Smart Ride: lo smartwatch e la moto elettrica

Il progetto Smart Ride, nato dalla collaborazione tra Samsung ed Energica, mette in contatto l'orologio Galaxy Watch e la moto elettrica Bolid-E.

Smart Ride: lo smartwatch e la moto elettrica

In Italia sempre più persone scelgono di affidarsi alle due ruote per i loro spostamenti quotidiani: secondo il rapporto ANCMA pubblicato in luglio, nella prima metà del 2018 il numero delle immatricolazioni è salito del 4,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, a testimonianza di come questo mezzo di trasporto rappresenti un’alternativa più che valida all’automobile per spostarsi nel contesto cittadino, dribblando così il problema del traffico. Uno scenaio in cui si inserisce la collaborazione tra Samsung ed Energica.

Samsung ed Energica per Smart Ride

La divisione Samsung Electronics Italia e il primo produttore nostrano di moto elettriche hanno dato vita a una partnership che si concretizza nella nascita del progetto Smart Ride. Come si può intuire già dal nome si tratta di un’iniziativa volta a sperimentare una nuova forma di mobilità: sfruttando i moduli per la connettività (NFC e Bluetooth) inclusi nell’orologio Galaxy Watch, il dispositivo può essere interfacciato con la Bolid-E di Energica così da monitorare via app il livello di carica della batteria, visualizzarne la posizione sulla mappa (grazie al GPS presente sulla motocicletta), consultare dati sul consumo medio in tempo reale, sulla corrente erogata, sulla distanza percorsa e sulle performance della due ruote.

Sempre tramite geolocalizzazione si può conoscere la distribuzione delle colonnine di ricarica per accumulare energia nelle batterie a bordo. Ancora, attraverso la funzione Horn è possibile far suonare il clacson dalla distanza, con un semplice tocco sullo smartwatch, così da poter individuare la moto dalla distanza o per scoraggiare eventuali malintenzionati. Queste le parole di Francesco Cordani, Head of Marcom di Samsung Electronics Italia.

In Samsung siamo consapevoli che l’innovazione può giocare un ruolo fondamentale perché permette di realizzare progetti rivoluzionari che hanno un impatto diretto sulla vita di tutti i giorni. Proprio per questo motivo il nostro impegno è continuare a esplorare nuovi settori che ci permettano di trasformare idee in progetti reali grazie alla tecnologia. Con l’obiettivo di sviluppare una soluzione di elevata rilevanza e qualità abbiamo voluto collaborare con un brand di valore nel mondo delle due ruote come Energica, che grazie alla sua esperienza e alla propensione all’innovazione rappresenta un partner di eccellenza per iniziare questo percorso con la realizzazione del progetto Smart Ride.

Lo smartwatch e la moto elettrica

Il progetto Smart Ride è 100% made in Italy. Per l’occasione Energica ha realizzato Bolid-E partendo dalla moto elettrica Eva EsseEsse9, modello premiato con il riconoscimento “Best Electric Bike of the Year 2018”. È dotata di specchietti intelligenti, due head-up display costituiti da smartphone della linea Samsung Galaxy A che sulla base delle immagini acquisite dalle due videocamere presenti a bordo (una anteriore e una posteriore) analizzano la strada in tempo reale segnalando al centauro eventuali pericoli e ostacoli. Così Livia Cevolini, CEO di Energica Motor Company, commenta la partnership.

Siamo orgogliosi di affiancare un punto di riferimento mondiale come Samsung nel progetto Smart Ride. La nostra idea di impresa è radicata nella ben nota Motor Valley Italiana: i motori e l’innovazione sono sempre stati nel nostro DNA. Nel corso di questi anni abbiamo interpretato le necessità del mercato andando ad anticipare prodotti e soluzioni uniche al mondo. Siamo andati oltre allo status quo che la tecnologia attuale offriva, creando un nuovo know how. Creando Innovazione. Mi auguro che le vision Energica e Samsung connesse in questo nuovo progetto Smart Ride possano essere un’ispirazione per lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia e oltre confine.

Samsung ed Energica per Smart Ride

Grazie all’interazione NFC è possibile accendere la moto semplicemente avvicinando lo smartwatch al serbatoio, mediante la creazione di quella che può essere definita una chiave vituale, da condividere se lo si desidera con alcuni contatti della propria rubrica. Ancora, impostando la propria destinazione prima di salire in sella è possibile avviare la registrazione del percorso.

Energica Bolid-E

Una volta a casa, sarà infine possibile rivivere la propria esperienza in strada avviando sul televisore la riproduzione del filmato registrato dalle videocamere presenti sulla Bolid-E, arricchito dai dati acquisiti dallo smartwatch.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti