Router Cisco? Router spioni

L'azienda sta lavorando sulla lawful interception, che consentirà ai provider di intercettare più facilmente le comunicazioni dei propri utenti da passare alle forze dell'ordine


Roma – Router capaci di selezionare rapidamente solo le comunicazioni internet di un certo utente. Questo, in sintesi, l’obiettivo di un progetto su cui sta lavorando il colosso del networking Cisco Systems, che intende dare ai provider un più facile strumento di intercettazione, da utilizzare per consegnare informazioni e dati sul traffico internet alle forze dell’ordine.

L’idea non è nuova, è quella della cosiddetta “lawful interception”, cioè di tecnologie dell’hardware Cisco che si occupa del traffico di rete capaci di impedire che le operazioni di intercettazione siano portate alla luce. Allo stesso tempo questi sistemi impedirebbero, nella visione di Cisco, che forze dell’ordine operanti su un certo soggetto vengano a conoscenza di intercettazioni operate da altre agenzie sullo stesso soggetto. Non solo: se un provider proteggesse con sistemi di cifratura le comunicazioni dei propri utenti potrà ora essere in grado più facilmente di fornire il tutto in forma decifrata alle autorità.

Come si legge in un articolo-intervista pubblicato da Cnet, Cisco sta predisponendo queste tecnologie sostenendo che sono i propri clienti a chiedere all’azienda di facilitare il loro compito. Sempre più spesso, infatti, ai provider viene chiesto dalle forze dell’ordine di rilasciare informazioni sul traffico internet dei propri utenti, un lavoro che ora potrebbe essere semplificato di molto. Della cosa si dibatte anche su Slashdot.

Secondo Cisco, il sistema non solo consente di individuare più specificamente il traffico di interesse ma anche impedisce che alle forze dell’ordine arrivino informazioni su altri utenti non richieste espressamente. Oggi come oggi, infatti, il provider fornisce log che vengono poi analizzati nel dettaglio dalle autorità di polizia, che devono scremarli per individuare l’informazione di interesse. Come a dire, cioè, che il controllo più specifico del singolo utente si traduce in una qualche forma di garanzia per gli altri.

Chi si sente più sicuro alzi il mouse.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    con quali soldi pagano gli originali?
    Malgrado la fede senza confini degli islamici e la serietà con la quale seguono gli insegnamenti che gli vengono inculcati, penso che quello sulla pirateria non lo rispetteranno neanche loro! Hanno a malapena i soldi per mangiare, cosa volete che comprino CD?! Assolutamente ridicole ste cose! Stavolta se ne sbatteranno altamente le palle e continueranno a copiare anche loro alla faccia dell'islam!
  • Anonimo scrive:
    Ma perke la chiesa...
    ... non si occupa mai di religione?
  • Anonimo scrive:
    Adesso si che sono preoccupato
    Anche Allah e' a favore dei discografici.Il Dio cattolico cosa ne pensa ?A quando l'undicesimo comandamento "non scaricare mp3" ?Meno male che Dio ha inciso i comandamenti sulla pietra, se per caso avesse usato qualsiasi altro mezzo di supporto probabilmente ora dovrebbe pagare la tassa alla SIAE.Ma se riproduco la Bibbia su un CD a chi va la tassa sul giusto compenso per gli autori ?
  • Anonimo scrive:
    3% .
    Continuo a non capire perchè TUTTI devono pagare il 3% in più sui dispositivi di riproduzione - che vanno a finire nelle casse della SIAE che "distribuisce" il soldi agli autori... si, in base ai maggiori fatturati, cioè alle discografiche e qualche autore più attivo. I più "piccoli", non vedranno neanche un centesimo, come al solito!Saluti.
  • Anonimo scrive:
    huquq maliyyah (C)
    gu!
  • Anonimo scrive:
    Arretrati.
    Pure loro.Sveglia! Il mondo cambia.Non è immutabile come la Bibbia ed il Corano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Arretrati.
      secondo me neanche sanno di cosa parlano. Qualche manager li avrà pagati per uscirsene fuori con 'sta storia...
    • Ekleptical scrive:
      Re: Arretrati.

      Sveglia! Il mondo cambia.Quello che non avete capito è che il mondo sta cambiando sì, ...ma contro di voi share-dipendenti!!!!Ma fra poco vi sveglierete, non vi preoccupate...
      • Anonimo scrive:
        Re: Arretrati.
        Nessuno dei 2 ha ragione, ma dopo anni dovrebbero essere loro a fare il passetto.
      • vidock scrive:
        Re: il mondo cambia
        non siamo preoccupati .... continua pure a giocare ai cowboy.. sceriffo del bigolo.- Scritto da: Ekleptical


        Sveglia! Il mondo cambia.

        Quello che non avete capito è che il mondo
        sta cambiando sì, ...ma contro di voi
        share-dipendenti!!!!

        Ma fra poco vi sveglierete, non vi
        preoccupate...
    • Anonimo scrive:
      il mondo cambia ?
      scusa ma cosa significa che il mondo cambia ? che si possono scaricare e masterizzare senza pagare una lira CD musicali e Film la cui realizzazione è costata milioni e milioni di dollari ?Se significa questo allora mi pare che poco stia cambiando il latrocinio dei diritti d'autore portera' ben presto alla scomparsa di qualsiasi forma d'arte musicale e filmica.
      • vidock scrive:
        Re: il mondo cambia
        - Scritto da: Anonimo
        scusa ma cosa significa che il mondo cambia
        ? che si possono scaricare e masterizzare
        senza pagare una lira CD musicali e Film la
        cui realizzazione è costata milioni e
        milioni di dollari ?
        Se significa questo allora mi pare che poco
        stia cambiando il latrocinio dei diritti
        d'autore portera' ben presto alla scomparsa
        di qualsiasi forma d'arte musicale e
        filmica.
        porterà alla fine del mercato pubblicitario che spaccia paccottiglia pubblicitaria per arte.L'arte non corre di questi rischi.
        • Anonimo scrive:
          Re: il mondo cambia
          portera' alla fine della grande macchina della propaganda USA... la maggior parte dei filmz di hollywood sono pura propaganda! pensate che guadagno per l'arte senza quei polpettoni!- Scritto da: vidock

          - Scritto da: Anonimo

          scusa ma cosa significa che il mondo
          cambia

          ? che si possono scaricare e masterizzare

          senza pagare una lira CD musicali e Film
          la

          cui realizzazione è costata milioni e

          milioni di dollari ?

          Se significa questo allora mi pare che
          poco

          stia cambiando il latrocinio dei diritti

          d'autore portera' ben presto alla
          scomparsa

          di qualsiasi forma d'arte musicale e

          filmica.



          porterà alla fine del mercato pubblicitario
          che spaccia paccottiglia pubblicitaria per
          arte.
          L'arte non corre di questi rischi.
          • Anonimo scrive:
            mi dispiace dissentire
            ma i grandi capolavori filmici del passato, sono stati realizzati quando la gente pagava per andare la cinema, non penso che si possano fare buoni film con 4 lire, vedi la fine che fatto il cinema italiano, sicuramente hollywood sarà l'ultima a morire.
          • cico scrive:
            Re: mi dispiace dissentire
            non penso che si
            possano fare buoni film con 4 lire---8
Chiudi i commenti