Se i cadetti marines sono dei pirati

In un blitz sui PC delle matricole l'Accademia della Marina americana scopre tonnellate di musica e film pirata. Molti rischiano l'espulsione e persino la Corte Marziale
In un blitz sui PC delle matricole l'Accademia della Marina americana scopre tonnellate di musica e film pirata. Molti rischiano l'espulsione e persino la Corte Marziale


New York (USA) – Quanto materiale pirata gira sui network informatici della difesa americana? Non poco, almeno a leggere quanto ha pubblicato nelle scorse ore la “Annapolis Gazette”, secondo cui sui computer dei cadetti della US Naval Academy sono state trovate moltissime opere illegalmente copiate.

Come richiesto loro dai discografici americani della RIAA , le autorità dell’Academy hanno predisposto una perquisizione informatica “di massa” mentre i cadetti si trovavano fuori dalle camerate impegnati nelle attività quotidiane.

A quanto pare, su quasi cento postazioni sono stati individuati materiali illegali, musica in particolare, e un portavoce dell’Academy ha confermato che sono in corso le indagini per accertare caso per caso la presenza di materiale illecito sui PC. Si tratta di computer che vengono affidati ai cadetti quando arrivano in Accademia e che nei quattro anni di leva vengono poi progressivamente acquistati dai cadetti stessi.

Va detto che le sanzioni per chi verrà riconosciuto colpevole di pirateria possono comprendere, oltre ad una serie di punizioni come l’annullamento delle licenze, persino la Corte Marziale.

A quanto pare il blitz è stato ordinato per evitare che l’Academy stessa fosse ritenuta responsabile per quanto combinato dai propri cadetti.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 11 2002
Link copiato negli appunti