SAP: sì ai brevetti sul software

Uno dei maggiori player dell'IT europeo appoggia la proposta di direttiva di brevetti sul software, ritenuti essenziali per garantire investimenti e innovazioni


Roma – Infuria la polemica sui brevetti sul software che il Consiglio Europeo intende tradurre al più presto in una direttiva dell’Unione e non sorprende, dunque, che si stiano moltiplicando le prese di posizione: SAP , tra le più importanti realtà europee della tecnologia, ha appena comunicato di essere favorevole alla direttiva.

SAP sostiene in un comunicato come il proprio business, da 7,5 miliardi di euro l’anno, si deve alla “capacità di innovazione basata su investimenti annui in R&S (Ricerca e Sviluppo) per un ammontare superiore a un miliardo di euro”. E prosegue spiegando che “oltre 6.500 sviluppatori software lavorano presso i SAP Lab in Europa supportando le imprese di tutto il mondo a migliorare le relazioni con i clienti, intensificare la collaborazione con i partner e generare efficienza lungo la supply chain e nelle operazioni di business”.

Secondo l’azienda le “leggi sul copyright” non forniscono “adeguata tutela al mercato globale delle soluzioni di information technology”, una situazione, dunque, che richiede maggiori garanzie “per la protezione della proprietà intellettuale”. “Un’adeguata protezione dei brevetti – prosegue l’azienda – risulta di importanza cruciale per SAP ai fini della propria competitività”.

“Proprio nel momento in cui l’Agenda di Lisbona ha l’obiettivo di trasformare l’Unione Europea in un’economia dinamica basata sulla conoscenza – ha affermato Henning Kagermann, CEO di SAP AG – l’Europa non deve abbassare i propri standard di protezione sui diritti della proprietà intellettuale. È, infatti, l’innovazione che fornisce a SAP e agli oltre 700 ISV (Independent Software Vendor) suoi partner un vantaggio competitivo sul mercato globale”.

Queste le ragioni, dunque, per le quali SAP “supporta pienamente” la proposta di direttiva che “dà origine a un modello aperto e costruttivo che permette agli innovatori dell’IT in Europa (..) di essere competitivi anche in futuro. Fornisce, inoltre, a SAP i presupposti legali che consentono all’azienda di continuare a svolgere l’attività che meglio le si addice: sviluppare soluzioni per favorire l’innovazione e abilitare i cambiamenti nel business in modo da soddisfare le esigenze tanto della piccola e media impresa, quanto delle grandi organizzazioni aziendali su scala globale”.

Nel recente passato hanno dichiarato il proprio favore alla direttiva l’associazione industriale europea EICTA nonché Confindustria .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    perke under30
    ridicolo, frutto della cultura calcistica (vedi under21), ci manca solo il limite di eta', la ridicolizzazione dell'esperienza.In nord america e' vietato richiedere l'eta' dell'intervistato durante un colloquio di lavoro, ed e' suo diritto non contestabile ometterla dal curriculum.Ed e' reato pretendere di saperla, o escludere un candidato a cusa dell'eta', perseguibile come forma di razzismo.Ma in italia, 4 schiaffi a qualcuno non sara' ora di darli?
    • Anonimo scrive:
      Re: perke under30
      Anche per te la medesima risposta...Superati i 30 hai esigenze diverse, i sogni esistenziali sono andati a farsi fottere, normalmente hai una famiglia e ti devono pagare il giusto....i cosiddetti laboratori o cagate del genere non sono niente altro che trucchetti per gonzi che REGALANO le idee in perfetta buona fede, (come quel coglione che si è vantato sul giornale anni fa per essere stato il primo in Italia a pagare l'ICI, bravo stronzo)... il + delle volte VALIDE per un elemosina di 1500,00 euro e con cui i signori in futuro faranno soldoni... chiaro ora ?.Ciao e buona serata !NBDopo i 30 generalmente hai imparato che prenderlo nel culo fa male... e allora ... !- Scritto da: Anonimo
      ridicolo, frutto della cultura calcistica (vedi
      under21), ci manca solo il limite di eta', la
      ridicolizzazione dell'esperienza.
      In nord america e' vietato richiedere l'eta'
      dell'intervistato durante un colloquio di lavoro,
      ed e' suo diritto non contestabile ometterla dal
      curriculum.
      Ed e' reato pretendere di saperla, o escludere un
      candidato a cusa dell'eta', perseguibile come
      forma di razzismo.
      Ma in italia, 4 schiaffi a qualcuno non sara' ora
      di darli?
  • Anonimo scrive:
    Si ma...
    ...loro però si aggiudicano i diritti di commercializzare e vendere il prodotto da te inventato e possono vendere anche i diritti senza darti un centesimo!!!!!:@
    • Anonimo scrive:
      Re: Si ma...
      ESAAAAATTTTTTOOOOOOOOOO ! ! ! !.MA ALLORA QUALCUNO CHE USA IL CERVELLO ANCORA ESISTE !!!.Ciao !- Scritto da: Anonimo
      ...loro però si aggiudicano i diritti di
      commercializzare e vendere il prodotto da te
      inventato e possono vendere anche i diritti senza
      darti un centesimo!!!!!:@
      • Anonimo scrive:
        Re: Si ma...
        Sono sempre io (quello che usa il cervello!!!) vorrei aggiungere che però purtroppo i mettere il brevetto su un'invenzione (con l'incognita che poi sia effettivamente prodotta e commercializzata) ho letto che costa diversi milioni. Quindi alla fine fanno il loro gioco ma sanno anche di poterlo fare perchè io (che ho divere idee, che potremmo9 anche chiamare invenzioni ;-)) sono costretto a tenerle scrite su un quadernetto e lasciarle lì perchè i soldi per i brevetti non li ho e la voglia di farsi fregare l'idea da certa gente ancora meno. Quindi alla fine continuerò a scrivere le mie "idee e invenzioni" sul quadernetto sperando in tempi (per le mie tasche) migliori!!!
  • Anonimo scrive:
    perchè under 30 ?
    non mi interessano i soldi pero queste discriminazioni di età inizianoa darmi fastidiocome se una persona superati i 30 anni diventadi punto in bianco un'ameba :|bisogna piantarla con questo razzismo del casso
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè under 30 ?

      non mi interessano i soldi
      pero queste discriminazioni di età iniziano
      a darmi fastidio
      come se una persona superati i 30 anni diventa
      di punto in bianco un'ameba :|
      bisogna piantarla con questo razzismo del cassoPerche' non dovrebbero interessarti i soldi?Le discriminazioni danno fastidio e basta.Questa e' un' idea balorda, se avessero voluto progetti intelligenti non avrebbero alzato barriere stupide.... gia' ma poi sono sempre i soliti a vincere ... ma volete idee fatte bene o no?!?.
      • Anonimo scrive:
        Re: perchè under 30 ?
        - Scritto da: Anonimo

        non mi interessano i soldi

        pero queste discriminazioni di età iniziano

        a darmi fastidio

        come se una persona superati i 30 anni diventa

        di punto in bianco un'ameba :|

        bisogna piantarla con questo razzismo del casso

        Perche' non dovrebbero interessarti i soldi?
        Le discriminazioni danno fastidio e basta.
        Questa e' un' idea balorda, se avessero voluto
        progetti intelligenti non avrebbero alzato
        barriere stupide.
        ... gia' ma poi sono sempre i soliti a vincere
        ...
        ma volete idee fatte bene o no?!?
        .Fatte bene.
      • Anonimo scrive:
        Re: perchè under 30 ?
        - Scritto da: Anonimo
        ma volete idee fatte bene o no?!?Sì che le vogliamo, scemo!
      • Anonimo scrive:
        Re: perchè under 30 ?
        secondo me mettono questo limite d'età xkè le persone 30enni e 40enni hanno un modo d pensare leggermente +antico...diciamo d un altra epoca...e solamente i giovani riescono a integrarsi perfettamente con la tecnologia attuale...poi ce sta sempre l'eccezione ke conferma la regola
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè under 30 ?
      - Scritto da: Anonimo
      come se una persona superati i 30 anni diventa
      di punto in bianco un'ameba :|Si, e' da buttare. (troll2)
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè under 30 ?
      Superati i 30 hai esigenze diverse, i sogni esistenziali sono andati a farsi fottere, normalmente hai una famiglia e ti devono pagare il giusto....i cosiddetti laboratori o cagate del genere non sono niente altro che trucchetti per gonzi che REGALANO le idee in perfetta buona fede, (come quel coglione che si è vantato sul giornale anni fa per essere stato il primo in Italia a pagare l'ICI, bravo stronzo)... il + delle volte VALIDE per un elemosina di 1500,00 euro e con cui i signori in futuro faranno soldoni... chiaro ora ?.Ciao e buona serata !NBDopo i 30 generalmente hai imparato che prenderlo nel culo fa male... e allora ... !- Scritto da: Anonimo
      non mi interessano i soldi
      pero queste discriminazioni di età iniziano
      a darmi fastidio
      come se una persona superati i 30 anni diventa
      di punto in bianco un'ameba :|
      bisogna piantarla con questo razzismo del casso
Chiudi i commenti