Samsung e Blu-ray, quel firmware non s'ha da aggiornare

Il nuovo aggiornamento di un lettore inibisce la visione dei film di due studios hollywoodiani. L'azienda coreana consiglia il downgrade: in attesa di un nuovo update risolutivo

Roma – La maledizione del DRM colpisce ancora , e come al solito ad andarci di mezzo sono i consumatori legittimi: un nuovo aggiornamento per il firmware del lettore Blu-ray BD-Px600 di Samsung ha avuto la spiacevole conseguenza di inibire la fruizione delle pellicole HD commercializzate da Universal e Warner Bros . Gli utenti si lamentano sui forum mentre Samsung consiglia downgrade in attesa di una ulteriore pezza a risolvere il problema.

Stando ai post lasciati sulle bacheche elettroniche dai possessori di BD-Px600, il nuovo firmware 2.09 porta al crash del codice implementato sui dischi Universal e WB che non vanno oltre la presentazione del titolo della pellicola. In risposta alle lamentele degli utenti, Samsung ha messo a disposizione la versione del firmware 2.07 consigliando il downgrade e preconizzando un’attesa di un paio di settimane prima del prossimo update.

L’aggiornamento del firmware dovrebbe in teoria aumentare la compatibilità del lettore con i nuovi titoli, ma nel caso specifico le cose sono andate nella direzione diametralmente opposta. Così, mentre i “pirati” possono godersi i nuovi titoli scaricandoli direttamente dal P2P senza problema alcuno, chi ha acquistato player e dischi originali si trova nella incresciosa situazione di non poter avere accesso ai contenuti così profumatamente pagati.

Al momento non è nota l’opinione dei due studios incappati nel problema, anche se a conti fatti Universal e Warner Bros non hanno motivo di prendersela con Samsung e i suoi firmware sfortunati: le misure di protezione del formato Blu-ray sono state fortemente volute da Hollywood per via della loro presunta infrangibilità. Una scommessa persa da anni .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Jack scrive:
    Path dei file DLL
    Mi stanno bene tutti i problemi di sicurezza, ma il poter avere le mie belle dll nella directory in cui ho la mia applicazione ha un piccolo vantaggio.... posso disinstallare il programma cancellando tutti i file/la directory senza lasciare imput***ato il sistema... oppure posso usare una vecchia versione di qualche libreria non retrocompatibile (presente aggiornata in %windir%system32 senza bloccare il funzionamento di altre applicazioni che richiedono una versione più recente della suddetta dll.Se un virus ha acXXXXX in scrittura alla directory in cui è presente un eseguibile, potrà sì mettere una dll malevola, ma potrà anche modificare in modo malevolo l'exe.Il fatto di restringere/bloccare il caricamento di dll mi sembra tanto una falsa sicurezza (sempre IMHO)...
    • vintage scrive:
      Re: Path dei file DLL
      - Scritto da: Jack
      Mi stanno bene tutti i problemi di sicurezza, ma
      il poter avere le mie belle dll nella directory
      in cui ho la mia applicazione ha un piccolo
      vantaggio.... posso disinstallare il programma
      cancellando tutti i file/la directory senza
      lasciare imput***ato il sistema... oppure posso
      usare una vecchia versione di qualche libreria
      non retrocompatibile (presente aggiornata in
      %windir%system32 senza bloccare il funzionamento
      di altre applicazioni che richiedono una versione
      più recente della suddetta
      dll.

      Se un virus ha acXXXXX in scrittura alla
      directory in cui è presente un eseguibile, potrà
      sì mettere una dll malevola, ma potrà anche
      modificare in modo malevolo
      l'exe.

      Il fatto di restringere/bloccare il caricamento
      di dll mi sembra tanto una falsa sicurezza
      (sempre
      IMHO)...Personalmente l' ho sempre creduto un falso bug Ma mi chiedo cosa succede in caso di eseguibili che vengono eseguiti con privilegi differenti.In unix i programmi suid non tengono conto di LD_LIBRARY_PATHIn windows viene usata la dir. corrente anche per i programmi UAC ?Purtroppo non ho trovato niente su questo
      • Jack scrive:
        Re: Path dei file DLL
        - Scritto da: vintage
        Personalmente l' ho sempre creduto un falso bug
        Ma mi chiedo cosa succede in caso di eseguibili
        che vengono eseguiti con privilegi
        differenti.
        In unix i programmi suid non tengono conto di
        LD_LIBRARY_PATH
        In windows viene usata la dir. corrente anche per
        i programmi UAC
        ?
        Purtroppo non ho trovato niente su questoNon lo so, il fatto è che se un programma con privilegi limitati fa una chiamata ad una falsa kernel32.dll, suppongo (e spero) che questa kernel32.dll giri con privilegi limitati in un'altra istanza rispetto alla vera libreria, e che quindi le chiamate falliscano!Magari è questo il vero problema legato a quel bug, ma visto che non ho in mente l'acquisto di nuovo hardware, ho ancora il mio bell'XP e non intendo cambiarlo con seven per ora...
        • vintage scrive:
          Re: Path dei file DLL
          - Scritto da: Jack
          - Scritto da: vintage

          Personalmente l' ho sempre creduto un falso
          bug


          Ma mi chiedo cosa succede in caso di eseguibili

          che vengono eseguiti con privilegi

          differenti.

          In unix i programmi suid non tengono conto di

          LD_LIBRARY_PATH

          In windows viene usata la dir. corrente anche
          per

          i programmi UAC

          ?

