Sex.com vale 13 milioni

Il celebre nome di dominio dagli evidenti riferimenti sessuali finisce ancora una volta all'asta e cambia proprietà. Il sesso tira ancora in Rete, ma il valore del dominio è stabile

Roma – Nuovo cambio di proprietà per sex.com , il dominio che si è fatto un nome come specchietto per le allodole facile da raggiungere e ideale per vendere advertising e contenuti pornografici. Sex.com è recentemente finito all’asta (privata) ed è stato venduto per 13 milioni di dollari , una cifra notevole ma che non si discosta poi molto da quella fatta registrare durante l’ultimo passaggio di proprietà quattro anni or sono.

Sex.com venne infatti acquistato nel 2006 dalla società Escom LLC per una cifra tra compresa tra i 12 e i 14 milioni di dollari. Escom, che è attualmente in bancarotta, ha recentemente dovuto fare fronte anche alle richieste dell’organizzazione animalista PETA di donare gratuitamente il dominio per una campagna pubblicitaria sulla carica erotica dei vegetariani.

Escom non poteva naturalmente disfarsi del suo investimento in cambio di niente, e dopo una fase tribolata in cui i creditori della società hanno cominciato a litigare sulla messa all’asta del dominio , si è finalmente deciso di affidare all’intermediario Sedo.com le cure della vendita del prezioso asset sessuale.

E Sedo ha infine scelto Clover Holdings Ltd come vincitore dell’asta per il dominio sex.com , valutando la sua offerta di 13 milioni di dollari “la più alta e la migliore” dei 12 acquirenti fattisi avanti. Non è al momento noto in quale modo Clover Holdings deciderà di far fruttare il dominio per recuperare i 13 milioni spesi per il suo acquisto.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti