Smartphone, cosa ribolle nel nuovo anno

Il sempre affollato mercato dei gadget mobile sta per farsi ancora più affollato con nuovi OS, nuovi dispositivi che sanno di già visto e tentativi di rivalsa di cariatidi canadesi

Roma – L’anno appena iniziato sarà carico di smartphone, OS mobile e prevedibili conferme di nuovi prodotti: dal sistema operativo FOSS Tizen ai BlackBerry di nuova generazione, non manca niente sul menù, mentre cresce il desiderio degli operatori di rete di “fare da soli” senza l’ingombrante presenza di Google Android.

E proprio Tizen, l’OS sviluppato da Samsung e Intel a partire dal kernel Linux, rappresenta per molti la possibile alternativa a cui affidare le speranze di un futuro che non dipenda da Google: ultimo di una lunga lista di supporter dell’iniziativa è il carrier giapponese Docomo, che con la sudcoreana Samsung starebbe lavorando a uno smartphone Tizen da lanciare nei prossimi mesi.

Nel 2013 pare non mancherà il rituale del nuovo iPhone : la conferma (scontata) che Apple sia al lavoro sui suoi prossimi smartphone e sistema operativo mobile arriva dagli sviluppatori di terze parti, nei cui log di accesso sono apparentemente finite le stringhe “iPhone 6.1” e “iOS 7” con origine da indirizzi IP riconducibili al campus di Cupertino.

Dal vecchio-nuovo si passa poi al nuovo-nuovo con BlackBerry 10 , il sistema a cui RIM affida buona parte delle sue speranza di rivalsa contro le corazzate Apple e Google (e la concorrenza ancora marginale di Windows Phone di Microsoft) e che torna a fare la sua comparsa in un paio di smartphone consegnati alla Federal Communications Commission per la concessione delle autorizzazioni necessarie a operare nel mercato USA.

Di BlackBerry 10 si comincia a intravedere anche il cellulare con tastiera fisica QWERTY , mentre uno degli sviluppatori a cui erano state consegnate le unità “alpha” per la creazione di app ha ben deciso di guadagnare un po’ di centinaia di dollari mettendo lo smartphone in vendita su eBay .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • dfdfgt scrive:
    Convertibili tablet netbook
    credo siano il meglio dei due mondi ad esempio http://www.ruggedpcreview.com/3_notebooks_getac_v100.html
    • Pietro scrive:
      Re: Convertibili tablet netbook
      - Scritto da: dfdfgt
      credo siano il meglio dei due mondi ad esempio

      http://www.ruggedpcreview.com/3_notebooks_getac_v1Si certo per quelli che non hanno capito cos'é un tablet
  • panda rossa scrive:
    Re: Tablet e netbook
    - Scritto da: ruppolo

    Guidi l'automobile? Sei un idiota. A meno che non
    riesci a dimostrare che per guidare l'automobile
    bisogna essere molto intelligenti e
    capaci.Questa e' una cosa facilmente misurabile.Facciamo una gara Udine-Reggio Calabria-Udine.Vince chi riesce a spendere di meno.Bisogna essere molto intelligenti e capaci.

    Posta una classifica di che cosa usano I

    FOTOGRAFI PROFESSIONISTI per fotografare, e
    non

    la gente che di fotografia non capisce

    nulla!

    Sarebbe come postare cosa guidano i piloti
    professionisti.Appunto.Il top della tecnologia.Mica la fiat panda!

    Analogamente posta una classifica di che cosa

    usano I PROGRAMMATORI PROFESSIONISTI per il
    loro

    lavoro, e non la gente che di programmazione
    non

    ci capisce

    nulla.

    Usano la loro testa, perché altro non serve. <b
    MA VIENI!!!!!!!! </b
    Hai appena spiegato perche' apple non esiste nell'informatica professionale.
    O se
    ti manca un sistema di sviluppo non riesci a
    scrivere codice?Il sistema di sviluppo serve per compilarlo il codice, non per scrverlo.

    Se vieni qui a cercare di convincerci che la

    XXXXX e' buona perche' 4 miliardi di mosche
    non

    possono sbagliarsi, o a dirci che le pecore
    non

    si smarriscono perche' seguono le altre
    pecore,

    allora non hai ancora capito che questo e' il

    forum di

    PI.

    Forum nel quale tu scrivi (tra l'altro durante
    l'orario di
    lavoro).Scrivere su PI non e' incompatibile col mio lavoro.
    • max scrive:
      Re: Tablet e netbook
      - Scritto da: panda rossa
      - Scritto da: ruppolo




      Guidi l'automobile? Sei un idiota. A meno
      che
      non

      riesci a dimostrare che per guidare
      l'automobile

      bisogna essere molto intelligenti e

      capaci.

      Questa e' una cosa facilmente misurabile.
      Facciamo una gara Udine-Reggio Calabria-Udine.
      Vince chi riesce a spendere di meno.
      Bisogna essere molto intelligenti e capaci.no, si è molto intelligenti e capaci se si riesce a farlo anche in un tempo decente.posso fare Udine-Reggio-Udine tutto su statali e strade extraurbane a 60 all'ora in 5°, se non ho una cippa da fare nella vita.Invece potrei accorgermi che prendendo l'autostrada e mantenendo una velocità di crociera di 110 Km/H piuttosto che 130 riduco nettamente i consumi a fronte di una perdita di tempo più che accettabile.ma tu, per restane nelle metafore automobilistiche, ragioni a senso unico: se una cosa costa meno o è addirittura gratis è meglio, punto e basta.devi essere uno molto attaccato ai soldi.



      Posta una classifica di che cosa usano I


      FOTOGRAFI PROFESSIONISTI per
      fotografare,
      e

      non


      la gente che di fotografia non capisce


      nulla!



      Sarebbe come postare cosa guidano i piloti

      professionisti.

      Appunto.
      Il top della tecnologia.
      Mica la fiat panda!



      Analogamente posta una classifica di
      che
      cosa


      usano I PROGRAMMATORI PROFESSIONISTI
      per
      il

      loro


      lavoro, e non la gente che di
      programmazione

      non


      ci capisce


      nulla.



      Usano la loro testa, perché altro non serve.

      <b
      MA VIENI!!!!!!!! </b

      Hai appena spiegato perche' apple non esiste
      nell'informatica
      professionale.cos'è l'informatica professionale?qualche giorno fa ho collaborato a una diretta con uno dei più grossi service RAI del centro-nord, sulla loro regia mobile da svariate centinaia di migliaia di euro tra le altre attrezzature avevano di bei Mac Pro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tablet e netbook
        È come mio zio, per 5 centesimi si farebbe ammazzare!!!
      • il signor rossi scrive:
        Re: Tablet e netbook
        - Scritto da: max

        cos'è l'informatica professionale?
        qualche giorno fa ho collaborato a una diretta
        con uno dei più grossi service RAI del
        centro-nord, sulla loro regia mobile da svariate
        centinaia di migliaia di euro tra le altre
        attrezzature avevano di bei Mac
        Pro.Mi è capitato un service (molto professionale) che utilizzava un iPad collegato in wireless al mixer di sala per fare i livelli in tempo reale alla band. Inutile dire che ci hanno fatto il sound check molto velocemente e senza i soliti errori di alzare o abbassare lo strumento sbagliato al musicista sbagliato (chi suona live mi capirà!).Questo per rispondere sia a chi dice che Apple non è nel settore professionale (bisogna vedere di quale professione si parla) sia a chi dice che i tablet sono solo giocattoli.A dire il vero, credo che la stessa applicazione si sarebbe potuta fare tranquillamente con un tablet Android. Ma Apple è arrivata per prima. Ricorda molto la situazione degli studi di registrazione dagli anni '80 fino alla metà degli anni '90: quando uscì Macintosh, la sua interfaccia innovativa (oggi fa sorridere, lo so, ma all'epoca mouse e finestre erano veramente innovativi) permetteva di fare cose nel sequencing e nell'editing audio che semplicemente col PC non si potevano fare. E la stessa cosa successe nella grafica, nell'illustrazione, nell'impaginazione e nell'architettura. Ci sono voluti 10 anni al PC Windows per mettersi in pari. Ed è quello che succederà anche con Android: la sua maggiore apertura, il supporto a innumerevoli produttori, architetture hardware e risoluzioni dello schermo alla fine si imporrà su Apple, per adesso Apple si gode il vantaggio di aver praticamente inventato il tablet (perlomeno, di averlo reso veramente utilizzabile). Apple nel professionale c'è eccome, solo che è un professionale diverso da quello dove invece si usano windows e/o linux, e chi dice diversamente non conosce né la storia dell'informatica né riesce a comprendere tutti i possibili utilizzi rimanendo magari confinato ai tradizionali server web o database. Tutto questo detto da uno che, al giorno d'oggi, Apple non l'ha affatto in simpatia.
        • il signor rossi scrive:
          Re: Tablet e netbook
          P.S.: so già che qualcuno mi citerà l'Atari 800, e ha ragione. Apple non ha mai inventato niente e non è mai arrivata per prima. E' però sempre arrivata per seconda e ha avuto il merito di prendere ciò che gli altri avevano inventato magari in maniera grezza (mouse e finestre, il lettore mp3, il multitouch...), portarlo a maturazione e renderlo utilizzabile per il grande pubblico non-tecnico. Gli altri (Windows, Android...) sono arrivati per terzi, e questo basta a dare quel vantaggio di 5-10 anni a Apple su ogni cambiamento nell'informatica che le permette di sopravvivere. Fra 5-10 anni anche il filone iphone/ipad sarà stato sfruttato e le quote di mercato saranno state erose da piattaforme più aperte (Android e forse il caro vecchio Windows rinnovato) e sono curioso di vedere se, senza più Jobs, Apple avrà ancora la forza di capire per prima quale debba essere la prossima evoluzione dell'informatica personale.
          • Internetcrazia scrive:
            Re: Tablet e netbook
            lei è il primo sostenitore apple che mi fa ricredere di tutta una categoria!! analisi perfetta, la userò in futuro per spiegare a colleghi e amici come mai apple vince sempre!Saluti.
    • gnammolo scrive:
      Re: Tablet e netbook
      - Scritto da: panda rossa
      - Scritto da: ruppolo




      Guidi l'automobile? Sei un idiota. A meno
      che
      non

      riesci a dimostrare che per guidare
      l'automobile

      bisogna essere molto intelligenti e

      capaci.

      Questa e' una cosa facilmente misurabile.
      Facciamo una gara Udine-Reggio Calabria-Udine.
      Vince chi riesce a spendere di meno.
      Bisogna essere molto intelligenti e capaci.uno con la panda rossa l'altro con la golf... uhmm mi sa che se è il 1.9tdi 110cv euro 3 vince il ruppy anche coi consumi... sicurezza? beh... la panda è il windows 95 delle auto
    • Sgabbio scrive:
      Re: Tablet e netbook
      Cosa intendi per informatica professionale ?
  • prova123 scrive:
    L'uso naturale dell'ipad è questo...
    http://www.appleipaditalia.net/recensioni/foto-cornice-per-ipad-uninteressante-cornice-digitale-per-ipad/a soli 920 euro!
    • max scrive:
      Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
      - Scritto da: prova123
      http://www.appleipaditalia.net/recensioni/foto-cor

      a soli 920 euro!Cerca su Google: "iPad negli ospedali."
      • prova123 scrive:
        Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
        E' stato solo un esperimento degli anni passati (come ogni tablet non è un dispositivo biomedicale ...)Questo è l'uso poi che ne è stato fatto:http://www.oggitreviso.it/ipad-bambini-ospedale-51863Ma potrebbe essere un tablet qualsiasi...
        • max scrive:
          Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
          - Scritto da: prova123
          E' stato solo un esperimento degli anni passati
          (come ogni tablet non è un dispositivo
          biomedicale
          ...)

          Questo è l'uso poi che ne è stato fatto:
          http://www.oggitreviso.it/ipad-bambini-ospedale-51

          Ma potrebbe essere un tablet qualsiasi...questa te la porti a casahttp://medcitynews.com/2011/11/5-ways-hospitals-are-using-the-ipad/
          • prova123 scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            Anche questa:http://www.informationweek.com/healthcare/electronic-medical-records/physicians-ipad-not-ready-for-clinical-u/232600173
          • max scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            - Scritto da: prova123
            Anche questa:

            http://www.informationweek.com/healthcare/electroncosa c'entrano le capacità di elaborazione?Qualcuno ha mai pensato che iPad possa sostituire i desktop per elaborazioni di dati pesanti?sei fuori strada.questa del 6 dicembre 2012 ti pare troppo antica?http://tabtimes.com/news/healthcare/2012/12/06/british-hospital-now-using-ipad-improve-keyhole-surgery-and-educate
          • prova123 scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            - Scritto da: max

            questa te la porti a casa

            http://medcitynews.com/2011/11/5-ways-hospitals-arquesta è una vecchia notizia del 2011, le mie risalgono almeno al 2012!
          • max scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            - Scritto da: prova123
            - Scritto da: max



            questa te la porti a casa




            http://medcitynews.com/2011/11/5-ways-hospitals-ar

            questa è una vecchia notizia del 2011, le mie
            risalgono almeno al
            2012!http://www.kevinmd.com/blog/2012/12/ipad-mini-tablet-physicians-waiting.html
          • max scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            - Scritto da: max
            - Scritto da: prova123

            - Scritto da: max





            questa te la porti a casa








            http://medcitynews.com/2011/11/5-ways-hospitals-ar



            questa è una vecchia notizia del 2011, le mie

            risalgono almeno al

            2012!

            http://www.kevinmd.com/blog/2012/12/ipad-mini-tablma anchehttp://lariserva.forumcommunity.net/?t=52801160
      • mcmcmcmcmc scrive:
        Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
        - Scritto da: max
        - Scritto da: prova123


        http://www.appleipaditalia.net/recensioni/foto-cor



        a soli 920 euro!

        Cerca su Google: "iPad negli ospedali."[img]http://goo.gl/XtSlN[/img]
        • max scrive:
          Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
          - Scritto da: mcmcmcmcmc
          - Scritto da: max

          - Scritto da: prova123





          http://www.appleipaditalia.net/recensioni/foto-cor





          a soli 920 euro!



          Cerca su Google: "iPad negli ospedali."

          [img]http://goo.gl/XtSlN[/img]e te la porti a casa pure tu...http://medcitynews.com/2011/11/5-ways-hospitals-are-using-the-ipad/
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            - Scritto da: max
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            - Scritto da: max


            - Scritto da: prova123









            http://www.appleipaditalia.net/recensioni/foto-cor







            a soli 920 euro!





            Cerca su Google: "iPad negli ospedali."



            [img]http://goo.gl/XtSlN[/img]

            e te la porti a casa pure tu...

            http://medcitynews.com/2011/11/5-ways-hospitals-arla mia era solo una battuta. Tra l'altro l'immagine è presa da un sito di applefun. Probabilmente più ironici di te.Battute a parte, ho visto qualche ipad in un qualche ospedale di una qualche serie televisiva.Ma hai visto la data dell'articolo che hai linkato? Si è diffuso molto da allora?P.S.: l'adozione del digitale per me è positiva, ipad o altro che sia.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            - Scritto da: max

            - Scritto da: mcmcmcmcmc


            - Scritto da: max



            - Scritto da: prova123














            http://www.appleipaditalia.net/recensioni/foto-cor









            a soli 920 euro!







            Cerca su Google: "iPad negli
            ospedali."





            [img]http://goo.gl/XtSlN[/img]



            e te la porti a casa pure tu...




            http://medcitynews.com/2011/11/5-ways-hospitals-ar

            la mia era solo una battuta. Tra l'altro
            l'immagine è presa da un sito di applefun.
            Probabilmente più ironici di
            te.
            Battute a parte, ho visto qualche ipad in un
            qualche ospedale di una qualche serie
            televisiva.
            Ma hai visto la data dell'articolo che hai
            linkato? Si è diffuso molto da
            allora?

            P.S.: l'adozione del digitale per me è positiva,
            ipad o altro che
            sia.La cartella digitale come è intesa oggi almeno in italia fa schifo, obbliga ad utilizzare dei software penosi che allungano a dismisura i tempi di compilazione, specie se si pensa di utilizzarli per seguire la terapia farmacologica dei degenti e questo già con i normali PC, con i tablet pensare di scrivere in piedi digitando sulla tastiera virtuale è semplicemente folle, ma il problema non sono i tablet o i Pc sono i software utilizzati!
          • panda rossa scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            - Scritto da: Enjoy with Us

            La cartella digitale come è intesa oggi almeno in
            italia fa schifo, obbliga ad utilizzare dei
            software penosi che allungano a dismisura i tempi
            di compilazione, specie se si pensa di
            utilizzarli per seguire la terapia farmacologica
            dei degenti e questo già con i normali PC, con i
            tablet pensare di scrivere in piedi digitando
            sulla tastiera virtuale è semplicemente folle, ma
            il problema non sono i tablet o i Pc sono i
            software
            utilizzati!Tu che sei del mestiere, potrebbe essere possibile concepire qualcosa per gestire cartelle mediche, facendo tendere a zero la digitazione, oppure lo scrivere sara' sempre necessario?Perche' se non si elimina la digitazione il tablet non potra' mai migliorare le cose.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Enjoy with Us




            La cartella digitale come è intesa oggi
            almeno
            in

            italia fa schifo, obbliga ad utilizzare dei

            software penosi che allungano a dismisura i
            tempi

            di compilazione, specie se si pensa di

            utilizzarli per seguire la terapia
            farmacologica

            dei degenti e questo già con i normali PC,
            con
            i

            tablet pensare di scrivere in piedi digitando

            sulla tastiera virtuale è semplicemente
            folle,
            ma

            il problema non sono i tablet o i Pc sono i

            software

            utilizzati!

            Tu che sei del mestiere, potrebbe essere
            possibile concepire qualcosa per gestire cartelle
            mediche, facendo tendere a zero la digitazione,
            oppure lo scrivere sara' sempre
            necessario?

            Perche' se non si elimina la digitazione il
            tablet non potra' mai migliorare le
            cose.Beh penso al riconoscimento vocale ad esempio, in ogni caso sono i software che devono migliorare:1. oggi pensano solo ad operare in modalità server/terminale, quindi se la connessione viene a mancare o è sovraccarica il tutto diventa inutilizzabile... e prova ad indovinare cosa succede un giorno si e l'altro pure? Ti pare mai possibile che ci metta più tempo a stampare una ricetta che a visitare un paziente?Non potrebbero adottare un sistema misto che opera in locale per poi connettersi al server per aggiornare il sistema in backgroubìnd quando possibile e senza bloccare il sistema?2. Ci sono compilazioni altamente ripetitive, tipo gli interventi operatori di cataratta, in pratica tranne rare eccezioni si potrebbe fare un copia e incolla per tutti i pazienti... ovviamente questo non è possibile3. Prescrizione dei farmaci, hanno ideato procedure tanto faragginose che scrivendo a mano non solo fai prima, lo fai anche con meno errori... non ci sono procedure di autocompletamento intelligenti, ne procedure che consentano di proporre una lista di farmaci via via ridotta all'introduzione di parte del nome del farmaco, ne il sistema ha un sistema di autoapprendimento per riproporre almeno i farmaci più prescrittiFatti un giro sul sito ministeriale per la ricetta elettronica, ha i certificati digitali scaduti pretende, nonostante abbia il codice fiscale del paziente, che tu introduca le eventuali esenzioni! Firefox ti avvisa che probabilmente è un sito malevolo... e come dargli torto vista la tortuosità con cui opera!
          • panda rossa scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            - Scritto da: Enjoy with Us

            Beh penso al riconoscimento vocale ad esempio,Potrebbe essere una strada percorribile, ma non risolverebbe i problemi che hai evidenziato di seguito.
            in
            ogni caso sono i software che devono
            migliorare:
            1. oggi pensano solo ad operare in modalità
            server/terminale, Non puoi pensare di replicare in locale tutti i database, con la rogna di mantenerli aggiornati e col rischio che un dato non aggiornato localmente possa generare conseguenze spiacevoli.Se c'e' un problema di connessione client/server non e' responsabilita' dell'applicazione ma dell'architettura di rete.Poi magari il responsabile e' sempre lo stesso, ma questo e' un altro discorso.Come dire: il medico e' bravo, ma l'ospedale e' carente in struttura. Non puoi incolpare il medico.
            quindi se la connessione viene
            a mancare o è sovraccarica il tutto diventa
            inutilizzabile... e prova ad indovinare cosa
            succede un giorno si e l'altro pure? Appunto. E' una carenza strutturale, non applicativa.
            Ti pare mai
            possibile che ci metta più tempo a stampare una
            ricetta che a visitare un
            paziente?Ovviamente no.
            Non potrebbero adottare un sistema misto che
            opera in locale per poi connettersi al server per
            aggiornare il sistema in backgroubìnd quando
            possibile e senza bloccare il
            sistema?In alcune circostanze questa cosa e' possibile.Dipende dalla quantita' di dati e da quanto sia fondamentale che vengano aggiornati.Non ho idea di che dati ci siano in quell'applicazione.C'e' un database di farmaci? o qualcosa del genere?
            2. Ci sono compilazioni altamente ripetitive,
            tipo gli interventi operatori di cataratta, in
            pratica tranne rare eccezioni si potrebbe fare un
            copia e incolla per tutti i pazienti...
            ovviamente questo non è
            possibileSarebbe possibile inserire delle macro, frasi prestabilite associate ad una precisa sequenza di tasti o a degli elenchi a discesa.Proprio laddove ci sono automatismi, il computer e' in grado di velocizzare parecchio le cose.
            3. Prescrizione dei farmaci, hanno ideato
            procedure tanto faragginose che scrivendo a mano
            non solo fai prima, lo fai anche con meno
            errori... non ci sono procedure di
            autocompletamento intelligenti, ne procedure che
            consentano di proporre una lista di farmaci via
            via ridotta all'introduzione di parte del nome
            del farmaco, ne il sistema ha un sistema di
            autoapprendimento per riproporre almeno i farmaci
            più prescrittiQuesta e' pigrizia.Accorgimenti del genere sono il minimo per una interfaccia di data-entry.Se non li hanno implementati o non hanno predisposto l'applicazione per una futura espansione in questo senso, hanno commesso una cavolata enorme che denota totale incapacita' dei progettisti (e probabilmente un bel magna magna all'italiana).La cosa da fare era solo quella di realizzare un protocollo di colloquio tra client e server e rilasciare le specifiche di tale protocollo in modo che qualunque universita' fosse in grado di realizzare una interfaccia di data-entry piu' evoluta che si integra con tutto il resto.
            Fatti un giro sul sito ministeriale per la
            ricetta elettronica, ha i certificati digitali
            scaduti pretende, nonostante abbia il codice
            fiscale del paziente, che tu introduca le
            eventuali esenzioni! Firefox ti avvisa che
            probabilmente è un sito malevolo... e come dargli
            torto vista la tortuosità con cui
            opera!Ci credo, non ho bisogno di verificare.Un certificato scaduto e' un indice di cialtroneria riconosciuto in tutto il mondo. C'e' proprio da andarne fieri.
          • prova123 scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            Come ho detto in precedenza è una vecchia notizia del 2011, i miei riferimenti sono più recenti.http://www.informationweek.com/healthcare/electronic-medical-records/physicians-ipad-not-ready-for-clinical-u/232600173Ci hanno provato ma il dispositivo non è adatto.
          • max scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            - Scritto da: prova123
            Come ho detto in precedenza è una vecchia notizia
            del 2011, i miei riferimenti sono più
            recenti.

            http://www.informationweek.com/healthcare/electron

            Ci hanno provato ma il dispositivo non è adatto.leggiti le notizie sopra...
          • prova123 scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            http://www.melablog.it/post/48535/le-azioni-apple-perdono-piu-di-hp-e-rim-messi-assieme
          • FDG scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            - Scritto da: prova123
            http://www.melablog.it/post/48535/le-azioni-apple-Certo che c'entrano le azioni apple in questo discorso, vero?
          • FDG scrive:
            Re: L'uso naturale dell'ipad è questo...
            - Scritto da: prova123
            Come ho detto in precedenza è una vecchia notizia
            del 2011, i miei riferimenti sono più
            recenti.

            http://www.informationweek.com/healthcare/electron

            Ci hanno provato ma il dispositivo non è adatto.No, in realtà lo studio non dice questo. Al contario, dice che i dispositivi mobili sono usati parecchio. E poi espone una serie di considerazioni sullo stato attuale e su ciò che si può realmente fare e su quello che si potrà fare, con un certo ottimismo.Insomma, leggete quello che linkate.
  • z0na abit4bil3 scrive:
    down with the tablets :(
    Io rimango (e sarò sempre) per i netbook, per il semplice fatto che la tastiera SERVE.. si deve usare.Se poi abbassassero un pochino il prezzo di macchine come questa:https://www.garlach44.eu/it/ascanafer-11-6non sarebbe male :D
  • Maggiordomo scrive:
    La fine di un nome e basta
    L'unica cosa a sparire sarà il nome netbook.Cambieranno gli atom, con cpu più i potenti e continueranno ad esistere col nome subnotebook, ovvero notebook con schermi piccoli.Lo dice già anche wikipedia che netbook stanno convergendo con i subnotebook.
    • tucumcari scrive:
      Re: La fine di un nome e basta
      - Scritto da: Maggiordomo
      L'unica cosa a sparire sarà il nome netbook.
      Cambieranno gli atom, con cpu più i potenti e
      continueranno ad esistere col nome subnotebook,
      ovvero notebook con schermi
      piccoli.
      Lo dice già anche wikipedia che netbook stanno
      convergendo con i
      subnotebook.ultrabook cometiparebook... chissenebook non è un problema... e... si continuano a farli e a venderli... (Apple compresa)Non ci vuol granchè a vederlo e a rendersene conto... certo che... se uno mangia mele da mattina a sera è facile che veda più spesso la tazza del water che la realtà ;)
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: La fine di un nome e basta
      Quoto in pieno.Un netbook, in fondo, era solo un portatile con hardware più datato. Oggi con gli stessi costi fai un portatile normale.
  • Mario Rossi scrive:
    Re: avevamo RAGIONE
    - Scritto da: ruppolo
    Ma infatti non ha bisogno di portarsi dietro
    nullaE la tastiera di prima dove se la mette? Nel retto?
    nemmeno il carica batteria (hai presente
    il carica batteria, quel "coso" che TUTTI gli
    utenti di notebook PC portano nella
    borsa?)Ah no, l'iPad è per caso alimentato a legna?
    Certo certo.No dai, dimmi quanti caratteri al minuto fa la tua bella tastiera virtuale in più rispetto alla tastiera fisica, dimmi anche quanto la digitazione sia più precisa...
    • ruppolo scrive:
      Re: avevamo RAGIONE
      - Scritto da: Mario Rossi
      - Scritto da: ruppolo

      Ma infatti non ha bisogno di portarsi dietro

      nulla
      E la tastiera di prima dove se la mette? Nel
      retto?La lascia a casa. Anzi, nello scaffale del negozio.

      nemmeno il carica batteria (hai presente

      il carica batteria, quel "coso" che TUTTI gli

      utenti di notebook PC portano nella

      borsa?)
      Ah no, l'iPad è per caso alimentato a legna?10 ore e passa di autonomia.


      Certo certo.
      No dai, dimmi quanti caratteri al minuto fa la
      tua bella tastiera virtuale in più rispetto alla
      tastiera fisica, dimmi anche quanto la
      digitazione sia più
      precisa...La mia tastiera virtuale non fa nulla, sono io che digito. E direi che 120 battute al minuto le faccio senza problemi. Quanto alla precisione, ecco che l'intelligenza umana fa la sua opera: mi corregge lui. E prima ancora che io digiti, con la tecnica di ingrandire l'area sensibile dei tasti più probabili.
      • panda rossa scrive:
        Re: avevamo RAGIONE
        - Scritto da: ruppolo
        La mia tastiera virtuale non fa nulla, sono io
        che digito. E direi che 120 battute al minuto le
        faccio senza problemi.Magari si, ma per quanto tempo riesci a mantenere quel ritmo visto che la tastiera virtuale e' tuttaltro che ergonomica.
        Quanto alla precisione,
        ecco che l'intelligenza umana fa la sua opera: mi
        corregge lui. E prima ancora che io digiti, con
        la tecnica di ingrandire l'area sensibile dei
        tasti più probabili.E' solo il primo passo.Il prossimo sara' che sara' direttamente lui a scrivere al posto tuo.La tua volonta' sara' cancellata col tempo e con l'assimilazione.Il tuo compito sara' solo quello di pagare.
        • doc allegato velenoso scrive:
          Re: avevamo RAGIONE

          E' solo il primo passo.
          Il prossimo sara' che sara' direttamente lui a
          scrivere al posto
          tuo.
          La tua volonta' sara' cancellata col tempo e con
          l'assimilazione.
          Il tuo compito sara' solo quello di pagare.Questa si che è una notizia!Ruzzolo dotato di volontà propria? Impossibile!Lui crede, obbedisce e combatte ligio al verbo della Chiesa di Cupertology e al suo santone Ron Jobs (rotfl)
        • ruppolo scrive:
          Re: avevamo RAGIONE
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ruppolo


          La mia tastiera virtuale non fa nulla, sono
          io

          che digito. E direi che 120 battute al
          minuto
          le

          faccio senza problemi.

          Magari si, ma per quanto tempo riesci a mantenere
          quel ritmo visto che la tastiera virtuale e'
          tuttaltro che
          ergonomica.Non ho bisogno di mantenere a lungo quel ritmo, proprio perché è un ritmo elevato.


          Quanto alla precisione,

          ecco che l'intelligenza umana fa la sua
          opera:
          mi

          corregge lui. E prima ancora che io digiti,
          con

          la tecnica di ingrandire l'area sensibile dei

          tasti più probabili.

          E' solo il primo passo.Infatti, il secondo passo è la correzione ortografica basata sulla posizione dei tasti adiacenti e il terzo passo è la correzione ortografica basata sul dizionario.
          Il prossimo sara' che sara' direttamente lui a
          scrivere al posto
          tuo.
          La tua volonta' sara' cancellata col tempo e con
          l'assimilazione.
          Il tuo compito sara' solo quello di pagare.Finito di sparare XXXXXXX?
          • Mario Rossi scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            Non ho bisogno di mantenere a lungo quel ritmo,
            proprio perché è un ritmo
            elevato.Per venire a scrivere boiate su PI è un ritmo accettabile, per fare qualcosa di utile no, a meno che tu non abbia 4 dita in totale tra le 2 mani...
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Non ho bisogno di mantenere a lungo quel
            ritmo,

            proprio perché è un ritmo

            elevato.
            Per venire a scrivere boiate su PI è un ritmo
            accettabile, per fare qualcosa di utile no, a
            meno che tu non abbia 4 dita in totale tra le 2
            mani...Ma secondo te i computer sono sostituti delle macchine da scrivere?
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Mario Rossi

            - Scritto da: ruppolo


            Non ho bisogno di mantenere a lungo quel

            ritmo,


            proprio perché è un ritmo


            elevato.

            Per venire a scrivere boiate su PI è un ritmo

            accettabile, per fare qualcosa di utile no, a

            meno che tu non abbia 4 dita in totale tra
            le
            2

            mani...

            Ma secondo te i computer sono sostituti delle
            macchine da
            scrivere?Nel momento in cui li usi per battere dei testi, si.Quando invece li usi per fare le foto, sono sostituti delle macchine fotografiche, e c'e' uno qui del forum, tale ruppolo, che sostiene che un iphone fa le foto molto meglio di una nikon reflex professional da 5000 euro.
          • max scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Non ho bisogno di mantenere a lungo quel
            ritmo,

            proprio perché è un ritmo

            elevato.
            Per venire a scrivere boiate su PI è un ritmo
            accettabile, per fare qualcosa di utile no, a
            meno che tu non abbia 4 dita in totale tra le 2
            mani...sembra che uno nella vita non debba fare altro che scrivere...ok, ti concedo che il tablet non è lo strumento più indicato per scrivere poemi epici.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: max
            sembra che uno nella vita non debba fare altro
            che
            scrivere...
            ok, ti concedo che il tablet non è lo strumento
            più indicato per scrivere poemi
            epici.Ma per tirare giù bestemmioni epici lo è
          • Di passaggio scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            Non ho bisogno di mantenere a lungo quel ritmo,
            proprio perché è un ritmo
            elevato.120 battute al minuto ritmo elevato??? Ma sai a quanto arriva uno che scrive con 5 dita sulla tastiera?
          • gnammolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            per i "non professori" come ruppolo è tantissimo!
      • Mario Rossi scrive:
        Re: avevamo RAGIONE
        - Scritto da: ruppolo
        10 ore e passa di autonomia.Se è per questo, ci sono eeePC Asus con 16 ore di autonomia e notebook HP con 32 ore
        La mia tastiera virtuale non fa nulla, sono io
        che digito. E direi che 120 battute al minuto le
        faccio senza problemi.Ah ecco, giusto quelle che bastano per venire a scrivere porcherie su PI
        Quanto alla precisione,
        ecco che l'intelligenza umana fa la sua opera: mi
        corregge lui. E prima ancora che io digiti, con
        la tecnica di ingrandire l'area sensibile dei
        tasti più
        probabili.Efficiente come il correttore automatico che scrive l'opposto di quello che vuoi dire?
        • tucumcari scrive:
          Re: avevamo RAGIONE
          - Scritto da: Mario Rossi
          Efficiente come il correttore automatico che
          scrive l'opposto di quello che vuoi
          dire?Questo dice molto sul perchè di certi post di ruppolo... non ha ancora capito come disabilitarlo il correttore!Lui ignora che sia una "ficiur" comune ovunque!Pensa ancora di essere figo!Ma lasciamo perdere va .. a me non mi diverte più da tempo sparare su ruppolo è come sparare all'orso di gomma di un tiro a segno di quarto ordine al terzo centro ti rendi conto che non valeva la pena...
          • prova123 scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            Secondo me non è il vero ruppolo, molto giù di tono, fa discorsi di uno che a capodanno si è sbronzato con il gingerino! :DComunque è da capire la depressione legata al primo trimestre 2013 ... ;)http://www.melablog.it/tag/azioni+apple
      • Daniele e scrive:
        Re: avevamo RAGIONE
        - Scritto da: ruppolo
        La mia tastiera virtuale non fa nulla, sono io
        che digito. E direi che 120 battute al minuto le
        faccio senza problemi.Dai, perchè gli avete pure risposto, bastava questo a far capire che era un troll. Se non sapete quantificare 120 battute al minuto provate uno di quei veloci test disponibili sul web. Quando uno le spara grosse le spara grosse e basta.
        • Mario Rossi scrive:
          Re: avevamo RAGIONE
          - Scritto da: Daniele e
          Dai, perchè gli avete pure risposto, bastava
          questo a far capire che era un troll. Se non
          sapete quantificare 120 battute al minuto provate
          uno di quei veloci test disponibili sul web.
          Quando uno le spara grosse le spara grosse e
          basta.Con 120 battute al minuto, si intende(credo) 120 caratteri al minuto...
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: Daniele e

            Dai, perchè gli avete pure risposto, bastava

            questo a far capire che era un troll. Se non

            sapete quantificare 120 battute al minuto
            provate

            uno di quei veloci test disponibili sul web.

            Quando uno le spara grosse le spara grosse e

            basta.
            Con 120 battute al minuto, si intende(credo) 120
            caratteri al
            minuto...Ho inteso anche io 120 tasti al minuto.Vuol dire due tasti al secondo.Che a ripensarci e' anche piuttosto lento, se vogliamo.
          • prova123 scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            Io ho una velocità di 120 battute al secondo usando i due indici ... ho capito la sua lentezza è dovuta alle continue correzioni del correttore ortografico :D
        • CiccioQuant aCiccia scrive:
          Re: avevamo RAGIONE
          Si vede che sei nuovo.... non conosci Ruppolo... ti sei perso anni e anni di chicche come questa. Non trolla, è fatto proprio così! 30886 perle di saggezza ruppoliana!Non si rende conto che 120 battute al minuto sono pietose. La mia vecchia prof. di dattilografia l'avrebbe mandato a pulire i cessi.
      • gnammolo scrive:
        Re: avevamo RAGIONE


        La mia tastiera virtuale non fa nulla, sono io
        che digito. E direi che 120 battute al minuto le
        faccio senza problemi. Quanto alla precisione,
        ecco che l'intelligenza umana fa la sua opera: mi
        corregge lui. E prima ancora che io digiti, con
        la tecnica di ingrandire l'area sensibile dei
        tasti più
        probabili.Allora una volta per tutte, il touchscreen oltre a NON avere alcun feedback fisico sui tasti constringendoti quindi a guardare continuamente la tastiera virtuale, ti porta via la metà dello schermo a disposizione rendendo di fatto l'editing dei testi di una certa lunghezza una cosa penosa e ridicola. Inoltre è assurda l'ergonomia, avere la tastiera e lo scritto (ovvero la parte di schermo dove c'è la visualizzazione di quello che stai scrivendo) sullo stesso piano ti porta a stare con la testa bassa ,cosa a cui gli applecorinati sono molto abituati, ma il resto del mondo sta a testa alta evitando di farsi venire inutili torcicollo.
        • Pietro scrive:
          Re: avevamo RAGIONE
          Ancora a discutere delle tastiere dei tablet?Se uno deve scrivere molto mi sembra ovvio che si debba utilizzare una tastiera bluetooth, o meglio ancora un computer desktop.per piccoili testi scrivere con due dita puó anche essere accettabile, altrimenti potrebbe essere utilizzato un programma di riconoscimento vocale tipo dragon che si addice di piú alla tipologia mobile del prodotto.Prodotti diversi soluzioni diverse.
  • max scrive:
    avevamo RAGIONE
    ruppolo, final cut, io più modestamente...sono anni che vi stiamo dicendo che il netbook non ha futuro.dedicato a tutti quelli che: i tablet sono una moda passeggera. :-)
    • zzodici scrive:
      Re: avevamo RAGIONE
      - Scritto da: max
      ruppolo, final cut, io più modestamente...
      sono anni che vi stiamo dicendo che il netbook
      non ha
      futuro.
      dedicato a tutti quelli che: i tablet sono una
      moda passeggera.
      :-)No, un sacco di gente diceva che i netbook erano una fesseria, non sono scomparsi perchè ci sono i tablet, sono scomparsi perchè sono scomodi ed i portatili costano meno e danno di più.I tablet non credo che saranno solo una moda ma non sostituiscono un PC per come sono fatti adesso, se provi a pensare l'utilizzo medio di una famiglia italiana è vero che tanto tempo si va su facebook e poco altro, ma tanti siti utili non funzionano bene, non si può scrivere una banale ricerca di quinta elementare e stamparla con comodità.I tablet sono estensioni di un PC o dei verie propri PC nel senso stretto del termne e cioè PERSONALI, quando andranno giù di prezzo in modo da averne uno a testa in famiglia allora le forse sostituiranno un PC classico.Ricorda infine che i tablet sono una novità, i PC invece per le attività base va bene anche quello vecchio di anni, è ovvio che non ci sia il ricambio di un tempo.Rimane infine il problema a mio avviso poco intelligente: siamo passati da applicazioni dedicate al web ed adesso tramite i tablet vogliamo ritornare alle applicazioni? Per fare un esempio: sito rynair, non basta più solo i lsito, adesso ci vuole sito + due applicazione (per ios e android)? ma questo vi pare sensato?
      • ruppolo scrive:
        Re: avevamo RAGIONE
        - Scritto da: zzodici
        - Scritto da: max

        ruppolo, final cut, io più modestamente...

        sono anni che vi stiamo dicendo che il
        netbook

        non ha

        futuro.

        dedicato a tutti quelli che: i tablet sono
        una

        moda passeggera.

        :-)

        No, un sacco di gente diceva che i netbook erano
        una fesseria,Quasi nessuno, quando uscirono. Cerca pure in questo forum.
        non sono scomparsi perchè ci sono i
        tablet, sono scomparsi perchè sono scomodi ed i
        portatili costano meno e danno di
        più.Verissimo.
        I tablet non credo che saranno solo una moda ma
        non sostituiscono un PC per come sono fatti
        adesso, se provi a pensare l'utilizzo medio di
        una famiglia italiana è vero che tanto tempo si
        va su facebook e poco altro, ma tanti siti utili
        non funzionano bene, non si può scrivere una
        banale ricerca di quinta elementare e stamparla
        con
        comodità.Certo che si può. Apple Pages e una qualsiasi stampante AirPrint. E, soprattutto, niente da imparare che non siano le funzioni di Pages.
        I tablet sono estensioni di un PC o dei verie
        propri PC nel senso stretto del termne e cioè
        PERSONALI, quando andranno giù di prezzo in modo
        da averne uno a testa in famiglia allora le
        forse sostituiranno un PC
        classico.Le cose stanno già accadendo, solo che non te ne stai accorgendo.
        Ricorda infine che i tablet sono una novità, i PC
        invece per le attività base va bene anche quello
        vecchio di anni, è ovvio che non ci sia il
        ricambio di un
        tempo.

        Rimane infine il problema a mio avviso poco
        intelligente: siamo passati da applicazioni
        dedicate al web ed adesso tramite i tablet
        vogliamo ritornare alle applicazioni? Per fare un
        esempio: sito rynair, non basta più solo i lsito,
        adesso ci vuole sito + due applicazione (per ios
        e android)? ma questo vi pare
        sensato?Le applicazioni web sono una aberrazione.Una app dedicata, anche semplice, è mille volte più efficiente. Naturalmente se scritta con linguaggi a basso livello, non certo le cagate Java.
        • zzodici scrive:
          Re: avevamo RAGIONE
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: zzodici

          - Scritto da: max


          ruppolo, final cut, io più
          modestamente...


          sono anni che vi stiamo dicendo che il

          netbook


          non ha


          futuro.


          dedicato a tutti quelli che: i tablet
          sono

          una


          moda passeggera.


          :-)



          No, un sacco di gente diceva che i netbook
          erano

          una fesseria,

          Quasi nessuno, quando uscirono. Cerca pure in
          questo
          forum.Non ricordo i dettagli del forum, però mi sembra che tanti discutessero sui vantaggi di un netbook.


          non sono scomparsi perchè ci sono i

          tablet, sono scomparsi perchè sono scomodi
          ed
          i

          portatili costano meno e danno di

          più.

          Verissimo.
          Ed infatti i tablet sono uguali, hanno di più a dire il vero, ma non sono completi in ogni caso.

          Certo che si può. Apple Pages e una qualsiasi
          stampante AirPrint. E, soprattutto, niente da
          imparare che non siano le funzioni di
          Pages.Non è comodo stare qualche ora davanti ad un tablet, e soprattutto non è corretto legarsi mani e piedi ad un produttore. Se poi tra qualche anno saranno un po' più potenti e con "docking station" allora va bene, ma a quel punto saranno tablet/pc, a me potrebbe andare benissimo se i prezzi scendono.

          Le cose stanno già accadendo, solo che non te ne
          stai
          accorgendo.Veramente vedo la stessa frenesia da consumatore come quando ho visto i netbook.

          Le applicazioni web sono una aberrazione.
          Una app dedicata, anche semplice, è mille volte
          più efficiente. Naturalmente se scritta con
          linguaggi a basso livello, non certo le cagate
          Java.Non lo metto in dubbio ma è più oneroso gestirle. A me non sembra che per prenotare un volo ci serva tutta sta gran applicazione web. il web è uguale per tutti, l'app no.
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: zzodici
            - Scritto da: ruppolo
            Non ricordo i dettagli del forum, però mi sembra
            che tanti discutessero sui vantaggi di un
            netbook.Già.
            Ed infatti i tablet sono uguali, hanno di più a
            dire il vero, ma non sono completi in ogni
            caso.Discorso senza senso. I tablet sono una categoria a sé.

            Certo che si può. Apple Pages e una qualsiasi

            stampante AirPrint. E, soprattutto, niente da

            imparare che non siano le funzioni di

            Pages.

