Russia: taccia il razzista YouTube

Un giudice ordina ad un ISP locale di procedere al blocco generale di YouTube. Che avrebbe ospitato un filmato xenofobo, un pericolo per la società multi-etnica. Nel mirino anche Internet Archive e tre biblioteche

Roma – Mosca si va ad aggiungere a una già corposa lista di governi, tra cui quelli del Brasile, dell’Iran, della Turchia e del Pakistan. YouTube è recentemente finita nelle mire delle autorità russe, che hanno ordinato il blocco generale della piattaforma di video sharing di Google.

La decisione è stata presa da una corte di Komsomolsk-on-Amur , che ha di fatto obbligato il provider locale Rosnet a chiudere le principali vie d’accesso al Tubo. YouTube avrebbe infatti ospitato un filmato dal titolo Russia for Russians , giudicato dalla stessa corte come un contenuto dai sapori fortemente xenofobi e razzisti .

Il giudice di Komsomolsk-on-Amur ha voluto in sostanza impedire che media e social media diffondessero un video ritenuto pericoloso per l’attuale società multi-etnica della Russia. E nel mirino della corte è finito anche il sito Internet Archive che, insieme ai siti di tre biblioteche locali, avrebbe ospitato i ben noti scritti del dittatore Adolf Hitler .

Affatto soddisfatto, il gestore di Rosnet Aleksandr Ermakov ha giudicato assurda la decisione del giudice. “Tutta l’umanità usa YouTube – ha spiegato Ermakov – e i provider come il nostro non violano affatto la legge. Ma siamo costretti a chiudere il sito e, a seguire questa logica, dovremmo demolire tutti quei palazzi che hanno una svastica rappresentata sulla facciata”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Clara Calamai scrive:
    Privacy=problema di educazione...
    Il discorso della privacy è principalemnte un discorso di educazione dei netizen: così come tutti sappiamo che se una persona si fa una doccia e poi va ad asciugarsi da nuda sul balcone di casa, poi non ha molte ragioni per lamentarsi se i vicini la vedono, allo stesso modo, anzi a maggiore ragione, bisognerebbe educare fin dalla scuola chi usa internet che determinate informazioni, se vogliamo che non diventino di pubblico dominio, dobbiamo imparare a tutelarle.Per di più facebook ha avuto nel passato impostazioni della privacy non chiarissime e non particolarmente intuitive. Se aggiungiamo il fatto che diverse persone senza alcuna competenza informatica si sono buttate a capofitto nei social network, senza capire bene quello che stavano facendo e le relative conseguenze, la frittata è fatta.
    • La redazione si riserva di cancellare scrive:
      Re: Privacy=problema di educazione...
      Precisamente.Pochissimi hanno interesse per la privacy, e chi ce l'ha viene considerato paranoico: è evidente che manca un po' di educazione in quest'ambito e manca anche la conoscenza delle "controindicazioni" dei social network.
  • bertuccia scrive:
    Nessun pericolo per la privacy
    ...per questa volta (cylon)non so se avete scaricato il file,contiene solo la lista di nominativie i relativi url assoluti(che comunque contengono un identificativo univoco)
    • ziovax scrive:
      Re: Nessun pericolo per la privacy
      L'articolo dice chiaramente che il crawler ha preso solo dati pubblici, e se hai constatato che sono solo il nome e l'indirizzo, avrebbe potuto leggerli chiunque di noi, in qualsiasi momento ed anche se non iscritto.Il problema della privacy esiste a priori, se non vuoi avere impicci non metti i tuoi dati sensibili su un database che lì terrà in modo permanente.
  • Zio Cavallo scrive:
    Anche a me stava sul c/z Facebook
    ...finché non mi ci sono iscritto :)Basta non scrivere i XXXXX propri e privatizzare il profilo, non vedo quale sia il problema.
    • bertuccia scrive:
      Re: Anche a me stava sul c/z Facebook
      - Scritto da: Zio Cavallo
      ...finché non mi ci sono iscritto :)

