Samsung e Apple, digital delivery che passione!

I colossi dell'elettronica si impegnano sempre più attivamente nella distribuzione dei contenuti multimediali in formato digitale. L'alta definizione, a ogni modo, è mignon

Roma – Il settore dell’home video cresce e si diversifica , e mentre le major stentano a trovare un modello di business, le aziende dell’elettronica di consumo continuano a muoversi verso un mercato sempre più basato sui formati digitali “puri” piuttosto che su quelli ottico-fisici come DVD, Blu-ray & compagnia. Ultima big corp. a saltare sul carro della distribuzione di bit è Samsung, che sul suo portale dedicato alla piattaforma mobile ha appena lanciato la beta di Samsung Movies .

Com’è facilmente intuibile dal nome, il portale non è altro che un servizio per la distribuzione dei contenuti dell’industria multimediale, film hollywoodiani e spettacoli televisivi che siano, su cui gli utenti possono acquistare o “affittare” gli show a prezzi concorrenziali con quelli dei supporti fisici, a patto che si trovino in Germania e Regno Unito.

Essendo ancora in stato di beta , Samsung Movies garantisce al momento un’offerta limitata e quello che offre lo si può “godere” con modalità di fruizione alquanto ristrette: i titoli disponibili sono 500 , i contenuti devono obbligatoriamente passare per Windows Media Player 11, sia che li si guardi su PC che li si copi “sincronizzandoli” sui dispositivi portatili supportati. O meglio, sull’unico dispositivo attualmente supportato: l’S8300 Tocco Ultra prodotto dalla stessa Samsung.

In attesa che la corporation mantenga la promessa di estendere il parco dei titoli disponibili siglando accordi con Warner Bros., Paramount, Universal e Momentum Pictures, una rapida occhiata ai prezzi evidenzia che l’affitto di uno show o un film costa tra 2,49 e 3,99 sterline (in UK), mentre il download costa tra 7,99 e 13,99 sterline.

Ogni film occupa 1,5 gigabyte di spazio, gli acquisti devono necessariamente passare per l’intermediazione di ClickandBuy e i sistemi DRM riducono la fruibilità di uno show preso in affitto a 24 ore dalla prima apertura. Ignota la natura delle limitazioni dei contenuti nel tempo qualora si trattasse di download e non di leasing.

Come Sony prima di lei, inoltre, entro la primavera incipiente Samsung prevede di estendere la fruizione del servizio di digital delivery ai suoi set HDTV di nuova generazione , dotati di funzionalità “widget” e supporto ad appliance basate su JavaScript e XML per un’esperienza più sofisticata e completa.

E parlando di completezza Apple aggiunge finalmente i contenuti in (quasi) alta definizione alla dotazione del suo (iTunes) Store, annunciando in questi giorni la disponibilità del nuovo formato accanto a quello tradizionale per l’acquisto e il download in affitto. Anche in questo caso come per Samsung il numero di titoli disponibili è estremamente limitato , ma il Bond-movie Quantum of Solace e la soap teen-vampirica Twilight sono offerti in pre-ordine assieme a Spirit (dal prossimo 14 aprile).

Passando alle cifre si scopre che l’alta definizione non è poi così “alta”, visto che si parla di una risoluzione di 720p (il formato “entry level” dell’high-def), mentre i prezzi sono 4,99 dollari (1 in più della risoluzione standard) per l’affitto e 19,99 dollari per l’acquisto-download.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Roberto Di Carlo scrive:
    Carlucci Antitesi di Stallman
    Ma la Carlucci lo sà chi è Stallman?E poi che ci azzecca con il Web una presentatrice TV?Settori cosi delicati in mano alle persone sbagliate significa pregiudicare il futuro di tutto un paese....
    • Luca Vincenti scrive:
      Re: Carlucci Antitesi di Stallman
      Lei che c'azzecca con il diritto? è forse un giurista che può sindacare sulla bontà di un ddl?
  • lalla63 scrive:
    Al Fano "pensiero"
    "Appena i tecnici del governo troveranno il modo, ci sara' una nuova legge contro gli abusi su internet", annuncia il ministro Alfano. "Vogliamo intervenire" - ha agguinto il ministro della Giustizia - "Come in Youtube ad esempio. Il nome stesso di rete" - ha detto il ministro Alfano - "rimanda a una maglia difficile da controllare, ma stiamo lavorando sul tema".
  • madiele scrive:
    che ridere...
    ogni volta che vado sul suo blog e trovo qualcosa su internet non mi riesco a trattenere per quanto ne sappia poco di internet.oggi vado sul suo blog e trovo questo post:http://www.gabriellacarlucci.it/2009/03/12/la-sentenza-della-cassazione-riguardante-i-blog-i-forum-le-newsletter-i-newsgroup/si vede chiaramente che per trovare la foto per il post a scelto la 3^ immaggine che appare cercando su google internet, e guarda caso e quella di IE (se restate un attimo col mouse sopra l'immaggine appare la scritta internet!).qui mi sorge un dubbio:1) l'onorevole pensa che la "e" che ha sul desktop è internet.2) non sa che esistono anche altri browser per navigare in internet.3) semplicemente non aveva voglia di scegliere un foto più adatta.adesso che ho controllato meglio limmagine e reggistrata su questo sito: http://www.zeusnews.com/che in questo articolo si dimostra ovviamente contro di lei: http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=9482.quindi aggiungerei una 4 ipotesi:l'onorevole non guarda nemmeno i siti da dove prende le immagini-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 marzo 2009 16.16-----------------------------------------------------------
  • Silvio Berlusconi scrive:
    Comunisti!
    Comunisti!
  • krik&krok scrive:
    Mitici DAVIDE ROSSI e GIOVANNI !!!
    .1. andate sul sito di Gabriella Carlucci.2. tasto destro sul .DOC della proposta di legge.3. selezionate "Salva file con nome" e salvate sul desktop.4. tasto destro sul .DOC savvato e scegliete proprietà.5. nel tab "riepilogo" leggete ...Autore : Davide RossiAutore ultimo salvataggio : giovanniSocietà : univideo.Ora una domanda: Chi ha redatto il testo ?
    • deactive scrive:
      Re: Mitici DAVIDE ROSSI e GIOVANNI !!!
      siamo in buone mani http://www.univideo.org/- Scritto da: krik&krok
      .1. andate sul sito di Gabriella Carlucci
      .2. tasto destro sul .DOC della proposta di legge
      .3. selezionate "Salva file con nome" e salvate
      sul
      desktop
      .4. tasto destro sul .DOC savvato e scegliete
      proprietà
      .5. nel tab "riepilogo" leggete ...

      Autore : Davide Rossi
      Autore ultimo salvataggio : giovanni
      Società : univideo.

      Ora una domanda:

      Chi ha redatto il testo ?
      • Specialista scrive:
        Re: Mitici DAVIDE ROSSI e GIOVANNI !!!
        Per questo qualcuno parlava di ulteriore figura barbina tramite word...Era una cosa nota da tempo, confronta:http://punto-informatico.it/2569606/PI/Commenti/vogliono-chiudere-rete.aspx:-)
    • pabloski scrive:
      Re: Mitici DAVIDE ROSSI e GIOVANNI !!!
      - Scritto da: krik&krok
      Chi ha redatto il testo ?boh magari è stato Silvio in persona :D
      • dont feed the troll scrive:
        Re: Mitici DAVIDE ROSSI e GIOVANNI !!!
        - Scritto da: pabloski
        - Scritto da: krik&krok


        Chi ha redatto il testo ?

        boh magari è stato Silvio in persona :Di refusi sarebbero stati mlti di +.
  • dont feed the troll scrive:
    Re: Cancellazione e blocco post
    inutile lamentarsi della moderazione e chiedere chiarimenti, non lo fanno mai.Anzi se insisti ti prendono pure sul c...o e iniziano a censurarti qualsiasi cosa.
  • Specialista scrive:
    Cancellazione e blocco post
    Cara redazione perché avete bloccato il tread sulla gaffe del documento word?Perché avete cancellato un post precedente a questo che parlava della stessa cosa?Vi prego di indicare quale dei seguenti punti delle VOSTRE regole è stato violato per portare ad una cancellazione:"Per garantire che siano utili a tutti, questi spazi sono sottoposti ad alcune comuni regole di convivenza civile che possono essere riassunte in poche righe: * il commento sia sempre attinente all'argomento di cui si sta parlando (in topic) * mai scrivere commenti ingiuriosi e offensivi rispetto a chicchessia * moderare il linguaggio, evitare frasi e terminologie volgari, razziste o sessiste * usare il buon senso: non rispondere agli attacchi personali e a chi ha l'unico scopo di disturbare e creare zizzannia tra gli utenti (flamer e troll), rispondere significa solo alimentare il livello di rumore * evitare come da netiquette di puntualizzare eventuali errori di sintassi o battitura in un post * non inserire contenuti che siano diffamanti o violino le leggi italiane * evitare di usare il maiuscolo: non è mai leggere chi grida"NOn è bello quello che state facendo
  • qwerty scrive:
    Perché avete censurato il post sopra?
    Perché avete bloccato il post "Altra gaffe con i documenti Word"?
  • uomo comune scrive:
    una questione di educazione
    Per me ogni forum dovrebbe essere gestito da un moderatore e aperto ad ogni contributo anonimo o meno.Il moderatore si occupa di rimuovere qualunque post a suo giudizio non risulti opportuno, e dovrebbe rispondere di ciò che rimane pubblicato.E' l'unico modo per garantire gli autori e i lettori.Dietro la "liberta di espressione" ci sono al 95% solo i maleducati e gli estremisti. Se vogliamo salvare la rete ne possiamo fare a meno, peccato per il restante 5%.
    • Sgabbio scrive:
      Re: una questione di educazione
      Che qualunquismo squallido, sinceramente non sono d'accordo.
      • dont feed the troll scrive:
        Re: una questione di educazione
        - Scritto da: Sgabbio
        Che qualunquismo squallido, sinceramente non sono
        d'accordo.anche perchè saro' pur libero di essere maleducato ed estremista, finchè non commetto reati.
        • uomo comune scrive:
          Re: una questione di educazione
          Certo che sei libero, apri il tuo blog e diventane il moderatore...
          • dont feed the troll scrive:
            Re: una questione di educazione
            - Scritto da: uomo comune
            Certo che sei libero, apri il tuo blog e
            diventane il
            moderatore...quindi secondo te dovrebbero aver cittadinanza solo le espressioni "moderate" ed "edulcorate"...
      • uomo comune scrive:
        Re: una questione di educazione
        Quanlunquismo mi sembra il tuo che non motivi il tuo commento...
    • pabloski scrive:
      Re: una questione di educazione
      bene quindi pure dietro la libertà sessuale ci sono in realtà solo malati e maniaci/XXXXXXX di vario tipo?benissimo, vai di cintura di castità :D era ora finalmente :D :D
      • dont feed the troll scrive:
        Re: una questione di educazione
        - Scritto da: pabloski
        bene quindi pure dietro la libertà sessuale ci
        sono in realtà solo malati e maniaci/XXXXXXX di
        vario
        tipo?
        l'unico problema delle XXXXXXX è che sono meno di quel che si dice, e che non lo sono abbastanza.
      • uomo comune scrive:
        Re: una questione di educazione
        Stai vaneggiando a caso o era un commento a quallo che ho scritto? Non ho capito che cosa c'entra.
        • pabloski scrive:
          Re: una questione di educazione
          beh tu dici che dietro la libertà di espressione si celano al 95% scostumati, terroristi e XXXXXXXXXe io ti ho risposto ironicamente affermando che dietro la libertà sessuale si nascondono maniaci di ogni genere, ninfomani e gentaglia variala censura non è mai stato e mai sarà un mezzo per migliorare le cose....chi lo dice che le cose buone e giuste siano quelle che sostiene il cosidetto popolo delle libertà?cosa si dirà domani, che è cosa buona e giusta che rete4 continui ad occupare abusivamente le frequenze di italia7 ( comprate da italia7 a suon di milioni ) ?e poi se vogliono bandire i maleducati comincino a levare i culi delle veline dalle reti mediaset
          • pabloski scrive:
            Re: una questione di educazione
            sono d'accordo su questo, ma infatti ogni forum ha dei responsabili....al minimo è colui che risuta nel whois del dominio ad assumersi la responsabilità, ma forum più grandi fanno capo a ditte unipersonali o societàil problema è che la Carlucci vuole o un megadatabase gestito magari dallo Stato, tipo come fa l'AAMS con i giochi, o pretende che ogni gestore di forum debba chiedere la carta d'identità a chiunque si iscrivequesta a me pare pura e semplice folliaprimo perchè il vero problema e cioè quello dei criminali non si risolve....questi personaggi non hanno problemi ad usare reti VPN, magari botnet e ad usare carte d'identità clonateintanto però una schedatura simile espone il cittadino a ritorsioni da parte delle autorità...eh si perchè lo Stato non sempre agisce per vie legali....Guantanamo docet, ma c'è pure Gladio per rimanere in Italiaquesto per far capire che spesso parlare può costarti la vitaper i forum si lasci tutto com'è e nei casi previsti della legge facciano, gli interessati, valere i propri diritti nei confronti dei gestori dei forumtanto siamo tutti individuabili dall'IP, quindi a che pro mettere le nostre generalità in bella vista, a disposizione del primo cracker russo o ucraino che le ruberà violando il database dei forum a cui siamo iscritti?
    • hiccup scrive:
      Re: una questione di educazione
      Posso farlo io il moderatore?Avrei di certo eliminato il tuo post in quanto protetto solo dalla liberta' di espressione mica dalla presenza di una opinione, a meno che si possa equiparare una lagna frignona ad una opinione.
      • uomo comune scrive:
        Re: una questione di educazione
        Grazie di avere inserito un post con una perfetto esempio di maleducazione (inutile che spiega cosa significa...spero).
        • hiccup scrive:
          Re: una questione di educazione
          - Scritto da: uomo comune
          Grazie di avere inserito un post con una perfetto
          esempio di maleducazione (inutile che spiega cosa
          significa...spero).In quanto a eventuale maleducazione sono anche d'accordo, solo se ammetti che la tua posizione sia illiberale.Non credo che ad una persona chiaramente illiberale si debba obbligatoriamente rispondere con buoni toni.E nota: se mi si fosse dato l'arbitrario potere di moderare (o censurare) dei posts il tuo sarebbe tra i primi [that's polite!]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 marzo 2009 17.15-----------------------------------------------------------
    • deactive scrive:
      Re: una questione di educazione
      - Scritto da: uomo comune
      Per me ogni forum dovrebbe essere gestito da un
      moderatore e aperto ad ogni contributo anonimo o
      meno.
      Il moderatore si occupa di rimuovere qualunque
      post a suo giudizio non risulti opportuno, e
      dovrebbe rispondere di ciò che rimane
      pubblicato.
      E' l'unico modo per garantire gli autori e i
      lettori.
      Dietro la "liberta di espressione" ci sono al 95%
      solo i maleducati e gli estremisti. Se vogliamo
      salvare la rete ne possiamo fare a meno, peccato
      per il restante
      5%.eh si peccato che tu abbia detto una grossa c*****a.Che ti piaccia o meno gli estremisti hanno una loro opinione. Discutibile, opinabile ma pur resta che le liberta' di parola, espressione e opinione sono saldamente garantite dalla costituzione. Condivido la tua posizione per i maleducati, ma del resto per quanto lo esprimano male, il loro rimane comunque un punto di vista.Se fossimo governati da piccoli fascistelli come te, forse oggi nemmeno il tuo commento avrebbe avuto spazio su questo forum.Per favore, sei deplorevole.
      • dont feed the troll scrive:
        Re: una questione di educazione
        - Scritto da: uomo comune
        Forse non ci siamo capiti, non sto parlando di
        censura, di sesso, o di opinioni politiche
        specifiche.
        Sto solo dicendo che quando viene pubblicato un
        post qualunque esso sia, mi sembra giusto che
        esista un responsabile, e in assenza di
        indentificazione del mittente è il moderatore che
        si assume la responsabilità di pubblicarlo. Sei così convinto di cio' che dici che no nti firmi, nonostante le tue opinioni.Chi è responsabile delle c..ose che dici in questo forum?
  • Nicola scrive:
    normativa ridondante.
    C'è già,la legge Italiana vieta di presentarsi con generalità false.
  • anonimo pasticcere scrive:
    Borghesi di m.
    non avete ancora capito che sono una casta ....vogliono il controllo ...non lo sviluppo del pasese ...se il paese cresce e prosperale persone diventano tutte più intelligenti Le persone mediocri e paracule come loro non sarebbero in parlamentoma a pulire i cessio a fare la colf ai loro "sottoposti" di adesso
    • Il Gargilli scrive:
      Re: Borghesi di m.
      - Scritto da: anonimo pasticcere
      non avete ancora capito che sono una casta ....

      vogliono il controllo ...
      non lo sviluppo del pasese ...

