La lettera di Sean Connery a Steve Jobs è un falso

In seguito alla scomparsa dell'attore scozzese è tornata a circolare una presunta lettera inviata nel 1998 al numero uno di Cupertino.
In seguito alla scomparsa dell'attore scozzese è tornata a circolare una presunta lettera inviata nel 1998 al numero uno di Cupertino.

Nei giorni scorsi si è spento all’età di 90 anni uno dei più grandi attori di sempre, Sean Connery. Tra omaggi e celebrazioni è spuntata (anzi, rispuntata) una presunta lettera che lo scozzese avrebbe inviato a Steve Jobs alla fine degli anni ’90 per declinare il suo invito a comparire in uno degli spot Apple. Si tratta di un falso.

No, Sean Connery non ha inviato questa lettera a Steve Jobs

Era già circolato nel 2011, traendo allora in inganno parecchi. Questo il testo del messaggio che nel 1998 lo 007 per eccellenza avrebbe spedito al CEO di Cupertino.

Mr Jobs: glielo dirò un’altra volta. Capisce l’inglese, vero? Non vendo la mia anima ad Apple o ad altre aziende. Non ho interessi a “cambiare il mondo” come suggerisce. Non ha nulla che io necessiti o voglia. Lei è un venditore di computer, io sono il f*****o JAMES BOND! Non riesco a immaginare un modo più rapido per distruggere la mia carriera che apparire in una delle sue grossolane pubblicità. Per favore non mi contatti più.

Trattasi di un fake realizzato dal portale satirico Scoopertino che concentra le pubblicazioni proprio su tutto quanto riguarda la mela morsicata. Di seguito la lettera che secondo gli autori sarebbe stata scritta a macchina.

Non molti sono invece a conoscenza del fatto che un decennio fa circa Sean Connery è inciampato in una pratica riconducibile allo spam, chiedendo ai visitatori del proprio sito ufficiale di indicare gli indirizzi email dei loro amici e contatti così da spedire loro messaggi a sostegno del partito Scottish National Party, il partico che punta all’indipendenza del paese dal Regno Unito.

Fonte: The Verge
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti