SCO: con Unix non c'è GPL che tenga

Si è difesa dalle critiche piovute dalla comunità open source ribadendo la validità e l'importanza delle prove raccolte contro IBM e smentendo la più diffusa tesi difensiva dei sostenitori di Linux relativa alla GPL


Lindon (USA) – Sembra non esserci fine al batti e ribatti che caratterizza lo scontro fra SCO Group, paladina del copyright di Unix, e la comunità del software libero, strenuo difensore del lavoro svolto in questi anni da Linus Torvalds e colleghi.

Di recente i sostenitori di Linux hanno potuto finalmente visionare alcune delle porzioni di codice che SCO intende presentare in tribunale come prova che IBM e altre aziende hanno violato il copyright e i contratti relativi a Unix System V copiando parti del codice di quest’ultimo nel kernel di Linux.

Noti esponenti della comunità open source, come Bruce Perens ed Eric Raymond, avevano pubblicato nelle scorse settimane alcune lettere in cui ribattevano punto per punto alle accuse di SCO e smentivano la validità delle prove mostrate al pubblico da quest’ultima. In particolare, i due celebri personaggi sostenevano che gli esempi di codice svelati da SCO sono già stati rilasciati, in passato, sotto la licenza open source BSD: questo significa, secondo Perens e Raymond, che SCO non può più rivendicarne la paternità appellandosi alle leggi sul copyright.

In altre circostanze, come nel caso della tecnologia per l’allocazione della memoria, Perens sosteneva che il codice incriminato si trova incluso solo in alcune versioni del kernel, come quelle per l’architettura IA-64 o in alcune release di test. In questo caso, dunque, SCO non avrebbe motivo di puntare l’indice su tutte le versioni di Linux comprese fra la 2.4 e l’imminente 2.6 .

Chris Sontag, senior vice president e general manager di SCOsource, ha ribattuto alle tesi di Perens e Raymond sostenendo che il codice mostrato non appartiene alle prime versioni di Unix, quelle da cui ha attinto BSD Unix, bensì ad una più recente revisione di cui l’azienda afferma di possedere il copyright dell’intero codice sorgente. Sontag ha poi sottolineato come alcune parti di codice – ad esempio quelle relative al Berkeley Packet Filter (BPF) – sono state mostrate al pubblico non a titolo di prova contro IBM o altre aziende, ma come dimostrazione del lavoro svolto dai consulenti di SCO per trovare all’interno del kernel di Linux il cosiddetto “codice offuscato”, ovvero quelle linee di programma che sono state alterate con il fine di celarne le origini.

Al contrario di quanto espresso da Perens, Sontag ha affermato che le prove svelate al pubblico da SCO non sono le migliori in suo possesso ma solo alcuni esempi, seppur a suo dire “già molto significativi”, di come il kernel di Linux “sia tutt’altro che un lavoro originale”.

Sontag ha poi voluto contrattaccare quella tesi , molto diffusa fra i sostenitori del Pinguino, che sostiene come SCO (ex Caldera), vendendo per anni una propria distribuzione Linux, abbia di fatto legittimato la pubblicazione del proprio codice sotto la licenza GPL. Si veda a tal proposito il quinto paragrafo della lettera di Eben Moglen, consigliere generale di Free Software Foundation, pubblicata recentemente da Punto Informatico.

L’avvocato di SCO afferma che nella diatriba in corso la licenza GPL non ha alcuna validità perché la sua azienda non ha mai espressamente e volontariamente autorizzato la pubblicazione del proprio codice sotto tale licenza.

“La legge statunitense e internazionale sul copyright asserisce che non è possibile assegnare inavvertitamente o accidentalmente ad un altro il proprio copyright”, ha spiegato Sontag. “La stessa GPL afferma che il legittimo proprietario del codice deve mettere una nota all’inizio del proprio lavoro tutelato dal diritto d’autore, il codice sorgente, identificandolo e affermando la propria volontà di pubblicarlo sotto la licenza GPL. Questo richiede un’azione manifesta. SCO non ha mai contribuito al codice del kernel di Linux, e non appena ci siamo accorti della violazione del copyright abbiamo sospeso la nostra distribuzione”.

