Silenzio, parla Jammie Thomas

Racconta le sue vicissitudini la mamma pirata, accusata di aver condiviso 24 file che potrebbero costarle oltre 9mila dollari l'uno. Affrontate la RIAA in tribunale: questo il suo appello

Roma – “Sono stata accusata di essere responsabile della violazione del copyright senza che l’accusa dovesse provare che ne fossi consapevole (…). Questo non mi sembra giusto, questo mi dà la forza di lottare”. Così ha parlato mamma Jammie sulle pagine di P2P Net .

Jammie Thomas si è dimostrata risoluta, nonostante sul suo capo pesino l’ accusa di aver condiviso 24 file e una multa per 220mila dollari . Ha affrontato di petto la battaglia con l’industria dei contenuti, che sparge il terrore fra i netizen riversando solo sugli ISP americani decine di migliaia di richieste di subpoena .

Mamma Jammie con i figli
Jammie, stupita di essere assurta ad eroina, confessa di non aver mai desiderato una tale popolarità , né di aver voluto cavalcare l’onda delle proteste contro l’industria dei contenuti per guadagnare supporto e attenzione a colpi di forum , blog e raccolte fondi . Desiderava piuttosto dare il buon esempio ai figli, insegnare loro a combattere per difendere i propri diritti, lesi soprattutto nel caso in cui si venga accusati di una colpa mai commessa, situazione non rara nei casi di di file sharing .

Se il dibattere in rete è via via sempre più fervente, fervida è la fantasia dei giornalisti nel caso di mamma Jammie, che hanno in numerose occasioni tappato i buchi in maniera sensazionalistica, abbozzando nei loro servizi “mezze verità, congetture o deliberate menzogne”. Jammie coglie l’occasione e la visibilità per fare chiarezza su qualche fraintendimento.

Ad esempio non c’è nessun appello in corso. Il processo è finito. Quello che Jammie sta facendo ora, al contrario di quanto riportato dalla stampa internazionale forse poco avvezza alle procedure dell’ordinamento statunitense, è una mozione post-processuale . Si tratta di uno strumento con cui si tenta di decostruire l’accusa sostenendone l’incostituzionalità. La strada è in salita ma Jammie persisterà nel suo tentativo di convincere i giudici che un indirizzo IP non possa in alcun modo identificare una persona .

Qualche rimpianto? Jammie spiega che avrebbe potuto cedere alle proposte di RIAA e accordarsi per un rimborso, che si sarebbe rivelato indubbiamente meno consistente della multa da 9mila dollari a brano. Tutto sarebbe stato meno complesso e meno rumoroso, ma le etichette l’avrebbero avuta vinta per l’ennesima volta.

È per questo che Jammie non intende agire come una vittima sacrificale immolata dalla RIAA sull’altare della deterrenza. È per questo che invita altre persone accusate a non chinare il capo di fronte all’industria dei contenuti: “Più persone decideranno di difendersi dalle accuse, più dispendioso sarà per la RIAA intentare queste cause, e saranno sempre meno le risorse che RIAA potrà impugnare per scagliarsi contro altri”.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Tac scrive:
    Perfino la stampa nazionale
    Perfino la stampa nazionale è stata meno ignorante.Complimenti per il pessimo articolo (e titolo)
    • krass scrive:
      Re: Perfino la stampa nazionale
      - Scritto da: Tac
      Perfino la stampa nazionale è stata meno
      ignorante.
      Complimenti per il pessimo articolo (e titolo)un altro che non sa leggere (troll4)
  • cadsrgfsedc vdasfgref scrive:
    accendere il cervello
    a tutti gli intelligentoni di sopra che sparlano senza sapere e senza un minimo di logica, che forse il giudice ha avuto, avete mai letto http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Pagina_principalee poi leggetevi una pagina di wikipedia, forse parte dalla vostra abissale ignoranza si chiudera
  • Obbliga Torio scrive:
    uei discrasia...
    "condizione di squilibrio, stato di caos"il titolo serve a farsi notare.obiettivo raggiunto.
  • per pochi ma non per tutti scrive:
    la legge e' QUASI UGUALE PER TUTTI
    ECCO L'ECCEZIONE CHE CONFERMA LA REGOLA.Come hanno gia' ribadito in molti, un blogger pubblica una notizia, sito chiuso.Qualche volta e' successo che il sito chiudesse anche per un commento lasciato sul sito di cui l'autore non ne ha nessuna colpa.Invece wikipedia, la passa liscia.Ho deciso faccio anche io una bella diffamikipedia.Comincio a offendere tutti, senza distinzione, poi metto una clausola che io non sono responsabili dei contenuti perche' io veicolo solamente.
  • Skywalker scrive:
    Affaire Altern.org e Estelle Halliday
    ...questa notizia mi lascia basito!Nel 1999 Valentine Lacambre, un pioniere di Internet in Francia, chiuse il suo sito Altern.org, dove chiunque poteva creare un sito e avere una email gratuitamente, semplicemente creandosi un'utenza, perché un imbecille su circa 20.000 mise una foto di Estelle Hallyday nuda (foto ricava scandendo una vecchia pagina di un vecchio giornale che aveva pubblicato questa suo "peccato" di gioventù).Mme Hollyday ottenne il sequestro dell'intero sito e la condanna di Mr. Lacambre perché, malgrado questi avesse messo a disposizione i log con gli IP e l'attività dell'utenza incriminata, non chiedeva a chi si iscriveva di identificarsi (come se avesse senso, visto che qualunque iscrizione si fa con un indirizzo email a perdere, per esigenze di spam, e non certo mostrando la carta d'identità). Ergo nessuno, gendarmerie inclusa, si preoccupò di trovare il vero "pubblicatore", Valentine Lacambre fu condannato a pagare una pesante multa (pagata con una sottoscrizione dagli altri 19.999 utenti del suo servizio gratuito) e il Parlamento Francese approvò una legge che stabiliva la responsabilità oggettiva degli host qualora questi non identificassero preventivamente gli utenti. Mr. Lacambre, visto che non ci guadagnava nulla e che non poteva certo identificare utenti che arrivavano dai 5 continenti, chiuse baracca e burattini, chiudendo un servizio che era gratuito e privo di qualunque pubblicità, tornando a concentrarsi solo sul lato business della sua azienda.Visto che all'epoca ero uno degli altri 19.999 che rimase a piedi, mi sembra ben strano che ora si affermi esattamente il contrario. Oddio, mi piacerebbe, ma non vorrei illudermi troppo....Qui un po' di storiahttp://www.altern.com/alternb/defense/http://fr.wikipedia.org/wiki/Altern
    • ... scrive:
      Re: Affaire Altern.org e Estelle Halliday
      Domandati questo: chi codesto Valentine Lacambre ?Un signor nessuno (tanto è vero che scopro adesso che sia esistito un tizio così che ha aperto un sito cosà...)Chi ci sarà dietro a wikipedia che diventa automaticamente intoccabile ?Mistero... almeno per noi, non certo per il giudice che appena avrà letto qualche nome importante ha subito cambiato opinione se mai ne aveva una.2 pesi 2 misure o nella più classica e meno complottistica delle ipotesi semplicemente a venire diffamato non era nessuno di importante per il giudice.Funziona sempre così: se a rimetterci è il povero cristo, due parole di cordoglio e tanti saluti ma se rischiare è qualcuno di importante allora di colpo si riscoprono tante cose che prima passavano in cavalleria tra le quali il diritto a non venire diffamati.
      • QUOTONE scrive:
        Re: Affaire Altern.org e Estelle Halliday
        - Scritto da: ...
        Domandati questo: chi codesto Valentine Lacambre ?

        Un signor nessuno (tanto è vero che scopro adesso
        che sia esistito un tizio così che ha aperto un
        sito
        cosà...)

        Chi ci sarà dietro a wikipedia che diventa
        automaticamente intoccabile
        ?

        Mistero... almeno per noi, non certo per il
        giudice che appena avrà letto qualche nome
        importante ha subito cambiato opinione se mai ne
        aveva
        una.

        2 pesi 2 misure o nella più classica e meno
        complottistica delle ipotesi semplicemente a
        venire diffamato non era nessuno di importante
        per il
        giudice.

        Funziona sempre così: se a rimetterci è il povero
        cristo, due parole di cordoglio e tanti saluti ma
        se rischiare è qualcuno di importante allora di
        colpo si riscoprono tante cose che prima
        passavano in cavalleria tra le quali il diritto a
        non venire
        diffamati.Hai ragione straquoto alla grande, se ad essere diffamato era un personaggio importante il povero cristo era su blogspot, gia' avevano buttato via le chiavi.Che schifo!
        • Mizar scrive:
          Re: Affaire Altern.org e Estelle Halliday
          A dire il vero, la risposta c'è nell'articolo: nel giugno del 2004 la Francia si è data una nuova legge. L'episodio sopra ricordato e l'ampia eco che ha avuto nel mondo degli internauti deve aver convito il legislatore francese della necessità di invertir rotta.
  • Manter scrive:
    Quindi wiki può scrivere che gli pare
    Quindi wikipedia può scrivere che c***o gli pare e spararlo on line in tutto il pianeta ?ficoooooo....Cioè non esiste nessun tipo di filtro, ognuno può andare lì e scrivere qualunque p******a su chiunque e wikipedia la pubblicherà immediatamente senza tanti problemi e la sgamerà sempre ?superficoooooHo giusto un paio di persone che mi stanno sulle OO alla stragrande, mo preparo un bell'articoletto da spararci sopra
    • dgs scrive:
      Re: Quindi wiki può scrivere che gli pare
      un altro imbecille! se scrivi cose su un tizio qualunque questo ti viene cancellato in meno di un minuto, il problema è se pensi di diffamare un personaggio noto, ma non credere che gli altri autori non guardino le pagine da loro scritte, appena ci provi massimo il giorno dopo ti avvrenno già beccato. cresci
    • Paperprise scrive:
      Re: Quindi wiki può scrivere che gli pare
      - Scritto da: Manter
      Quindi wikipedia può scrivere che c***o gli pare
      e spararlo on line in tutto il pianeta ?Wiki e' un oggetto, nella fattispecie un software e da solo non e' in grado di scrivere proprio niente.
      Cioè non esiste nessun tipo di filtro, ognuno può
      andare lì e scrivere qualunque p******a su
      chiunque e wikipedia la pubblicherà
      immediatamente senza tanti problemi e la sgamerà
      sempre ?
      superficoooooE' esattamente cosi' che funziona, rimane la parte comune ma quella eliminata e lo storico e' accedibile da qualsiasi iscritto.
      Ho giusto un paio di persone che mi stanno sulle
      OO alla stragrande,
      mo preparo un bell'articoletto da spararci sopraEcco bravo, fai cosi', non vedo l'ora che torni a raccontarci la tua azione con link e tutto.
      • Manter scrive:
        Re: Quindi wiki può scrivere che gli pare
        - Scritto da: Paperprise
        E' esattamente cosi' che funziona, rimane la
        parte comune ma quella eliminata e lo storico e'
        accedibile da qualsiasi iscritto.forse non hai capito la gravità della situazione:se domani uno scrive un bell'articolo su come costruire un'ordigno esplosivo con materiali facilmente reperibili e qualcun altro leggendolo nello storico, comune o doveca***otipare-posto ne costruisse un tot e li usasse per far saltare il mercato dove è solito andare tua madrepensa wikipedia la passerebbe lisciase ti pensa giusto ...
        • La Comunità scrive:
          Re: Quindi wiki può scrivere che gli pare
          - Scritto da: Manter
          forse non hai capito la gravità della situazione:
          se domani uno scrive un bell'articolo su come
          costruire un'ordigno esplosivo con materiali
          facilmente reperibili e qualcun altro leggendolo
          nello storico, comune o doveca***otipare-posto ne
          costruisse un tot e li usasse per far saltare il
          mercato dove è solito andare tua
          madre

