Se Celeron vola a 1,7 GHz con il super bus

La famiglia dei Celeron si aggiorna con due nuovi modelli, fra cui il primo chip low-end ad adottare un bus di sistema a 400 MHz


Santa Clara (USA) – Intel ha aggiornato la sua offerta di chip per la fascia bassa del mercato introducendo due nuovi Celeron a 1,4 GHz e 1,7 GHz, rispettivamente rappresentanti della vecchia e della nuova generazione di questa famiglia di processori.

Il modello a 1,4 GHz si basa ancora sull’architettura dei Pentium III e, di conseguenza, conserva un bus di sistema a 100 MHz. Questo chip, prodotto con una tecnologia a 0,13 micron, integra 256 KB di cache di secondo livello (L2). Il modello superiore, il Celeron a 1,7 GHz, adotta invece la nuova architettura NetBurst dei Pentium 4 e un bus a 400 MHz. Questo modello, che dà il via ad una nuova generazione di Celeron, adotta un processo di produzione a 0,18 micron ed integra una cache L2 di 128 KB.

Secondo gli esperti, il bus a 400 MHz del nuovo Celeron a 1,7 GHz può fare la differenza con le applicazioni di tipo multimediale, mentre offre un incremento prestazionale assai più ridotto nell’utilizzo con le tipiche applicazioni per l’ufficio.

A breve Intel introdurrà anche un nuovo chipset della famiglia 845 che, grazie all’integrazione di un sottosistema grafico, offrirà il compendio ideale per i chip low-end nella fascia di mercato dei PC sotto i 1.000 euro.

Paradossalmente, il Celeron a 1,7 GHz costa meno del modello a 1,4 GHz: 83$ il primo contro gli 89$ del secondo (per ordini di 1.000 unità). Intel ha spiegato che in questo modo spera di incoraggiare i produttori di PC ad adottare da subito la nuova generazione di chip.

Pochi giorni fa Intel ha ritoccato i prezzi di alcuni modelli di Celeron.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Precisazione su ADABAS
    AdABAS NON e' allegato con StarOffice, lo si scarica separatamente dal suo sito e nonmi pare che sia obbligatorio utilizzarlo con esclusivamente con StarOffice.
  • Anonimo scrive:
    OpenSource e commercio
    ancora con i soliti discorsi.openoffice = opensource;staroffice = la stessa cosa ma con tool in + e supporto commerciale.Ma lo sapete quanto costa:Red Hat Linux? zero.e la versione boxed pro? mezzo cubo.e un sistemista della Red Hat Italia? 3 cubi al giorno.e x Suse è esattamente lo stesso.Ma scusate, altrimenti queste aziende di cosa vivrebbero, di aria???W il mercato libero, W la Sun :-)
  • Anonimo scrive:
    Mi sembra ragionevole...
    Dopo tutto il prezzo e le condizioni mi sembrano molto ragionevoli... spero che sia anche un ottimo prodotto!
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sembra ragionevole...
      - Scritto da: lookee
      Dopo tutto il prezzo e le condizioni mi
      sembrano molto ragionevoli... spero che sia
      anche un ottimo prodotto!Provalo! Anzi, prova OpenOffice, che è uguale a StarOffice se non per poche cose (notevole la mancanza di Adabas, in ogni modo).
  • Anonimo scrive:
    Tristezza ma non solo open-source
    Qualche mese fa era gratuito, adesso poche manciate di dollari (perchè non funziona come il suo rivalo, diciamolo!!), tra qualche anno vedremo.Dite quello che volete ma a mio avviso è il destino di ogni prodotto open-source.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tristezza ma non solo open-source
      - Scritto da: Lemon
      Qualche mese fa era gratuito, adesso poche
      manciate di dollari (perchè non funziona
      come il suo rivalo, diciamolo!!), tra
      qualche anno vedremo.

      Dite quello che volete ma a mio avviso è il
      destino di ogni prodotto open-source.Hai ragionissima. Farà proprio la fine di Apache, di Linux, di *BSD, di Emacs, di Sendmail, di Qmail, del PHP, di gnutella, di Mozilla, di Bind, di OpenSSH, di gcc, di XFree....Hai troppa ragione! Proponiamo di rendere chiuse le specifiche del TCP/IP, di FTP e di tutti questi protocolli sventagliati ai quattro venti: mi pare che abbiano già fatto abbastanza danni e si siano indirizzati verso la via del declino, la stessa inesorabile di tutti i software e i protocolli aperti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tristezza ma non solo open-source
      Nessuna tristezza.E' proprio così che funziona l'open source:open office è disponibile gratuitamente, StarOffice che è la stessa cosa + tool in più e l'assistenza diretta a pagamento.Come da sempre per le distribuzioni Linux: le puoi scaricare gratuitamente, ma se vuoi manuali, cd, assistenza qualcosa la dovrai pur pagare.Il kernel è sempre quello sviluppato dalla comunità...Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Tristezza ma non solo open-source
      - Scritto da: Lemon
      Qualche mese fa era gratuito, adesso poche
      manciate di dollari (perchè non funziona
      come il suo rivalo, diciamolo!!), tra
      qualche anno vedremo.

      Dite quello che volete ma a mio avviso è il
      destino di ogni prodotto open-source.Signori! Un poco di precisione!Le opinioni sono libere, i fatti un po' meno.StarOffice non è *mai* stato open spurce.Lo si vuole capire o no?Saluti
  • Anonimo scrive:
    Prezzi
    il prezzo di Xbox e` crollato del 40 % per star dietro ai prezzi di PS2 e gamecube, ora ci sono buone speranze anche per il prezzo di MSoffice.
    • Anonimo scrive:
      Re: Prezzi
      - Scritto da: Pietro
      il prezzo di Xbox e` crollato del 40 % per
      star dietro ai prezzi di PS2 e gamecube, ora
      ci sono buone speranze anche per il prezzo
      di MSoffice.sì, ti sconetanno anche 1 15.000 Euro di multa e i 3 anni de GALERA; dove mandinghi Turchi si divertiranno a inchiappettarti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Prezzi

        sì, ti sconetanno anche 1 15.000 Euro di
        multa e i 3 anni de GALERA; dove mandinghi
        Turchi si divertiranno a inchiappettarti.
        multa, galera? non capisco, io stavo pensando al prezzo di MS office per mac visto che staroffice li` non c`e ancora
        • Anonimo scrive:
          Re: Prezzi
          Se anche non avessi avuto un Mac non ha comunque senso cio' che ha scritto Alien... mi sembra che il suo messaggio abbia tutti i requisiti per essere censurato. Che comportamento riprovevole, sono disgustato.
  • Anonimo scrive:
    Open Office versione Italiana
    La versione Italiana di Open Office è ora pienamente disponibile (ringrazio Massimiliano per la segnalazione).Ecco l'indirizzo:http://www.openoffice.org/dev_docs/source/1.0.0/index.html#itFunziona perfettamente. Funziona l'opzione multi-lingue (la correzione ortografica riconosce automaticamente la lingua, sono disponibili i dizionari delle lingue principali, io ho scaricato ITA, US ENGL, UK ENGL, FR, SP, POR).Importa (ed esporta) correttamente i formati DOC, XLS, PPT di M$ Office, sia versione 97 che XP/2000.Graditissima è la sorpresa di Draw: ha praticamente tutte le opzioni di Corel Draw (8, paragonarlo a Freehand mi sembra per il momento improprio), anche la trasparenza sui livelli. Grafica vettoriale, curve di Bezier, ridimensionamento e stiratura oggetti, trasformazione in curve, ecc.L'editor HTML non sarà da professionisti tipo Dreamweaver, ma per le funzioni base mi sembra ottimo.E per quanto riguarda word, secondo è addirittura migliore. Ancora qualche giorno e poi l'installerò di default per tutti le estensioni supportate.Penso che uffici e pubbliche amministrazioni, in particolare scuole, non abbiano più nessuna scusa per non utilizzare questa suite: fa le stesse cose (eccetto database, ma questo è un altro problema), se non meglio di M$ Office, ed è gratuito.Questa non è politica: è semplice economia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Open Office versione Italiana
      - Scritto da: Soffice
      Importa (ed esporta) correttamente i formati
      DOC, XLS, PPT di M$ Office, sia versione 97
      che XP/2000.Un par di ciufoli, il manuale che ho scrittoin ufficio con Word non ci somiglia mancolontanamente. Mi ha cambiato tutti i capoversi,mi ha sputtanato quasi tutte le tabellee mi ha inserito 23 pagine vuote in maniera random. E pensare che lo avevo salvatoanche in RTF.Devo passare due giorni a riformattare il tutto?
      • Anonimo scrive:
        Re: Open Office versione Italiana
        - Scritto da: Mario Rossi


        Un par di ciufoli, il manuale che ho scritto
        in ufficio con Word non ci somiglia manco
        lontanamente. Mi ha cambiato tutti i
        capoversi,
        mi ha sputtanato quasi tutte le tabelle
        e mi ha inserito 23 pagine vuote in maniera
        random. E pensare che lo avevo salvato
        anche in RTF.Non mi è successo neanche in un caso. Tutto importato alla perfezione.Hai qualche virus di Word per caso?
        • Anonimo scrive:
          Re: Open Office versione Italiana
          - Scritto da: Soffice
          Non mi è successo neanche in un caso. Tutto
          importato alla perfezione.
          Hai qualche virus di Word per caso?No, è proprio Open Office che ci mette di suo.
  • Anonimo scrive:
    Domanda sui Database di Soffice
    Premetto che uso Soffice5.2Ma possibile che se mi connetto a delle tabelle di un rdbms (anche adabas) esterno e tento di creare dellel relazioni queste o non vengono salvate o mi mi dice che i dati non sono compatibili anche se sono dello stesso tipo... un disastro!Ma a voi funziona?Per tutto il resto va benissimo, e' eccezionale ma questa dei database e' una bella frustrazione :-((((((E la 6.0 come va con i database?
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda sui Database di Soffice
      Non so come va Adabas in SO 6, ma puoi provare OpenOffice, intanto... non costa nulla (a parte il download ;o).
      • Anonimo scrive:
        Re: Domanda sui Database di Soffice
        - Scritto da: A.C.
        Non so come va Adabas in SO 6, ma puoi
        provare OpenOffice, intanto... non costa
        nulla (a parte il download ;o).peccato che adabas sia proprio una di quelle cose che sta ni SO ma non in openofficeciao
  • Anonimo scrive:
    Programmabilità?
    Qualcuno mi sa dire a che punto sono le API di openoffice/staroffice?Mi piacerebbe fare quello che posso fare con OLE in MSOffice anche in staroffice.Sarà possibile?
    • Anonimo scrive:
      Re: Programmabilità?
      Scusa ma perche non ti leggi i sorgentidato che ci puoi implementare qualsiasi funzionee se poi la rendi pubblica qualcuno ne implementera altre o correggera le tue
      • Anonimo scrive:
        Re: Programmabilità?
        forse perche stiamo parlando dello staroffice, programma proprietario della sun , e non dell' openoffice , programma sotto LGPL sviluppatoda una comunita ' di programmatori staroffice != openoffice (anche se probabilmente le differenze tra i due ,adabas a parte ,sono minime )
  • Anonimo scrive:
    2 note
    Bene alzati a tutti intanto :-)Fatto colazione ?Non trascurate ste cose su, sono il sale della vita ;-PNiente, volevo solo fare un paio di piccoli appunti alla suite SUN, uno e' quello che restatuttora PESANTE sul mio pc (PIII 866) (diciamo che e' lenta nelle prime aperture, le successive invece sono gia' molto meglio), la seconda nota e' per il database, occorre investire di piu' in quel lato, access da' ancora molti punti come usabilita' e flessibilita'.Gia' che ci sono, ne aggiungo un terzo, la documentazione....Dove sta ?Per il resto, non posso che complimentarmi nelconstatare che la concorrenza finalmente _e'_arrivata !
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 note
      - Scritto da: Nemo
      Bene alzati a tutti intanto :-)Grazie :o)
      Fatto colazione ?Sì, The e biscotti :o)
      Non trascurate ste cose su, sono il sale
      della vita ;-PBeh... c'è anche altro di buono... :o)
      Niente, volevo solo fare un paio di piccoli
      appunti alla suite SUN, uno e' quello che
      resta tuttora PESANTE sul mio pc (PIII 866)
      (diciamo che e' lenta nelle prime aperture, le
      successive invece sono gia' molto meglio), laQuesta cosa è molto migliorata di versione in versione (io uso OpenOffice e quindi vedo di più il progressivo miglioramento), comunque di solito le applicazioni office le tieni aperte per molto tempo quindi non lo vedo come un grosso problema...
      seconda nota e' per il database, occorre
      investire di piu' in quel lato, access da'
      ancora molti punti come usabilita' e
      flessibilita'.Questo è vero, ma credo che il DB non interessi a gran parte del target di questo prodotto: gli utenti home, che sarebbero attirati dal prezzo. Un utente aziendale che ha bisogno di Access per lavoro può permettersi di spendere 500¤ per una cosa che poi lo farà guadagnare molto di più...
      Gia' che ci sono, ne aggiungo un terzo, la
      documentazione....
      Dove sta ?Beh... io in OO 1.0 ce l'ho, e c'era anche prima, ed è la stessa di StarOffice, perché la suite è chiamata così nel testo... c'è anche una specie di assistente che compare quando deve dirti qualcosa e scompare dopo 30 sec se non lo clicchi.Trovo inoltre la documentazione molto semplice e chiara.
      Per il resto, non posso che complimentarmi
      nel constatare che la concorrenza finalmente
      _e'_ arrivata !Anch'io :o)
  • Anonimo scrive:
    Il rapporto qualità prezzo...
    ...resta schiacciante a favore della suite di Sun
  • Anonimo scrive:
    Ancora su Open Office
    Ho scaricato la suite.Non è più la versione grassa e pomposa di Star Office.E non è nemmeno M$ Office. E' meglio.E non è meglio perché è gratis: è proprio migliore.Provate a prendere un documento doc di word, a salvarlo nel formato Open Office, e confrontatene le dimensioni: di molto inferiori.Provate ad aprire un file DOC o XLS in Open Office, modificatelo, riapritelo in Word o Excel. Non si perde nulla.Fate lo stesso con una presentazione di Power Point, andata e ritorno con Impress: tutto OK.Ma c'è di più: l'applicazione Draw forse non è maneggevole come Corel, e non sarà perfettina come Freehand, ma le su belle cose le fa tutte: livelli, trasparenze... non mi sembra che Office Micro$ozzo lo faccia.E inoltre: se in un documento ci sono varie lingue, Openoffice le riconosce, e attiva automaticamente la correzione ortografica scelgiendo il dizionario opportuno.Difetti? Certamente: il maggiore è che non c'è (ancora) la versione italiana dell'interfaccia (ma c'è ovviamente il dizionario): arriverà.Manca poi l'applicazione database: ma si spera che presto si porrà rimedio anche a questo, ponendo un freno alle molte malefatte di Access (avete mai provato ad importare una tabella in un'altra tabella, cioè il vecchio comando xbase "append from"? si può solo con il copia e incolla, altrimenti crea una tabella nuova... forse ci sarà il comando in visual basic, ma io lo ignoro...)Occhio quindi: perché gli uffici, e per primi quelli della pubblica amministrazione, dovrebbero spendere un sacco di soldi per una suite Office esosa e oltretutto limitata nel tempo (sì, perché i furbastri quando passano da una versione all'altra inseriscono a bella posta delle incompatibilità del tutto inutili, o meglio utili solo ad obbligare la gente ad usare i loro prodotti)?Perché dovrebbero farlo, quando gli stessi strumenti sono disponibili a prezzi di molto inferiori, se non del tutto gratis?E' ora che si capisca che le funzioni base di una suite per ufficio devono fare parte in maniera gratuita o a prezzo modico di ogni nuovo sistema operativo, e che queste funzioni base debbano essere tra loro del tutto compatibili.Altrimenti, se non ci si capisce, che ci parliamo a fare?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ancora su Open Office
      - Scritto da: Soffice

      Difetti? Certamente: il maggiore è che non
      c'è (ancora) la versione italiana
      dell'interfaccia (ma c'è ovviamente il
      dizionario): arriverà.OpenOffice 1.0 in italiano lo trovo quihttp://ftp.linux.it/pub/mirrors/openoffice/http://www.openoffice.org/dev_docs/source/1.0.0/index.html#it
      • Anonimo scrive:
        Re: Ancora su Open Office (per PI)
        - Scritto da: Massimiliano--8 http://ftp.linux.it/pub/mirrors/openoffice/
        http://www.openoffice.org/dev_docs/source/1.0mi rivolgo ai programmatori del sito PI:perche' non fate il detect dei link? magari facendoli aprire su una finestra vuota ("_blank")
        • Anonimo scrive:
          Re: Ancora su Open Office (per PI)
          - Scritto da: MadiC
          mi rivolgo ai programmatori del sito PI:
          perche' non fate il detect dei link? magari
          facendoli aprire su una finestra vuota
          ("_blank")Con Mozilla, seleziona il link e clicca il tasto centrale del mouse (o Shift-click, mi pare) e il link viene aperto (nella stessa finestra).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ancora su Open Office

      Manca poi l'applicazione database: ma si
      spera che presto si porrà rimedio anche a
      questo, ponendo un freno alle molte
      malefatte di Access (avete mai provato ad
      importare una tabella in un'altra tabella,
      cioè il vecchio comando xbase "append from"?
      si può solo con il copia e incolla,
      altrimenti crea una tabella nuova... forse
      ci sarà il comando in visual basic, ma io lo
      ignoro...)Purtroppo è vero, in OpenOffice.org non è presente l'equivalente di Access, però mi sembra più flessibile di Office nell'utilizzo di RDBMS esterni. E' infatti possibile definire datasources su cui effettuare query. Si può utilizzare un qualsiasi rdbms per cui esista il driver odbc o jdbc. Si possono effettuare query sql anche sulle tabelle dei fogli di calcolo... in definitiva, basta arrangiarsi un po' ed invece di utilizzare access (con tutte le sue limitazioni) utilizzare un qualsiasi altro rdbms free (es mysql).
      Occhio quindi: perché gli uffici, e per
      primi quelli della pubblica amministrazione,
      dovrebbero spendere un sacco di soldi per
      una suite Office esosa e oltretutto limitata
      nel tempo (sì, perché i furbastri quando
      passano da una versione all'altra
      inseriscono a bella posta delle
      incompatibilità del tutto inutili, o meglio
      utili solo ad obbligare la gente ad usare i
      loro prodotti)?esatto, considerando per di più che openoffice usa xml come suo formato, problemi di compatibilità come vi è con office non esisteranno
      Perché dovrebbero farlo, quando gli stessi
      strumenti sono disponibili a prezzi di molto
      inferiori, se non del tutto gratis?

      E' ora che si capisca che le funzioni base
      di una suite per ufficio devono fare parte
      in maniera gratuita o a prezzo modico di
      ogni nuovo sistema operativo, e che queste
      funzioni base debbano essere tra loro del
      tutto compatibili.

      Altrimenti, se non ci si capisce, che ci
      parliamo a fare?giusto :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ancora su Open Office
        - Scritto da: paguro
        Si può utilizzare un
        qualsiasi rdbms per cui esista il driver
        odbc o jdbc. Sei sicuro che jdbc funzioni in OO?? Ho un amico che ci sta stramaledicendo.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Ancora su Open Office
          Effettivamente ancora qualche problema c'è, ma considerando la rapidità con cui è cresciuto, credo che i problemi verranno risolti presto.Prova a dare un occhiata all'indirizzo dba.openoffice.org, la trovi un po' di documentazione che potrebbe interessare, compreso anche qualche esempio pratico (ce ne dovrebbe essere uno che riguarda proprio come configurare mysql/jdbc)Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Ancora su Open Office
        - Scritto da: paguro
        esatto, considerando per di più che
        openoffice usa xml come suo formato,
        problemi di compatibilità come vi è con
        office non esisterannoMa non doveva usare XML anche MS Office a partire dalla versione 2000?Attendo conferme e/o smentite.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ancora su Open Office
      Ho provato OO 1.0 appena uscito e quando apro un file Excel o Powerpoint (generalmente allegati di utenti winzozz) 9 volte su 10 va in crash. Le cose sono 3: o sono sfigato o mi mandano file con macro assurde o OO non e` cosi` compatibile come si vorrebbe far credere. Comunque io vado benissimo con AbiWord e Gnumeric, che sono molto piu` leggeri di OO.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ancora su Open Office
        Penso che sei sfigato.Io non ho mai avuto un crash.Bye bye
        • Anonimo scrive:
          Re: Ancora su Open Office
          Mi fara` qualche conflitto, pero` non puoi negare che Abiword e Gnumeric sono mooooolto piu` veloci, anche se non hanno tutte le funzionalita`. Cmq i crash li ho avuti solo aprendo file di M$ Office
          • Anonimo scrive:
            Re: Ancora su Open Office
            GNumeric è eccezionale (forse meglio di SCalc), AbiWord un po' meno... non ci puoi fare niente oltre le tre paginette... senza header, footer, tabelle, semplici tool grafici...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ancora su Open Office
            Per 4 pagine uso Abiword, se devi fare cose serie niente e` meglio di LaTeX, anche se all'inizio e` un po' ostico (a dire poco)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ancora su Open Office
            http://www.lyx.org/... non ho voglia di imparare LaTeX! :o)(comunque non va bene per tutto, soprattutto in ambito lavorativo, dove devo collaborare con altre persone/aziende)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ancora su Open Office
            - Scritto da: A.C.
            http://www.lyx.org/
            molto bellino, grazie, lo usero` quando non saro` in vena di smanettare con LaTeX
            ... non ho voglia di imparare LaTeX! :o)Vale la pena, io c'ho scritto la tesi perche` dopo le esperienze con M$ Word non volevo vedere le immagini che saltavano da una parte all'altra della pagina a caso
            (comunque non va bene per tutto, soprattutto
            in ambito lavorativo, dove devo collaborare
            con altre persone/aziende)dipende se devono modificare i tuoi file, altrimenti gli mandi il pdf e morta li`
          • Anonimo scrive:
            Re: Ancora su Open Office
            Concordo sulla pesantezza di OO, sulla nobiltà di LaTeX e sulla praticità di Abiword e Gnumeric.Un editor veramente leggero è Ted (rtf).Il problema con Abi e Gnumeric è che non sono ancora riuscito ad abilitare il supporto per il simbolo dell'euro ? (vale anche per Ted)Comunque ho usato OO Draw con soddisfazione stampando su postcript e poi aprendo da gimp.Azzarderei che è il miglior programma di grafica vettoriale per linux (anche sketch non è male ma la gestione dei font è orrenda)Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Ancora su Open Office
            - Scritto da: millo
            Il problema con Abi e Gnumeric è che non
            sono ancora riuscito ad abilitare il
            supporto per il simbolo dell'euro ? (valeNon so Abi perché non lo uso, ma un GNumeric mi funziona e basta... non ho dovuto fare niente, sicuro di usare un font iso8859-15 per le GTK+?
            Azzarderei che è il miglior programma di
            grafica vettoriale per linux (anche sketch
            non è male ma la gestione dei font è
            orrenda)Se solo si decidessero ad andare aventi con la versione 0.7.x...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ancora su Open Office
            - Scritto da: Raistlin

            ... non ho voglia di imparare LaTeX! :o)
            Vale la pena, io c'ho scritto la tesi
            perche` dopo le esperienze con M$ Word non
            volevo vedere le immagini che saltavano da
            una parte all'altra della pagina a casoAppunto... per la tesi (che io ho scritto con LyX) va bene

            (comunque non va bene per tutto,
            soprattutto

            in ambito lavorativo, dove devo
            collaborare

            con altre persone/aziende)
            dipende se devono modificare i tuoi file,
            altrimenti gli mandi il pdf e morta li`Piacerebbe molto anche a me, credimi, e prima di iniziare a lavorare la pensavo come te, ora sono FELICISSIMO che ci sia OpenOffice: ne ho installate tre versioni: Win32, Linux ix86 e Linux PPC... vuoi mettere la comodità di usare sempre lo stesso programma su tutte le macchine e sistemi operativi?
  • Anonimo scrive:
    io l'ho provata :))
    Salve a tutti.Faccio parte di coloro che, acquistando il Power Pack Mandrake 8.2, hanno anche ricevuto la suite Star Office 6.0Il salto rispetto alla versione 5.2 è notevole.Ad esempio se prima la 5.2 ogni tanto si impallava sui files M$ Office, la 6.0 è estremamente solida, e permette una completa compatibilità con tutti i formati M$.Unica nota dolente: il foglio di calcolo è rimasto fermo a 32000 celle...Per alcune cose sarò costretto ad usare Gnumeric...Un consiglio: non vale la pena buttare via tutti quei soldi per Microsoft Office: adesso il prodotto Sun è veramente valido.
  • Anonimo scrive:
    Provando con Open Office
    Apri una tabella Access.seleziona e copiaApri Open Office (similword ) e incolla: funzia perfettamenteapri Open Office calc (simil excel) e incolla: sempre tutto perfetto.Prova invece ad aprire word, a scrivere o inserire un documento di qualche pagina, e poi a inserire un po' di immagini e mettergli le didascalie: mai che stiano al loro posto. sembra che siano magnetiche, balzellano di qua e di là.Prova a fare lo stesso con Open Office: tutto a posto, le immagini stanno dove le metti.Provare, prima di aprire la bocca...
    • Anonimo scrive:
      Re: Provando con Open Office
      - Scritto da: Soffice
      Prova invece ad aprire word, a scrivere o
      inserire un documento di qualche pagina, e
      poi a inserire un po' di immagini e
      mettergli le didascalie: mai che stiano al
      loro posto. sembra che siano magnetiche,
      balzellano di qua e di là.Perchè sei altamente ignorante.La funzione di winword che evidentemente non sai usare si chiama ancoraggio: questa ti permette di trattare le immagini con semplicità, immediatezza e mantenere costantemente corretta l'impaginazione (sempre che tu sappia usare veramente winword, cosa che non credo) I prodotti Microsoft sono molto più complessi e ricchi di funzioni di quanto non sembri a prima vista


      Prova a fare lo stesso con Open Office:
      tutto a posto, le immagini stanno dove le
      metti.Per forza: quella pessima imitazione ha un trattamento dell'impaginazione che vale un decimo di quella di winword (... le immagini le puoi gestire in un solo modo) !

      Provare, prima di aprire la bocca...Informarsi prima di sparare ca77ate
      • Anonimo scrive:
        Re: Provando con Open Office
        - Scritto da: zop

        Perchè sei altamente ignorante.Grazie mille, sapientone.
        La funzione di winword che evidentemente non
        sai usare si chiama ancoraggio: questa ti
        permette di trattare le immagini con
        semplicità, immediatezza e mantenere
        costantemente corretta l'impaginazione
        (sempre che tu sappia usare veramente
        winword, cosa che non credo) Prima di aprire la bocca pensa a quello che dici: la funzione ancoraggio di Word è assolutamente demenziale, anche se sblocchi l'ancoraggio al paragrafo. Prova a mettere due o tre immagini in una pagina, poi a spostarle, e vedrai come "la semplicità, l'immediatezza e l'impaginazione costantemente corretta" siano unicamente un tuo sogno, forse ancorato al tuo contratto di dipendente M$.
        I prodotti Microsoft sono molto più
        complessi e ricchi di funzioni di quanto non
        sembri a prima vistaPurtroppo sì: ed è proprio in questa complessità che si trovano molti più bug di quanto sembri a prima vista.
        Per forza: quella pessima imitazione ha un
        trattamento dell'impaginazione che vale un
        decimo di quella di winword (... le immagini
        le puoi gestire in un solo modo) !Ripeto: prova prima di aprire la bocca e controlla le varie possibilità di ancoraggio e di disposizione testo in Open Office.
        Informarsi prima di sparare ca77atePerfettamente d'accordo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Provando con Open Office
        - Scritto da: zop
        La funzione di winword che evidentemente non
        sai usare si chiama ancoraggio: questa ti
        permette di trattare le immagini con
        semplicità, immediatezza e mantenere
        costantemente corretta l'impaginazioneNon conoscevo questa funzione (ma uso poco MS Word), ma credo che ci sia un problema nel programma perché questa è la critica che sento rivolta più frequentemente a Word... magari disegnare meglio l'interfaccia o cambiare il default potrebbe aiutare...
        I prodotti Microsoft sono molto più
        complessi e ricchi di funzioni di quanto non
        sembri a prima vistaQuesto è sicuro, ed è anche il motivo per cui credo che al 90% degli utenti MS Office basterebbe Open Office (e forse anche meno).
        Per forza: quella pessima imitazione ha un
        trattamento dell'impaginazione che vale un
        decimo di quella di winword (... le immagini
        le puoi gestire in un solo modo) !Sei sicuro? Conosci StarOffice altrettanto bene di MS Office? Io credo di no...

        Provare, prima di aprire la bocca...
        Informarsi prima di sparare ca77ate... e quando si decide di parlare, cercare di essere obiettivi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Provando con Open Office
        - Scritto da: zop

        La funzione di winword che evidentemente non
        sai usare si chiama ancoraggio: questa ti
        permette di trattare le immagini con
        semplicità, immediatezza e mantenere
        costantemente corretta l'impaginazione
        (sempre che tu sappia usare veramente
        winword, cosa che non credo)
        I prodotti Microsoft sono molto più
        complessi e ricchi di funzioni di quanto non
        sembri a prima vistaAh ah ah ah ah ah ah ah ah!Vorrai mica sostenere che tu o qualcun altro usa Word per impaginare qualcosa che vada al di là di un volantino poco curato o di un documento interno da ufficio?Tutti quelli che impaginano hanno una sola scelta: Quark Xpress (con tutte le sue furbizie, nel senso che arriva "nudo" e devi poi aggiungere tutte utility a pagamento). Per non parlare del mitico Xerox Ventura, che importava qualsiasi formato (da Word a Wordstar) e in Dos faceva molto ma molto più e molto meglio di quanto facciano oggi molti programmi di impaginazione.Lo so che Word è un programma di videoscrittura e non può essere considerato come un programma di impaginazione, ma proprio per questo dovrebbe scegliere: o le funzioni di inserimento immagini le svolge correttamente oppure evita di strafare.Giusto?
        • Anonimo scrive:
          Re: Provando con Open Office

          Tutti quelli che impaginano hanno una sola
          scelta: Quark XpressCUT
          Per non parlare del mitico Xerox Ventura,programmi fatti da gente seria per gente seria...
          proprio per questo dovrebbe scegliere: o le
          funzioni di inserimento immagini le svolge
          correttamente oppure evita di strafare.

          Giusto?ma no...vedi la realta non e bianca e nera c'e qualla linea di griggio che s-puttana tutto...e poi le tonalita del griggio cambiano...se la guardi cosi guardi e piu griggio di prima...
        • Anonimo scrive:
          Re: Provando con Open Office
          - Scritto da: Impa Gina Tore
          Per non parlare del mitico Xerox Ventura,
          che importava qualsiasi formato (da Word a
          Wordstar) e in Dos faceva molto ma molto più
          e molto meglio di quanto facciano oggi molti
          programmi di impaginazione.Ventura è vivo e lotta insieme a noi: passato attraverso diverse mani è approdato alla Corel. Dopo le lacrime della versione 5 è diventato forse il più complesso e completo programma commerciale di impaginazione. Costa poco, è poco usato perché contrariamente ai vari Xpress, Pmaker e compagnia sonando, è complesso e richiede un buon periodo di formazione. So che la Corel voleva chiudere il progetto ma ci ha ripensato per le pressioni degli utilizzatori.
          • Anonimo scrive:
            Re: Provando con Open Office
            - Scritto da: [Franz]

            Ventura è vivo e lotta insieme a noi:
            passato attraverso diverse mani è approdato
            alla Corel. Dopo le lacrime della versione 5
            è diventato forse il più complesso e
            completo programma commerciale di
            impaginazione. Costa poco, è poco usato
            perché contrariamente ai vari Xpress, Pmaker
            e compagnia sonando, è complesso e richiede
            un buon periodo di formazione. So che la
            Corel voleva chiudere il progetto ma ci ha
            ripensato per le pressioni degli
            utilizzatori.Grzie per averlo ricordato! Uso ancora, qualche volta, il Corel Ventura.Ma purtroppo la versione Corel è peggiore di quella DOS. O meglio, non essendo migliore, è più lenta. Io ho solo la versione english (sono fermo alla 4.2), sulla quale bisogna rifare a mano tutta la sillabazione.Purtroppo non supporta la distribuzione del testo attorno ai contorni delle immagini (maschere), ma di sicuro è molto più completo di Xpress, almeno come pacchetto base (Xpress, infatti, non da di default né le tabelle né tantomeno le note a pié di pagina: ma ci rendiamo conto? Un programma di impaginazione che costa + di 2000 ? e che non ti permette di gestire automaticamente le note, salvo acquistare il Plug-in da altri 500-1000 ??).
          • Anonimo scrive:
            Re: Provando con Open Office
            - Scritto da: Impa Gina Tore
            Grzie per averlo ricordato! Uso ancora,
            qualche volta, il Corel Ventura.
            Ma purtroppo la versione Corel è peggiore di
            quella DOS. O meglio, non essendo migliore,
            è più lenta. Io ho solo la versione english
            (sono fermo alla 4.2), sulla quale bisogna
            rifare a mano tutta la sillabazione.se lo usi, passa alla nuova versione.credo che tu possa ancora fare un upgrade con pochi euro.l'ultima ver. credo che sia la 8: è vero che è bella pesante, ma è anche molto affidabile e fa tutte le cose di cui lamenti la mancanza, compreso lo scontrono del testo intorno alle immagini...
            pagina: ma ci rendiamo conto? Un programma
            di impaginazione che costa + di 2000 ? e che
            non ti permette di gestire automaticamente
            le note, salvo acquistare il Plug-in da
            altri 500-1000 ??).
            non solo, anche con i plugin la gestione di abelle e note fa cagare...infatti è vergognoso...ventura costava 700K Lit, full optional
        • Anonimo scrive:
          Re: Provando con Open Office
          - Scritto da: Impa Gina Tore
          [...]
          Ah ah ah ah ah ah ah ah ah!
          Vorrai mica sostenere che tu o qualcun altro
          usa Word per impaginare qualcosa che vada al
          di là di un volantino poco curato o di un
          documento interno da ufficio?

          Tutti quelli che impaginano hanno una sola
          scelta: Quark Xpress [...]quelli invece che non impaginano, ma hanno bisogno di documenti (testuali tipo libri o articoli) impaginati bene utilizzano LaTeX... eccetera...insomma, word serve solo per le cose inutili :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Provando con Open Office

      Prova invece ad aprire word, a scrivere o
      inserire un documento di qualche pagina, e
      poi a inserire un po' di immagini e
      mettergli le didascalie: mai che stiano al
      loro posto. sembra che siano magnetiche,
      balzellano di qua e di là.


      Prova a fare lo stesso con Open Office:
      tutto a posto, le immagini stanno dove le
      metti.

      Provare, prima di aprire la bocca...e una scelta tra due filosofie di vita...il computer deve fare quello che vuole lui (microtost) o il computer fa quello che vuoi tu (gente seria)...tutto qua...
  • Anonimo scrive:
    Costa una frazione e vale altrettanto.
    Provate ad aprire una tabella di database con Access, selezionate tutta la tabella e fate copia.Poi aprite word e fate incolla: spettacolo.Poi aprite excel e fate incolla: spettacolo.Poi aprite oulook e fate incolla: spettacolo.Aprite un database con office, fate copia.Poi aprite il simil word e fate incolla: non succede nulla.Poi aprite il simil excel e fate incolla: non succede nulla.Poi aprite un mailer e fate incolla: non succede nulla.Come volevasi dimostrare.P.S. Per la cronaca la tabella non la si poteva neppure stampare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
      - Scritto da: Produttivita' zero
      Aprite un database con office, fate copia.Con StarOffice intendi? Si, è molto triste.Coccode'
      • Anonimo scrive:
        Re: Costa una frazione e vale altrettanto.

        - Scritto da: Produttivita' zero


        Aprite un database con office, fate copia.

        Con StarOffice intendi? Si, è molto triste.Per non parlare della tristezza dell'usare Access per i database.
        • Anonimo scrive:
          Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
          - Scritto da: amido

          - Scritto da: Produttivita' zero




          Aprite un database con office, fate
          copia.



          Con StarOffice intendi? Si, è molto
          triste.

          Per non parlare della tristezza dell'usare
          Access per i database.Mah..... quello per cui è stato pensato lo fa bene e anche di più....Certo se hai un Oracle sottomano....
        • Anonimo scrive:
          Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
          - Scritto da: amido
          Per non parlare della tristezza dell'usare
          Access per i database.Non fare confusione fra un front-end (Access)ed un Server.Perchè se è cosi credo che tu non sappia nemmeno cosa sia un database.
          • Anonimo scrive:
            Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
            - Scritto da: Mario Rossi


            - Scritto da: amido


            Per non parlare della tristezza dell'usare

            Access per i database.
            Non fare confusione fra un front-end (Access)
            ed un Server.access contiene al suo interno Jet, che è un server (o quantomeno si spaccia X tale).CMQ in effetti a StarOffice manca un front-end come Access.
          • Anonimo scrive:
            Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: amido

            Per non parlare della tristezza dell'usare

            Access per i database.
            Non fare confusione fra un front-end (Access)
            ed un Server.Purtroppo mi è capitato di vedere anche gente che si spacciava per DBA avere lo stesso problema e usare MS Access (senza server) in produzione...
        • Anonimo scrive:
          Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
          - Scritto da: amido
          Per non parlare della tristezza dell'usare
          Access per i database.Per la nota legge del "quello che non ho è sempre inutile".Coccode'
    • Anonimo scrive:
      Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
      Se hai pagato M$Offiz di tasca tua allora usalo senza rompere le uova a chi non vuole spendere milioni per gestire 2 tabelle e non si fa tanti problemi a fare qualche operazione in piu di ctrl-c&ctrl-v.
      • Anonimo scrive:
        Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
        dai smettetela di difendere tutto e tutti quelli che vanno contro Microsoft...ero d'accordo nell'accettare che tutti i problemi di incompatibilità di StarOffice quando era gratis, ma ora? devo anche pagarlo....hahahaha si è sicuro che lo compro
        • Anonimo scrive:
          Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
          - Scritto da: LuPiN
          dai smettetela di difendere tutto e tutti
          quelli che vanno contro Microsoft...perchè, c'è qualcosa di male?
        • Anonimo scrive:
          Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
          - Scritto da: LuPiN
          ero d'accordo nell'accettare che tutti i
          problemi di incompatibilità di StarOffice
          quando era gratis, ma ora? devo anche
          pagarlo....
          hahahaha si è sicuro che lo comprohttp://www.openoffice.org/(cmq la differenza di prezzo mi fa accettare anche qualche piccolo probema, soprattutto se lo devo pagare di tasca, dato che lo uso a casa...)
    • Anonimo scrive:
      Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
      - Scritto da: Produttivita' zero
      Provate ad aprire una tabella di database
      con Access, selezionate tutta la tabella e
      fate copia.
      Poi aprite word e fate incolla: spettacolo.
      Poi aprite excel e fate incolla: spettacolo.
      Poi aprite oulook e fate incolla: spettacolo.

      Aprite un database con office, fate copia.
      Poi aprite il simil word e fate incolla: non
      succede nulla.
      Poi aprite il simil excel e fate incolla:
      non succede nulla.
      Poi aprite un mailer e fate incolla: non
      succede nulla.

      Come volevasi dimostrare.invece vale la pena spendere svariate centinaia di euro per poter scrivere una qualsiasi lettera del cazzo vero? o più probabilmente tu i soldi li gratti giù dai muri...
    • Anonimo scrive:
      Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
      Mi spieghi dove hai preso Star office 6.0 visto che ancora deve uscire?Forse ti riferisci alla BETA, bè appunto, quella è una BETA.Poi, che c***o me nè frega della compatibilità al 100% con M$ Office; che cmq nessun office potrà mai avere, visto che M$ non rilascia specifiche del suo prodotto per aiutare altri sviluppatori per la compatibilità con il suo Office; visto che appena si avvicinano al 100% di compatibilità, M$ cambia qualche specifica (che non serve, anzi appesantisce il tutto, e ciò è documentato nella rete), riportando la compatibilità sotto il 100%.Oltrettutto M$ Office è una pena di suite Office, ha un editor matematico che definire tale fà veramente ridere.prova gli editor matematici di Star Office e Open Office e ne riparliamo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
        preso da: http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=37907Il contrasto tra il pensiero originale di Linus Torvalds e quello dei suoi tanti epigoni improvvisati, risulta chiaro, oltre che dalla lettura del libro, anche da alcune interviste recentemente rilasciate, in cui, tra le altre cose, ha affermato: "Dov'è il problema per Linux? Sicuramente non è l'e-mail. Direi che è tutto il resto, ma è solo questione di tempo. Certo, StarOffice non è la soluzione perché è StarOffice stesso un rottame!" (Intervista a Fabio Malagnini in "Internet News" 11/2001, pag. 105).
        • Anonimo scrive:
          Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
          Ma ci sei o ci fai ???Scusa ma di quando e` quell'affermazione ?A che versione si riferiva ?E poi chissenefrega dell'opinione di Linus in merito a StarOffice ?Il problema e` che tu sei uno che sicuramente copia microschif office come tanti e che si erge a strenuo difensore del diritto di avere software di bassa qualita` COPIATO.Si copiato, perche` solo un pazzo puo` mettersi a difendere una societa` che lo frega su tutti i fronti !Mi dispiace per te, spero che un giorno, quando sarai grande, ti sveglierai.
          • Anonimo scrive:
            Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
            - Scritto da: Memo Remigi[..]
            Il problema e` che tu sei uno che
            sicuramente copia microschif office come
            tanti e che si erge a strenuo difensore del
            diritto di avere software di bassa qualita`
            COPIATO.[..]Ohhhhhhh.... ecco! Gli strenui difensori del software commerciale, gli strenui difensori dei formati propietari... poi non pagano una licenza manco a morire... complimentoni, la coerenza non paga...
        • Anonimo scrive:
          Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
          A parte che Linus Tovalard non è orientato a sviluppare programmi; ma quell'affermazione credo debba riferirsi a Star Office 5.1 (considerando i debiti ritardi nella pubblicazione). Di fatto sapevo delle critiche di Tovalard a Star Office, infatti non conta il 5.1 o 5.2; le sue critiche si accumunano a quelle rivolte da una parte di esperti, manager, sviluppatori dell'it.Riguardano 2 argomentazioni: il fatto che Star Office nelle vers. 5.x caricava parzialmente tutti i suoi programmi, dal writer al foglio elettronico, etc.; andando a ingolfare cosi le risorse; e che la compatibilità con i formati M$ non fosse (per questi) sufficiente (piena è impossibile).Ora per l'ultima questione va detto che Star Office 6.x la porta di media intorno al 95% (Open Office è meno compatibile); ma ridico nuovamente chi se ne frega; quando già è al 50 - 60% (quindi che mi consente di leggerli; e di scrivere in quei formati, se qualche società o persona "schiava" di zio Bill lo vuole per forza, con la formattazzione non buona mi basta leggibile) mi ritengo soddifatto.La prima questione che è quella che sta più a cuore a Linus, è stata superata dalla vers.6.x di Star Office; con mio rammarico. Il fatto di caricare il desktop di Star Office con l'eseguibile di tutti gli applicativi pronto (il programma caricava poi quella porzione di codice che gli mancava per far funzionare il sottoprogramma desiderato), rendeva veloce il passaggio da un sottoprogramma all'altro, con il disco che girava poco. Di contro richiedeva molte risorse all'avvio e una maggiore lentezza (ovv.) ad avviarsi. Ma per le società o le persone che dovevano passare da un'applicativo office all'altro era ideale.Daltronde ciò andava contro la filosofia di Linux (e di Linus), di poter avviare e disporre il programma con meno risorse possibili: ecco il giudizio negativo di Linus.Cmq ciò non toglie che oggettivamente sull'editor matematico batte M$ office di una lunghezza infinita (come Open Office daltronde), anche dalla 5.x; è M$ office che deve inseguire.
          • Anonimo scrive:
            Re: Costa una frazione e vale altrettanto.

            Cmq ciò non toglie che oggettivamente
            sull'editor matematico batte M$ office di
            una lunghezza infinita (come Open Office
            daltronde), anche dalla 5.x; è M$ office che
            deve inseguire.Dire che MS deve inseguire qualcuno e' come dire che tra pecora e lupo il predatore e' la pecora...ciaop.s.: per casa va benissimo open office, che e' pure gratis...
          • Anonimo scrive:
            Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
            - Scritto da: maks


            Cmq ciò non toglie che oggettivamente

            sull'editor matematico batte M$ office di

            una lunghezza infinita (come Open Office

            daltronde), anche dalla 5.x; è M$ office

            che deve inseguire.

            Dire che MS deve inseguire qualcuno e' come
            dire che tra pecora e lupo il predatore e'
            la pecora...*SOLO* nell'editor matematico, ha ragione!... ma ho paura che gli utenti dell'editor matematico siano MOLTI meno di quelli del DB...
            p.s.: per casa va benissimo open office, che
            e' pure gratis...Infatti. Mi dà fastitio che molte persone critichino OO/SO perché "non ha un DMBS serio" o "non riesco a fare il mail merge" (che si fa, cmq).Ad un utente casalingo queste cose non interessano per niente, quindi OO/SO sono *OTTIMI* prodotti. Se si ha bisogno di Access o di qualche applicazione disponibile solo per MS Office, probabilmente i 500¤ per comprarlo non sono un problema così grosso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
          - Scritto da: ciao1. Linus Torvalds non ha la conoscenza assoluta2. Ti invito a notare la data da te stesso riportata
          stesso un rottame!" (Intervista a Fabio
          Malagnini in "Internet News" 11/2001, pag.
          105).
        • Anonimo scrive:
          Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
          Ecco, la mala fede delle persone si vedesoprattutto da questo tipo di affermazioni,le c.d. mezze verità.Infatti l'affermazione di Torvalds è relativaa StarOffice 5.2, che è un software del 2000.Quando è uscito il libro non c'era neanche la beta di StarOffice 6.saluti- Scritto da: ciao
          preso da:
          http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=37907

          Il contrasto tra il pensiero originale di
          Linus Torvalds e quello dei suoi tanti
          epigoni improvvisati, risulta chiaro, oltre
          che dalla lettura del libro, anche da alcune
          interviste recentemente rilasciate, in cui,
          tra le altre cose, ha affermato: "Dov'è il
          problema per Linux? Sicuramente non è
          l'e-mail. Direi che è tutto il resto, ma è
          solo questione di tempo. Certo, StarOffice
          non è la soluzione perché è StarOffice
          stesso un rottame!" (Intervista a Fabio
          Malagnini in "Internet News" 11/2001, pag.
          105).
      • Anonimo scrive:
        Re: Costa una frazione e vale altrettanto.

        Mi spieghi dove hai preso Star office 6.0
        visto che ancora deve uscire?
        Forse ti riferisci alla BETA, bè appunto,
        quella è una BETA.sempre la stessa scusa...
        Poi, che c***o me nè frega della
        compatibilità al 100% con M$ Office; che cmq
        nessun office potrà mai avere, visto che M$
        non rilascia specifiche del suo prodotto per
        aiutare altri sviluppatori per la
        compatibilità con il suo Office; visto che
        appena si avvicinano al 100% di
        compatibilità, M$ cambia qualche specifica
        (che non serve, anzi appesantisce il tutto,
        e ciò è documentato nella rete), riportando
        la compatibilità sotto il 100%.no caro mio...windows ha un concetto troppo avanzato per poterlo capire...si chiama clipboard e dentro ci sono i dati dei copia e incolla...e ogni programma puo' leggerli...non si tratta di essere compatibili con office, ma di usare la clipboard
        Oltrettutto M$ Office è una pena di suite
        Office, ha un editor matematico che definire
        tale fà veramente ridere.
        prova gli editor matematici di Star Office e
        Open Office e ne riparliamo.infatti l'editor matematico e' il tool piu' usato da chi compra office, sia in ambito aziendale che in ambito domestico. Da solo vale il costo dell'intero pacchetto. Se uno ha esigenze spinte in campo matematico forse ci sono tool migliori ...ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
          - Scritto da: maks
          [...]
          no caro mio...
          windows ha un concetto troppo avanzato per
          poterlo capire...
          si chiama clipboard e dentro ci sono i dati
          dei copia e incolla...
          e ogni programma puo' leggerli...
          non si tratta di essere compatibili con
          office, ma di usare la clipboard [...]in effetti e' un concetto un po' troppo avanzato: per quale motivo dovrei selezionare dei dati, premere ctrl-c (o selezionare una voce dal menu), poi selezionare il luogo dove voglio mettere quei dati, premere ctrl-v (come sopra) e solo a quel punto ottengo i miei dati nella nuova posizione???io seleziono i dati e con uno ed un solo click li copio dove voglio...
        • Anonimo scrive:
          Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
          - Scritto da: maks

          infatti l'editor matematico e' il tool piu'
          usato
          da chi compra office, sia in ambito
          aziendale che in ambito domestico. Da solo
          vale il costo dell'intero pacchetto.
          Se uno ha esigenze spinte in campo
          matematico forse ci sono tool migliori ...

          ciaoForse?!? Muahahaha
      • Anonimo scrive:
        Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
        - Scritto da: BSD_like
        compatibilità al 100% con M$ Office;Guarda che non parlava di fare copia-incolla verso MS Office, ma tra gli strumenti della suite OpenOffice.Coccode'
    • Anonimo scrive:
      Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
      - Scritto da: Produttivita' zero

      Provate ad aprire una tabella di database
      con Access, selezionate tutta la tabella e
      fate copia.
      Poi aprite word e fate incolla: spettacolo.
      Poi aprite excel e fate incolla: spettacolo.
      Poi aprite oulook e fate incolla: spettacolo.hai ragione: spettacolo.nel senso che non sai cosa uscirà fuori...
    • Anonimo scrive:
      BOH... a me funge...
      Pero' Soffice 5.2Non conosco la 6.0 anche perche' esiste solo la beta e non si puo' scaricare piu' ormai da qualche mese- Scritto da: Produttivita' zero
      Aprite un database con office, fate copia.
      Poi aprite il simil word e fate incolla: non
      succede nulla.
      Poi aprite il simil excel e fate incolla:
      non succede nulla.
      Poi aprite un mailer e fate incolla: non
      succede nulla.No uso il copia e incolla ma trascino la tabella o il foglio... comunque posso anche stamparli.No l'unico problema (di Soffice 5.2) secondo me e' nella gestione database.
    • Anonimo scrive:
      Re: Costa una frazione e vale altrettanto.
      ...e tutti quelli a cui non serve un DB?
Chiudi i commenti