Ruffer ha cavalcato l'onda di Bitcoin: 1,1 miliardi di guadagno

1,1 miliardi di guadagno da Bitcoin per Ruffer

La realtà britannica ha intercettato con i tempi giusti il trend al rialzo di Bitcoin, generando un importante profitto nel momento della vendita.
La realtà britannica ha intercettato con i tempi giusti il trend al rialzo di Bitcoin, generando un importante profitto nel momento della vendita.

In cinque mesi, tra novembre e aprile, Ruffer Investment Management ha generato profitti per un equivalente pari a 1,1 miliardi di dollari grazie a Bitcoin. È quanto riportato nel fine settimana dalla redazione del Sunday Times.

Ruffer ha cavalcato l'onda di Bitcoin

Il gruppo britannico ha saputo approfittare, con le giuste tempistiche, del forte aumento di prezzo registrato dalla criptovaluta nella prima parte di questo 2021, scegliendo poi di disfarsi delle monete acquisite. Riportiamo di seguito in forma tradotta la dichiarazione attribuita ad Hamish Baillie, direttore di Ruffer.

Quando il prezzo è raddoppiato, tra dicembre e l'inizio di gennaio, abbiamo tratto profitto per conto di alcuni nostri clienti. Abbiamo poi attivamente gestito la posizione e, al momento della cessione dell'ultima tranche in aprile, il guadagno complessivo ha di poco superato 1,1 miliardi di dollari.

La società ha scelto di convertire il 2,5% del proprio portfolio (quantificato in 27 miliardi di dollari) in Bitcoin nel novembre scorso, dopo aver intuito e intercettato il trend al rialzo. Lo ha fatto affidandosi a One River Digital e all'exchange Coinbase.

Secondo il Sunday Times, Ruffer ha deciso di cedere i BTC acquistati anche in conseguenza a un calo dell'interesse registrato da parte dei più giovani, in particolare quelli che durante la fase più dura della pandemia si erano avvicinati al trading delle criptovalute.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti