Roboy, robot tutto-tendini

Un progetto nato in Svizzera che mira allo sviluppo di tecnologie capaci di migliorare la struttura complessiva dei robot. Il "primo nato" potrebbe rappresentare l'inizio di una genia atta a lavorare per e con l'uomo

Roma – La crescente schiera di robot quasi-umani si dovrebbe presto arricchire con Roboy , progetto di robo-assistente nato presso il Laboratorio di Intelligenza Artificiale dell’Università di Zurigo. Ambiziosi gli obiettivi dei ricercatori svizzeri, impegnati a sviluppare nuove tecnologie capaci di migliorare la robotica nel suo complesso.

Atteso al debutto entro marzo 2013 , Roboy è un robot alto 1,20 metri con i “tratti somatici” vagamente rassomiglianti un bambino, ma con la caratteristica ancora più peculiare di essere stato sviluppato a partire da una tecnologia motoria controllata tramite tendini.

I tendini artificiali a cui hanno lavorato gli scienziati svizzeri avrebbero la capacità di replicare i movimenti di un corpo umano, funzionando nella stessa maniera in cui i tendini organici connettono ossa e muscoli naturali nei vertebrati.


Roboy è progettato per servire da unità robotica tutto-fare al servizio delle persone, degli anziani e della più generale collettività umana, in maniera non dissimile da quanto stanno facendo le società impegnate nella robotica del Sol Levante.

Indipendentemente dall’utilizzo specifico di Roboy, a ogni modo, i ricercatori che lo stanno completando sperano che la sua tecnologia di tendini artificiali possa rappresentare un’impostazione per la robotica del futuro prossimo venturo.

Altra caratteristica unica di Roboy è il doppio canale di finanziamento scelto dai suoi sviluppatori, i quali hanno messo in vendita “spazi” sull’esoscheletro per brand ed etichette e si sono rivolti al crowdfunding per raccogliere il denaro necessario.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Streamer scrive:
    Nokia EOS, lo smartphone del 2013
    Nel 2013 uscirà Nokia EOS, Windows Phone Pureview da 41 Mpixel e scocca in alluminio..http://www.theverge.com/2013/1/23/3906566/nokia-eos-lumia-windows-phone-details
  • maxsix scrive:
    Frazionamento degli OS
    Un po' come in F1, più piloti si portano via i punti uno solo se ne avvantaggia.E non è il robottino verde, che sta perdendo pezzi ovunque, tra poco cadono pure le mutande e siamo apposto.
    • FDG scrive:
      Re: Frazionamento degli OS
      - Scritto da: maxsix
      Un po' come in F1, più piloti si portano via i
      punti uno solo se ne avvantaggia.Mah, non so. Però col risultato di queste mosse vedremo quanto contano i produttori di ferraglia e quanto il software (robottino verde, la distro per cell...). Bisogna ricordare che un telefono non è un PC dove poi, tralasciando le questioni relative al Windows preinstallato, ci installi il sistema che più ti piace. In questo contesto hardware e software sono considerati un tutt'uno.
      • maxsix scrive:
        Re: Frazionamento degli OS
        - Scritto da: FDG
        - Scritto da: maxsix


        Un po' come in F1, più piloti si portano via
        i

        punti uno solo se ne avvantaggia.

        Mah, non so. Però col risultato di queste mosse
        vedremo quanto contano i produttori di ferraglia
        e quanto il software (robottino verde, la distro
        per cell...). Bisogna ricordare che un telefono
        non è un PC dove poi, tralasciando le questioni
        relative al Windows preinstallato, ci installi il
        sistema che più ti piace. In questo contesto
        hardware e software sono considerati un
        tutt'uno.Appunto.Tanto che Samsung sta sparando redazionali a bombazza per annunciare la sua dipartita da Android a scapito di Tizenhttp://www.repubblica.it/tecnologia/2013/01/03/news/samsung_tizen-49856889/?ref=HREC2-14Anche il coreano tra un gangnam style e l'ennesima Mercedes classe E si è accorto che Android è un XXXXX di OS (con la C maiuscola stavolta).E vuole scopiazzare un altra volta, tuo OS in tuo device.Chi l'aveva detta questa? Non mi ricordo....Ah per quello che riguarda lolUbuntu mobile. Un altro epic fail in arrivo. Devo spiegare anche il perché?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 gennaio 2013 12.00-----------------------------------------------------------
        • FDG scrive:
          Re: Frazionamento degli OS
          - Scritto da: maxsix
          Anche il coreano tra un gangnam style e
          l'ennesima Mercedes classe E si è accorto che
          Android è un XXXXX di OS (con la C maiuscola
          stavolta).Non arrivo a tanto. Però ho avuto modo di provare un LG optimus L5. Lasciando da parte design e solidità, e non sono stato a misurare la qualità del display, comunque decente, ma in quanto a prestazioni se la cava peggio del mio 3Gs e l'usabilità a mio avviso lascia a desiderare. Non ricordavo che l'interfaccia di Android fosse così caotica :( L'hanno peggiorato con gli ultimi aggiornamenti?
          Devo spiegare anche il perché?Magari. Visto che di mezzo c'è Canonical, potrei essere d'accordo. Però vorrei anche qualche altra ragione. Io più di un'occhiata al video non ho dato e, dopo l'esperienza con l'Android di sopra, l'interfaccia non mi sembra così male... impressione MOLTO superficiale eh!
      • FinalCut scrive:
        Re: Frazionamento degli OS
        - Scritto da: FDG
        sistema che più ti piace. In questo contesto
        hardware e software sono considerati un
        tutt'uno.No, la gente vuole le apps, se non ci gira Angry Birds e Fessbook non lo vogliono, guarda M$ e tutti i numeri da circo che sta facendo per attrarre developers Win8mobile...
    • gandalf scrive:
      Re: Frazionamento degli OS

      E non è il robottino verde, che sta perdendo
      pezzi ovunqueMa piantala di sparare XXXXXXXte ad effetto! Fai ridere!
    • crumiro scrive:
      Re: Frazionamento degli OS
      Ma se non è il robottino verde ma Ubuntu...francamente... sai a noi cosa ci cambia?Non hai ancora capito un XXXXX, lasciatelo dire (ROTFL) .
  • mcmcmcmcmc scrive:
    Befana
    non so cosa ribolle nel nuovo anno, ma intanto la befana arriverà anche quest'anno, sistemerà il do not disturb bug e in cambio si porterà via le feste.
  • salepap82 scrive:
    Comunque vada
    Benvenuto Ubuntu ! La sfida sui mobile si fa sempre più interessante e ora che arriva un os. completamente opensource ne vedremo delle belle!
  • rudy scrive:
    uno smathphone non e' un pc
    le necessita di uno smathphone sono tali che senza una personalizzazione finisce che sei sempre a ricaricare un coso che si connette quando vuole lui. se uno se ne frega allora ubuntu sul cell e' ok. ma non paragonarlo con un iphone o un buon android.
  • iRoby scrive:
    Ubuntu per smartphone
    Dal 2014 arriverà anche Ubuntu su Smartphone.ED È BELLISSIMAAAAA!!!http://www.tomshw.it/cont/news/ubuntu-linux-arriva-sugli-smartphone-dal-2014-ecco-com-e/42076/1.html
    • iRoby scrive:
      Re: Ubuntu per smartphone
      Se fosse realmente community driven sarebbe il top!Tutti gli altri OS sono o chiusi o c'è l'ombra pesante di Google dietro.Un Ubuntu su smartphone e tablet ti farebbe respirare la stessa aria che si respira sui PC con Ubuntu, con tutti i suoi repository, la community di appassionati, la marea di software e le sue potenzialità, ecc. ecc.Samsung e Intel si fanno il loro OS, ma non è che un cambio di sfruttatura. Quello che ha fatto diffondere Android è stato proprio l'openness, anche se poi tutto ruota intorno a Google Play e le Google Apps.Questa Ubuntu è senza JVM, sarà veloce, si sviluppa alla grande e poi si potrà decidere di personalizzarlo come si vuole.Ma soprattutto ogni appstore dipenderà dalla sua app e gli sviluppatori potranno scegliere anche l'appstore che preferiscono.
      • crumiro scrive:
        Re: Ubuntu per smartphone
        Vedo un solo punto (IMHO) che mi fa girare le scatolette.Ubuntu ha sponsorizzato quickly per creare le proprie apps.Tendenzialmente Python+GTK... Ora (tralasciando le web app) usa QML+ C++ + Javascript (per gli script QML). Pertanto il destino di quickly?Mah... capisco che python non sia così performante (ma anche no... se ho bisogno di performance scrivo in C e richiamo in python) ma mi immaginavo una integrazione (stesso codice, UI differenti a seconda del device).Boh...
        • Izio01 scrive:
          Re: Ubuntu per smartphone
          - Scritto da: crumiro
          Vedo un solo punto (IMHO) che mi fa girare le
          scatolette.

          Ubuntu ha sponsorizzato quickly per creare le
          proprie
          apps.
          Tendenzialmente Python+GTK...

          Ora (tralasciando le web app) usa QML+ C++ +
          Javascript (per gli script QML).

          Pertanto il destino di quickly?Mah... capisco che
          python non sia così performante (ma anche no...
          se ho bisogno di performance scrivo in C e
          richiamo in python) ma mi immaginavo una
          integrazione (stesso codice, UI differenti a
          seconda del
          device).

          Boh...Oddio, secondo me Python è esageratamente, dannatamente potente per fare mille cose in una o due righe di codice, ti lascia a bocca aperta, MA ho l'impressione che in termini di prestazioni sia quanto di più inefficiente si sia mai immaginato. Su un PC ci fai cose eccezionali, ma credo che sarebbe in grado di stendere irrimediabilmente hardware più limitati.Lo so che, come per ogni linguaggio, dipende anche da come lo usi, ma la mia impressione è che nella sua filosofia il discorso prestazioni sia stato messo in fondo alla lista delle priorità.
          • iRoby scrive:
            Re: Ubuntu per smartphone
            No no no, il Python in ordine di potenza viene dopo C++ e Java compilato.Python quando usato bene con i suoi costrutti simili ai puntatori del C è molto efficiente.E anche Ruby se la gioca con Python.Per cui ottima scelta Python+GTK+ perché fai velocemente interfacce e software che non necessita di potenza di calcolo di punta. In quel caso usi C++ e agganci a Python.
          • Izio01 scrive:
            Re: Ubuntu per smartphone
            - Scritto da: iRoby
            No no no, il Python in ordine di potenza viene
            dopo C++ e Java
            compilato.

            Python quando usato bene con i suoi costrutti
            simili ai puntatori del C è molto
            efficiente.
            E anche Ruby se la gioca con Python.
            Ok, non me ne intendo abbastanza di Python avanzato per contestare, io l'ho usato solo per scrivere degli script che fanno 1000 cose in poche righe (e siccome lo uso poco, ogni volta riparto da zero per ricordarmi come si usi). Sì, il reference counting può essere molto efficiente, ad esempio scrivere qualcosa tipo:MyType a = MyFunc()può paradossalmente essere più pesante in C++ che in Java, visto che viene chiamata la funzione, il suo risultato viene messo sullo stack e poi viene invocato il copy constructor di MyType, dopodiché l'oggetto temporaneo viene gettato via. In Java o Python assegni una referenza e l'oggetto non viene duplicato.Solo, ogni volta che penso a quanto lavoro comporti un semplice statement Python, a quante allocazioni e disallocazioni corrisponda, mi viene da pensare che sia fin troppo facile sovraccaricare il sistema senza accorgersene.Immagino che ci siano tecniche di ottimizzazione, un po' come usare uno StringBuilder anziché una serie di stringhe per costruire una frase carattere per carattere, in grado di ridurre questo impatto.
            Per cui ottima scelta Python+GTK+ perché fai
            velocemente interfacce e software che non
            necessita di potenza di calcolo di punta. In quel
            caso usi C++ e agganci a
            Python.
          • iRoby scrive:
            Re: Ubuntu per smartphone
            Per Python ci sono interi siti dedicati alle performance:http://wiki.python.org/moin/PythonSpeed/PerformanceTipsE qui c'è una comparazione:http://blog.dhananjaynene.com/2008/07/performance-comparison-c-java-python-ruby-jython-jruby-groovy/
          • Izio01 scrive:
            Re: Ubuntu per smartphone
            - Scritto da: iRoby
            Per Python ci sono interi siti dedicati alle
            performance:

            http://wiki.python.org/moin/PythonSpeed/Performanc

            E qui c'è una comparazione:

            http://blog.dhananjaynene.com/2008/07/performance-Interessante (come direbbe Mr. Spock).Che bello parlare anche di informatica, ogni tanto, su PI! ;)
          • crumiro scrive:
            Re: Ubuntu per smartphone
            ragazzi, secondo voi riusciremo mai ad avere un forum composto da commenti interessanti come i vostri (al mio BELLISSIMO commento)???Per fortuna qualcuno di costruttivo c'è ancora!
      • bubba scrive:
        Re: Ubuntu per smartphone
        - Scritto da: iRoby
        Se fosse realmente community driven sarebbe il
        top!

        Tutti gli altri OS sono o chiusi o c'è l'ombra
        pesante di Google
        dietro.
        ehhh.... ci sarebbe stato openmoko (ma sfortunatamente se non hai gli 'odiati' produttori massmarket...) e pure maemo (se non ci fosse stata una certa azienda di sunnyvale e dei pericolosi managers in nokia..)Tra l'altro, curioso (?), QML e' pappa nokia ..
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: Ubuntu per smartphone
      Per me l'interfaccia è già perfetta, devono solo migliorare la reattività e farlo più leggero, ed hanno un anno per farlo. Direi che ha molte potenzialità!
      • iRoby scrive:
        Re: Ubuntu per smartphone
        Non sarà difficile, se si può programmare in C++ o con Python/GTK+ per i software semplici.L'interfaccia è bellissima, veramente intelligente, e ben organizzata.
Chiudi i commenti