          pensa wikipedia la passerebbe lisciaForse TU non hai capito la gravità di quanto stai dicendo:come costruire una bomba si trova su qualunque libro di chimica.Pensa qualcuno potrebbe imparare da quel libro come costruire una bomba e fare una strage... e PENSA: questa assurda società cercherebbe di dare la colpa a quel povero cristo che non ha fatto altro che piazzare la bomba, invece di farla pagare a quei maledetti assassini che hanno scritto il libro!!!Ti rendi conto delle ca**ate che dici o no?
          • Manter scrive:
            Re: Quindi wiki può scrivere che gli pare
            - Scritto da: La Comunità
            Forse TU non hai capito la gravità di quanto stai
            dicendo:
            come costruire una bomba si trova su qualunque
            libro di chimica.ma lo fate o lo siete ?una cosa è scrivere una roba del tipo "La sostanza Y in forma pura è altamente infiammabile, specialmente se in polvere"un'altra è scrivere"per fare una bomba casereccia mescolate i liquidi A + B + C e metteteli a cuocere x 10 minuti non un sec.di più, poi agganciate un timer che emetta una tensione di X volt chiudendo il circuito con 2 fili nell'impasto. E x una maggior impatto circondate la bomba... ops la "prova odierna di laboratorio" con **** ed altro materiale atto ad offendere. Posizionate il tutto in un luogo affollato. Allontanatevi e premete il pulsante"un altro esempio ?a bèh se proprio ci si può scriverci sopra qualunque cosa, al fine di mostrare come funzionano ci possiamo mettere un elenco di nominativi di carte di credito e relativi numeri di sblocco, pronte x essere utilizzate in internetNO, NON si può scrivere tuttoesistono dei limiti (quantomeno imposti dal buonsenso) ed anche wiki o qualunque altra vaccata esisterà in futuro dovrebbe rispettarli
          • LSDchimi scrive:
            Re: Quindi wiki può scrivere che gli pare
            - Scritto da: Manter
            - Scritto da: La Comunità

            Forse TU non hai capito la gravità di quanto

            stai dicendo: come costruire una bomba si

            trova su qualunque libro di chimica.
            ma lo fate o lo siete ?Ma tu ci fai o sei proprio un povero ignorante che non e' arrivato oltre la quinta elementare ? Me lo chiedo perche' chiunque sia arrivato almeno alle medie dovrebbe aver capito che non ti viene mai insegnata la strada per il fine ma il metodo per trovare il modo di arrivarci.
            una cosa è scrivere una roba del tipo
            "La sostanza Y in forma pura è altamente
            infiammabile, specialmente se in polvere"Ovvio e da li' capisci quello che devi fare, in base all'indice di infiammabilita' e soprattutto alle caratteristiche chimiche, e' una (non) semplice tabella incrociando la quale puoi trovare i migliori rapporti tra i valori di entalpia di esplosione. Per non far sapere queste informazioni e' sufficente impedire alla gente di studiare termodinamica.
            un'altra è scrivere "per fare una bomba
            casereccia mescolate i liquidi A + B + C
            e metteteli a cuocere x 10 minuti non un
            sec.di più, poi agganciate un timer che
            emetta una tensione di X volt chiudendo il
            circuito con 2 fili nell'impasto. E x una maggior
            impatto circondate la bomba... ops la "prova
            odierna di laboratorio" con **** ed altro
            materiale atto ad offendere. Posizionate il tutto
            in un luogo affollato. Allontanatevi e premete il
            pulsante"Chiunque anche per hobby abbia studiato un po' di chimica e di elettronica e' in grado di scriverti le informazioni che richiedi, ma e' anche vero che se ti interessa fare esplosivi ti conviene strudiare queste due materie e da quel momento non ti servono piu' le istruzioni ignoranti e dettagliate.
            un altro esempio ?
            a bèh se proprio ci si può scriverci sopra
            qualunque cosa, al fine di mostrare come
            funzionano ci possiamo mettere un elenco di
            nominativi di carte di credito e relativi numeri
            di sblocco, pronte x essere utilizzate in
            internet
            NO, NON si può scrivere tutto
            esistono dei limiti (quantomeno imposti dal
            buonsenso) ed anche wiki o qualunque altra
            vaccata esisterà in futuro dovrebbe
            rispettarliE chi decide ? Mai conosciuto questo signor Buonsenso ! Di solito sembra che le decisiono le prenda il signor Bonaventura (rotfl)
        • Paperprise scrive:
          Re: Quindi wiki può scrivere che gli pare
          - Scritto da: Manter
          - Scritto da: Paperprise

          E' esattamente cosi' che funziona, rimane la

          parte comune ma quella eliminata e lo storico e'

          accedibile da qualsiasi iscritto.

          forse non hai capito la gravità della situazione:
          se domani uno scrive un bell'articolo su come
          costruire un'ordigno esplosivo con materiali
          facilmente reperibili e qualcun altro leggendolo
          nello storico, comune o doveca***otipare-posto ne
          costruisse un tot e li usasse per far saltare il
          mercato dove è solito andare tua
          madre
          pensa wikipedia la passerebbe liscia
          se ti pensa giusto ...Quindi secondo te dovrebbero essere chiuse tutte le facolta' di chimica, inghegneria, fisica.
    • Alessandro Fazzi scrive:
      Re: Quindi wiki può scrivere che gli pare
      Ed ovviamente non contare che il tuo bell'articoletto rimanga "su" per più di 2 o 3 ore, dato che dove tutti sono liberi di dire e scrivere tutti sono a loro volta liberi di controllare e limitare.Saluti e in bocca al lupo! :P
      • Manter scrive:
        Re: Quindi wiki può scrivere che gli pare
        - Scritto da: Alessandro Fazzi
        Ed ovviamente non contare che il tuo
        bell'articoletto rimanga "su" per più di 2 o 3
        ore, dato che dove tutti sono liberi di dire e
        scrivere tutti sono a loro volta liberi di
        controllare e limitare.e dov'erano questi signori quando qualcuno ha dato del "gay" a qualcun'altro e sta cosa è rimasta su un bel pezzo ?allora è colpa loro che non hanno vigilato a sufficienzaprobabilmente il tizio ha sbagliato a non denuciare anche questi mancati "moderatori" o dir si voglia
        • noios volevam savoir scrive:
          Re: Quindi wiki può scrivere che gli pare
          - Scritto da: Manter
          - Scritto da: Alessandro Fazzi

          Ed ovviamente non contare che il tuo

          bell'articoletto rimanga "su" per più di 2 o 3

          ore, dato che dove tutti sono liberi di dire e

          scrivere tutti sono a loro volta liberi di

          controllare e limitare.

          e dov'erano questi signori quando qualcuno ha
          dato del "gay" a qualcun'altro e sta cosa è
          rimasta su un bel pezzo
          ?

          allora è colpa loro che non hanno vigilato a
          sufficienza
          probabilmente il tizio ha sbagliato a non
          denuciare anche questi mancati "moderatori" o dir
          si
          vogliasi buoni quelli finche' non si mettera' come clausola che che questi moderatori hanno la responsabilita' "civile e penale" di quello che moderano, se non vigilano questa storia andra'avanti finche' non succedera' qualcosa di davvero spiacevole. Allora ci sara' da piangere.
          • gerry scrive:
            Re: Quindi wiki può scrivere che gli pare
            - Scritto da: noios volevam savoir
            si buoni quelli finche' non si mettera' come
            clausola che che questi moderatori hanno la
            responsabilita' "civile e penale" di quello che
            moderanoE' già così, se leggi l'articolo (cmq, bisogna per forza fare titoli a bomba e poi scrivere altro nell'articolo?) c'è scritto che wikipedia ha al massimo il compito di censurare quello che c'e scritto ma non è responsabile per quello che è stato scritto.
          • noios volevam savoir scrive:
            Re: Quindi wiki può scrivere che gli pare
            - Scritto da: gerry
            - Scritto da: noios volevam savoir


            si buoni quelli finche' non si mettera' come

            clausola che che questi moderatori hanno la

            responsabilita' "civile e penale" di quello che

            moderano

            E' già così, se leggi l'articolo (cmq, bisogna
            per forza fare titoli a bomba e poi scrivere
            altro nell'articolo?) c'è scritto che wikipedia
            ha al massimo il compito di censurare quello che
            c'e scritto ma non è responsabile per quello che
            è stato
            scritto.va bene, ha censurato? no visto che ha diffamato non ha fatto nemmeno quello.scusa poi se mi permetti se tu hai il compito di censurare e quella persona viene diffamata, wikipedia ha svolto la censura adeguata?Ha cancellato la parte diffamatoria?No perche' se lo avesse fatto la denuncia non sarebbe nemmeno scattata visto che il diffamato non la avrebbe mai potuta leggere. Che azione di censura fa wikipedia se lascia su una pagina la frase tal dei tali e gay?Quindi se io scrivo il tuo nome sulla pagina di wikipedia e ci metto "che non ti lavi puzzi e fai schifo" tu non hai il sacrosanto diritto di denunciare per diffamazione anche il sito che non ha vigilato?Beh se ti piace questa liberta' di opinione facciamo cosi dammi nome e cognome faccio una bella pagina con le peggio offese a tuo riguardo e vediamo che fai..te lo dico io quereli me che ti ho offeso e wikipedia che non ha vigilato ecco quello che fai!
          • gerry scrive:
            Re: Quindi wiki può scrivere che gli pare
            - Scritto da: noios volevam savoir
            - Scritto da: gerry
            va bene, ha censurato? no visto che ha diffamato
            non ha fatto nemmeno
            quello.
            Ha cancellato la parte diffamatoria?a leggere dall'articolo sembrerebbe di si (ha cambiato i contenuti).
            No perche' se lo avesse fatto la denuncia non
            sarebbe nemmeno scattata visto che il diffamato
            non la avrebbe mai potuta leggere.No, momento.Questi hanno seguito l'iter scoperta
            denuncia alla magistratura
            richiesta di moderazione a wikipedia.Dove la denuncia è per essere corresponsabili di quanto scritto sul wiki.Il giudice ha detto che invece il reato possibile è scoperta
            richiesta di censura
            denuncia se wiki fa finta di niente. Gli host di siti web - ha spiegato infatti Binoche - non possono essere considerati responsabili delle informazioni che risiedono sui loro server, se non sono informati della loro natura illecita. Né, ha precisato la giudice, sono tenuti a monitorare o risalire all'origine delle informazioni che ospitano. Prima devi protestare con loro, non sono loro che devono fare censura preventiva.Se non adempiono, li puoi denunciare.
            Quindi se io scrivo il tuo nome sulla pagina di
            wikipedia e ci metto "che non ti lavi puzzi e fai
            schifo" tu non hai il sacrosanto diritto di
            denunciare per diffamazione anche il sito che non
            ha
            vigilato?A quanto pare, no.
            Beh se ti piace questa liberta' di opinione
            facciamo cosi dammi nome e cognome faccio una
            bella pagina con le peggio offese a tuo riguardo
            e vediamo che
            fai..Cerca sul nic l'intestatario del dominio a me registrato, io non ti facilito il compito.
      • Mica vero scrive:
        Re: Quindi wiki può scrivere che gli pare

        Ed ovviamente non contare che il tuo
        bell'articoletto rimanga "su" per più di 2 o 3
        ore, dato che dove tutti sono liberi di dire e
        scrivere tutti sono a loro volta liberi di
        controllare e
        limitare.Carina questa.. :-)Io ne so un'altra: C'è un Inglese, un Francese ed un Italiano alla fermata del Bus......:-P :-P :-P
  • Al Meckner scrive:
    Wikipedia non è invincibile...
    L'unica cosa da fare è massacrare Wikipedia di correzioni, da utente registrato. Io ho ritoccato una voce che presentava evidenti falsità per una ventina di volte, ogni giorno, finchè il compilatore non si è stancato di rivedere i miei interventi e l'ha lasciata così.
  • Mizar scrive:
    Discrasia tra il titolo e il testo
    C'è una netta discrasia tra titolo e testo dell'articolo. La notizia è che il tribunale supremo francese ha detto che Wikimedia non può essere considerato il "direttore responsabile" di Wikipedia e che nel caso specifico mancava la prova della "previa" segnalazione della notizia di cui si chiede la cancellazione. Il che, mi sembra, è molto diverso dall'affermare, come detto dal titolo, che Wikipedia può liberamente diffamare. La legge francese, del resto, come giustamente linkato dall'articolo, punisce diffamatori e violatori della "privacy", ma anche chi senza fondamento chiede cancellazioni non dovute.Il mondo del web deve cercare di fare proposte se non unitarie, almeno serenamente dibattute anche per quello che riguarda l'articolo 7 del DDL sull'editoria e titoli del tutto immotivati, come quello qui commentato, non sono, a mio modesto avviso, un tipo di approccio costruttivo.
  • GiGi scrive:
    Prima di lamentarvi leggete bene.
    Si dice che wikipedia e gli host (tipo aruba per intenderci) non sono responsabili di quello che gli utenti scrivono e che non devono "monitorare o risalire all'origine delle informazioni che ospitano"(cosa che sarebbe impossibile). Tutti possono cmq segnalare "problemi" e in quel caso, come è scritto, il controllo viene fatto e se dovuti vengono presi provvedimenti, modifica cancellazione ecc.Lasciando stare il caso in questione, credo che il processo non sarebbe nemmeno dovuto iniziare, che diffamazione è se uno scrive che una società difende i diritti di una minoranza??Credo che cmq nel caso ci fosse una diffamazione "pesante" e verificata, gli organi preposti, polizia ecc (non wikipedia o gli host) potrebbero fare i controlli del caso e individuare i colpevoli, si dice che wikipedia non è responsabile non che chi scrive cose che violano la legge non sia responsabile, almeno è quello che si intende da quanto scritto.
    • ildubbio scrive:
      Re: Prima di lamentarvi leggete bene.
      - Scritto da: GiGi
      Si dice che wikipedia e gli host (tipo aruba per
      intenderci) non sono responsabili di quello che
      gli utenti scrivono e che non devono "monitorare
      o risalire all'origine delle informazioni che
      ospitano"(cosa che sarebbe impossibile). Tutti
      possono cmq segnalare "problemi" e in quel caso,
      come è scritto, il controllo viene fatto e se
      dovuti vengono presi provvedimenti, modifica
      cancellazione
      ecc.

      Lasciando stare il caso in questione, credo che
      il processo non sarebbe nemmeno dovuto iniziare,
      che diffamazione è se uno scrive che una società
      difende i diritti di una
      minoranza??

      Credo che cmq nel caso ci fosse una diffamazione
      "pesante" e verificata, gli organi preposti,
      polizia ecc (non wikipedia o gli host) potrebbero
      fare i controlli del caso e individuare i
      colpevoli, si dice che wikipedia non è
      responsabile non che chi scrive cose che violano
      la legge non sia responsabile, almeno è quello
      che si intende da quanto
      scritto.uhm bel concetto! Io un sito cosi' lo avrei gia' fatto chiudere da tempo.e come dire io produco software poi se non funziona, non si installa o si blocca nessuna assistenza tecnica di nessun tipo. Se vendevano software praticamente per i danni prodotti avrebbero chiuso dopo una settimana.Piu' leggo queste cose, e piu' comincio a dare scarsa affidabilita' a quello che c'e' scritto, sopratutto quando se scrivo qualcosa la fonte diventa wikipedia.Bellissimo io faccio un'articolo cito wikipedia, qualcuno mi fa causa, wikipedia vince la causa perche' non e' responsabile e io che l'ho citata pago?Ma che si sono fumati? Ah si allora il risultato che se devo io scrivere un articolo, Wikipedia sara' l'unica fonte che non utilizzero'
      • Skywalker scrive:
        Re: Prima di lamentarvi leggete bene.
        Bravo, hai capito.Quindi eviti di citare Wikimedia foundation, vai sulla History, rilevi quali IP hanno scritto la frase che ritieni di diffami, visto che ci sei la correggi anche, poi vai dai Carabinieri e fai una denuncia contro ignoti e fornisci gli indirizzi IP.I Carabinieri vanno su Wikipedia, verificano che gli IP che gli hai dato siano quelli giusti, identificano il provider a cui quell'IP appartiene e, se è in Italia, passano dal GIP. Se la tua accusa è consistente, allora vanno dal provider e, via lease DHCP, vedono da quale utenza è partita la scritta. Vanno a casa di quell'utenza, gli sequestrano tutto (e glielo restituiranno dopo un paio di anni), già che ci sono gli fanno anche qualche domandina in presenza del suo avvocato, verificano se sul PC è rimasto qualcosa della tua accusa (già che ci sono, magari vedono anche se c'è qualche MP3 non autorizzato) e poi tu ed il titolare della linea vi trovate davanti ad un giudice. Lui spergiura che non è stato lui, e tu urli perché lo rinchiudano e buttino via la chiave.Se nel frattempo esce qualcosa di concreto (tipo questo già ti ha diffamato in altra sede, ma tu non lo sapevi, oppure tiene un elenco di siti su cui diffamarti) probabilmente lo condannano per diffamazione. Altrimenti per responsabilità oggettiva (l'IP è il suo) e/o per violazione della legge sul diritto d'autore (e a quel punto lui urlerà di condannarlo piuttosto per diffamazione).Ma la causa è tra te ed il tuo presunto diffamatore.Altrimenti se tizio scrive sul mio muro di cinta "Caio è un cu##ttone" e io sono in ferie, io divento responabile per quello che ha scritto Tizio perché non ho prontamente sorvegliato e cancellato...L'atto di Diffamare, lo fa chi scrive, non chi mette a disposizione i pennarelli e le lavagne, tra l'altro lavagne in cui ti da sia la possibilità di cancellare quanto scritto che di aprire una discussione controbattendo eventuali frasi errate.
      • gerry scrive:
        Re: Prima di lamentarvi leggete bene.
        - Scritto da: ildubbio
        uhm bel concetto! Io un sito cosi' lo avrei gia'
        fatto chiudere da
        tempo.Meno male che non comandi tu ^^
        e come dire io produco software poi se non
        funziona, non si installa o si blocca nessuna
        assistenza tecnica di nessun tipo. Se vendevano
        software praticamente per i danni prodotti
        avrebbero chiuso dopo una
        settimana.Qualcuno è mai riuscito a farsi rimborsare dei danni per un software che crasha?
        • noios volevam savoir scrive:
          Re: Prima di lamentarvi leggete bene.
          - Scritto da: gerry
          - Scritto da: ildubbio


          uhm bel concetto! Io un sito cosi' lo avrei gia'

          fatto chiudere da

          tempo.

          Meno male che non comandi tu ^^Se sei credente comincia a pregare, perche' se la situazione diventa peggiore di uno stupido che scrive stupidaggini diffamatorie, passate i guai e li' avogliati a chiedere soldi alle persone come contributo volontario!


          e come dire io produco software poi se non

          funziona, non si installa o si blocca nessuna

          assistenza tecnica di nessun tipo. Se vendevano

          software praticamente per i danni prodotti

          avrebbero chiuso dopo una

          settimana.

          Qualcuno è mai riuscito a farsi rimborsare dei
          danni per un software che
          crasha?si e' gia successo, paghi e vinci se hai ragione.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Prima di lamentarvi leggete bene.
            - Scritto da: noios volevam savoir
            Se sei credente comincia a pregare, perche' se la
            situazione diventa peggiore di uno stupido che
            scrive stupidaggini diffamatorie, passate i guai
            e li' avogliati a chiedere soldi alle persone
            come contributo
            volontario! Oo Come ? Guarda che non è Wiki italia

            si e' gia successo, paghi e vinci se hai ragione.Hmmmm evidentemente, non ti sei mai letto la EULA di windows...
          • noios volevam savoir scrive:
            Re: Prima di lamentarvi leggete bene.
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: noios volevam savoir


            Se sei credente comincia a pregare, perche' se
            la

            situazione diventa peggiore di uno stupido che

            scrive stupidaggini diffamatorie, passate i guai

            e li' avogliati a chiedere soldi alle persone

            come contributo

            volontario!

            Oo Come ? Guarda che non è Wiki italia





            si e' gia successo, paghi e vinci se hai
            ragione.

            Hmmmm evidentemente, non ti sei mai letto la EULA
            di
            windows...Guarda che se sei un'azienda e hai gli avvocati e succede qualcosa, e hai gli avvocati vedi che microsoft corre.C'erto se sei uno dei tanti end user allora stai fresco!
          • Paperprise scrive:
            Re: Prima di lamentarvi leggete bene.
            - Scritto da: noios volevam savoir
            - Scritto da: gerry

            - Scritto da: ildubbio




            uhm bel concetto! Io un sito cosi' lo avrei
            gia'


            fatto chiudere da


            tempo.



            Meno male che non comandi tu ^^

            Se sei credente comincia a pregare, perche' se la
            situazione diventa peggiore di uno stupido che
            scrive stupidaggini diffamatorie, passate i guai
            e li' avogliati a chiedere soldi alle persone
            come contributo
            volontario!




            e come dire io produco software poi se non


            funziona, non si installa o si blocca nessuna


            assistenza tecnica di nessun tipo. Se
            vendevano


            software praticamente per i danni prodotti


            avrebbero chiuso dopo una


            settimana.



            Qualcuno è mai riuscito a farsi rimborsare dei

            danni per un software che

            crasha?

            si e' gia successo, paghi e vinci se hai ragione.Link ???
  • floriano scrive:
    insomma...
    basterebbe perseguire gli indirizzi ip (visibili attraversi i log) di chi ha scritto calunnie e altre cose.l'impunità totale non mi sembra neanche tanto giusta.
    • GiGi scrive:
      Re: insomma...
      - Scritto da: floriano
      basterebbe perseguire gli indirizzi ip (visibili
      attraversi i log) di chi ha scritto calunnie e
      altre
      cose.

      l'impunità totale non mi sembra neanche tanto
      giusta.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2106373&m=2106675#p2106675
    • noios volevam savoir scrive:
      Re: insomma...
      - Scritto da: floriano
      basterebbe perseguire gli indirizzi ip (visibili
      attraversi i log) di chi ha scritto calunnie e
      altre
      cose.