            Non è comodo stare qualche ora davanti ad un
            tablet,Nè più né meno comodo di stare davanti un quaderno.
            e soprattutto non è corretto legarsi mani
            e piedi ad un produttore.Dipende dalla serietà dimostrata nel tempo.
            Se poi tra qualche anno
            saranno un po' più potentiLa potenza attuale è più che sufficiente per l'uso scolastico.
            e con "docking
            station" allora va bene,"docking station" è un concetto obsoleto, legato ai portatili e pc fissi. Oggi il sistema operativo dei tablet prevede l'uso esclusivo in quell'unico modo. Qualsiasi docking station sarebbe inutile.
            ma a quel punto saranno
            tablet/pc, a me potrebbe andare benissimo se i
            prezzi
            scendono.I prezzi sono già bassi, trattandosi di computer. 500 euro è un prezzo accessibile, un prezzo pagato per almeno un decennio per i notebook e per i pc fissi.




            Le cose stanno già accadendo, solo che non
            te
            ne

            stai

            accorgendo.

            Veramente vedo la stessa frenesia da consumatore
            come quando ho visto i
            netbook.Veramente i livelli di utilizzo a cui è arrivato iPad i netbook lo avrebbero raggiunto tra 10 anni (se forssero sopravvissuti). Oggi il solo iPad è responsabile del 3,86% del traffico web mondiale.

            Le applicazioni web sono una aberrazione.

            Una app dedicata, anche semplice, è mille
            volte

            più efficiente. Naturalmente se scritta con

            linguaggi a basso livello, non certo le
            cagate

            Java.


            Non lo metto in dubbio ma è più oneroso gestirle.Non importa se è più oneroso, l'importante è il risultato finale.
            A me non sembra che per prenotare un volo ci
            serva tutta sta gran applicazione web. il web è
            uguale per tutti, l'app
            no.L'"uguale per tutti" è un obiettivo appetibile per un produttore, non certo per un cliente.Il sogno di ogni ristorante potrebbe essere quello di cucinare un'unica pietanza tutti i giorni: non credo sia lo stesso sogno dei clienti, mangiare tutti sempre la stessa cosa.
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            Il sogno di ogni ristorante potrebbe essere
            quello di cucinare un'unica pietanza tutti i
            giorni: Ma non e' il sogno del cuoco.E senza un buon cuoco, il ristorante chiude il giorno stesso, altro che minestra riscaldata.Il ristorante e' solo una sovrastruttura che consente al cuoco di esprimere la propria arte culinaria e diffonderla agli avventori.La gente va in quel ristorante perche' c'e' in cucina quel cuoco.Domani quel cuoco si sposta alla trattoria di fronte, e la gente lo seguira'.La gente se ne frega altamente se il locale e' bello, se i piatti sono di ceramica, se i bicchieri sono di cristallo, le posate d'argento e il cameriere parla francese.La gente vuole solo mangiare bene.E poi ci sono quelli che non ci capiscono niente di buona cucina e vanno lo stesso nel ristorante di lusso con posate d'argento, portafrutta in vetro, e cameriere che parla francese, a mangiare surgelati cotti al microonde.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            Per questo scelgo i prodotti Apple: per il cuoco.Quindi tu vai nei ristoranti dove ti dicono(e sia chiaro ti dicono, non ti consigliano) cosa mangiare?
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Per questo scelgo i prodotti Apple: per il
            cuoco.
            Quindi tu vai nei ristoranti dove ti dicono(e sia
            chiaro ti dicono, non ti consigliano) cosa
            mangiare?Il "cosa si mangia" è scritto nel menu fuori dalla porta. Uno assaggia, e se gli piace ritorna.Se poi ti riferisci ai 676 mila "piatti" per iPhone o ai 332 mila piatti per iPad, beh, solo per scorrere la lista divento vecchio.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            Il "cosa si mangia" è scritto nel menu fuori
            dalla porta. Uno assaggia, e se gli piace
            ritorna.E' proprio per questo che rimango perplesso quando la gente entra...
            Se poi ti riferisci ai 676 mila "piatti" per
            iPhone o ai 332 mila piatti per iPad, beh, solo
            per scorrere la lista divento
            vecchio.Mi riferisco al stasera mangi mela, domani anche e pure già mezza morsicata
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Il "cosa si mangia" è scritto nel menu fuori

            dalla porta. Uno assaggia, e se gli piace

            ritorna.
            E' proprio per questo che rimango perplesso
            quando la gente
            entra...Dovresti rimanere perplesso quando la gente RI-entra.

            Se poi ti riferisci ai 676 mila "piatti" per

            iPhone o ai 332 mila piatti per iPad, beh,
            solo

            per scorrere la lista divento

            vecchio.
            Mi riferisco al stasera mangi mela, domani anche
            e pure già mezza
            morsicataDi fatto tu ignori cosa si mangia. Vedi solo gente che fa la fila per mangiare lì.
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Mario Rossi

            - Scritto da: ruppolo


            Il "cosa si mangia" è scritto nel menu
            fuori


            dalla porta. Uno assaggia, e se gli
            piace


            ritorna.

            E' proprio per questo che rimango perplesso

            quando la gente

            entra...

            Dovresti rimanere perplesso quando la gente
            RI-entra.



            Se poi ti riferisci ai 676 mila
            "piatti"
            per


            iPhone o ai 332 mila piatti per iPad,
            beh,

            solo


            per scorrere la lista divento


            vecchio.

            Mi riferisco al stasera mangi mela, domani
            anche

            e pure già mezza

            morsicata

            Di fatto tu ignori cosa si mangia. Vedi solo
            gente che fa la fila per mangiare
            lì.Si ma quella gente, poi quando esce, racconta tutta estasiata di quanto era bello il locale, di come era affascinante il cameriere, di quanto erano lucide le posate, raffinato il vasellame...Ma se poi gli chiedi se hanno mangiato bene ti guardano come se li avessi offesi.
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: panda rossa
            Si ma quella gente, poi quando esce, racconta
            tutta estasiata di quanto era bello il locale, di
            come era affascinante il cameriere, di quanto
            erano lucide le posate, raffinato il
            vasellame...
            Ma se poi gli chiedi se hanno mangiato bene ti
            guardano come se li avessi
            offesi.Questo nei tuoi sogni bagnati.La gente RITORNA. Sai cosa significa quando si ritorna in un ristorante dove hai già mangiato?
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            Si ma quella gente, poi quando esce, racconta

            tutta estasiata di quanto era bello il
            locale,
            di

            come era affascinante il cameriere, di quanto

            erano lucide le posate, raffinato il

            vasellame...

            Ma se poi gli chiedi se hanno mangiato bene
            ti

            guardano come se li avessi

            offesi.

            Questo nei tuoi sogni bagnati.
            La gente RITORNA. Sai cosa significa quando si
            ritorna in un ristorante dove hai già
            mangiato?Che hanno sbagliato a darti il resto.
          • Izio01 scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: panda rossa


            Si ma quella gente, poi quando esce,
            racconta


            tutta estasiata di quanto era bello il

            locale,

            di


            come era affascinante il cameriere, di
            quanto


            erano lucide le posate, raffinato il


            vasellame...


            Ma se poi gli chiedi se hanno mangiato
            bene

            ti


            guardano come se li avessi


            offesi.



            Questo nei tuoi sogni bagnati.

            La gente RITORNA. Sai cosa significa quando
            si

            ritorna in un ristorante dove hai già

            mangiato?

            Che hanno sbagliato a darti il resto.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • krane scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: panda rossa


            Si ma quella gente, poi quando esce,
            racconta


            tutta estasiata di quanto era bello il

            locale,

            di


            come era affascinante il cameriere, di
            quanto


            erano lucide le posate, raffinato il


            vasellame...


            Ma se poi gli chiedi se hanno mangiato
            bene

            ti


            guardano come se li avessi


            offesi.



            Questo nei tuoi sogni bagnati.

            La gente RITORNA. Sai cosa significa quando
            si

            ritorna in un ristorante dove hai già

            mangiato?

            Che hanno sbagliato a darti il resto.Hahahahaha
          • Mario Rossi scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            Dovresti rimanere perplesso quando la gente
            RI-entra.Sapendo cosa ti fanno mangiare rimango perplesso anche soltanto se la gente entra una volta...Comunque, vedendo che sei attivo, ti ricordo che aspetto ancora gli esempi dei pirati che rubano dai PC altrui http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3680933&m=3681556#p3681556E già che ci siamo anche http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3680933&m=3681607#p3681607
          • Mario Rossi scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: Mario Rossi
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3680933&m=368Correggo questo, visto che nel frattempo hai risposto
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            Risposta già data a suo tempo.
          • picicci scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            Di fatto tu ignori cosa si mangia. Vedi solo
            gente che fa la fila per mangiare
            lì.La fila? Oddio ma che bettole frequenti?
          • picicci scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Mario Rossi

            - Scritto da: ruppolo


            Per questo scelgo i prodotti Apple: per
            il

            cuoco.

            Quindi tu vai nei ristoranti dove ti
            dicono(e
            sia

            chiaro ti dicono, non ti consigliano) cosa

            mangiare?

            Il "cosa si mangia" è scritto nel menu fuori
            dalla porta. Uno assaggia, e se gli piace
            ritorna.

            Se poi ti riferisci ai 676 mila "piatti" per
            iPhone o ai 332 mila piatti per iPad, beh, solo
            per scorrere la lista divento
            vecchio.Cioe' fammi capire, tu dai del "povero" a Panda Rossa e poi dici che vai in ristoranti dove il menu' e' scritto fuori dalla porta?????ahahahahhahahahahahhahahahahahaha
          • zzodici scrive:
            Re: avevamo RAGIONE


            Discorso senza senso. I tablet sono una categoria
            a
            sé.
            I tablet sono il punto di unione tra netbook e pc, a molti basteranno, a molti no.

            Nè più né meno comodo di stare davanti un
            quaderno.
            Chi parlava di quaderno? Io preferirei fare una ricerca con un pc normale, apro diverse finestre, scrivo un documento con una tastiera, copio e incollo immagini e nel frattempo posso ritagliarle ecc. Se vai meglio con un tablet meglio per te, io ho ancora due braccia e 10 dita funzionanti.

            e soprattutto non è corretto legarsi mani

            e piedi ad un produttore.

            Dipende dalla serietà dimostrata nel tempo.
            Secondo me mai in ogni caso.
            "docking station" è un concetto obsoleto, legato
            ai portatili e pc fissi. Oggi il sistema
            operativo dei tablet prevede l'uso esclusivo in
            quell'unico modo. Qualsiasi docking station
            sarebbe
            inutile.
            Lo vedremo.

            I prezzi sono già bassi, trattandosi di computer.
            500 euro è un prezzo accessibile, un prezzo
            pagato per almeno un decennio per i notebook e
            per i pc
            fissi.
            E' vero, che tenevi ben saldi sulla scrivania e ci facevi (e ci fai) un sacco di cose, non per degli oggetti costantemente a rischio caduta e castrati nell'uso. Per me il prezzo è alto, ma è una mia idea sai.

            Veramente i livelli di utilizzo a cui è arrivato
            iPad i netbook lo avrebbero raggiunto tra 10 anni
            (se forssero sopravvissuti). Oggi il solo iPad è
            responsabile del 3,86% del traffico web
            mondiale.
            Permettimi di dubitare, non credo tu sappia i dati dimutilizzo web dei netbook.

            Non importa se è più oneroso, l'importante è il
            risultato
            finale.Il risultato finale è che una azienda deve gestire tre applicazioni al posto di una facendo ricadere sul consumatore la spesa di gestione.

            L'"uguale per tutti" è un obiettivo appetibile
            per un produttore, non certo per un
            cliente.Invece a me va benissimo, io voglio essere messo nelle stesse condizioni di tutti per accedere ad un contenuto. Ti ricordo che esperimenti come il "daily" sono fallite, non contate troppo sul fatto che la gente ha il tablet e paga per l'applicazione dedicata.
            Il sogno di ogni ristorante potrebbe essere
            quello di cucinare un'unica pietanza tutti i
            giorni: non credo sia lo stesso sogno dei
            clienti, mangiare tutti sempre la stessa
            cosa.Non è quello che si chiede, quello che si vuole è avere tutti lo stesso menù accessibile, non uno per chi ha il web, uno per chi ha ipad e l'altro per android. Lo vuoi fare? fallo ma ne pagherai le spese prima o poi.
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: zzodici
            I tablet sono il punto di unione tra netbook e
            pc, a molti basteranno, a molti
            no.I tablet sono una categoria a sé, con funzioni che i PC si sognano (e viceversa).




            Nè più né meno comodo di stare davanti un

            quaderno.



            Chi parlava di quaderno? Io preferirei fare una
            ricerca con un pc normale, apro diverse finestre,
            scrivo un documento con una tastiera, copio e
            incollo immagini e nel frattempo posso
            ritagliarle ecc. Se vai meglio con un tablet
            meglio per te, io ho ancora due braccia e 10 dita
            funzionanti.E che te ne fai delle 10 dita se tra te e lo schermo c'è il mouse?Comunque mi sembra che tu non abbia esperienza di iPad.
            Permettimi di dubitare, non credo tu sappia i
            dati dimutilizzo web dei
            netbook.Fai male a dubitare.Ecco i dati di navigazione mondiale del 2009 divisi per risoluzione video:http://marketshare.hitslink.com/report.aspx?qprid=17&qptimeframe=Y&qpsp=2009La risoluzione tipica dei netbook, 1024x600, nell'anno del loro massimo splendore: 0,67%Ovviamente c'erano anche netbook con risoluzioni più alte (e più basse), ma la quasi totalità delle unità vendute avevano tale risoluzione.




            Non importa se è più oneroso, l'importante è
            il

            risultato

            finale.

            Il risultato finale è che una azienda deve
            gestire tre applicazioni al posto di una facendo
            ricadere sul consumatore la spesa di
            gestione.Vero, e la spesa corrisponde spesso al costo di 1 caffè. Quindi va più che bene, e la gente lavora.



            L'"uguale per tutti" è un obiettivo
            appetibile

            per un produttore, non certo per un

            cliente.

            Invece a me va benissimo, io voglio essere messo
            nelle stesse condizioni di tutti per accedere ad
            un contenuto. Io no. Questione di gusti. Se ho un Mac voglio applicazioni native, non schifezze in X11.
            Ti ricordo che esperimenti come il
            "daily" sono fallite, non contate troppo sul
            fatto che la gente ha il tablet e paga per
            l'applicazione
            dedicata.Il Daily è fallito perché prima di ritornare ad una informazione di qualità bisogna far sparire le <u
            schifezze </u
            gratuite. Ci vorrà ancora qualche anno.

            Il sogno di ogni ristorante potrebbe essere

            quello di cucinare un'unica pietanza tutti i

            giorni: non credo sia lo stesso sogno dei

            clienti, mangiare tutti sempre la stessa

            cosa.

            Non è quello che si chiede, quello che si vuole è
            avere tutti lo stesso menù accessibile, non uno
            per chi ha il web, uno per chi ha ipad e l'altro
            per android. Lo vuoi fare? fallo ma ne pagherai
            le spese prima o
            poi.Per ora le spese le pagano gli altri: Io con iPad sono esentato dalla pubblicità nei filmati in Flash, come quelli di YouTube. Per fare un esempio.Inoltre godo di prestazioni allo stato dell'arte.
          • zzodici scrive:
            Re: avevamo RAGIONE


            E che te ne fai delle 10 dita se tra te e lo
            schermo c'è il
            mouse?
            Comunque mi sembra che tu non abbia esperienza di
            iPad.Ne ho poca, come di altri tablet, ancora non ho visto nessuno usarlo negli uffici, tu si?


            Permettimi di dubitare, non credo tu sappia i

            dati dimutilizzo web dei

            netbook.

            Fai male a dubitare.
            Ecco i dati di navigazione mondiale del 2009
            divisi per risoluzione
            video:
            http://marketshare.hitslink.com/report.aspx?qprid=

            La risoluzione tipica dei netbook, 1024x600,
            nell'anno del loro massimo splendore:
            0,67%

            Ovviamente c'erano anche netbook con risoluzioni
            più alte (e più basse), ma la quasi totalità
            delle unità vendute avevano tale
            risoluzione.
            Navigare un sito alla volta e magari con pezzi che non funzionano (provato proprio l'altro ieri con rynair per esempio), non fa per me. Si, è utile all'occorrenza, non dico di no, ma non è sostituibile con un PC per adesso.

            Il Daily è fallito perché prima di ritornare ad
            una informazione di qualità bisogna far sparire
            le <u
            schifezze </u
            gratuite. Ci
            vorrà ancora qualche
            anno.Non è fallito per quello e lo sai bene.

            Per ora le spese le pagano gli altri: Io con iPad
            sono esentato dalla pubblicità nei filmati in
            Flash, come quelli di YouTube. Per fare un
            esempio.
            Inoltre godo di prestazioni allo stato dell'arte.E quindi non hai più un PC tradizionale?
          • Mario Rossi scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: zzodici
            Ne ho poca, come di altri tablet, ancora non ho
            visto nessuno usarlo negli uffici, tu
            si?Trovano largo utilizzo nelle scrivanie con una gamba più corta che "ballano"
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo

            Scrivere? Ma come sei retrogrado!Gia'.Era il Neanderthal quello che non sapeva scrivere, se ben ricordo.
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            Il Daily è fallito perché prima di ritornare ad
            una informazione di qualità bisogna far sparire
            le <u
            schifezze </u
            gratuite. Ci
            vorrà ancora qualche
            anno.Il gratis non sparira' mai!Pensa che perfino un trollone applefan, adoratore del copyright, e sostenitore della casta parassita, pur non facendone parte, come sei tu, scrive GRATIS sul forum di PI, REGALANDO indimenticabili momenti di ilarita' e piacere quotidiano a tutti quanti.Siccome la rete di massa consente a chiunque di scrivere per farsi leggere AGGRATIS, il modello pay per read non riuscira' mai a sfondare in rete.
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo


            Il Daily è fallito perché prima di ritornare
            ad

            una informazione di qualità bisogna far
            sparire

            le <u
            schifezze </u

            gratuite.
            Ci

            vorrà ancora qualche

            anno.

            Il gratis non sparira' mai!
            Pensa che perfino un trollone applefan, adoratore
            del copyright, e sostenitore della casta
            parassita, pur non facendone parte, come sei tu,
            scrive GRATIS sul forum di PI, REGALANDO
            indimenticabili momenti di ilarita' e piacere
            quotidiano a tutti
            quanti.Hai detto bene, "scrive gratis". Sono IO che decido di scrivere gratis.
            Siccome la rete di massa consente a chiunque di
            scrivere per farsi leggere AGGRATIS, il modello
            pay per read non riuscira' mai a sfondare in
            rete.Non è di quel modello che si parla, ma di quello che ignora la volontà di chi NON scrive gratis. QUELLO è il modello che deve sparire. Con le buone o con le cattive.
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo

            Hai detto bene, "scrive gratis". Sono IO che
            decido di scrivere
            gratis.Anche perche' se tu pretendessi di venire pagato anche un solo centesimo ti si riderebbe in faccia da qui fino al prossimo anno bisestile.Quindi la tua unica alternativa allo scrivere gratis, e' NON SCRIVERE AFFATTO.

            Siccome la rete di massa consente a chiunque
            di

            scrivere per farsi leggere AGGRATIS, il
            modello

            pay per read non riuscira' mai a sfondare in

            rete.

            Non è di quel modello che si parla, ma di quello
            che ignora la volontà di chi NON scrive gratis.Ti ripeto: ci sono solo due modelli.Scrivere gratis o non scrivere affatto.
            QUELLO è il modello che deve sparire. Con le
            buone o con le
            cattive.Oppure sparirai tu, e con te sparisce il tuo problema, che e' solo tuo.
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo




            Hai detto bene, "scrive gratis". Sono IO che

            decido di scrivere

            gratis.

            Anche perche' se tu pretendessi di venire pagato
            anche un solo centesimo ti si riderebbe in faccia
            da qui fino al prossimo anno
            bisestile.Io NON posso PRETENDERE di essere pagato.
            Quindi la tua unica alternativa allo scrivere
            gratis, e' NON SCRIVERE
            AFFATTO.Falso!Ho anche una terza alternativa: scrivere e OFFRIRE a pagamento quanto scrivo.Comprendi la differenza tra PRETENDERE e OFFRIRE?
            Ti ripeto: ci sono solo due modelli.
            Scrivere gratis o non scrivere affatto.Ti ripeto: esiste il modello "scrivere e offrire a pagamento".


            QUELLO è il modello che deve sparire. Con le

            buone o con le

            cattive.

            Oppure sparirai tu, e con te sparisce il tuo
            problema, che e' solo
            tuo.La storia insegna che sono quelli come te che spariscono, con le buone o con le cattive:http://en.wikipedia.org/wiki/Far_west#Banditry
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo







            Hai detto bene, "scrive gratis". Sono
            IO
            che


            decido di scrivere


            gratis.



            Anche perche' se tu pretendessi di venire
            pagato

            anche un solo centesimo ti si riderebbe in
            faccia

            da qui fino al prossimo anno

            bisestile.

            Io NON posso PRETENDERE di essere pagato.Potresti provarci.Smetti di scrivere, e riprendi solo se qualcuno ti paga per farlo.Alcune persone vengono pagate, perche' c'e' gente disposta a pagarle affinche' continuino a scrivere.

            Quindi la tua unica alternativa allo scrivere

            gratis, e' NON SCRIVERE

            AFFATTO.

            Falso!
            Ho anche una terza alternativa: scrivere e
            OFFRIRE a pagamento quanto scrivo.Questa alternativa funzionava nel secolo scorso, con la carta stampata.Oggi e' un modello in declino.Scomparira' gradualmente.
            Comprendi la differenza tra PRETENDERE e OFFRIRE?Si. Chi PRETENDE, sa benissimo che ottiene solo mediante coercizione, prepotenza e abuso di posizione dominante.Chi offre, non ne ha bisogno.

            Ti ripeto: ci sono solo due modelli.

            Scrivere gratis o non scrivere affatto.

            Ti ripeto: esiste il modello "scrivere e offrire
            a pagamento".Non lamentarti con me se poi non funziona.




            QUELLO è il modello che deve sparire.
            Con
            le


            buone o con le


            cattive.



            Oppure sparirai tu, e con te sparisce il tuo

            problema, che e' solo

            tuo.

            La storia insegna che sono quelli come te che
            spariscono, con le buone o con le
            cattive:

            http://en.wikipedia.org/wiki/Far_west#BanditryRispondi a questa semplice domanda: dov'e' la refurtiva?
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: panda rossa
            Chi offre, non ne ha bisogno.Quindi i supermercati che continuamente offrono, non hanno bisogno?Le aziende che offrono lavoro, non ne hanno bisogno?



            Ti ripeto: ci sono solo due modelli.


            Scrivere gratis o non scrivere affatto.



            Ti ripeto: esiste il modello "scrivere e
            offrire

            a pagamento".

            Non lamentarti con me se poi non funziona.Certo che funziona, basta fare il tiro al piccione con quelli che rubano. Ha funzionato e funzionerà ancora.







            QUELLO è il modello che deve
            sparire.

            Con

            le



            buone o con le



            cattive.





            Oppure sparirai tu, e con te sparisce
            il
            tuo


            problema, che e' solo


            tuo.



            La storia insegna che sono quelli come te che

            spariscono, con le buone o con le

            cattive:




            http://en.wikipedia.org/wiki/Far_west#Banditry

            Rispondi a questa semplice domanda: dov'e' la
            refurtiva?Nascosta, ovviamente.
          • krane scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            Chi offre, non ne ha bisogno.
            Quindi i supermercati che continuamente offrono,
            non hanno bisogno?Hanno bisogno che la gente percepisca che cio' che offre e' roba buona, altrimenti nessuno compra e possono chiudere.
            Le aziende che offrono lavoro, non ne hanno
            bisogno?Hanno bisogno di qualcuno che li paghi per farlo, altrimenti possono chiudere anche loro.

            Non lamentarti con me se poi non funziona.
            Certo che funziona, basta fare il tiro al
            piccione con quelli che rubano. Ha funzionato e
            funzionerà ancora.AhhhhEcco perche' al giorno d'oggi i furti sono completamente scomparsi, grazie me lo stavo proprio chiedendo...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo


            http://en.wikipedia.org/wiki/Far_west#Banditry



            Rispondi a questa semplice domanda: dov'e' la

            refurtiva?

            Nascosta, ovviamente.Oppure la refurtiva semplicemente non esiste, e con essa non esiste il furto.Chissa' che cosa ne pensa Occam
          • krane scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo
            La storia insegna che sono quelli come te che
            spariscono, con le buone o con le cattive:
            http://en.wikipedia.org/wiki/Far_west#BanditryEsatto, hai solo sbagliato sotto link: quello corretto era "allevatori di cavalli".
        • Mario Rossi scrive:
          Re: avevamo RAGIONE
          - Scritto da: ruppolo
          Certo che si può. Apple Pages e una qualsiasi
          stampante AirPrint. E, soprattutto, niente da
          imparare che non siano le funzioni di
          Pages.Mi sembra di sentire le bestemmie di chi lo sta utilizzando procedendo con una media di 20 parole scritte(e già stiamo alti) al minuto
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Certo che si può. Apple Pages e una qualsiasi

            stampante AirPrint. E, soprattutto, niente da

            imparare che non siano le funzioni di

            Pages.
            Mi sembra di sentire le bestemmie di chi lo sta
            utilizzando procedendo con una media di 20 parole
            scritte(e già stiamo alti) al
            minutoTralasciando il fatto che iPad è compatibile sia con le tastiere USB che quelle Bluetooth che quella dedicata con il supporto, sulla tastiera virtuale si può digitare ad una velocità anche superiore della tastiera fisica, basta la pratica.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            Tralasciando il fatto che iPad è compatibile sia
            con le tastiere USB che quelle Bluetooth che
            quella dedicata con il supporto, sulla tastiera
            virtuale si può digitare ad una velocità anche
            superiore della tastiera fisica, basta la
            pratica.Mi vedo già l'utente che va in giro con il borsone con tablet e acXXXXXri bello contento di potersi portare comodamente in giro il tutto, alla faccia degli idioti con il notebook/netbook...Riguardo alla maggiore velocità della tastiera su schermo vai prendere in giro qualcun altro
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Tralasciando il fatto che iPad è compatibile
            sia

            con le tastiere USB che quelle Bluetooth che

            quella dedicata con il supporto, sulla
            tastiera

            virtuale si può digitare ad una velocità
            anche

            superiore della tastiera fisica, basta la

            pratica.
            Mi vedo già l'utente che va in giro con il
            borsone con tablet e acXXXXXri bello contento di
            potersi portare comodamente in giro il tutto,
            alla faccia degli idioti con il
            notebook/netbook...Ma infatti non ha bisogno di portarsi dietro nulla, nemmeno il carica batteria (hai presente il carica batteria, quel "coso" che TUTTI gli utenti di notebook PC portano nella borsa?)
            Riguardo alla maggiore velocità della tastiera su
            schermo vai prendere in giro qualcun
            altroCerto certo.
          • zzodici scrive:
            Re: avevamo RAGIONE


            Tralasciando il fatto che iPad è compatibile sia
            con le tastiere USB che quelle Bluetooth che
            quella dedicata con il supporto, sulla tastiera
            virtuale si può digitare ad una velocità anche
            superiore della tastiera fisica, basta la
            pratica.E allora le tastiere servono o no? ma che strano, le fanno ma si può fare meglio senza...
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: zzodici



            Tralasciando il fatto che iPad è compatibile
            sia

            con le tastiere USB che quelle Bluetooth che

            quella dedicata con il supporto, sulla
            tastiera

            virtuale si può digitare ad una velocità
            anche

            superiore della tastiera fisica, basta la

            pratica.

            E allora le tastiere servono o no? ma che strano,
            le fanno ma si può fare meglio
            senza...Mai visto gente col notebook usarlo col mouse?
          • zzodici scrive:
            Re: avevamo RAGIONE


            Mai visto gente col notebook usarlo col mouse?Infatti, è quello che continuo a dirti io da 2 ore: puoi anche mettere tutto in rettangolo, avrai vantaggi ma resteranno alcuni punti fermi. uno di questi è mouse e tastiera, ovvio che se hai il touch magari del mouse puoi fare anche a meno ma bisogna poi vedere se muovere tutto il braccio sarà più conveniente di muovere solo la mano.
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: zzodici



            Mai visto gente col notebook usarlo col
            mouse?


            Infatti, è quello che continuo a dirti io da 2
            ore: puoi anche mettere tutto in rettangolo,
            avrai vantaggi ma resteranno alcuni punti fermi.
            uno di questi è mouse e tastiera, ovvio che se
            hai il touch magari del mouse puoi fare anche a
            meno ma bisogna poi vedere se muovere tutto il
            braccio sarà più conveniente di muovere solo la
            mano.Come usare il mouse su uno notebook è aberrante (pigrizia cronica nel non voler imparare a usare il trackpad) così usare una tastiera fisica con un tablet è altrettanto aberrante. SI IMPARA A DIGITARE SULLA TASTIERA VIRTUALE! O si resta con la carta e penna!
          • zzodici scrive:
            Re: avevamo RAGIONE

            Come usare il mouse su uno notebook è aberrante
            (pigrizia cronica nel non voler imparare a usare
            il trackpad) così usare una tastiera fisica con
            un tablet è altrettanto aberrante. SI IMPARA A
            DIGITARE SULLA TASTIERA VIRTUALE! O si resta con
            la carta e
            penna!Tu puoi impare a far quella che vuoi, ma il mouse è più conmodo della trackball così come la tastiera fisica da una virtuale.
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: zzodici

            Come usare il mouse su uno notebook è
            aberrante

            (pigrizia cronica nel non voler imparare a
            usare

            il trackpad) così usare una tastiera fisica
            con

            un tablet è altrettanto aberrante. SI IMPARA
            A

            DIGITARE SULLA TASTIERA VIRTUALE! O si resta
            con

            la carta e

            penna!

            Tu puoi impare a far quella che vuoi, ma il mouse
            è più conmodo della trackball così come la
            tastiera fisica da una
            virtuale.Questo lo credi tu.Ma anche se fosse vero, i vantaggi che ottengo senza mouse e tastiera, ovvero la libertà di usare un dispositivo portatile in ogni luogo e posizione, superano gli svantaggi.
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE

            Come usare il mouse su uno notebook è aberrante
            (pigrizia cronica nel non voler imparare a usare
            <s
            il trackpad </s
            <b
            gli hotkey </b
            )
            così usare una tastiera fisica con
            un tablet è altrettanto aberrante. SI IMPARA A
            DIGITARE SULLA TASTIERA VIRTUALE! O si resta con
            la carta e
            penna!Voglio proprio vederti ad usare la tastiera virtuale ad occhi chiusi.Tu sarai uno di quelli che usa il solo dito indice, per scrivere, mettendoci circa 5/6 secondi a tasto, vagando col dito alla ricerca della lettera che vuoi digitare...Quindi non fai testo.
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: panda rossa
            Voglio proprio vederti ad usare la tastiera
            virtuale ad occhi
            chiusi.Accetto la scommessa, ma a pari condizioni: anche tu con gli occhi chiusi.
            Tu sarai uno di quelli che usa il solo dito
            indice, per scrivere, mettendoci circa 5/6
            secondi a tasto, vagando col dito alla ricerca
            della lettera che vuoi
            digitare...
            Quindi non fai testo.certo certo...
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            Voglio proprio vederti ad usare la tastiera

            virtuale ad occhi

            chiusi.

            Accetto la scommessa, ma a pari condizioni: anche
            tu con gli occhi
            chiusi.Io con gli occhi chiusi, ma con la tastiera.Mi basta solo sapere se la tastiera ha il layout italiano o US.Non la guardo quasi mai quando scrivo.Questa riga la sto scrivendo con gli occhi chiusi.

            Tu sarai uno di quelli che usa il solo dito

            indice, per scrivere, mettendoci circa 5/6

            secondi a tasto, vagando col dito alla
            ricerca

            della lettera che vuoi

            digitare...

            Quindi non fai testo.

            certo certo...Di sicuro il tablet con la tastiera virtuale e' decisamente inutilizzabile per parecchi diversamente abili o portatori di invalidita.A differenza della tastiera.
          • woz scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: panda rossa
            Non la guardo quasi mai quando scrivo.

            Questa riga la sto scrivendo con gli occhi chiusi.Si, abbiamo notato.Ma sei proprio scemo, veh!
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: woz
            - Scritto da: panda rossa

            Non la guardo quasi mai quando scrivo.



            Questa riga la sto scrivendo con gli occhi
            chiusi.