      Basta non scrivere i XXXXX propri e privatizzare
      il profilo, non vedo quale sia il
      problema.per quel che mi riguarda il problema è il fatto che si prendano i diritti sui contenuti che carichi e lo storage dei dati anche in caso di eliminazionesenza contare che solo di recente hanno regolamentato l'acXXXXX ai dati per le applicazioni di terze partise poi ci metti che non sembrano avere molto a cuore la tutela e la sicurezza dei dati archiviati (vedi questo caso e il caso dei dipendenti con password generiche per l'acXXXXX ai profili privati)mi fido ZERO di sta azienda, pertanto evito
      • H5N1 scrive:
        Re: Anche a me stava sul c/z Facebook
        Io ci aggiungerei anche il fatto che, seppur uno abbia il profilo privato, ciò non toglie che un suo "amico" possa "prelevare" qualche sua 'fotina' e ripubblicarla in chiaro... e non è detto che se ne accorga.Conosco gente semi-asociale che, chissà-come-mai, su facebook ha quasi 2.000 "amicizie"...Forse magari è tempo di dar maggior peso anche alle parole, no?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 luglio 2010 01.16-----------------------------------------------------------
        • ziovax scrive:
          Re: Anche a me stava sul c/z Facebook
          - Scritto da: H5N1
          Io ci aggiungerei anche il fatto che, seppur uno
          abbia il profilo privato, ciò non toglie che un
          suo "amico" possa "prelevare" qualche sua
          'fotina' e ripubblicarla in chiaro... e non è
          detto che se ne
          accorga.Questo era possibile anche prima di feisbuk.
          • H5N1 scrive:
            Re: Anche a me stava sul c/z Facebook
            Con "prelevare" intendo scaricare dal profilo privato.
      • Joshthemajor scrive:
        Re: Anche a me stava sul c/z Facebook
        - Scritto da: bertuccia
        - Scritto da: Zio Cavallo

        ...finché non mi ci sono iscritto :)



        Basta non scrivere i XXXXX propri e privatizzare

        il profilo, non vedo quale sia il

        problema.

        per quel che mi riguarda il problema è il fatto
        che si prendano i diritti sui contenuti che
        carichi e lo storage dei dati anche in caso di
        eliminazione

        senza contare che solo di recente hanno
        regolamentato l'acXXXXX ai dati per le
        applicazioni di terze
        parti

        se poi ci metti che non sembrano avere molto a
        cuore la tutela e la sicurezza dei dati
        archiviati (vedi questo caso e il caso dei
        dipendenti con password generiche per l'acXXXXX
        ai profili
        privati)

        mi fido ZERO di sta azienda, pertanto evitoQuotone.
      • Non sono io scrive:
        Re: Anche a me stava sul c/z Facebook
        - Scritto da: bertuccia
        mi fido ZERO di sta azienda, pertanto evitoQuotone.
    • random name scrive:
      Re: Anche a me stava sul c/z Facebook
      Facebook è come il fumo passivo, anche se non li carichi tu personalmente i c###i tuoi, ci pensa chi ti conosce a farlo ;-)
      • bepi scrive:
        Re: Anche a me stava sul c/z Facebook
        ma pero' ci devi essere in facc'e'cuc! altrimenti........pippe!!!!!hunt gassosen
      • Non sono io scrive:
        Re: Anche a me stava sul c/z Facebook

        Facebook è come il fumo passivo, anche se non li
        carichi tu personalmente i c###i tuoi, ci pensa
        chi ti conosce a farlo
        ;-)Vero, hai proprio fatto l'esempio azzeccato :(
  • evilripper scrive:
    2,8 giga di mondezza :-D
    come ho letto in un commento inglese alla stessa notizia:2giga di informazioni su farmville! :-Dpspiu' che un hacker è un programmatore un crawler son buoni tutti a farlo anche io! poi ci sono anche le API. -_-
    • lol scrive:
      Re: 2,8 giga di mondezza :-D
      Ehm, non minimizzare il suo lavoro.Poi hacker non significa che ha superato un certo livello di capacità. Indica invece la voglia di sfruttare e capire determinate cose.
    • enrico scrive:
      Re: 2,8 giga di mondezza :-D
      attento che pungono
      • bepi coccode scrive:
        Re: 2,8 giga di mondezza :-D
        certo che pungono ,non pretenderai mica che siano docili,pero ci insegnano che certi netw è meglio perderli che incontrarli ,perchè poi tanta gente si infuria per lo spam, lui ,almeno ci fa un po riflettere tutti poi naturalmente uno prima di iscriversi(se è un po' furbo, uno,prima, cerca di informarsi con chi ha a che fare e poi............valuta)io,la penso così non so se e giusto o no....poi ognuno fa cio che crede
  • La redazione si riserva di cancellare scrive:
    Che bello
    E in modo analogo per le grandi occasioni, anch'io posso dire"io non c'ero" :D
    • oh sveglia scrive:
      Re: Che bello
      - Scritto da: La redazione si riserva di cancellare
      E in modo analogo per le grandi occasioni,
      anch'io posso
      dire
      "io non c'ero"

      :De neanche io!!!!!!!!!!!!!!
      • bertuccia scrive:
        Re: Che bello
        - Scritto da: oh sveglia
        - Scritto da: La redazione si riserva di
        cancellare

        E in modo analogo per le grandi occasioni,

        anch'io posso

        dire

        "io non c'ero"



        :D

        e neanche io!!!!!!!!!!!!!!io nemmeno, ero in attesa di questo giorno :)
        • asd scrive:
          Re: Che bello
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: oh sveglia

          - Scritto da: La redazione si riserva di

          cancellare


          E in modo analogo per le grandi occasioni,


          anch'io posso


          dire


          "io non c'ero"





          :D



          e neanche io!!!!!!!!!!!!!!

          io nemmeno, ero in attesa di questo giorno :)mi aggiungo alla lista dei "felice di non esserci stato"
          • mcguolo scrive:
            Re: Che bello
            Pure io non c'ero! [bastava mettere il profilo privato... ci si può anche stare su facebook, ma usando l'intelligenza!]
          • Invasore scrive:
            Re: Che bello
            - Scritto da: asd
            - Scritto da: bertuccia

            - Scritto da: oh sveglia


            - Scritto da: La redazione si riserva di


            cancellare



            E in modo analogo per le grandi occasioni,



            anch'io posso



            dire



            "io non c'ero"







            :D





            e neanche io!!!!!!!!!!!!!!



            io nemmeno, ero in attesa di questo giorno :)
            mi aggiungo alla lista dei "felice di non esserci
            stato"mi accodo anche io... Non vedo l'ora di iniziare con "i te lo avevo detto!"
          • sentinel scrive:
            Re: Che bello
            - Scritto da: Invasore
            - Scritto da: asd

            - Scritto da: bertuccia


            - Scritto da: oh sveglia



            - Scritto da: La redazione si riserva di



            cancellare




            E in modo analogo per le grandi occasioni,




            anch'io posso




            dire




            "io non c'ero"









            :D







            e neanche io!!!!!!!!!!!!!!





            io nemmeno, ero in attesa di questo giorno :)

            mi aggiungo alla lista dei "felice di non
            esserci

            stato"

            mi accodo anche io... Non vedo l'ora di iniziare
            con "i te lo avevo
            detto!"Ovviamente anche io non c'ero in questa lista di poveri utenti predati...
  • bertuccia scrive:
    LOL :)
    ecco che succede a fidarsidi chi è interessato UNICAMENTE al business
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: LOL :)
      - Scritto da: bertuccia
      ecco che succede a fidarsi
      di chi è interessato UNICAMENTE al businessEhm, e chi non è interessato al business???
      • bertuccia scrive:
        Re: LOL :)
        - Scritto da: Mela avvelenata

        Ehm, e chi non è interessato al business???tutti sono interessati e mossi dal business.ma io ho precisato 'unicamente'.un'azienda come google ha più volte dimostratodi non essere mossa *unicamente* dal denaro
  • Guybrush scrive:
    La privacy...
    ...per prima cosa dovrebbero sapere gli utenti cos'e'.Poi il crawler dovrebbe imparare a distinguere informazioni vere da informazioni false messe a bella posta per creare confusione.Non so quanto di quel giga e due di dati sia rilevante, sicuramente molto visto che fino a qualche anno fa il file piu' scambiato sulle reti P2P si chiamava "AUTOEXEC.BAT" (sic!) pero' qualcosina nel panorama in rete sta cambiando.Se in meglio o in peggio non saprei, ma sta cambiando.Un salutoGT
Chiudi i commenti