Robo-occhi quasi umani

Ricercatori statunitensi creano un design in grado di mimare il comportamento e i movimenti degli occhi umani su telecamere da integrare in unità robotiche. Il futuro è pieno di chirurghi-robot e non solo

Roma – Al Georgia Tech si studia il movimento degli occhi umani e le possibilità di applicare le caratteristiche di questa meraviglia biologica ad ammassi robotici di metallo e circuiti integrati. I ricercatori USA hanno in particolare realizzato degli attuatori piezoelettrici modulari, a loro dire in grado di mimare il complesso funzionamento dei muscoli che sottendono la visione umana.

Gli scienziati spiegano che i loro attuatori “incarnano molte proprietà comuni ai muscoli biologici, specialmente una struttura modulare”: come i muscoli collegati all’occhio umano sono controllati da impulsi neurali, così i piezo-attuatori modulari sono in grado di “muovere” una fotocamera in maniera fluida e in risposta a impulsi elettrici.

L’obiettivo è realizzare un sistema di “visione” digitale che permetta ai robot di muovere un paio di videocamere con la stessa naturalezza e fluidità dei bulbi oculari umani, una possibilità che oggi è preclusa anche alle unità robotiche più avanzate come il nipponico Asimo .

In quanto alle potenzialità pratiche di una vista robotica automatica più umana, le possibilità sono numerose e promettenti: si pensi ad esempio al settore medico, a interventi chirurgici automatici diretti a partire da una risonanza magnetica o a unità robotiche utilizzabili in funzione riabilitativa.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Risposte sbroccate scrive:
    Oh no!
    Oh no, questo Facebook che censura tutto, che schifo!Parola di PI: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3557809
  • Assad scrive:
    ...
    Article 19... ma farsi i ca22i propri no eh?
  • yucheoor scrive:
    dfxc
    Il gossip è più semplice anche perché ricalca la nostra natura di non farci i fattacci nostri, magari preferiamo affossare gli altri anziché aiutarli a rialzarsi.[img]http://www.digoko.info./kv.gif[/img]
  • panda rossa scrive:
    Per sbaglio?
    Certo, per sbaglio.E noi ci crediamo!Ad ogni modo gli sta bene a questi attivisti: appoggiarsi ad un ovile specializzato in foto di gattini, per i loro appelli! Che cosa gliene puo' XXXXXXX alle pecore delle torture in Siria.
    • Zio Bill scrive:
      Re: Per sbaglio?
      E dove dovevano postarlo, nel forum di linux?
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: Per sbaglio?
      Per quanto sia su un servizio discutibile, una pagina di Facebook attira più utenza di un blog sperduto chissà dove.
      • Io Sono scrive:
        Re: Per sbaglio?
        E' meglio attirare gente qualsiasi o gente che sei quasi sicuro che agirà in un modo simile al tuo?Le informazioni le recepiscono quasi tutti, ma non tutti poi prendono delle decisioni, anzi molti le ignorano. Il gossip è più semplice anche perché ricalca la nostra natura di non farci i fattacci nostri, magari preferiamo affossare gli altri anziché aiutarli a rialzarsi.
      • panda rossa scrive:
        Re: Per sbaglio?
        - Scritto da: Francesco_Holy87
        Per quanto sia su un servizio discutibile, una
        pagina di Facebook attira più utenza di un blog
        sperduto chissà
        dove.Utenza di che tipo? Gente che clicca "Mi Piace" senza neanche aver capito di che cosa parli, e poi ti chiede l'amicizia.
        • attonito scrive:
          Re: Per sbaglio?
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Francesco_Holy87

          Per quanto sia su un servizio discutibile,
          una

          pagina di Facebook attira più utenza di un
          blog

          sperduto chissà

          dove.

