Self-driving car: Apple sta per comprare Drive.ai?

La mela morsicata potrebbe allungare le mani sulla startup californiana con l'obiettivo di dire la propria nel territorio della guida autonoma.

La prospettiva di poter assistere un giorno al debutto di una Apple Car con sistema di guida autonoma non sembra essere del tutto da accantonare. Alcune indiscrezioni riportate dalla stampa d’oltreoceano parlano della possibile acquisizione della startup Drive.ai da parte della mela morsicata, con l’intento di portare a Cupertino ingegneri e competenze da destinare al progetto.

Apple: Drive.ai per la guida autonoma?

La più classica delle operazioni acqui-hire, dunque, il cui obiettivo principale non è tanto far propria la tecnologia sviluppata o le proprietà intellettuali depositate dalla realtà comprata, ma integrare la sua forza lavoro nel proprio organico. Non è chiaro a quanto ammonti l’investimento economico messo sul piatto per tentare di finalizzare l’accordo. Drive.ai ha raccolto 77 milioni di dollari in finanziamenti dalla fondazione del 2015 (fonte Pitchbook) e nel 2017 è stata valutata circa 200 milioni di dollari. Stando a quanto stimato dall’analista Gene Munster di Loup Ventures il prezzo della stretta di mano potrebbe essere inferiore a questa cifra.

La guida autonoma di Drive.ai

Fino ad oggi la tecnologia di Drive.ai destinata alle self-driving car è stata messa alla prova con alcuni progetti pilota. Uno è stato condotto (e interrotto a causa dei costi ritenuti troppo elevati) in collaborazione con l’amministrazione della città di Frisco, in Texas. Entrambe le aziende non hanno rilasciato alcun commenti in merito all’indiscrezione.

Project Titan non è stato abbandonato

Va ricordato che Apple è già da diversi anni al lavoro su un’iniziativa legata alla guida autonoma, battezzata Project Titan. Il programma è stato fortemente ridimensionato nel mese di gennaio, con il taglio di 200 dipendenti. L’eventuale acquisizione di Drive.ai potrebbe rilanciare le ambizioni del gruppo in questo territorio dove già operano, tra gli altri, il concorrente Google-Alphabet con Waymo e Tesla di Elon Musk con il suo Autopilot. Il debutto di una tecnologia targata Cupertino per le vetture autonome però, secondo le previsioni degli analisti, non dovrebbe avvenire ancora per lungo tempo: non prima del 2023.

Restando in tema, è di questa mattina la notizia relativa alla partnership siglata da FCA con Aurora, startup di Palo Alto. L’obiettivo è quello di sviluppare sistemi self-driving da destinare a veicoli commerciali RAM e Fiat Professional.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Fonte: Bloomberg
Chiudi i commenti