      l'impunità totale non mi sembra neanche tanto
      giusta.Ecco bravo hai capito come funziona wikkipedia? Tu scrivi, loro usano mano d'opera a gratisscrivi tu sul tuo blog, te lo chiudono, cause e giudici,Lo fanno loro... Poverini non e' mica colpa loro.Ecco rifletti su questo bel due pesi e due misure.
  • Andrea scrive:
    ma per cortesia
    Ah vabbè, se per te "wikkipedia ha chiuso" ne tratterremo tutti le dovute conseguenze.Metterai sicuramente in crisi Wikipedia.
    • cognome e nome scrive:
      Re: ma per cortesia
      - Scritto da: Andrea
      Ah vabbè, se per te "wikkipedia ha chiuso" ne
      tratterremo tutti le dovute
      conseguenze.
      Metterai sicuramente in crisi Wikipedia.si si ridi che ride bene chi ride per ultimo!Se continuano a girare ste voci, wikipedia avra un numero di visite medie pari al sito tuttiifrutti.it :D
  • evvivaladem ocrazialco ntrario :( scrive:
    ah beh complimenti, bei giudici!
    Quando devono far cadere le accuse di qualcuno che si e' scaricato un mp3, galera! lapidazione! fucilazione! ergastolo! e chi piu' ne ha piu' ne metta, Quando e' un blogger a scrivere, sito oscurato, proprietario denunciato, quando questa volta giustamente qualcuno si sente offeso, ah li no! wikipedia non e' colpa mia! non e' colpa tua un pari di zebedei fritti!E colpa tua si! VISTO CHE DOVRESTI CONTROLLARE CHE PUBBLICANO GLI ALTRI. Due pesi e due misure.Per me wikkippeddia ha chiuso. CREDIBILITA' 4 ME MY 2 CENTS!
    • GiGi scrive:
      Re: ah beh complimenti, bei giudici!
      - Scritto da: evvivaladem ocrazialco ntrario :(
      Quando devono far cadere le accuse di qualcuno
      che si e' scaricato un mp3, galera! lapidazione!
      fucilazione! ergastolo! e chi piu' ne ha piu' ne
      metta, Quando e' un blogger a scrivere, sito
      oscurato, proprietario denunciato, quando questa
      volta giustamente qualcuno si sente offeso, ah li
      no! wikipedia non e' colpa mia! non e' colpa tua
      un pari di zebedei
      fritti!
      E colpa tua si! VISTO CHE DOVRESTI CONTROLLARE
      CHE PUBBLICANO GLI ALTRI.

      Due pesi e due misure.
      Per me wikkippeddia ha chiuso. CREDIBILITA' 4 ME
      MY 2
      CENTS!http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2106373&m=2106675#p2106675
    • webwizard scrive:
      Re: ah beh complimenti, bei giudici!
      - Scritto da: evvivaladem ocrazialco ntrario :(
      Quando devono far cadere le accuse di qualcuno
      che si e' scaricato un mp3, galera! lapidazione!
      fucilazione! ergastolo! e chi piu' ne ha piu' ne
      metta, Quando e' un blogger a scrivere, sito
      oscurato, proprietario denunciato, quando questa
      volta giustamente qualcuno si sente offeso, ah li
      no! wikipedia non e' colpa mia! non e' colpa tua
      un pari di zebedei
      fritti!
      E colpa tua si! VISTO CHE DOVRESTI CONTROLLARE
      CHE PUBBLICANO GLI ALTRI.
      Ma che scemenze dici ? Se è un blogger a diffamare, salvo casi particolari è il blogger stesso a creare i contenuti e quindi a commettere il reato. Nel caso di WikiPedia, i contenuti NON sono fatti da lei, ma solo veicolati. Sarebbe come se ritenessimo le Poste Italiane responsabili per una lettera minatoria.
      • cognome e nome scrive:
        Re: ah beh complimenti, bei giudici!
        - Scritto da: webwizard
        - Scritto da: evvivaladem ocrazialco ntrario :(

        Quando devono far cadere le accuse di qualcuno

        che si e' scaricato un mp3, galera! lapidazione!

        fucilazione! ergastolo! e chi piu' ne ha piu' ne

        metta, Quando e' un blogger a scrivere, sito

        oscurato, proprietario denunciato, quando questa

        volta giustamente qualcuno si sente offeso, ah
        li

        no! wikipedia non e' colpa mia! non e' colpa tua

        un pari di zebedei

        fritti!

        E colpa tua si! VISTO CHE DOVRESTI CONTROLLARE

        CHE PUBBLICANO GLI ALTRI.



        Ma che scemenze dici ? Se è un blogger a
        diffamare, salvo casi particolari è il blogger
        stesso a creare i contenuti e quindi a commettere
        il reato. Nel caso di WikiPedia, i contenuti NON
        sono fatti da lei, ma solo veicolati. Sarebbe
        come se ritenessimo le Poste Italiane
        responsabili per una lettera
        minatoria.no ma che scemenze dici tu? Le poste italiane recapitano mica scrivono le lettere? Ma che esempi imbecilli fai?Le poste italiane recapitano le lettere, mica pubblicano i contenuti della lettera, e come se sul sito di poste italiane trovassi la lettera minatoria che ti hanno spedito. Poi veicolati da chi, se pubblicano delle cazzate, a me non mi importa un fico secco, ti becchi la querela, non ti vai a nascondere dietro al dito, ma mica l'ho scritto io.Era li' non hai rollbacckato la pagina (come fanno anche per le minime stronzatine) ti becchi la causa e stai pure zitto.
        • ttutu scrive:
          Re: ah beh complimenti, bei giudici!
          sei un idiota tu! la responsabilità è sempre di chi scrive, dell'autore, sarebbe come dire che Blogger è responsabile della diffamazione fatta da parte del blogger Tizio su Caio.la sentenza dice che la wikimedia foundatio è responsabile solo se portata a conoscenza del fatto penalmente rilevante non provvede prontamente a eliminare il testo; non dice che è sempre e comunque non responsabile. è responsabile dell'omissione se non interviene sapendo che la cosa esiste, ma non può sapere se una cosa fatta da un tizio qualsiasi è illegale o meno, perchè la responsabilà è sempre personale e di chi commette l'azioneimpara la logica
      • ... scrive:
        Re: ah beh complimenti, bei giudici!
        Ed i link in un sito che ti fa scaricare film non sono "veicolati" ?
    • diegoitaliait scrive:
      Re: ah beh complimenti, bei giudici!
      Mi spiace ma non sono d'accordo con te.Come detto dai vari tribunali, wikipedia e solo un contenitore dove ognuno può inserire ciò che vuole, ed è proprio questa la forza di Wikipedia.Infatti se io scrivo una sciocchezza le cose possono essere due:1. un'altro utente la cambia.2. viene segnalata per essere rimossa dal database, cosi come succede agli host, che se è vero che eseguono dei controlli non potranno mai monitorare 300.000 articoli, ogni giorno è impossibile.Poi il discorso sullo scaricare mp3, se segui il giornale saprai benissimo che è legato ad un fatto di soldi e i soldi riescono a fare leggi come niente fosse, non è questo il caso.Insomma non vedo il problema, inoltre alla fine dell'articolo si dice che prima hanno fatto la denuncia e dopo hanno avvisato wikipedia dell'articolo diffamatorio, allora mi chiedo non ti puoi lamentare che gli strumenti di controllo non ci sono, sei tu che hai fatto di testa tua.
      • noios volevam savoir scrive:
        Re: ah beh complimenti, bei giudici!
        - Scritto da: diegoitaliait
        Mi spiace ma non sono d'accordo con te.

        Come detto dai vari tribunali, wikipedia e solo
        un contenitore dove ognuno può inserire ciò che
        vuole, ed è proprio questa la forza di
        Wikipedia.

        Infatti se io scrivo una sciocchezza le cose
        possono essere
        due:

        1. un'altro utente la cambia.

        2. viene segnalata per essere rimossa dal
        database, cosi come succede agli host, che se è
        vero che eseguono dei controlli non potranno mai
        monitorare 300.000 articoli, ogni giorno è
        impossibile.

        Poi il discorso sullo scaricare mp3, se segui il
        giornale saprai benissimo che è legato ad un
        fatto di soldi e i soldi riescono a fare leggi
        come niente fosse, non è questo il
        caso.

        Insomma non vedo il problema, inoltre alla fine
        dell'articolo si dice che prima hanno fatto la
        denuncia e dopo hanno avvisato wikipedia
        dell'articolo diffamatorio, allora mi chiedo non
        ti puoi lamentare che gli strumenti di controllo
        non ci sono, sei tu che hai fatto di testa
        tua.si e se si rifiutava oppure wikimedia diceva ci va bene cosi'? Intanto loro cancellavano la pagina ma il danno e' stato fatto!Grazie alca... No ha fatto benissimo
  • world scrive:
    Sarà così finchè...
    ...qualche anonimo non comincerà a sparare a zero sul giudice che ha fatto questa sentenza...Li stranamente qualcuno riscoprirà il diritto alla privacy...
    • Obbliga Torio scrive:
      Re: Sarà così finchè...
      - Scritto da: world
      ...qualche anonimo non comincerà a sparare a zero
      sul giudice che ha fatto questa
      sentenza...

      Li stranamente qualcuno riscoprirà il diritto
      alla
      privacy...interessante.da provare.potrebbe farlo il diffamato.eppure io credo che il Giudice in questione se la caverebbe nel giro di 3 edit e due segnalazioni, magari fatte fare da uno del suo staff che "se ne intende".non diventi giudice perchè te la prendi personalmente quando qualcuno ti dice "cattivo".
  • ... scrive:
    COSì DECADE ANCHE LA SUA IMPORTANZA
    wikipedia ha per le'ennesima volta ribadito la sua non valenza enciclopedica.Ora e' chiaro, nessuno e' responsabile penalmente di quanto viene scritto, quindi nessuno ne puo' garantire la validita' dei contenuti.Tanti piccoli ominidi che nell'mbra scrivono le loro paginette credednto di accrescere la cultura mondiale....che delusione
    • Vihai Varlog scrive:
      Re: COSì DECADE ANCHE LA SUA IMPORTANZA
      Tu invece accresci la cultura mondiale scrivendo su Punto Informatico :)Perdonami, forse non avrei dovuto fartelo notare
      • Lontra scrive:
        Re: COSì DECADE ANCHE LA SUA IMPORTANZA

        Ehmm forse ti sfugge che molti siti anche
        autorevoli continuano a linkare a wikipedia come
        lo stesso Punto Informatico e che nature(rivista
        che mi pare autorevole) l'ha definita, affidabile
        quanto la Britannica.L'affidabilita' di Wikipedia non e' certo la sua qualita' principale e wikipedia stessa lo sa e non l'elenca tra i suoi punti di forza. Per modestia o realismo, scegli tu.http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Stampa#Punti_di_forza
        • webwizard scrive:
          Re: COSì DECADE ANCHE LA SUA IMPORTANZA
          - Scritto da: Lontra

          Ehmm forse ti sfugge che molti siti anche

          autorevoli continuano a linkare a wikipedia come

          lo stesso Punto Informatico e che nature(rivista

          che mi pare autorevole) l'ha definita,
          affidabile

          quanto la Britannica.

          L'affidabilita' di Wikipedia non e' certo la sua
          qualita' principale e wikipedia stessa lo sa e
          non l'elenca tra i suoi punti di forza. Per
          modestia o realismo, scegli
          tu.
          http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Stampa#PuntL'affidabilità di WikiPedia è stata sancita da alcuni tribunali USA che ne hanno utilizzato i contenuti in alcune cause. Che poi non lo elenchi tra i suoi punti di forza è normale, visto che nemmeno le enciclopedie stampate parlano esplicitamente di "affidabilità" dei contenuti. E scusa se te l'ho fatto notare...
    • GiGi scrive:
      Re: COSì DECADE ANCHE LA SUA IMPORTANZA
      - Scritto da: ...
      wikipedia ha per le'ennesima volta ribadito la
      sua non valenza
      enciclopedica.

      Ora e' chiaro, nessuno e' responsabile penalmente
      di quanto viene scritto, quindi nessuno ne puo'
      garantire la validita' dei
      contenuti.


      Tanti piccoli ominidi che nell'mbra scrivono le
      loro paginette credednto di accrescere la cultura
      mondiale....

      che delusioneForse faresti meglio a leggere bene la news, non si dice che nessuno è responsabile ma che wikipedia è host non sono responsabilihttp://punto-informatico.it/b.aspx?ticks=633298336735000000&i=2106373&m=2106675#p2106675
Chiudi i commenti