Roma per un e-Gov più aperto

Il Consiglio dei Ministri approva un provvedimento che dovrebbe spingere le reti della PA ad essere più aperte ai cittadini e alle imprese. Arriva l'Albo dei fornitori. Il tutto è presentato come una rivoluzione


Roma – C’era una volta la Rete unitaria della Pubblica Amministrazione, per gli amici RUPA , poi sviluppata ed integrata nel grande sforzo della PA per informatizzare i propri servizi e, anche a livello locale, innovare le proprie infrastrutture. Ora c’è SPC, sigla che sta per Sistema Pubblico di Connettività , una sigla che è al centro dell’ultimo provvedimento preso dal Consiglio dei Ministri italiano.

Su proposta del ministro all’Innovazione Lucio Stanca , lo schema di decreto legislativo approvato dal Consiglio intende dar vita, stando alle note ufficiali, ad un “progetto di costruzione di un’infrastruttura per l’informatizzazione digitale che consentirà di traghettare tutta la nostra pubblica amministrazione, sia centrale che locale, nell’ Era digitale per essere in grado di dialogare in modo moderno, con le stesse modalità, funzionalità, qualità e sicurezza anche con cittadini e imprese”.

SPC, che sembra ricalcare gli obiettivi dell’eEurope di lisboniana memoria, viene descritto come una Autostrada del Sole . Leggendo le dichiarazioni ufficiali si capisce che l’idea di fondo è prendere tutto ciò che di buono è stato fatto nella prima e seconda fase dei progetti di e-government e consentire a cittadini ed imprese di accedere in modo più facile e standard alle nuove reti amministrative.

Stanca ha descritto SPC affermando che “non è una rete, un mero collegamento informatico, ma un complesso di strutture organizzative, infrastrutture tecnologiche e di regole tecniche che consentiranno, attraverso la razionalizzazione delle condizioni di operatività, la condivisione, l’integrazione e lo scambio di dati e di informazioni tra le amministrazioni statali, regionali e locali, sulla base di standard comuni e condivisi, in modo sicuro, permettendo così la collaborazione tra tutti gli uffici pubblici e lo svolgimento in via informatica dei procedimenti amministrativi connessi”.

SPC dovrebbe mettere a disposizione degli enti coinvolti una serie di strumenti, programmi e applicazioni , come il protocollo informatico, i mandati di pagamento online, l’email certificata e via dicendo, rendendo così omogenea la loro disponibilità.

Tra i nodi di interesse del provvedimento governativo anche la costituzione di un Albo dei fornitori che sarà gestito dall’ente governativo CNIPA . “In tal modo – si legge in una nota – si determineranno non solo condizioni di concorrenza per un mercato che vale complessivamente dai 300 ai 350 milioni di euro l’anno, ma anche di economicità attraverso la stipula di contratti quadro di fornitura”.

Per coordinare tutto ciò che SPC comporta viene anche istituita una Commissione in sede CNIPA alla quale parteciperanno esponenti degli enti locali e centrali.

Di interesse il fatto che il decreto preveda anche la disciplina della Rete internazionale delle Pubbliche amministrazioni , una rete per collegare tutti gli uffici italiani all’estero ma aperta anche agli enti locali. Un progetto che intende superare la frammentazione delle reti pubbliche, portare a risparmi calcolati in 10 milioni di euro nonché a servizi e iniziative a favore degli italiani all’estero e delle imprese italiane operanti fuori dal paese. Saranno coinvolti circa 450 uffici fuori dall’Italia. In ballo anche questioni come l’anagrafe consolare e il voto degli italiani all’estero.

Di seguito ulteriori dichiarazioni del ministro Stanca:

“Con questa iniziativa, che rappresenta uno tra i più importanti e complessi progetti di telecomunicazioni e di tecnologie dell’informazione e della comunicazione mai messi in cantiere nel nostro Paese, si realizza uno dei punti qualificanti del Programma di Governo, ossia l’ammodernamento della PA con la sua digitalizzazione”.

“Sinora si è lavorato, con la prima e la seconda fase di e-Government, per creare le condizioni affinché le Pubbliche amministrazioni, centrali e locali, si dotassero di servizi in rete per cittadini e imprese”.

“Questo enorme sforzo organizzativo non è stato calato dall’alto, ma ha visto coinvolti il Governo, le Regioni e gli Enti locali, secondo un metodo di condivisione ampiamente sperimentato in questi tre anni. Per questo SPC può essere considerata la prima infrastruttura Federale del nostro Paese”.

“Sono previsti risparmi di almeno il 35% dei costi di trasporto dei dati, la riduzione di almeno il 30% dei tempi di svolgimento dei provvedimenti fra Amministrazioni ed un’accelerazione del 50% dei tempi di realizzazione di progetti di cooperazione per i servizi della PA”.

“SPC rappresenta, quindi, una significativa leva di utilizzo della larga banda e uno strumento di politica industriale che favorisce la qualificazione della domanda pubblica e la realizzazione di reti e servizi avanzati di telecomunicazioni, specie in quelle aree del Paese dove i ritorni economici non sono sufficienti per attirare l’iniziativa privata”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: la posta la voglio a casa mia
    vabbuo' statte a casa tua allora.- Scritto da: Anonimo
    ok e' oneroso tenersi i file a casa
    di cui anche che per poco si deve essere
    futtutamente atrezzati
    e bisogna anche pagarci la siae se passa il
    decreto dell'incapace

    pero una volta ricevuta la cosa deve
    rimanere a casa non online
    (non sono al paranoia con il pgp, ma tra un
    po bisognera sare sistemi di crittografia
    FORTE per farsi i cavoli propi)

    comunque io sono dell'idea dell'11
    comandamento (fatti i cavoli tuoi), e del 12
    se qualcuno si fa i cavoli tuoi fatti i
    cavoli suoi meglio dei tuoi, e usa le
    inftomazioni contro di lui
  • Anonimo scrive:
    Re: mail singola da quanto?
    - Scritto da: Anonimo
    a me importa che la mail singola possa
    occupare quanto tutto il max-storage

    lo fanno?no pero' a me va bene lo stesso cosi'.allegato max 10 MByte !
  • Fenix scrive:
    Re: la posta la voglio a casa mia
    - Scritto da: Anonimo
    ok e' oneroso tenersi i file a casa
    di cui anche che per poco si deve essere
    futtutamente atrezzati
    e bisogna anche pagarci la siae se passa il
    decreto dell'incapace

    pero una volta ricevuta la cosa deve
    rimanere a casa non online
    (non sono al paranoia con il pgp, ma tra un
    po bisognera sare sistemi di crittografia
    FORTE per farsi i cavoli propi)

    comunque io sono dell'idea dell'11
    comandamento (fatti i cavoli tuoi), e del 12
    se qualcuno si fa i cavoli tuoi fatti i
    cavoli suoi meglio dei tuoi, e usa le
    inftomazioni contro di luiFatto a cazzotti con l'italiano?;)
  • Anonimo scrive:
    mail singola da quanto?
    a me importa che la mail singola possa occupare quanto tutto il max-storagelo fanno?
  • Anonimo scrive:
    YAHOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
    ;) che bello finalmente non dovro' sclerare per cancellare le email e combattere contro i 6 mb :DGrande notizia :)Uso yahoo da 5 anni da quando ho iniziato e ne sono pienamente soddisfatto :)Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: YAHOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
      sono totalmente d'accordo con te.yahooooo e' uno dei migliori servizi gratis di posta, nettamente superiore a microzoz e a hotmail
  • bacarozz83 scrive:
    rivoglio il pop3!
    sul yahoo.com non è disponibile! se non a pagamento!!! (linux)
  • Anonimo scrive:
    Ma Yahoo.it non lo fa a pagamento
    Mi informai un paio di mesi fa perchè volevo la mailbox a pagamento coi servizi in più, essendo super soddisfatto dei loro servizi mail, ma l'helpdesk italiano mi disse che dovevo contattare l'helpdesk americano, cosa che per mancanza di tempo non ho fatto :( Peccato, perchè il servizio italiano è veramente completo (invece quello di yahoo.com, a quanto ho visto dalla mailbox di un mio amico, ha moolte features in meno), e poterlo espandere non sarebbe per niente male.Anche magari registrare direttamente il dominio con loro e poi poter avere pochi mega (1-2) da farci 4 paginette web, o un redirect verso i domini che ho già.. speriamo che si attrezzino :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma Yahoo.it non lo fa a pagamento
      sono molto soddisfatto della mia casella yahoo... semplice, veloce, intuitiva... mi trovo molto bene.. e poi dopo questo annuncio non posso far altro che consigliarvi di abbandonare quelle mezze sole di Libero, Virgilio, Jumpy e simili..!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma Yahoo.it non lo fa a pagamento
        - Scritto da: Anonimo
        sono molto soddisfatto della mia casella
        yahoo... semplice, veloce, intuitiva... mi
        trovo molto bene.. e poi dopo questo
        annuncio non posso far altro che
        consigliarvi di abbandonare quelle mezze
        sole di Libero, Virgilio, Jumpy e simili..!!uso yahoo da 4 anni e non ho mai riscontrato alcun difetto.
  • Anonimo scrive:
    Dimensione degli allegati?
    La posta elettronica avrà ancora dei forti limiti se non aumenteranno la dimensione degli allegatiIo ho una casella di posta yahoo e ho avuto seri problemi ad inviare dei lavori a dei colleghi molto distanti da casa mia.C'è sempre la scusa della pirateria come se potrebbe diventare questo il mezzo di scambio di divx, software, giochi ecc...
    • Anonimo scrive:
      Re: Dimensione degli allegati?
      - Scritto da: Anonimo
      La posta elettronica avrà ancora dei
      forti limiti se non aumenteranno la
      dimensione degli allegati

      Io ho una casella di posta yahoo e ho avuto
      seri problemi ad inviare dei lavori a dei
      colleghi molto distanti da casa mia.

      C'è sempre la scusa della pirateria
      come se potrebbe diventare questo il mezzo
      di scambio di divx, software, giochi ecc...Ho la tua stessa esigenza, per questo ho pensato a EBMS (Easy Big Mail Sender), che in automatico ti spezzetta le mail grandi in tante mail più piccole, rendendo più semplice l'invio di grosse e-mail :) Per ora non c'è niente, ma tempo di finire un esame e il prossimo weekend su http://www.pieggi.net/ebms/ comparirà qualcosa (ora non c'è niente, neanche la pagina web :( magari stasera ne creo una :) )Stay tuned!
  • Sirswatch scrive:
    Quello che conta oggi è l'asistenza !!!
    Questi annunci 'mirabolanti' di spazio illimitato, banda illimitata, giochi, ricchi premi e cotillons mi fanno ripensare al boom fasullo dell' Hi Tech in borsa !Se fate i conti, è IMPROPONIBILE gestire milioni di caselle email con 100 MB ognuna ! Il costo hardware come può venire ammortizzato ? E non ditemi con la pubblicità, perchè la pubblicità su INTERNET NON FUNZIONA (anche se i pubblicitari dicono il contrario - e in effetti nelle ultime settimane si sono succeduti un sacco di messaggi 'sospetti' che indicano una crescita esponenziale della pubblicità su internet).Inoltre io sono sempre più convinto che il futuro sia l'assistenza al cliente, cosa che i grandi 'portaloni' non vogliono ma soprattutto NON POSSONO dare.In definitiva credo che questi annunci siano solo fumo e che a breve ci saranno altri annunci di 'ritirate strategiche'
    • eu scrive:
      Re: Quello che conta oggi è l'asistenza
      - Scritto da: Sirswatch
      Questi annunci 'mirabolanti' di spazio
      illimitato, banda illimitata, giochi, ricchi
      premi e cotillons mi fanno ripensare al boom
      fasullo dell' Hi Tech in borsa !
      Se fate i conti, è IMPROPONIBILE
      gestire milioni di caselle email con 100 MB
      ognuna ! Il costo hardware come può
      venire ammortizzato ? E non ditemi con la
      pubblicità, perchè la
      pubblicità su INTERNET NON FUNZIONA
      (anche se i pubblicitari dicono il contrario
      - e in effetti nelle ultime settimane si
      sono succeduti un sacco di messaggi
      'sospetti' che indicano una crescita
      esponenziale della pubblicità su
      internet).

      Inoltre io sono sempre più convinto
      che il futuro sia l'assistenza al cliente,
      cosa che i grandi 'portaloni' non vogliono
      ma soprattutto NON POSSONO dare.

      In definitiva credo che questi annunci siano
      solo fumo e che a breve ci saranno altri
      annunci di 'ritirate strategiche'Condivido. Stare alla larga, per quanto è possibile, dai grandi portaloni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quello che conta oggi è l'asistenza
        - Scritto da: eu

        - Scritto da: Sirswatch

        Questi annunci 'mirabolanti' di spazio

        illimitato, banda illimitata, giochi,
        ricchi

        premi e cotillons mi fanno ripensare al
        boom

        fasullo dell' Hi Tech in borsa !

        Se fate i conti, è IMPROPONIBILE

        gestire milioni di caselle email con
        100 MB

        ognuna ! Il costo hardware come
        può

        venire ammortizzato ? E non ditemi con
        la

        pubblicità, perchè la

        pubblicità su INTERNET NON
        FUNZIONA

        (anche se i pubblicitari dicono il
        contrario

        - e in effetti nelle ultime settimane si

        sono succeduti un sacco di messaggi

        'sospetti' che indicano una crescita

        esponenziale della pubblicità su

        internet).



        Inoltre io sono sempre più
        convinto

        che il futuro sia l'assistenza al
        cliente,

        cosa che i grandi 'portaloni' non
        vogliono

        ma soprattutto NON POSSONO dare.



        In definitiva credo che questi annunci
        siano

        solo fumo e che a breve ci saranno altri

        annunci di 'ritirate strategiche'


        Condivido. Stare alla larga, per quanto
        è possibile, dai grandi portaloni.fin quando funzionano non vedo perchè non dovrei approfittarne
    • Bombardiere scrive:
      Re: Quello che conta oggi è l'asistenza !!!
      - Scritto da: Sirswatch
      Questi annunci 'mirabolanti' di spazio
      illimitato, banda illimitata, giochi, ricchi
      premi e cotillons mi fanno ripensare al boom
      fasullo dell' Hi Tech in borsa !
      Se fate i conti, è IMPROPONIBILE
      gestire milioni di caselle email con 100 MB
      ognuna ! Il costo hardware come può
      venire ammortizzato ? E non ditemi con la
      pubblicità, perchè la
      pubblicità su INTERNET NON FUNZIONA
      (anche se i pubblicitari dicono il contrario
      - e in effetti nelle ultime settimane si
      sono succeduti un sacco di messaggi
      'sospetti' che indicano una crescita
      esponenziale della pubblicità su
      internet).

      Inoltre io sono sempre più convinto
      che il futuro sia l'assistenza al cliente,
      cosa che i grandi 'portaloni' non vogliono
      ma soprattutto NON POSSONO dare.

      In definitiva credo che questi annunci siano
      solo fumo e che a breve ci saranno altri
      annunci di 'ritirate strategiche'Tu ti riferisci ai semplici bannerini che cliccandoci sopra ti fanno guadagnare qualche centesimo, ma NON le pubblicità con la formula a contratto: TU PAGHI E IO TI FACCIO PUBBLICITA' SUL MIO PORTALE. Se tu ci pensi un pò su, è come la televisione. Mica i consumatori si fidano di tutti i prodotti, ma solamente di quelli validi, proposti da una fonte di informazione valida. La stessa cosa vale per internet, a differenza che qui i canali di informazioni sono MILIARDI e solo lo 0,001 % è attendibile.Riguardo all'assitenza al cliente, dovrebbe essere proporzionale al servizio che l'azienda offre. Molte volte capita che l'assistenza è buona, e il servizio fa schifo, o viceversa. A mio parere si dovrebbe lavorare sulla proporzionalità tra le due cose.==================================Modificato dall'autore il 17/05/2004 10.30.42==================================Modificato dall'autore il 17/05/2004 10.32.29
    • Anonimo scrive:
      Re: Quello che conta oggi è l'asistenza !!!
      - Scritto da: Sirswatch
      Questi annunci 'mirabolanti' di spazio
      illimitato, banda illimitata, giochi, ricchi
      premi e cotillons mi fanno ripensare al boom
      fasullo dell' Hi Tech in borsa !
      Se fate i conti, è IMPROPONIBILE
      gestire milioni di caselle email con 100 MB
      ognuna ! Il costo hardware come può
      venire ammortizzato ? Ti suggerisco di rifare un po' di conti: qualche migliaio di HD da 100 giga costa meno di un carro armato. Cosa centra il carro armato? Guardati un po' in giro e lo capisci.
  • Anonimo scrive:
    Cominci infostrazio a sbloccare l'SMTP
    ... così almeno chi ha un proprio server com un proprio dominio può anche gestirsi la propria posta in santa pace senza problemi di spazio o chissà che altro. Ma loro dicono che lo fanno per la nostra sicurezza, e quindi per quei cretini che hanno configurato un open relay senza neanche saperlo, han chiuso a tutti la porta smtp :@:@:@:@Io la mia sicurezza me la so gestire benissimo senza il loro aiuto :(:(:(
    • Anonimo scrive:
      Re: Cominci infostrazio a sbloccare l'SM

      Ma loro dicono che lo fanno per la nostra
      sicurezza, e quindi per quei cretini che
      hanno configurato un open relay senza
      neanche saperlo, han chiuso a tutti la porta
      smtp :@:@:@:@Secondo me non è che han messo su un mailserver loro, è che qualche worm usava l'smtp per inviare spam, e essendo troppo utonti han bloccato le porte.Una cosa: se cambi porta non funziona lo stesso?Anche l'imap è bloccato?ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Cominci infostrazio a sbloccare l'SM

        Secondo me non è che han messo su un
        mailserver loro, è che qualche worm
        usava l'smtp per inviare spam, e essendo
        troppo utonti han bloccato le porte.Possibilissimo anche questo ... anzi, in effetti è la cosa più probabile ...
        Una cosa: se cambi porta non funziona lo
        stesso?Su altre porte funziona perfettamente. Però non si può definire una porta non standard nel MX ... dovrei appoggiarmi a qualcun altro che abbia la 25 aperta e che mi giri il traffico su un'altra porta ...
        Anche l'imap è bloccato?Non ho ancora provato. Non avendo mail da scaricare :-(((Ma per quel che mi hanno detto è bloccata solo la 25.
        • Anonimo scrive:
          Re: Cominci infostrazio a sbloccare l'SM
          - Scritto da: Anonimo

          Secondo me non è che han messo
          su un

          mailserver loro, è che qualche
          worm

          usava l'smtp per inviare spam, e essendo

          troppo utonti han bloccato le porte.
          Possibilissimo anche questo ... anzi, in
          effetti è la cosa più
          probabile ... In effetti ;) Mi è venuto in mente pensando ai casini di infostrada e tin con spews e liste simili.


          Una cosa: se cambi porta non funziona lo

          stesso?
          Su altre porte funziona perfettamente.
          Però non si può definire una
          porta non standard nel MX ... dovrei
          appoggiarmi a qualcun altro che abbia la 25
          aperta e che mi giri il traffico su un'altra
          porta ... azz, è vero :o non ci avevo pensato :Sallora non so come fare :D O forse con il campo A di ipv6 si può.. ;) bisogna che indaghi..Ciao
  • wtb scrive:
    Re: la posta la voglio a casa mia
    Trovo il tuo post scritto frettolosamente e quindi un pòconfuso ma a parte questo sono fondamentalmented'accordo nel tenermi i file a casa mia.Possibilmente su un pc adeguatamente protetto.Ma com'era quella cosa del decreto chese passa ecc...ecc... ?? a cosa ti riferisci ? :oAndre
    • Anonimo scrive:
      Re: la posta la voglio a casa mia
      - Scritto da: wtb
      Ma com'era quella cosa del decreto che
      se passa ecc...ecc... ?? a cosa ti riferisci
      ? :oMa tu vivi su un albero di banane forse?Non sai che c'e' un decreto legge che andra' in discussione proprio domani che se dovesse malauguratamente passare, tutti i prezzi delle memorie di massa come minimo raddoppieranno di prezzo per andare a rimpinguare le tasche di pochi papponi e come se non bastasse potranno mandarci tutti in galera?
      • wtb scrive:
        Re: la posta la voglio a casa mia
        Beh a tutti gli effetti se per te la partesuorientale dell'indonesia è un albero di banane...allorasi, vivo su un albero di banane...perchè ?Ora capisci perchè è un tantino difficile collegarmi e leggere la tua maleducazione , da qui ?Figuriamoci leggere un quotidiano italiano.Scusa, eh....
      • wtb scrive:
        Re: la posta la voglio a casa mia
        si vivo sull'albero delle banane e allora ?se il post del tipo fosse stato scritto in italiano magaricapivo che si stava parlando del decreto urbani.:@==================================Modificato dall'autore il 16/06/2004 15.01.45
  • Anonimo scrive:
    la posta la voglio a casa mia
    ok e' oneroso tenersi i file a casadi cui anche che per poco si deve essere futtutamente atrezzatie bisogna anche pagarci la siae se passa il decreto dell'incapacepero una volta ricevuta la cosa deve rimanere a casa non online(non sono al paranoia con il pgp, ma tra un po bisognera sare sistemi di crittografia FORTE per farsi i cavoli propi)comunque io sono dell'idea dell'11 comandamento (fatti i cavoli tuoi), e del 12 se qualcuno si fa i cavoli tuoi fatti i cavoli suoi meglio dei tuoi, e usa le inftomazioni contro di lui
Chiudi i commenti