Skype, su Windows Phone e PS Vita

Lanciata la versione 1.0 dell'applicazione VoIP sui dispositivi targati Microsoft. In 18 lingue, con la possibilità di gestire contatti in maniera sociale. Skype sbarca anche sul device di PlayStation

Roma – La versione stabile del popolare servizio VoIP Skype per dispositivi targati Windows Phone è stata annunciata . L’applicazione sarà disponibile sul marketplace legato al sistema operativo mobile, scaricabile gratuitamente ad occupare uno spazio di 6 MB .

La release di Skype per Windows Phone è così il frutto del completamento della versione beta annunciata nello scorso febbraio. Disponibile in 18 lingue, l’applicazione permetterà agli utenti di gestire i propri contatti a livello social . Ovvero inviando richieste di contatto oppure attraverso il blocco/sblocco degli account.

Lo stesso team di Skype ha già testato l’applicazione su sette dispositivi targati Windows Phone – funziona dalla versione 7.5 a salire – ovvero prodotti da Nokia, HTC e Samsung. Dopo l’acquisizione da 8,5 miliardi di dollari, la squadra tecnica di Microsoft ha aggiunto al servizio VoIP la possibilità di effettuare chiamate video in modalità portrait.

Insomma, continua la diffusione a macchia d’olio del noto servizio VoIP, dopo le indiscrezioni circa una versione web based in HTML5 e linguaggio JavaScript. Skype è ora presente anche su dispositivi PlayStation Vita , che già hanno mostrato l’ambiziosa intenzione di trasformarsi in strumenti di comunicazione per videogamer.

Anche qui scaricabile in maniera del tutto gratuita, l’app di Skype per PS Vita permetterà ai possessori di rispondere alle chiamate nel bel mezzo di una sessione videoludica . Il servizio infatti in background, il credito telefonico potrà essere utilizzato anche per telefonate convenzionali.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nibble scrive:
    cosmopsis.nibble@gmail.com
    La tesi di fondo di queste notizie è sempre la stessa. Dunque rifacendoci ai modelli e non ai pessimi imitatori, rendiamo noto che Hitler era un avido lettore (oltre che di un sacco di paccottiglia occultistica) dei romanzi popolari di Karl May, i saggi filosofici di Fichte e Schopenhauer, Nietzsche, "Robinson Crusoe", "Don Chisciotte", "La capanna dello zio Tom".Propongo una messa al bando dei suddetti testi perché sicuramente ci avrà trovato utili suggerimenti per "la soluzione definitiva".
  • Il perplesso scrive:
    mah...
    mah, io con alcuni dei giocatori che ho incontrato in COD, più che pensare di ucciderli, ci sono andato a mangiare dei tortelli e della luganega. (Ecco, magari denuncio la Activision per i chili presi!)"subito dopo aver giocato al famigerato videogame, un bambino di 12 anni ha sparato e ucciso il suo amico di dieci anni."Magari, più che sapere a quale gioco ha giocato o quale fumetto ha letto o che film ha visto, sarebbe carino sapere come è entrato in possesso di una PISTOLA.Per quanto riguarda quell'XXXXXXXXX di Breivik, ricordo che ogni essere umano è responsabile delle proprie azioni e non voglio accettare nemmeno la più piccola scusante per la carneficina REALE di cui è colpevole.Approvo in tutto e quoto completamente lo scherno che state riservando a questa notizia (pur non avendo nulla contro la giornalista carina).SalutiPSSe poi usava il mirino olografico non era nanche un giocatore particolarmente esperto.
    • brain scrive:
      Re: mah...
      - Scritto da: Il perplesso
      mah, io con alcuni dei giocatori che ho
      incontrato in COD, più che pensare di ucciderli,
      ci sono andato a mangiare dei tortelli e della
      luganega.
      Ma è un'arma pericolosissima ;)
  • Ale scrive:
    la violenza dà piacere
    La violenza è una fonte di piacere.Come per il cibo e il sesso, il piacere derivante dall'uccisione di una preda o di un nemico è stato fondamentale per lo sviluppo della specie dei primati.Da millenni abbiamo diverse regole sociali (per fortuna) e pochi pericoli. Per questo la violenza non trova uno sfogo.L'uomo si è inventato la RAPPRESENTAZIONE della violenza per vari motivi:1. provare il piacere che abbiamo innato nella violenza2. attivare i centri mentali della violenza, in modo da poterla controllare più facilmente in una situazione reale. Se non ho mai visto un'azione violenta, la mia reazione nella vita reale potrebbe essere imprevedibile3. esorcizzare le proprie paure e rendere i tabu (non uccidere) più chiari, mostrando le conseguenze di questi atti proibiti.Io mi preoccuperei più di chi non ha MAI visto una scena di violenza in vita sua.
  • Fetente scrive:
    Ah, e i libri sacri allora?
    Breivik PRIMA ha detto di aver compiuto la strage per difendere le radici cristiane della Norvegia, e POI ha detto che ha imparato a sparare con i videogiochi.Ma allora perchè PRIMA nessuno ha proposto di vietare la propaganda religiosa, e POI invece tanti si scagliano contro i videogiochi?F. Y.
    • brain scrive:
      Re: Ah, e i libri sacri allora?
      - Scritto da: Fetente
      Breivik PRIMA ha detto di aver compiuto la strage
      per difendere le radici cristiane della Norvegia,
      e POI ha detto che ha imparato a sparare con i
      videogiochi.

      Ma allora perchè PRIMA nessuno ha proposto di
      vietare la propaganda religiosa, e POI invece
      tanti si scagliano contro i
      videogiochi?
      Perchè?Li ha mandati in paradiso, dovrebbero essere contenti... :@
  • The Dude scrive:
    Ma anche ni
    Non credo che un videogame TI POSSA SPINGERE a fare una strage, altrimenti saremmo già morti tutti quanti.Però è altresì ovvio che giocando a giochi violenti, guardando spettacoli violenti (reali e/o fittizi), leggendo libri violenti SICURAMENTE non sei portato alla calma ed alla pace interiore.Basta fare un semplice esperimento alla portata di tutti: smettere per una settimana di guardare i telegiornali e di leggere i giornali (le due cose più violente alla portata di tutti). Ci si sente subito meglio.
    • dave vee scrive:
      Re: Ma anche ni
      http://www.youtube.com/watch?v=5dWx3z-nFS0
    • Lumaco Scarafoni scrive:
      Re: Ma anche ni
      - Scritto da: The Dude
      Non credo che un videogame TI POSSA SPINGERE a
      fare una strage, altrimenti saremmo già morti
      tutti
      quanti.

      Però è altresì ovvio che giocando a giochi
      violenti, guardando spettacoli violenti (reali
      e/o fittizi), leggendo libri violenti SICURAMENTE
      non sei portato alla calma ed alla pace
      interioreCome scusa? Al limite direi che sei più portato alla pace interioree visto che sfoghi lo stress e le frustrazioni in modo assolutamente innocuo.
  • Mazzinga72 scrive:
    Statistiche peggiori.
    Breivik può dichiarare quello che vuole ma è impossibile che abbia appreso alcunchè da un videogioco, quello che stupisce è come i pressapochisti di turno siano disposti a bersi una stupidaggine simile detta da una persona che "was diagnosed with paranoid schizophrenia".Anche ammettendo che questo squilibrato abbia mai giocato ad un videogioco della serie Call Of Duty sarebbe la prova che i videogiochi fanno bene : infatti in decine di milioni di giocatori della serie CoD solamente uno è un "paranoide schizofrenico", se guardiamo i numeri di quelli che non giocano ai videogiochi sicuramente avremo una statistica peggiore !
  • oltrelamente scrive:
    I VERI MALATI
    Solo una cosa. Secondo me i veri malati mentali sono questi psico-ANAListi che da una ventina di anni a questa parte rompono il XXXXX con le loro teorie alla cesare lombroso. Sono violento perchè gioco a call of duty. Mai sentita una XXXXXXX simile
    • matteo scrive:
      Re: I VERI MALATI
      che prove porti a supporto della tua affermazione?
      • brain scrive:
        Re: I VERI MALATI
        - Scritto da: matteo
        che prove porti a supporto della tua affermazione?le stesse degli psico buffoni :D
      • oltrelamente scrive:
        Re: I VERI MALATI
        su milioni di giocatori nel mondo si verificano si e no una decina di casi. Dici che non è sufficente?
        • Lumaco Scarafoni scrive:
          Re: I VERI MALATI
          - Scritto da: oltrelamente
          su milioni di giocatori nel mondo si verificano
          si e no una decina di casi. Dici che non è
          sufficente?Owned.
  • Rimango Illibato scrive:
    magari giocava pure al solitario di Win
    le solite tiritere giornalistiche..I terroristi dell'11 Settembre si erano addestrati con Flight Simulator.. e allora?Se uno gioca a campo minato poi si mette a tapezzare di Claymore i marciapiedi?
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: magari giocava pure al solitario di Win
      - Scritto da: Rimango Illibato
      Se uno gioca a campo minato poi si mette a
      tapezzare di Claymore i
      marciapiedi?Mah chi lo sa.
      • Mentulaer scrive:
        Re: magari giocava pure al solitario di Win
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: Rimango Illibato

        Se uno gioca a campo minato poi si mette a

        tapezzare di Claymore i

        marciapiedi?

        Mah chi lo sa.e se uno gioca a tetris si mette a lanciare mattoni dalla finestra cercando di fare una riga?
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: magari giocava pure al solitario di Win
          - Scritto da: Mentulaer
          - Scritto da: Dottor Stranamore

          - Scritto da: Rimango Illibato


          Se uno gioca a campo minato poi si mette a


          tapezzare di Claymore i


          marciapiedi?



          Mah chi lo sa.
          e se uno gioca a tetris si mette a lanciare
          mattoni dalla finestra cercando di fare una
          riga?Attento, qualcuno potrebbe leggerti e cercare di mettere in pratica la tua idea.
  • max scrive:
    gli sparatutto realistici da proibire
    come da oggetto.non è che le stragi siano colpa degli sparatutto, ma è assurdo che si consenta l'esistenza di videogiochi dove uno si diverta a simulare l'uccisione di persone. poi più sono realistici e più un malato di mente può sovrapporre il gioco alla realtà...allora perché non fanno videogiochi stupratutto o torturatutto? già che ci siamo...
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: gli sparatutto realistici da proibire
      - Scritto da: max
      come da oggetto.
      non è che le stragi siano colpa degli sparatutto,
      ma è assurdo che si consenta l'esistenza di
      videogiochi dove uno si diverta a simulare
      l'uccisione di persone. poi più sono realistici e
      più un malato di mente può sovrapporre il gioco
      alla
      realtà...
      allora perché non fanno videogiochi stupratutto o
      torturatutto? già che ci
      siamo...Allora perché non vietiamo i film horror? I film con sparatorie? Magari un malato di mente può rimanere influenzato e confondere la fiction con la fantasia.
      • krane scrive:
        Re: gli sparatutto realistici da proibire
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: max

        come da oggetto.

        non è che le stragi siano colpa degli
        sparatutto,

        ma è assurdo che si consenta l'esistenza di

        videogiochi dove uno si diverta a simulare

        l'uccisione di persone. poi più sono
        realistici
        e

        più un malato di mente può sovrapporre il
        gioco

        alla

        realtà...

        allora perché non fanno videogiochi
        stupratutto
        o

        torturatutto? già che ci

        siamo...

        Allora perché non vietiamo i film horror? I film
        con sparatorie? Magari un malato di mente può
        rimanere influenzato e confondere la fiction con
        la fantasia.Io arresterei tutti quelli che usano abitualmente windows, cosi' per essere sicuri.
      • max scrive:
        Re: gli sparatutto realistici da proibire
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: max

        come da oggetto.

        non è che le stragi siano colpa degli
        sparatutto,

        ma è assurdo che si consenta l'esistenza di

        videogiochi dove uno si diverta a simulare

        l'uccisione di persone. poi più sono
        realistici
        e

        più un malato di mente può sovrapporre il
        gioco

        alla

        realtà...

        allora perché non fanno videogiochi
        stupratutto
        o

        torturatutto? già che ci

        siamo...

        Allora perché non vietiamo i film horror? I film
        con sparatorie? Magari un malato di mente può
        rimanere influenzato e confondere la fiction con
        la
        fantasia.una cosa è vedere lo svolgersi di un'azione da spettatore, un'altra è metterti in prima persona in una simulazione realistica in cui TU uccidi altri esseri umani. E chiamare questo gioco "Chiamata del Dovere", per altro...
        • krane scrive:
          Re: gli sparatutto realistici da proibire
          - Scritto da: max
          - Scritto da: Dottor Stranamore

          - Scritto da: max


          come da oggetto.


          non è che le stragi siano colpa degli

          sparatutto,


          ma è assurdo che si consenta l'esistenza di


          videogiochi dove uno si diverta a simulare


          l'uccisione di persone. poi più sono

          realistici

          e


          più un malato di mente può sovrapporre il

          gioco


          alla


          realtà...


          allora perché non fanno videogiochi

          stupratutto

          o


          torturatutto? già che ci


          siamo...



          Allora perché non vietiamo i film horror? I film

          con sparatorie? Magari un malato di mente può

          rimanere influenzato e confondere la fiction con

          la

          fantasia.


          una cosa è vedere lo svolgersi di un'azione da
          spettatore, un'altra è metterti in prima persona
          in una simulazione realistica in cui TU uccidi
          altri esseri umani. E chiamare questo gioco
          "Chiamata del Dovere", per
          altro...Vietiamo windows, che fa girare questa roba!
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: gli sparatutto realistici da proibire
          - Scritto da: max
          - Scritto da: Dottor Stranamore

          - Scritto da: max


          come da oggetto.


          non è che le stragi siano colpa degli

          sparatutto,


          ma è assurdo che si consenta l'esistenza di


          videogiochi dove uno si diverta a simulare


          l'uccisione di persone. poi più sono

          realistici

          e


          più un malato di mente può sovrapporre il

          gioco


          alla


          realtà...


          allora perché non fanno videogiochi

          stupratutto

          o


          torturatutto? già che ci


          siamo...



          Allora perché non vietiamo i film horror? I film

          con sparatorie? Magari un malato di mente può

          rimanere influenzato e confondere la fiction con

          la

          fantasia.


          una cosa è vedere lo svolgersi di un'azione da
          spettatore, un'altra è metterti in prima persona
          in una simulazione realistica in cui TU uccidi
          altri esseri umani. E chiamare questo gioco
          "Chiamata del Dovere", per
          altro...E chi ti dice che invece il fatto che si svolga in prima persona non sia invece una valvola maggiore di sfogo?Il fatto è che prima di vietare bisogna essere sicuri di una certa cosa e finché non ci sono prove scientifiche a riguardo è assurdo voler censurare a priori.
          • max scrive:
            Re: gli sparatutto realistici da proibire
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: max

            - Scritto da: Dottor Stranamore


            - Scritto da: max



            come da oggetto.



            non è che le stragi siano colpa
            degli


            sparatutto,



            ma è assurdo che si consenta
            l'esistenza
            di



            videogiochi dove uno si diverta a
            simulare



            l'uccisione di persone. poi più
            sono


            realistici


            e



            più un malato di mente può
            sovrapporre
            il


            gioco



            alla



            realtà...



            allora perché non fanno videogiochi


            stupratutto


            o



            torturatutto? già che ci



            siamo...





            Allora perché non vietiamo i film
            horror? I
            film


            con sparatorie? Magari un malato di
            mente
            può


            rimanere influenzato e confondere la
            fiction
            con


            la


            fantasia.





            una cosa è vedere lo svolgersi di un'azione
            da

            spettatore, un'altra è metterti in prima
            persona

            in una simulazione realistica in cui TU
            uccidi

            altri esseri umani. E chiamare questo gioco

            "Chiamata del Dovere", per

            altro...

            E chi ti dice che invece il fatto che si svolga
            in prima persona non sia invece una valvola
            maggiore di
            sfogo?questa è una possibilità.si dice spesso del pugilato e delle arti marziali... è molto difficile che un pugile faccia a pugni in giro. ma un pugile ha delle persone intorno a sé che lo formano, e si abitua ad avere regole e disciplina, diversamente ogni incontro si concluderebbe in una rissa, perché se io prendo un pugno che mi lascia in piedi istintivamente perdo le staffe e vorrei la morte di chi me l'ha dato. un pugile invece sa prendere un pugno restando lucido...ma uno che gioca a Call of Duty è lui e i suoi istinti...
            Il fatto è che prima di vietare bisogna essere
            sicuri di una certa cosa e finché non ci sono
            prove scientifiche a riguardo è assurdo voler
            censurare a
            priori.hai ragione. la mia è una provocazione.rimango comunque contrario di principio a questi giochi, anche se la mia opinione non è legge... è la mia opinione.
          • Mentulaer scrive:
            Re: gli sparatutto realistici da proibire
            le stragi c'erano anche all'epoca di pacman, è un pazzo e basta non ci sono altre spiegazioni, e non serve prendere la mira per fare una stragge basta sparare a caxxo su un mucchio di persone...
          • Corigan scrive:
            Re: gli sparatutto realistici da proibire
            - Scritto da: max
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: max


            - Scritto da: Dottor Stranamore



            - Scritto da: max




            come da oggetto.




            non è che le stragi siano
            colpa

            degli



            sparatutto,




            ma è assurdo che si consenta

            l'esistenza

            di




            videogiochi dove uno si
            diverta
            a

            simulare




            l'uccisione di persone. poi
            più

            sono



            realistici



            e




            più un malato di mente può

            sovrapporre

            il



            gioco




            alla




            realtà...




            allora perché non fanno
            videogiochi



            stupratutto



            o




            torturatutto? già che ci




            siamo...







            Allora perché non vietiamo i film

            horror? I

            film



            con sparatorie? Magari un malato di

            mente

            può



            rimanere influenzato e confondere
            la

            fiction

            con



            la



            fantasia.








            una cosa è vedere lo svolgersi di
            un'azione

            da


            spettatore, un'altra è metterti in prima

            persona


            in una simulazione realistica in cui TU

            uccidi


            altri esseri umani. E chiamare questo
            gioco


            "Chiamata del Dovere", per


            altro...



            E chi ti dice che invece il fatto che si
            svolga

            in prima persona non sia invece una valvola

            maggiore di

            sfogo?

            questa è una possibilità.
            si dice spesso del pugilato e delle arti
            marziali... è molto difficile che un pugile
            faccia a pugni in giro. ma un pugile ha delle
            persone intorno a sé che lo formano, e si abitua
            ad avere regole e disciplina, diversamente ogni
            incontro si concluderebbe in una rissa, perché se
            io prendo un pugno che mi lascia in piedi
            istintivamente perdo le staffe e vorrei la morte
            di chi me l'ha dato. un pugile invece sa prendere
            un pugno restando
            lucido...
            ma uno che gioca a Call of Duty è lui e i suoi
            istinti...



            Il fatto è che prima di vietare bisogna
            essere

            sicuri di una certa cosa e finché non ci sono

            prove scientifiche a riguardo è assurdo voler

            censurare a

            priori.

            hai ragione. la mia è una provocazione.
            rimango comunque contrario di principio a questi
            giochi, anche se la mia opinione non è legge... è
            la mia
            opinione.mi viene da dire che tu non abbia mai provato a giocare con un FPS, magari uno degli ultimi tipo battlefiled 3 che sono estremamente coinvolgenti,anche a causa anche del loro realismo.te lo dico perche ci sarebbero delle ragioni per limitarne l'uso, ma l'idea che breivik possa essere stato spinto da CoD non è nemmeno sbagliata (cit.).Lui stesso dice che ha USATO CoD per allenarsi.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: gli sparatutto realistici da proibire
          contenuto non disponibile
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: gli sparatutto realistici da proibire
      Ostrega, sei tu?Se non sei tu, tornatene al moige.
  • aphex twin scrive:
    Assurdo
    "Breivik ha affermato che Call of Duty offre una vasta gamma di metodi per imparare a sparare ...", e se giocava a Forza Motorsport diventava pilota ? :D
    • brain scrive:
      Re: Assurdo
      - Scritto da: aphex twin
      "Breivik ha affermato che Call of Duty offre una
      vasta gamma di metodi per imparare a sparare
      ...", e se giocava a Forza Motorsport diventava
      pilota ?
      :Dsi, ma di carri armati :D
  • un fan scrive:
    autrice
    Ma quanto è bella Gabriella Tesoro!!!
    • attonito scrive:
      Re: autrice
      - Scritto da: un fan
      Ma quanto è bella Gabriella Tesoro!!!io la seguo solo per la foto, speriamo che non sia il solito fake trovato in rete.
  • bambino di 12 anni scrive:
    anche io gioco molto a call of duty
    ed è un peccato che non abbia una pistola vera :( sennò anche io avrei sparato alla gente.
    • neonato scrive:
      Re: anche io gioco molto a call of duty
      - Scritto da: bambino di 12 anni
      ed è un peccato che non abbia una pistola vera :(
      sennò anche io avrei sparato alla
      gente.E io voglio il tritolo nel biberon! :'(:'(:'(
  • cpmtrrroip scrive:
    i videogiochi fanno bene alla vita
    Piuttosto che sulla violenza dei videogiochi, bisognerebbe parlare della violenza e del pregiudizio che vengono inculcati sin da quando sei piccolo dalle religioni e dalle correnti politiche che si ispirano a queste ultime.Ricordo ancora il tiolo de Il Giornale nei giorni della strage:"SIAMO SOTTO ATTACCO" o qualcosa di simile, in relazione ad una presunta "matrice islamica" dell'attentato. Chissà la loro faccia quando si sono accorti che invece l'attentatore era BIANCO, "ARIANO", NORVEGESE NEO-NAZI MA SOPRATTUTTO un CRISTIANO doc!Insomma, si tira fuori come sempre l'inesistente violenza generata dai videogiochi pur di non parlare delle vere ragioni che hanno portato quella bestia ad uccidere un centinaio di innocenti, distogliendo lo sguardo del popolo pecorone dal vero male che ammorba questa europa ancora medievale, una storia gia sentita!Io che ho giocato ai videogame più violenti e "malati" che siano mai stati creati dall'uomo (Manhunt, Carmageddon, GTA, POSTAL 2, etc. etc.), secondo questi pseudo-esperti, dovrei essere uno stupratore, serial-killer criminale. Chissà perchè invece sono incensurato e se vedo un animale investito per strada sono l'unico a fermarmi.Una sola parola per chi propaganda la tesi che i videogiochi sono alla base della violenza sociale attuale: PAGLIACCI!
    • volgare scrive:
      Re: i videogiochi fanno bene alla vita
      - Scritto da: cpmtrrroip
      Io che ho giocato ai videogame più violenti e
      "malati" che siano mai stati creati dall'uomo
      (Manhunt, Carmageddon, GTA, POSTAL 2, etc. etc.),
      secondo questi pseudo-esperti, dovrei essere uno
      stupratore, serial-killer criminale. Chissà
      perchè invece sono incensurato e se vedo un
      animale investito per strada sono l'unico a
      fermarmi.

      Una sola parola per chi propaganda la tesi che i
      videogiochi sono alla base della violenza sociale
      attuale:
      PAGLIACCI!Quoto tutto.
    • max scrive:
      Re: i videogiochi fanno bene alla vita
      - Scritto da: cpmtrrroip
      Piuttosto che sulla violenza dei videogiochi,
      bisognerebbe parlare della violenza e del
      pregiudizio che vengono inculcati sin da quando
      sei piccolo dalle religioni e dalle correnti
      politiche che si ispirano a queste
      ultime.
      Ricordo ancora il tiolo de Il Giornale nei giorni
      della strage:"SIAMO SOTTO ATTACCO" o qualcosa di
      simile, in relazione ad una presunta "matrice
      islamica" dell'attentato. Chissà la loro faccia
      quando si sono accorti che invece l'attentatore
      era BIANCO, "ARIANO", NORVEGESE NEO-NAZI MA
      SOPRATTUTTO un CRISTIANO
      doc!
      Insomma, si tira fuori come sempre l'inesistente
      violenza generata dai videogiochi pur di non
      parlare delle vere ragioni che hanno portato
      quella bestia ad uccidere un centinaio di
      innocenti, distogliendo lo sguardo del popolo
      pecorone dal vero male che ammorba questa europa
      ancora medievale, una storia gia
      sentita!hai perfettamente ragione
      Io che ho giocato ai videogame più violenti e
      "malati" che siano mai stati creati dall'uomo
      (Manhunt, Carmageddon, GTA, POSTAL 2, etc. etc.),
      secondo questi pseudo-esperti, dovrei essere uno
      stupratore, serial-killer criminale. Chissà
      perchè invece sono incensurato e se vedo un
      animale investito per strada sono l'unico a
      fermarmi.

      Una sola parola per chi propaganda la tesi che i
      videogiochi sono alla base della violenza sociale
      attuale:
      PAGLIACCI!in ogni caso i videogiochi in cui, in un setting realistico, ti "eserciti" ad ammazzare più persone possibili, non mi pare siano un toccasana per le menti paranoidi...detto questo sono assolutamente certo che sia più dannoso un libro della fallaci che cento sparatutto...
  • Gab scrive:
    Domanda
    La domanda è: Perché nel 70% dei videogiochi bisogna ammazzare qualcuno? non mi sembra così necessario dover uccidere il prossimo, anche se virtuale .
    • prova123 scrive:
      Re: Domanda
      Nel calcio ci sono 22 XXXXXXXX che rincorrono una palla, fuori e negli spalti ci sono i XXXXXXXX che si prendono a botte. Per la stessa logica applicata ai videogiochi la rissa è colpa del calcio!!! Allora aboliamo il calcio. Al 99% il problema reale non è mai fuori, ma nella testa delle persone.
    • Joe Tornado scrive:
      Re: Domanda
      ... così come abbiamo fatto per le perfide navicelle di Space Invaders !
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Domanda
      contenuto non disponibile
  • Matteo scrive:
    Fondo di verità e commenti idioti.
    La correlazione tra videogames e violenza esiste, era già stata provata tempo fa. Tecnicamente molti simulatori di guerra vengono utilizzati anche dal Dipartimento della Difesa Americano (era uscita la notizia qualche anno fa) per addestrare un addestramento preliminare o complementare dei piloti... inoltre è anche noto che monitora(va)no i tornei di videogames per scovare talenti particolari in diversi settori: tattica di guerra, mira, puzzle-solving.E' stato scientificamente dimostrato che certe categorie di videogames (quindi pacman non c'entra una fava) influiscono profondamente sull'attività celebrale e, se in età giovane in persone psichicamente instabili, sulla sfera comportamentale.E' anche vero che la pulsione violenta (perché è una pulsione) si correla pressoché a qualsiasi cosa inerente l'immaginazione... pure un libro o un telefilm possono ispirare. Vedasi killer che si fabbricano esplosivi e veleni mortali in casa usando prodotti da ferramenta come se fossero dei piccoli chimici McGuyver.Io personalmente ho sperimentato gli effetti di qualche torneo online di Unreal Tournament. Non ho imparato a sparare con un lanciarazzi tascabile o un fucile laser, però avevo scariche di adrenalina di gran lunga fuori dalla norma... con tutto ciò che ne consegue.Riguardo alla correlazione con la Norvegia, forse molti di voi ignorano che i paesi scandinavi tristemente noti per l'alto tasso di suicidi. La linea tra il suicidio e l'omicidio non credo sia così marcata ma non sono uno psicologo. Parlando con un'amica laureata in psicologia, lei mi ha detto che si crede sia dovuto alla poca luce (ore notturne
    ore diurne)...Tutto dipende da una predisposizione naturale o maturata alla violenza, ovviamente, ma i videogiochi sparatutto non dipingono certamente la violenza come sbagliata... anzi, c'è una esaltazione del lato violento e sanguinario (se esistono le etichette PEGI, XXXXX, c'è un motivo). Chi ha un certo livello di maturità se ne rende conto (e a leggere i commenti molti di voi NON lo capiscono).La censura è sempre e comunque errata, ma un controllo attento è obbligatorio.
    • Matteo scrive:
      Re: Fondo di verità e commenti idioti.
      E.C.: non "per addestrare un addestramento" bensì "come addestramento"
      • Matteo scrive:
        Re: Fondo di verità e commenti idioti.
        Aggiungo anche una cosa che forse pochissimi ricordano, legandomi al discorso di KenShiro.Anni fa in giappone dei bambini, giocando ai "Power Rangers" hanno ucciso un loro amichetto che recitava la parte del "mostro cattivo". L'hanno ucciso.Se non ricordo male erano intorno ai 10-12 anni...
        • ... scrive:
          Re: Fondo di verità e commenti idioti.
          si vabbè i giapponesi sono un popolo di idioti, conta poco come esempio dai...parliamo di gente a cui se il tom-tom dice di attraversare il mare, in macchina, per raggiungere un isola, lo fanno...
          • collione scrive:
            Re: Fondo di verità e commenti idioti.
            - Scritto da: ...
            si vabbè i giapponesi sono un popolo di idioti,sta parlando a nome del civilissimo ed intelligentissimo popolo iTagliano?
          • collione con la g e quindi gollione scrive:
            Re: Fondo di verità e commenti idioti.
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: ...

            si vabbè i giapponesi sono un popolo di idioti,

            sta parlando a nome del civilissimo ed
            intelligentissimo popolo
            iTagliano?Non ti preoccupare, è tipico dell'italiota medio sputare su tutte le culture straniere senza neanche conoscerle minimamente.
    • prova123 scrive:
      Re: Fondo di verità e commenti idioti.
      - Scritto da: Matteo <i

      La correlazione tra videogames e violenza esiste,
      era già stata provata tempo fa. Tecnicamente
      molti simulatori di guerra vengono utilizzati
      anche dal Dipartimento della Difesa Americano
      (era uscita la notizia qualche anno fa) per
      addestrare un addestramento preliminare o
      complementare dei piloti... inoltre è anche noto
      che monitora(va)no i tornei di videogames per
      scovare talenti particolari in diversi settori:
      tattica di guerra, mira,
      puzzle-solving. </i
      Le guerre esistono da molto prima dei videogiochi, anzi prima ce n'erano di più.Matematicamente possiamo correlare tutto quello che vogliamo ma poi dobbiamo associare a tutti i parametri della correlazione un significato fisico. Esempio si può andare in ospedale nel reparto maternità e correlare il colore della vestaglia della puerpera con il sesso del bambino: si tirerà fuori un numero, ma sarà casuale (rispetto alle nostre ipotesi) e legato al particolare campione di donne. <i

      E' stato scientificamente dimostrato che certe
      categorie di videogames (quindi pacman non
      c'entra una fava) influiscono profondamente
      sull'attività celebrale e, se in età giovane in
      persone psichicamente instabili, sulla sfera
      comportamentale. </i
      1. <b
      persone psichicamente instabili </b
      : ti sei dato la risposta da solo. <i

      E' anche vero che la pulsione violenta (perché è
      una pulsione) si correla pressoché a qualsiasi
      cosa inerente l'immaginazione... pure un libro o
      un telefilm possono ispirare. Vedasi killer che
      si fabbricano esplosivi e veleni mortali in casa
      usando prodotti da ferramenta come se fossero dei
      piccoli chimici
      McGuyver. </i
      2. <b
      pure un libro o un telefilm possono ispirare </b
      : Non stai parlando di persone normali, ma di persone che hanno/hanno avuto problemi. <i

      Io personalmente ho sperimentato gli effetti di
      qualche torneo online di Unreal Tournament. Non
      ho imparato a sparare con un lanciarazzi
      tascabile o un fucile laser, però avevo scariche
      di adrenalina di gran lunga fuori dalla norma...
      con tutto ciò che ne
      consegue. </i
      Anche io sento scariche di adrenalina sulle giostre, poi passa. Non per questo poi uno sale su un ponte e si butta giù per provare la stessa sensazione. Se questi lo fa, vale sempre la risposta 2. Quando questo avviene facciamo chiudere il parco giochi o la particolare giostra? <i

      Riguardo alla correlazione con la Norvegia, forse
      molti di voi ignorano che i paesi scandinavi
      tristemente noti per l'alto tasso di suicidi. La
      linea tra il suicidio e l'omicidio non credo sia
      così marcata ma non sono uno psicologo. Parlando
      con un'amica laureata in psicologia, lei mi ha
      detto che si crede sia dovuto alla poca luce (ore
      notturne
      ore
      diurne)... </i
      Allora in questo caso i videogiochi non sono coinvolti, ma è colpa dei norvegesi che si ostinano a voler vivere a quelle latitudini... ma ho un dubbio non sono gli unici ad avere poca luce, una sola popolazione non fà testo, sarebbe il caso di avere altri dati relativi a coloro che vivono in tali condizioni sia verso il polo nord che il polo sud, altrimenti è un risultato poco attendibile. <i

      Tutto dipende da una predisposizione naturale o
      maturata alla violenza, ovviamente, ma i
      videogiochi sparatutto non dipingono certamente
      la violenza come sbagliata... anzi, c'è una
      esaltazione del lato violento e sanguinario (se
      esistono le etichette PEGI, XXXXX, c'è un
      motivo). Chi ha un certo livello di maturità se
      ne rende conto (e a leggere i commenti molti di
      voi NON lo
      capiscono).
      La censura è sempre e comunque errata, ma un
      controllo attento è
      obbligatorio. </i
      Allora proibiamo tutte le palestre di arti marziali, street fighting, impediamo ai bambini di gridare per strada in quanto potrebbe uscire qualcuno arrabbiato e sparare ... cerchiamo di essere seri.Da tutto quello che hai detto risulta che il problema non sono i videogiochi ma le persone che hanno problemi mentali. Una società che si dice civile non è quella che abolisce i manicomi (lasciando il problema sulle spalle della famiglia)... non si è mentalmente sani per legge. Una società civile prima di tutto riconosce che ci sono persone che hanno problemi mentali e le cui famiglie devono essere aiutate. Inoltre deve avere i manicomi (NON LAGER) dove queste persone possono essere curate e controllate (soprattutto quelle pericolose). Quando si deve risolvere un problema bisogna eliminare le cause, non gli effetti (e soprattutto bisogna saper distinguere tra causa ed effetto ...)
      • Matteo scrive:
        Re: Fondo di verità e commenti idioti.
        - Scritto da: prova123
        Da tutto quello che hai detto risulta che il
        problema non sono i videogiochi ma le persone che
        hanno problemi mentali. Una società che si dice
        civile non è quella che abolisce i manicomi
        (lasciando il problema sulle spalle della
        famiglia)... non si è mentalmente sani per legge.
        Una società civile prima di tutto riconosce che
        ci sono persone che hanno problemi mentali e le
        cui famiglie devono essere aiutate. Inoltre deve
        avere i manicomi (NON LAGER) dove queste persone
        possono essere curate e controllate (soprattutto
        quelle pericolose). Quando si deve risolvere un
        problema bisogna eliminare le cause, non gli
        effetti (e soprattutto bisogna saper distinguere
        tra causa ed effetto
        ...)Il problema sono _sempre_ le persone e mi trovi d'accordo anche sul resto.Col mio post non stavo stabilendo un preciso rapporto causa-effetto tra videogiochi e violenza, stavo solo facendo notare che certi input possono essere, in alcune circostanti, dei fattori scatenanti, delle interferenze costruttive allo sfociare di certe azioni.Mi riferivo in generale ai commenti (visto che è la "solita aria fritta") non allo specifico caso dell'articolo.
    • marco scrive:
      Re: Fondo di verità e commenti idioti.
      Visto che secondo te esiste una chiara e precisa relazione causa effetto tra videogiochi e stragi, spiegami la strage di Charlie Witman.P.S. se mi dici che la causa è il tumore al cervello ricordati che implicitamente dici che bisogna internare chiunque abbia un male analogo.
      • Matteo scrive:
        Re: Fondo di verità e commenti idioti.
        Non ho detto che esiste una chiara e precisa (e quando si parla di psiche e deviazioni sono ben poco le cose tali) relazione tra videogiochi è stragi... ho detto che in individui mentalmente instabili o incapaci di reprimere istinti primitivi o bambini cresciuti allo stato brado di fronte ad una console, tali giochi _possono_ influenzare le menti. Quindi un coinvolgimento _può manifestarsi_. Questo non sottointende che sia sistematico.E' impossibile sapere se chi compra un gioco è instabile o predisposto alla violenza (tale predisposizione esiste, viene valutata nell'esercito e nei corpi di polizia o nell'esame per il porto d'armi)... la censura sono il primo ad osteggiarla, tuttavia se si rallentasse con l'esaltazione della violenza nei videogiochi e in TV non sarebbe male.- Scritto da: marco
        Visto che secondo te esiste una chiara e precisa
        relazione causa effetto tra videogiochi e stragi,
        spiegami la strage di Charlie
        Witman.
        P.S. se mi dici che la causa è il tumore al
        cervello ricordati che implicitamente dici che
        bisogna internare chiunque abbia un male
        analogo.
        • marco scrive:
          Re: Fondo di verità e commenti idioti.
          - Scritto da: Matteo
          Non ho detto che esiste una chiara e precisa (e
          quando si parla di psiche e deviazioni sono ben
          poco le cose tali) relazione tra videogiochi è
          stragi... ho detto che in individui mentalmente
          instabili o incapaci di reprimere istinti
          primitivi o bambini cresciuti allo stato brado di
          fronte ad una console, tali giochi _possono_
          influenzare le menti. Quindi un coinvolgimento
          _può manifestarsi_. Questo non sottointende che
          sia
          sistematico.

          E' impossibile sapere se chi compra un gioco è
          instabile o predisposto alla violenza (tale
          predisposizione esiste, viene valutata
          nell'esercito e nei corpi di polizia o nell'esame
          per il porto d'armi)... la censura sono il primo
          ad osteggiarla, tuttavia se si rallentasse con
          l'esaltazione della violenza nei videogiochi e in
          TV non sarebbe
          male.
          Se non c'è una relazione causa-effetto, perché se ne parla? Si parli chiaramente di persone disturbate e basta. L'essere cresciuti davanti a una console o davanti a una televisione non sono scuse, uno un pelo più acculturato sarebbe stato influenzato da un libro (per esempio "il giovane Holden") ma nessuno si sogna di limitarne la diffusione. Diciamoci la verità, l'accusare i videogiochi o andando a ritroso negli anni la televisione, i capelli lunghi, gli ebrei, la diffusione della cultura serve solo a dare un nemico cui l'intellighenzia possa accusare per nascondere la propria incapacità a dare una spiegazione che non c'è a problemi della società.Adesso un piccolo discorso giuridico che u qualcuno che studio diritto potrebbe esprimere molto meglio di me. Nessuno di noi può imprigionare qualcun altro solo perché POTREBBE commettere degli atti violenti. Le cosiddette stragi prevedibili lo sono solo fino a un certo punto, tipo possiamo come dici tu limitare l'acXXXXX alle armi da fuoco ma rinchiudere una persona perché non possa procurarsi un coltello con cui tagliare una bistecca o sgozzare una persona è una cosa da precrimen e non imputabile.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Fondo di verità e commenti idioti.
          contenuto non disponibile
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Fondo di verità e commenti idioti.
      contenuto non disponibile
  • Shu scrive:
    PEGI
    Call of Duty ha PEGI 18.Come mai un bambino di 12 anni ci stava giocando? Perche` i genitori (suoi o del suo amico) sono irresponsabili (anche se ho pensato una parola diversa).Detto questo, se uno è squilibrato, può "eccitarsi" anche vedendo la roba che passa in TV in prima serata, o sentendo al bar i commenti pesanti sugli arbitri delle partite di calcio.
  • cicciobastt ardo scrive:
    VIVA IL DUKA
    Bè ormai come il "DUKA" insegna, steroidi a colazione pranzo e cena e menare e dare qualche calcio in XXXX a destra e a manca... XDe comunque un pò come negli anni addietro quando incolpavano cartoni animati tipo kenshiro perchè troppo violenti XD infatti oggi trovi gente che va in giro a tagliuzzare o far esplodere cervelli con le sole imposizione delle mani XD in pò come il mago oronzo
  • C.I.R. scrive:
    phuuhauaha
    Io oramai giro sempre col fucile!!...un fucile bianco che mi permette di creare portali...in quello blu ci entro ed in quello arancio ci esco...ebbe?? non lo fate anche voi?? a lavoro, in vita privata, per fare viaggi!!!!!!......ma dai??!!! ma si può pensare ai giochi? come tempo fà si diceva che chi ascoltava MarilynManson era satanico e uccideva la gente...phuhahahah...ascoltavo MM da quando avevo 11anni e non ho mai ucciso nessuno....il mio primo shooter è stato DOOM il primo DOOM e non ho mai sparato a nessuno!!! è tutta una cosa di mente non diamo colpa a quello che può essere il nostro svago altrimenti potremmo vedere attentati con tele e pennelli, gente che rapina le banche con chitarre e bacchette per batteria!!!!
  • Talking Head scrive:
    Causalità Violenza-Videogiochi
    Penso che, sull'importanza di seria ricerca scientifica sull'argomento, sia sufficiente citare questo SMBC:http://www.smbc-comics.com/?db=comics&id=2075#comic
  • darksenderl scrive:
    La solita aria fritta
    Insomma sti videogiochi non hanno pace,e pur vero che non siamo tutti uguali che ci sono persone più impressionabili di altre,ma non esistono solo videogiochi ultra violenti sfido chiunque ad andare sul canale della CNN che li la violenza e reale senza filtro nuda e cruda,però chissà come mai si demonizzano sempre gli intrattenimenti alle volte un pò sopra le righe.Ho giocato anche io a Call of Duty e questo fa di mè un potenziale killer pazzoide oppure un kamikazze? Ma perfavore la realtà nella quale viviamo e già ultra violenta.La violenza c'è esiste ed è sempre esistita e nell'essere umano l'aggressività e parte del nostro DNA,allora facciamo cosi chiudiamo tutte le case produttrici di videogiochi ultra violenti e giochiamo tutti al SUDOKU unaXXXXXta pazzesca... Infondo i videogiochi sarebbero una come dire un (frammento cristallizzato di realtà) poi c'è una differenza che nel video gioco puoi (scegliere) sè salvare ho distruggere il finale lo scegli tu,mentre nella vita reale a malapena ti è conXXXXX di capire cosa succede ma senza potervi porre tempestivamente rimedio,ma queste sono discussioni eterne vicoli senza uscita,la verità e che esistono milioni di verità quindi tra 100 anni staranno ancora li a scornarsi tra innocentisti che difendono la libertà di potersi svagare in santa pace è colpevolisti che vedranno i video giochi come Call Of Duty e Co. come strumento pericolosissimo per la salute mentale pubblica.Mi sembra che alle volte si voglia nasconder la propia debolezza puntando il dito su un normalissimo intrattenimento se lo si considera come tale (ovviamente) scusate lo sfogo ma almeno dal mio punto di vista ti compri un video gioco che ti fà il lavaggio del cervello e dopo scopri di esser un serial killer mi sembrano delle grandissime ca....te.Chiedo scusa anticipatamente se avrò offeso qualcuno ma non era mia intenzione ma quando c'è vò c'è vò
  • Piter Asquini scrive:
    religione...
    Non sono uso a intervenire... ma non riesco a trattenermi:Breivik ha dichiarato di essere stato guidato da DioSempre a dar contro ai videogames, ma di correlazione religione-violenza però non se ne parla mai
    • iome scrive:
      Re: religione...
      - Scritto da: Piter Asquini
      Non sono uso a intervenire... ma non riesco a
      trattenermi:

      Breivik ha dichiarato di essere stato guidato da
      Dio
      Sempre a dar contro ai videogames, ma di
      correlazione religione-violenza però non se ne
      parla
      maibisogna rendere illegali Call Of DUty e i vari Corano, bibbia e tutti il CIARPAME scritto da allucinati, visionari, psicotici che si sono succeduti nei secoli...
      • pipino il nome e cognome troppo corto scrive:
        Re: religione...
        - Scritto da: iome
        - Scritto da: Piter Asquini

        Non sono uso a intervenire... ma non riesco a

        trattenermi:



        Breivik ha dichiarato di essere stato guidato da

        Dio

        Sempre a dar contro ai videogames, ma di

        correlazione religione-violenza però non se ne

        parla

        mai

        bisogna rendere illegali Call Of DUty e i vari
        Corano, bibbia e tutti il CIARPAME scritto da
        allucinati, visionari, psicotici che si sono
        succeduti nei
        secoli...E che ancora oggi causano odio e discriminazioni per via del fatto che i sostenitori si ritengono nel giusto perché ispirati da un 'essere superiore'. :@
      • CCd scrive:
        Re: religione...

        bisogna rendere illegali Call Of DUty e i vari
        Corano, bibbia e tutti il CIARPAME scritto da
        allucinati, visionari, psicotici che si sono
        succeduti nei
        secoli...NooooOOOO NON PUOI TOGLIERMI NARNIA, LOTR COSì!!
    • prova123 scrive:
      Re: religione...
      con lo IOR che non applica le leggi antiriciclaggio ... ;)
    • Roby scrive:
      Re: religione...
      Ottimo paragone, se credessi che servisse a qualcosa proporrei di vietare Bibbia e Corano subito in tutte le librerie. Francamente basta leggerne poche pagine per capire che chi le ha scritte doveva essere molto invasato oltre che visionaro o sotto gli effetti degli stupefacenti.- Scritto da: Piter Asquini
      Non sono uso a intervenire... ma non riesco a
      trattenermi:

      Breivik ha dichiarato di essere stato guidato da
      Dio
      Sempre a dar contro ai videogames, ma di
      correlazione religione-violenza però non se ne
      parla
      mai
      • Lutero Martin scrive:
        Re: religione...
        - Scritto da: Roby
        Francamente basta
        leggerne poche pagine per capire Capire? Mi sembra un termine troppo impegnativo nel suo caso.Da quello che scrive, lei è la dimostrazione più esemplare che si può leggere senza capire una ceppa, probabilmente si aspettava qualche figura. Ma, visto che il consenso è unanime, è in buona compagnia, si accontenti di questo e non pretenda altro.
        • volgare scrive:
          Re: religione...
          - Scritto da: Lutero Martin
          - Scritto da: Roby

          Francamente basta

          leggerne poche pagine per capire

          Capire? Mi sembra un termine troppo impegnativo
          nel suo
          caso.
          Da quello che scrive, lei è la dimostrazione più
          esemplare che si può leggere senza capire una
          ceppa, probabilmente si aspettava qualche figura.
          Ma, visto che il consenso è unanime, è in buona
          compagnia, si accontenti di questo e non pretenda
          altro.Ma parla come mangi (rotfl)
          • Xenon scrive:
            Re: religione...
            Che si parli di religione o videogames, la questione è sempre la stessa: DIPENDE DALL'USO CHE SE NE FA!Se io sono un pazzo potrò dire che mi ha ispirato Dio o un videogioco, ma sarà sempre una "scusa" alla violenza che io ho voluto compiere.Io sono sia religioso che giocatore di videogames, ma credo che mai mi verrebbe in mente di sparare a qualcuno per strada perchè me l'ha detto Dio (o la mia religione) o perchè ho sparato tutto il giorno a Call of Duty o a Battlefield...Queste sono le solite sterili accuse che si fanno quando non si vuole vedere la tristezza di certi esseri umani e si vuole dare una scusa esterna a quanto di terribile uno come noi possa fare.Ed ora basta con queste notizie!
        • Roby scrive:
          Re: religione...
          Certo certo, capisci solo te e pochi altri. Daltronde cosa c'è di strano quando uno legge che dio invia gli angeli della morte o che mosé apre le acque o che un mitomane è risorto dopo 3 giorni? Cioè, sono cose che si vedono tutti i giorni no? Cmq, ripeto dare la colpa a dei videogiochi o dei libri o dei film mi sembra eccessivo, oltretutto a questo non hanno nemmeno fatto il lavaggio del cervello, era invasato già di suo, qualsiasi XXXXXXXta con lui avrebbe trovato campo fertile nella sua testa, anche un imminente attacco alieno.- Scritto da: Lutero Martin
          - Scritto da: Roby

          Francamente basta

          leggerne poche pagine per capire

          Capire? Mi sembra un termine troppo impegnativo
          nel suo
          caso.
          Da quello che scrive, lei è la dimostrazione più
          esemplare che si può leggere senza capire una
          ceppa, probabilmente si aspettava qualche figura.
          Ma, visto che il consenso è unanime, è in buona
          compagnia, si accontenti di questo e non pretenda
          altro.
      • eleirbag scrive:
        Re: religione...
        - Scritto da: Roby
        Ottimo paragone, se credessi che servisse a
        qualcosa proporrei di vietare Bibbia e Corano
        subito in tutte le librerie. Francamente basta
        leggerne poche pagine per capire che chi le ha
        scritte doveva essere molto invasato oltre che
        visionaro o sotto gli effetti degli
        stupefacenti.La cosa triste non è chi o quello che si è inventatole XXXXXXcce che sono scritte nei "testi sacri", mapiuttosto chi ancora Oggi ci crede con "ceca fede".La lettura acritica di qualsiasi testo unite allasua inculcazione sin dalla prima infanzia e dunquedando una visione dogmatica di quanto vi è scrittoo, meglio, di quanto si ritiene che vi sia scritto,porta alle conseguenze che le religioni hanno sempreportato sin dalla preistoria, ovvero un mezzo percontrollare la società. E direi che ancora oggici riescono benissimo.
  • RobyR scrive:
    ...
    Non so se sapete, ma in Norvegia è complicato avere un arma. Addirittura i poliziotti vanno in giro senza armi, quindi anche se li c'era un poliziotto(sicuramente c'era) non avrebbe potuto fare nulla xDUno che conoscevo da piccolo si stava buttando dalla finestra per imitare superman xD La storia della violenza nei videogame è una cavolata per nascondere un problema nelle istituzioni
    • Number 6 scrive:
      Re: ...
      Io ricordo quello che si era buttato dal tetto di casa perchè credeva di essere Jeeg Robot.Arrestarono la madre, che fu condannata per non aver lanciato i componenti.
      • volgare scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: Number 6
        Io ricordo quello che si era buttato dal tetto di
        casa perchè credeva di essere Jeeg
        Robot.

        Arrestarono la madre, che fu condannata per non
        aver lanciato i
        componenti.Non sentivo questa battuta da almeno 20 anni :D
        • RobyR scrive:
          Re: ...
          Il problema che quello che è sucXXXXX a questo tipo è vero... poi è cresciuto bene ma l'hanno preso in giro per anni per quella cosa
          • volgare scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: RobyR
            Il problema che quello che è sucXXXXX a questo
            tipo è vero... poi è cresciuto bene ma l'hanno
            preso in giro per anni per quella
            cosaCerto certo... dev'essere anche la persona con più amici e conoscenti del mondo visto che ogni volta che la storiella viene raccontata da parte di chiunque era "uno che conoscevo", "uno che abitava nel mio paese", "un amico di mio cuggino", etc... (rotfl)
          • Funz scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: volgare
            - Scritto da: RobyR

            Il problema che quello che è sucXXXXX a
            questo

            tipo è vero... poi è cresciuto bene ma
            l'hanno

            preso in giro per anni per quella

            cosa

            Certo certo... dev'essere anche la persona con
            più amici e conoscenti del mondo visto che ogni
            volta che la storiella viene raccontata da parte
            di chiunque era "uno che conoscevo", "uno che
            abitava nel mio paese", "un amico di mio
            cuggino", etc...
            (rotfl)E' tipico delle leggende metropolitane, stanno sempre a 1 grado di separazione da chi te le racconta :D
    • ogekury scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: RobyR
      Non so se sapete, ma in Norvegia è complicato
      avere un arma. Addirittura i poliziotti vanno in
      giro senza armi, quindi anche se li c'era un
      poliziotto(sicuramente c'era) non avrebbe potuto
      fare nulla
      xD

      Uno che conoscevo da piccolo si stava buttando
      dalla finestra per imitare superman xD La storia
      della violenza nei videogame è una cavolata per
      nascondere un problema nelle
      istituzioniConcordo sul fatto che la correlazione pazzoidi&armi da fuoco=morti non sia cosi' stretta, pero' mi trovi in disaccordo sul fatto che la ditribuzione di armi da fuoco a chiunque non influisca sul numero dei morti causati da queste. Negli stati uniti si viaggia su una media di 10k omicidi l'anno mezzo arma da fuoco, e sono moltissimi rispetto alle medie europee, basti pensare che nel 2008 in Italia (chiaramente maglia nera), stando ai dati istat, ci sono stati 317 morti da arma da fuoco di cui 187 causati dalla criminalita' organizzata. In generale in europa si sta ben al di sotto dei 1000 morti l'anno sebbene il crime rate sia piu' alto in europa rispetto agli usa (anche se gli usa stessi spargono allarmismo continuamente). Se poi prendi qualche ricerca del GOA (guns owners of america) sicuramente dira' che le due cose non sono assoultamente correlate pero' la verita e' che se hai un'arma da fuoco a portata di mano in un momento di tensione ed irrazionalita' (cosa che puo' capitare a chiunque), essendo espressamente progettata per uccidere, le probabilita' che la cosa finisca male aumentano sensibilmente.
      • RobyR scrive:
        Re: ...
        Si deve dire se c'era un poliziotto armato non faceva tutti quelli morti. In generale le armi si deve dare a meno persone possibili ma senza esagerare cmq so che in svizzera la situazione delle armi è simile a quella americana e non mi sembra che stiano cosi male
        • ogekury scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: RobyR
          Si deve dire se c'era un poliziotto armato non
          faceva tutti quelli morti. In generale le armi si
          deve dare a meno persone possibili ma senza
          esagerare cmq so che in svizzera la situazione
          delle armi è simile a quella americana e non mi
          sembra che stiano cosi
          maleBeh, chiaramante lasciare le forze dell'ordine senza armi da fuoco e' una boiata niente male, in questo modo si sfocia nell'ecXXXXX opposto (mi ricorda una puntata dei simpson) e si rimane appunto, in balia del primo squilibrato.Che la legge svizzera sia simile a quella americana invece non e' esatto in quanto l'elevato numero di armi presenti in percentuale sulla popolazione (questo si, simile agli usa) e' frutto di una legge che prevedeva che chi ha preso parte al servizio militare (ancora obligatorio per gli uomini a quanto mi risulta) e' tenuto a custodire l'arma d'ordinanza anche in licenza ed una volta finito il servizio militare stesso, la puo' tenere. Oltre a questo rimane il fatto che in svizzera il tiro sportivo e' uno degli sport piu' popolari. In oltre, dall'entrata nel trattato di shengen non e' piu' possibile la vendita d'armi fra privati cittadini e le armi vanno denunciate per cui la legge e' ben diversa da quella americana dove un libero cittadino puo' andare da wall-mart e comprarsi un semiautomatico.
          • MegaJock scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: ogekury
            In oltre, dall'entrata
            nel trattato di shengen non e' piu' possibile la
            vendita d'armi fra privati cittadini e le armi
            vanno denunciate per cui la legge e' ben diversa
            da quella americana dove un libero cittadino puo'
            andare da wall-mart e comprarsi un
            semiautomatico.Sbagliato. La vendita di armi tra cittadini è consentita, dietro regolare contratto di cessione e richiesta da parte del compratore di un regolare permesso di acquisto.Le armi NON vengono denunciate: per comprare un'arma semiautomatica, corta oppure fucile a pompa si richiede un permesso di acquisto alla polizia cantonale (massimo 3 armi per volta) che viene conXXXXX su presentazione dell'estratto del casellario giudiziale.Vai a qualunque borsa delle armi in Svizzera: la Cantonale ha un ufficio mobile all'entrata, sono lì apposta a compilare permessi di acquisto così entri, scegli quello che vuoi, ti fai rilasciare il permesso e torni da loro con la copia del contratto. Se hai qualche dubbio ti aiutano pure.Quanto alla legislazione USA, varia da stato a stato. Alcuni sono molto restrittivi e al limite della costituzionalità (vedi Washington DC). In altri, anything goes come direbbe Cole Porter.
          • ogekury scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: MegaJock
            - Scritto da: ogekury


            In oltre, dall'entrata

            nel trattato di shengen non e' piu'
            possibile
            la

            vendita d'armi fra privati cittadini e le
            armi

            vanno denunciate per cui la legge e' ben
            diversa

            da quella americana dove un libero cittadino
            puo'

            andare da wall-mart e comprarsi un

            semiautomatico.

            Sbagliato. La vendita di armi tra cittadini è
            consentita, dietro regolare contratto di cessione
            e richiesta da parte del compratore di un
            regolare permesso di
            acquisto.

            Le armi NON vengono denunciate: per comprare
            un'arma semiautomatica, corta oppure fucile a
            pompa si richiede un permesso di acquisto alla
            polizia cantonale (massimo 3 armi per volta) che
            viene conXXXXX su presentazione dell'estratto del
            casellario
            giudiziale.

            Vai a qualunque borsa delle armi in Svizzera: la
            Cantonale ha un ufficio mobile all'entrata, sono
            lì apposta a compilare permessi di acquisto così
            entri, scegli quello che vuoi, ti fai rilasciare
            il permesso e torni da loro con la copia del
            contratto. Se hai qualche dubbio ti aiutano
            pure.

            Quanto alla legislazione USA, varia da stato a
            stato. Alcuni sono molto restrittivi e al limite
            della costituzionalità (vedi Washington DC). In
            altri, anything goes come direbbe Cole
            Porter.Appena controllato ed hai ragione, ho ricordato male un articolo letto tempo fa. Comunque resta che nel 2008 la svizzera ha avuto 259 (nel 98 erano 466) morti da arma da fuoco e come ho scritto in un commento precedente l'Italia, nello stesso anno sono stati 317, di cui 187 causati dalla criminalita' organizzata e in percentula su un popolazione di 7M vs 60M direi che qualche connessione al fatto che sia facile ottenere le armi da fuoco c'e'.
          • MegaJock scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: ogekury
            Comunque resta
            che nel 2008 la svizzera ha avuto 259 (nel 98
            erano 466) morti da arma da fuoco e come ho
            scritto in un commento precedente l'Italia, nello
            stesso anno sono stati 317, di cui 187 causati
            dalla criminalita' organizzata e in percentula su
            un popolazione di 7M vs 60M direi che qualche
            connessione al fatto che sia facile ottenere le
            armi da fuoco
            c'e'.C'è il fatto non trascurabile che molti di questi morti sono suicidi. La Svizzera ha un alto tasso di morti per suicidio, tanto che esistono organizzazioni di assistenza al suicidio (da cui si servono anche diverse persone da un po' tutta Europa).Strano che, sempre in Svizzera, le forze contrarie alle armi da fuoco siano anche quelle che sostengono il suicidio assistito. Evidentemente ammazzarsi è consentito solo se l'atto è "sanitizzato".
          • Netizen Kane scrive:
            Re: ...
            Come ha detto il tizio sopra, in Svizzera ci sono meno remore morali ad ammazzarsi ed è ovvio che se hai un'arma da fuoco a disposizione, tendi ad usare quella invece di attaccarti alla canna del gas.Detto questo, è un paese molto più tranquillo di quelli che lo circondano.Però, cazzarola, perchè uno Svizzero dovrebbe volersi suicidare? Loro mica hanno Monti al governo...
          • MegaJock scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Netizen Kane

            Però, cazzarola, perchè uno Svizzero dovrebbe
            volersi suicidare? Loro mica hanno Monti al
            governo...Basta un nome: Micheline Calmy-Rey.
          • ogekury scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: MegaJock
            - Scritto da: Netizen Kane



            Però, cazzarola, perchè uno Svizzero dovrebbe

            volersi suicidare? Loro mica hanno Monti al

            governo...

            Basta un nome: Micheline Calmy-Rey.Vivi tu sulle alpi con l'inverno che dura 8/10 mesi e poi mi dici. Hanno provato con le XXXXX e l'erba, ma niente da fare
          • MegaJock scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: ogekury
            Vivi tu sulle alpi con l'inverno che dura 8/10
            mesi e poi mi dici. Hanno provato con le XXXXX e
            l'erba, ma niente da
            fareTi dirò, a Lucerna si vive molto bene.
          • ogekury scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: MegaJock
            - Scritto da: ogekury


            Vivi tu sulle alpi con l'inverno che dura
            8/10

            mesi e poi mi dici. Hanno provato con le
            XXXXX
            e

            l'erba, ma niente da

            fare

            Ti dirò, a Lucerna si vive molto bene.Si scherzava chiaramente, avro' messo piede nel suolo svizzero 2 volte in vita mia, per cui non ho un'idea concreta di come si possa vivere (e sinceramente non ho alcun intenzione di trasferirmici nei prossimi anni)
  • Skywalker scrive:
    Indichi la luna, guardano il dito
    Se spari a 69 persone REALI con un "dispositivo olografico di mira" ottieni 69 morti VIRTUALI. E forse neanche quelli.Stessa cosa per il bambino che ha sparato all'amico di dieci anni.Il problema non è se c'è correlazione o meno tra videogiochi e violenza.Il problema è che c'è un nesso di causa-effetto tra un proiettile reale sparato ad una persona reale. Si può uccidere anche a mani nude, ma con molta più difficoltà che con uno strumento efficiente ed esplicitamente pensato per quello scopo.Ora, se possiedo un programma per aggirare una protezione DRM, sono responsabile io che lo possiedo,il programmatore che lo ha scritto e l'ISP da dove l'ho scaricato.Se invece ho in casa un fucile mitragliatore va bene, quello che l'ha costruito non ha nessuna responsabilità e quello che lo vende nemmeno. La responsabilità è solo di chi lo usa in modo "improprio".Dire che la circolazione ed il possesso delle armi da fuoco ai privati dovrebbe essere praticamente proibito, no eh? Non sono contrario alla caccia, ma se uno è un cacciatore e ama la "caccia", può benissimo farlo: con arco e frecce. Se Breivik si fosse presentato a Utoya con arco e frecce non avrebbe fatto 69 morti. Ma neanche se si fosse presentato con una spada. E un bambino di 12 anni avrebbe grossi problemi a tendere un arco fino al punto di rendere letale una freccia. Anche con un Compound e una freccia in carbonio.
    • iome scrive:
      Re: Indichi la luna, guardano il dito
      - Scritto da: Skywalker
      Se spari a 69 persone REALI con un "dispositivo
      olografico di mira" ottieni 69 morti VIRTUALI. E
      forse neanche
      quelli.

      Stessa cosa per il bambino che ha sparato
      all'amico di dieci
      anni.

      Il problema non è se c'è correlazione o meno tra
      videogiochi e
      violenza.
      Il problema è che c'è un nesso di causa-effetto
      tra un proiettile reale sparato ad una persona
      reale. Si può uccidere anche a mani nude, ma con
      molta più difficoltà che con uno strumento
      efficiente ed esplicitamente pensato per quello
      scopo.

      Ora, se possiedo un programma per aggirare una
      protezione DRM, sono responsabile io che lo
      possiedo,il programmatore che lo ha scritto e
      l'ISP da dove l'ho scaricato. peccato eri andato cosi' bene e poi ha dovuto scrivere la XXXXXXX a tutti i costi.
      • iome scrive:
        Re: Indichi la luna, guardano il dito
        - Scritto da: iome
        - Scritto da: Skywalker

        Se spari a 69 persone REALI con un "dispositivo

        olografico di mira" ottieni 69 morti VIRTUALI. E

        forse neanche

        quelli.



        Stessa cosa per il bambino che ha sparato

        all'amico di dieci

        anni.



        Il problema non è se c'è correlazione o meno tra

        videogiochi e

        violenza.

        Il problema è che c'è un nesso di causa-effetto

        tra un proiettile reale sparato ad una persona

        reale. Si può uccidere anche a mani nude, ma con

        molta più difficoltà che con uno strumento

        efficiente ed esplicitamente pensato per quello

        scopo.



        Ora, se possiedo un programma per aggirare una

        protezione DRM, sono responsabile io che lo

        possiedo,il programmatore che lo ha scritto e

        l'ISP da dove l'ho scaricato.

        peccato eri andato cosi' bene e poi ha dovuto
        scrivere la XXXXXXX a tutti i
        costi.ops scusa non avevo letto tutto, come non detto :)
    • pippO scrive:
      Re: Indichi la luna, guardano il dito
      - Scritto da: Skywalker
      Il problema è che c'è un nesso di causa-effetto
      tra un proiettile reale sparato ad una persona
      reale.Già, ma questo è un dettaglio, meglio cercare di distogliere l'attenzione dal VERO problema: le armi NON sono videogiochi, fanno male sul serio!
      • bubba scrive:
        Re: Indichi la luna, guardano il dito
        - Scritto da: pippO
        - Scritto da: Skywalker
        VERO problema: le
        armi NON sono videogiochi, fanno male sul
        serio!eh non vorrai mica OFFENDERE i produttori di armi vero? e poi gli Usa come esercitano il loro imperialismo... coi brevetti? nahhh poco gusto :)PS: si lo so che il pazzoide IN QUESTO CASO e' in norvegia... ma (specie in certi stati) in Usa anche i criceti possono comprare una pistola..
        • Roby scrive:
          Re: Indichi la luna, guardano il dito
          Ma appunto proprio questo caso è la dimostrazione che non è proprio come pensi tu: quelli che dicevano che ste cose succedono solo in amerika, perché là chiunque può andare in giro con la pistola (che poi non è vero neanche là, ma i film western sono l'unica fonte di informazione di questa pretesa), e invece succede proprio in norvegia dove le restrizioni sulle armi erano presenti. Oltretutto i pazzoidi trovano sempre un modo, ad esempio Breivik, non s'è comprato un esplosivo (anche perché chi te lo vende?), ma lo ha assemblato lui comprandolo da qualche rivenditore alla ferramenta o ai rivenditori di prodotti x l'agricoltura. Vietiamo anche quelli? Non c'è correlazione tra libera circolazione delle armi e pazzoidi. Di sicuro se ci fossero state più persone armate qualcuno gli avrebbe per lo meno potuto sparare.- Scritto da: bubba
          - Scritto da: pippO

          - Scritto da: Skywalker

          VERO problema: le

          armi NON sono videogiochi, fanno male sul

          serio!
          eh non vorrai mica OFFENDERE i produttori di armi
          vero? e poi gli Usa come esercitano il loro
          imperialismo... coi brevetti? nahhh poco gusto
          :)