          Utenza di che tipo?
          Gente che clicca "Mi Piace" senza neanche aver
          capito di che cosa parli, e poi ti chiede
          l'amicizia.uno dei tantissimo motivi che mi impediscono di iscrivermi a facebook e' la marea di cretini che la frequenta.STANCO DELLA PUBBLICITA' DI PI? INSTALLA PRIVOXY!
          • panda rossa scrive:
            Re: Per sbaglio?
            - Scritto da: attonito

            STANCO DELLA PUBBLICITA' DI PI? INSTALLA PRIVOXY!C'e' pubblicita' su PI? (newbie)
      • bu0oh scrive:
        Re: Per sbaglio?
        - Scritto da: Francesco_Holy87
        Per quanto sia su un servizio discutibile, una
        pagina di Facebook attira più utenza di un blog
        sperduto chissà
        dove.le statistiche però ti danno tortofacebook da' solo l'impressione di offrire più popolarità (per una questione mediatica legata agli account più rinominati)conosco molti blogger che alla migrazione su facebook si sono estinti e soprattutto adesso possono pubblicare solo quello che è consentito dal comitato di censurache bello!
        • bu0oh scrive:
          Re: Per sbaglio?
          - Scritto da: bu0oh
          - Scritto da: Francesco_Holy87

          Per quanto sia su un servizio discutibile,
          una

          pagina di Facebook attira più utenza di un
          blog

          sperduto chissà

          dove.

          le statistiche però ti danno torto

          facebook da' solo l'impressione di offrire più
          popolarità (per una questione mediatica legata
          agli account più
          rinominati)

          conosco molti blogger che alla migrazione su
          facebook si sono estinti e soprattutto adesso
          possono pubblicare solo quello che è consentito
          dal comitato di
          censura

          che bello!..volevo dire "rinomati" :$
    • . . . scrive:
      Re: Per sbaglio?
      Secondo me il problema si pone in altri termini.Non hanno sbagliato gli attivisti. Giustamente lanciano i loro appelli nei posti più frequentati e visibili al di à del fatto che siano utili, intelligenti o quant'altro.Il vero problema vero è chi si arroga il diritto di ritenere il contenuto di un post giusto o sbagliato. E' questo il punto e cioè c'è sempre qualcuno che pensa di vederci più lontano degli altri o che considera le questioni degli degli altri di scarsa importanza, non attinenti oppure sbagliate o non pertinenti ai gusti solito capetto di turno.Perciò finché non ci libereremo di questa cosa, il web non sarà mai veramente libero.Le discussioni non saranno mai veramente genuine e a volte chi ne fa le spese sono proprio quelli che dovrebbero essere invece ascoltati più di altri senza contare che avremo sempre davanti ai nostri occhi una situazione edulcorata e assolutamente non corrispondente alla realtà.Un mondo filtrato, irrealistico, falso, ma non solo.In cambio di tutta questa "attenzione", noi veniamo bersagliati da qualunque messaggio merkattaro senza quasi alcuna possibilità di filtrare, a nostra volta, questi contenuti nello stesso modo e con la stessa metodicità con cui vengono filtrate i nostri commenti, post, messaggi e quant'altro.
      • shevathas scrive:
        Re: Per sbaglio?

        Il vero problema vero è chi si arroga il diritto
        di ritenere il contenuto di un post giusto o
        sbagliato.in casa d'altri si deve rispettare quello che vuole il padrone di casa, che piaccia o no. Faccialibro non è un servizio pubblico e quindi può strafregarsene della libertà di espressione al suo interno.
        • . . . scrive:
          Re: Per sbaglio?
          Hai centrato un'altro punto.Non ci dovrebbero essere padroni di casa.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Per sbaglio?
            contenuto non disponibile
          • . . . scrive:
            Re: Per sbaglio?
            Modificato dall' autore il 10 luglio 2012 12.36
            --------------------------------------------------Eh però... mica male come idea. Si potrebbe fare anche 25 eh... dai 20 è ancora un pò freschino secondo me.Ah e umidità controllata ovviamente. :-D
          • Sempre Io scrive:
            Re: Per sbaglio?
            Allora dovresti crearti la tua piattaforma e poi renderla disponibile agli altri.
      • Surak 2.0 scrive:
        Re: Per sbaglio?
        - Scritto da: . . .
        Secondo me il problema si pone in altri termini.
        Non hanno sbagliato gli attivisti.
        Giustamente lanciano i loro appelli nei posti più
        frequentati e visibili al di à del fatto che
        siano utili, intelligenti o
        quant'altro.

        Il vero problema vero è chi si arroga il diritto
        di ritenere il contenuto di un post giusto o
        sbagliato.Esistono i NG dove puoi scrivere tutto quello che vuoi (al massimo ne rispondi alla polizia postale) ma alla gente interessa poco "discutere" in senso costruttivo
        E' questo il punto e cioè c'è sempre qualcuno che
        pensa di vederci più lontano degli altri o che
        considera le questioni degli degli altri di
        scarsa importanza, non attinenti oppure sbagliate
        o non pertinenti ai gusti solito capetto di
        turno.Emh, l'unico grande capo a cui risponde FB è seduto alla casa Bianca (e dintorni)
        Perciò finché non ci libereremo di questa cosa,
        il web non sarà mai veramente
        libero.
        Le discussioni non saranno mai veramente genuine
        e a volte chi ne fa le spese sono proprio quelli
        che dovrebbero essere invece ascoltati più di
        altri senza contare che avremo sempre davanti ai
        nostri occhi una situazione edulcorata e
        assolutamente non corrispondente alla
        realtà.

        Un mondo filtrato, irrealistico, falso, ma non
        solo.Ogni Paese ha le sue regole di suoi "intoccabili"...per esempio c'è un tizio(un vecchio) che pontifica e viene santificato per la sua carica (il classico vestito del monaco) eppure faceva la cresta sui rimborsi di viaggio UE, a detta di un'indagine televisiva tedesca, a cui non risultano smentite.
        In cambio di tutta questa "attenzione", noi
        veniamo bersagliati da qualunque messaggio
        merkattaro senza quasi alcuna possibilità di
        filtrare, a nostra volta, questi contenuti nello
        stesso modo e con la stessa metodicità con cui
        vengono filtrate i nostri commenti, post,
        messaggi e
        quant'altro.Comuqnue resta il discorso che quella mappa delle torture è fatta da una pseudo ONG (vedere la storia di Human Rights Watch) con poche centinaia di addetti e che non gode neanche di mezzi tali da poter fare l'indagine che serve, a meno di non incollare veline create ad hoc, mentre in Siria ci sono gli Osservatori ONU (non Osservatori Siriani, che sono i ribelli che giocano sulla confusione dei termini) che potrebebro benisimo andare a vedere, e che invece non riferiscono nulla, quindi al minimo si tratta di aver preso per oro colato informazioni di parte ed al massimo è fuffa propagandistica della tanta prodotta per arrivare ad attaccare la Siria.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Per sbaglio?
      Dai leggi bene. L'inchiesta era solo linkata. QUINDI in realtà si trovava e si trova su internet è solo il link che è stato rimosso. QUINDI questi attivisti hanno l'intelligenza di mettere tutto online fruibile per ogni utente. MA oviamente devono metterlo anche su FB per renderlo fruibile anche agli utonti..Per il fatto che sia stato un errore penso che nessuno ci creda veramente.. Un errore è stato quando hanno consegnato le identità di vari attivisti siriani al governo. Quello è stato un errore. Questo è l'ennesima genuflessione in nome del profitto a cui quasi tutte le grandi società presenti su internet ci hanno abituato
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: Per sbaglio?
      - Scritto da: panda rossa
      Certo, per sbaglio.Certo che per sbaglio... Fcaebook è creatura USA e la Pazza ha una voglia matta, appunto, di portare la sua sanguinosa e folle guerra democratica pure in Siria, ed è arrivata pure a minacciare Cina e Russia (quelle giustamente gli hanno risposto "PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR-rrrrrrrrrr!!!") quindi da chi credi che prenda ordini?Più facile invece che i censori di FB abbiano agito senza ascoltare i padroni ed abbiano applicato a quel post le regole che si applicano agli amici
      E noi ci crediamo!L'altra versione è ancora più fantasiosa
      Ad ogni modo gli sta bene a questi attivisti:
      appoggiarsi ad un ovile specializzato in foto di
      gattini, per i loro appelli!Ma come..la Primavera araba..bla bla bla..Twitter...bla bla bla Facebook...bla bla...?
      Che cosa gliene puo'
      XXXXXXX alle pecore delle torture in
      Siria.A mes embra che gli freghi ancora meno della logica, purtroppo, e della pace
Chiudi i commenti