Smart working e il tragitto dal letto alla scrivania

Smart working e il tragitto dal letto alla scrivania

Una interessante sentenza in Germania considera lo spostamento tra letto e scrivania come uno spostamento casa-lavoro, sottoposto a medesima tutela.
Una interessante sentenza in Germania considera lo spostamento tra letto e scrivania come uno spostamento casa-lavoro, sottoposto a medesima tutela.

Un paradossale incidente (sul quale non c'è da stendere ironia per il semplice fatto che per il malcapitato le conseguenze sono state serie) accaduto in Germania è l'occasione giusta per portare a riflettere sul tema dello smart working a pochi giorni dalla firma di un protocollo che ha gettato le basi per l'avvio del lavoro agile integrato in Italia. I fatti sono accaduti nel 2018, ma la riflessione è quanto mai attuale.

Succede che al commerciale di una azienda tedesca al lavoro presso la propria stessa abitazione è successo un incidente che in altre situazioni sarebbe stato definito “domestico”: alzatasi dal letto al mattino, questa persona (anonima) è caduta dalle scale ricavandone serie conseguenze ad una vertebra. C'è però un fatto che distingue il suo incidente da altri: il suo tragitto era infatti quello che lo stava portando al posto di lavoro al piano inferiore e per questo motivo il suo caso è diventato oggetto del contendere in materia assicurativa.

Il querelante stava andando al lavoro dalla sua camera da letto allo studio al piano di sotto. Di solito inizia a lavorare lì subito senza fare colazione prima. Mentre camminava sulla scala a chiocciola che collegava le stanze, è scivolato e si è rotto una vertebra toracica. L'ordine professionale convenuto ha rifiutato i servizi in occasione dell'incidente. Mentre il tribunale sociale ha considerato il primo viaggio mattutino dal letto all'ufficio domestico come un percorso di lavoro assicurato, il tribunale sociale regionale lo ha giudicato un atto preparatorio non assicurato che precede solo l'attività effettiva. Il Tribunale sociale federale ha confermato la decisione del Tribunale sociale.

Bundessozialgeright

Spostamento casa-lavoro

Inizialmente la richiesta di copertura dei danni da parte dell'assicurazione dell'azienda era stata respinta derubricando l'incidente a mero fatto domestico con alcuna attinenza a quello che è l'ambito lavorativo. In seguito, però, la sentenza è stata invertita. La caduta, infatti, sarebbe avvenuta proprio durante il primo trasferimento mattutino dal letto alla postazione di lavoro, il che andrebbe interpretato come uno spostamento funzionale alla professione a differenza di ogni altro spostamento durante la giornata lavorativa. Essendo un movimento funzionale all'arrivo presso la postazione operativa, tale percorso va considerato inerente al lavoro e pertanto sottoposto a copertura assicurativa.

Il principio affermato è infatti quello a cui si ispira anche il nuovo protocollo italiano: diritti e doveri del dipendente in smart working non devono differire rispetto a quelli del lavoratore in ufficio. La Germania, dunque, ha fissato il principio: lo spostamento casa-lavoro sussiste anche quando queste due location coincidono e ogni incidente occorso in questo frangente va tutelato.

In via eccezionale, un percorso aziendale è ipotizzabile anche in ambito domestico se l'appartamento e il posto di lavoro si trovano nello stesso stabile (sentenza del 5 luglio 2016 – B 2 U 5/15 R). Anche nel Ministero degli Interni è determinato dall'oggettiva propensione all'azione dell'assicurato, cioè se svolga un'attività che serve all'azienda nello svolgimento del lavoro che ha determinato l'infortunio voluto e tale propensione ad agire è confermata dal circostanze oggettive del singolo caso (sentenza del 31 agosto 2017 – B 2 U 9/16 R).

Secondo i risultati vincolanti di LSG l'unico scopo di salire le scale era quello di consentire al querelante di iniziare a lavorare nell'home office (home office) al terzo piano del suo appartamento.

Bundessozialgeright

Benché possa sembrare mera questione di lana caprina, il fatto è emblematico per la comprensione delle infinite sfumature a cui occorre pensare nel momento della messa a terra del protocollo per il lavoro agile, le cui ripercussioni sono ampie e necessitano di specifiche definizioni giuridiche.

Fonte: Gizmodo
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 12 2021
Link copiato negli appunti