Samsung e l'attrito con Windows Update

La corporation coreana è stata colta a disabilitare il servizio di aggiornamento automatico di Windows in favore del suo software proprietario. E' per il bene degli utenti, sostiene l'azienda
La corporation coreana è stata colta a disabilitare il servizio di aggiornamento automatico di Windows in favore del suo software proprietario. E' per il bene degli utenti, sostiene l'azienda

Stando a quanto scoperto dall’ MVP Microsoft Patrick Barker, Samsung ha deciso di imporre la disabilitazione del servizio Windows Update su alcuni dei propri PC in funzione della suite proprietaria SW Update. Una scelta che la corporation ammette e difende come necessaria al corretto funzionamento del sistema.

Barker, che di professione analizza e fa il debug del codice e dei sistemi Windows, ha scoperto il fattaccio rispondendo alla richiesta di un utente: l’MVP Microsoft ha rilevato l’esistenza di Disable_Windowsupdate.exe sul PC incriminato, un eseguibile caricato a ogni riavvio del PC e pensato appunto per disabilitare il normale funzionamento di Windows Update.

SW Update, di cui il succitato eseguibile è parte integrante, è una di quelle suite OEM che servono a mantenere costantemente aggiornato il parco software del sistema con driver, utility e altro software non sempre desiderato somministrato dall’OEM di turno, da Samsung in questo caso particolare. Una delle funzionalità di SW Update consiste appunto nel download periodico e nell’esecuzione di Disable_Windowsupdate.exe .

Barker ha chiesto spiegazioni riguardo alla faccenda direttamente a Samsung, e la corporation sudcoreana ha risposto giustificando la disabilitazione di Windows Update come addirittura di importanza fondamentale su alcuni PC: il servizio Microsoft installa i driver di default per le porte USB 3.0, dice Samsung, e su certi laptop tali driver non funzionano come dovrebbero con i driver forniti da Redmond.

L’azione contro Windows Update sarebbe insomma necessaria per la salute del sistema, sostiene Samsung, anche se il mistero rimane sulla reale portata del problema e la possibilità di affrontarlo in maniera meno drastica. Con l’avvento di Windows 10 la questione si farà prevedibilmente ancora più complicata, visto che sulle versioni consumer del nuovo OS Windows Update non potrà essere disabilitato.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 06 2015
Link copiato negli appunti