Sicurezza, nuova mailing list programmazione

I gestori di Sikurezza.org annunciano il varo di "devel"


Roma – Sikurezza.org ha attivato una nuova mailing list, chiamata devel. Mailing list dedicata alla programmazione in particolar modo in ambito sicurezza e networking.

“Sono ben accetti – si legge in una nota – messaggi d’aiuto, messaggi riguardanti implementazioni di algoritmi di vario genere, tecniche di programmazione che possono ledere la sicurezza e metodi per la risoluzione del problema, codice dimostrativo riguardante vulnerabilità, codice che illustra tecniche di programmazione sicura o insicura, pubbliticità di progetti opensource e qualsiasi altra cosa sia relativa all’argomento programmazione”.

Per iscriversi inviare un messaggio(vuoto) a: devel-subscribe@sikurezza.org .

Sikurezza.org è disponibile qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Qui le accuse fioccano !!!
    Ogni mese ce ne è una nuova a carico dell m$ !Solo l'anno scorso non era così o sbaglio ? Magari ricordo male ! :)Chissà che magari in futuro quando compreremo un pc non potremo scegliere l'os che volgiamo ! (e non parlo di asseblati)Io voglio l'Amiga !!!!!!!! :)))
  • Anonimo scrive:
    Rimborso? Che c'entra questo discorso?
    Scusate se mi permetto di far notareai lettori di questo forum chel'articolo presentava un ipotesicompletamente diversa da quella delrichiedere il rimborso di Windowsperche' te lo hanno venduto inbundle con il PC.Andrew Vacco e' contentissimo(?) diusare Windows. Lui ha fatto causa a M$perche' Windows costa troppo.Secondo lui siccome M$ ha una posizionedi monopolio gonfia i prezzi del suosoftware e quindi vuole indietro ladifferenza tra il prezzo gonfiato e quello onesto.
  • Anonimo scrive:
    Windows si puo' rimborsare, lo dice Microsoft
    Nel testo del contratto di licenza che tutti siamo tenuti a leggere prima di cliccare su "accetto" viene detto chiaramente. Ecco la parte del contratto di licenza di Windows XP home e Windows 2000 Professional dove viene detto.(Scusate i caps)QUALORA L'UTENTE NON ACCETTI I TERMINI E LE CONDIZIONI DEL PRESENTE CONTRATTO, ALLORA NON POTRÀ INSTALLARE, COPIARE O UTILIZZARE IL PRODOTTO E DOVRÀ RESTITUIRLO PRONTAMENTE AL RIVENDITORE. IN TALE IPOTESI, QUALORA AL MOMENTO DELL'ACQUISTO IL RIVENDITORE ABBIA EMESSO FATTURA, L'UTENTE POTRÀ OTTENERE IL RIMBORSO DEL PREZZO. DIVERSAMENTE L'UTENTE POTRÀ OTTENERE LA SOSTITUZIONE DEL PRODOTTO SOFTWARE CON ALTRO PRODOTTO DI PARI PREZZO O UN BUONO PER IL FUTURO ACQUISTO DI UN ALTRO PRODOTTO DI PARI PREZZO.Frasi simili sono presenti in tutti i contratti di licenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows si puo' rimborsare, lo dice Microsoft
      - Scritto da: Briareos
      Nel testo del contratto di licenza che tutti
      siamo tenuti a leggere prima di cliccare su
      "accetto" viene detto chiaramente. Ecco la
      parte del contratto di licenza di Windows XP
      home e Windows 2000 Professional dove viene
      detto.Io mi sono fatto rimborsare WinME su un portatile Dell. Ho cominciato a scrivere lettere a Novembre, i soldi sono arrivati ad Aprile. E abito in Svizzera :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows si puo' rimborsare, lo dice Microsoft
      - Scritto da: Briareos
      Nel testo del contratto di licenza che tutti
      siamo tenuti a leggere prima di cliccare su
      "accetto" viene detto chiaramente. Ecco la
      parte del contratto di licenza di Windows XP
      home e Windows 2000 Professional dove viene
      detto.Dear Briareos, il punto della questione non e' questo,non e' per questo che Andrew Vacco gli ha fatto causa. Mr.Vacco non si lamentava del fatto di essere stato costretto a comprare Windowsma del fatto che lo ha pagato troppo. Se non fosse per la posizione di monopolio di M$. Windows non sarebbe cosicaro, Vacco ha chiesto il rimborsodella DIFFERENZA tra il prezzo gonfiatoe quello che sarebbe giusto (+ i danni).LLP, AndCoz
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows si puo' rimborsare, lo dice Microsoft
      - Scritto da: Briareos
      Nel testo del contratto di licenza che tutti
      siamo tenuti a leggere prima di cliccare su
      "accetto" viene detto chiaramente. Ecco la
      parte del contratto di licenza di Windows XP
      home e Windows 2000 Professional dove viene
      detto.

      (Scusate i caps)

      QUALORA L'UTENTE NON ACCETTI I TERMINI E LE
      CONDIZIONI DEL PRESENTE CONTRATTO, ALLORA
      NON POTRÀ INSTALLARE, COPIARE O UTILIZZARE
      IL PRODOTTO E DOVRÀ RESTITUIRLO PRONTAMENTE
      AL RIVENDITORE.

      IN TALE IPOTESI, QUALORA AL MOMENTO
      DELL'ACQUISTO IL RIVENDITORE ABBIA EMESSO
      FATTURA, L'UTENTE POTRÀ OTTENERE IL RIMBORSO
      DEL PREZZO. DIVERSAMENTE L'UTENTE POTRÀ
      OTTENERE LA SOSTITUZIONE DEL PRODOTTO
      SOFTWARE CON ALTRO PRODOTTO DI PARI PREZZO O
      UN BUONO PER IL FUTURO ACQUISTO DI UN ALTRO
      PRODOTTO DI PARI PREZZO.

      Frasi simili sono presenti in tutti i
      contratti di licenza.Si può rimborsare, ma per ottenere il rimborso devi aspettare mesi, non usare Windows neanche una volta, e spesso ti viene negato comunque.Lo so perchè è una vecchia discussione questa del rimborso. E' una tale farsa che non vale neanche la pena di provare.
  • Anonimo scrive:
    Questa volta MS non c'entra
    Quando un produttore hardware decide (di sua libera iniziativa e per motivi di propria convenienza commerciale) di includere alcuni prodotti aggiuntivi al proprio prodotto ha il diritto di farlo e il consumatore non ha il diritto di pretendere l'acquisto separato dei beni. E' come se io comprassi un'auto chiedendola senza ruote e volante perchè ce li voglio mettere io come mi aggrada (nota che un PC senza SO è inutilizzabile tanto quanto un'auto senza volante e ruote). Il venditore ha il diritto di vendermi questo insieme e il compratore quando compra, o compra tutto l'insieme oppure compra un'altra auto (ammesso di trovare qualcuno disposto a vendergliela a questa condizioni).Prendersela con il venditore di volanti o in questo caso con la Microsoft non è corretto. Al massimo bisognerebbe lamentarsene con il produttore di hardware in questione il quale però può facilmente dimostrare che il prodotto "nudo" viene a costare molto di più rispetto al prodotto arricchito in quanto deve mantenerne uno stock apposito, diversi codici prodotto, ecc, a fronte di una minore richiesta commerciale.Lo dimostra il fatto che finora mai nessun produttore hardware (o addirittura la stessa Microsoft) abbia mai subito una causa in tal senso. Qualsiasi avvocato sa bene che le probabilità di presentare una causa simile sono nulle.Trovo buffo questo inneggiare a leggi di controllo da parte di un forum su Internet che dovrebbe testimoniare più di altri la libertà di espressione. La Microsoft come altri produttori non ha falangi armate di persone che vanno a obbligare produttori e consumatori ad acquistare un prodotto. Entrambi acquistano per proprie ragioni ed interessi, giusto o sbagliati che siano, e a giudicare dai numeri acquistano in grandi quantità.Sarà il mercato stesso a richiedere PC nudi o con Linux o qualsiasi altro sistema operativo quando i clienti lo richiederanno. Se per ora non succede, non è con leggi protezionistiche o vessatorie (come i recenti indirizzi di alcune amministrazioni pubbliche) che si cambiano i mercati mondiali.Pensiamo a fare prodotti migliori e dimostriamo che l'opensource è un metodo migliore. Portiamo casi reali di utilizzo senza ricorrere alla solita NASA (alla NASA come in tutte le grandi organizzazioni usano di tutto e di più). I crudi numeri convincono più di qualsiasi leggina passata per proteggere questo o quell'interesse. Se l'IBM e altri big mondiali abbracciano Linux non è certo per proteggere i nostri interessi... lo fanno soltanto per proteggere i propri e allora occorre ben valutare se gli interessi di queste aziende siano davvero coincidenti con i miei e con quelli del movimento opensource.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa volta MS non c'entra
      E' un onore sapere che microsoft scrive su punto informatico.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa volta MS non c'entra
        - Scritto da: Mario
        E' un onore sapere che microsoft scrive su
        punto informatico.Eheheh... difficile accettare le opinioni altrui... meglio cercare di attaccare personalmente l'avversario. Probabilmente non sai chi l'ha scritto, ma ti lascerò nel dubbio.Ti è facile smentire quello che ho scritto. Prova a compare un Mac senza sistema operativo oppure fatti fare un'offerta per una vettura senza ruote.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa volta MS non c'entra
      - Scritto da: Diglett....
      E' come se io comprassi un'auto chiedendola
      senza ruote e volante perchè ce li voglio
      mettere io come mi aggrada (nota che un PC
      senza SO è inutilizzabile tanto quanto
      un'auto senza volante e ruote).....No. E' come se comprassi un videoregistratore e insieme ti facessero comprare anche un paio di film su videocassetta. Tutto sommato potrebbe anche essere una cosa lecita se fosse un'offerta isolata che non riguardasse tutti i videoregistratori in commercio.
      .... Il venditore
      ha il diritto di vendermi questo insieme e
      il compratore quando compra, o compra tutto
      l'insieme oppure compra un'altra auto
      (ammesso di trovare qualcuno disposto a
      vendergliela a questa condizioni).Appunto...

      Prendersela con il venditore di volanti o in
      questo caso con la Microsoft non è corretto.Vallo a dire a Dell e a Hitachi.....http://punto-informatico.it/p.asp?i=39151
      Al massimo bisognerebbe lamentarsene con il
      produttore di hardware in questione il quale
      però può facilmente dimostrare che il
      prodotto "nudo" viene a costare molto di più
      rispetto al prodotto arricchito in quanto
      deve mantenerne uno stock apposito, diversi
      codici prodotto, ecc, a fronte di una minore
      richiesta commerciale.Già.... Perchè allora proporre 2 o 3 HD diversi o la possibilità di avere più memoria ? Guardati questohttp://commerce.euro.dell.com/dellstore/config/frameset.asp?c=853&n=2979&b=31696&m=itl&l=it&s=itdhs&sbc=itdhsdimen&v=dTi puoi configurare tutto. Tranne una cosa. Indovina quale ?
      Lo dimostra il fatto che finora mai nessun
      produttore hardware (o addirittura la stessa
      Microsoft) abbia mai subito una causa in tal
      senso. Qualsiasi avvocato sa bene che le
      probabilità di presentare una causa simile
      sono nulle.Il link lo hai già....http://punto-informatico.it/p.asp?i=39151
      ..... La Microsoft come
      altri produttori non ha falangi armate di
      persone che vanno a obbligare produttori e
      consumatori ad acquistare un prodotto....
      Sarà il mercato stesso a richiedere PC nudi
      o con Linux o qualsiasi altro sistema
      operativo quando i clienti lo richiederanno.Proprio ieri sono andato a chiedere il prezzo di un portatile per installarci Linux.Il portatile che ho visto era bello, le prestazioni più che adeguate e il prezzo tutto sommato ragionevole. Alla domanda se potevo evitare di acquistare anche Windows perchè tanto dovevo metterci Linux mi sono sentito ovviamente rispondere picche...
      Se per ora non succede, non è con leggi
      protezionistiche o vessatorie (come i
      recenti indirizzi di alcune amministrazioni
      pubbliche) che si cambiano i mercati
      mondiali.Non stiamo parlando di leggi vessatorie ma di contratti vessatori...
      Pensiamo a fare prodotti migliori e
      dimostriamo che l'opensource è un metodo
      migliore.....Tutto il resto era discutibile. Ma questo è una st****ata grossa come una casa !!!!Linux può anche essere il peggior sistema operativo esistente sulla faccia della Terra. Ma se io sono così stolto da volero utilizzare sono unicamente fatti miei. E non capisco perchè debba pagare per un sw che non uso. Un conto era anni fa quando un PC costava 4000000 e il DOS 120000. Ma ora Windows è una parte decisamente rilevante sul costo di un PC. In certi casi rappresenta il componente più costoso dopo il monitor. In ogni caso l'opensource centra come i cavoli a merenda, visto che io potrei voler installare un altro s.o. proprietario come BeOS (per la terza volta ti propongo il link che ti ho già postato..) oppure semplicemente una vecchia licenza Windows.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa volta MS non c'entra
        Secondo me sei proprio fuori strada.Qui si stava parlando dei rapporti tra venditore (Dell il negozio sotta casa) ed il consumatore.Non dei rapporti tra Microsoft ed il consumatore.Il tuo discorso, invece, riguarda solo i rapporti tra Microsoft e i produttori come Dell e altri che per qualche clausola vessatoria, forse, sono stati costretti a vendere i loro PC con Windows e non con altri SO.In effetti l'esempio del Mac è calzante. Prova ad acquista un Mac e vedi se te lo vendono senza SO.Tieni a mente il centro della discussione: rapporti tra venditore al dettaglio e consumatore.
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa volta MS non c'entra
          - Scritto da: Kronos75
