrista della band: “Spero che marcisca in prigione” – ha dichiarato al Los Angeles Times pochi giorni dopo l’arresto di Cogill: “La vicenda compromette le vendite del disco, e tutto ciò non è giusto. Internet è quello che è, e ci si deve adeguare di conseguenza, ma credo che se qualcuno si impossessa di qualcosa è un furto”.

Vincenzo Gentile

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • adelin alin scrive:
    pirate bay
    percche non va pirate bay
  • Jango scrive:
    Ma si metteteci Flora
    tanto lui un mese stà da una parte, un mese dall'altra... :D
  • Das873 scrive:
    E se si una una VPN???
    Salve a tutti,se ci si collega ad una VPN (come Ivacy, per esempio) i tracker funzionano lo stesso? E' possibile risalire all'utente finale?
  • Ricky scrive:
    mha...
    LA baia e' strana...difende dei diritti ma anche dei mammalucchi.Lo fa attivamente e trincerandosi dietro una sorta di crociata per le liberta' ma di fatto nega altre liberta'.L'unica cosa che permette alla baia di avere comunque il consenso di quasi tutti,esclusi coloro che ne hanno un danno economico,e' che permette alla gente comune,costantemente vessata dai potentati di turno,di aggirare certe menate.Se si conducesse la famosa politica di abbassamento dei costi, di trasparenza e di LEGALITA' forse la baia perderebbe la sua forza fondante,resterebbe solo un posto dove la gente , pur potendo fare diversamente, preferisce comunque scaricare illegalmente materiale protetto.A quel punto si puo' agire in maniera diversa e sicuramente piu' LEGALE per difendere i diritti negati.Qui mi pare di vedere la rana e lo scorpione...potendo fare diversamente e potendo vivere felici entrambi, muoiono miseramente a causa della loro natura piu' profonda.Qui pero' ci siamo anche noi che chiediamo LEGALITA PER TUTTI e non solo ad appannaggio delle major,trasparenza e liberta' di utilizzo.Diciamocelo, e' difficile costringere la gente a smenare un sacco di quattrini se ne ha gia pochi e se sa' che finiranno nel salvadanaio del "riccone" di turno che poi ci si comperra' la barca da 200M con tre alberi e motore da 5000 cavalli...Un minimo di dignita', eh?La divergenza tra gli stipendi della MOLTITUDINE e dei POCHI e' troppa...
  • IloveApple scrive:
    Inquietante
    Mi inquieta molto la frase "Nel primo caso la Baia ha gioco facile a mettere fuori gioco gli "agenti", restituendo indirizzi IP "random" al posto di quelli effettivamente connessi al tracker. Gli IP sono basati sulle stesse subnet di quelli reali, ma questo non toglie il fatto che essi siano completamente diversi, appartenendo quindi a utenti che con il download non hanno nulla a che fare e invalidando in tal modo qualunque velleità investigatoria delle major."Per la serie: tieni, ti passo l'ip della portinaia, così il ragazzino può scaricarsi l'MP3 impunito. Ho capito bene?
    • yenaplyskyn scrive:
      Re: Inquietante
      già....Azzi della portinaia dimostrare che non scaricava niente...Non la vedo bene!
      • claudio scrive:
        Re: Inquietante
        Se TPB applica questa cosa, nessuno potrà essere portato in tribunale.Ci ritroveremmo IP della polizia, dei Comuni, etc.
        • pippo scrive:
          Re: Inquietante

          Se TPB applica questa cosa, nessuno potrà essere
          portato in
          tribunale.
          Ci ritroveremmo IP della polizia, dei Comuni, etc.Quelli c'erano già :D
          • Il Moschettie re del Pulito scrive:
            Re: Inquietante
            - Scritto da: pippo

            Se TPB applica questa cosa, nessuno potrà essere

            portato in

            tribunale.

            Ci ritroveremmo IP della polizia, dei Comuni,
            etc.
            Quelli c'erano già :DGià, quelli piratano a manetta, e sono pure così svegli da farsi sgamare in mondovisione:http://tiny.pl/scgk
          • Severissimus scrive:
            Re: Inquietante
            Ma che avete capito? Stava svolgendo un'indagine sul P2P su un pc protetto! :D
          • pippo scrive:
            Re: Inquietante

            Ma che avete capito? Stava svolgendo un'indagine
            sul P2P su un pc protetto!
            :DMi scusi commissario winchester ;)
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: Inquietante
            Fantastica, no questa è davvero fantastica :-D
      • Domokun scrive:
        Re: Inquietante
        No ragazzi, non funziona cosi.Il dare IP randomizzati, non fa accusare qualcuno al posto del vero scaricatore, ma rende invalidante qualsiasi tipo di raccolta di IP.In modo simile a quanto succede quando l'autovelox fotografa 2 autovetture appaiate, la foto viene cestinata perchè non si può sapere quale delle 2 stesse correndo.In questo caso invece, è di pubblico dominio che gli IP restituiti dalla baia, non appartengono agli scaricatori, e quindi è impossibile usarli in qualsiasi aula di tribunale di un paese almeno pseudo-democratico come l'italia.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Inquietante
          contenuto non disponibile
          • pippo scrive:
            Re: Inquietante

            A logica sì.
            Ma a logica tante cose sarebbero diverse da come
            sono.
            Nel dubbio, i coglioni di TPB dovrebbero fornire
            IP che non identificano un innocente (tipo
            192.168.0.1)O di uno dei 4 italiani intoccabili dalla legge :D
          • Giambo scrive:
            Re: Inquietante
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Nel dubbio, i coglioni di TPB dovrebbero fornire
            IP che non identificano un innocente (tipo
            192.168.0.1)In questo caso sai che non puoi procedere contro di lui, e negli altri casi si.La soluzione adottata invalida qualsiasi IP raccolto.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Inquietante
            contenuto non disponibile
          • Giambo scrive:
            Re: Inquietante
            - Scritto da: unaDuraLezione

            In questo caso sai che non puoi procedere contro

            di lui, e negli altri casi

            si.

            La soluzione adottata invalida qualsiasi

            IP

            raccolto.

            Il fatto che sia vero non significa che un
            qualsiasi giudice sia
            d'accordo.Se un giudice si basa su delle prove inquinate e non verificabili, forse dovrebbe ripensare al suo ruolo :)
            Ne' che l'esperto tecnico chiamato a dimostrare
            la non validità verrà
            ascoltato.Potrebbe anche cadere un meteorite sul tribunale e ammazzare tutti, se vogliamo procedere con questa linea di ragionamento ;)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Inquietante
            contenuto non disponibile
          • Giambo scrive:
            Re: Inquietante
            - Scritto da: unaDuraLezione

            Se un giudice si basa su delle prove inquinate e

            non verificabili, forse dovrebbe ripensare al
            suo

            ruolo

            :)

            visto che ci sono migliaia di precedenti (lotta
            al p2p) in cui i giudici assumono ip = identità
            della persona, non sarebbe la prima
            volta.Magari questa e' la volta buona che cambiano idea.

            Potrebbe anche cadere un meteorite sul tribunale

            e ammazzare tutti, se vogliamo procedere con

            questa linea di ragionamento

            ;)

            ripeto.... guarda ai precedenti...E' la differenza che c'e' tra la teoria e la pratica.
            ripeto, avere dalla propria un fatto vero, non
            garantisce minimamente
            alcunché.Sopratutto se non sei ricco e influente (Intimidazioni RIAA docet) :(
      • Giambo scrive:
        Re: Inquietante
        - Scritto da: yenaplyskyn
        Azzi della portinaia dimostrare che non scaricava
        niente...Dovrebbe essere il contrario: Loro devono dimostrare che la portinaia scaricava.E alla luce di queste rivelazioni, tutte le prove basate sull'IP sono da considerarsi inquinate e quindi non accettabili in un processo.
    • Gigi scrive:
      Re: Inquietante
      Dal punto di vista tecnico la tua conclusione e' ineccepibile, che il ragazzino possa scaricarsi l'mp3 *impunito* invece e' una tua conclusione su cui molti eccepiscono (tra cui TPB).Quella di un'altro - non la mia!!! - potrebbe essere "Cosi' il cartello delle major anziche' avere margini per milioni di euro, influenzare governi e legislazioni di interi paesi, far incarcerare per anni chi ha scaricato un mp3, avra' vita piu' dura".Questione di punti di vista.
    • E. Purator scrive:
      Re: Inquietante
      Scaricare NON DEVE essere reato. Quindi nulla di inquietante: bisogna metterlo nel sedere alle luridissime major.- Scritto da: IloveApple
      Mi inquieta molto la frase

      "Nel primo caso la Baia ha gioco facile a mettere
      fuori gioco gli "agenti", restituendo indirizzi
      IP "random" al posto di quelli effettivamente
      connessi al tracker. Gli IP sono basati sulle
      stesse subnet di quelli reali, ma questo non
      toglie il fatto che essi siano completamente
      diversi, appartenendo quindi a utenti che con il
      download non hanno nulla a che fare e invalidando
      in tal modo qualunque velleità investigatoria
      delle
      major."

      Per la serie: tieni, ti passo l'ip della
      portinaia, così il ragazzino può scaricarsi l'MP3
      impunito. Ho capito
      bene?
      • Marvho scrive:
        Re: Inquietante
        non sarei cosi' duro...basterebbe buttarle giu da un dirupo no??scaricare SENZA FINI DI LUCROte lo quoto pero'.- Scritto da: E. Purator
        Scaricare NON DEVE essere reato. Quindi nulla di
        inquietante: bisogna metterlo nel sedere alle
        luridissime
        major.
      • pippo scrive:
        Re: Inquietante

        Scaricare NON DEVE essere reato. Quindi nulla di
        inquietante: bisogna metterlo nel sedere alle
        luridissime
        major.
        Basta restituire sempre l'ip di una casa di Arcore, e siamo tutti intoccabili :D
    • rosik scrive:
      Re: Inquietante
      secondo me sei il solito sfigato brufoloso che ha il mac con tutti i gingilletti inutili che ci ha speso i miliardi (non i suoi ma quelli di papà). Tu continua a pagare per la mondezza.. almeno potrai vantarti con le tue amiche obese buaHAHAHAH
Chiudi i commenti