          PS: si lo so che il pazzoide IN QUESTO CASO e' in
          norvegia... ma (specie in certi stati) in Usa
          anche i criceti possono comprare una
          pistola..
          • bubba scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            - Scritto da: Roby
            Non c'è correlazione tra libera circolazione
            delle armi e pazzoidi. Di sicuro se ci fossero
            state più persone armate qualcuno gli avrebbe per
            lo meno potuto
            sparare.Credo che i numeri di morti per arma da fuoco presenti negli stati uniti (comparati ai norvegesi o italiani) ti potrebbe far cambiare idea ... :)
          • Roby scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            Se in amerika un po' di criminali vengono fatti fuori in scontri a fuoco non mi sembra una cosa cattiva. Oltretutto dipende anche da quanta delinquenza c'è, in america hanno anche un numero di delitti in percentuale più elevato, e una popolazione nelle carceri il triplo della nostra (sempre in percentuale). E' normale che se ci sono più atti criminali e scontri ci siano anche più morti. In Messico l'anno scorso sono state fatte fuori migliai di persone per il narcotraffico, ma non credo che sia un fenomeno legato alla quantità di armi denunciate in giro. I criminali non denunciano le armi, ne va a loro svantaggio. E la criminalità in certi paesi sudamericani è ancora più elevata, magari però la povera gente invece non ha un arma con cui difendersi.- Scritto da: bubba
            - Scritto da: Roby

            Non c'è correlazione tra libera circolazione

            delle armi e pazzoidi. Di sicuro se ci
            fossero

            state più persone armate qualcuno gli
            avrebbe
            per

            lo meno potuto

            sparare.
            Credo che i numeri di morti per arma da fuoco
            presenti negli stati uniti (comparati ai
            norvegesi o italiani) ti potrebbe far cambiare
            idea ...
            :)
          • brain scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            - Scritto da: Roby
            Se in amerika un po' di criminali vengono fatti
            fuori in scontri a fuoco non mi sembra una cosa
            cattiva.Anche se sono di colore e hanno in tasca solo le caramelle? :D
            Oltretutto dipende anche da quanta
            delinquenza c'è, in america hanno anche un numero
            di delitti in percentuale più elevato, e una
            popolazione nelle carceri il triplo della nostra
            (sempre in percentuale). E' normale che se ci
            sono più atti criminali e scontri ci siano anche
            più morti. In Messico l'anno scorso sono state
            fatte fuori migliai di persone per il
            narcotraffico, ma non credo che sia un fenomeno
            legato alla quantità di armi denunciate in giro.
            I criminali non denunciano le armi, ne va a loro
            svantaggio.Denunciare cosa? Se le puoi comprare al supermercato?
            E la criminalità in certi paesi
            sudamericani è ancora più elevata, magari però la
            povera gente invece non ha un arma con cui
            difendersi.Hai letto troppi Tex Willer :D
        • Criceto Patatino scrive:
          Re: Indichi la luna, guardano il dito
          - Scritto da: bubba
          PS: si lo so che il pazzoide IN QUESTO CASO e' in
          norvegia... ma (specie in certi stati) in Usa
          anche i criceti possono comprare una
          pistola..Dipende dallo stato. In California possono farlo solo i criceti nani, e c'è un periodo di attesa di 10 gg.In Colorado se sei un criceto (dorato, nano o roborovsky) e la tua fedina penale è a posto, puoi comprarti quello che vuoi. Idem se sei un gerbillo, un degu o un ratto o topolino domestico.Per le cavie mi pare ci sia un discorso a parte. Comunque in Texas se sei una cavia e non hai pendenze penali eccessive puoi presentati per le elezioni e diventare governatore.Squit squit.
          • Funz scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            - Scritto da: Criceto Patatino
            Dipende dallo stato. In California possono farlo
            solo i criceti nani, e c'è un periodo di attesa
            di 10
            gg.

            In Colorado se sei un criceto (dorato, nano o
            roborovsky) e la tua fedina penale è a posto,
            puoi comprarti quello che vuoi. Idem se sei un
            gerbillo, un degu o un ratto o topolino
            domestico.

            Per le cavie mi pare ci sia un discorso a parte.
            Comunque in Texas se sei una cavia e non hai
            pendenze penali eccessive puoi presentati per le
            elezioni e diventare
            governatore.

            Squit squit.Oppure puoi fare carriera nell'esercito e andare in missione contro i cattivi cammelli islamici :phttp://www.catshitone.com/
      • MegaJock scrive:
        Re: Indichi la luna, guardano il dito
        - Scritto da: pippO
        le
        armi NON sono videogiochi, fanno male sul
        serio!No. Le armi non fanno male sul serio. Le PERSONE fanno male sul serio.In particolare, IO faccio male sul serio. Specialmente agli sfigati.
    • Roby scrive:
      Re: Indichi la luna, guardano il dito
      Ti smentisco in pieno. Breivik, aveva messo su una impresa agricola fittizzia per procurarsi grosse quantità di diserbante e ha costruito una efficientessima bomba artigianale che chiunque potrebbe assemblare. Anche in Italia le armi sono praticamente vietate, eppure ci sono rapine e morti ammazzati eccome. Serve a qualcosa sta politica? Evidentemente il discorso della criminalità e della violenza è solo una scusa, e se serve serve per altri fini. Anche perché i criminali non si procurano mai armi in modo legale, ma sempre attraverso il mercato nero. Vietare le armi non serve proprio a niente, tanto è vero che proprio in Norvegia ci sono fortissime restrizioni. Se invece tutti andassero in giro armati, forse i Breivik ci penserebbero prima di sparare o almeno qualcuno di quelli che ha ucciso a sangue freddo avrebbe potuto difendersi.- Scritto da: Skywalker
      Se Breivik si fosse presentato a Utoya con arco e
      frecce non avrebbe fatto 69 morti. Ma neanche se
      si fosse presentato con una spada. E un bambino
      di 12 anni avrebbe grossi problemi a tendere un
      arco fino al punto di rendere letale una freccia.
      Anche con un Compound e una freccia in
      carbonio.
      • MegaJock scrive:
        Re: Indichi la luna, guardano il dito
        - Scritto da: Roby
        Vietare le armi non serve proprio a niente, tanto
        è vero che proprio in Norvegia ci sono fortissime
        restrizioni. Se invece tutti andassero in giro
        armati, forse i Breivik ci penserebbero prima di
        sparare o almeno qualcuno di quelli che ha ucciso
        a sangue freddo avrebbe potuto
        difendersi.
        Quoto parzialmente: avere un'arma e basta è inutile, occorre un'istruzione seria. Facciamo così, liberalizziamo la vendita delle armi ma condizioniamo il permesso di acquisto all'impegno di frequentare un corso sulla sicurezza, manipolazione, tiro pratico, leggi sulle armi e sulla difesa personale. Ovviamente con un esame bello tosto da superare.Così se proprio il ferro lo vuoi, devi dimostrare di saperlo usare. Non serve a nulla avere una SIG Sauer P226 in casa se poi non sei capace di caricarla a occhi chiusi.Non credo succederà mai, ovviamente. Ai governi non piacciono le persone responsabili e in grado di reagire. Potrebbero decidere che ci sono troppi idioti ai piani alti e far fare loro un po' di stepping radicale per le scale.
        • Roby scrive:
          Re: Indichi la luna, guardano il dito
          Stra quoto. Infatti di solito nei paesi più repressi il controllo delle armi è totale proprio per evitare che i cittadini facciano una bella rivoluzione. Secondo me il discorso criminalità è proprio una str...ta totale, come se un rapinatore, andasse a comprarsi una pistola in modo legale, compilando il modulo da dare alla polizia. O come se a un pluripregiudicato si potesse vedere la pistola (eppure in Italia trovano sempre i pregiudicati armati, (nessuno può venderti un arma e non puoi neanche averla se sei pregiudicato), ma di certo tanto a sta gente che frega, mica vanno a dirlo dove e a chi la comprano).- Scritto da: MegaJock
          Non credo succederà mai, ovviamente. Ai governi
          non piacciono le persone responsabili e in grado
          di reagire. Potrebbero decidere che ci sono
          troppi idioti ai piani alti e far fare loro un
          po' di stepping radicale per le
          scale.
          • volgare scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            - Scritto da: Roby
            Stra quoto. Infatti di solito nei paesi più
            repressi il controllo delle armi è totale proprio
            per evitare che i cittadini facciano una bella
            rivoluzione. Secondo me il discorso criminalità è
            proprio una str...ta totale, come se un
            rapinatore, andasse a comprarsi una pistola in
            modo legale, compilando il modulo da dare alla
            polizia. O come se a un pluripregiudicato si
            potesse vedere la pistola (eppure in Italia
            trovano sempre i pregiudicati armati, (nessuno
            può venderti un arma e non puoi neanche averla se
            sei pregiudicato), ma di certo tanto a sta gente
            che frega, mica vanno a dirlo dove e a chi la
            comprano)Un controllo severo sulla vendita delle armi evita (o almeno rende più difficile) che ci sia qualche pazzoide che si compra un'arma per fare una rapina in un negozio o che la usi per ammazzare il suo vicino di casa o i famigliari o cose del genere... sicuramente per episodi del genere funziona. Di sicuro non funziona per evitare che la grossa criminalità organizzata si procuri le armi, visto che se le procurano comunque.
          • mone scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            queste sono parole di uno che ha un'arma in casa e deve giustificarsi al mondo.Cmq, ho sentito dire che le pistole sono 'armi di difesa' per cui è legittimo costruirle..come puoi vedere è molto facile adattarsi il mondo secondo i propri comodi ed è quello che stai facendo tu. Per farti capire cmq, ti spingo a ragionare per ecXXXXX:cosa succederebbe se non ci fosse nessun'arma da fuoco al mondo?Ci sarebbero o no meno morti? Ovvio che uno potrebbe strangolare ma è anche possibile che durante una litigata per un tamponamento il pazzo di turno ti tiri un pugno piuttosto che una pistolettata morale...un morto in meno.
        • Claudio scrive:
          Re: Indichi la luna, guardano il dito
          c'è eccome una grossa differenza.Se sono un rapinatore da 4 soldi e voglio rapinare un tabaccaio in italia è sufficiente un coltello o una siringa insanguinata, mentre negli USA ti serve una arma da fuoco, perché molto probabilmente sotto al tavolo il cassiere c'ha un fucile a canne mozze, e con un coltello non fai paura a nessuno.La relazione sicura é: più è libero l'acquisto di armi da fuoco, più reati "a mano armata con un arma da fuoco" si verificano, questo può portare a più omicidi.La maggior parte degli omicidi in italia non causati dalla criminalità organizzata, sono dentro le mura della casa della vittima ed eseguiti da un parente (spesso il coniuge) o da un amico. Ora immaginatevi quanti sono i litigi dentro casa dove si arriva alle "botte" con lanci di oggetti ecc, che finiscono con graffi e qualche contusione che succederebbe se in ogni casa ci fosse una pistola?
          • MegaJock scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            - Scritto da: Claudio

            che succederebbe se in ogni
            casa ci fosse una
            pistola?Basta averne almeno due, problema risolto.Mutua distruzione assicurata.
    • Netizen Kane scrive:
      Re: Indichi la luna, guardano il dito
      - Scritto da: Skywalker
      Dire che la circolazione ed il possesso delle
      armi da fuoco ai privati dovrebbe essere
      praticamente proibito, no eh?Si, certo, solo polizia ed esercito, vero? I cittadini devono essere sempre inermi e il monopolio della forza in mano allo stato e, eventualmente alle imprese private di vigilanza.Sei il sogno di tutti i dittatori. Ami i divieti e le leggi restrittive. Servi con diligenza i tuoi padroni. Sarkozy ti darebbe una medaglia.Non alzi mai lo sguardo, sei ossequioso verso l'Autorità, alla quale guardi come un benevolo padre.Marcia verso il futuro, bravo soldatino. Ama il Grande Fratello. Ama i potenti. Sii felice pensando che sei una nullità.Non c'è bisogno che te lo dica, ma come monito a tutti coloro che non sono zelanti come te, il pensiero indipendente è Male e deve essere combattuto. Ricordate che potete guadagnare punti in vista di una promozione per ogni parente o amico che denuncerete.
      • Cotton scrive:
        Re: Indichi la luna, guardano il dito
        kaspita che fiko che sei. E quando tieni la pistola in mano ti si rizza anche ? wow
        • Netizen Kane scrive:
          Re: Indichi la luna, guardano il dito
          - Scritto da: Cotton
          kaspita che fiko che sei. E quando tieni la
          pistola in mano ti si rizza anche ?
          wowNo. Magari capita a te quando vedi passare un poliziotto. Sogni di essere ammanettato e punito? Il pensiero dell'Autorità che ti domina ti fa sentire bene? Hai fantasie sul far parte di oceaniche folle in camicia bruna, e di urlare "Mio führer, io vivo per servire!"?
          • Cotton scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            - Scritto da: Netizen Kane
            - Scritto da: Cotton

            kaspita che fiko che sei. E quando tieni la

            pistola in mano ti si rizza anche ?

            wow

            No. Magari capita a te quando vedi passare un
            poliziotto. Sogni di essere ammanettato e punito?
            Il pensiero dell'Autorità che ti domina ti fa
            sentire bene? Hai fantasie sul far parte di
            oceaniche folle in camicia bruna, e di urlare
            "Mio führer, io vivo per
            servire!"?caspita io e te siamo amici. Sei grandissimo perchè a te invece, si direbbe, che quando vedi passare un poliziotto sogni di portare la sua divisa, le sue armi, ti ecciti immaginando di avere il suo potere... si ti vedo tutto rosso con la bavetta alla bocca vestito di lattice a muovere folle con il tuo immenso carisma e giu' di polluzioni notturne....fantastico.... poi pero' ti tocca timbrare il cartellino la mattina e il sogno svanisce.peccato perchè si vede subito che sei un dominatore nato... peccato peccato i migliori sono sempre sprecati.beh buona fortuna .... ;)
          • volgare scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            - Scritto da: Cotton
            - Scritto da: Netizen Kane

            - Scritto da: Cotton


            kaspita che fiko che sei. E quando
            tieni
            la


            pistola in mano ti si rizza anche ?


            wow



            No. Magari capita a te quando vedi passare un

            poliziotto. Sogni di essere ammanettato e
            punito?

            Il pensiero dell'Autorità che ti domina ti fa

            sentire bene? Hai fantasie sul far parte di

            oceaniche folle in camicia bruna, e di urlare

            "Mio führer, io vivo per

            servire!"?

            caspita io e te siamo amici. Sei grandissimo
            perchè a te invece, si direbbe, che quando vedi
            passare un poliziotto sogni di portare la sua
            divisa, le sue armi, ti ecciti immaginando di
            avere il suo potere... si ti vedo tutto rosso con
            la bavetta alla bocca vestito di lattice a
            muovere folle con il tuo immenso carisma e giu'
            di polluzioni
            notturne....
            fantastico.... poi pero' ti tocca timbrare il
            cartellino la mattina e il sogno
            svanisce.

            peccato perchè si vede subito che sei un
            dominatore nato... peccato peccato i migliori
            sono sempre
            sprecati.

            beh buona fortuna .... ;)Ma perché non vi scambiate i numeri e vi date un appuntamento al gay bar sotto casa?
          • Cotton scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            siiii visto che tu hai capito lo spirito ? kissà se l'ha capito sto tizio invece ?
          • Netizen Kane scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            Capire degli XXXXXXXXX come voi è uno spreco di capacità cerebrale.Personalmente, non amo il potere: non lo voglio esercitare, e non voglio che venga esercitato su di me. Apprezzo la responsabilità individuale.Poi ci sono tizi come voi due sopra che fanno gongolare ogni tiranno o wannabe tale.Godetevi i walled garden, anche nel mondo reale. Mi raccomando: OBBEDIENZA E PRODUZIONE!
          • Cotton scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            - Scritto da: Netizen Kane
            Capire degli XXXXXXXXX come voi è uno spreco di
            capacità
            cerebrale.

            Personalmente, non amo il potere: non lo voglio
            esercitare, e non voglio che venga esercitato su
            di me. Apprezzo la responsabilità
            individuale.

            Poi ci sono tizi come voi due sopra che fanno
            gongolare ogni tiranno o wannabe
            tale.

            Godetevi i walled garden, anche nel mondo reale.
            Mi raccomando: OBBEDIENZA E
            PRODUZIONE!quanti imperativi usi ....per essere uno che non ama il potere ... strano!!!ps: per scrivere qui hai subito il potere di essere obbligato a mettere un nick.... hai subito il potere di esercitare la grammatica che ti hanno insegnato a scuola (altro potere su di te)..... hai subito il mio potere che ti ha costretto a rispondere usando il tuo tempo "individuale".... mmmhhhh e, soprattutto, hai subito e l'XXXXXXXtura e l'hai sfogata con l'insulto (vedi sopra) altro potere esercitato dal sottoscritto.... mmmh non è che manchiamo di coerenza bambino mio ?
          • Netizen Kane scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            - Scritto da: Cotton
            mmmh non è che manchiamo di coerenza bambino mio ?No, caro adorabile bimbo diversamente abile, c'è una differenza abissale tra l'educazione (utile), il rispetto delle leggi (utile), delle regole di una comunità (che si accettano per il vivere civile) e i soprusi che tanta gente deve ancora subire perchè qualche idiota in uniforme o dietro uno sportello o una scrivania ha il complesso di Napoleone.Per la cronaca, ho portato una divisa, di quelle mimetiche. Per molti anni. Quindi non invidio le divise o le "insegne del potere" di nessuno. Sparissero tutte dalla faccia della terra, non sarebbe un male.Ma ci sono molti "utili idioti" che garantiscono con la loro stessa esistenza che questo non potrà mai succedere.Vai a giocare e sentiti potente. Da solo, non potrai.
          • Cotton scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            vedo che continuo ad esercitare un forte potere su di te... non puoi fare a meno di rispondere e di XXXXXXXrti come un gorilla ;) piu' che potere influenza direi... ora capisco perchè ne hai cosi' paura....ora sta calmo e rilassati un pochino, tutta salute (la tua).un abbraccio caloroso ..
          • Netizen Kane scrive:
            Re: Indichi la luna, guardano il dito
            Oh, non mi inXXXXX. Non per te, ma per la quantità abnorme di non-persone come te.Quelli che appena sentono la parola "terrorismo" urlano: "aiuto, aiuto, nuove leggi, restrizioni, salvateci!"Quelli che dicono: "meglio meno privacy e più sicurezza".Quelli che "non hanno niente da nascondere".Quelli che vedendo tanta gente in miseria grazie alle politiche pro-padronato dei governi fanno spallucce: "eh, sono tempi duri, bisogna fare sacrifici."Quelli che NON esercitano poteri forti, ma fanno si che chi veramente il potere ce l'ha, possa abusarne impunemente e trovano ogni giustificazione possibile e immaginabile.Crogiolati pure nel tuo trollonanismo.
      • Skywalker scrive:
        Re: Indichi la luna, guardano il dito
        - Scritto da: Netizen Kane
        - Scritto da: Skywalker


        Dire che la circolazione ed il possesso delle

        armi da fuoco ai privati dovrebbe essere

        praticamente proibito, no eh?

        Si, certo, solo polizia ed esercito, vero? I
        cittadini devono essere sempre inermi e il
        monopolio della forza in mano allo stato e,
        eventualmente alle imprese private di
        vigilanza.

        Sei il sogno di tutti i dittatori. Ami i divieti
        e le leggi restrittive. Servi con diligenza i
        tuoi padroni. Sarkozy ti darebbe una
        medaglia.Ho il sospetto di troll, ma l'argomento è serio e quindi rispondo comunque.I cittadini in una democrazia sono ben lungi dall'essere inermi, se lo vogliono, ed hanno un'arma enorme: si chiama partecipazione con senso critico. Se invece delegano la gestione della "cosa pubblica" o non vanno a votare o votano un dittatore e lo lasciano fare, poi non è strano si trovino una dittatura. Ho dei forti dubbi di essere il sogno di un dittatore. Ho molte più chance di essere l'incubo del mio sindaco.Le dittature si evitano continuando a tenere ben separati i poteri, delegando lo stretto necessario ed esercitando un controllo continuo e stretto su chi ne ha momentaneamente la responsabilità.Quanto al dare le armi ai privati... pensi anche di tenere in giardino un carroarmato, un F104 e addestrarti come pilota militare?Perché se pensi di rovesciare una dittatura sanguinaria che ha a disposizione mezzi pesanti ed aviazione con delle armi leggere, sei decisamente romantico. Dove questo è avvenuto è perché ad un certo punto forze esterne, avendo degli interessi, hanno buttato sul campo artiglieria ben più pesante di quella del dittatore di turno. Ma a quel punto, come in Libia e come in Siria, ti passano anche le armi leggere ed i proiettili. E magari anche dei consiglieri militari e degli addestratori. Poi però qualcosa in cambio la vorranno...Ricorda che quelli che dicevano "Si vis pacem, para bellum" erano anche quelli che vietavano di passare il Rubicone ed entrate nell'Urbe in armi...
  • whatdafac scrive:
    Si riapre dunque
    Si riapre dunque la polemica sui videogame violenti e su quanto possano incidere sui comportamenti umani.Ma anche no.
  • brain scrive:
    correlazioni...
    andava anche in bagno 3 volte al giorno!Dimostrata la correlazione tra tazza e violenza... :D
    • collione scrive:
      Re: correlazioni...
      - Scritto da: brain
      andava anche in bagno 3 volte al giorno!
      Dimostrata la correlazione tra tazza e
      violenza...
      :Dovvio, quando uno non riesce ad andare s'in(t)azza di brutto (rotfl)
    • Zago scrive:
      Re: correlazioni...
      - Scritto da: brain
      andava anche in bagno 3 volte al giorno!
      Dimostrata la correlazione tra tazza e
      violenza...
      :Dindossava anche dei mocassinil'ho sempre sospettato che chi indossa dei mocassini è una persona dalla quale è meglio stare alla larga
    • Joe Tornado scrive:
      Re: correlazioni...
      Ha pure la barbetta ... buttiamo in galera tutti quelli con la barbetta !!!
Chiudi i commenti