Scosse contro Tweet, epicentro delle polemiche

Un sito invitava gli utenti a cinguettare messaggi di solidarietà alle popolazioni emiliane. Sfidando le scosse in tempo reale. Chiuso dopo le proteste della Rete

Roma – Il colosso pubblicitario Saatchi & Saatchi ha lanciato nei giorni scorsi scossevstweet.it , un portale in cui si disputava una sorta di “sfida” in tempo reale fra il numero delle scosse dello sciame sismico che ha colpito l’Emilia Romagna dal 20 maggio scorso e quello dei tweet postati attraverso l’hashtag #scossevstweet. Scatenando una polemica.

scosse vs tweet

Nelle intenzioni dello studio pubblicitario milanese c’era il desiderio di incoraggiare le popolazioni colpite dal terremoto, attraverso una serie di messaggi inviati via Twitter da parte degli utenti.

“(…)Questo terremoto infinito rischia di scoraggiare la nostra popolazione e minare la loro voglia di ripartire. Abbiamo così deciso di lanciare un sito che desse la possibilità agli italiani di inviare il proprio messaggio di incoraggiamento alle popolazioni colpite dal sisma. Il sito è www.ScosseVsTweet.it. Sul sito, attraverso un grafico, sarà possibile seguire una sfida unica: da un lato il numero delle scosse telluriche aggiornato in tempo reale, dall’altro il numero di messaggi di incoraggiamento inviati dagli internauti tramite Twitter.
Per inviare un messaggio di incoraggiamento basterà inviare un tweet con l’hashtag #ScosseVsTweet. Le scosse partono già da più di 1.600, quindi il lavoro non sarà semplice. Ma superare questo numero può essere importante per dimostrare che, grazie al sostegno di tutti, noi siamo più forti del terremoto.
Immediate le proteste contro l’iniziativa: Gianluca Diegoli, autore del blog Minimarketing.it , ha bollato l’idea come “inaccettabile ed eticamente al limite”, sottolineando come l’agenzia avesse contattato allo scopo i sindaci dei comuni situati nelle zone colpite dal sisma, per cercare una sorta di “sponsorizzazione” al progetto e consentire l’installazione, nei campi di accoglienza, di schermi LCD collegati a Internet per tutto il giorno che mostrassero i risultati della “sfida” in tempo reale.

Diegoli ha evidenziato anche il fatto che l’iniziativa, nonostante il rifiuto degli enti coinvolti, fosse partita lo stesso. Solo in seguito, l’agenzia pubblicitaria ha fatto marcia indietro, chiudendo il portale “incriminato”, sulla cui homepage campeggia un messaggio di scuse nei confronti di quelle persone “che si sono sentite offese dal progetto”, precisando comunque che “l’iniziativa voleva solo essere di supporto, ma è stata interpretata male” e invitando gli interessati a donare un contributo alla Regione Emilia-Romagna per sostenere le popolazioni colpite dal terremoto.

Non è la prima volta che si grida allo “sciacallaggio della tettonica”: già agli inizi del mese, infatti, Adiconsum aveva presentato un esposto contro una serie di app per smartphone che promettevano di prevedere il verificarsi di un sisma.

Cristiano Vaccarella

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • dovvolo scrive:
    chi lo usa piu?
    chi usa ancora skype? tanto c'è facetime...http://www.iphoner.it/ios-6-facetime-su-rete-cellulare-non-disponibile-su-iphone-4(cylon)
    • MacGeek scrive:
      Re: chi lo usa piu?
      - Scritto da: dovvolo
      chi usa ancora skype? tanto c'è facetime...

      http://www.iphoner.it/ios-6-facetime-su-rete-celluSolo per i 4s. Grrrrrrrr.
  • ruppella scrive:
    chi lo usa piu?
    chi usa piu` skype? tanto c'e` facetime...http://www.iphoner.it/ios-6-facetime-su-rete-cellulare-non-disponibile-su-iphone-4(cylon)
  • alvaro scrive:
    continua cosi' steve
    evvai dopo flightsimulator ora il grande steve ballmer manda in rovina anche skype, ottima scelta...continua cosi' steve.
  • AxAx scrive:
    Spot tarati sui dati personali...
    Io ho 104 anni, sono nato in Thailandia e risiedo in Turchia.Che tipo di spot personalizzati mi invieranno?
  • Alvaro Vitali scrive:
    Skype 4 per Linux!
    Sembra incredibile ma Microsoft ha appena rilasciato Skype 4 per Linux.C'è da fidarsi?Secondo me hanno infilato dentro trojan e backdoor a volontà ...
    • collione scrive:
      Re: Skype 4 per Linux!
      siccome hanno levate i supernodi e li hanno sostituiti con dei server loro, hanno dovuto aggiornare il programma per usare questa nuova infrastrutturasecondo me FBI e soci pensano i criminali usano linux per star sicuri e continuare ad usare il vecchio client avrebbe significato usare la vecchia infrastruttura p2p e quindi difficilissima da spiare
    • CHKDSK scrive:
      Re: Skype 4 per Linux!
      Non serve, gli ex supernodi (user) sono diventati supernodi (server fisici). Ergo intercettazioni ora possibili a go go.
  • Paolo P scrive:
    vaff
    ecco grazie, rovinatemi anche skype, maledetta microsoft... ps è vero che ci sono alternative, ma non così ottime come skype, poi hai voglia a convincere tutti a boicottare il software.
    • andro scrive:
      Re: vaff
      - Scritto da: Paolo P
      ecco grazie, rovinatemi anche skype, maledetta
      microsoft... ps è vero che ci sono alternative,
      ma non così ottime come skype, poi hai voglia a
      convincere tutti a boicottare il
      software.Se vuoi un servizio migliore puoi sempre pagarlo, o credi ancora a babbo natale? :D
  • Nome e Cognome scrive:
    eh???
    Cioè, fatemi capire benele chiamate Skype to Skype? ovvero, quello che ormai fanno tutti i programmi di messaging?(Chissà perchè poi,da quando Skype è passata a Microsoft, si aggiorna da solo senza nemmeno lanciarlo)
    • saw scrive:
      Re: eh???
      - Scritto da: Nome e Cognome
      (Chissà perchè poi,da quando Skype è passata a
      Microsoft, si aggiorna da solo senza nemmeno
      lanciarlo)Perché hai attivato gli update automatici no eh?(rotfl)
  • Lorenzo scrive:
    Passeremo ad altro
    le alternative ci sono , se voglion fa scappare la gente cavoli loro
  • vadapa scrive:
    grazie mamma microsoft
    grazie mamma microsoftun bel ma vafa
  • collione scrive:
    what?????
    tarati sui dati personali? praticamente spionaggio a go-godove sono i fanboy ms che accusavano google di raccogliere informazioni personali????
  • Ito scrive:
    nessun peggioramento della qualità
    Se la banda devo usarla per scaricare ads (di cui non mi importa nulla) la qualità della chiamata può risentirne eccome ...
  • abbello scrive:
    bellaroba...
    Chissà se i nostri eroi Ballmeriani, dopo aver mandato a puttane la Nokia, riusciranno anche sXXXXXXXre Skype?To be continued
    • bertuccia scrive:
      Re: bellaroba...
      - Scritto da: abbello

      Chissà se i nostri eroi Ballmeriani, dopo aver
      mandato a puttane la Nokia, riusciranno anche
      sXXXXXXXre Skype?

      To be continuedlungi da me difendere il ciccione sudato, ma nokia si era già sXXXXXXXta da sola.. Meego è arrivato troppo tardi e non credo sarebbe bastato
      • Paolo scrive:
        Re: bellaroba...
        - Scritto da: bertuccia
        lungi da me difendere il ciccione sudato, ma
        nokia si era già sXXXXXXXta da sola.. Meego è
        arrivato troppo tardi e non credo sarebbe bastatoSono d'accordo.Se 18 mesi fa avesse scelto Android, adesso sarebbe a livello di Samsung.
        • ruppolo scrive:
          Re: bellaroba...
          - Scritto da: Paolo
          Se 18 mesi fa avesse scelto Android, adesso
          sarebbe a livello di
          Samsung.Certo, allo stesso livello, a meditare su cosa succederà tra 5 anni, quando Google non fornirà più Android a-gratis (e forse nemmeno a pagamento, visto che lo riserverà ai terminali prodotti dalla sua fresca di acquisto "Motorola".
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: bellaroba...

            Certo, allo stesso livello, a meditare su cosa
            succederà tra 5 anni, quando Google non fornirà
            più Android a-gratisNon c'è bisogno che lo fornisca Google: chiunque può fornirne una copia.
          • collione scrive:
            Re: bellaroba...
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Non c'è bisogno che lo fornisca Google: chiunque
            può fornirne una
            copia.e pensi che ruppolo riesca comprendere il significato di OPEN SOURCE !!!!nella loro servile mentalità da beceri consumatori/servi non riescono a concepire il modello del prosumer e ovviamente nemmeno i meccanismi dietro il free softwareper lui è assurdo pensare che android esiste indipendentemente da google e che un fork di android può diventare meglio dell'android "ufficiale"
          • panda rossa scrive:
            Re: bellaroba...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Paolo

            Se 18 mesi fa avesse scelto Android, adesso

            sarebbe a livello di

            Samsung.

            Certo, allo stesso livello, a meditare su cosa
            succederà tra 5 anni, quando Google non fornirà
            più Android a-gratis (e forse nemmeno a
            pagamento, visto che lo riserverà ai terminali
            prodotti dalla sua fresca di acquisto
            "Motorola".Android non e' mica proprieta' di Google.Quale parte di software libero non ti e' chiara?
          • Piero scrive:
            Re: bellaroba...
            Entrambe le parti
Chiudi i commenti