Per seguire tutta la vicenda è possibile consultare l’ archivio di PI .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: era ora!
    - Scritto da: Anonimo


    Effettivamente è l'unico sistema operativo

    con una scalabilità

    talmente elevata da poter essere

    miniaturizzato in poche decine di K e
    usato

    in migliaia di applicazioni.

    GNU/(linux)

    di sistemi operativi embedded con queste
    carattestiche(poche decine di K) c'è ne sono
    una sbrodolata......

    Dire che è l'unico mi sembra quantomeno
    esagerato....Si parlava di scalabilita'.OS che stanno in cosi' poco spazio ce ne saranno anche, ma quanti di questi scalano bene anche su macchinoni con n processori, quantita' smodate di ram e disk array sterminati ?Direi pochi. O nessuno, a parte linux.
  • Anonimo scrive:
    Mounting della scheda GSM
    ... girano voci che tra l'altro il telefonino-pinguino inizierà a funzionare solo dopo il mounting della scheda... (previa ricompilazione del kernel e dei drivers per il riconoscimento dell'antenna e della batteria).
    • Anonimo scrive:
      Re: Mounting della scheda GSM
      - Scritto da: Anonimo
      ... girano voci che tra l'altro il
      telefonino-pinguino inizierà a funzionare
      solo dopo il mounting della scheda...
      (previa ricompilazione del kernel e dei
      drivers per il riconoscimento dell'antenna e
      della batteria).No! da fonti sicure ti posso assicurare che sarà previsto l'automounting all'accensione.Che esiste oramai in quasi tutte le distribuzioni.Grunch
    • Anonimo scrive:
      Re: Mounting della scheda GSM
      I quali driver si troveranno su un sito polacco e sviluppati da un quindicenne turco tramite reverse engeneering.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mounting della scheda GSM
        - Scritto da: Anonimo
        I quali driver si troveranno su un sito
        polacco e sviluppati da un quindicenne turco
        tramite reverse engeneering.e il famoso Z100 della Sendo, cellulare che doveva utilizzare un o.s. microsoft, che fine ha fatto ?O per caso la Sendo, da MS, e' passata a Symbian ?Forse perche' non funzionava ? Forse perche' anche sul cellulare apparivano schermate blu ?Tu che dici ?Dai, torna sul tuo autoexec.bat che noi ci divertiamo col kernel.ciao ciao...
        • spino scrive:
          Re: Mounting della scheda GSM
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          I quali driver si troveranno su un sito

          polacco e sviluppati da un quindicenne
          turco

          tramite reverse engeneering.

          e il famoso Z100 della Sendo, cellulare che
          doveva utilizzare un o.s. microsoft, che
          fine ha fatto ?Ecco, appunto, fermati qui: che fine ha fatto? :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Mounting della scheda GSM
      Bhe... forse una situazione un po più comica succede su piattaforma microsoft....




  • Quasar scrive:
    Bellissimo, si, ma solo se....
    ....nella scatola, oltre al telefono, caricatore, batteria e manualetto, mi ci mettono anche un CD contenente i sorgenti di tutto il sistema operativo, che io posso visionare, studiare, all'occorrenza modificare, ricompilare e re-installare sul telefono. Così è bellissimo, e mi farò partecipe di quel 4%, diversamente la novità mi lascia del tutto indifferente e anzi "inquina" la filosofia Linux trasformandolo in Yet-Another-Closed-Operating-System per cellulari, al pari degli altri
    • Anonimo scrive:
      Re: Bellissimo, si, ma solo se....
      Stai pur tranquillo che succedera' cosi' anche questa volta. Ci sono gia' in giro un sacco di device (ad esempio abbiamo uno scatolino che fa da file server, mail server, router e volendo anche da piccolo web server) linux based, ma di sorgenti manco l'ombra.
      • KerNivore scrive:
        Re: Bellissimo, si, ma solo se....
        - Scritto da: Anonimo


        Stai pur tranquillo che succedera' cosi'
        anche questa volta. Ci sono gia' in giro un
        sacco di device (ad esempio abbiamo uno
        scatolino che fa da file server, mail
        server, router e volendo anche da piccolo
        web server) linux based, ma di sorgenti
        manco l'ombra.Difatti non devono darteli. Devono solo darti la possibilita' di ottenerli se li richiedi.Come al solito voi winzozzari sparate sentenze e giudizi senza nemmeno informarvi sulle cose.
    • nop scrive:
      Re: Bellissimo, si, ma solo se....
      - Scritto da: Quasar
      ....nella scatola, oltre al telefono,
      caricatore, batteria e manualetto, mi ci
      mettono anche un CD contenente i sorgenti di
      tutto il sistema operativo, che ioDomanda.In questo caso che sorgenti deve rilasciare motorola per essere GPL compliant?la distinzione tra SO e SO + applicazioni mi sembra molto labile in questo caso......
      • Quasar scrive:
        Re: Bellissimo, si, ma solo se....
        - Scritto da: nop
        Domanda.
        In questo caso che sorgenti deve rilasciare
        motorola per essere GPL compliant?
        la distinzione tra SO e SO + applicazioni mi
        sembra molto labile in questo caso......Di preciso non saprei. Credo quanto meno il core-kernel, eventualmente eccezion fatta per la parte dipendente dall'architettura che potrebbero aver fatto in proprio e quindi deciso di non rilasciare sotto GPL. Credo però sotto GPL anche i driver delle varie "periferiche" (camera, touch screen, modem), anche se li avessero sviluppati sotto forma di moduli. Diverso il discorso per la parte prettamente "user-space", tipo l'applicativo di agenda, calendar, mailclient, browser qualora se li fossero fatti in casa pure quelli oppure comprati già closed
    • AlphaC scrive:
      Re: Bellissimo, si, ma solo se....
      Il Kernel Linux è sotto licenza GPL, quindi se modifichi i sorgenti originali devi pubblicare i sorgenti modificati.Se non lo fanno sono passibili di denunce etc... Tipo quello che è successo con Lindows.CiaoAlphaC
      • Quasar scrive:
        Re: Bellissimo, si, ma solo se....
        - Scritto da: AlphaC
        Il Kernel Linux è sotto licenza GPL, quindi
        se modifichi i sorgenti originali devi
        pubblicare i sorgenti modificati.
        Se non lo fanno sono passibili di denunce
        etc... Tipo quello che è successo con
        Lindows.

        Ciao
        AlphaCLo so perfettamente. Ma un conto è quello che dovrebbero fare, un altro conto è poi la realtà pratica delle cose. Cioè voglio vedere quanto "facile" sarà ricevere i sorgenti su richiesta esplicita (qualora non li fornissero con il telefono). In secondo luogo voglio vedere se e come sarà possibile ricompilare e reinstallare un kernel modificato. Non me ne importa niente di avere i sorgenti se poi non posso modificarli/compilarli/installarli. Diventa come la MS che "dà in visione" i sorgenti di Windows senza dare la possibilità di "vederli all'opera"
      • Anonimo scrive:
        Re: Bellissimo, si, ma solo se....
        - Scritto da: AlphaC
        Il Kernel Linux è sotto licenza GPL, quindi
        se modifichi i sorgenti originali devi
        pubblicare i sorgenti modificati.Ancora disinformazione sulla GPL.Se mdificano ll kernel Linux e lo vendono ALLORA devono fornire al cliente i sorgenti.Più precisamnte, se VENDONO linux (anche senza modificarlo) allora DEVONO fornire i sorgenti su richiesta del cliente.Se fosse come dici tu, una semplice modifica, anche di poco conto, ad un qualunque programma con licenza GPL (anche se fatta da me e utilizzata solo da me) dovrebbe essere pubblicata.
        • Quasar scrive:
          Re: Bellissimo, si, ma solo se....
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: AlphaC

          Il Kernel Linux è sotto licenza GPL,
          quindi

          se modifichi i sorgenti originali devi

          pubblicare i sorgenti modificati.

          Ancora disinformazione sulla GPLPermettimi: la disinformazione la stai facendo te
          Se mdificano ll kernel Linux e lo vendono
          ALLORA devono fornire al cliente i sorgentiNo, è sufficiente che tu distribuisca il "prodotto Linux" perchè tu sia tenuto a rendere disponibili anche i sorgenti
          Più precisamnte, se VENDONO linux (anche
          senza modificarlo) allora DEVONO fornire i
          sorgenti su richiesta del clienteInvece semmai è proprio se non lo modificano che potrebbero al limite fare a meno di fornire direttamente anche i sorgenti poichè potrebbero semplicemente dirti "scaricali da www.kernel.org", e tutto questo, come detto, a prescindere che lo vendano o che lo regalino
          Se fosse come dici tu, una semplice
          modifica, anche di poco conto, ad un
          qualunque programma con licenza GPL (anche
          se fatta da me e utilizzata solo da me)
          dovrebbe essere pubblicata.Sono convinto che l'amico AlphaC(entauri? :-) ) intendeva proprio quanto dicevo io. Non starei tanto a sottilizzare su una frase "imprecisa". Piuttosto, se fosse come dici te, allora distro quali RedHat, Mandrake, Debian ma anche Suse non sarebbero tenute a fornirti i sorgenti dal momento che nessuna distribuzione si sogna di vendere il kernel. Ciò che ti vendono è:1) supporto magnetico2) scatola3) manuali4) eventualmente i pezzi software fatti da loro5) eventuali software add-on di terze parti6) eventualmente il supporto post-vendita
  • Anonimo scrive:
    W Linux e Motorola
    :-)))))))))))))))))))))))))))))
  • Skin Bracer scrive:
    Bhè, ma allora...
    SCO chiederà i diritti anche a Motorola?Tirando le somme:IBMRedHatMotorolaDevono averne di soldi per pagare gli avvocati!!!
  • Anonimo scrive:
    Brindiamo!
    4%? Un risultato storico :pBen 4 volte la diffusione in ambito PC.
  • Anonimo scrive:
    Re: era ora!

    di sistemi operativi embedded con queste
    carattestiche(poche decine di K) c'è ne sono
    una sbrodolata......

    Dire che è l'unico mi sembra quantomeno
    esagerato....
    mi puoi dare qualche link o dirmi come posso reperire info a riguardo?grazie milleRoberto
    • HackerProf scrive:
      Re: era ora!
      - Scritto da: Anonimo


      di sistemi operativi embedded con queste

      carattestiche(poche decine di K) c'è ne
      sono

      una sbrodolata......



      Dire che è l'unico mi sembra quantomeno

      esagerato....


      mi puoi dare qualche link o dirmi come posso
      reperire info a riguardo?

      grazie mille
      RobertoNon volevo dire che è l'unico (scusate se mi sono espresso male) sicuramente è uno di quelli piu scalabili,un programmino carino per avere su floppy un gateway completo con un mini http server lo puoi trovare a questo link,il tutto GNU/Linux based .http://www.freesco.org/ e sono 6 KB in tutto Ciao Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: era ora!
        per fortuna che ci sei tu che conosci le differenze tra bit, byte, nibble, mega e quant'altro..
        • Anonimo scrive:
          Re: era ora!
          Se posso dire una mia opinione: - Non è vero che Linux come sistema operativo embedded è uno di quelli + scalabili. In ambito libero ecos (http://sources.redhat.com/ecos) è meglio scalabile, non richiede un file system di root per partire, viene linkato direttamente all'applicazione. Ce ne sono anche altri liberi (es. rtems) e una marea di commerciali (non ne cito, ma basta fare una breve ricerca).- Invece può essere vero che Linux è uno dei più scalabili se lo si vede come sistema operativo serio, ossia che supporta la protezione della memoria, è multiutente, supporta SMP, ha uno stack tcp/ip serio, ha un'interfaccia P e quindi fa girare applicazioni standard unix, ecc. ecc.Io lavoro con Linux, però per una cosa piccola come un telefonino forse avrei scelto ecos. Parere personale, ovviamente.
        • Anonimo scrive:
          Re: era ora!
          - Scritto da: Anonimo
          per fortuna che ci sei tu che conosci le
          differenze tra bit, byte, nibble, mega e
          quant'altro..meno male che ci sei tu ad impararle...
    • Anonimo scrive:
      Re: era ora!

      mi puoi dare qualche link o dirmi come posso
      reperire info a riguardo?http://directory.google.com/Top/Computers/Software/Operating_Systems/
  • Anonimo scrive:
    Speriamo che ci mettano una tastiera...
    ...qwerty, cosi' almeno gli shell geek possano divertirsi a fare le loro belle pipe da linea di comando anche col telefonino....ahahahahah!!!!!Sai che bello, ricompilare il kernel per cambiare gestore???Linux: roba da matti...ZioBill***campagna mondiale contro la diffusione di linux ed affini***
    • Anonimo scrive:
      Re: Speriamo che ci mettano una tastiera
      - Scritto da: Anonimo
      ...qwerty, cosi' almeno gli shell geek
      possano divertirsi a fare le loro belle pipe
      da linea di comando anche col
      telefonino....ahahahahah!!!!!

      Sai che bello, ricompilare il kernel per
      cambiare gestore???

      Linux: roba da matti...Beh, se installavano un software Windows bastava mettere una tastiera a 3 tasti....
      ZioBill
      ***campagna mondiale contro la diffusione di
      linux ed affini******campagna mondiale per l'abolizione dei troll idioti***
      • HackerProf scrive:
        Re: Speriamo che ci mettano una tastiera
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ...qwerty, cosi' almeno gli shell geek

        possano divertirsi a fare le loro belle
        pipe

        da linea di comando anche col

        telefonino....ahahahahah!!!!!



        Sai che bello, ricompilare il kernel per

        cambiare gestore???



        Linux: roba da matti...

        Beh, se installavano un software Windows
        bastava mettere una tastiera a 3 tasti....


        ZioBill

        ***campagna mondiale contro la diffusione
        di

        linux ed affini***


        ***campagna mondiale per l'abolizione dei
        troll idioti***Lascialo perdere è solo un troll ... non sa neppure la differenza tra un byte e un nible, e cerca solo un pretesto ....Happy Hacking a tutti
        • Anonimo scrive:
          Re: Speriamo che ci mettano una tastiera

          Lascialo perdere è solo un troll ... non sa
          neppure la differenza
          tra un byte e un nible, e cerca solo un
          pretesto ....
          hai preteso di fare il saccente, e ti sei rivelato un ignorante: si scrive "nibble". :-p
          Happy Hacking a tuttiCerto che detto da te... :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che ci mettano una tastiera
            "differenza tra un byte e un nible"buahahahahahahaha figura di merda come poche (TIPICO linuxaro smanettone).
          • Anonimo scrive:
            Re: Speriamo che ci mettano una tastiera
            speriamo che mettano una tastiera in c_u_l_o a te ...
  • hughpots scrive:
    era ora!
    Finalmente i cellu motorola avranno un software decente!!:-D
    • Anonimo scrive:
      Re: era ora!
      non ne sarei troppo sicuro :)
    • HackerProf scrive:
      Re: era ora!
      - Scritto da: hughpots
      Finalmente i cellu motorola avranno un
      software decente!!
      :-DEffettivamente è l'unico sistema operativo con una scalabilitàtalmente elevata da poter essere miniaturizzato in poche decine di K e usato in migliaia di applicazioni.GNU/(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: era ora!

        Effettivamente è l'unico sistema operativo
        con una scalabilità
        talmente elevata da poter essere
        miniaturizzato in poche decine di K e usato
        in migliaia di applicazioni.
        GNU/(linux)Te lo chiedo senza tono polemico ma sono interessato a sapere come può un sistema operativo stare in pochi kb.. a parte quello del c64.. penso che ne richieda un pò di più... se poi deve gestire connessioni... ma siccome non sono un tecnico chiedo chiarimenti.grazie mille, ciao!
        • HackerProf scrive:
          Re: era ora!
          - Scritto da: Anonimo

          Effettivamente è l'unico sistema operativo

          con una scalabilità

          talmente elevata da poter essere

          miniaturizzato in poche decine di K e
          usato

          in migliaia di applicazioni.

          GNU/(linux)

          Te lo chiedo senza tono polemico ma sono
          interessato a sapere come può un sistema
          operativo stare in pochi kb.. a parte quello
          del c64.. penso che ne richieda un pò di
          più... se poi deve gestire connessioni... ma
          siccome non sono un tecnico chiedo
          chiarimenti.

          grazie mille, ciao!
          Esistono molteplici applicazioni anche molto banali come adesempio il controllo di oggetti meccanici come pompe di benzina, lavaggi automatici o anche micro distribuzuioni come freesco o altre che si basano su kernel linux le cui dimensioni si aggirano tra 5 e 100 KCiao Ciao e Happy Hacking
      • Anonimo scrive:
        Re: era ora!

        Effettivamente è l'unico sistema operativo
        con una scalabilità
        talmente elevata da poter essere
        miniaturizzato in poche decine di K e usato
        in migliaia di applicazioni.
        GNU/(linux) di sistemi operativi embedded con queste carattestiche(poche decine di K) c'è ne sono una sbrodolata......Dire che è l'unico mi sembra quantomeno esagerato....
    • Anonimo scrive:
      Re: era ora!
      - Scritto da: hughpots
      Finalmente i cellu motorola avranno un
      software decente!!
      :-DCosi' Symbian e' indecente?
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux eterna cenerentola
    Ci sono una infinita lista di previsioni sbagliate da IDC riguardo a Linux, dal 1999 in avanti.E guarda caso tutte per difetto.Chissà perchè
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux eterna cenerentola
      Secondo me invece è una gallata! Più o meno come linux su xbox.. Dipenderà tutto dal prezzo, però l'idea di poter fare qualche numero con il software del cellulare anzichè star lì a scaricare loghi e suonerie...... beh sicuramente meglio di tante altre cazzate. Secondo me la cosa più valida sarà tenere un pò sulla corda bill & co. Bisogna sempre farli sbattere quei ragazzacci se no non se li meritano tutti quei miliardi di $ ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux eterna cenerentola
        I quindicenni vogliono loghi e suonerie, non greppare o awkappare.- Scritto da: Anonimo
        Secondo me invece è una gallata! Più o meno
        come linux su xbox.. Dipenderà tutto dal
        prezzo, però l'idea di poter fare qualche
        numero con il software del cellulare anzichè
        star lì a scaricare loghi e suonerie......
        beh sicuramente meglio di tante altre
        cazzate. Secondo me la cosa più valida sarà
        tenere un pò sulla corda bill & co. Bisogna
        sempre farli sbattere quei ragazzacci se no
        non se li meritano tutti quei miliardi di $
        ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux eterna cenerentola
          - Scritto da: Anonimo

          I quindicenni vogliono loghi e suonerie, non
          greppare o awkappare.
          Finalmente qualcuno che ha centrato la questione... è inutle che parliate di linux su un cell come se fosse la versione pc... ragazzi vorrei farvi notare che su un cellulare più di tanto non si fa e quelli che sono + palmari che altro (vedi p800) non sono certo indirizzati ad un target dai 14 ai 19 anni... e manco oltre tante volte.quindi cercate di non fare sempre polemica per nulla, vale sia per i trolls che per i linari coi paraocchi.
  • Anonimo scrive:
    Linux eterna cenerentola
    nel mercato consumer logicamente, chissa' perchè
Chiudi i commenti