Samsung apre l'era delle GDDR4

Il produttore coreano avvia la produzione in volumi di quelli che ritiene i chip grafici più veloci al mondo. ATI e Nvidia sembrano pronte ad impiegarli sulle loro prossime generazioni di schede grafiche hi-end

Seoul (Corea del Sud) – Con un annuncio che inietterà adrelanina nel sangue dei patiti delle performance grafiche estreme, Samsung ha ieri avviato la produzione in volumi dei suoi chip di memoria GDDR4.

La nuova generazione di memorie Graphics Double Data Rate , come noto espressamente progettate per le applicazioni grafiche, è stata sviluppata dal colosso coreano per rimpiazzare le attuali GDDR3 di ATI: rispetto a queste, le GDDR4 promettono un’ulteriore riduzione dei consumi energetici (fino al 45%) e un sensibile incremento delle performance.

Le nuove memorie, che attualmente hanno un clock effettivo di 2,8 GHz (1,4 GHz DDR), sono in grado di raggiungere una frequenza operativa di 3,2 GHz.

Fabbricato con un processo a 80 nanometri, il chip GDDR4 a 512 Mbit del colosso coreano integra 32 pin di I/O, ciascuno dei quali capace di trasferire i dati alla velocità massima di 3,2 Gbit al secondo: in totale, quindi, il chip fornisce un’ampiezza di banda pari a 12,8 Gbyte al secondo.

“Con una tale velocità di elaborazione siamo in grado di offrire ai produttori di schede video la larghezza di banda necessaria per realizzare movimenti e immagini texturizzate in grado di rivaleggiare, sul fronte del realismo, con le produzioni cinematografiche”, ha affermato Mueez Deen, marketing director, Graphics Memory and Mobile DRAM di Samsung Semiconductor.

Samsung si aspetta che la domanda di memorie GDDR4 subisca un’accelerazione a partire dalla seconda metà del 2006, quando un crescente numero di utenti migrerà verso i processori a 64 bit. Stando alle indiscrezioni, le memorie GDDR4 dovrebbero debuttare nella famiglia di schede grafiche GeForce 8 di Nvidia e Radeon R600 di ATI.

Ad affiancare Samsung nella produzione di chip GDDR4 vi sarà anche Hynix , altro grosso produttore di memorie coreano.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Non capisco
    Non capisco l'atteggiamento di tantissimi utenti su vari forum.Si lamentano che Linux è troppo difficile e che per questo rimangono con Windows. E quindi? Ma chi vi costringe a passare a Linux?E poi l'ignoranza diffusissima: WPA2 non supportato, RPM impossibili da installare, difficoltà di impostare i repository del software, e via discorrendo. Non capisco se tali persone sono solo degli stupidi troll o se sono davvero ignoranti e non conoscono un motore di ricerca.Forse con Windows sono "nati imparati"? Forse Windows ha fatto sempre da principio tutto quello che volevano e loro non hanno mai dovuto scaricare e installare un programma, e prima di questo non hanno mai dovuto cercare il nome di un programma che facesse quello che volevano loro?E non parliamo di altri personaggi, che invece sono troll dichiarati.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma chi se lo caca linux
    - Scritto da:
    Mentre Gnome e KDE continuano inperterriti aVisto che scrivi imperterriti con la "n" direi che è meglio se stacchi la tastiera dal tuo mac e usi solo il mouse. Così almeno ci risparmi questi commenti inutili buoni solo a deturpare l'Italiano.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma chi se lo caca linux
      - Scritto da:
      Visto che scrivi imperterriti con la "n" direi
      che è meglio se stacchi la tastiera dal tuo mac e
      usi solo il mouse. Così almeno ci risparmi questi
      commenti inutili buoni solo a deturpare
      l'Italiano.Deturpami la minchia
  • Anonimo scrive:
    Re: ma chi se lo caca linux
    - Scritto da:
    Fai schifo con questi post del cazzo, ma vai
    rampere i coglioni da un'altra parte e se vuoi
    usare il tuo OS X usale senza sparare
    stronzate...Ma vaffanculo
  • Anonimo scrive:
    Linux è una merda
    così parlò zarathustra (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma chi si caca te, sbruffone
    - Scritto da:
    Come da titolo.stai consumando lo spazio di PI con i tuoi reply del cazzoperchè non te ne vai affanculo ?Il Nero
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi si caca te, sbruffone
      - Scritto da:

      - Scritto da:

      Come da titolo.

      stai consumando lo spazio di PI con i tuoi reply
      del
      cazzo
      perchè non te ne vai affanculo ?


      Il NeroNon sei il Nero, vacci tu in ano.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma chi se lo caca linux
    Seppur è verissimo che MacOS X è un miracolo in quanto sono riusciti a rendere semplice e intuitivo uno UNIX, seppure è vero che spesso nel mondo open source c'è una frammentazione che non fa bene, non dimentichiamoci però che MacOSX SI PAGA, cosa che con linux non avviene, a meno che non decidi di comprare una distribuzione commerciale.Ci si scaglia tanto contro il DRAGA di REDMOND ma quello di CUPERTINO non è che sia molto meglio eh...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma chi se lo caca linux
      - Scritto da:
      Seppur è verissimo che MacOS X è un miracolo in
      quanto sono riusciti a rendere semplice e
      intuitivo uno UNIX, seppure è vero che spesso nel
      mondo open source c'è una frammentazione che non
      fa bene, non dimentichiamoci però che MacOSX SI
      PAGA, cosa che con linux non avviene, a meno che
      non decidi di comprare una distribuzione
      commerciale.

      Ci si scaglia tanto contro il DRAGA di REDMOND ma
      quello di CUPERTINO non è che sia molto meglio
      eh...Si pagano entrambi (commerciali e linux). La differenza sta nella forma di pagamento, che nel caso dei sistemi free é tempo di apprendimento e di sperimentazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma chi se lo caca linux
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Seppur è verissimo che MacOS X è un miracolo in

        quanto sono riusciti a rendere semplice e

        intuitivo uno UNIX, seppure è vero che spesso
        nel

        mondo open source c'è una frammentazione che non

        fa bene, non dimentichiamoci però che MacOSX SI

        PAGA, cosa che con linux non avviene, a meno che

        non decidi di comprare una distribuzione

        commerciale.



        Ci si scaglia tanto contro il DRAGA di REDMOND
        ma

        quello di CUPERTINO non è che sia molto meglio

        eh...

        Si pagano entrambi (commerciali e linux). La
        differenza sta nella forma di pagamento, che nel
        caso dei sistemi free é tempo di apprendimento e
        di
        sperimentazione.Beh, i soldi spesi in apprendimento e competenze direi che sono ben spesi...
        • Anonimo scrive:
          Re: ma chi se lo caca linux
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Seppur è verissimo che MacOS X è un miracolo
          in


          quanto sono riusciti a rendere semplice e


          intuitivo uno UNIX, seppure è vero che spesso

          nel


          mondo open source c'è una frammentazione che
          non


          fa bene, non dimentichiamoci però che MacOSX
          SI


          PAGA, cosa che con linux non avviene, a meno
          che


          non decidi di comprare una distribuzione


          commerciale.





          Ci si scaglia tanto contro il DRAGA di REDMOND

          ma


          quello di CUPERTINO non è che sia molto meglio


          eh...



          Si pagano entrambi (commerciali e linux). La

          differenza sta nella forma di pagamento, che nel

          caso dei sistemi free é tempo di apprendimento e

          di

          sperimentazione.


          Beh, i soldi spesi in apprendimento e competenze
          direi che sono ben
          spesi...evidentemente il tempo speso ad usare il cervello viene concepito da sto tizio come una spesa.. si vede che c'è l'ha a noleggio....
          • Anonimo scrive:
            Re: ma chi se lo caca linux
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Seppur è verissimo che MacOS X è un miracolo

            in



            quanto sono riusciti a rendere semplice e



            intuitivo uno UNIX, seppure è vero che
            spesso


            nel



            mondo open source c'è una frammentazione che

            non



            fa bene, non dimentichiamoci però che MacOSX

            SI



            PAGA, cosa che con linux non avviene, a meno

            che



            non decidi di comprare una distribuzione



            commerciale.







            Ci si scaglia tanto contro il DRAGA di
            REDMOND


            ma



            quello di CUPERTINO non è che sia molto
            meglio



            eh...





            Si pagano entrambi (commerciali e linux). La


            differenza sta nella forma di pagamento, che
            nel


            caso dei sistemi free é tempo di
            apprendimento
            e


            di


            sperimentazione.





            Beh, i soldi spesi in apprendimento e competenze

            direi che sono ben

            spesi...


            evidentemente il tempo speso ad usare il cervello
            viene concepito da sto tizio come una spesa.. si
            vede che c'è l'ha a
            noleggio....beh se non arrivi a capire concetti lapalissiani tu di risorse ne sprechi a iosa e per nulla proprio
    • Anonimo scrive:
      Re: ma chi se lo caca linux
      - Scritto da:
      è vero che spesso nel
      mondo open source c'è una frammentazione che non
      fa bene, non dimentichiamoci però che MacOSX SI
      PAGA, cosa che con linux non avviene, a meno che
      non decidi di comprare una distribuzione
      commerciale.ma da quando esistono le distribuzioni commerciali?e poi quale linaro scoppiato comprerebbe mai una distro dal momento che l'edicolante te le tira in testa (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Re: ma chi se lo caca linux
    - Scritto da:
    ma poi scusate sono 5 anni che i linux fan boy
    ci stanno smarronando le palle con la solita
    solfa "Questo sarà l'anno di linux sul desktop"concordo in questa frase, invece che riunirsi per un progetto comune non fanno altro che mettere su l'ennesima nuova distribuzione. Quando lo capiranno i linari che un OS non è un semplice ammasso di software e di applicazioni prese a caso?
    • Anonimo scrive:
      Libertà, questa sconosciuta
      A chi predica il vangelo MS.- Scritto da:

      - Scritto da:

      ma poi scusate sono 5 anni che i linux fan boy

      ci stanno smarronando le palle con la solita

      solfa "Questo sarà l'anno di linux sul desktop"

      concordo in questa frase, invece che riunirsi per
      un progetto comune non fanno altro che mettere su
      l'ennesima nuova distribuzione. Quando lo
      capiranno i linari che un OS non è un semplice
      ammasso di software e di applicazioni prese a
      caso?

  • Anonimo scrive:
    Re: ma chi se lo caca linux
    - Scritto da:
    Mentre Gnome e KDE continuano inperterriti a
    sviluppare minchiate su minchiate[img]http://www.5aday.gov/tools/assets/photos/banana.jpg[/img]Tieni, va'...
  • Anonimo scrive:
    Passate a windows
    e risolvete qualsiasi problema di compatibilità
  • Anonimo scrive:
    Freno per Linux
    Uno dei problemi che impediscono a Linux di affermarsi nei desktop è questo!!!E' incredibile ma dentro Linux mancano degli standard unici. Per esempio, anche installare un .rpm può dare dei problemi sotto debian. Questo non è accetabile. Se si vuole sfondare sul desktop bisogna semplificare molte cose senza pregiudicarne altre. E' qui che si vede se un sistema operativo ha le palle.Non vedo l'ora di passare a Linux, provo ogni distro nuova che esce. Una non riconosce la scheda audio, l'altra è perfetta ma vede la scheda video come una VGA, oppure ne ho trovata una che riconosce audio e video, ma non vuole saperne di vedere la rete aziendale.E il wifi? Solo WEP. Ma vai a cagare.Lo so, lo so. Qualche riga di codice qua e la e si mette a posto tutto. Su internet le soluzioni si trovano. Ma io gestisco 7 computer diversi e non ho voglia di risolvere 7 diversi problemi di installazione.Linux è ottimo, ma deve lavorare ancora un po' su queste cose.
    • Anonimo scrive:
      Re: Freno per Linux
      - Scritto da:
      Uno dei problemi che impediscono a Linux di
      affermarsi nei desktop è
      questo!!!

      E' incredibile ma dentro Linux mancano degli
      standard unici. Per esempio, anche installare un
      .rpm può dare dei problemi sotto debian.
      Questo non è accetabile.Invece lo è:rpm nn è fatto per debian. Se si vuole sfondare sul
      desktop bisogna semplificare molte cose senza
      pregiudicarne altre. E' qui che si vede se un
      sistema operativo ha le
      palle.

      Non vedo l'ora di passare a Linux, provo ogni
      distro nuova che esce. Una non riconosce la
      scheda audio, l'altra è perfetta ma vede la
      scheda video come una VGA, oppure ne ho trovata
      una che riconosce audio e video, ma non vuole
      saperne di vedere la rete
      aziendale.questo xke diverse implementazioni sono fatte nel kernel e quello è compilato secondo "disposizioni" differenti.
      E il wifi? Solo WEP. Ma vai a cagare.
      Lo so, lo so. Qualche riga di codice qua e la e
      si mette a posto tutto. Su internet le soluzioni
      si trovano. Ma io gestisco 7 computer diversi e
      non ho voglia di risolvere 7 diversi problemi di
      installazione.bah,una volta che trovi il modo lo trovi per tutti i pc!

      Linux è ottimo, ma deve lavorare ancora un po' su
      queste
      cose.
    • Anonimo scrive:
      Re: Freno per Linux
      - Scritto da:
      E' incredibile ma dentro Linux mancano degli
      standard unici. Per esempio, anche installare un
      .rpm può dare dei problemi sotto debian. Questo
      non è accetabile.Ecco il perchè linux è una ciofeca immensa!
      • Anonimo scrive:
        Re: Freno per Linux
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        E' incredibile ma dentro Linux mancano degli

        standard unici. Per esempio, anche installare un

        .rpm può dare dei problemi sotto debian. Questo

        non è accetabile.

        Ecco il perchè linux è una ciofeca immensa!stà zitto perchè da quel che vedo non sai nemmeno cos'è un rpm......una ciofeca....guarda che lamer girano per a rete...
      • Anonimo scrive:
        Re: Freno per Linux
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        E' incredibile ma dentro Linux mancano degli

        standard unici. Per esempio, anche installare un

        .rpm può dare dei problemi sotto debian. Questo

        non è accetabile.

        Ecco il perchè linux è una ciofeca immensa!Ottima argomentazione.Mi hai convinto.P.S.: Mi dici come si disinstalla Internet Explorer?
    • Anonimo scrive:
      Re: Freno per Linux
      - Scritto da:
      Uno dei problemi che impediscono a Linux di
      affermarsi nei desktop è
      questo!!!Ah si?
      E' incredibile ma dentro Linux mancano degli
      standard unici. Per esempio, anche installare un
      .rpm può dare dei problemi sotto debian. Questo
      non è accetabile. Questo è accettabile, infatti Linux è un kernel, non è un sistema operativo. Che poi il 95% della roba che esiste in .rpm esista anche in .deb e che il 95% del restante 5% sia software proprietario che ha anche un installer "generico" a te non interessa, right?
      Se si vuole sfondare sul
      desktop bisogna semplificare molte cose senza
      pregiudicarne altre. E' qui che si vede se un
      sistema operativo ha le
      palle.Tipo semplificare molte cose senza pregiudicare la stabilità? E' vero... è qui che si vede se un OS ha le palle. :p
      Non vedo l'ora di passare a Linux, provo ogni
      distro nuova che esce. Una non riconosce la
      scheda audio, l'altra è perfetta ma vede la
      scheda video come una VGA, oppure ne ho trovata
      una che riconosce audio e video, ma non vuole
      saperne di vedere la rete
      aziendale.
      E il wifi? Solo WEP. Ma vai a cagare.Si vede che è un po' che non provi GNU/Linux. Esiste Network Manager che supporta WEP e WPA con EAP-TLS e un po' di altri standard. Sarebbe carino che invece di usare esempi costruiti ad arte tu citassi i nomi delle distribuzioni e poi segnalassi i problemi a chi quelle distro le sviluppa. Altrimenti di tester come te la community OS non sente il minimo bisogno. :)
      Lo so, lo so. Qualche riga di codice qua e la e
      si mette a posto tutto. Su internet le soluzioni
      si trovano. Ma io gestisco 7 computer diversi e
      non ho voglia di risolvere 7 diversi problemi di
      installazione.

      Linux è ottimo, ma deve lavorare ancora un po' su
      queste
      cose.La fiera dei luoghi comuni è finita, finalmente. :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Freno per Linux
        Si usa Windows e si risolvono tutti i problemi
        • Anonimo scrive:
          Re: Freno per Linux
          Si, perché windows riconBUGosce tutto e funziona bene vero?SI perchè windows ha solo 10^12 BUG, MS Office 10^6 IE 10^180 problemi...scommetti che riesci a installare Win XP SPE, versione originamle MS, senza problemi e a vedere tutte le periferiche su un portatile con centrino duo, disco sata e una scheda rete gigabit, e scheda video di ultima generazione.Provaci e poi ne riparliamo
          • Anonimo scrive:
            Re: Freno per Linux
            - Scritto da:
            Si, perché windows riconBUGosce tutto e funziona
            bene
            vero?
            SI perchè windows ha solo 10^12 BUG, MS Office
            10^6 IE 10^180
            problemi...
            scommetti che riesci a installare Win XP SPE,
            versione originamle MS, senza problemi e a vedere
            tutte le periferiche su un portatile con centrino
            duo, disco sata e una scheda rete gigabit, e
            scheda video di ultima
            generazione.

            Provaci e poi ne riparliamo...E ricordati di fare defrag appena installato anche office e tutte le patch, se fai il test ti verra' consigliato :) Potenza di NTFS...
          • Anonimo scrive:
            Re: Freno per Linux
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Si, perché windows riconBUGosce tutto e funziona

            bene

            vero?

            SI perchè windows ha solo 10^12 BUG, MS Office

            10^6 IE 10^180

            problemi...

            scommetti che riesci a installare Win XP SPE,

            versione originamle MS, senza problemi e a
            vedere

            tutte le periferiche su un portatile con
            centrino

            duo, disco sata e una scheda rete gigabit, e

            scheda video di ultima

            generazione.



            Provaci e poi ne riparliamo

            ...E ricordati di fare defrag appena installato
            anche office e tutte le patch, se fai il test ti
            verra' consigliato :)

            Potenza di NTFS...I file system journaling nelle distribuzioni Linux sono mediocri, le implementazioni fanno pena. Un conto il journaling dei file system in Sun Solaris e AIX, un conto le distribuzioni Linux. C'è un abisso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Freno per Linux
            - Scritto da:
            C'è un
            abisso.Buttatici dentro...
          • Anonimo scrive:
            Re: Freno per Linux
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Si, perché windows riconBUGosce tutto e
            funziona


            bene


            vero?


            SI perchè windows ha solo 10^12 BUG, MS Office


            10^6 IE 10^180


            problemi...


            scommetti che riesci a installare Win XP SPE,


            versione originamle MS, senza problemi e a

            vedere


            tutte le periferiche su un portatile con

            centrino


            duo, disco sata e una scheda rete gigabit, e


            scheda video di ultima


            generazione.





            Provaci e poi ne riparliamo



            ...E ricordati di fare defrag appena installato

            anche office e tutte le patch, se fai il test ti

            verra' consigliato :)



            Potenza di NTFS...


            I file system journaling nelle distribuzioni
            Linux sono mediocri, le implementazioni fanno
            pena.

            Un conto il journaling dei file system in Sun
            Solaris e AIX, un conto le distribuzioni
            Linux. C'è un abisso.E pensa che gia' pur facendo pena sono molto ma molto meglio di NTFS (rotfl)
          • Shu scrive:
            Re: Freno per Linux
            - Scritto da:
            I file system journaling nelle distribuzioni
            Linux sono mediocri, le implementazioni fanno
            pena.Per favore, mi giustifichi TECNICAMENTE questa affermazione?
            Un conto il journaling dei file system in Sun
            Solaris e AIX, un conto le distribuzioni Linux.
            C'è un
            abisso.Mi pare che JFS e XFS siano stati programmati dagli stessisviluppatori che li hanno fatti per i loro S.O.Mentre Windows non legge di suo nemmeno ext2. Ma che dico ext2, nemmeno minixfs! Figurarsi se riesce a leggere XFS e JFS...
          • Anonimo scrive:
            Re: Freno per Linux

            I file system journaling nelle distribuzioni
            Linux sono mediocri, le implementazioni fanno
            pena.

            Un conto il journaling dei file system in Sun
            Solaris e AIX, un conto le distribuzioni Linux.
            C'è un
            abisso.C'è un abisso anche maggiore con NTFS, quindi il tuo post che tira in ballo FS professionali non c'entra una pippa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Freno per Linux
          - Scritto da:
          Si usa Windows e si risolvono tutti i problemi"Tutti" è una parola forte. (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Freno per Linux

        Ah si?Si
        Tipo semplificare molte cose senza pregiudicare
        la stabilità? E' vero... è qui che si vede se un
        OS ha le palle. Linux non è ancora semplice quanto Windows.Windows XP è MOLTO più stabile dei vecchi Windows 9x. Le falle nella sicurezza ci sono anche in Linux. Se Linux fosse popolare quanto Windows, probabilmente subirebbe gli stessi attacchi e avrebbe problemi di sicurezza di Windows.Linux è un ottimo sistema operativo, meglio di Windows sotto molti aspetti. Non sotto quello della facilità di utilizzo.
        Si vede che è un po' che non provi GNU/Linux.
        Esiste Network Manager che supporta WEP e WPA con
        EAP-TLS e un po' di altri standard. Sarebbe
        carino che invece di usare esempi costruiti ad
        arte tu citassi i nomi delle distribuzioniLe ultime tre che ho provato (ultime versioni): Ubuntu, Knoppix, Suse. Tutte e tre non gestiscono il WPA e meno che non si scarchi da internet quello che manca e si configuri tutto a dovere.Altre esempio, con quante distro di Linux, appena installate puoi ascoltare un MP3?
        segnalassi i problemi a chi quelle distro le
        sviluppa. Altrimenti di tester come te la
        community OS non sente il minimo bisogno.
        :)Centri problemi, è quasi imbarazzante segnalarli...
        • Anonimo scrive:
          Re: Freno per Linux
          - Scritto da:
          Linux non è ancora semplice quanto Windows.
          Windows XP è MOLTO più stabile dei vecchi Windows
          9x. Le falle nella sicurezza ci sono anche in
          Linux. Se Linux fosse popolare quanto Windows,
          probabilmente subirebbe gli stessi attacchi e
          avrebbe problemi di sicurezza di
          Windows.Questa è un po' una cazz... scusa ma Linux è preponderante nei pc connessi 24h/24h a internet, ovvero i server. Se fosse così facile da penetrare non pensi che si butterebbero su Linux, che è il SO più usato, invece di perdere tempo a creare worm per avere pc-zombie su Windows che magari si connettono un'ora al giorno?Io uso Windows come desktop, il problema di Linux non è l'affidabilità e sicurezza, quella è eccellente. Il problema è nell'ambito desktop dove è difficilmente gestibile, troppo complicato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Freno per Linux

            Questa è un po' una cazz... scusa ma Linux è
            preponderante nei pc connessi 24h/24h a internet,
            ovvero i server. Se fosse così facile da
            penetrare non pensi che si butterebbero su Linux,
            che è il SO più usato, invece di perdere tempo a
            creare worm per avere pc-zombie su Windows che
            magari si connettono un'ora al
            giorno?Secondo te e' piu' efficiente fare un ddos con due server o con 200 pc? Secondo te e' piu' efficiente cercare di rubare un paio di carte di credito da PC poco controllati o centinaia da server supercontrollati?
            Io uso Windows come desktop, il problema di Linux
            non è l'affidabilità e sicurezza, quella è
            eccellente. Il problema è nell'ambito desktopE che ne sai? Dipende sempre da cosa installi. I buchi non sono quasi mai nel kernel, sono nei vari servizi ...
          • Nabla scrive:
            Re: Freno per Linux
            - Scritto da:


            Questa è un po' una cazz... scusa ma Linux è

            preponderante nei pc connessi 24h/24h a
            internet,

            ovvero i server. Se fosse così facile da

            penetrare non pensi che si butterebbero su
            Linux,

            che è il SO più usato, invece di perdere tempo a

            creare worm per avere pc-zombie su Windows che

            magari si connettono un'ora al

            giorno?

            Secondo te e' piu' efficiente fare un ddos con
            due server o con 200 pc? Secondo te e' piu'
            efficiente cercare di rubare un paio di carte di
            credito da PC poco controllati o centinaia da
            server supercontrollati?



            Io uso Windows come desktop, il problema di
            Linux

            non è l'affidabilità e sicurezza, quella è

            eccellente. Il problema è nell'ambito desktop

            E che ne sai? Dipende sempre da cosa installi.
            I buchi non sono quasi mai nel kernel, sono nei
            vari servizi
            ...Concordo pienamente e aggiungerei anche una questione di "etica dell'hacker":Se trovi un modo per sbattere giù i server linux la community ti tira le pietre se invece trovi il modo per far esplodere windows tutti ti considerano uno strafigo.In genere chi cerca/sfrutta i bugs è molto più amico verso il mondo Unix che non verso ZioBillNabla
          • Anonimo scrive:
            Re: Freno per Linux
            Hum....ho già avuto a che fare con dei windowsiani, ma su www.bastardidentro.it, quindi con alcuni di voi penso di poter ragionare civilmente.Allora, io non capisco come mai non riconosce la scheda video, la scheda audio, la rete aziendale ecc.Nella mia serie di pc da linuxiano è sempre andato tutto per il filo giusto, che sia il mio simpatico serverino alla mia sinistra o il portatile che ho davanti, sempre andato tutto per il verso giusto.Ora insorge un problema, ma tu che ***** di distro hai usato?Cioè, non voglio discutere su una distro o meno ma il riconoscimento dell'hardware varia da distro a distro, installati la SuSe, che è facilissima per i windowsiani, ed ha un riconoscimento hardware migliore di tutte le altre distro.Spero di essere stato utile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Freno per Linux

            Ora insorge un problema, ma tu che ***** di
            distro hai
            usato?Slechuer 1.0, e faceva schifo e l'ho disinstallata. Linus fa schifo, gli open sorci fanno schifo.Tu parli di poter ragionare, ma poi rispondi a Nabla che è un troll convinto. ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Freno per Linux

            E che ne sai? Dipende sempre da cosa installi.
            I buchi non sono quasi mai nel kernel, sono nei
            vari servizi
            ...Ah, quindi non è Linux ad avere i buchi...
        • Anonimo scrive:
          Re: Freno per Linux
          - Scritto da:
          Linux non è ancora semplice quanto Windows.
          Windows XP è MOLTO più stabile dei vecchi Windows
          9x. Le falle nella sicurezza ci sono anche in
          Linux. Se Linux fosse popolare quanto Windows,
          probabilmente subirebbe gli stessi attacchi e
          avrebbe problemi di sicurezza di
          Windows.Linux è usatissimo in molti server. Però perché CodeRed esiste per IIS e non per Apache?
      • Anonimo scrive:
        Re: Freno per Linux

        E' incredibile ma dentro Linux mancano degli
        standard unici. Per esempio, anche installare
        un .rpm può dare dei problemi sotto debian.
        Questo non è accetabile. Scusate ma non ho saputo trattenermi.....MA CHE CAZZO, TU NON TI INFORMI? MAI SENTITO PARLARE DI ALIEN? UN PROGRAMMA CHE TRASFORMA GLI RPM IN DEB E VICEVERSA?INFORMATI PRIMA DI VENIRE QUA E SPARARE CAXXATE SOLO PER IL GUSTO DI FARLO!
        • Anonimo scrive:
          Re: Freno per Linux
          - Scritto da:

          E' incredibile ma dentro Linux mancano degli

          standard unici. Per esempio, anche installare

          un .rpm può dare dei problemi sotto debian.

          Questo non è accetabile.


          Scusate ma non ho saputo trattenermi.....MA CHE
          CAZZO, TU NON TI INFORMI? MAI SENTITO PARLARE DI
          ALIEN? UN PROGRAMMA CHE TRASFORMA GLI RPM IN DEB
          E VICEVERSA?INFORMATI PRIMA DI VENIRE QUA E
          SPARARE CAXXATE SOLO PER IL GUSTO DI
          FARLO!Perchè c@@@o non inserirlo dentro Linux da subito? Certo che no, devo fare un fottuto apt-get o roba simile per averlo. Peccatto che il mitico Linux non sia in grado di attaccarsi alla mia rete wifi WPA2. Ora devo cambiare tutta la configurazione wifi in WEP perchè il pinguino non gradisce WPA2? Col cazzo. Ci vediamo alla prossima release. Anche per questa volta rimango con winzozz.
          • Anonimo scrive:
            Re: Freno per Linux

            mitico Linux non sia in grado di attaccarsi alla
            mia rete wifi WPA2. Ora devo cambiare tutta la
            configurazione wifi in WEP perchè il pinguino non
            gradisce WPA2? Col cazzo. no il mitico linux è in grado di attaccarsi alla rete wifi WPA2 te non sei in grado di farloleggi quihttp://en.wikipedia.org/wiki/Wpa_supplicant
          • Anonimo scrive:
            Re: Freno per Linux
            - Scritto da:
            Perchè c@@@o non inserirlo dentro Linux da
            subito? Certo che no, devo fare un fo**uto
            apt-get o roba simile per averlo.Guarda che in fase di installazione puoi scegliere cosa installare. Ma forse sei troppo winaro per capirlo.
            Peccatto che il
            mitico Linux non sia in grado di attaccarsi alla
            mia rete wifi WPA2.Wpa supplicant, questo sconosciuto.
            Ora devo cambiare tutta la
            configurazione wifi in WEP perchè il pinguino non
            gradisce WPA2? Col cazzo. Ci vediamo alla
            prossima release. Anche per questa volta rimango
            con
            winzozz.Rimani pure, chi ti costringe? Se devi essere un utente in grado solo di criticare senza fare niente di costruttivo, tieniti pure Windows.
    • Anonimo scrive:
      Re: Freno per Linux
      Io per le installazioni non ho mai avuto problemi, l'hardware me l'ha sempre riconosciuto al primo colpo, però io il pc me lo faccio sempre da me con componenti di buon livello per cui faccio poco testo.Il mio problema è invece installare i programmi. Ad esempio Opera. Non posso leggermi un HowTo per qualsiasi programma. Oppure i casini con Flash, che ci sono 5 file e non so quale installare, poi lo installo e mi blocca l'inserimento di testi nelle pagine, per cui l'ho dovuto rimuovere.Inoltre: un programma c'è per Gnome, ma poi non per KDE (ok lo installo comunque ma non è lo stesso).Ultima: possibile che non ci sia un client FTP decente per Linux? Uno SmartFtp ad esempio. GFtp fa un po' pena.Come sistema operativo Linux è molto bello però gli manca davvero l'usabilità per essere usato come desktop. Non si può pretendere che uno passi ore a cercare, poi a capire come installare un programma, la gente ha di meglio da fare. I repository, l'installazione tramite .deb che non sai se andrà bene su Ubuntu...
      • Anonimo scrive:
        Re: Freno per Linux
        - Scritto da:
        Il mio problema è invece installare i programmi.
        Ad esempio Opera. Non posso leggermi un HowTo per
        qualsiasi programma.Impara per uno e impari per tutti...
        Oppure i casini con Flash,
        che ci sono 5 file e non so quale installare,Firefox? Alla prima pagina con flash mi ha avvisato che mancava e scaricato automaticamente...
        Inoltre: un programma c'è per Gnome, ma poi non
        per KDE (ok lo installo comunque ma non è lo
        stesso).Programma? E che problemi ci sono a far andare un programma in gtk su kde o in qt su gnome?
        Ultima: possibile che non ci sia un client FTP
        decente per Linux? Uno SmartFtp ad esempio. GFtp
        fa un po'
        pena.Konqueror?
        Non si può pretendere che uno passi
        ore a cercare, poi a capire come installare un
        programma, la gente ha di meglio da fare.Tutti che raccontano questi problemi e restano sempre sul generico.
        I repository, l'installazione tramite .deb che non
        sai se andrà bene su
        Ubuntu...Eh? Parli in ostrogoto per me.
      • Anonimo scrive:
        Re: Freno per Linux
        - Scritto da:
        Io per le installazioni non ho mai avuto
        problemi, l'hardware me l'ha sempre
        riconosciuto al primo colpo, però io il pc me
        lo faccio sempre da me con componenti di buon
        livello per cui faccio poco testo.

        Il mio problema è invece installare i
        programmi. Ad esempio Opera.Scarichi la versione per il tuo SO, fai doppio-click sul file scaricato e digiti la psw di root (almeno così è in Fedora, ma non penso che sia molto diverso con le altre...)
        Non posso leggermi un HowTo per qualsiasi
        programma.Con i programmi principali non serve.
        Oppure i casini con Flash,
        che ci sono 5 file e non so quale installare,
        poi lo installo e mi blocca l'inserimento di
        testi nelle pagine, per cui l'ho dovuto
        rimuovere.Flash ha problemi con Fedora con SELinux abilitato, altrimenti è uguale a Opera. Solo che per "obbligarti" a rispondere YES alla licenza, si complicano la vita.
        Inoltre: un programma c'è per Gnome, ma poi
        non per KDE (ok lo installo comunque ma non
        è lo stesso).

        Ultima: possibile che non ci sia un client FTP
        decente per Linux? Uno SmartFtp ad esempio.
        GFtp fa un po' pena.Usa Konqueror, fa tutto lui. Ti stupirai di come sia facile qualcosa che su windows è complesso!
        Come sistema operativo Linux è molto bello
        però gli manca davvero l'usabilità per essere
        usato come desktop.Usabilità utente:Linux - Windows 1 - 0
        Non si può pretendere che
        uno passi ore a cercare, poi a capire come
        installare un programma,Come ho già detto, per i programmi principali non è così. Molti (OpenOffice.org, Mozilla, molti giochi) hanno ANCHE un installer uguale a quello di Windows....
        la gente ha di meglio
        da fare. I repository, l'installazione tramite
        .deb che non sai se andrà bene su Ubuntu...Saluti................Enrico (c64)(linux)
        • Nabla scrive:
          Re: Freno per Linux


          Come sistema operativo Linux è molto bello

          però gli manca davvero l'usabilità per essere

          usato come desktop.
          Usabilità utente:
          Linux - Windows
          1 - 0

          Non si può pretendere che

          uno passi ore a cercare, poi a capire come

          installare un programma,
          Come ho già detto, per i programmi principali non
          è così. Molti (OpenOffice.org, Mozilla, molti
          giochi) hanno ANCHE un installer uguale a quello
          di
          Windows....Ti riporto un caso personale legato alla "usabilità" dei programmi OpenSource.Tempo addietro decisi di cambiare client di posta elettronica perchè mi faceva incaxxare che Eudora caricasse sempre e cmq le immagini delle mail spammatorie.Dopo un pò di ricerca decisi di provare Thunderbird.Installato in 10 secondi inizio a vedere se tutto quel che usavo in Eudora era presente anche in TB.Avevo messo la versione 1.qualcosa, trasferisco tutto e installo delle estensioni.Finito tutto il lavoro scopro che i filtri non funzionano per le cartelle locali (orrore !!) Cerco nel forum dedicato e scopro che questa funzionalità sarà implemementata dalla versione 1.5... rimango 10 secondi incredulo...Grazie al cielo la 1.5 esce di li a poco... installo tutto e setto i filtri... poi inizia l'odissea delle estensioni.Ci vuole l'estensione per mettere la password iniziale a TBCi vuole l'estensione per evitare che si apra ogni volta una finestra quando passi da una cartella all'altraCi vuole l'estensione per vedere tutti gli headersCi vuole l'estensione per avere lo scroll sull'header !!Ci vuole l'estensione per vedere nel dettaglio lo stato di download dei messaggiCi vuole l'estensione per l'esportazione delle mail in formato testualeCi vuole l'estensione per lo switch della firmaCi vuole.....Epporcamiseria !!!Io adesso uso Thunderbird e lo considero davvero un ottimo programma MA non è possibile che per settarlo ci vogliano giorni e innumerevoli ricerche nei forum dedicati.Semplicità e immediatezza... altro che 1000 aggiunte sparse per la reteNabla
      • Anonimo scrive:
        Re: Freno per Linux

        Inoltre: un programma c'è per Gnome, ma poi non
        per KDE (ok lo installo comunque ma non è lo
        stesso).Eh? Ti riferisci al tema usato?Ma possibile che la gente stia sempre a guardare l'apparenza, eye candy? Che caspita vi frega se un programma usa GTK e non si integra bene in KDE, o viceversa? :|
        Ultima: possibile che non ci sia un client FTP
        decente per Linux? Uno SmartFtp ad esempio. GFtp
        fa un po'
        pena."Fa pena." Ottima argomentazione, mi hai convinto anche senza aver detto perché fa pena.
        Non si può pretendere che uno passi
        ore a cercare, poi a capire come installare un
        programmaApri Synaptic, cerchi, installi, chiudi Synaptic.
        la gente ha di meglio da fare.Appunto, usare i programmi.
        I
        repository,Che normalmente sono già configurati...
        l'installazione tramite .deb che non
        sai se andrà bene su
        Ubuntu...Eh? Se hai Ubuntu usa i repository di Ubuntu e non avrai problemi. Se hai Mepis usa quelli di Mepis e non avrai problemi. Se hai Mandrake, non sperare di poter installare un ebuild.Ma ce n'è di gente che ha richieste strane, eh!
    • Anonimo scrive:
      Re: Freno per Linux

      Linux è ottimo, ma deve
      lavorare ancora un po' su queste cose.anche tu devi lavorare un pò: per esempio imparare a usare un sistema che non conoscii problemi che riporti dipendono da questoio gestisco centinaia di computer con linux, sia lato server sia latoc client aziendali, e in varie realtà, dal semplice chiosco per navigare nelle biblioteche con un minisistema da 100 mega con solo firefox e stampa, a client per citrix metaframe o per terminali windows, a desktop con openoffice, firefox, gimp per le biblioteche e i problemi sono molto pochi, specie se hai un pò d'occhio nel scegliere le periferichese poi sei abituato a windows e non vuoi cambiare nè imparare nulla di nuovo, il discorso è diverso: peccato, perché così spendi una barca di soldi in licenze, hai continui problemi di malware e di stabilità etc, ma sono affari tuoi
    • Anonimo scrive:
      Re: Freno per Linux

      E il wifi? Solo WEP. Ma vai a cag***.Ma vacci tu, visto che sei solo un ignorante e ti permetti di aprire bocca.Fai una ricerca "wpa linux" e vedi quanti risultati funzionanti. Wpa_supplicant su tutti.Sarebbe bello se andassi a chiedere scusa per tutte le cazzate che dici.
  • Anonimo scrive:
    A quando un desktop che usa le GPU?
    A quando un desktop che usa le GPU come quello di Windows Vista?
    • MeDevil scrive:
      Re: A quando un desktop che usa le GPU?
      - Scritto da:
      A quando un desktop che usa le GPU come quello di
      Windows
      Vista?prova con xgl...
      • Anonimo scrive:
        Re: A quando un desktop che usa le GPU?
        - Scritto da: MeDevil
        - Scritto da:

        A quando un desktop che usa le GPU come quello

        di Windows Vista?
        prova con xgl...Oppure Metisse di RedHat, un Xwnc modificato per usare le gpu attraverso OpenGL.
      • Anonimo scrive:
        Re: A quando un desktop che usa le GPU?
        - Scritto da: MeDevil
        prova con xgl...parli di quel mattone? no, grazie.
        • Anonimo scrive:
          Re: A quando un desktop che usa le GPU?
          Allora prova con AIGLX... ce n'è per tutti i gusti come vedi. :)
        • Anonimo scrive:
          Re: A quando un desktop che usa le GPU?
          mattone?chiede una scheda video tipo radeon 9550 o superiore. considerando che sono schede di 4 anni fa non mi pare che sia sto gran mattone...vai a vedere windows vista che richiede per avere l'interfaccia aero e poi vedi chi è più mattone...
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            vai a vedere windows vista che richiede per avere
            l'interfaccia aero e poi vedi chi è più
            mattone...Si ma con vista ti basta una scheduzza 3DX9 e una volta attivo Aero non lo senti dato che sfrutta pienamente la GPU e la memoria VIDEO alleggerendo il carico sulla CPU e sulla RAM
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1556334&id=1555534&r=PI
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            mattone?
            chiede una scheda video tipo radeon 9550 o
            superiore. considerando che sono schede di 4 anni
            fa non mi pare che sia sto gran
            mattone...

            vai a vedere windows vista che richiede per avere
            l'interfaccia aero e poi vedi chi è più
            mattone...Gira tranquillamente su una geforce 2 mx 400, di un sei anni fa....
        • Anonimo scrive:
          Re: A quando un desktop che usa le GPU?
          - Scritto da:

          - Scritto da: MeDevil

          prova con xgl...

          parli di quel mattone? no, grazie.veramente xgl e' tutto fuorche' un mattone, da questa tua affermazione si capisce chen non lo hai mai provato
      • Anonimo scrive:
        Re: A quando un desktop che usa le GPU?
        - Scritto da: MeDevil
        prova con xgl...ha parlato di un desktop serio e non uno che ti mostra solo le finestre in 3d.
        • Anonimo scrive:
          Re: A quando un desktop che usa le GPU?
          - Scritto da:

          - Scritto da: MeDevil

          prova con xgl...

          ha parlato di un desktop serio e non uno che ti
          mostra solo le finestre in 3d.Allora perche' hai citato windows Vista, che e' serio solo per i videogiochi ?
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            Allora perche' hai citato windows Vista, che e'
            serio solo per i videogiochi
            ?ok, ho capito che tu non sai minimamente che cosa sia Windows Vista
          • Anonimo scrive:
            Re: si però QUESTA è qualità
            nemmeno tu!
          • Anonimo scrive:
            Re: si però QUESTA è qualità
            non state parlando di Windows Vista qui... ma di Aero :)
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Allora perche' hai citato windows Vista, che

            e' serio solo per i videogiochi ?
            ok, ho capito che tu non sai minimamente che
            cosa sia Windows VistaQuella roba che ti daranno in omaggio comprando un Pc e Halo.
          • pikappa scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Allora perche' hai citato windows Vista, che e'

            serio solo per i videogiochi

            ?

            ok, ho capito che tu non sai minimamente che cosa
            sia Windows
            VistaWindows XP SP3
        • Shu scrive:
          Re: A quando un desktop che usa le GPU?
          - Scritto da:
          - Scritto da: MeDevil

          prova con xgl...

          ha parlato di un desktop serio e non uno che ti
          mostra solo le finestre in
          3d.Definisci "desktop serio", per favore.
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da: Shu
            Definisci "desktop serio", per favore.dicesi desktop serio un desktop che:* sfrutta pienamente le GPU e quindi i pixel shaders 2.0* non sia un semplice visualizzatore di finestre, ma si integri e sia una piattaforma di sviluppo per le applicazioni AERO di Vista rientra in questa definizione, XGL no.
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:

            - Scritto da: Shu

            Definisci "desktop serio", per favore.
            dicesi desktop serio un desktop che:
            * sfrutta pienamente le GPU e quindi i pixel
            shaders
            2.0
            * non sia un semplice visualizzatore di
            finestre, ma si integri e sia una piattaforma
            di sviluppo per le applicazioni
            AERO di Vista rientra in questa definizione,
            XGL no.Vista e' sicuramente un sistema serissimo, prova ne e' che le riviste di videogiochi ne stanno dando ampia visibilita', soprattutto in relazione alle directX 10.
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            Vista e' sicuramente un sistema serissimo, prova
            ne e' che le riviste di videogiochi ne stanno
            dando ampia visibilita', soprattutto in relazione
            alle directX
            10.Vista è utile anche per i videogiocatori. Su linux invece ti devi accontentare di uno dei tanti cloni di doom o del gioco del pingu, perchè non supporta le directx
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Vista e' sicuramente un sistema serissimo,

            prova ne e' che le riviste di videogiochi

            ne stanno

            dando ampia visibilita', soprattutto in

            relazione alle directX 10.
            Vista è utile anche per i videogiocatori. Su
            linux invece ti devi accontentare di uno dei
            tanti cloni di doom o del gioco del pingu,
            perchè non supporta le directxPEr carita' per 2 giochini windows va benissimo, linux in effetti lo tengo per le cose serie.
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?

            Vista è utile anche per i videogiocatori. Su
            linux invece ti devi accontentare di uno dei
            tanti cloni di doom o del gioco del pingu, perchè
            non supporta le
            directxVeramente se gli sviluppatori di videogiochi usano solo le directx e non le OpenGL, non è colpa di linux. Le OpenGl vanno benissimo per sviluppare videogiochi: esempi sono Quake 3 e Unreal Tournament 2004 (che esistono e vengono eseguiti nativamente in linux).
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?

            Vista è utile anche per i videogiocatori. Su
            linux invece ti devi accontentare di uno dei
            tanti cloni di doom o del gioco del pingu, perchè
            non supporta le
            directxvista è utile sopratutto per i prossimi DRM
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: Shu


            Definisci "desktop serio", per favore.


            dicesi desktop serio un desktop che:

            * sfrutta pienamente le GPU e quindi i pixel

            shaders

            2.0

            * non sia un semplice visualizzatore di

            finestre, ma si integri e sia una piattaforma

            di sviluppo per le applicazioni


            AERO di Vista rientra in questa definizione,

            XGL no.

            Vista e' sicuramente un sistema serissimo, prova
            ne e' che le riviste di videogiochi ne stanno
            dando ampia visibilita', soprattutto in relazione
            alle directX
            10.Ti sei classificato come ridicolo tanto quanto la tua affermazione. I videogiochi sono fra i programmi più complessi da sviluppare in assoluto. Tu la vuoi far credere come fossero delle cose banali che non sfruttano l'hardware. E' esattamente l'opposto. E sono anche il primo fattore di vendita di un sistema. Finchè Windows non ha avuto le DirectX, inventate e costruite dai produttori hardware per Microsoft che ha pagato una barca di soldi, era un sistema operativo solo da ufficio come tutti gli altri ed inadatto ai giochi. E Linux sarà così finchè avrà solo OpenGL come API standard, per tutto il resto nessuna vera API standard e nessun vero accesso diretto all'hardware.
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            - Scritto da: Shu



            Definisci "desktop serio", per favore.

            Vista e' sicuramente un sistema serissimo,

            prova ne e' che le riviste di videogiochi

            ne stanno dando ampia visibilita',

            soprattutto in relazione alle directX

            10.
            Ti sei classificato come ridicolo tanto
            quanto la tua affermazione.
            I videogiochi sono fra i programmi più
            complessi da sviluppare in assoluto. Tu la
            vuoi far credere come fossero delle cose
            banali che non sfruttano l'hardware. E'
            esattamente l'opposto.Proprio un uso serio...
            E sono anche il primo fattore di vendita
            di un sistema. Finchè Windows non ha avuto
            le DirectX, inventate e costruite dai
            produttori hardware per Microsoft che ha
            pagato una barca di soldi, era un sistema
            operativo solo da ufficio come tutti
            gli altri ed inadatto ai giochi. Sempre piu' serio (rotfl)
            E Linux
            sarà così finchè avrà solo OpenGL come API
            standard, per tutto il resto nessuna vera
            API standard e nessun vero accesso diretto
            all'hardware.
          • Shu scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:

            dicesi desktop serio un desktop che:
            * sfrutta pienamente le GPU e quindi i pixel
            shaders
            2.0Per ottenere quale effetto, impossibile senza gli shaders?
            * non sia un semplice visualizzatore di finestre,
            ma si integri e sia una piattaforma di sviluppo
            per le applicazioniAl di la` del marketese, cosa significa questa definizione? Cosa deve fare in pratica il desktop per integrarsi ed essere una piattaforma di sviluppo applicazioni?
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da: Shu
            Al di la` del marketese, cosa significa questa
            definizione? Cosa deve fare in pratica il desktop
            per integrarsi ed essere una piattaforma di
            sviluppo applicazioni?Sii buono, non fargli queste domande difficili,che dopo gli fa male la testa... :D
        • Anonimo scrive:
          Re: A quando un desktop che usa le GPU?
          uhhh e che fa aero?mai provato looking glass? è un progetto di sun che è funzionante dal 2003http://lg3d-core.dev.java.net/
      • Anonimo scrive:
        Re: A quando un desktop che usa le GPU?
        qui EXA gira perfettamente e velocemente
    • Anonimo scrive:
      Re: A quando un desktop che usa le GPU?
      io lo uso già a casa.Prova Ubuntu + XGL
      • Anonimo scrive:
        Re: A quando un desktop che usa le GPU?
        - Scritto da:
        io lo uso già a casa.
        Prova Ubuntu + XGLpeccato che non sia fornito di serie e sia lento
        • Anonimo scrive:
          Re: A quando un desktop che usa le GPU?
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          io lo uso già a casa.

          Prova Ubuntu + XGL

          peccato che non sia fornito di serie e sia lentoSarà di serie sulla prossima versione di Ubuntu, che uscirà PRIMA di Windows Vista.
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            Sarà di serie sulla prossima versione di Ubuntupeccato che sia anni luce indietro rispetto ad Aero di Vista
            che uscirà PRIMA di Windows
            Vista.Veramente io mi sto godendo già la beta2 di Vista
        • Anonimo scrive:
          Re: A quando un desktop che usa le GPU?
          athlon 2000, 512 ram, radeon9600xtmai un rallentamento, tanto che ho messo 8 facce.
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            athlon 2000, 512 ram, radeon9600xt

            mai un rallentamento, tanto che ho messo 8 facce.XGL è fine a se stesso, e quindi oltre a visualizzare finestre o cubi 3d non serve a niente. Aero di Vista invece è molto più che un semplice window manager
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            athlon 2000, 512 ram, radeon9600xt

            mai un rallentamento, tanto che ho messo 8
            facce.
            XGL è fine a se stesso, e quindi oltre a
            visualizzare finestre o cubi 3d non serve a
            niente. Aero di Vista invece è molto più che un
            semplice window managerIn effetti Halo e' la dimostrazione di cosa puo' fare un SO serio (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: A quando un desktop che usa le GPU?
      - Scritto da:
      A quando un desktop che usa le GPU come quello di
      Windows
      Vista?Lo fa già.A parte i vari XGL che ti sono stati già segnalati, il server grafico X, usa già tutte le estensioni possibili per una gestione della grafica a carico della GPU, sia in 2D che in 3D (quando necessario).E il tutto senza la necessità di 512MB di RAM Video o di schede DX10.
      • Anonimo scrive:
        Re: A quando un desktop che usa le GPU?
        - Scritto da:
        E il tutto senza la necessità di 512MB di RAM
        Video o di schede
        DX10.A si? E le texture e gli oggetti grafici dove li ficca? in RAM ?
        • Anonimo scrive:
          Re: A quando un desktop che usa le GPU?
          XGL usa risorse minime se si parla di processore & memoria centrale. tutto il suo carico e' sulla scheda video.piu' la scheda video e' potente, meno risorse centrali deve utilizzare, mi sembra chiaro.io cmq l'ho fatto girare stupendamente su uno stupido portatile cn 256 mega di ram e una scheda video 5200FX GO da 64 mega
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            XGL usa risorse minime una scheda video 3d decente devi averla, altrimenti se non hai memoria video sufficiente non puoi farci nulla se non usarlo per castrare il tuo PC
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            io cmq l'ho fatto girare stupendamente su uno
            stupido portatile cn 256 mega di ram e una scheda
            video 5200FX GO da 64
            mega
            Anche io con Vista.
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            XGL usa risorse minime risorse minime? dove li metti tutti gli oggetti grafici? se non hai una scheda video potente puoi scordardi XGL.
          • Shu scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            XGL usa risorse minime

            risorse minime? dove li metti tutti gli oggetti
            grafici? se non hai una scheda video potente puoi
            scordardi
            XGL.Io l'ho provato, ed era usabilissimo, con una Geforce 4 MX con 32 Mb di RAM, su un Athlon 1800 con 512 Mb di RAM
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da: Shu
            Io l'ho provato, ed era usabilissimo, con una
            Geforce 4 MX con 32 Mb di RAM, su un Athlon 1800
            con 512 Mb di
            RAME tu dove credi che te li ha caricati gli oggetti grafici, i quei 32mb di ram???? ROTFL.Erano tutti nella tua RAM di sistema, quindi XGL non fa altro che rubarti RAM e CPU dato che la geforce4mx non ha uno straccio di accelerazione 3d
          • Shu scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:

            - Scritto da: Shu

            Io l'ho provato, ed era usabilissimo, con una

            Geforce 4 MX con 32 Mb di RAM, su un Athlon 1800

            con 512 Mb di

            RAM

            E tu dove credi che te li ha caricati gli oggetti
            grafici, i quei 32mb di ram????
            ROTFL.Ridi, ridi. Intanto era fluido senza bisogno di una scheda da 500 euro.Magari era piu` che sufficiente la banda dell'AGP, no?Magari non serve tenere tanta roba sulla GPU, no?Magari non ne sai niente di grafica 3D e ascolti solo il marketing MS, no?
            Erano tutti nella tua RAM di sistema, quindi XGL
            non fa altro che rubarti RAM e CPU dato che la
            geforce4mx non ha uno straccio di accelerazione
            3dGuarda che per girare un cubo o fare un effetto bandiera non servono processori a 4 GHz. Lo farebbe tranquillamente anche la Rage128, che forse potrebbe avere qualche problema solo con le trasparenze. Ma mi sa che non hai la minima idea del funzionamento del 3D. Pensi che serva il bump-mapping o il ray-tracing per visualizzare delle finestre? Vuoi avere ombre realistiche sulle finestre, con la luce che gira sul monitor seguendo il ciclo solare?Nessuno mi ha ancora portato motivazioni tecniche sulla superiorita` di Aero, intanto.
    • Anonimo scrive:
      Re: A quando un desktop che usa le GPU?
      E che te ne fai? Per avere una listview ruotata di 30° e con un mpeg di sfondo? Quale utilità ha?Io sono stanco di sboronate visive che semplicemente occupano più spazio a video e rendono la "lettura" degli elementi utili inutilmente complessa.Non è un caso che su Linux esistano windows manager minimali per chi lavora seriamente e non ha tempo a perdere.
      • Anonimo scrive:
        Re: A quando un desktop che usa le GPU?
        - Scritto da:
        E che te ne fai? Per avere una listview ruotata
        di 30° e con un mpeg di sfondo? Quale utilità
        ha?Infatti XGL per linux non serve ad una cippa.Aero invece si basa su una ben precisa piattaforma di sviluppo e non serve solo per visualizzare finestre
        • Shu scrive:
          Re: A quando un desktop che usa le GPU?
          - Scritto da:
          Infatti XGL per linux non serve ad una cippa.
          Aero invece si basa su una ben precisa
          piattaforma di sviluppo e non serve solo per
          visualizzare
          finestreTutti a riempirsi di paroloni su Aero, ma ancora nessuno ha detto, IN PRATICA, cosa fa di tanto sconvolgente.Avete paura che qualcuno vi risponda che col tal software lo si fa gia` in altre piattaforme?Anche X si basa su una ben precisa piattaforma di sviluppo (le xlibs), e Gnome (le gtk) e KDE (le QT).
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da: Shu
            Anche X si basa su una ben precisa piattaforma di
            sviluppo (le xlibs), e Gnome (le gtk) e KDE (le
            QT).peccato che siano piattaforme vecchissime. Con WinFX ti bastano 2 righe in xlm per disegnare un cubo in una tua applicazione
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            Non per dire, ma lib glade (2 righe in xml) esistono da molto tempo, insieme alle vecchissime GTK.
          • Anonimo scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            peccato che siano piattaforme vecchissime. Con
            WinFX ti bastano 2 righe in xlm per disegnare un
            cubo in una tua applicazioneFantasmagorico, eccezionale, fantastico! :|...L'u0nto medio non è in grado di utilizzare VBA per le macro, perchè xlm dovrebbe fare eccezione?
          • Shu scrive:
            Re: A quando un desktop che usa le GPU?
            - Scritto da:
            peccato che siano piattaforme vecchissime. Con
            WinFX ti bastano 2 righe in xlm per disegnare un
            cubo in una tua
            applicazionehttp://www.k-3d.org/gtkglext/Main_PageHai ragione. Se hai l'applicazione gia` pronta avrai anche un context creato, quindi il tutto si riduce a posizionare le coordinate di disegno e quindi disegnarlo con gdk_gl_draw_cube()Giusto due righe di codice.Ma aspetta! Quella libreria e` per Linux! Ed e` li` da almeno 2 anni! OoooohhhEd ora la stanno integrando con Pango.
  • Anonimo scrive:
    Saranno più pesanti!
    Strato in più, significa tutto più lento e pesante. No grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Saranno più pesanti!
      - Scritto da:
      penso questo layer servaun layer in più significa memoria in più, cpu in più, risorse in più.Tanto vale fare 1 solo desktop che unisce i pregi dei 2 e basta
  • Anonimo scrive:
    a me piace twm
    lo trovo leggero, affidabile epoco invasivo
  • Anonimo scrive:
    veramente
    le applicazioni kde girano in gnome e viceversa.
    • TheLoneGunman scrive:
      Re: veramente
      - Scritto da:
      le applicazioni kde girano in gnome e viceversa.Sì ma lì si parla probabilmente di una libreria grafica unificata ora invece devi installare qt per le applicazioni kde o gtk per gnome.
      • Anonimo scrive:
        Re: veramente
        - Scritto da: TheLoneGunman

        - Scritto da:

        le applicazioni kde girano in gnome e viceversa.

        Sì ma lì si parla probabilmente di una libreria
        grafica unificata ora invece devi installare qt
        per le applicazioni kde o gtk per
        gnome.E quale sarebbe il vantaggio della nuova? (oppure: e quale sarebbe il problema di installare anche le gtk o le qt? ogni programma usa le sue...)
      • Anonimo scrive:
        Re: veramente
        - Scritto da: TheLoneGunman
        Sì ma lì si parla probabilmente di una libreria
        grafica unificata ora invece devi installare qt
        per le applicazioni kde o gtk per
        gnome.No non è una libreria unificata. È una sorta di wrapper alle funzioni dell'una e dell'altra in maniera da mettere a disposizione della applicazioni che richiedono un controllo o una caratteristica di una o dell'altra quelle della libreria giusta.Gia adesso con un qualcosa tipo gtk-qt-engine si fa con i widget e i font andando a modificare i widget e i temi di Gnome per adattarli all'aspetto di KDE, ma viene fatto solo a livello estetico e non sempre funziona bene (vedi quadratino bianco attorno ai radio button con certi temi).Quella libreria si ripromette di farlo anche per funzioni e controlli.La clipboard è stata standardizzata da tempo.
  • Anonimo scrive:
    A quelli che hanno sempre da dire
    ci sono diversi tipi di persone che infestano questo forum ogni volta che viene pubblicata una notizia che in qualche modo coinvolge Linux e/o Windows (solo marginalmente Mac):1) i tifosi dell'uno o dell'altro sistema operativo: gente che sostanzialmente non ha niente da dire. Le uniche e ricorrenti parole che sanno scrivere è "draga", "cantinaro" e cazzate simili.Non vengono sfiorati dall'idea che se uno si trova bene con Windows è bene che continui a usarlo e viceversa se è passato a Linux e ne è soddisfatto nessuno ha il diritto di sindacare la sua scelta o di insultarlo.2) quelli che sparano cazzate nella foga di sostenere le proprie (spesso insostenibili) convinzioni: questo è meglio di quello, quel programma è pieno di bug mentre questo è una roccia.Tentare di fargli capire che ogni programma ha i propri limiti e i propri pregi è tempo perso.Lo stesso provare a suggerire che la qualità dei programmi è dato più che altro dal modello di sviluppo adottato, dalla velocità delle correzioni, dalla aderenza a standard di interoperabilità, etc...3) quelli che pontificano nel vuoto: sostenere che lo sviluppo parallelo di KDE e di Gnome sia una perdita di tempo è una cazzata evidente, tuttavia si fanno affermazioni senza possibilità di appello al riguardo, mentre persone serissime (ben più serie di noi quattro stronzetti) si interrogano sul serio su queste questioni, confrontando opinioni, portando esperienza e conoscenza, arrivando a conclusioni basate su ragionamenti, non su chiacchiere da bar.Avete delle idee su come i desktop dovrebbero essere? Invece di cianciare a vuoto perché non prendete carta e matita e cominciate a mettere giù qualcosa? Come dite? Niente idee? Allora lasciate lavorare chi le idee ce l'ha e smettetela di rompere il c.
    • Anonimo scrive:
      Re: A quelli che hanno sempre da dire
      Riguardo al punto tre, la sola fortuna degli utenti e' che questi progetti non sono dicontinuati, altrimenti andrebbero ad ingrossare le file del software defunto presente su freshmeat:40 block notes, 10 suite per l'ufficio, 20 browser, 20 client di posta... (numeri inventati eh)LA scelta e' sicuramente una buona cosa, solo che in questo ambito si sprecano veramente tempo ed energie reinventando ogni voltra la ruota e poi abbandonando il progetto quando si fa difficile o poco interessante smussare gli spigoli e rendere l'oggetto tondo e funzionale.Saluti.
      • Anonimo scrive:
        Re: A quelli che hanno sempre da dire
        - Scritto da:
        LA scelta e' sicuramente una buona cosa, solo che
        in questo ambito si sprecano veramente tempo ed
        energie reinventando ogni voltra la ruota e poi
        abbandonando il progetto quando si fa difficile Senti ma quello che fa Micro$oft con ogni versione di quella porcheria del winzozz e del'office che cosa è secondo te se non reinventare la ruota?Prendi il formato ODF e l'OpenXML.ODF non si è inventato nulla di strano. Ha preso SVG, MathML e una manciata di formati aperti, documentati, diffusi e funzionanti e li ha uniti in un formato che non reinventa nulla ma unisce tecnologie separate in modo nuovo. Questo è un vantaggio incredibile sia perché in tempi brevi si è preparato un formato universale funzionante, sia perché per i programmatori non c'è nulla di esotico, ma si ritrovano tecnologie che conoscevano già e quindi sono subito produttivi.In OpenXML M$ reimplementa tutto in maniera autonoma per poterlo brevettare. Non c'era alcun bisogno di quel formato e non ce ne era bisogno fatto in quel modo.Per non parlare di tecnologie che sono solo brutte copie di qualcosa di esistente, reinventato a modo suo per poterlo includere nel suo sistema operativo e brevettare o chiudere in maniera da impedire interoperabilità da parte di altri software.Vedi la recente diatriba con il progetto Samba e il pericolo per il progetto, che potrebbe sostituire Windows Server in ogni utilizzo, e che ha rischiato di essere portato in tribunale.
      • Anonimo scrive:
        Re: A quelli che hanno sempre da dire
        - Scritto da:
        LA scelta e' sicuramente una buona cosa, solo che
        in questo ambito si sprecano veramente tempo ed
        energie reinventando ogni voltra la ruota e poi
        abbandonando il progetto quando si fa difficile o
        poco interessante smussare gli spigoli e rendere
        l'oggetto tondo e
        funzionale.C'è però un dettaglio che sfugge, mi pare.Chi sviluppa un progetto OS magari lo fa percuriosità personale, per imparare o approfondire qualche argomento.Il fatto che il progetto non arrivi a conclusione da questo punto di vista è irrilevante.
    • Anonimo scrive:
      Re: A quelli che hanno sempre da dire
      - Scritto da:
      ci sono diversi tipi di persone che infestano
      questo forum ogni volta che viene pubblicata una
      notizia che in qualche modo coinvolge Linux e/o
      Windows (solo marginalmente
      Mac):Ehi, non si ha nulla da fare, e ci si diverte così. Siamo giovani, lasciaci giocare.
      1) i tifosi dell'uno o dell'altro sistema
      operativo: gente che sostanzialmente non ha
      niente da dire. Le uniche e ricorrenti parole che
      sanno scrivere è "draga", "cantinaro" e cazzate
      simili.
      Non vengono sfiorati dall'idea che se uno si
      trova bene con Windows è bene che continui a
      usarlo e viceversa se è passato a Linux e ne è
      soddisfatto nessuno ha il diritto di sindacare la
      sua scelta o di
      insultarlo.Beh, però obbiettivamente, windows è un colabrodo. I danni economici che causa quotidianamente, non solo con la sua posizione di monopolio di fatto, ma anche con le miriadi di winzombie distribuiti sul globo, che intasano internet, attaccando mail server, siti e tutto quello che gli capita a tiro, sono sotto gli occhi di tutti. Non è una questione di tifo, è un male che andrebbe curato. Non necessariamente vietando windows e sostituendolo in massa con linux o altro, ma anche solo rendendolo più sicuro e degno di essere chiamato sistema operativo. Purtroppo però, è anche sotto gli occhi di tutti, che da un po' di tempo la direzione dei progetti microsoft, viene decisa dall'ufficio marketing.
      2) quelli che sparano cazzate nella foga di
      sostenere le proprie (spesso insostenibili)
      convinzioni: questo è meglio di quello, quel
      programma è pieno di bug mentre questo è una
      roccia.
      Tentare di fargli capire che ogni programma ha i
      propri limiti e i propri pregi è tempo
      perso.
      Lo stesso provare a suggerire che la qualità dei
      programmi è dato più che altro dal modello di
      sviluppo adottato, dalla velocità delle
      correzioni, dalla aderenza a standard di
      interoperabilità,
      etc...Beh anche qui mi sembra palese che un modello open e collaborativo hai dei tempi di risposti decisamente più reattivi, rispetto ad uno closed ed in mano ad una sola software house. In più un sistema open ti permette (e non parlo in ambito casalingo) di customizzare fin nei minimi dettagli il suo comportamento.
      3) quelli che pontificano nel vuoto: sostenere
      che lo sviluppo parallelo di KDE e di Gnome sia
      una perdita di tempo è una cazzata evidente,
      tuttavia si fanno affermazioni senza possibilità
      di appello al riguardo, mentre persone serissime
      (ben più serie di noi quattro stronzetti) si
      interrogano sul serio su queste questioni,
      confrontando opinioni, portando esperienza e
      conoscenza, arrivando a conclusioni basate su
      ragionamenti, non su chiacchiere da
      bar.Come ti dicevo, siamo giovani, lasciaci divertire.
      Avete delle idee su come i desktop dovrebbero
      essere? Invece di cianciare a vuoto perché non
      prendete carta e matita e cominciate a mettere
      giù qualcosa? Come dite? Niente idee? Allora
      lasciate lavorare chi le idee ce l'ha e
      smettetela di rompere il
      c.Prendere il meglio di MacOSX, prendere il meglio di looking glass, prendere il meglio di progetti come AIXGL, XGL e simili, prendere il meglio di KDE, prendere il meglio di GNOME, prendere il meglio di Enlightenmet, prendere la leggerezza di desktop come XFCE o simili, mescolare il tutto stando sempre attenti e imparando dagli errori commessi nella realizzazione di Windows (un desktop che non preveda la presenza di un cervello dentro la scatola cranica dell'utente non è un buon desktop), soprattutto nella versione XP, farci uno studio serio sull'ergonomicità e l'usabilità, ed ecco il desktop perfetto. Poi ci si possono anche aggiungere altre idee, come un desktop che cambia aspetto in base all'illuminazione esterna (letta tramite webcam o un opportuno sensore di luminosità), o alla musica che si sta ascoltando, o a altri parametri, rendendo l'utilizzo del PC più confortevole. Ma questi sono ulteriori dettagli. Per il momento ciò che stanno facendo KDE e GNOME è nella giusta direzioni. Ci vorrà solo un altro po' di tempo per vedere ulteriori risultati. Già lo stato che hanno raggiunto è veramente notevole. Certamente possono entrambi migliorare, ma entrambi regalano a chi li usa un esperienza nell'utilizzo del PC che altrove non è nemmeno ipotizzabile.
  • Nabla scrive:
    Potrà anche non piacere...
    Potrà anche non piacere ma alla fine la tendenza è quella di unificarsi e raggiungere uno standard in modo da offrire un prodotto sempre più concorrenziale.La troppa libertà spaventa gli utenti e probabilmente nei piani alti di Linux qualcuno se n'è accorto.Piaccia o no le direzioni di marcia sono sempre più dettate dalla Cupola di Linux e sempre meno sono influenzate dalla massa.Anche la programmazione stessa delle parti cruciali è affidata sempre più ad un manipolo di Programmatori (con la P maiuscola) assunti e stipendiati che ben poco hanno a che fare coi linari (l minuscola) che scrivono 100 righe di codice per poi gloriarsi di essere artefici dello sviluppo dell'open-source.Centralizzazione delle strategie e centralizzazione della programmazione... un pò come succede a RedmondNabla
    • Anonimo scrive:
      Re: Potrà anche non piacere...
      insomma .. dopo un po' di diktat pero la gnete potrebbe anche scocciarsi e passare ad altri s.o. liberi (*bsd o syllabel ,per esempio ) qundin devono andarci piano .poi i cantinari non forniscono tanto il codice , quanto il debug ... che nei progetti commerciali spesso riceve un ' attenzione inferiore .
    • Anonimo scrive:
      Re: Potrà anche non piacere...
      Ogni post scleri un po' di più. :|
  • Gusbertone scrive:
    spreco di risorse al quadrato
    ...quindi, dopo anni di sviluppo parallelo di due progetti enormi per fare la stessa cosa, siamo qua a sprecare ulteriori risorse per mettere ordine alle cose e cercare di uniformare il tutto, personalmente preferirei che uno dei DE morisse, con buona pace della libertà di scelta.
    • Anonimo scrive:
      Re: spreco di risorse al quadrato
      - Scritto da: Gusbertone
      ...quindi, dopo anni di sviluppo parallelo di due
      progetti enormi per fare la stessa cosa, siamo
      qua a sprecare ulteriori risorse per mettere
      ordine alle cose e cercare di uniformare il
      tutto, personalmente preferirei che uno dei DE
      morisse, con buona pace della libertà di
      scelta.Basterebbe che si accordassero su una nuova versione prendendo il meglio di ciascuno e creando un sistema unico. Ma così invece non otterranno nulla. Sistemi ponte perennemente buggati e fonte di problemi, ci metteranno 5-6 anni per renderli usabili, 10-15 anni per renderli privi da bug.
      • Anonimo scrive:
        Re: spreco di risorse al quadrato
        - Scritto da:

        - Scritto da: Gusbertone

        ...quindi, dopo anni di sviluppo parallelo di
        due

        progetti enormi per fare la stessa cosa, siamo

        qua a sprecare ulteriori risorse per mettere

        ordine alle cose e cercare di uniformare il

        tutto, personalmente preferirei che uno dei DE

        morisse, con buona pace della libertà di

        scelta.

        Basterebbe che si accordassero su una nuova
        versione prendendo il meglio di ciascuno e
        creando un sistema unico.

        Ma così invece non otterranno nulla. Sistemi
        ponte perennemente buggati e fonte di problemi,
        ci metteranno 5-6 anni per renderli usabili,
        10-15 anni per renderli privi da
        bug.un po come s'è tentato di fare con win...ma i bug rimangono
      • Anonimo scrive:
        Re: spreco di risorse al quadrato
        Non cambiera' una fava: probabilmente ci sara' un layer software che si occupera' di traslare al volo le varie richieste fatte alle API di portland nelle corrispondenti funzioni presenti sul DE in uso al momento.Quindi per scrivere un programma si implementeranno delle funzioni tipo "crea finestra, crea bottoni, crea testo e cosi' via e si useranno quelle.Un accroccio tutto sommato.Saluti.
        • Anonimo scrive:
          Re: spreco di risorse al quadrato
          - Scritto da:
          Quindi per scrivere un programma si
          implementeranno delle funzioni tipo "crea
          finestra, crea bottoni, crea testo e cosi' via e
          si useranno
          quelle.Cioè quello che fa qualsiasi libreria grafica multipiattaforma.
          Un accroccio tutto sommato.Vedremo.
        • Anonimo scrive:
          Re: spreco di risorse al quadrato
          Giusto perche' KDE e gnome al momento non sono abbastanza lenti... se ne sente proprio il bisogno.- Scritto da:
          Non cambiera' una fava: probabilmente ci sara' un
          layer software che si occupera' di traslare al
          volo le varie richieste fatte alle API di
          portland nelle corrispondenti funzioni presenti
          sul DE in uso al
          momento.

          Quindi per scrivere un programma si
          implementeranno delle funzioni tipo "crea
          finestra, crea bottoni, crea testo e cosi' via e
          si useranno
          quelle.

          Un accroccio tutto sommato.

          Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: spreco di risorse al quadrato
      Sarà anche un'opinione un po' drastica, ma credo di condividerla.
      • Anonimo scrive:
        Re: spreco di risorse al quadrato
        io no.perchè kde o gnome? perchè non xfce? o perchè non fluxbox + plugin?
    • mda scrive:
      Re: Tra poco... quanto?
      - Scritto da: Gusbertone
      ...quindi, dopo anni di sviluppo parallelo di due
      progetti enormi per fare la stessa cosa, siamo
      qua a sprecare ulteriori risorse per mettere
      ordine alle cose e cercare di uniformare il
      tutto, personalmente preferirei che uno dei DE
      morisse, con buona pace della libertà di
      scelta.No !Ognuno dei due è buono e porta delle novità interessanti.Inoltre sono tutti senza BUG !Qui si cerca solo di dare la stessa compatibilità di programma. Se un programma cerca una risorsa la deve trovare identica su tutte le piattaforme. Poi ognuno porti le sue differenze, male non fanno !Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Tra poco... quanto?

        No !
        Ognuno dei due è buono e porta delle novità
        interessanti.e su questo, per carità, niente da dire.

        Inoltre sono tutti senza BUG !
        questa è una cazzata colossale.
        Qui si cerca solo di dare la stessa compatibilità
        di programma. Se un programma cerca una risorsa
        la deve trovare identica su tutte le piattaforme.
        Poi ognuno porti le sue differenze, male non
        fanno
        !

        Ciao
        il resto è fuffa.Omissis (apple)(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: Tra poco... quanto?
        - Scritto da: mda
        Inoltre sono tutti senza BUG !
        E la marmotta incarta la cioccolata... ah, tu sei quello che ha studiato sul topolino :D
    • avvelenato scrive:
      Re: spreco di risorse al quadrato
      - Scritto da: Gusbertone
      ...quindi, dopo anni di sviluppo parallelo di due
      progetti enormi per fare la stessa cosa, siamo
      qua a sprecare ulteriori risorse per mettere
      ordine alle cose e cercare di uniformare il
      tutto, personalmente preferirei che uno dei DE
      morisse, con buona pace della libertà di
      scelta.Non sono d'accordo. Lo sviluppo parallelo è necessario ad esplorare possibilità differenti nella soluzione di un problema. Non esiste un'unica soluzione, e l'unico modo per scoprire quale sia la migliore, o la più adatta a determinati contesti, è ricercare, esplorare soluzioni differenti, provare.Vero però che dopo un po' sarebbe bene mettersi ad un tavolo e fare mente locale, prendere il meglio dai vari percorsi, e ottenere il risultato migliore possibile.Ma d'altro canto stiamo parlando di sw opensource, quindi se non l'hanno fatto i programmatori ufficiali poteva benissimo farlo qualcun'altro, chiunque.A volte ho come l'impressione che nei forum dove si parla di linux e di opensource tutti si sbraccino a tifarli e a sostenerli, ma nessuno abbia voglia di rimboccarsi le maniche e scrivere del codice....
      • Anonimo scrive:
        Re: spreco di risorse al quadrato
        - Scritto da: avvelenato
        Vero però che dopo un po' sarebbe bene mettersi
        ad un tavolo e fare mente locale, prendere il
        meglio dai vari percorsi, e ottenere il risultato
        migliore
        possibile.

        Ma d'altro canto stiamo parlando di sw
        opensource, quindi se non l'hanno fatto i
        programmatori ufficiali poteva benissimo farlo
        qualcun'altro,
        chiunque.
        Si, mettere assieme un progetto progettato interamente ad oggetti (KDE) con uno non ad oggetti (GNOME)... se fai classi/oggetti wrapper per il codice gnome viene uno schifo, se reingengerizzi ad oggetti il codice di gnome fai diventare pazzo un team di persone... e in ogni caso avresti un enorme lavoro di reingegnerizzazione per tirare fuori il meglio dei due. Chi è quel pazzo che si metterebbe a creare un ibrido dei due progetti?
        • Anonimo scrive:
          Re: spreco di risorse al quadrato

          Si, mettere assieme un progetto progettato
          interamente ad oggetti (KDE) con uno non ad
          oggetti (GNOME)... se fai classi/oggetti wrapper
          per il codice gnome viene uno schifo, se
          reingengerizzi ad oggetti il codice di gnome fai
          diventare pazzo un team di persone... e in ogni
          caso avresti un enorme lavoro di
          reingegnerizzazione per tirare fuori il meglio
          dei due. Chi è quel pazzo che si metterebbe a
          creare un ibrido dei due
          progetti?
          Se ho letto bene l'articolo niente di quello che hai detto ha riscrontri su quello che e' stato dichiarato.L'articolo parla di nuove API che forniranno un'interoperativita' tra GNOME e KDE, api di alto livello quindi. non c'e' niente da reingegnerizzare, non si tratta di riscrivere KDE o GNOME ma solo di creare qualcosa che lavori sopra di essi. Probabilmente come qualcun'altro ha detto sara' solo un altro Framework grafico che adattera' il suo look & feel a quello del DE utilizzato.una ipotetica funzione paint() quindi, incaricata di ridisegnare la finestra fara' ricorso alle analoghe procedure KdeLibs/GTK a seconda del bisogno. Quindi niente reingegnerizzazione, solo uno strato in piu', e se il progetto sara' fatto con la giusta attenzione anche il degrado prestazionale potrebbe essere minimo.
        • Shu scrive:
          Re: spreco di risorse al quadrato
          Mi piace come nessuno abbia letto esattamente in cosa consiste il progetto.In pratica, il fulcro di tutto, adesso, e` fare dei tool da richiamare indifferentemente dal desktop usato, per facilitare la vita all'utente.Per fare un esempio, c'e` un programma che, richiamato da evolution su un link, se gira su KDE richiama konqueror (o quello che ha scelto l'utente) per aprire il link, invece di richiamare, per esempio, epiphany.Altre parti riguardano il tentativo di uniformare l'apparenza (con temi appositi)Non appesantisce niente.Altre parti del progetto freedesktop sono gia`uscite, per esempio l'uniformazione della clipboard, in modo da fare cut'n'paste tra i due desktop (e l'ha adottato anche Mozilla, per esempio).- Scritto da:
          Si, mettere assieme un progetto progettato
          interamente ad oggetti (KDE) con uno non ad
          oggetti (GNOME)... se fai classi/oggetti wrapper
          per il codice gnome viene uno schifo, se
          reingengerizzi ad oggetti il codice di gnome fai
          diventare pazzo un team di persone... e Gnome e` gia` ad oggetti. Dai un'occhiata alla documentazione e te ne accorgi. Solo che non e` implementato in C++, quindi usa metodi diversi per simulare gli oggetti.Oltre a esistere le libgtk-- (che sono nient'altro che wrapper in C++ per le gtk), in tutti i linguaggi a oggetti le gtk vengono viste come oggetti (python, ruby, php, ecc.), e non mi pare facciano impazzire nessuno.Per finire, non credo che nessuno mai pensera` di far morire Gnome e KDE per far "nascere" un progetto nuovo che ne integri lo spirito. Continueranno per la loro strada
        • avvelenato scrive:
          Re: spreco di risorse al quadrato
          - Scritto da:

          - Scritto da: avvelenato


          Vero però che dopo un po' sarebbe bene mettersi

          ad un tavolo e fare mente locale, prendere il

          meglio dai vari percorsi, e ottenere il
          risultato

          migliore

          possibile.



          Ma d'altro canto stiamo parlando di sw

          opensource, quindi se non l'hanno fatto i

          programmatori ufficiali poteva benissimo farlo

          qualcun'altro,

          chiunque.



          Si, mettere assieme un progetto progettato
          interamente ad oggetti (KDE) con uno non ad
          oggetti (GNOME)... se fai classi/oggetti wrapper
          per il codice gnome viene uno schifo, se
          reingengerizzi ad oggetti il codice di gnome fai
          diventare pazzo un team di persone... e in ogni
          caso avresti un enorme lavoro di
          reingegnerizzazione per tirare fuori il meglio
          dei due. Chi è quel pazzo che si metterebbe a
          creare un ibrido dei due
          progetti?
          Non puoi fondere del codice a libero arbitrio, ma puoi ciaparti delle api per fare una cosa nuova, oppure prendere uno dei due progetti ed integrarlo con le api dell'altro. Si tratta di idee, come vengano implementate, se in c, c++ o lisp non ha importanza.
      • Anonimo scrive:
        Re: spreco di risorse al quadrato
        - Scritto da: avvelenato
        A volte ho come l'impressione che nei forum dove
        si parla di linux e di opensource tutti si
        sbraccino a tifarli e a sostenerli, ma nessuno
        abbia voglia di rimboccarsi le maniche e
        scrivere del codice....Be'... bisogna anche riconoscere che il 90%abbondante dei partecipanti non è in gradodi scrivere del codice decente. :|
        • avvelenato scrive:
          Re: spreco di risorse al quadrato
          - Scritto da:

          - Scritto da: avvelenato


          A volte ho come l'impressione che nei forum dove

          si parla di linux e di opensource tutti si

          sbraccino a tifarli e a sostenerli, ma nessuno

          abbia voglia di rimboccarsi le maniche e

          scrivere del codice....

          Be'... bisogna anche riconoscere che il 90%
          abbondante dei partecipanti non è in grado
          di scrivere del codice decente. :|Vero. Non che sia facile.Scrivere documentazione, fare un po' d'ordine?Ricordo tempo fa che ho provato una live, era mezza localizzata in italiano con gli help in linea in parte in inglese, mah, se questo è il prezzo da pagare per avere un SO gratis preferirei scucire un po' di grano.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 luglio 2006 12.20-----------------------------------------------------------
          • Gusbertone scrive:
            Re: spreco di risorse al quadrato

            Scrivere documentazione, fare un po' d'ordine?ecco, hai appena toccato uno dei problemi principali con cui deve scontrarsi un aspirante contributore: la carenza di documentazione, guide, testi autorevoli, purtroppo spesso si trovano solo abbozzi di tutorial
          • avvelenato scrive:
            Re: spreco di risorse al quadrato
            - Scritto da: Gusbertone

            Scrivere documentazione, fare un po' d'ordine?

            ecco, hai appena toccato uno dei problemi
            principali con cui deve scontrarsi un aspirante
            contributore: la carenza di documentazione,
            guide, testi autorevoli, purtroppo spesso si
            trovano solo abbozzi di
            tutorialAnzi, è proprio dove ci si può più rimboccare le maniche: traducendo guide e how-to, completandole, raccogliendo e organizzando informazioni sparse su vari siti in un sistema di help in linea...
          • Anonimo scrive:
            Re: spreco di risorse al quadrato
            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da: Gusbertone


            Scrivere documentazione, fare un po' d'ordine?



            ecco, hai appena toccato uno dei problemi

            principali con cui deve scontrarsi un aspirante

            contributore: la carenza di documentazione,

            guide, testi autorevoli, purtroppo spesso si

            trovano solo abbozzi di

            tutorial

            Anzi, è proprio dove ci si può più rimboccare le
            maniche: traducendo guide e how-to,
            completandole, raccogliendo e organizzando
            informazioni sparse su vari siti in un sistema di
            help in
            linea...Se nessuno mette tanti soldi, se non ci sono guadagni, se non è un sistema a pagamento, non accadrà mai. Gli unici open source che hanno qualità e successo sono quelli in cui multinazionali e miliardari mettono i soldi, tanti soldi. Come Firefox.
          • avvelenato scrive:
            Re: spreco di risorse al quadrato
            - Scritto da:

            - Scritto da: avvelenato



            - Scritto da: Gusbertone



            Scrivere documentazione, fare un po'
            d'ordine?





            ecco, hai appena toccato uno dei problemi


            principali con cui deve scontrarsi un
            aspirante


            contributore: la carenza di documentazione,


            guide, testi autorevoli, purtroppo spesso si


            trovano solo abbozzi di


            tutorial



            Anzi, è proprio dove ci si può più rimboccare
            le

            maniche: traducendo guide e how-to,

            completandole, raccogliendo e organizzando

            informazioni sparse su vari siti in un sistema
            di

            help in

            linea...

            Se nessuno mette tanti soldi, se non ci sono
            guadagni, se non è un sistema a pagamento, non
            accadrà mai.

            Gli unici open source che hanno qualità e
            successo sono quelli in cui multinazionali e
            miliardari mettono i soldi, tanti soldi. Come
            Firefox.Non sono del tutto d'accordo, comunque è vero che se su di una cosa non si scuce, non si va molto velocemente e anche la qualità ne risente.Tuttavia non sempre si deve per forza pagare in denaro. Lo scrivere documentazione o contribuire in altro modo attivamente allo sviluppo dei programmi gpl e di linux potrebbe ad esempio far parte di un progetto extrascolastico valutabile in crediti formativi.E sicuramente arricchirebbe gli studenti che se ne farebbero carico.
          • Anonimo scrive:
            Re: spreco di risorse al quadrato
            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da:



            - Scritto da: avvelenato





            - Scritto da: Gusbertone




            Scrivere documentazione, fare un po'

            d'ordine?







            ecco, hai appena toccato uno dei problemi



            principali con cui deve scontrarsi un

            aspirante



            contributore: la carenza di documentazione,



            guide, testi autorevoli, purtroppo spesso si



            trovano solo abbozzi di



            tutorial





            Anzi, è proprio dove ci si può più rimboccare

            le


            maniche: traducendo guide e how-to,


            completandole, raccogliendo e organizzando


            informazioni sparse su vari siti in un sistema

            di


            help in


            linea...



            Se nessuno mette tanti soldi, se non ci sono

            guadagni, se non è un sistema a pagamento, non

            accadrà mai.



            Gli unici open source che hanno qualità e

            successo sono quelli in cui multinazionali e

            miliardari mettono i soldi, tanti soldi. Come

            Firefox.

            Non sono del tutto d'accordo, comunque è vero che
            se su di una cosa non si scuce, non si va molto
            velocemente e anche la qualità ne
            risente.
            Tuttavia non sempre si deve per forza pagare in
            denaro. Lo scrivere documentazione o contribuire
            in altro modo attivamente allo sviluppo dei
            programmi gpl e di linux potrebbe ad esempio far
            parte di un progetto extrascolastico valutabile
            in crediti
            formativi.
            E sicuramente arricchirebbe gli studenti che se
            ne farebbero
            carico.Crediti formativi per studenti ? E quanti studenti sarebbero in grado di produrre codice sensato e di progettare in maniera opportuna ?Una minoranza degli studenti di informatica ed ingegneria è in grado di lavorare davvero, e diffidare di quelli con i voti alti e gonfiati è estremamente saggio. Per avere prodotti di qualità si pagano professionisti, e si pagano tanto. Altrimenti non si ottiene nulla, a parte un'accozzaglia di codice e progetti illogici e sconclusionati.
          • avvelenato scrive:
            Re: spreco di risorse al quadrato
            - Scritto da:

            - Scritto da: avvelenato



            - Scritto da:





            - Scritto da: avvelenato







            - Scritto da: Gusbertone





            Scrivere documentazione, fare un po'


            d'ordine?









            ecco, hai appena toccato uno dei problemi




            principali con cui deve scontrarsi un


            aspirante




            contributore: la carenza di
            documentazione,




            guide, testi autorevoli, purtroppo spesso
            si




            trovano solo abbozzi di




            tutorial







            Anzi, è proprio dove ci si può più
            rimboccare


            le



            maniche: traducendo guide e how-to,



            completandole, raccogliendo e organizzando



            informazioni sparse su vari siti in un
            sistema


            di



            help in



            linea...





            Se nessuno mette tanti soldi, se non ci sono


            guadagni, se non è un sistema a pagamento, non


            accadrà mai.





            Gli unici open source che hanno qualità e


            successo sono quelli in cui multinazionali e


            miliardari mettono i soldi, tanti soldi. Come


            Firefox.



            Non sono del tutto d'accordo, comunque è vero
            che

            se su di una cosa non si scuce, non si va molto

            velocemente e anche la qualità ne

            risente.

            Tuttavia non sempre si deve per forza pagare in

            denaro. Lo scrivere documentazione o contribuire

            in altro modo attivamente allo sviluppo dei

            programmi gpl e di linux potrebbe ad esempio far

            parte di un progetto extrascolastico valutabile

            in crediti

            formativi.

            E sicuramente arricchirebbe gli studenti che se

            ne farebbero

            carico.


            Crediti formativi per studenti ? E quanti
            studenti sarebbero in grado di produrre codice
            sensato e di progettare in maniera opportuna
            ?
            Una minoranza degli studenti di informatica ed
            ingegneria è in grado di lavorare davvero, e
            diffidare di quelli con i voti alti e gonfiati è
            estremamente saggio.


            Per avere prodotti di qualità si pagano
            professionisti, e si pagano tanto. Altrimenti non
            si ottiene nulla, a parte un'accozzaglia di
            codice e progetti illogici e
            sconclusionati.io ho parlato di documentazione.Il codice sono concorde nel lasciarlo ai professionisti. Al massimo ai laureandi, non certo ai diplomandi.
      • Anonimo scrive:
        Re: spreco di risorse al quadrato
        - Scritto da: avvelenato
        si parla di linux e di opensource tutti si
        sbraccino a tifarli e a sostenerli, ma nessuno
        abbia voglia di rimboccarsi le maniche e scrivere
        del
        codice....Non e' solo un'impressione. All'interno di un LUG medio, il 99% dei soci e non sono utenti, magari smart, ma non in grado di o non intenzionati a proporre una sola riga di codice ad uso globale.
      • lorenzot scrive:
        Re: spreco di risorse al quadrato
        Ottimo post.
      • Anonimo scrive:
        Re: spreco di risorse al quadrato

        abbia voglia di rimboccarsi le maniche e scrivere
        del
        codice....Il mondo OS deve capire che utente_computer != sviluppatoreAlmeno nella maggior parte dei casi :DAltriementi si autoripiega su sé stesso e se tutto viene fatto ad uso e consumo degli sviluppatori, avrà come utenti solo sviluppatori.Anche solo scrivere la documentazione richiede abilità che non tutti hanno, se si vuole qualcosa di utile e ben fatto.
        • avvelenato scrive:
          Re: spreco di risorse al quadrato
          - Scritto da:

          abbia voglia di rimboccarsi le maniche e
          scrivere

          del

          codice....

          Il mondo OS deve capire che

          utente_computer != sviluppatore

          Almeno nella maggior parte dei casi :D

          Altriementi si autoripiega su sé stesso e se
          tutto viene fatto ad uso e consumo degli
          sviluppatori, avrà come utenti solo
          sviluppatori.

          Anche solo scrivere la documentazione richiede
          abilità che non tutti hanno, se si vuole qualcosa
          di utile e ben
          fatto.
          Basterebbe definire delle linee guida, dei template da utilizzare, e poi la maggior parte degli utenti in grado di usare una tastiera potrebbero contribuire... wikipedia funziona così e mi sembra che stia andando bene...
          • Anonimo scrive:
            Re: spreco di risorse al quadrato
            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da:


            abbia voglia di rimboccarsi le maniche e

            scrivere


            del


            codice....



            Il mondo OS deve capire che



            utente_computer != sviluppatore



            Almeno nella maggior parte dei casi :D



            Altriementi si autoripiega su sé stesso e se

            tutto viene fatto ad uso e consumo degli

            sviluppatori, avrà come utenti solo

            sviluppatori.



            Anche solo scrivere la documentazione richiede

            abilità che non tutti hanno, se si vuole
            qualcosa

            di utile e ben

            fatto.




            Basterebbe definire delle linee guida, dei
            template da utilizzare, e poi la maggior parte
            degli utenti in grado di usare una tastiera
            potrebbero contribuire... wikipedia funziona così
            e mi sembra che stia andando
            bene...Sì, bhè, se non conosci bene un argomenti e credi che ciò che trovi su wikipedia sia la verità unica e somma. Se però sai le cose di idiozie ed inesattezze di ogni tipo ne trovi eccome. Semplicemente perchè non vi è un controllo professionale sui dati immessi dagli utenti, non vi è un modello commerciale serio.
          • avvelenato scrive:
            Re: spreco di risorse al quadrato
            - Scritto da:

            - Scritto da: avvelenato



            - Scritto da:



            abbia voglia di rimboccarsi le maniche e


            scrivere



            del



            codice....





            Il mondo OS deve capire che





            utente_computer != sviluppatore





            Almeno nella maggior parte dei casi :D





            Altriementi si autoripiega su sé stesso e se


            tutto viene fatto ad uso e consumo degli


            sviluppatori, avrà come utenti solo


            sviluppatori.





            Anche solo scrivere la documentazione richiede


            abilità che non tutti hanno, se si vuole

            qualcosa


            di utile e ben


            fatto.








            Basterebbe definire delle linee guida, dei

            template da utilizzare, e poi la maggior parte

            degli utenti in grado di usare una tastiera

            potrebbero contribuire... wikipedia funziona
            così

            e mi sembra che stia andando

            bene...


            Sì, bhè, se non conosci bene un argomenti e credi
            che ciò che trovi su wikipedia sia la verità
            unica e somma. Se però sai le cose di idiozie ed
            inesattezze di ogni tipo ne trovi eccome.
            Semplicemente perchè non vi è un controllo
            professionale sui dati immessi dagli utenti, non
            vi è un modello commerciale
            serio.wikipedia è piena di sciocchezze tant'è che a volte mi sono mosso personalmente per correggerle ( vedi la voce: subnet mask), tuttavia l'ho tirata fuori come esempio perché la struttura software che la regge è funzionale, e scrivere una voce è relativamente facile, inoltre esistono linee guida piuttosto chiare su come farlo. Sugli help di linux (e vari programmi, gui e quant'altro, kde e gnome ad esempio) non mi pare ci sia questa chiarezza. Neanche l'editabilità delle guide è il massimo della semplicità.
  • Anonimo scrive:
    Sarebbe ora..
    sarebbe ora... visto che ormai le differenze visive non sono piu' un gran che, eppure l'esistenza di due progetti "indebolisce" laa comunita' open source, visto che gli sviluppatori si dividono tra gnome e kde.unire le forze.. e l'energia contro il comune nemico (M$) sarebbe invece molto piu' utile alla causa: la diffusione globale di internet contro il nemico comune: zio bill.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora..
      - Scritto da:
      sarebbe ora... visto che ormai le differenze
      visive non sono piu' un gran che, eppure
      l'esistenza di due progetti "indebolisce" laa
      comunita' open source, visto che gli sviluppatori
      si dividono tra gnome e
      kde.

      unire le forze.. e l'energia contro il comune
      nemico (M$) sarebbe invece molto piu' utile alla
      causa: la diffusione globale di internet contro
      il nemico comune: zio
      bill.Basta che Gates stacchi qualche assegno che anche chi pensa di creargli problemi non lo farà, a partire da Torvalds che è un suo dipendente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora..

      unire le forze.. e l'energia contro il comune
      nemico (M$) sarebbe invece molto piu' utile alla
      causa: la diffusione globale di internet contro
      il nemico comune: zio
      bill.
      Ommioddio, ma come parli??Sempre di più mi chiedo, ma voi ci lavorate con l'informatica o ci ca77eggiate e basta così tanto per fare?La finale è domenica... risparmiati (e risparmiaci)!
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarebbe ora..

        La finale è domenica... risparmiati (e
        risparmiaci)!HAHAHHAHAHA fantastico :D (rotfl)(rotfl)[OFFTOPIC]li stracciamo i francesi[/OFFTOPIC]
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora..

      unire le forze.. e l'energia contro il comune
      nemico (M$) sarebbe invece molto piu' utile alla
      causa: la diffusione globale di internet contro
      il nemico comune: zio
      bill.
      ebbasta con sta cazzo di storia del nemico comune M$ (lo scrivevo a 10 anni con il simbolo del dollaro). lo sviluppo di linux e dei vari applicativi e indipendente dal monopolio di fatto di microsoft. Qui non c'è nessun nemico (non perchè sia amico ma perchè non ce lo filiamo neanche)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora..
      - Scritto da:
      sarebbe ora... visto che ormai le differenze
      visive non sono piu' un gran che, eppure
      l'esistenza di due progetti "indebolisce" laa
      comunita' open source, visto che gli sviluppatori
      si dividono tra gnome e
      kde.

      unire le forze.. e l'energia contro il comune
      nemico (M$) sarebbe invece molto piu' utile alla
      causa: la diffusione globale di internet contro
      il nemico comune: zio
      bill.
      basta con queste cazzate! uso win al lavoro perchè ci sono costretto e non mi dispiace, lo uso a casa per giocarci e non mi dispiace, uso anche linux (ci smanetto con abbastanza disinvoltura anche per quanto riguarda le config manuali) e lo stimo come s.o. perchè ti apre la mente al di là delle solite iconcine e del drag&drop. se a te non piace bill e quello che fa non cagarlo e guarda altrove. se ci fosse linux a "dominare" a quest'ora tu saresti uno di quelli che stresserebbero le OO con commenti del tipo "ubuntu è meglio di mandriva" o "kde forever, gnome go home".
Chiudi i commenti