          Secondo me sei proprio fuori strada.
          Qui si stava parlando dei rapporti tra
          venditore (Dell il negozio sotta casa) ed il
          consumatore.
          Non dei rapporti tra Microsoft ed il
          consumatore.Certo che si parla dei rapporti fra venditore e consumatore.
          Il tuo discorso, invece, riguarda solo i
          rapporti tra Microsoft e i produttori come
          Dell e altri che per qualche clausola
          vessatoria, forse, sono stati costretti a
          vendere i loro PC con Windows e non con
          altri SO.Ma se M$ interferisce fra questi rapporti se permetti io mi sento autorizzato ad incazzarmi.Il punto demmai è se la colpa è di M$ che ricatta i produttori o dei produttori che cedono al ricatto?
          In effetti l'esempio del Mac è calzante.
          Prova ad acquista un Mac e vedi se te lo
          vendono senza SO.Ci sono alcune piccole differenze:1) I computer Mac sono un solo marchio e non la quasi totalità.2) I computer Mac sono prodotti dalla Apple che fa anche il s.o. Il tutto è quindi pensato come un prodotto unico. Non c'è quindi ovviamente nessuna interferenza.3) Io i computer Mac non li compro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa volta MS non c'entra
      A differenza di un' auto senza ruote, un PC senza Windows si può usare, quindi il discorso non è corretto. Inoltre la legge consentirebbe di richiedere l' acquisto separato di beni abbinati.Grazie a M$, mi sono trovato a spendere mezzo milione di vecchie lire in più per il mio portatile per avere un Windows XP Home che uso come zeppa per il tavolo perché sul portatile mi serve la Mandrake 8.2.Lo so che si può chiedere il rimborso, ma chi è che ha il tempo per stare ore a telefono con la Acer ?E d' altronde la Acer non vende portatili senza sistema operativo, e questo è *ILLEGALE*, ma d' altronde gli ultimi 3 o 4 goveri hanno fatto a gara ad essere ossequiosi coi produttori.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa volta MS non c'entra
        - Scritto da: Taumaturgo
        A differenza di un' auto senza ruote, un PC
        senza Windows si può usare, quindi il
        discorso non è corretto. Inoltre la legge
        consentirebbe di richiedere l' acquisto
        separato di beni abbinati.In realta' anche un'auto senza ruote la puoi usare.La differenza e' che puoi sempre montare i tuoi cerchi in lega ultrafighi che usavi con l'auto precendente e rivendere le 4 ruote che ti ha "ammollato" il concessionario.Questo non vale con le licenze windows in bundle.
        Grazie a M$, mi sono trovato a spendere
        mezzo milione di vecchie lire in più per il
        mio portatile per avere un Windows XP Home
        che uso come zeppa per il tavolo perché sul
        portatile mi serve la Mandrake 8.2.Ah beh... io per fortuna mi sono limitato a un windows98 (si, il mio ferro e' un po' datato)
        Lo so che si può chiedere il rimborso, ma
        chi è che ha il tempo per stare ore a
        telefono con la Acer ?
        E d' altronde la Acer non vende portatili
        senza sistema operativo, e questo è
        *ILLEGALE*, ma d' altronde gli ultimi 3 o 4
        goveri hanno fatto a gara ad essere
        ossequiosi coi produttori.....Anche io ho un Acer.. e' un ottimo laptop pero' e' vero che la casa produttrice ha una politica di puro servilismo nei confronti M$ e spesso ignora l'esistenza di altri OS :(Qualcuno sa quali case vendono portatili senza OS? (il destop me lo assemblo da solo ma con il laptop ho un po' di problemi ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa volta MS non c'entra
          prova a dare un occhio qua':http://www.linux-laptop.net/buona fortuna- Scritto da: Dixie


          - Scritto da: Taumaturgo

          A differenza di un' auto senza ruote, un
          PC

          senza Windows si può usare, quindi il

          discorso non è corretto. Inoltre la legge

          consentirebbe di richiedere l' acquisto

          separato di beni abbinati.

          In realta' anche un'auto senza ruote la puoi
          usare.
          La differenza e' che puoi sempre montare i
          tuoi cerchi in lega ultrafighi che usavi con
          l'auto precendente e rivendere le 4 ruote
          che ti ha "ammollato" il concessionario.
          Questo non vale con le licenze windows in
          bundle.


          Grazie a M$, mi sono trovato a spendere

          mezzo milione di vecchie lire in più per
          il

          mio portatile per avere un Windows XP Home

          che uso come zeppa per il tavolo perché
          sul

          portatile mi serve la Mandrake 8.2.

          Ah beh... io per fortuna mi sono limitato a
          un windows98 (si, il mio ferro e' un po'
          datato)


          Lo so che si può chiedere il rimborso, ma

          chi è che ha il tempo per stare ore a

          telefono con la Acer ?

          E d' altronde la Acer non vende portatili

          senza sistema operativo, e questo è

          *ILLEGALE*, ma d' altronde gli ultimi 3 o
          4

          goveri hanno fatto a gara ad essere

          ossequiosi coi produttori.....

          Anche io ho un Acer.. e' un ottimo laptop
          pero' e' vero che la casa produttrice ha una
          politica di puro servilismo nei confronti M$
          e spesso ignora l'esistenza di altri OS :(

          Qualcuno sa quali case vendono portatili
          senza OS? (il destop me lo assemblo da solo
          ma con il laptop ho un po' di problemi ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa volta MS non c'entra
          Bisogna ricorrere ai portatili assemblati.Non è una chimera esistono.Ad esempio la Vobis ne propone di propri; a Roma la Planet (consorzio locale delle provincie di Roma e Viterbo per ora) propone i propri laptop costruiti su misura.Attenzione, si possono scegliere alcuni componenti hw, non tutti; però problemi vi sono anche in questo caso. I problemi riguardano l'hw; in generale l'hw è di prima qualità e soprattutto vengono fornite parti hw di cui un'ut. può non aver bisogno; il fatto è che l'aziende che lo fanno (pochissime) questo servizio, puntano sui minori costi a parità di hw dovuto alla mancanza di sw; ovviamente tentano di ampliare la differenza rispetto alle offerte Laptop+o.s.+sw, dando un portatile che a parità di costo offre molto più hw. Inevitabile quindi che puntino sull'abbondanza e sulla qualità di hw, anche se all'ut. medio magari non serve e potrebbe risparmiare, acquistando solo l'hw che gli serve.E' il mio caso, ho tentato di comprare alla Planet un portatile, ma visto che mi veniva a costare di più dell'Acer 212 TXV (con win ME), ho dovuto optare per quest'ultimo (ho preso in considerazione altre offerte, come il Compaq Armada 700 che costa molto di meno, ma la matrice XTFT dell'Acer è imbattibile, e mi piaceva). Purtroppo alla Planet ricevevo si un portatile di più alta qualità e miglior hw (miglior rapporto (qualità+hw)/prezzo), ma io non sapevo che farci con la porta wire, con la straordinaria scheda grafica, il celeron a 1000 Mhz, etc.; li avrei pagati all'incirca 700.000 di più, non avrei utilizzato convenientemente quell'hw in più, e facendo il sistemista UNIX tra 2-3 anni dovrei cmq comprarne uno più adeguato al periodo e quindi proprio quando quell'hw in più avrebbe acquisito una certa importanza, non utilizzavo il portatile.Tutto questo è determinato dalla poca scelta di aziende che svolgono questo servizio; l'Acer 212 TXV con solo win ME + antivirus, era la scelta obbligata per me. Nel mio caso poi il sw era poco e quindi il peso sull'acquisto del portatile non rilevante. Ma quando vi sono configurazioni con tanto sw, il peso può arrivare ai 400 ?.Per il rimborso va considerato che: il produttore del portatile non rimborsa il sw come si paga al negozio, ma come l'ha pagato lui stesso (win ME ad esempio circa 50 ?), facendo parte del pacchetto; che in Italia per problemi di fiscalità, dopo mesi di telefonate, racc., etc. (l'azienda tenta sempre di scoraggiarti, anche per evitare esempi e problemi con M$, che teme per il fronte pirateria), l'azienda non ti restituisce i soldi, ma buoni sconto per l'acquisto di loro prodotti.Va tenuto presente altresì che ciò che rimborsa l'azienda è il sw di cui nella lic. è responsabile (M$, è l'unica ad imporglielo), per il restante sw (antivirus ad esempio = 20 ? circa) occorre rivolgersi direttamente all'azienda produttrice dello stesso.Effettivamente in EU, nessuna azienda può rilasciare un computer con imposta una sola possibilità di scelta (ed ora anche in USA, essendo stata ritenuta M$ colpevole d'abuso di monopolio), ma se non esposto, deve dare cmq almeno la possibilità all'ut. d'ordinare lo stesso il prodotto senza o.s., è illegale non farlo.Purtroppo per l'interesse dell'azienda, e per l'interesse forte di M$, questa legge viene violata. Essenzialmente i problemi all'attuazzione di ciò mper l'azienda, nascerebbero con M$; quindi la stessa preferisce violare la legge.Per rimediare a ciò, non rimane che una causa collettiva, che magari approdando in cassazione, regoli meglio la legge in materia; e anche rivolgersi all'antitrust.Possiamo organizzarci tramite le associazioni dei consumatori che si rivolgono frequentemente all'anti-trust. Chi ha idee in proposito, le riporti; se stiamo sempre senza far niente, non ci possiamo lamentare poi.Infine una nota per chi possedesse un portatile come il mio.Sull'Acer 212 TXV si può installare tranquillamente Linux e *BSD; è cmq un pò più difficoltoso rispetto ad altri portatili; chi volesse informazioni al riguardo, magari lo scriva.Con Linux è possibile vedere anche i filmati sul DVD, un'unica nota: come tutti sanno Linux non gode di tutti i formati proprietari sul DVD; per cui alcune librerie per vedere i filmati devono essere illegali. Un visualizzatore buono è l'Mplayer.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa volta MS non c'entra
        Un PC senza so si può usare?cavolo, sono rimasto parecchio indietro in questo campo!!Qui o si continua a non capire, o molto più probabilmente, per difendere il propio linuxismo imperante si arriva persino a travisare la realtà.Il paragone calza alla grande: l'auto senza ruote è come il pc senza so.Se cerchiamo col lumicino qualche pazzo patito dell'aderenza che odia una tal marca e ne adora un'altra, è capace che faccia proprio gli stessi discorsi di voi linuxari: "Non la voglio la Fiat con le Good Year, voglio essere libero di mettere le Michelin".E' la stessa identica cosa di quelli che chiedono "non lo voglio il pc con windows, voglio essere libero di mettere Linux"!- Scritto da: Taumaturgo
        A differenza di un' auto senza ruote, un PC
        senza Windows si può usare, quindi il
        discorso non è corretto. Inoltre la legge
        consentirebbe di richiedere l' acquisto
        separato di beni abbinati.

        Grazie a M$, mi sono trovato a spendere
        mezzo milione di vecchie lire in più per il
        mio portatile per avere un Windows XP Home
        che uso come zeppa per il tavolo perché sul
        portatile mi serve la Mandrake 8.2.

        Lo so che si può chiedere il rimborso, ma
        chi è che ha il tempo per stare ore a
        telefono con la Acer ?
        E d' altronde la Acer non vende portatili
        senza sistema operativo, e questo è
        *ILLEGALE*, ma d' altronde gli ultimi 3 o 4
        goveri hanno fatto a gara ad essere
        ossequiosi coi produttori.....
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa volta MS non c'entra

          Il paragone calza alla grande: l'auto senza
          ruote è come il pc senza so.il paragone calzerebbe se il maggiore produttore di pneumatici tentasse di modificare o di far modificare gli autoveicoli in modo tale che cambiare marca di ruote (cerchi e/o pneumatici) sia estremamente disagevole. E se lo stesso produttore non tentasse di "correggere" le strade (leggi internet e relativi protocolli, ad esempio) in modo da favorire i propri prodotti. E se quel produttore non tentasse di chiedere a tutti i rivenditori di autoveicoli di segnalare chiunque faccia scelte differenti riguardo alle ruote. E se il produttore (sempre lui) ti vendesse le ruote abbinate un preciso autoveicolo, impedendoti di rivenderle o di regalarle... devo continuare?ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa volta MS non c'entra

          - Scritto da: Taumaturgo

          A differenza di un' auto senza ruote, un PC

          senza Windows si può usare, quindi il

          discorso non è corretto. - Scritto da: zuzu
          Un PC senza so si può usare?
          cavolo, sono rimasto parecchio indietro in
          questo campo!!
          Qui o si continua a non capire, o molto più
          probabilmente, per difendere il propio
          linuxismo imperante si arriva persino a
          travisare la realtà.
          Il paragone calza alla grande: l'auto senza
          ruote è come il pc senza so.Peccato che il post a cui hai risposto diceva che "un PC senza WINDOWS si puo' usare". E' un po` differente...
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa volta MS non c'entra
          Il paragone, invece, non calza perfettamente: le ruote da utilizzare, o meglio l'accopiata cerchione-pneumatico, e' obbligatoria, OMOLOGATA per legge e riportata sul Libretto di Circolazione e temo che un concessionario, proprio per gli obblighi di legge, sia costretto a ordinare e vendere un'auto con le ruote. Dopo puoi anche cambiarle, ma prova a sbagliare con le misure e potresti avere grossi guai legali (vigili e assicurazioni, in caso di incidente).Un PC DOVREBBE essere acquistabile anche senza O.S., perche':1. ne ho gia' uno vecchio (il mio caro MS-DOS 6.22 ;-)2. sono strafigo e me lo scrivo da solo... :-DDD3. qualcuno piu' bravo di me l'ha gia' scritto ed e' gratis : LINUXUn'automobile deve essere OMOLOGATA con ruote perche' "gira" in strada e in caso di "guasto" puo' essere pericolosa per il conducente e per gli altri.Gli O.S. "girano" solo sui nostri PC, al massimo i danni sono virtuali, ma in ogni caso tutti i produttori di SW danno garanzie limitatissime, se non nulle..., sulla corretta funzionalita' di quanto VENDONO o IMPONGONO...Dunque, a mio avviso, il paragone con le ruote, ed in toto con un auto, non calza: proviamo con un frigo con cibo surgelato o in scatola monomarca... non rimborsabile... ;-)Ciao! - Scritto da: zuzu
          Un PC senza so si può usare?
          cavolo, sono rimasto parecchio indietro in
          questo campo!!
          Qui o si continua a non capire, o molto più
          probabilmente, per difendere il propio
          linuxismo imperante si arriva persino a
          travisare la realtà.
          Il paragone calza alla grande: l'auto senza
          ruote è come il pc senza so.
          Se cerchiamo col lumicino qualche pazzo
          patito dell'aderenza che odia una tal marca
          e ne adora un'altra, è capace che faccia
          proprio gli stessi discorsi di voi linuxari:
          "Non la voglio la Fiat con le Good Year,
          voglio essere libero di mettere le
          Michelin".
          E' la stessa identica cosa di quelli che
          chiedono "non lo voglio il pc con windows,
          voglio essere libero di mettere Linux"!

          - Scritto da: Taumaturgo

          A differenza di un' auto senza ruote, un
          PC

          senza Windows si può usare, quindi il

          discorso non è corretto. Inoltre la legge

          consentirebbe di richiedere l' acquisto

          separato di beni abbinati.



          Grazie a M$, mi sono trovato a spendere

          mezzo milione di vecchie lire in più per
          il

          mio portatile per avere un Windows XP Home

          che uso come zeppa per il tavolo perché
          sul

          portatile mi serve la Mandrake 8.2.



          Lo so che si può chiedere il rimborso, ma

          chi è che ha il tempo per stare ore a

          telefono con la Acer ?

          E d' altronde la Acer non vende portatili

          senza sistema operativo, e questo è

          *ILLEGALE*, ma d' altronde gli ultimi 3 o
          4

          goveri hanno fatto a gara ad essere

          ossequiosi coi produttori.....
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa volta MS non c'entra
          - Scritto da: zuzu
          Un PC senza so si può usare?.....
          Se cerchiamo col lumicino qualche pazzo
          patito dell'aderenza che odia una tal marca
          e ne adora un'altra, è capace che faccia
          proprio gli stessi discorsi di voi linuxari:
          "Non la voglio la Fiat con le Good Year,
          voglio essere libero di mettere le
          Michelin".
          E' la stessa identica cosa di quelli che
          chiedono "non lo voglio il pc con windows,
          voglio essere libero di mettere Linux"!Quindi visto che comunque sul PC un s.o. ci vuole allora tanto vale tenersi Windows e non rompere i coglioni.In effetti mi sono sempre chiesto perchè esistano tante case automobilistiche, tanti produttori di elettrodomestici, tanti marchi di vestiario, tanti generi diversi di film, tante ricette diverse di cucina.....Anzi io proporrei una cosa: cerchiamo una donna che vada bene per tutti e cloniamola. Poi siccome anche le donne (ormai tutte uguali..) hanno i loro diritti, facciamo lo stesso lavoro con gli uomini.Alla fine avremo uomini e donne tutti uguali, che vestono uguali, viaggano sulla stesso modello di auto, mangiano le stesse cose, ecc. ecc.Non c'è che dire: un mondo perfetto !!!!
  • Anonimo scrive:
    Che me ne faccio..
    ...del SO incluso nel PC che compro, che tra l'altro pago, se dopo formatto tutto e ci metto *BSD, Linux o BeOS ???!!!Io voglio il PC senza SO e quindi senza il costo aggiuntivo della licenza (che, tra l'altro, se non ricordo male è valida solo per quella macchina) !!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che me ne faccio..
      - Scritto da: expo
      ...del SO incluso nel PC che compro, che tra
      l'altro pago, se dopo formatto tutto e ci
      metto *BSD, Linux o BeOS ???!!!
      Io voglio il PC senza SO e quindi senza il
      costo aggiuntivo della licenza (che, tra
      l'altro, se non ricordo male è valida solo
      per quella macchina) !!Hai ragione. Ma perchè non ci rivolgiamo a un'associazione consumatori?? Qualcosa si potrà fare di sicuro.1 perchè ho il diritto di comprare un pc senza pagare un so che non voglio usare2 perchè anche se volessi usare il so che ho pagato, ho il diritto di usarlo su una macchina diversa, che magari avevo giàQuello che fa Ms non può essere legale!
      • Anonimo scrive:
        Re: Che me ne faccio..

