SKY, chi rifiuta il decoder NDS?

Si moltiplicano in rete gli appelli di coloro secondo cui non si dovrebbe accettare la sostituzione gratuita del decoder SECA2, quella pianificata da Sky e da molti contestata


Roma – Proprio non va giù a molti che SKY, l’operatore unico della televisione satellitare, abbia deciso di abbandonare la codifica SECA2 in favore di quella NDS, un’operazione già stigmatizzata dai produttori di decoder .

“Ho avuto conferma – scrive Giorgio a Punto Informatico – di quanto riportato nella vostra newsletter e su altri giornali e cioè che SKY cambia sistema di codifica delle proprie trasmissioni vietando nel contempo la vendite di moduli CAM NDS per l’Italia. Ma stiamo scherzando… ho speso 700 euro circa 3 mesi fa per un decoder humax con HD ed ora… lo butto?”

Le perplessità di Giorgio e di altri lettori di PI sono le stesse che affollano in queste settimane newsgroup di settore dove in molti sono coloro che lamentano l’acquisto di dispositivi SECA che diverranno presto inservibili come ormai noto da tempo .

“Qua – insiste Teo – invece di andare avanti si va indietro. Invece di dare maggiori possibilità ai clienti se ne danno di meno. Invece di andare incontro alle esigenze dei clienti si allontanano”.

Contro questa situazione c’è qualcuno che propone di rifiutare il decoder NDS in comodato gratuito, che molti utenti hanno soprannominato “Skyfobox” , che la stessa SKY proprio in queste settimane sta iniziando a proporre ai propri abbonati. Il nomignolo e l’intenzione appaiono ben diffusi a leggere gruppi come it.hobby.satellite-tv.digitale .

Tra le contestazioni anche il fatto che, rispetto ad altri decoder in circolazione, quelli di SKY sarebbero meno evoluti e performanti . In una lettera a SKY riportata da Francesco P. si legge: “intendo RIFIUTARE lo SkyBox NDS in quanto felice possessore di Decoder CI con HARD DISK integrato, nonchè di impianto Motorizzato che il vostro SkyBox non supporta. Inoltre, essendo abbonato anche ad un’altra TV commerciale codificata Viacces, e vista l’impossibilità di poter usare tale card nel vostro SkyBox, mi vedo di nuovo costretto a rifiutare, senza contare che il decoder in oggetto, a differenza del mio, non permette il collegamento tramite cavo ottico e/o coassiale ad un decoder Dolby DIgital AC-3, al fine di poter sfruttare la codifica multicanale audio che molti canali stranieri supportano”.

Perché rifiutare il nuovo box di SKY? “Se il 92 per cento degli abbonati accetta lo Skybox – afferma Spinner – la minoranza dell’8 per cento si deve adeguare o andarsene. Lo so, la legge deve tutelare anche le minoranze ma SKY guarda i numeri e questo le basta”.

Gli utenti stessi sembrano peraltro ben poco ottimisti sulla possibilità di indurre SKY, con il rifiuto del nuovo decoder, a rinunciare ad un passaggio da una cifratura all’altra. Scrive Luigi C.: “La maggior parte degli abbonati a Sky rientra nella categoria dei non-tecnici oppure dei menefreghisti (sempre dal punto di vista tecnico): basta che gli fai vedere i loro programmi preferiti, siano essi film, telefilm, sport o quant’altro, magari anche con qualche offerta promozionale, sono felici e contenti”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Le solite polemiche (da 10 anni a oggi)
    Sono d'accordo, ma ti dico che solo se avessero prezzi più contenuti comprerei (volentierissimo!) un amigaONE. Sono di ottima qualità, nulla da dire, ma il prezzo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Strano... ma vero
  • theDRaKKaR scrive:
    mi faccio portavoce
    di tutti quelli, amighisti e non, a cui piace l'informatica e che guardano con interesse e curiosità ad AmigaONEle schede costano troppo! o meglio a (quasi) parità di prezzo il parco hardware e software è ancora troppo piccolo per competere...escludendo casi particolari motivati da sitauzioni irripetibili l'acquisto di un AMiGAONE non è ancora proponibile alla massa(il mio non è un discorso di processi industriali e commerciali, so bene cosa significa un prodotto nuovo in termini di costo e di parco sw e hw, il mio è solo un discorso da cliente curioso e interessate)saluti (anche da parte dalle patch HW del mio Amiga500 :D )
  • Anonimo scrive:
    COsa vuole dire???
    http://www.pianetaamiga.it/paold/index.html:o
  • Anonimo scrive:
    Idem questo sabato a Udine (0xAA.org)
    Amiga Alpe Adria: http://0xAA.org/italiano/
  • Anonimo scrive:
    Lasciate riposare in pace Amiga!
    Sono un amighista storico, dal 1000, al 500, al 2000, al 4000, al 1200 (e per breve tempo ho perfino provato un 600 ed hackkato un CD32 per usarlo come CD-Rom) ...Su Amiga ho imparato cosa fosse il multitasking, la programmazione assembly, i coprocessori, il C, i filesystems, la computer grafica ed ray tracing ... una macchina didattica irripetibile!Eppure sono stanco di vedere l'Amiga villipeso da un gruppo di fanatici che al buttano sulla filosofia dell'altrnativo (qualunque cosa significhi!) ... ne conosco alcuni di questi individui e guarda caso i 2 piu' talebani, nemmeno lo avevano l'Amiga ai tempi d'oro, lo hanno preso usato anni dopo il fallimento CBM! E da allora lo caricano di significati che non ha e non ha mai avuto!Amiga e' unico perche' e' stato uan vera rivoluzione per l'informatica! Ricordo bene il salto enorme dai PC, dai Mac del tempo, dai vari Spectrum e QL, C64, MSX ... oggi il salto piu' grande che si puo' fare e' cambiare una vecchia 3DFx con una Ati 9800 Pro ... beh immaginate che lo stesso salto si possa fare per ogni singolo aspetto del vostro computer ... ecco cos'era Amiga, un alieno! Un alieno che di colpo entrava nel mercato e sbaragliava tutto e tutti, nonostante il prezzo elevato si vendeva come il pane, non serviva la pubblicita', bastava il passaparola ...Percio', ora basta, lasciate riposare in pace Amiga, ha fatto il suo tempo, ha dato tanto alla storia dell'informatica, ora vuole solo riposare in pace! FatAgnus
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Lasciate riposare in pace Amiga!
      [CUT]
      Percio', ora basta, lasciate riposare in
      pace Amiga, ha fatto il suo tempo, ha dato
      tanto alla storia dell'informatica, ora
      vuole solo riposare in pace!Concordo con quello che dici, Amiga non potrà mai più essere quello che è stato un tempo, su questo non c'è dubbio, ormai il mercato è profondamente diverso... Quello che penso, piuttosto, è che sarebbe bello che si affermasse una piattaforma hardware/software alternativa e secondo me Amiga, al momento, è il miglior candidato. Ripeto, non potrà mai più avere il peso di un tempo, ma se si vuole rilanciare il marchio amiga e la sua filosofia questo è il momento buono.O adesso o stavolta davvero mai più.TAD
      FatAgnus Io la mia gatta l'avevo chiamata Copper... ==================================Modificato dall'autore il 29/06/2004 10.06.41
    • Anonimo scrive:
      Re: Lasciate riposare in pace Amiga!

      Percio', ora basta, lasciate riposare in pace Amiga, ha fatto
      il suo tempo, ha dato tanto alla storia dell'informatica, ora
      vuole solo riposare in pace!Ad esser sincero, questo e' quello che per me bisognerebbe fare coi PC :DVarthall
    • Anonimo scrive:
      Re: Lasciate riposare in pace Amiga!
      Completamente d'accordo: ho amato Amiga, non potrei riamarla come ora adoro il Mac. E' stata, punto.
    • theDRaKKaR scrive:
      Re: Lasciate riposare in pace Amiga!
      FatAgnus mi devi spiegare perché i cugini Macintosh sono andati avanti col PowerPC e noi notutto quel che hai detto lo lascio a te, nessuno ti obbliga, ma lasciaci stare
  • Anonimo scrive:
    Commodore One
    Vi sembrerà strano, ma il pezzo più interessante è il Commodore One. Per chi non ha letto le specifiche, l'hardware è in gran parte compatibile con C64 e ha un sacco di cose nuove con parte dell'hardware realizzato con FPGA e quindi modificabile via software. Certo, non è un computer utile attualmente, ma l'architettura la rende una macchinetta innovativa. Un gioiellino per gli smanettoni dell'hardware.
  • Anonimo scrive:
    chi crede ai fantasmi?
    Se qualcuno mi spiega come si puo' parlare di qualcosa che oramai e' rimasto un marchio di fabbrica passato di mano in mano senza realizzare nulla di duraturo, gli saro' grato.
    • Anonimo scrive:
      Re: chi crede ai fantasmi?
      Pegasos e Amiga-1 erano interessanti 1-2 anni fa. Non per l'AmigaOS, che è soltanto un progetto per appassionati, ma perché l'hardware era un buona alternativa in termini di prezzo agli Apple. Quelle schede sono compatilili Linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: chi crede ai fantasmi?
      Il mio AmigaOne lo usero' per un bel pezzo, puoi starne certo.Varthall
    • Terra2 scrive:
      Re: chi crede ai fantasmi?
      - Scritto da: Anonimo
      Se qualcuno mi spiega come si puo' parlare
      di qualcosa che oramai e' rimasto un marchio
      di fabbrica passato di mano in mano senza
      realizzare nulla di duraturo, gli saro' grato.Perchè il 90% delle peculiarità che ora apprezzi nel caccoso OS che usi abitualmente le devi al progetto Amiga che le ha anticipate per il mercato consumer almeno 15 anni prima.E sono tutte cose abbastanza durature.(apple)
    • theDRaKKaR scrive:
      Re: chi crede ai fantasmi?
      xk i fantasmi non hanno mai ucciso nessuno :D
  • Anonimo scrive:
    Amiga, un ricordo del passato.
    Ed è certamente stato un bel ricordo, ma ora......che senso avrebbe cambiare il mio hardware con una piattaforma alternativa ma soprattutto costosa che non mi darebbe (a parita di costo) le stesse soddisfazioni di un Mac.Eppure non acquisterei neppure quest'ultimo perché non avrei la stessa scelta nel parco software, indipendentemente dal sistema operativo scelto, infatti anche optando per Linux o altri disponibili su entrambe le piattaforme, non troverei lo stesso software (e le stesse librerie) su entrambi.Lo scorso hanno sono stato a Pianeta Amiga ed era una manifestazione deserta; ciò nonostante ho trovato qualcosa di interessante: lo user-group italiano degli utenti BeOS che mostrava un sistema operativo chiamato Zeta, che da quel che ho potuto vedere, rende meglio l'idea di multimedia e soprattutto multitasking di quanto io abbia fisto finora.Inoltre funziona sul mio PC e non mi costringe ad una spesa inutile.Dunque, come già chiesto per Amiga Alpe Adria, fatemi piuttosto sapere se sarà possibile, come accaduto gli anni scorsi, vedere questo sistema operativo che nel resto dell'euopa trova anche numerosi spazi su riviste e in TV, mentre in Italia è praticamente sconosciuto.Purtroppo io preferirei toccare con mano il sistema operativo prima di un eventuale acquisto, altrimenti le trasmissioni settimanali di RTL basterebbero, tanto quanto sapere che il prodotto informatico più venduto dall'emittente televisiva.
    • Anonimo scrive:
      Re: Amiga, un ricordo del passato.

      Inoltre funziona sul mio PC e non mi costringe ad una spesa
      inutile.Questo vale nel tuo caso che hai gia' un computer sufficientemente potente. Nel mio caso invece, sono passato da un AMD a 200MHz, quindi avevo molto piu' interesse ad acquistare un AmigaOne, che e' ora la macchina piu' veloce che possiedo e che uso giornalmente.Varthall
  • TADsince1995 scrive:
    Gaudio e tripudio!!!
    La gioia è incontenibile!!! La mia formazione e il mio passato informatico è profondamente legato a questa macchina meravigliosa e pioneristica e non posso che gioire immensamente della sua (speriamo!) rinascita! Non vedo l'ora di avere i soldi per mettere mano a un bell' AmigaONE!!! L'unica cosa che mi dispiace è che non ci potrò essere perchè quel giorno ho un matrimonio... :'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(Speriamo, piuttosto, che la triste data non porti sfiga!!! ;););)TAD Amiga rulez F-O-R-E-V-E-R!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Gaudio e tripudio!!!
      Amiga 4 Ever!
    • Anonimo scrive:
      Re: Gaudio e tripudio!!!
      - Scritto da: TADsince1995
      Non vedo l'ora di
      avere i soldi per mettere mano a un bell'
      AmigaONE!!! Infatti, i suddetti gingilli sono davvero belli ma costano un po' tanto. Io non sono riuscito a trovare buoni prezzi :s
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Gaudio e tripudio!!!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: TADsince1995

        Non vedo l'ora di

        avere i soldi per mettere mano a un
        bell'

        AmigaONE!!!

        Infatti, i suddetti gingilli sono davvero
        belli ma costano un po' tanto. Io non sono
        riuscito a trovare buoni prezzi :sIn effetti è davvero caro... A me attira la versione Micro, in una scatoletta un amiga completo a un prezzo non esorbitante come una A1 col G4... Secondo me i prezzi si abbasseranno comunque, magari non in Italia, ma nei paesi nordici la comunità amiga è molto più forte che da noi, quindi li vendono meglio...TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: Gaudio e tripudio!!!
          Anch'io ho visto la "scatoletta". Bellissima, da linuxare ed usare come un computer "portatile".Ma ribadisco il costo esagerato. Peccato, mi associo alla speranza di vedere un calo dei prezzi anche perché la qualità dell'hw è davvero buona.Staremo a vedere.Marco
    • Anonimo scrive:
      Re: Gaudio e tripudio!!!
      Guardate che l'A1 è una macchina powerpc con PCI, VGA, AC97... insomma è un PC con un G3 o un G4 e componenti standard. Non ha nulla a che vedere con i veri Amiga, dei quali conserva solo parte del nome.
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Gaudio e tripudio!!!
        - Scritto da: Anonimo
        Guardate che l'A1 è una macchina
        powerpc con PCI, VGA, AC97... insomma
        è un PC con un G3 o un G4 e
        componenti standard. Non ha nulla a che
        vedere con i veri Amiga, dei quali conserva
        solo parte del nome.Hai ragione, ma al giorno d'oggi non potrebbe essere altrimenti... Che fanno se no? Una macchina a scatola chiusa come era Amiga classic? Magari potentissima, ma che nel giro di qualche mese viene superata? Amiga all'epoca era avanti di 10 anni e 10 anni è stato il suo dominio. Oggi l'unica soluzione è quella di creare una piattaforma alternativa e il fatto che sia PPC non può che essere una gioia. Se facevano un SO per x86 sarebbe morto subito come BeOS et similia (peccato, è un bel sistema quello)Inoltre oltre al nome conserva anche il Sistema Operativo, rinnovato ok, ma con la filosofia di sempre. Io ci spero.TAD Che non vede l'ora di tornare a programmare su Amiga!
        • Anonimo scrive:
          Re: Gaudio e tripudio!!!

          Se facevano un SO per x86 sarebbe morto
          subito come BeOS et similia (peccato,
          è un bel sistema quello) Io ero alla DevCon Amiga quando e' stato presentato BeOS ed era nato sotto PPC, in competizione con il Mac. Ricordo che allora ad una domanda risposero che non erano sicuri che si potesse portare il tutto sotto X86 ... Ricordo anche che l'anno seguente, al successivo DevCon, sempre a Milano, tornarono quelli del BeOS e fecero una presentazione fotocopia di quella dell'anno precedente, perfino gli applicativi di prova erano gli stessi, le stesse animazioni ... e venne spontaneo chiedersi cosa fosse cambiato in un anno ... si, ora non pretendevano piu' di vendere in bubndle con BeOS un computer PPC molto caro! Negli anni successivi 2 amici comprarono BeOS x86, versione 4.0 ... ricordo la sorpresa di poterlo vedere andare sotto PPC e anche la delusone di vedere che era sostanzialmente quello che avevo visto alla presentazione, ma che non c'era molto di piu' ... la shell tanto per fare un esempio aveva comandi poveri di opzioni, certo durante la presentazione vedere una shell aperta ci lasciava immaginare fosse (almeno quella) completa, ma partivamo tutti con il pregiudizio di una shell linux o della K-shell Amiga ... Il resto della versione 4.0 era poco piu' di una alpha! E rimasi molto stupito da quel 4.0 ... ne erano passati di anni dalla presentazione, dalla migrazione da PPC a x86 ... e aggiungo che l'anno dopo, gli stessi amici presero anche la versione 4.5 ... potete immaginare la delusione anche da parte loro ... ma a quel punto sapevo gia' che la Be inc., a dispetto di un sito web accattivante era gia' morta! Con il senno di poi, e rimettendo in fila gli eventi, oggi direi che il vero proposito della Be Inc. era quello di riuscire a vendere un OS ed una GUI innovativa alla Aplle, e non escluderei che prima di lanciarsi nell'impresa non avessero avuto assicurazioni da qualcuno dentro Apple, sappiamo poi come e' andata a finire, OSX!
Chiudi i commenti