      se il paese cresce e prospera
      le persone diventano tutte più intelligenti

      Le persone mediocri e paracule come loro
      non sarebbero in parlamento
      ma a pulire i cessi
      o a fare la colf ai loro "sottoposti" di adessoQuoto...in toto!Fino a quando la cultura media della popolazione non avanzerà a dei livelli "accettabili" (per un paese che si dice democratico e industrializzato) avremo sempre questi cialtroni in Parlamento.E sbaglia chi dice che i politici ormai non rappresentano più la gente. Anzi, non l'hanno mai rappresentata come in queste ultime legislature. Sono la fotografia perfetta dell'itagliano medio. Fascisti e ignoranti da una parte, rimbambiti e disorientati e frammentati dall'altra... Aloha!
    • io io scrive:
      Re: Borghesi di m.
      quoto!!! +1 ;)
  • picard12 scrive:
    strumentalizzazione
    io lessi tempo fa i forum dell'aduc dove c'erano parole molto pesanti contro la chiesa, il papa. Dalle bestemmie ad un tipo che voleva avere un rapporto molto "forte" con una suora ci si poteva sbizzarrire.Ora questo fatto lo stanno strumentalizzando perchè se si equipara i blog ed i forum ai giornali questi dovrebbero avere i medesimi vantaggi e svantaggi. In questo caso anche la tutela giuridica che con la sentenza della cassazione nega al forum.Li però c'è stato un ulteriore problema di gestione a monte, nessuno ha moderato tali comportamenti, fatto che avviene in qualsiasi forum gestito da ragazzini. Li hanno voluto lasciare il forum senza moderatori e questo è il risultato.Ogni persona di buon senso sa certe offese gratuite non servono a nessuno. Ora sono stati beccati e se lo meritano, però dobbiamo essere attenti a non far si che la questione ci si ritorca contro. Leggiamo questo passaggio:"Da oggi i blog non potranno essere più equiparati a un giornale e per questo motivo non potranno più essere tutelati dalle stesse regole che sono a garanzia della libertà di stampa. Ad affermarlo è una sentenza della Cassazione (la numero 10535) con la quale la Corte Suprema ha confermato la legittimità del sequestro di alcune pagine web del sito di una associazione nelle quali erano contenuti messaggi ritenuti diffamatori nei confronti di un'altra associazione.In particolare la vicenda si riferisce ad alcune pagine del sito dell'Aduc (associazione per i Diritti degli utenti e consumatori) nelle quali erano state pubblicate frasi diffamatorie nei confronti dei preti e in particolare frasi prese da un forum dove si parlava dello scandalo dei preti pedofili. Dopo una denuncia della Associazione Meter di don Fortunato Di Noto la magistratura di Catania dispose il sequestro di quelle pagine. "L'Arduini di secondo protocollo, il famoso "movimento politico" citato nelle proprietà del documento, usando l'esempio dell'ADUC sostiene che a causa dell'anonimato in rete è possibile diffamare chiunque... allora mi spiego come mai hanno sequestrato i forum dell'aduc se erano anonimi?Ora con un giro di parole qui:"In definitiva la Cassazione pone dei paletti intorno ad alcuni reati, come appunto la diffamazione, purtroppo sempre più frequenti in rete e troppo spesso mascherati dalla libertà di stampa e di parola. Non solo, questa sentenza apre le porte alla responsabilità civile e penale degli amministratori delle piattaforme blog nei casi in cui non venga accertata l'identità di colui o coloro che gestiscono il blog, la news letter o una qualsiasi delle nuove forme di comunicazione di cui sopra. Infatti, se in questo caso si è potuto risalire con certezza a coloro che gestivano il sito internet in questione (un dominio deve essere registrato) non è la stessa cosa quando si tratta di un sito o di un blog ospitato presso una piattaforma qualsiasi delle tante che offrono uno spazio web gratuito senza però accertarsi mai della effettiva identità di chi gestisce questi spazi dando quindi a queste persone la possibilità, spesso nell'anonimato, di diffamare chiunque. Lo abbiamo dimostrato qualche tempo fa quanto sia facile fare una operazione del genere. "Questione assai spinosa che dovrebbe soddisfare alcune necessità: 1. preservare la neutralità della rete.2. combattere reati.3. tutelare gli utenti senza criminalizzare tutti.Non so bene come funzioni all'estero dove hanno una cultura informatica maggiore, ma valutare meglio alcuni strumenti non sarebbe male possibilmente con esperti del settore ITC non della siae o della univideo. Persone-società palesemente di parte e quindi viziate dai propri interessi personali, una cosa chiamata conflitto di interesse...Di conseguenza inadatte a legiferare in materia, delegittimate per natura a scrivere leggi da far passare come legge antipedofilia.La cosa simpatica è che ancora nessuno ci ha spiegato cosa lega la siae e la lotta alla pedofilia. Fatto tranquillamente lasciato nel dimenticatoio. Chissà come mai?MA allora quali suggerimenti possiamo dare per poter soddisfare i requisiti sopra menzionati?La prima idea che mi viene in mente che non è necessario equiparare totalemente i blog e Co ai giornali, magari servirebbe qualche obbligo in più per i moderatori e per gli utenti che si iscrivono.Perchè alla fine per evitare reati in rete si dovrebbe chiudere internet che equivalerebbe chiudere le strade per evitare incidenti.Invece ci sono limiti di velocità pattuglie ( ?), patenti di guida etc.L'equivalente per la rete cosa potrebbe essere?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 marzo 2009 08.10-----------------------------------------------------------
    • Specialista scrive:
      Re: strumentalizzazione
      Penso che ti sei perso qualcosa, nelle proprietà del documento c'è scritto che il movimento politico è Forza Italia...Non mi sembra che secondo protocollo sia della loro areaMa potrei cmq sbagliare
      • picard12 scrive:
        Re: strumentalizzazione
        ho fatto si confusione ma l'arduini è di secondo protocollo, considera poi che non office ma openofficee mi visualizza solo movimento politico.Che sia bipartisan? ahahaciao-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 marzo 2009 13.13-----------------------------------------------------------
        • Specialista scrive:
          Re: strumentalizzazione
          Guarda solo per il fatto di usare openoffice sei ampiamente scusato. :-)Cmq la mia impressione è che il testo dell'attivista (suppongo) di secondo protocollo è stato copiato allo scopo di avere materiale su cui scrivere un post, magari confermando o confutando quanto espresso dalla Arduini.Un po' come se fosse una traccia da seguire per scrivere nel blog qualcosa.Non ne faccio una questione di contenuti al limite, è solo che chi pretende di fare leggi per noi poveri utenti da tutelare fa tentativi maldestri di utilizzare gli strumenti informatici e neanche termina il prorpio lavoro.Poi c'è da dire che dubito che il blog l'On. Carlucci lo scriva tutto lei direttamente, ci penserà il suo ufficio stampa o chi per lui.Altro quesito che mi sovviene, inspirato dal tuo programma di office automation, ma (tutte) queste copie di blasonati prodotti SW che si utilizzano con disinvoltura chi li ha pagati?Forza Italia? Noi con le tasse? O tramite rimborsi elettorali?Anche usare qualcosa di free permetterebbe di fare una figura "più vicina alla rete" alla signora Onorevole
  • Il Gargilli scrive:
    Si...daccordo...
    Beh Alessio, sono daccordo. Ma è inutile parlare democraticamente con gente che la Democrazia la usa a proprio vantaggio.Secondo me il problema non è quel decreto legge o quell'altro...Il problema è che abbiamo a che fare con persone che non hanno alcuna competenza. ma dall'altra parte abbiamo una cittadinanza passiva a qualsiasi cambiamento. E aggiungerei anche non sufficientemente critica nei confronti delle situazioni più semplici, figuriamoci nei confronti di Internet. Quando proponevo un "patentino" per permettere alla cittadinanza di votare, non stavo scherzando affatto. Se riuscissimo a far riconoscere che un buon 60% della popolazione non capisce un beato XXXXX (vuoi per vecchiaia, vuoi per qualcos'altro) allora (forse) potremmo sperare di avere dei DDL più a misura di cittadino, e non di politico. Ma il Voto è (giustamente) un diritto di tutti (si, se per tutti intendiamo persone "consapevoli"). E' giusto contrastare certi DDL perchè assolutamente inadatti e censori, ma è più importante sensibilizzare le persone che ancora non "vedono", ad usare la propria testa, anche a costo di farsi venire un'emicrania.Non faremmo mai (per esempio) guidare un camion a chi non ha la patente, così come non faremmo mai studiare i nostri figli con persone non preparate; e così vale per un sacco di cose...ma non per il voto, dove, siccome chiunque può votare, ci troviamo su una barca senza guida, in mezzo all'Oceano. E i politici di tutto il pianeta lo sanno bene; di fatto sono imprenditori che hanno ormai rimpiazzato del tutto quei (pochi) cittadini onesti che si prestavano alla Politica con spirito libero e sincero.E' patetico, nel 2009, dover parlare ancora di queste cose, ma dobbiamo riconoscere che siamo a questi livelli non è colpa di quel politco o di quell'altro.Al posto di cercare di contrastare i furbi politici nostrani, dobbiamo impegnarci a rompere i XXXXXXXX a tutti quelli che conosciamo, amici, parenti, sconosciuti con cui attacchiamo bottone al bar o sul tram...ecc..Dobbiamo fargli venire la nausea della televisione, del gioco del Lotto, del grande fratello, della loro ignoranza e ignavia. Devono stare male...perchè è questo che gli succederà quando inizieranno a "capire". Devono sentirsi ignoranti, e per questo (essendo gli italiani orgogliosi) fargli scattare quella cosa che contraddistingue l'Uomo dall'Animale: Il PensieroChe qui, putroppo, scarseggia. E di fatti i risultati li abbiamo tutti sotto gli occhi (uno su tutti: l'italia è l'unico paese dove l'utilizzo di Internet è in calo...)Aloha!
    • Scimiot scrive:
      Re: Si...daccordo...
      - Scritto da: Il Gargilli
      Quando proponevo un
      "patentino" per permettere alla cittadinanza di
      votare, non stavo scherzando affatto. Questa è abbastanza grave come affermazione. Condivisibile il resto del commento, ma questa è davvero grossa.In che senso "patentino" per votare? In base a quali criteri verrebbe attribuito? Insomma: what are you talking about?!Sicuramente se venisse istituito un patentino al voto, tutte le persone virtuose verrebbero tagliate automaticamente fuori. In un paese come l'italia, le persone ideologicamente pure e intellettualmente indipendenti vengono automaticamente represse dal sistema. Questo DDL è l'esempio perfetto.Togliere "l'anonimato" ad una rete che è per definizione non anonima. Secondo me è una spesa di soldi inutile. Se una persona commette un reato tramite internet (adescamenti, pedoXXXXXgrafia, ecc...), può essere tranquillamente tracciata tramite gli indirizzi IP.Ma io mi domando, con tutti i problemi che ha l'italia in questo momento...con la crisi finanziaria, con un sistema di assitenza sociale al limite, con un sacco di aziende che chiudono lasciando a casa centinaia di persone...la cosa a cui i politici riescono a pensare è l'anonimato in rete? BahGreetings-
      • deactive scrive:
        Re: Si...daccordo...

        Ma io mi domando, con tutti i problemi che ha
        l'italia in questo momento...con la crisi
        finanziaria, con un sistema di assitenza sociale
        al limite, con un sacco di aziende che chiudono
        lasciando a casa centinaia di persone...la cosa a
        cui i politici riescono a pensare è l'anonimato
        in rete?Si, perche' si cacano sotto.
        • Scimiot scrive:
          Re: Si...daccordo...
          - Scritto da: deactive

          Si, perche' si cacano sotto.Ho capito che se la fanno sotto, però un pò di realismo ci vuole :-(Greetings-
      • dont feed the troll scrive:
        Re: Si...daccordo...
        - Scritto da: Scimiot
        - Scritto da: Il Gargilli

        Quando proponevo un

        "patentino" per permettere alla cittadinanza di

        votare, non stavo scherzando affatto.

        Questa è abbastanza grave come affermazione.
        Condivisibile il resto del commento, ma questa è
        davvero
        grossa.
        In che senso "patentino" per votare? In base a
        quali criteri verrebbe attribuito? Insomma: what
        are you talking
        about?!
        L'idea non è del tutto peregrina e io la condivido appieno.L'esempio del Gargilli è calzante: così come non daremmo mai un autoveicolo in mano a uno che non sa guidare, sei sicuro di voler dare la possibilità di votare a chi non capisce nulla nè di politica, nè di come funziona lo stato?Sei sicuro che per "democrazia" si intenda veramente che qualsiasi XXXXXXXXX abbia diritto di scegliere della vita del prossimo?E per "XXXXXXXXX" non intendo uno che la pensa diversamente da me, ma intendo proprio uno che non è informato, non conosce i candidati, non ocnosce l'istituzione per cui sta nominando i rappresentanti, non sa quali sono le attribuzioni che conferisce, nè che si puo' aspettare, etc etc.e' davvero così assurdo pretendere che chi va a votare abbia almeno conoscenza delle norme base dell'educazione civica?
        • Scimiot scrive:
          Re: Si...daccordo...
          - Scritto da: dont feed the troll
          L'idea non è del tutto peregrina e io la
          condivido
          appieno.
          L'esempio del Gargilli è calzante: così come non
          daremmo mai un autoveicolo in mano a uno che non
          sa guidare, sei sicuro di voler dare la
          possibilità di votare a chi non capisce nulla nè
          di politica, nè di come funziona lo
          stato?

          Sei sicuro che per "democrazia" si intenda
          veramente che qualsiasi XXXXXXXXX abbia diritto
          di scegliere della vita del
          prossimo?
          E per "XXXXXXXXX" non intendo uno che la pensa
          diversamente da me, ma intendo proprio uno che
          non è informato, non conosce i candidati, non
          ocnosce l'istituzione per cui sta nominando i
          rappresentanti, non sa quali sono le attribuzioni
          che conferisce, nè che si puo' aspettare, etc
          etc.

          e' davvero così assurdo pretendere che chi va a
          votare abbia almeno conoscenza delle norme base
          dell'educazione
          civica?Il ragionamento fila, ma in base a quali criteri una persona viene selezionata come degna della facoltà di poter votare? Solo quelli che hanno una laurea in scienze politiche, giurisprudenza e storia contemporanea possono votare?E poi, chi si prenderebbe la briga di istituire un meccanismo di questo tipo? Tu accetteresti che l'attuale classe politica decidesse chi ha diritto al voto, magari escludendoti a priori perché non concorde con il pensiero comune?La democrazia moderna è l'unico modo esistente per garantire i diritti fondamentali e la seprazione dei poteri. Altrimenti così facendo torniamo alla democrazia dell'antica grecia, con cittadini di serie A e schiavi di serie B.Greetings-
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Si...daccordo...
            - Scritto da: Scimiot
            - Scritto da: dont feed the troll

            L'idea non è del tutto peregrina e io la

            condivido

            appieno.

            L'esempio del Gargilli è calzante: così come non

            daremmo mai un autoveicolo in mano a uno che non

            sa guidare, sei sicuro di voler dare la

            possibilità di votare a chi non capisce nulla nè

            di politica, nè di come funziona lo

            stato?



            Sei sicuro che per "democrazia" si intenda

            veramente che qualsiasi XXXXXXXXX abbia diritto

            di scegliere della vita del

            prossimo?

            E per "XXXXXXXXX" non intendo uno che la pensa

            diversamente da me, ma intendo proprio uno che

            non è informato, non conosce i candidati, non

            ocnosce l'istituzione per cui sta nominando i

            rappresentanti, non sa quali sono le
            attribuzioni

            che conferisce, nè che si puo' aspettare, etc

            etc.



            e' davvero così assurdo pretendere che chi va a

            votare abbia almeno conoscenza delle norme base

            dell'educazione

            civica?

            Il ragionamento fila, ma in base a quali criteri
            una persona viene selezionata come degna della
            facoltà di poter votare? Solo quelli che hanno
            una laurea in scienze politiche, giurisprudenza e
            storia contemporanea possono
            votare?Non c'è bisogno di una laurea per sapere quanti sono i deputati, i senatori, cosa è una legge, un decreto legge o un decreto legislativo, come si presenta una proposta di legge e amenità del genere.Non che sia obbligatorio saperlo, ma se non lo si sa, come si fa poi a dire che tizio è melgio di caio nel svolgere i suoi compiti di parlamentare?Se non lo sai, se no nti interessa, pace, ma non puoi votare.
            E poi, chi si prenderebbe la briga di istituire
            un meccanismo di questo tipo?Nessuno, l'igonranza fa comodo al potere ed è ua jattura per noi che il potere non ce lo abbiamo.
            Tu accetteresti che
            l'attuale classe politica decidesse chi ha
            diritto al voto, magari escludendoti a priori
            perché non concorde con il pensiero
            comune?
            No, ma accetterei che si mettesse un metro il quanto + oggettivo possibile.Chiedere cos'è una decreto legge non è nè di destra nè di sinistra.
            La democrazia moderna è l'unico modo esistente
            per garantire i diritti fondamentali e la
            seprazione dei poteri. Altrimenti così facendo
            torniamo alla democrazia dell'antica grecia, con
            cittadini di serie A e schiavi di serie
            B.
            Veramente a me la democrazia dell'antica grecia starebbe + che bene, la democrazia attuale mi sembra una caricatura di quella.
          • pippo scrive:
            Re: Si...daccordo...

            Il ragionamento fila, ma in base a quali criteri
            una persona viene selezionata come degna della
            facoltà di poter votare? Solo quelli che hanno
            una laurea in scienze politiche, giurisprudenza e
            storia contemporanea possono
            votare?Io proporrei un semplice test a scelte multiple con domande facili ma pertinenti, stampato di fianco alla scheda elettorale.Se sbagli le risposte il tuo voto viene conteggiato come NULLO!
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Si...daccordo...
            - Scritto da: pippo

            Il ragionamento fila, ma in base a quali criteri

            una persona viene selezionata come degna della

            facoltà di poter votare? Solo quelli che hanno

            una laurea in scienze politiche, giurisprudenza
            e

            storia contemporanea possono

            votare?
            Io proporrei un semplice test a scelte multiple
            con domande facili ma pertinenti, stampato di
            fianco alla scheda
            elettorale.
            Se sbagli le risposte il tuo voto viene
            conteggiato come
            NULLO!E' una idea semplice che avevo avuto anche io.Oltre alle caselline dei partiti, tre domandine a risposta multipla. Se sono corrette il voto si conta, altrimenti viene considerato nullo.Credo che i risultati elettorali sarebbero piuttosto diversi.
          • gomez scrive:
            Re: Si...daccordo...


            Io proporrei un semplice test a scelte multiple

            con domande facili ma pertinenti, stampato di

            fianco alla scheda

            elettorale.

            Se sbagli le risposte il tuo voto viene

            conteggiato come

            NULLO!

            E' una idea semplice che avevo avuto anche io.
            Oltre alle caselline dei partiti, tre domandine a
            risposta multipla. Se sono corrette il voto si
            conta, altrimenti viene considerato
            nullo.seeee.... venti secondi dopo l'apertura delle urne le tre risposre giuste sarebbero gia' in rete (con filmato su iutub per gli analfabeti) :-)...o forse venti secondi prima ;-)Mauro
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Si...daccordo...
            - Scritto da: gomez


            Io proporrei un semplice test a scelte
            multiple


            con domande facili ma pertinenti, stampato di


            fianco alla scheda


            elettorale.


            Se sbagli le risposte il tuo voto viene


            conteggiato come


            NULLO!



            E' una idea semplice che avevo avuto anche io.

            Oltre alle caselline dei partiti, tre domandine
            a

            risposta multipla. Se sono corrette il voto si

            conta, altrimenti viene considerato

            nullo.

            seeee.... venti secondi dopo l'apertura delle
            urne le tre risposre giuste sarebbero gia' in
            rete (con filmato su iutub per gli analfabeti)
            :-)
            tre diverse per ogni scheda pescate casualmente da un insieme di 10.000 ...ovviamente :D
          • hiccup scrive:
            Re: Si...daccordo...
            In ogni caso si otterrebbe un minimo di informazione/didattica: i videos su youtube dovrebbero almeno guardarli e le domande/risposte leggerle. Sarebbe gia' un passo in avanti.
          • gomez scrive:
            Re: Si...daccordo...
            - Scritto da: dont feed the troll
            - Scritto da: gomez



            Io proporrei un semplice test a scelte

            multiple



            con domande facili ma pertinenti, stampato
            di



            fianco alla scheda



            elettorale.



            Se sbagli le risposte il tuo voto viene



            conteggiato come



            NULLO!





            E' una idea semplice che avevo avuto anche io.


            Oltre alle caselline dei partiti, tre
            domandine

            a


            risposta multipla. Se sono corrette il voto si


            conta, altrimenti viene considerato


            nullo.



            seeee.... venti secondi dopo l'apertura delle

            urne le tre risposre giuste sarebbero gia' in

            rete (con filmato su iutub per gli analfabeti)

            :-)



            tre diverse per ogni scheda pescate casualmente
            da un insieme di 10.000 ...ovviamente
            :Dehm... su schede stampate la vedo tanticchia difficile ;-)Mauro
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Si...daccordo...
            - Scritto da: gomez
            - Scritto da: dont feed the troll

            - Scritto da: gomez




            Io proporrei un semplice test a scelte


            multiple




            con domande facili ma pertinenti, stampato

            di




            fianco alla scheda




            elettorale.




            Se sbagli le risposte il tuo voto viene




            conteggiato come




            NULLO!







            E' una idea semplice che avevo avuto anche
            io.



            Oltre alle caselline dei partiti, tre

            domandine


            a



            risposta multipla. Se sono corrette il voto
            si



            conta, altrimenti viene considerato



            nullo.





            seeee.... venti secondi dopo l'apertura delle


            urne le tre risposre giuste sarebbero gia' in


            rete (con filmato su iutub per gli analfabeti)


            :-)






            tre diverse per ogni scheda pescate casualmente

            da un insieme di 10.000 ...ovviamente

            :D

            ehm... su schede stampate la vedo tanticchia
            difficile
            ;-)

            Mauroperchè?Di stamparle le devono stampare...certo saran tutte diverse tra loro
          • gomez scrive:
            Re: Si...daccordo...


            ehm... su schede stampate la vedo tanticchia

            difficile

            perchè?
            Di stamparle le devono stampare...certo saran
            tutte diverse tra loroma per un problema di costi, ogni singola scheda richiederebbe una singola stampa differente dalle altre, ossia milioni di stampe individuali, mentre se le stampi tutte uguali avvii la rotativa e te ne sforna migliaia al minuto...e poi vedo un altro ostacolo, chi esamina alcuni milioni di schede _diverse_tra_loro_ per accertare che le risposte siano corrette (e in quanto tempo ? avremmo gli esiti della votazione forse in tempo per la votazione seguente...)Mauro
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Si...daccordo...
            - Scritto da: gomez


            ehm... su schede stampate la vedo tanticchia


            difficile



            perchè?

            Di stamparle le devono stampare...certo saran

            tutte diverse tra loro

            ma per un problema di costi, ogni singola scheda
            richiederebbe una singola stampa differente dalle
            altre, ossia milioni di stampe individuali,
            mentre se le stampi tutte uguali avvii la
            rotativa e te ne sforna migliaia al
            minuto...

            e poi vedo un altro ostacolo, chi esamina alcuni
            milioni di schede _diverse_tra_loro_ per
            accertare che le risposte siano corrette (e in
            quanto tempo ? avremmo gli esiti della votazione
            forse in tempo per la votazione
            seguente...)

            MauroEntrambi i problemi si risolvono con l'applicaiozne dell'informatica, che nel 2009 e in uno dei paesi + industrialzzati del pianeta non dovrebbe essere un problema.Certo se poi pensiamo che per "spoglio elettronico" intendevo dei poveri cristi che copiavano a mano i totali parziali delle votazioni su una pennetta usb, tutto ci sembra + difficile.
          • gomez scrive:
            Re: Si...daccordo...


            ma per un problema di costi, ogni singola scheda

            richiederebbe una singola stampa differente
            dalle

            altre, ossia milioni di stampe individuali,

            mentre se le stampi tutte uguali avvii la

            rotativa e te ne sforna migliaia al

            minuto...



            e poi vedo un altro ostacolo, chi esamina alcuni

            milioni di schede _diverse_tra_loro_ per

            accertare che le risposte siano corrette (e in

            quanto tempo ? avremmo gli esiti della votazione

            forse in tempo per la votazione

            seguente...)



            Mauro

            Entrambi i problemi si risolvono con
            l'applicaiozne dell'informatica, che nel 2009 e
            in uno dei paesi + industrialzzati del pianeta
            non dovrebbe essere un
            problema.
            Certo se poi pensiamo che per "spoglio
            elettronico" intendevo dei poveri cristi che
            copiavano a mano i totali parziali delle
            votazioni su una pennetta usb, tutto ci sembra +
            difficile.ah, se parli di scheda/votazione elettronica e non cartacea e' un'altro paio di maniche... sempre se, come fai notare, "elettronica" non sia trascrivere la carta sulla pennetta usb :-)Mauro
          • Scimiot scrive:
            Re: Si...daccordo...
            Sarebbe molto bello se tutte le persone conoscessero il funzionamento dello stato. Ma la realtà dei fatti è che la gente se ne frega altamente di come funziona uno stato, se non per quello che riguarda la situazione specifica. A un elettore non interessa molto qual'è la differenza tra un decreto legge oppure un decreto legislativo. Oppure di come funziona l'iter legislativo o il potere giurisdizionale.Il limite fondamentale della democrazia è la demagogia, giusto per rifarsi alla democrazia dell'antica grecia. Il pericolo maggiore non è tanto chi o quanti votano, ma nel potere di una persona di riuscire a plasmare e dirigere le opinioni degli aventi diritto al voto.Se c'è qualcosa che deve essere cambiato, è la mentalità politica, non la forma di governo.Greetings-
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Si...daccordo...
            - Scritto da: Scimiot
            Sarebbe molto bello se tutte le persone
            conoscessero il funzionamento dello stato. Ma la
            realtà dei fatti è che la gente se ne frega
            altamente di come funziona uno stato, se non per
            quello che riguarda la situazione specifica.
            Hai ragione le persone se ne fregano: il risultato è evidente, politici che sono di fatto feudatari che fanno quello che vogliono senza controllo.

            Il limite fondamentale della democrazia è la
            demagogia, giusto per rifarsi alla democrazia
            dell'antica grecia. Il pericolo maggiore non è
            tanto chi o quanti votano, ma nel potere di una
            persona di riuscire a plasmare e dirigere le
            opinioni degli aventi diritto al
            voto.La demagogia attacca progressivamente meno i + consapevoli (no ndico colti ma consapevoli).
          • Il Gargilli scrive:
            Re: Si...daccordo...

            Io proporrei un semplice test a scelte multiple
            con domande facili ma pertinenti, stampato di
            fianco alla scheda
            elettorale.
            Se sbagli le risposte il tuo voto viene
            conteggiato come
            NULLO!Quoto!Ottima idea pippo!Aloha!
        • deactive scrive:
          Re: Si...daccordo...
          - Scritto da: dont feed the troll
          - Scritto da: Scimiot

          - Scritto da: Il Gargilli


          Quando proponevo un


          "patentino" per permettere alla cittadinanza
          di


          votare, non stavo scherzando affatto.



          Questa è abbastanza grave come affermazione.

          Condivisibile il resto del commento, ma questa è

          davvero

          grossa.

          In che senso "patentino" per votare? In base a

          quali criteri verrebbe attribuito? Insomma: what

          are you talking

          about?!


          L'idea non è del tutto peregrina e io la
          condivido
          appieno.
          L'esempio del Gargilli è calzante: così come non
          daremmo mai un autoveicolo in mano a uno che non
          sa guidare, sei sicuro di voler dare la
          possibilità di votare a chi non capisce nulla nè
          di politica, nè di come funziona lo
          stato?

          Sei sicuro che per "democrazia" si intenda
          veramente che qualsiasi XXXXXXXXX abbia diritto
          di scegliere della vita del
          prossimo?
          E per "XXXXXXXXX" non intendo uno che la pensa
          diversamente da me, ma intendo proprio uno che
          non è informato, non conosce i candidati, non
          ocnosce l'istituzione per cui sta nominando i
          rappresentanti, non sa quali sono le attribuzioni
          che conferisce, nè che si puo' aspettare, etc
          etc.

          e' davvero così assurdo pretendere che chi va a
          votare abbia almeno conoscenza delle norme base
          dell'educazione
          civica?No ma credo che sia prerogativa del sistema scolastico darti gli strumenti per poterti districare autonomamente dai meandri della societa' e dei suoi pericoli. Se non altro una volta c'erano materie come educazione civica, in tempi in cui probabilmente la gente ne aveva realmente bisogno. Col tempo, e con il generale aumentare del benessere della gente ( e di conseguenza maggiore alfabetizzazione ) si e' evidentemente ritenuto che l'educazione alla vita sociale non fosse piu' cosa necessaria. Naturalmente condivido le perplessita', ma ritengo anche che il concetto di democrazia a cui siamo abituati sia troppo proveniente dal passato e che il semplice diritto di voto a suffragio universale non corrisponda piu' al senso di democrazia che ci aspetteremmo da un paese avanzato ( o presunto tale ) come il nostro.L'italia temo che come sempre faccia da apri pista per nuove ed divertenti varianti di democrazia.Sono ironico, s'intende...Regards
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Si...daccordo...
            - Scritto da: deactive
            - Scritto da: dont feed the troll

            - Scritto da: Scimiot


            - Scritto da: Il Gargilli



            Quando proponevo un



            "patentino" per permettere alla cittadinanza

            di



            votare, non stavo scherzando affatto.





            Questa è abbastanza grave come affermazione.


            Condivisibile il resto del commento, ma
            questa
            è


            davvero


            grossa.


            In che senso "patentino" per votare? In base a


            quali criteri verrebbe attribuito? Insomma:
            what


            are you talking


            about?!




            L'idea non è del tutto peregrina e io la

            condivido

            appieno.

            L'esempio del Gargilli è calzante: così come non

            daremmo mai un autoveicolo in mano a uno che non

            sa guidare, sei sicuro di voler dare la

            possibilità di votare a chi non capisce nulla nè

            di politica, nè di come funziona lo

            stato?



            Sei sicuro che per "democrazia" si intenda

            veramente che qualsiasi XXXXXXXXX abbia diritto

            di scegliere della vita del

            prossimo?

            E per "XXXXXXXXX" non intendo uno che la pensa

            diversamente da me, ma intendo proprio uno che

            non è informato, non conosce i candidati, non

            ocnosce l'istituzione per cui sta nominando i

            rappresentanti, non sa quali sono le
            attribuzioni

            che conferisce, nè che si puo' aspettare, etc

            etc.



            e' davvero così assurdo pretendere che chi va a

            votare abbia almeno conoscenza delle norme base

            dell'educazione

            civica?

            No ma credo che sia prerogativa del sistema
            scolastico darti gli strumenti per poterti
            districare autonomamente dai meandri della
            societa' e dei suoi pericoli.Vero, si da per scontato che l'istruzione di base ed obbligatoria dia quel minimo di conoscenze specifiche atte a renderci cittadini pienamente consapevoli.Purtroppo questa assunzione viene tradita regolarmente dai fatti.Ci sarebbe sicuramente da mettere mano al comparto scuola, ma i "Potenti" (dx o sx non importa) quando lo fanno di solito la peggiorano.Un popolo poco o mal istruito non puo' essere autoconsapevole e quindi democratico.

            Naturalmente condivido le perplessita', ma
            ritengo anche che il concetto di democrazia a cui
            siamo abituati sia troppo proveniente dal passato
            e che il semplice diritto di voto a suffragio
            universale non corrisponda piu' al senso di
            democrazia che ci aspetteremmo da un paese
            avanzato ( o presunto tale ) come il
            nostro.Concordo, per "democrazia" non possiamo + intendere il diritto di voto generalizzato e universale. La democrazia completa e funzionante è di per sè una utopia e i modelli di approssimazione che adottiamo non possono essere + ritenuti sufficienti.
          • Scimiot scrive:
            Re: Si...daccordo...
            Alternativa?Greetings-
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Si...daccordo...
            - Scritto da: Scimiot
            Alternativa?
            sai perchè in Francia la democraiza funziona meglio che in italia?Perchè la gente se ne frega di meno.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Si...daccordo...
            Ma anche in altri stati europei.
          • Il Gargilli scrive:
            Re: Si...daccordo...

            Un popolo poco o mal istruito non puo' essere autoconsapevole e quindi democratico.Esatto!Cerco qui di rispondere un po a tutti, cercando di rendere il mio pensiaero il più chiaro possibile.Innanzitutto inizio con il dire che io ho la terza media.Quando parlo di patentino per votare, so benissimo che si scatenano reazioni diverse.Il punto vuole essere questo: La Storia del nostro paese, che ha (aveva) una grandissima cultura, ha avuto un punto di svolta cruciale a partire dagli 40, antecedenti la Seconda Guerra Mondiale. Chiunque abbia letto anche un minimo di storia nostrana sa che ci sono state persone che hanno dato la Vita (si, con la "V" maiuscola) per dare la possibilità a tutti di scegliere, di parlare ed esprimersi, e anche di votare. Ma i tempi che stiamo vivendo sono incredibili, così come è incredibile e immenso il baratro dove siamo caduti...Io, a volte, mio chiedo solo se giusto dare in mano il Voto (che è una cosa importantisima per qualunque Democrazia) ad una popolazione che ha il tasso di analfabetismo più alto d'Europa; la popolazione più vecchia, quella che usa meno Internet, quella che guarda più televisione di tutti (peggiori anche nei "contenuti" guardati alla tv), quella con l'Informazione quasi totalmente controllata; la nazione dove (statistiche alla mano) solo il 20% possiede gli strumenti adatti a comprendere con chiarezza quello che gli succede intorno; quella più frammentata, più antisociale e menefreghista di tutte, quella dove non ci si può neanche più fidare dei ROS (http://www.danielemartinelli.it/2009/03/17/associazione-a-delinquere-fra-i-ros/); quella con maggior parte di fascisti nei maggiori corpi militari e para-militari (comprese forze dell'ordine); quella delle centrali nucleari, quella della fuga dei "cervelli"; quella delle Stragi impunite; dei calciatori strapagati e del grande fratello considerato "cultura"... e potrei andare avanti delle ore, ma non voglio togliere spazio a nessuno...e poi mi sta venendo la nausea, quindi mi fermo qui.Aloha!
    • El Castigador scrive:
      Re: Si...daccordo...
      Guarda, il ragionamento è semplice.Non consentiamo ai minori di 18 anni di votare perché non hanno abbastanza testa?Bene, dai 65 anni in su, per sopravvenute incapacità di ragionare lucidamente come un tempo, decadono TUTTI i diritti elettorali, sia passivi che attivi.Sopra i 65 anni NON si vota e NON si può essere eletti.Punto.Vedreste come migliorerebbe l'Italia, se si facesse una cosa del genere!
  • apritiweb scrive:
    assolutamente in linea con te
    Alessio, sono perfettamente in linea con il tuo pensiero.Ci sono purtroppo troppe persone che pur non conoscendo a fondo le dinamiche del web hanno il potere di legiferare e non si preoccupano di capire realmente come stanno le cose.Spesso sono ben altri gli interessi in gioco, in questo caso a farne le spese potrebbero essere tante aziende e professionisti validi che vedrebbero compromessa la loro possibilità di business.Vogliamo crescere e poi abbiamo una classe politica che rischia di affossare il paese con decreti legge inutili o malfatti.
  • Castigo divino scrive:
    Altra gaffe con i documenti word
    L'On. Carlucci continua ad avrere grossi problemi con il mezzo tecnologico che si propone di normare...Vi invito a visitare la seguente pagina del suo blog:http://www.gabriellacarlucci.it/2009/03/12/la-sentenza-della-cassazione-riguardante-i-blog-i-forum-le-newsletter-i-newsgroup/sentenza-cassazione-internet/Ora come vedete non c'è una mazza di scritto, ma un altro succulento documento word:http://www.gabriellacarlucci.it/wp-content/uploads/2009/03/sentenza-cassazione-internet.docSe lo aprite noterete due cose:Primo:qualcuno ha copiato da un altro sito una notizia, ma non è stato bravo a farlo, questo genio dell'informatica ha combinato un teatro..Secondo:Se guadate le proprietà del documento word vedrete bene chi ha fatto sto pasticciaccio bruttoPSSe magari i gestori di questo altro sito, che non mi sembra molto in linea con la parte politica della On. Carlucci li denunciano magari comincia a capire come funziona il web e quali sono le basi minime da cui partire.Salutoni a tutti
    • niet scrive:
      Re: Altra gaffe con i documenti word
      Secondo me son falsi word che hanno dei trojan che ci spiano....
      • Ciao Ciao scrive:
        Re: Altra gaffe con i documenti word
        In un sito come quello l'unica "troyan" non è di tipo informatico :)
        • outkid scrive:
          Re: Altra gaffe con i documenti word
          attento che ti denuncia per diffamazione...
          • Ciao Ciao scrive:
            Re: Altra gaffe con i documenti word
            anche dire che in quel sito ci sono troyan messi per spiare potrebbe essere diffamazione.meglio essere ottimisti, l'avvocato ce lo paghiamo assieme e risparmiamo :)
          • Ciao Ciao scrive:
            Re: Altra gaffe con i documenti word
            mamma mia sono ancora addormentato. ho confuso outkid con niet :)comunque confermo che la "troyan" non è di tipo informatico ma di tipo legislativo.Un DDL cavallo di XXXXX che fingendosi utile a battere la pedofilia in realtà mira solo a censurare i contenuti scomodi ;)
    • KC scrive:
      Re: Altra gaffe con i documenti word
      sublime (rotfl)e poi vuole venire a "regolamentare la Rete"... :| :| :|
    • Sandro scrive:
      Re: Altra gaffe con i documenti word
      Heheheheh!Bellissima !!!Proporrei alla redazione di Punto Informatico di farci un bell'articolo!!!Forza ragazzi c'è pane per i vostri denti!!
      • Ricky scrive:
        Re: Altra gaffe con i documenti word
        ... Che faccio?Rido, piango?mi incavolo nero?Ma si puo'...mettere nelle mani di queste persone realta' cosi' importanti?La sanita' perche' non la diamo a Zechila?O a zio Tibia?Per decidere simili norme, si DEVE aprire un tavolo con TUTTI GLI ORGANI FACENTI PARTE dando modo a tutti di segnalare pro e contro di ogni singolo emendamento.Una LEGGE che cerchi di regolamentare non puo' esimersi da questo passaggio.Ma la cosa grave e' che viene da subito il pensiero nefasto:lo E' o lo FA?Il suo intento e' realmente quello di perseguire (cannando totalmente) reati spregevoli come la pedofilia oppure usa i bambini violentati come SCUDO per nascondere ben altre idee?E' lecito o no pensarlo?Visti i risultati che andrebbe ad ottenere non restano grandi dubbi sulla inutilita' della sua mozione.Quindi...se fossi in lei, per levare l'ONTA di un simile pensiero nella mente degli italiani, mi attiverei all'ISTANTE per controllare bene e modificare l'obrobrio.Lei lo sta' facendo!?
    • Marcello Romani scrive:
      Re: Altra gaffe con i documenti word
      Non hanno nemmeno copiato bene il titolo: si sono dimenticati "dice"... LOL... o SIGH!
    • The_GEZ scrive:
      Re: Altra gaffe con i documenti word
      Ciao Castigo divino !
      Ora come vedete non c'è una mazza di scritto, ma
      un altro succulento documento
      word:

      http://www.gabriellacarlucci.it/wp-content/uploadsE ... manco a farlo apposta nessun commento.Siamo proprio dei XXXXXXXX, nessuno che parla con la signorina Carlucci, lei ci mette così tanto del suo (e pure di quello degli altri) e noi manco un commentino ...Che XXXXXXX che siamo ... o no ? 8)... @^
  • Stufo di questa gente scrive:
    Toro meccanico
    Vi ricordate quando la Carlucci faceva il toro meccanico a Buona Domenica??? Ecco, secondo me le riusciva molto meglio della politica, perché non ritorna alle origini?Certo che solamente in Italia riusciamo a far ministri veline e showgirls... ah no dimenticavo il presidente della California è Conan il Barbaro (o forse era il Distruttore?)Che amarezza...
    • Leonida scrive:
      Re: Toro meccanico
      Vero, ma almeno mi pare che Schwarzy se la stia cavando egregiamente, non come quelli che abbiamo qui da noi (poi se qualcuno è più informato e può smentirmi faccia pure).
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: Toro meccanico
      - Scritto da: Stufo di questa gente
      Certo che solamente in Italia riusciamo a far
      ministri veline e showgirls... ah no dimenticavo
      il presidente della California è Conan il Barbarodimentichi anche Ronald Reagan e Clint Eastwood ;)
  • 3my78 scrive:
    ma figurarsi
    "L'abolizione dell'anonimato in Rete porterebbe davvero ad una diminuzione della criminalità?"Ma assolutamente no!Volevo riportare anche le ultime tristi parole di Angelino Alfano:"Appena i tecnici del governo Berlusconi troveranno il modo, arriverà una nuova legge per contrastare gli abusi sempre più frequenti su Internet. Come in You Tube ad esempio". http://3my78.blogspot.com/
    • FinalCut scrive:
      Re: ma figurarsi
      - Scritto da: 3my78

      "Appena i tecnici del governo Berlusconi
      troveranno il modo, arriverà una nuova legge per
      contrastare gli abusi sempre più frequenti su
      Internet. Come in You Tube ad esempio".


      http://3my78.blogspot.com/Vediamo... non è Mediaset che ha denunciato Google di recente chiedendo "n" miliardi di rimborsi?Quindi vediamo... i tecnici del presidente stanno lavorando per far chiudere quello che è un concorrente scomodo per la sua ex-azienda ora in mano al figlio...Tutto questo c'entra con la pedofilia perché......... perchè?Mi sfugge qualcosa? @^(linux)(apple)PS: Io voterò per De Magistris alle europee, non so voi...
      • chojin scrive:
        Re: ma figurarsi
        - Scritto da: FinalCut
        - Scritto da: 3my78



        "Appena i tecnici del governo Berlusconi

        troveranno il modo, arriverà una nuova legge per

        contrastare gli abusi sempre più frequenti su

        Internet. Come in You Tube ad esempio".





        http://3my78.blogspot.com/

        Vediamo... non è Mediaset che ha denunciato
        Google di recente chiedendo "n" miliardi di
        rimborsi?

        Quindi vediamo... i tecnici del presidente stanno
        lavorando per far chiudere quello che è un
        concorrente scomodo per la sua ex-azienda ora in
        mano al
        figlio...

        Tutto questo c'entra con la pedofilia
        perché.........
        perchè?

        Mi sfugge qualcosa? @^

        (linux)(apple)

        PS: Io voterò per De Magistris alle europee, non
        so
        voi...Eh, bella persona.. Di Pietro.. magistratura comunista.. bravissima gente.. eh!Estrapolare frasi del Ministro della Giustizia così è senza senso. Vanno viste nel contesto di cosa stava dicendo, troppo comodo citare a cavolo.
        • r1348 scrive:
          Re: ma figurarsi
          Di Pietro sta a sinistra solo perché a destra c'è Berlusconi.Ricordate quando la difesa della legalità era una prerogativa prioritaria della Destra?
          • outkid scrive:
            Re: ma figurarsi
            no,quando?
          • r1348 scrive:
            Re: ma figurarsi
            Sin dai tempi del prefetto Mori, senza contare l'azione antimafia dell'MSI in Sicilia.
          • Pao scrive:
            Re: ma figurarsi
            - Scritto da: r1348
            Di Pietro sta a sinistra solo perché a destra c'è
            Berlusconi.Lascialo perdere quel chojin :DSi arrampica su qualsiasi cosa per non rispondere nel merito delle boiate che fa il governo a cui e' tanto fedele e a cui non sa piu' come rendere servizio!Spero per lui che almeno cada qualche briciola dal tavolo :DPatetico difensore della Carlucci e gli altri inqualificabili.Poi ci si stupisce di come vanno le cose in Italia, ma c'e' gente come lui che pure di fronte all'evidente inqualificabilita' di certa gente, ne predne le difese a spada tratta..
        • TLH scrive:
          Re: ma figurarsi
          E' vero, meglio andare direttamente a chi gli scrive i testi ad Alfano: Silvio Berlusconi.
        • dont feed the troll scrive:
          Re: ma figurarsi
          - Scritto da: chojin
          Eh, bella persona.. Di Pietro.. magistratura
          comunista.. bravissima gente..
          eh!
          Associare la parola "comunista" a DiPietro è ridicolo come dire che Moratti è Juventino.Abche associare la parola "comunista" a magistratura è ridicolo e serve solo a giustificare i crimini della propria parte politica.
          Estrapolare frasi del Ministro della Giustizia
          così è senza senso.Citare Alfano di per sè è senza senso.
        • Genoveffo il terribile scrive:
          Re: ma figurarsi
          - Scritto da: chojin
          ......

          Eh, bella persona.. Di Pietro.. magistratura
          comunista.. bravissima gente..
          eh!Ahahahahahaha ... magistratura comunista ...ahahahahahaMa quella povera mamma lasciatela riposare, no?Sempre incinta, sempre incinta ...

          Estrapolare frasi del Ministro della Giustizia
          così è senza senso. Vanno viste nel contesto di
          cosa stava dicendo, troppo comodo citare a
          cavolo.Tenere acceso il cervello arebbe meglio.Da sempre ( DA SEMPRE) la magistratura è stata al 90% di destra e centro.Un concetto così assurdo come una magistratura dominata dal comunismo la può inventare solo un demagogo facinoroso.E solo un sempliciotto ci può credere....
          • 01234 scrive:
            Re: ma figurarsi
            - Scritto da: Genoveffo il terribile
            - Scritto da: chojin

            ......



            Eh, bella persona.. Di Pietro.. magistratura

            comunista.. bravissima gente..

            eh!

            Ahahahahahaha ... magistratura comunista
            ...ahahahahaha
            Ma quella povera mamma lasciatela riposare, no?
            Sempre incinta, sempre incinta ...è che alcuni pensano che mettere incinta una donna sia prova dell'essere uomo...(sia metaforicamente, come ora, sia fisicamente - tristezza)




            Estrapolare frasi del Ministro della Giustizia

            così è senza senso. Vanno viste nel contesto di

            cosa stava dicendo, troppo comodo citare a

            cavolo.

            Tenere acceso il cervello arebbe meglio.
            Da sempre ( DA SEMPRE) la magistratura è stata al
            90% di destra e
            centro.
            Un concetto così assurdo come una magistratura
            dominata dal comunismo la può inventare solo un
            demagogo
            facinoroso.secondo me hai ragione per due motivi:1) il magistrato onesto "amministra la giustizia in nome del popolo" (art 121 della costituzione, mi pare): il che significa in ossequio alle leggi fatte dai suoi rappresentanti.Solo che come si sa da sempre, la legge (come in generale la cultura dominante) viene fatta e/o influenzata da chi HA. Quindi da sempre, proprio per essere onesta e integerrima, la magistratura finisce per fare - alla luinga e complessivamente - il gioco di chi HA. Anche se al suo interno poi c'è chi non è sensibile a questo tema, e chi sì. Questi ultimi magari esternano le storture nel manico di tutta la faccenda, e vengono bollati assurdamente come "comunisti"; in realtà la stragrande maggioranza delle volte si limitano a questo, e nel complesso, ignavi e "contestatori" applicano la legge se non altro perché sono obbligati a farlo.Quando non si limitano a farlo, la stragrande maggioranza delle volte "forzano" la mano a favore delle istituzioni o del potente di turno, semmai! (quando leggi e procedure non li favoriscono già). Mi pare inutile fare esempi, no?Il problema delle toghe rosse poi è tutto nella testa di quei potenti che l'hanno fatta talmente sXXXXX che i magistrati, contenti o no, DEVONO proprio applicare la legge (corrompi, rubi etc? ti DEVO indagare - l'azione penale è obbligatoria, almeno per ora); ma il potente non ci sta, "lei non sa chi sono io" etc...e allora siccome l'italia ha il paradosso di aver avuto il "partito comunista" (in realtà dal '44 in poi - amnistia per i fascisti - socialdemocratico) più grande d'europa, e di essere stata governata per 50 anni da governi di centro-destra (con buona pace del nano); in virtù di questo paradosso (solo apparente: in realtà logicissimo - vd U.S.A.),dicevo, basta infastidire i potenti con una procedura obbligatoria per legge e si viene bollati come comunisti (come fosse un insulto...poi vediamo la resistenza chi la faceva...)2) rapidamente riprendo il tema storico: dal '44 il pci rinuncia agli obbiettivi leninisti della rivoluzione, e si pone come partito riformatore. Certo, a sinistra del psi, certo a sinistra di tutto. Così come d'altronde la dc è di centro destra, almeno!A parte che per varie ragioni il pci da solo non ha governato mai, è persino sbagliato parlare di comunismo. Bene o male che sia stato, in italia non solo non c'è mai stato, ma non è stato neppure paventato.A dirlo, infatti, è rimasto solo il nanerottolo da crociera. E se le fonti storiche devono essere queste... :-|
          • picard12 scrive:
            Re: ma figurarsi
            ah si?la magistratura tutta di centro destra?bene..
        • paradox scrive:
          Re: ma figurarsi
          Non so se Di Pietro, che non incontra le mie simpatie, sia di "magistratura comunista", non so neppure se vi sia una magistratura comunista. So per certo che vivo in un paese sempre più sovietizzato, con il culto della personalità e con le finte elezioni con liste bloccate come ai bei tempi sovietici. Che mi risulti sotto Hitler non si facevano elezioni, non servivano; sotto i regimi comunisti si sono sempre rivolti, fintamente come da noi, al popolo sovrano!
          • chojin scrive:
            Re: ma figurarsi
            - Scritto da: paradox
            Non so se Di Pietro, che non incontra le mie
            simpatie, sia di "magistratura comunista", non so
            neppure se vi sia una magistratura comunista. So
            per certo che vivo in un paese sempre più
            sovietizzato, con il culto della personalità e
            con le finte elezioni con liste bloccate come ai
            bei tempi sovietici. Che mi risulti sotto Hitler
            non si facevano elezioni, non servivano; sotto i
            regimi comunisti si sono sempre rivolti,
            fintamente come da noi, al popolo
            sovrano!Che gran marea di cretinate. Non si fanno le elezioni in Italia ? E da quando? Ma che dici? Ma piantala.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: ma figurarsi
            - Scritto da: chojin
            - Scritto da: paradox

            Non so se Di Pietro, che non incontra le mie

            simpatie, sia di "magistratura comunista", non
            so

            neppure se vi sia una magistratura comunista. So

            per certo che vivo in un paese sempre più

            sovietizzato, con il culto della personalità e

            con le finte elezioni con liste bloccate come ai

            bei tempi sovietici. Che mi risulti sotto Hitler

            non si facevano elezioni, non servivano; sotto i

            regimi comunisti si sono sempre rivolti,

            fintamente come da noi, al popolo

            sovrano!

            Che gran marea di cretinate. Non si fanno le
            elezioni in Italia ? E da quando? Ma che dici? Ma
            piantala.Certo che prima di rispondere dovresti assicurarti di aver capito...sarebbe come minimo buona educazione.
          • chojin scrive:
            Re: ma figurarsi
            - Scritto da: dont feed the troll
            - Scritto da: chojin

            - Scritto da: paradox


            Non so se Di Pietro, che non incontra le mie


            simpatie, sia di "magistratura comunista", non

            so


            neppure se vi sia una magistratura comunista.
            So


            per certo che vivo in un paese sempre più


            sovietizzato, con il culto della personalità e


            con le finte elezioni con liste bloccate come
            ai


            bei tempi sovietici. Che mi risulti sotto
            Hitler


            non si facevano elezioni, non servivano;
            sotto
            i


            regimi comunisti si sono sempre rivolti,


            fintamente come da noi, al popolo


            sovrano!



            Che gran marea di cretinate. Non si fanno le

            elezioni in Italia ? E da quando? Ma che dici?
            Ma

            piantala.

            Certo che prima di rispondere dovresti
            assicurarti di aver capito...sarebbe come minimo
            buona
            educazione.Certo a sfrontatezzza stai messo bene visto che prendi ed attacchi senza neppure leggere gli articoli che porto a riferimento nelle discussioni come nel thread sopra.Scendi dal piedistallo che non sei il dio che credi di essere.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: ma figurarsi
            - Scritto da: chojin
            - Scritto da: dont feed the troll

            - Scritto da: chojin


            - Scritto da: paradox



            Non so se Di Pietro, che non incontra le mie



            simpatie, sia di "magistratura comunista",
            non


            so



            neppure se vi sia una magistratura
            comunista.

            So



            per certo che vivo in un paese sempre più



            sovietizzato, con il culto della
            personalità
            e



            con le finte elezioni con liste bloccate
            come

            ai



            bei tempi sovietici. Che mi risulti sotto

            Hitler



            non si facevano elezioni, non servivano;

            sotto

            i



            regimi comunisti si sono sempre rivolti,



            fintamente come da noi, al popolo



            sovrano!





            Che gran marea di cretinate. Non si fanno le


            elezioni in Italia ? E da quando? Ma che dici?

            Ma


            piantala.



            Certo che prima di rispondere dovresti

            assicurarti di aver capito...sarebbe come minimo

            buona

            educazione.

            Certo a sfrontatezzza stai messo bene si grazie.
            visto che
            prendi ed attacchi senza neppure leggere gli
            articoli che porto a riferimento nelle
            discussioni come nel thread
            sopra.

            Scendi dal piedistallo che non sei il dio che
            credi di
            essere.Sai cosa è il continuo confronto con mezze calze come te che fa crescere a dismisura il mio ego.
          • chojin scrive:
            Re: ma figurarsi
            - Scritto da: dont feed the troll
            - Scritto da: chojin

            - Scritto da: dont feed the troll


            - Scritto da: chojin



            - Scritto da: paradox




            Non so se Di Pietro, che non incontra le
            mie




            simpatie, sia di "magistratura comunista",

            non



            so




            neppure se vi sia una magistratura

            comunista.


            So




            per certo che vivo in un paese sempre più




            sovietizzato, con il culto della

            personalità

            e




            con le finte elezioni con liste bloccate

            come


            ai




            bei tempi sovietici. Che mi risulti sotto


            Hitler




            non si facevano elezioni, non servivano;


            sotto


            i




            regimi comunisti si sono sempre rivolti,




            fintamente come da noi, al popolo




            sovrano!







            Che gran marea di cretinate. Non si fanno le



            elezioni in Italia ? E da quando? Ma che
            dici?


            Ma



            piantala.





            Certo che prima di rispondere dovresti


            assicurarti di aver capito...sarebbe come
            minimo


            buona


            educazione.



            Certo a sfrontatezzza stai messo bene

            si grazie.


            visto che

            prendi ed attacchi senza neppure leggere gli

            articoli che porto a riferimento nelle

            discussioni come nel thread

            sopra.



            Scendi dal piedistallo che non sei il dio che

            credi di

            essere.

            Sai cosa è il continuo confronto con mezze calze
            come te che fa crescere a dismisura il mio
            ego.Consulta uno psicanalista per i deliri di onnipotenza, ne hai bisogno.
          • FinalCut scrive:
            Re: ma figurarsi
            - Scritto da: chojin
            Consulta uno psicanalista per i deliri di
            onnipotenza, ne hai
            bisogno.Forse lui ha bisogno di uno psicanalista, ma tu hai bisogno di tornare ad imparare l'italiano e di qualcuno che ti spieghi come vanno le cose in Itaglia...Magari tu sei convinto che Andreotti è una brava persona, Craxi uno statista e Mangano un eroe... nel caso evita di rispondere, perché ogni ulteriore dialogo con quei preconcetti sarebbe nullo.(linux)(apple)
      • TLH scrive:
        Re: ma figurarsi
        Il presidente e i suoi tecnici pensano con idee e schemi antiquati. C'è un concorrente e la soluzione che trovano è quella di chiuderlo. E' per questo che hanno perso in partenza. Non conoscono la nuova realtà della Rete, non la capiscono a fondo. Chiudere un sito non servirà a niente, se non per poco tempo. Abbiate pazienza, sono destinati a finire a breve, hanno fatto il loro tempo.Il futuro è il nostro tempo.
  • myself scrive:
    per questo motivo...
    Per questo motivo bisogna portare fuori le proprie aziendePer questo motivo non bisogna lasciare in questo paese nemmeno un servizio onlinePer questo motivo bisogna iniziare a pensare globalmente e non al nostro limitato confinePer questo motivo siamo considerati il terzo mondo in fattore di tecnologia ed internetInternet è bella per questo, puoi avere un'azienda chissà dove (sia legalmente che illegalmente, ma non è questione di questo topic), e gestirla dalla parte opposta del mondo.Quando aziende italiane orientate esclusivamente al web inizieranno a fallire di massa oppure andare fuori magari anche la legge cambierà... altrimenti... 'zzi loro
    • chojin scrive:
      Re: per questo motivo...
      - Scritto da: myself
      Per questo motivo bisogna portare fuori le
      proprie
      aziende

      Per questo motivo non bisogna lasciare in questo
      paese nemmeno un servizio
      online

      Per questo motivo bisogna iniziare a pensare
      globalmente e non al nostro limitato
      confine

      Per questo motivo siamo considerati il terzo
      mondo in fattore di tecnologia ed
      internet

      Internet è bella per questo, puoi avere
      un'azienda chissà dove (sia legalmente che
      illegalmente, ma non è questione di questo
      topic), e gestirla dalla parte opposta del
      mondo.

      Quando aziende italiane orientate esclusivamente
      al web inizieranno a fallire di massa oppure
      andare fuori magari anche la legge cambierà...
      altrimenti... 'zzi
      loroInfatti la Merloni che è di sinistra nel PD sta chiudendo le fabbriche italiane per aprirle nei paesi dove la manodopera costa poco... ehhh!
      • r1348 scrive:
        Re: per questo motivo...
        Certo, come no, il PD è a sinistra...
      • dont feed the troll scrive:
        Re: per questo motivo...
        - Scritto da: chojin
        Infatti la Merloni che è di sinistra nel PD sta
        chiudendo le fabbriche italiane per aprirle nei
        paesi dove la manodopera costa poco...
        ehhh!A parte che dire che una azienda è do Sx o di dx è di per sè una boiata, ma poi che diavolo c'entra, mentre si parla delle conseguenze nefaste di provvedimenti pedestri presi dalla destra stare a sindacare su un certo comportamento di una azienda che secondo i deliri di un fanboy acritico del partito che tali provvedimenti caprini vuole prendere sarebbe di sinistra?Insomma pur di no ncriticare il proprio padrone ci si inventa di tutto.
      • Pao scrive:
        Re: per questo motivo...
        - Scritto da: chojin
        - Scritto da: myself

        Per questo motivo bisogna portare fuori le

        proprie

        aziende



        Per questo motivo non bisogna lasciare in questo

        paese nemmeno un servizio

        online



        Per questo motivo bisogna iniziare a pensare

        globalmente e non al nostro limitato

        confine



        Per questo motivo siamo considerati il terzo

        mondo in fattore di tecnologia ed

        internet



        Internet è bella per questo, puoi avere

        un'azienda chissà dove (sia legalmente che

        illegalmente, ma non è questione di questo

        topic), e gestirla dalla parte opposta del

        mondo.



        Quando aziende italiane orientate esclusivamente

        al web inizieranno a fallire di massa oppure

        andare fuori magari anche la legge cambierà...

        altrimenti... 'zzi

        loro

        Infatti la Merloni che è di sinistra nel PD sta
        chiudendo le fabbriche italiane per aprirle nei
        paesi dove la manodopera costa poco...
        ehhh!Si, bravo bravo continua a difender la Carlucci!Se il PD fa XXXXXXX, giustifica forse le michiate della CArlucci???Bah... sei veramente patetico, ma almeno sei la spiegazione di come mai abbiamo una classe politica cosi' inqualificabile (a dx e sx): perche' da entrambe le parti ci sono dei servetti che difendono l'indifendibile.
      • Genoveffo il terribile scrive:
        Re: per questo motivo...
        - Scritto da: chojin
        -......

        Infatti la Merloni che è di sinistra nel PD sta
        chiudendo le fabbriche italiane per aprirle nei
        paesi dove la manodopera costa poco...
        ehhh!Ah, la Merloni è del PD?Soccia, ma queste notizie dove le trovi? Sul sito del berlusca?Ah, no, dimenticavo .... te le passano assieme all'assegnetto per scrivere sui forum.
        • chojin scrive:
          Re: per questo motivo...
          - Scritto da: Genoveffo il terribile
          - Scritto da: chojin

          -......



          Infatti la Merloni che è di sinistra nel PD sta

          chiudendo le fabbriche italiane per aprirle nei

          paesi dove la manodopera costa poco...

          ehhh!

          Ah, la Merloni è del PD?
          Soccia, ma queste notizie dove le trovi? Sul sito
          del
          berlusca?
          Ah, no, dimenticavo .... te le passano assieme
          all'assegnetto per scrivere sui
          forum.-----http://archiviostorico.corriere.it/2009/marzo/14/Indesit_Colaninno_Calearo_difendono_Paola_co_9_090314026.shtmlIn Piemonte Damiano e i 600 licenziamenti: l' azienda sbaglia, serve un confronto con i sindacati. E firma anche FassinoIndesit, Colaninno jr e Calearo difendono Paola MerloniColaninno Il gruppo Merloni fa impresa in maniera socialmente responsabile Damiano Un' azienda che si comporta così sbaglia. Si devono tutelare i lavoratoriROMA - È scontro nel Pd sugli oltre 600 licenziamenti in arrivo alla Indesit, per l' annunciata chiusura dello stabilimento piemontese di None. Maria Paola Merloni, parlamentare democratica ma anche azionista e membro del cda del gruppo di elettrodomestici, non ha risposto agli appelli dei compagni di partito che le chiedono di «scongiurare un dramma occupazionale». E Cesare Damiano, responsabile del Pd per il lavoro, è stato durissimo: «Un' azienda che si comporta in questa maniera, sbaglia. E non importa a chi appartiene l' azienda. Anche se è di una nostra parlamentare, noi abbiamo il dovere prima di tutto di tutelare l' occupazione. Per questo abbiamo chiesto al governo di convocare un tavolo fra l' azienda e i sindacati». Gli imprenditori eletti nel Pd, però, difendono la Merloni. «Si sta cercando di trovare una soluzione - dice Massimo Calearo, parlamentare veneto e affermato industriale della meccanica -, ma la situazione è molto complessa. Che ci si aspetta da Maria Paola Merloni? È un' imprenditrice che vive di mercato e deve fare i conti con la crisi. Altri imprenditori, in altri partiti, vivono di monopoli e tariffe e non hanno di questi problemi. Ma se il mercato impone misure drastiche, non c' è nulla da fare». Secondo Calearo, non c' è alcun caso politico: «Se si è costruito un partito moderno, sul modello dei democratici americani, che raccoglie sindacalisti ma anche imprenditori, possono esserci situazioni di questo genere». E anche Matteo Colaninno, pure lui deputato e imprenditore, difende la collega: «Il gruppo Merloni ha sempre fatto impresa in maniera socialmente responsabile, sono sicuro che Maria Paola abbia fatto tutto il possibile per salvare lo stabilimento e i posti di lavoro». I deputati piemontesi del Pd, Piero Fassino compreso, hanno però già presentato un' interrogazione al governo chiedendo di intervenire. E i vertici della Fiom (i metalmeccanici della Cgil) stanno cercando di fare pressing sul segretario del Pd, Dario Franceschini, affinché intervenga su Maria Paola Merloni. Anche perché, ricordano, «fu proprio la Merloni a presentare meno di un anno fa una proposta di legge "Per la tutela dei prodotti italiani". E adesso vuole chiudere la fabbrica in Piemonte per tenerne in funzione un' altra in Polonia». Paolo FoschiFoschi PaoloPagina 6(14 marzo 2009) - Corriere della Sera----
          • dont feed the troll scrive:
            Re: per questo motivo...
            Cioè siccome sul comportamento della Merloni c'è stato un dibattito nel PD, la Merloni diventa del PD?Pensa in ufficio, oggi, c'è stata una discussione sugli omosessuali, ne deduciamo che l'azienda per cui lavoro è dell'ARCIGAY?Dico, ma sei normale?
          • chojin scrive:
            Re: per questo motivo...
            - Scritto da: dont feed the troll
            Cioè siccome sul comportamento della Merloni c'è
            stato un dibattito nel PD, la Merloni diventa del
            PD?

            Pensa in ufficio, oggi, c'è stata una discussione
            sugli omosessuali, ne deduciamo che l'azienda per
            cui lavoro è
            dell'ARCIGAY?

            Dico, ma sei normale?Tu non sei normale visto che non sai neppure leggere: --http://archiviostorico.corriere.it/2009/marzo/14/I...In Piemonte Damiano e i 600 licenziamenti: l' azienda sbaglia, serve un confronto con i sindacati. E firma anche FassinoIndesit, Colaninno jr e Calearo difendono Paola MerloniColaninno Il gruppo Merloni fa impresa in maniera socialmente responsabile Damiano Un' azienda che si comporta così sbaglia. Si devono tutelare i lavoratoriROMA - È scontro nel Pd sugli oltre 600 licenziamenti in arrivo alla Indesit, per l' annunciata chiusura dello stabilimento piemontese di None. M aria Paola Merloni, parlamentare democratica ma anche azionista e membro del cda del gruppo di elettrodomestici , non ha risposto agli appelli dei compagni di partito che le chiedono di «scongiurare un dramma occupazionale».---
          • dont feed the troll scrive:
            Re: per questo motivo...
            Io ho acquistato delle azioni della Mediaset, ergo la mediaset è di sinistra?
          • chojin scrive:
            Re: per questo motivo...
            - Scritto da: dont feed the troll
            Io ho acquistato delle azioni della Mediaset,
            ergo la mediaset è di
            sinistra???? Ma che vorresti dire? Ma che dici?Mediaset tanto di destra non mi sembra proprio visto che il 90% dei programmi che trasmette sono condotti e prodotti da gente di sinistra.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: per questo motivo...
            - Scritto da: chojin
            - Scritto da: dont feed the troll

            Io ho acquistato delle azioni della Mediaset,

            ergo la mediaset è di

            sinistra?

            ??? Ma che vorresti dire? Ma che dici?

            Mediaset tanto di destra non mi sembra proprio
            visto che il 90% dei programmi che trasmette sono
            condotti e prodotti da gente di
            sinistra.E poi sarei io quello che deve andare dallo psicanalista.
    • Emigrante scrive:
      Re: per questo motivo...
      Mi sbaglierò, ma leggendo il testo del ddl l'impressione è che dovrai non solo portar fuori la tua azienda, ma pure te stesso, dato che sarai fuori legge se dall'Italia ti adopererai per consentire la pubblicazione di informazioni su internet in forma anonima.In altre parole: se stai a Milano e vorrai lavorare su internet dovrai prendere la macchina ed andare a Chiasso ogni mattina. Se stai a Bologna... troppa strada, dovrai cambiare lavoro.
  • francososo scrive:
    L'Italia non è la Cina
    L'Italia non è la Cina..... ma lo diventerà! @^ @^Oh Mamma , la Carlucci ! :| :| :| :| :|
    • 01234 scrive:
      Re: L'Italia non è la Cina
      tra italia e cina ci sono infinite sfumature...il problema vero è che pare si stia andando verso quella direzione...per ora a passi più o meno piccoli, però...e non solo nell'informatica :-(
    • Genoveffo il terribile scrive:
      Re: L'Italia non è la Cina
      - Scritto da: francososo
      L'Italia non è la Cina..... ma lo diventerà! @^
      @^
      Oh Mamma , la Carlucci ! :| :| :| :| :|A me ora come ora ricorda di più il Moulin Rouge ...ma senza il divertimento per chi guarda.
    • pabloski scrive:
      Re: L'Italia non è la Cina
      infatti, la Cina è in crescita economica ( nonostante la crisi ), l'Italia è in recessione e secondo Almunia rischia il collasso alla prossima ventata di crisi
    • The_GEZ scrive:
      Re: L'Italia non è la Cina
      Ciao francososo !
      L'Italia non è la Cina..... ma lo diventerà! @^Secondo me farà anche meglio, diventerà la Cina 2.0 !Ovvero saremo tutti in Cina e nessuno saprà di esserlo ...
Chiudi i commenti