        Hai ragione. Ma perchè non ci rivolgiamo a
        un'associazione consumatori?? Qualcosa si
        potrà fare di sicuro.Io ci sto provando.Ho comprato un Acer, ho rifiutato la licenza e formattato tutto installando Linux.Ora ho chiesto assistenza ad Altroconsumo per farmi rimborsare winME dalla Acer.Ma la vedo dura...
    • Anonimo scrive:
      Re: Che me ne faccio..
      - Scritto da: expo
      ...del SO incluso nel PC che compro, che tra
      l'altro pago, se dopo formatto tutto e ci
      metto *BSD, Linux o BeOS ???!!!
      Io voglio il PC senza SO e quindi senza il
      costo aggiuntivo della licenza (che, tra
      l'altro, se non ricordo male è valida solo
      per quella macchina) !!Mai provato a comprare un PC assemblato ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Che me ne faccio..
      Anche se come discorso di fondo puoi aver ragione, il merito della richiesta è errato.O per lo meno, i destinatari delle tue ire devono essere i produttori di personal computer o i rivenditori, non Microsoft. Questo perchè sono loro che abbinano i due prodotti (il pc al SO).Io per esempio, acquisto i pc su HiBit (non voglio fare pubblicità, è solo il rivenditore che conosco e serve da esempio), li assemblo come voglio ed alla fine posso scegliere se voglio Windows, linux o nessun SO, risparmiando in questo caso (se non ricordo male) circa 90 ?. Mi sembra pretenzioso e ingiusto acquistare un pc sapendo che ha quel SO e poi richiederne la restituzione. Non dovevi comprarlo, allora. E' un po la stessa cosa di un automobilista che va a comprare una fiat e poi vuole farsi restituire i soldi delle gomme Firestone perche lui ama e si fida delle Michelin. Scusa ma che senso ha? Chiunque con un po' di senno aspetta di aver finito le gomme, e poi le sostituisce con quelle che vuole.Ci sono rivenditori che permettono di non acquistare Microsoft in bundle, non trovo giusto recarsi da chi lo include e poi chiedere il rimborso.Saluti.- Scritto da: expo
      ...del SO incluso nel PC che compro, che tra
      l'altro pago, se dopo formatto tutto e ci
      metto *BSD, Linux o BeOS ???!!!
      Io voglio il PC senza SO e quindi senza il
      costo aggiuntivo della licenza (che, tra
      l'altro, se non ricordo male è valida solo
      per quella macchina) !!
  • Anonimo scrive:
    idee rivoluzionarie
    Quando una società mette in pratica politiche scorrette, la vera vittima è l'utente finale. Si certo, anche Sun, Netscape, Compaq, Dell, Red Hat, Be, Liberate e altri, ma MAI QUANTO L'UTENTE. Anche perchè in questo caso, di utenti ce ne sono centinaia di milioni.Il fatto che un concorrente possa fare causa e un utente no, significa solo che le leggi attualmente esistenti sono primitive e sfiorano il ridicolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: idee rivoluzionarie
      - Scritto da: Federico
      Il fatto che un concorrente possa fare causa
      e un utente no, significa solo che le leggi
      attualmente esistenti sono primitive e
      sfiorano il ridicolo.No, tutt'altro... significa solo che la giustizia e' uguale per tutti, negli Stati Uniti come in Italia :)Di Pietro, pensaci tu!
Chiudi i commenti