          Purtroppo non ho trovato niente su questo

          Non lo so, il fatto è che se un programma con
          privilegi limitati fa una chiamata ad una falsa
          kernel32.dll, suppongo (e spero) che questa
          kernel32.dll giri con privilegi limitati in
          un'altra istanza rispetto alla vera libreria, e
          che quindi le chiamate
          falliscano!
          Questo si spera che sia vero !!Ma il contrario ?Se eseguo un proXXXXX con privilegi diversi dall' utente corrente il kernel tiene conto della directory corrente e/o di quella in cui è posizionato l' exe oppure ricerca le dll solo nelle directory si sistema ?In unix un proXXXXX suid (che è qualcosa di equivalente) ricerca le librerie solo nelle dir. specificate in /etc/ld.so.conf e ignorando completamente quelle specificate in LD_LIBRARY_PATH
          Magari è questo il vero problema legato a quel
          bug, ma visto che non ho in mente l'acquisto di
          nuovo hardware, ho ancora il mio bell'XP e non
          intendo cambiarlo con seven per
          ora...Il bug (se esiste) è presente anche in XP
          • Jack scrive:
            Re: Path dei file DLL
            - Scritto da: vintage
            Se eseguo un proXXXXX con privilegi diversi dall'
            utente corrente il kernel tiene conto della
            directory corrente e/o di quella in cui è
            posizionato l' exe oppure ricerca le dll solo
            nelle directory si sistema?Per sfruttare questo bug (e portare a termine un exploit) la dll corrotta deve essere nella stessa directory dell'eseguibile o la directory corrente, in cui il "contagiatore" ha avuto modo di scrivere dato che gli altri percorsi di ricerca sono o dovrebbero essere protetti. Il programma deve poi essere eseguito con privilegi elevati dal sistema o dall'utente.Se il contagiatore ha avuto acXXXXX in scrittura alla directory in questione, avrebbe però potuto modificare direttamente l'eseguibile per svolgere azioni dannose.Questo è il motivo che mi porta a pensare che sia un falso problema, nel senso che è come avere una porta ed una finestra aperte, bloccando la ricerca delle dll nel path corrente viene chiusa la finestra, ma la porta ovvero la modifica diretta dell'eseguibile, è sempre aperta....
          • vintage scrive:
            Re: Path dei file DLL
            - Scritto da: Jack
            - Scritto da: vintage

            Se eseguo un proXXXXX con privilegi diversi
            dall'

            utente corrente il kernel tiene conto della

            directory corrente e/o di quella in cui è

            posizionato l' exe oppure ricerca le dll solo

            nelle directory si sistema?

            Per sfruttare questo bug (e portare a termine un
            exploit) la dll corrotta deve essere nella stessa
            directory dell'eseguibile o la directory
            corrente, in cui il "contagiatore" ha avuto modo
            di scrivere dato che gli altri percorsi di
            ricerca sono o dovrebbero essere protetti. Il
            programma deve poi essere eseguito con privilegi
            elevati dal sistema o
            dall'utente.Quindi un exe eseguito con privilegi piu alti che ricerca le librerieanche nella directory corrente dell' utente a bassi privilegi allora potrebbe essere un baco.Questo perchè potrebbe caricare una libreria non genuina.A questo URL ho trovato l' algoritmo di ricerca delle librerie:http://msdn.microsoft.com/en-us/library/ms682586%28VS.85%29.aspx
  • suc scrive:
    Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
    E' inutile che sbraitate contro Windows, perchè anche voi linari e macachi avete lo stesso bug. Qualunque OS con librerie a caricamento dinamico presente sul mercato è affetto dal medesimo bug.L'unica azienda che ha già rilasciato una patch è Microsoft:http://support.microsoft.com/kb/2264107/en-us
    • Shiba scrive:
      Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
      - Scritto da: suc
      E' inutile che sbraitate contro Windows, perchè
      anche voi linari e macachi avete lo stesso bug.
      Qualunque OS con librerie a caricamento dinamico
      presente sul mercato è affetto dal medesimo
      bug.
      L'unica azienda che ha già rilasciato una patch è
      Microsoft:
      http://support.microsoft.com/kb/2264107/en-usIo sapevo che senza i permessi di root l'elenco delle directory delle librerie condivise non le cambi...
      • suc scrive:
        Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
        - Scritto da: Shiba
        Io sapevo che senza i permessi di root l'elenco
        delle directory delle librerie condivise non le
        cambi...idem sotto Windows
        • RealENNECI scrive:
          Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
          - Scritto da: suc
          - Scritto da: Shiba

          Io sapevo che senza i permessi di root l'elenco

          delle directory delle librerie condivise non le

          cambi...

          idem sotto WindowsGià... ma voi siete tutti admin no? Sicuro... e anche senza password, si xche Bill vi ha insegnato questo...
          • ture muture scrive:
            Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
            Anche la mia alfa da 150cv mi porta a correre a 220, basta pigiare l'acceleratore.Però non lo faccio. Chissà perchè....Se ti è permesso di default fare una cosa non vuol dire che sia giusto farla (leggi o meno). Anche fumare mi è permesso, però non lo faccio, forse perchè non sono scemo?Ma si sa...i linari usano solo e sempre linux. Anche quando hanno incominciato. A no! Hanno usato Windows! Chissà perchè!
          • Shiba scrive:
            Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
            - Scritto da: ture muture
            Anche la mia alfa da 150cv mi porta a correre a
            220, basta pigiare
            l'acceleratore.

            Però non lo faccio. Chissà perchè....Perché per poter guidare c'è la scuola guida. Per usare un computer no.
      • bbo scrive:
        Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
        - Scritto da: Shiba
        Io sapevo che senza i permessi di root l'elenco
        delle directory delle librerie condivise non le
        cambi...per modificare la LD_LIBRARY_PATH non occorre essere root....
        • Chiedo aiutino scrive:
          Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
          Scusate l'OTHo bisogno di entrare nella cartella System Volume in XP Home ma non riesco nemmeno da riga di comando come istruzioni da sito M$.Qualcuno sa darmi una dritta per sbloccare il tutto?Ringrazio infinitamente tutti! :-)
          • panda rossa scrive:
            Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
            - Scritto da: Chiedo aiutino
            Scusate l'OT
            Ho bisogno di entrare nella cartella System
            Volume in XP Home ma non riesco nemmeno da riga
            di comando come istruzioni da sito
            M$.
            Qualcuno sa darmi una dritta per sbloccare il
            tutto?
            Ringrazio infinitamente tutti! :-)Scarica una immagine di linux, ti fai una chiavetta bootabile, rebooti da chiavetta e poi accedi tranquillamente a quella directory.
          • iii scrive:
            Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
            Imposta i permessi sulla cartella, di default non ce li hai
          • random name scrive:
            Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
            http://www.nu2.nu/pebuilder/BartPE ti permette di fare un CD/DVD di boot con Windows XP per poter lanciare i comandi tipici di Windows, come non potresti fare con altri metodi, ad esempio il mount da un altro S.O.Ciao
          • random name scrive:
            Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
            scusa ho letto male la richiesta, come già ti ha detto "iii" credo sia semplicemente un problema di permessi http://support.microsoft.com/kb/309531/it
          • Chiedo aiutino scrive:
            Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
            Grazie a tutti quanti!!!!!!!!!!!!
    • angros scrive:
      Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
      Io ho provato a realizzare una libreria dinamica per windows e per linux: su windows, la libreria può trovarsi nella stessa cartella dell'eseguibile, e viene usata.Su Linux, la libreria deve trovarsi nella cartella apposita (e per poterla mettere in tale cartella occorre la password di root).Per poter usare una libreria che si trova nella stessa cartella dell'applicazione occorre lanciare l'applicazione da riga di comando, in questo modo:LD_LIBRARY_PATH=.:$LD_LIBRARY_PATH ./applicazioneNon è un comando che puoi dare per distrazione.Certo, si potrebbe realizzare uno script...
      • bbo scrive:
        Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
        - Scritto da: angros
        Per poter usare una libreria che si trova nella
        stessa cartella dell'applicazione occorre
        lanciare l'applicazione da riga di comando, in
        questo
        modo:

        LD_LIBRARY_PATH=.:$LD_LIBRARY_PATH ./applicazione

        Non è un comando che puoi dare per distrazione.

        Certo, si potrebbe realizzare uno script...è proprio questo il punto!certo non è un comando che puoi dare per sbaglio, ma il sistema non fa nulla per impedirti di cambiare questa impostazione.Secondo me è una piccola debolezza che da sola non permette di fare grossi danni... ma assieme ad altre piccole debolezze potrebbe essere sfruttata con creatività.
      • Stefano scrive:
        Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
        Credo che il meccanismo di linux, serva anche per l'utente che appunto non ha permessi privilegi di usare una libreria particolare, mi pare di ricordare che il client o il server di oracle avesse queste necessità.
      • Pessimismo e Fastidio scrive:
        Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug


        LD_LIBRARY_PATH=.:$LD_LIBRARY_PATH ./applicazione

        Non è un comando che puoi dare per distrazione.

        Certo, si potrebbe realizzare uno script...Ok, se sei loggato come root e ti carichi un rootkit sul tuo server non esiste sistema operativo che te lo possa impedire in quando quando ti loghi come root dovresti sapere cosa stai facendo.
    • vintage scrive:
      Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
      - Scritto da: suc
      E' inutile che sbraitate contro Windows, perchè
      anche voi linari e macachi avete lo stesso bug.
      Qualunque OS con librerie a caricamento dinamico
      presente sul mercato è affetto dal medesimo
      bug.
      L'unica azienda che ha già rilasciato una patch è
      Microsoft:
      http://support.microsoft.com/kb/2264107/en-usCome no:This update introduces a new registry key CWDIllegalInDllSearch that allows users to control the DLL search path algorithm. The DLL search path algorithm is used by the LoadLibrary API and the LoadLibraryEx API when DLLs are loaded without specifying a fully qualified path. Praticamente hanno implementato il LD_LIBRARY_PATH di unix
    • collione scrive:
      Re: Linux/Unix sono affetti dallo stesso bug
      l'ignoranza non ha proprio limiti http://linuxmafia.com/faq/Admin/ld-lib-path.htmlcome puoi leggere, il problema in ambito linux è noto da un secolo e ci sono da decenni soluzioniè windows quello che è stato trovato con le braghe calate, come al solito del restofattene una ragione e fai un altro bel formattone (rotfl)
  • pippo75 scrive:
    Era giusto Walkaround
    Perchè devono creare cose che non stanne in cielo e neanche in terra.Come dicono i linari, mettere i permessi delle cartelle dove ci sono i binari in sola lettura?Arriva il virus e li si inchioda. Chiamo l'amministratore di sistema e quello quando vede cosa voglio installare cancella il programma e torna a ronfare.( se non sbaglio chmod docet )Certo che se do permessi di amministratore a tutti i programmi, allora su tutti i sistemi ci sono vulnerabilità ( gli spalanchi la porta ).
    • Sgabbio scrive:
      Re: Era giusto Walkaround
      Se è per questo, il sistema multi utenza di windows non è ancora fatto "bene" su quei versanti..... non ti obbliga nemmeno a fare la password!
      • sburrolomeo scrive:
        Re: Era giusto Walkaround
        ma se uno non è capace di farsi un account standard son fatti suoi... non dico di configurare come si deve applocker ma almeno evitare du usare un account admin e disabilitare uac...
        • abcb scrive:
          Re: Era giusto Walkaround
          il problema è che ci sono programmi del cacchio che non funzionano senza utente admin... tu dirai che sono programmi da evitare... ma molto spesso sono software di controllo di macchine che non hanno alternativa... ovvio che queste non hanno acXXXXX ad internet... ma alla lan per forza...Il cancro sono i programmatori idioti e un SO debole...
          • sburrolomeo scrive:
            Re: Era giusto Walkaround
            windows ormai è parecchio robusto, le guidelines ci sono eccome a differenza di quello che diceva qualcuno più in alto... sono d'accordo con chi dice che microsoft è troppo permissiva, quello sì... dovrebbe XXXXre la compatibilità a tutti i programmi scritti male... ma poi sarebbero tutti li a dire che fa skifo perchè non è retrocompatibile...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Era giusto Walkaround
            il problema è che sono linea guida, ma a livello tecnico è solo roba "da consiglio" purtroppo.
          • RealENNECI scrive:
            Re: Era giusto Walkaround

            Il cancro sono i programmatori idioti e un SO
            debole...Già, tutta gente che viene su a suon di wizard, di.net o visual studio...Insomma... i NON programmatori, quelli che sanno prendere x i fondelli moltissima gente winara come loro..
          • Uno scrive:
            Re: Era giusto Walkaround
            - Scritto da: RealENNECI


            Già, tutta gente che viene su a suon di wizard,
            di.net o visual
            studio...
            Insomma... i NON programmatori, quelli che sanno
            prendere x i fondelli moltissima gente winara
            come
            loro..Ahaha ha parlato lo "sviluppatore" in PHP.PHP!!!!! Ahahahhaha!!!!|Basta ti prego, mi fai morire così!!!!(rotfl)
          • RealENNECI scrive:
            Re: Era giusto Walkaround
            - Scritto da: Uno
            - Scritto da: RealENNECI





            Già, tutta gente che viene su a suon di wizard,

            di.net o visual

            studio...

            Insomma... i NON programmatori, quelli che sanno

            prendere x i fondelli moltissima gente winara

            come

            loro..

            Ahaha ha parlato lo "sviluppatore" in PHP.
            PHP!!!!! Ahahahhaha!!!!|
            Basta ti prego, mi fai morire così!!!!

            (rotfl)Ridi ridi, io solitamente rido quando le vostre applicazioni enterprise si sfasciano da sole.. ma non più di tanto, visto che ormai è all'ordine del giorno...ASP? ahahahahha dio che ridere...
          • random name scrive:
            Re: Era giusto Walkaround
            :| :| :|
          • pippo75 scrive:
            Re: Era giusto Walkaround
            - Scritto da: abcb
            il problema è che ci sono programmi del cacchio
            che non funzionano senza utente admin... tu dirai
            che sono programmi da evitare...bene, quei programmi li fai andare con diritti di amministratore, gli altri no.
  • sentinel scrive:
    "Disponibile un primo walkaround"
    "Disponibile un primo walkaround, che però non risolve il problema".Ma che significa? Abbiamo appurato che il problema c'è manon lo sappiamo risolvere, nel frattempo pasticciate un po'con queste istruzioni per divagarvi? :s
  • Il Profeta scrive:
    M$ non sa mettere paletti
    Ok, una volta individuato il problema, lo si deve risolvere. PUNTO. Una ditta seria farebbe così: con la prossima patch l'API LoadLibrary[Ex] accetta solo percorsi completi, se si specifica qualcosa del tipo LoadLibrary("user32.dll") ritorna un puntatore NULL come se non la trovasse.I programmi che non rispettano questa regola smettono di funzionare e le SWhouse rilasceranno le loro patch.Il problema di Window$ che è instabile, bacato e accrocchiato è anche dovuto a questo: M$ negli anni non ha mai saputo mettere dei paletti, che andassero oltre alle semplici "guide-lines" (che i programmatori della domenica non rispettano e molto spesso neppure le SWhouse, tanto "funziona lo stesso").Non esiste neanche un meccanismo di aggiornamento simultaneo di tutte le applicazioni, di localizzazione delle applicazioni in base alla lingua dell'utente, i settaggi vengono salvati un pò nel profilo, un pò nel Rgi$tr¥, un pò chissà dove... Questo perchè? Perchè ogni applicazione è fatta secondo l'estro del programmatore e non segue le direttive (inesistenti!!) dell'OS ospitante.
    • Andrea Cerrito scrive:
      Re: M$ non sa mettere paletti
      Finalmente qualcuno che ha capito il vero problema!Sono anni che girano programmi che non sanno nemmeno prendere delle variabili!! Così un programma inglese può fallire l'installazione perchè non trova la cartella "Program Files" o può crearla a proprio piacimento!!Ma santo dio...
      • sentinel scrive:
        Re: M$ non sa mettere paletti
        - Scritto da: Andrea Cerrito[CUT]
        Così un programma inglese può fallire
        l'installazione perchè non trova la cartella
        "Program Files" o può crearla a proprio
        piacimento!!ovviamente le versioni di questi programmi per Linuxfunzionano AD AETERNUM
        • Il Profeta scrive:
          Re: M$ non sa mettere paletti
          - Scritto da: sentinel
          ovviamente le versioni di questi programmi per
          Linux
          funzionano AD AETERNUMIl sw per Linux non è perfetto (nulla lo è), ma è molto più "omogeneo" dei vari sw per Winzozz. E questo principalmente per 3 motivi:1) Su Linux (e OSX) ci sono dei paletti e delle convenzioni che devono essere rispettate, su M$ ogni programmatore fa come cavolo preferisce, tanto "funziona lo stesso"2) Molti dei programmi per Linux sono scritti da appassionati, che quindi cercano di fare le cose il meglio possibile3) Il vantaggio dell'opensource è che se devo fare un nuovo programma posso prendere spunto da quelli esistenti, riciclando parti di codice
          • Uno a caso scrive:
            Re: M$ non sa mettere paletti
            Quindi, riguardo la programmazione, Windows è Open e Linux è Closed :-P
          • Il Profeta scrive:
            Re: M$ non sa mettere paletti
            - Scritto da: Uno a caso
            Quindi, riguardo la programmazione, Windows è
            Open e Linux è Closed
            :-P :D
          • panda rossa scrive:
            Re: M$ non sa mettere paletti
            - Scritto da: Uno a caso
            Quindi, riguardo la programmazione, Windows è
            Open e Linux è Closed
            :-PRiguardo l'orifizio anale, windows e' open e linux e' closed!
          • Il Profeta scrive:
            Re: M$ non sa mettere paletti
            Infatti le "Windows Best Practices" prevedono questo:[img]http://www.beppegrillo.it/immagini/vaseline.jpg[/img] (rotfl) (rotfl)
          • pippo75 scrive:
            Re: M$ non sa mettere paletti
            - Scritto da: Uno a caso
            Quindi, riguardo la programmazione, Windows è
            Open e Linux è Closed
            :-Ptutto quello che si vuole: open, closed, bacato, brutto, pessimo, cattivo, berlusconiano, escrot, scegli quello che vuoi.Ma gli IDE Borland ( ora embarcadero ), tolto qualcosa di os/2 e kilix, per il resto sono solo windows (solo Windows, con la lettere maisucola ).Mi lascio rodervi il fegato con comodo, dite pure Micro$oft, micrtoaltro, winzoz, dopotutto dovete riprendervi dalla cocente delusione.
      • suc scrive:
        Re: M$ non sa mettere paletti
        - Scritto da: Andrea Cerrito
        Così un programma inglese può fallire
        l'installazione perchè non trova la cartella
        "Program Files" o può crearla a proprio
        piacimento!!ciccio, guarda che non è più vero quello che tu dici da almeno il 2007, da quanto è uscito Vista, che ha introdotto i link simbolici e quindi Programmi è un puntatore simbolico a Program Files.
        • Il Profeta scrive:
          Re: M$ non sa mettere paletti
          Sono finalmente riusciti a copiare il comando "ln" di *nix??!! :D
          • RealENNECI scrive:
            Re: M$ non sa mettere paletti
            - Scritto da: Il Profeta
            Sono finalmente riusciti a copiare il comando
            "ln" di *nix??!!
            :DGrandiiiiiiiiiiDopo decenni sono riusciti a inventare il link simbolico?Magari fino all'altro ieri era inutile per i winari, ora è la manna dal cielo!!
          • Il Profeta scrive:
            Re: M$ non sa mettere paletti
            Hehehe, sono fatti così ;)Stesso dicasi per il terminale, sempre deriso e insultato, fino a quando M$ ha creato Powr$h££!! :D
          • du.demon scrive:
            Re: M$ non sa mettere paletti
            ln -s per l'esattezza.
          • panda rossa scrive:
            Re: M$ non sa mettere paletti
            - Scritto da: Il Profeta
            Sono finalmente riusciti a copiare il comando
            "ln" di *nix??!!
            :DIn realta' il link e' una prerogativa del file system.NTFS lo supporta, FAT no.Quindi M$ si e' inventata quei bellissimi (e sicurissimi) files.lnk per retrocompatibilita' con i dischi FAT.E per essere sicura di questo, non ha mai distribuito un comando per attivare i link.
        • bbo scrive:
          Re: M$ non sa mettere paletti
          - Scritto da: suc
          ciccio, guarda che non è più vero quello che tu
          dici da almeno il 2007, da quanto è uscito Vista,
          che ha introdotto i link simbolici e quindi
          Programmi è un puntatore simbolico a Program
          Files.i link esistono da quando esiste NTFS, ricordo che li usavo già ai tempi di Windows 2000, solo che il comando per gestirli non era installato di default sul sistema, bisognava installare il Resource Kit.
          • panda rossa scrive:
            Re: M$ non sa mettere paletti
            - Scritto da: bbo
            - Scritto da: suc


            ciccio, guarda che non è più vero quello che tu

            dici da almeno il 2007, da quanto è uscito
            Vista,

            che ha introdotto i link simbolici e quindi

            Programmi è un puntatore simbolico a Program

            Files.

            i link esistono da quando esiste NTFS, ricordo
            che li usavo già ai tempi di Windows 2000, solo
            che il comando per gestirli non era installato di
            default sul sistema, bisognava installare il
            Resource
            Kit.I link esistono da quando esiste unix.ricordo che li usavo gia' dai tempi di xenix negli anni 80/90, e il comando per gestirli era di sistema, come tuttoggi.
          • bbo scrive:
            Re: M$ non sa mettere paletti
            - Scritto da: panda rossa
            I link esistono da quando esiste unix.
            ricordo che li usavo gia' dai tempi di xenix
            negli anni 80/90, e il comando per gestirli era
            di sistema, come
            tuttoggi.beh esistevano anche su msdos per quello...immagino esistessero anche su NT fin da sempre! Certo l'idea di non includere il comando di sistema era una grossa stupidaggine, però non si tratta di una limitazione tecnica.
          • panda rossa scrive:
            Re: M$ non sa mettere paletti
            - Scritto da: bbo
            - Scritto da: panda rossa


            I link esistono da quando esiste unix.

            ricordo che li usavo gia' dai tempi di xenix

            negli anni 80/90, e il comando per gestirli era

            di sistema, come

            tuttoggi.

            beh esistevano anche su msdos per quello...No. Il filesystem FAT non gestisce i link dei files.MSDOS pertanto non aveva i link.
    • frank scrive:
      Re: M$ non sa mettere paletti
      Passa al MAC
      • Il Profeta scrive:
        Re: M$ non sa mettere paletti
        Al lavoro sono costretto ad usare Winzozz, per le mie cose invece uso già da tempo prodotti alternativi ;)
      • il solito bene informato scrive:
        Re: M$ non sa mettere paletti
        - Scritto da: frank
        Passa al MACintendi Macintosh o MAC address? :-P
    • attonito scrive:
      Re: M$ non sa mettere paletti
      - Scritto da: Il Profeta
      M$ negli
      anni non ha mai saputo mettere dei paletti,no? e come mai li fuori ci sono centinaia di milioni di persone che camminano a chiappe strette? mi sa che microsoft i paletti li sa mettere, eccome!
      • Il Profeta scrive:
        Re: M$ non sa mettere paletti
        Li mette nel posto sbagliato ;)Invece di mettere paletti legali, dovrebbero licenziare un pò di avvocati e assumere degli architetti sw, per mettere paletti informatici se vogliono tentare di salvare Winzozz che va a rotoli.
    • bbo scrive:
      Re: M$ non sa mettere paletti
      - Scritto da: Il Profeta
      I programmi che non rispettano questa regola
      smettono di funzionare e le SWhouse rilasceranno
      le loro
      patch.In un mondo perfetto sarebbe corretto così.Se tutti gli sviluppatori conoscessero bene l'architettura di Windows e seguissero alla lettera le best practices ci sarebbero senz'altro meno problemi.Purtroppo non è possibile... Microsoft non mette dei paletti per scelta, se lo facesse il sistema sarebbe senz'altro più pulito, coerente, e semplice da gestire, ma probabilmente il 99% dei programmi smetterebbe di funzionare...
      • panda rossa scrive:
        Re: M$ non sa mettere paletti
        - Scritto da: bbo
        Purtroppo non è possibile... Microsoft non mette
        dei paletti per scelta, se lo facesse il sistema
        sarebbe senz'altro più pulito, coerente, e
        semplice da gestire, ma probabilmente il 99% dei
        programmi smetterebbe di
        funzionare...Visto che M$ e' stata tanto brava a fare in modo che una fetecchia come frontpage i paletti ce li mettesse, perche' non ha fatto altrettanto con VB o con VS?Sono i loro tools di sviluppo: sarebbe bastato che questi tools compilassero degli eseguibili in un certo modo...
    • Pessimismo e Fastidio scrive:
      Re: M$ non sa mettere paletti

      qualcosa del tipo LoadLibrary("user32.dll")
      ritorna un puntatore NULL come se non la
      trovasse.Preferirei lanciasse un'eccezione.
      I programmi che non rispettano questa regola
      smettono di funzionare e le SWhouse rilasceranno
      le loro
      patch.Certamente dopo aver ricompilato migliaia e migliaia di righe di codice in più se l'utente ha la necessità di gestirsi il codice in directory diverse da quelle previste son dolori.
      Il problema di Window$ che è instabile, bacato e
      accrocchiato è anche dovuto a questo: M$ negli
      anni non ha mai saputo mettere dei paletti, che
      andassero oltre alle semplici "guide-lines" (che
      i programmatori della domenica non rispettano e
      molto spesso neppure le SWhouse, tanto "funziona
      lo
      stesso").La filosofia attuale della maggior parte dei programmatori è rimasta quella.
      Non esiste neanche un meccanismo di aggiornamento
      simultaneo di tutte le applicazioni, di
      localizzazione delle applicazioni in base alla
      lingua dell'utente, i settaggi vengono salvati un
      pò nel profilo, un pò nel Rgi$tr¥, un pò chissà
      dove... Questo perchè? Perchè ogni applicazione è
      fatta secondo l'estro del programmatore e non
      segue le direttive (inesistenti!!) dell'OS
      ospitante.Perchè leggere la documentazione è sempre una gran rottura, perchè il programma di contabilità che si vende è ancora quello fatto con delphi 1.0 o in clipper o cobol, rivestito con un pò di grafica.
  • controlli a campione scrive:
    Ma non era diventato sicuro?
    Ma non ci avevano detto che Windows era diventato sicuro? :Ma come mai allora ci sono questi buchi vecchi come il cucco e non riescono a risolverli? :oMa non è che il codice non l'hanno proprio riscritto da zero come dicevano? (ghost)
    • sentinel scrive:
      Re: Ma non era diventato sicuro?
      - Scritto da: controlli a campione[CUT]
      Ma non è che il codice non l'hanno proprio
      riscritto da zero come dicevano?Forse che no? Oh ma guarda che furbetti!!!
      • Sgabbio scrive:
        Re: Ma non era diventato sicuro?
        Si diceva che con 7 avevan rifatto da zero molte cose...invece.... :D
        • suc scrive:
          Re: Ma non era diventato sicuro?
          - Scritto da: Sgabbio
          Si diceva che con 7 avevan rifatto da zero molte
          cose...invece....
          :DVista: winver = 6.07: winver = 6.1
        • Sherpya scrive:
          Re: Ma non era diventato sicuro?
          il loader degli eseguibili e' quello da nt4e quello di win9x e' simileper me e' una XXXXXXXta, il fatto che explorer per caricare un'iconaapra una dll normalmente e non nell'apposita modalita' per l'acXXXXX solo alle risorse e' grave, ma il fatto che un'applicazione non puo' caricare una dll prima dal percorso della stessa che senso avrebbe?E' cosi' che funziona, se un malware ti scrive una dll nella cartella di un programma e' la stessa cosa che ti sovrascrive il programma direttamente.Secondo me hanno sollevato un polverone inutile, il bug c'era perche' era inaccurato il sistema che usavano per estrarre l'icona, che sinceramente se qualcuno l'ha studiato bene e' assurdo quello che facevano (e che fanno perche' hanno fixato altrove non il sistema)
    • Difensore scrive:
      Re: Ma non era diventato sicuro?
      Forse perche' devono supportare (per contratto di licenza) decine di migliaglia di aziende che usano Sharepoint, Exchange, Outlook IIS e moltissime altre cose.Ricominciare da zero lo puo' fare Apple che non lo usa nessuno o lo usano utenti, ma quando lo usano aziende ocn imgliaglia di dipendenti le cose semplici diventano difficili.
      • Stefano scrive:
        Re: Ma non era diventato sicuro?
        - Scritto da: Difensore
        Forse perche' devono supportare (per contratto di
        licenza) decine di migliaglia di aziende che
        usano Sharepoint, Exchange, Outlook IIS e
        moltissime altre
        cose.
        Ricominciare da zero lo puo' fare Apple che non
        lo usa nessuno o lo usano utenti, ma quando lo
        usano aziende ocn imgliaglia di dipendenti le
        cose semplici diventano
        difficili.C'è da dire che questo succede perchè molte delle implementazioni che microsoft vende alle aziende, spesso non sono standard aperti.Chi è causa del suo mal pianga se stesso.
        • suc scrive:
          Re: Ma non era diventato sicuro?
          - Scritto da: Stefano
          C'è da dire che questo succede perchè molte delle
          implementazioni che microsoft vende alle aziende,
          spesso non sono standard
          aperti.
          Chi è causa del suo mal pianga se stesso.ciccio, l'open non centra nulla, perchè quello che conta sono le interfacce di programmazione, le documentazioni, ecc. che sono presenti anche nel mondo closed, anzi se vogliamo dirla tutta, sono documentate meglio le specifiche della piattaforma Windows, che quell'accrocchio di linux
          • RealENNECI scrive:
            Re: Ma non era diventato sicuro?
            - Scritto da: suc
            - Scritto da: Stefano

            C'è da dire che questo succede perchè molte
            delle

            implementazioni che microsoft vende alle
            aziende,

            spesso non sono standard

            aperti.

            Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

            ciccio, l'open non centra nulla, perchè quello
            che conta sono le interfacce di programmazione,
            le documentazioni, ecc. che sono presenti anche
            nel mondo closed, anzi se vogliamo dirla tutta,
            sono documentate meglio le specifiche della
            piattaforma Windows, che quell'accrocchio di
            linuxrosika rosika... intanto tu sei li che corri a tappare buchi e a PREGARE che qualcuno ti dia il tappo...
          • Difensore scrive:
            Re: Ma non era diventato sicuro?
            ...a te invece manca solamente il "secondo" tappo, in bocca...
          • Stefano scrive:
            Re: Ma non era diventato sicuro?
            - Scritto da: suc
            - Scritto da: Stefano

            C'è da dire che questo succede perchè molte
            delle

            implementazioni che microsoft vende alle
            aziende,

            spesso non sono standard

            aperti.

            Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

            ciccio, l'open non centra nulla, perchè quello
            che conta sono le interfacce di programmazione,
            le documentazioni, ecc. che sono presenti anche
            nel mondo closed, anzi se vogliamo dirla tutta,
            sono documentate meglio le specifiche della
            piattaforma Windows, che quell'accrocchio di
            linuxA che ti riferisci con open?Per fare un esempio cito il wins purtroppo ancora usatissimo, wins è l'implementazione microsoft per la risoluzione di nomi su netbios, anch'esso ancora molto presente su molte reti aziendali ovviamente microsoft, che sarebbe dovuto spariere con l'arrivo di Active Directory basato principalmente su winsock e DNS ed invece ostinatamente supportato da MS.Netbios praticamente non lo supporta nessuno, la sola nel 2010 a farlo è appunto microsoft, perchè in passato poteva vendere i suo servizi server basati su netbios, wins appunto, mentre per le risoluzioni winsock basate su dns si poteva usare un qualsiasi servizio dns di unix o del nascente linux. Oggi netbios nei computer è disattivabile, ma nelle aziende rimane attivo.Il vettore principale per le infezione avvenute da conficker(oltre 10 milioni di computer nel mondo) in tutte le sue varianti, riguarda appunto una vulnerabilità di netbios.
          • bbo scrive:
            Re: Ma non era diventato sicuro?
            - Scritto da: Stefano
            Il vettore principale per le infezione avvenute
            da conficker(oltre 10 milioni di computer nel
            mondo) in tutte le sue varianti, riguarda appunto
            una vulnerabilità di
            netbios.Wins e Netbios ormai non sono più utilizzati, tranne che per supportare Windows NT oppure qualche vecchio apparato tipo scanner, print server, etc.Il conficker si propaga attraverso numerose vulnerabilità, una di queste riguarda il servizio RPC e non il netbios.Purtroppo nelle aziende il firewall di windows è disattivato (lo si potrebbe attivare e gestire da active directory) ed il servizio RPC è accessibile a tutti. Si tratta di un compromesso, in questo modo i sistemi sono molto più semplici da gestire, ma si sa che il livello di sicurezza si abbassa.
          • Stefano scrive:
            Re: Ma non era diventato sicuro?
            - Scritto da: bbo
            - Scritto da: Stefano

            Il vettore principale per le infezione avvenute

            da conficker(oltre 10 milioni di computer nel

            mondo) in tutte le sue varianti, riguarda
            appunto

            una vulnerabilità di

            netbios.

            Wins e Netbios ormai non sono più utilizzati,
            tranne che per supportare Windows NT oppure
            qualche vecchio apparato tipo scanner, print
            server,
            etc.
            Il conficker si propaga attraverso numerose
            vulnerabilità, una di queste riguarda il servizio
            RPC e non il
            netbios.E vero, ma la vulnerabilità dei servizi server è cmq una implementazione Microsoft nata a supporto di Netbios prima e Directory Service dopo, per fare le sue implementazioni ed i suoi servizi spacciandoli per grandi features, aumenta a dismisura le possibilità di portare attacchi che vadano a buon fine, e poi ne paghiamo le conseguenze.La stessa cosa è successa con sasser, altra vulnerabilità dei servizi server implementati su netbios e Directory Service.
            Purtroppo nelle aziende il firewall di windows è
            disattivato (lo si potrebbe attivare e gestire da
            active directory) ed il servizio RPC è
            accessibile a tutti. Si tratta di un compromesso,
            in questo modo i sistemi sono molto più semplici
            da gestire, ma si sa che il livello di sicurezza
            si
            abbassa.Il firewall, almeno da me è attivo su tutte le macchine, ma cmq i servizi essenziali devono essere garantiti(SMB), almeno rilasciasse open le sue implementazioni che sono usate da milioni di computer per testarne la solidità, sarebbe già un bel passo avanti.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma non era diventato sicuro?
            - Scritto da: suc
            anzi se vogliamo dirla tutta,
            sono documentate meglio le specifiche della
            piattaforma Windows, che quell'accrocchio di
            linuxAh ah ah ah ah ah.... anche oggi mi sono XXXXXXto addosso dal ridere!
          • Pessimismo e Fastidio scrive:
            Re: Ma non era diventato sicuro?

            sono documentate meglio le specifiche della
            piattaforma Windows, che quell'accrocchio di
            linuxEssendo closed source devi PREGARE che siano documentate almeno decentemente altrimenti che fai? vai a tentativi? :D
  • raffaele caputo scrive:
    walkaround?
    forse workaround...
    • Doc scrive:
      Re: walkaround?
      - Scritto da: raffaele caputo
      forse workaround...Inconsciamente sentiva il bisogno di una passeggiata, magari lontano da qualsiasi apparecchio dotato di dll.
      • Prima di pubblicare scrive:
        Re: walkaround?
        - Scritto da: Doc
        - Scritto da: raffaele caputo

        forse workaround...

        Inconsciamente sentiva il bisogno di una
        passeggiata, magari lontano da qualsiasi
        apparecchio dotato di
        dll(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Alex scrive:
        Re: walkaround?
        ...o forse aveva voglia di danzare un po'.... :-)
      • sentinel scrive:
        Re: walkaround?
        - Scritto da: Doc
        - Scritto da: raffaele caputo

        forse workaround...

        Inconsciamente sentiva il bisogno di una
        passeggiata, magari lontano da qualsiasi
        apparecchio dotato di
        dll.SUPER-LOL (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Sherpya scrive:
        Re: walkaround?
        ma che.. annunziello c'ha i dylib
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: walkaround?
      nella mia mente bacata si è associato al walkthroughsistemo, grazie ;)
      • FridayChild scrive:
        Re: walkaround?
        Ah, ecco, già stavo pensando a Crocodile Dundee (walkabout) :PSperiamo che si corregga anche il collega del "patch thursday" :P
      • Difensore scrive:
        Re: walkaround?
        Senti, perche ogni tanto non metti un'altra foto, con quel sorriso sembri un....non per offendere, ma dai, guardala
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: walkaround?
          devi vedere le altre, di foto...
          • AtariLover scrive:
            Re: walkaround?
            - Scritto da: Luca Annunziata
            devi vedere le altre, di foto...In quella col cappello stavi bene. Comunque anche questa non è terribile.
      • Nome&Cognom e scrive:
        Re: walkaround?
        - Scritto da: Luca Annunziata
        nella mia mente bacata si è associato al
        walkthrough

        sistemo, grazie ;)MA NO va bene, era inconsciamente ironico....
Chiudi i commenti