            Si, abbiamo notato.
            Ma sei proprio scemo, veh!Lo scemo sei tu che non capisci la differenza tra scrivere senza guardare la tastiera ma lo schermo, e scrivere con gli occhi completamente chiusi.Ma non pretendo che tu capisca.
          • woz scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: panda rossa
            Lo scemo sei tu che non capisci la differenza tra
            scrivere senza guardare la tastiera ma lo
            schermo, e scrivere con gli occhi completamente
            chiusi.
            Ma non pretendo che tu capisca.Sei scemo perchè non capisci che a nessuno frega niente di come scrivi, pallone gonfiato.Confermo lo scemo.
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: woz
            - Scritto da: panda rossa

            Lo scemo sei tu che non capisci la
            differenza
            tra

            scrivere senza guardare la tastiera ma lo

            schermo, e scrivere con gli occhi
            completamente

            chiusi.

            Ma non pretendo che tu capisca.


            Sei scemo perchè non capisci che a nessuno frega
            niente di come scrivi, pallone
            gonfiato.
            Confermo lo scemo.Il fatto che tu mi legga e risponda, dimostra che almeno un idiota c'e'!
        • Maggiordomo scrive:
          Re: avevamo RAGIONE

          Le applicazioni web sono una aberrazione.
          Una app dedicata, anche semplice, è mille volte
          più efficiente. Naturalmente se scritta con
          linguaggi a basso livello, non certo le cagate
          Java.Le app sono anche molto moda, e una webapp le può rimpiazzare benissimo con le performance che servono per moltissimi contesti.E Java non è una cagata, ma uno dei prodotti più importanti della storia dell'informatica.Se la mi banca cambia l'acXXXXX web con la gestione in sicurezza di java con un app, cambio banca.E parlo di Java server side non di applet java che sono tecnologia di nicchia che non hanno nulla a che spartire con java server side, che rimane ancora oggi uno standard industriale insuperato.
      • mcmcmcmcmc scrive:
        Re: avevamo RAGIONE
        - Scritto da: zzodici

        Rimane infine il problema a mio avviso poco
        intelligente: siamo passati da applicazioni
        dedicate al web ed adesso tramite i tablet
        vogliamo ritornare alle applicazioni? Per fare un
        esempio: sito rynair, non basta più solo i lsito,
        adesso ci vuole sito + due applicazione (per ios
        e android)? ma questo vi pare
        sensato?stiamo tornando indietro. Normale per i mercati immaturi. Poi il mercato diventerà maturo e i problemi di incompatibilità verranno risolti. Fino a che non si presenterà un nuovo e immaturo mercato.
      • max scrive:
        Re: avevamo RAGIONE

        Rimane infine il problema a mio avviso poco
        intelligente: siamo passati da applicazioni
        dedicate al web ed adesso tramite i tablet
        vogliamo ritornare alle applicazioni? Per fare un
        esempio: sito rynair, non basta più solo i lsito,
        adesso ci vuole sito + due applicazione (per ios
        e android)? ma questo vi pare
        sensato?questa cosa la pensavo anch'io... finché non ho provato le app... bé ce ne sono alcune pessime, ma se un'app è fatta bene non c'è web che tenga. il sito internet deve giustamente essere universale, una app è ottimizzata per il dispositivo su cui gira. sempre ripeto, che sia fatta bene.
        • panda rossa scrive:
          Re: avevamo RAGIONE
          - Scritto da: max

          Rimane infine il problema a mio avviso poco

          intelligente: siamo passati da applicazioni

          dedicate al web ed adesso tramite i tablet

          vogliamo ritornare alle applicazioni? Per
          fare
          un

          esempio: sito rynair, non basta più solo i
          lsito,

          adesso ci vuole sito + due applicazione (per
          ios

          e android)? ma questo vi pare

          sensato?

          questa cosa la pensavo anch'io... finché non ho
          provato le app... bé ce ne sono alcune pessime,
          ma se un'app è fatta bene non c'è web che tenga.
          il sito internet deve giustamente essere
          universale, una app è ottimizzata per il
          dispositivo su cui gira. sempre ripeto, che sia
          fatta
          bene.Abbiamo passato piu' di 10 anni a scrivere siti ottimizzati per IE.Basta grazie.Il web non deve adeguarsi piu' a niente.Deve essere il dispositivo ad adeguarsi al web.
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: panda rossa
            Abbiamo passato piu' di 10 anni a scrivere siti
            ottimizzati per
            IE.
            Basta grazie.Ecco perché sei rimasto tanto tempo segregato nel bunker...
            Il web non deve adeguarsi piu' a niente.
            Deve essere il dispositivo ad adeguarsi al web.Addolorato di darti una triste notizia: il web deve adeguarsi a iOS. Per essere più precisi, va sviluppata la versione per.
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            Addolorato di darti una triste notizia: il web
            deve adeguarsi a iOS. Per essere più precisi, va
            sviluppata la versione
            per.Indovinello.Uno di noi due e' un fesso che piagnucola perche' vede male il forum di PI sul suo padello.L'altro invece si e' modificato il foglio di stile, per vederlo ancora meglio.Indovina di chi stiamo parlando.
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo


            Addolorato di darti una triste notizia: il
            web

            deve adeguarsi a iOS. Per essere più
            precisi,
            va

            sviluppata la versione

            per.

            Indovinello.
            Uno di noi due e' un fesso che piagnucola perche'
            vede male il forum di PI sul suo
            padello.
            L'altro invece si e' modificato il foglio di
            stile, per vederlo ancora
            meglio.

            Indovina di chi stiamo parlando.Di un calzolaio con le scarpe rotte.
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            doppio post-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 gennaio 2013 17.29-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo

            Indovina di chi stiamo parlando.

            Di un calzolaio con le scarpe rotte.Non capendoci niente di scarpe, tu, ti permetti di giudicare le scarpe degli altri.Quelle che tu chiami scarpe rotte, sono scarpe perfettamente funzionanti per il calzolaio (che di scarpe se ne intende), e pretendi di pagare per avere un inutile rivestimento puramente estetico sulle tue scarpe, che, tra l'altro, le rende inadatte ad essere usate al di fuori di un marciapiede piano e asfaltato.
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo



            Indovina di chi stiamo parlando.



            Di un calzolaio con le scarpe rotte.

            Non capendoci niente di scarpe, tu, ti permetti
            di giudicare le scarpe degli
            altri.Tu non giudichi le scarpe che indossi? Capisci qualcosa di scarpe?
            Quelle che tu chiami scarpe rotte, sono scarpe
            perfettamente funzionanti per il calzolaio (che
            di scarpe se ne intende),Ma sono io che le devo usare, non lui.
            e pretendi di pagare
            per avere un inutile rivestimento puramente
            estetico sulle tue scarpe,Estetico? Io parlo di funzionalità, non di estetica.
            che, tra l'altro, le
            rende inadatte ad essere usate al di fuori di un
            marciapiede piano e
            asfaltato.Se una bella fetta di gente cammina fuori dal marciapiede, le scarpe vanno fatte anche per costoro.
          • panda rossa scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo

            Tu non giudichi le scarpe che indossi? Capisci
            qualcosa di
            scarpe?Io capisco di computer, e giudico sia i computer che uso io, che quella roba che usi tu.


            Quelle che tu chiami scarpe rotte, sono
            scarpe

            perfettamente funzionanti per il calzolaio
            (che

            di scarpe se ne intende),

            Ma sono io che le devo usare, non lui.Lui ti dice che assolvevano il loro compito anche prima.Ma tu hai voluto che te le rivestisse di alluminio sabbiato, di vetro, e ci appiccicasse una mela sopra.In questo modo hanno perso gran parte della loro funzionalita', in compenso costano il triplo.

            e pretendi di pagare

            per avere un inutile rivestimento puramente

            estetico sulle tue scarpe,

            Estetico? Io parlo di funzionalità, non di
            estetica.E allora perche' hai brevettato il rettangolo?

            che, tra l'altro, le

            rende inadatte ad essere usate al di fuori
            di
            un

            marciapiede piano e

            asfaltato.

            Se una bella fetta di gente cammina fuori dal
            marciapiede, le scarpe vanno fatte anche per
            costoro.Esatto.Ma qualche messaggio piu' su hai sostenuto che le scarpe per chi cammina fuori dal marciapiede a te sembrano rotte.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            Addolorato di darti una triste notizia: il web
            deve adeguarsi a iOS. Per essere più precisi, va
            sviluppata la versione
            per.Stai veramente scavando il fondo del barile
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Addolorato di darti una triste notizia: il
            web

            deve adeguarsi a iOS. Per essere più
            precisi,
            va

            sviluppata la versione

            per.
            Stai veramente scavando il fondo del barileOggi ho dimostrato a tutti chi scava i fondi del barile. Oggi io festeggio.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            Oggi ho dimostrato a tutti chi scava i fondi del
            barile. Oggi io
            festeggio.Contento tu, anche Monti festeggia perché "ha salvato l'Italia"
          • max scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: max


            Rimane infine il problema a mio avviso
            poco


            intelligente: siamo passati da
            applicazioni


            dedicate al web ed adesso tramite i
            tablet


            vogliamo ritornare alle applicazioni?
            Per

            fare

            un


            esempio: sito rynair, non basta più
            solo
            i

            lsito,


            adesso ci vuole sito + due applicazione
            (per

            ios


            e android)? ma questo vi pare


            sensato?



            questa cosa la pensavo anch'io... finché non
            ho

            provato le app... bé ce ne sono alcune
            pessime,

            ma se un'app è fatta bene non c'è web che
            tenga.

            il sito internet deve giustamente essere

            universale, una app è ottimizzata per il

            dispositivo su cui gira. sempre ripeto, che
            sia

            fatta

            bene.

            Abbiamo passato piu' di 10 anni a scrivere siti
            ottimizzati per
            IE.
            Basta grazie.infatti

            Il web non deve adeguarsi piu' a niente.
            Deve essere il dispositivo ad adeguarsi al web.appunto. lo fa tramite le app, integrate con l'OS.
        • zzodici scrive:
          Re: avevamo RAGIONE


          questa cosa la pensavo anch'io... finché non ho
          provato le app... bé ce ne sono alcune pessime,
          ma se un'app è fatta bene non c'è web che tenga.
          il sito internet deve giustamente essere
          universale, una app è ottimizzata per il
          dispositivo su cui gira. sempre ripeto, che sia
          fatta
          bene.Come ho già detto, non lo metto in dubbio. Mi rimane il piccolo dubbio che io, mentre sono su un normale browser, posso passare da un tab all'altro senza problemi e confrontare e vedere con velocità decine di cose diverse. Metti ad esempio che ti stai organizzando un viaggio di qualche giorno. io con un PC riesco ad aprire mappe, vari siti di voli, vari siti di alberghi, prendere appunti su un documento ecc. tutto nel giro di pochi click. Fate lo stesso con il tablet se ci riuscite, apritevi 5-6 app diverse e passate da una all'altra se ce la fate.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: zzodici



            questa cosa la pensavo anch'io... finché non
            ho

            provato le app... bé ce ne sono alcune
            pessime,

            ma se un'app è fatta bene non c'è web che
            tenga.

            il sito internet deve giustamente essere

            universale, una app è ottimizzata per il

            dispositivo su cui gira. sempre ripeto, che
            sia

            fatta

            bene.


            Come ho già detto, non lo metto in dubbio. Mi
            rimane il piccolo dubbio che io, mentre sono su
            un normale browser, posso passare da un tab
            all'altro senza problemi e confrontare e vedere
            con velocità decine di cose diverse. Metti ad
            esempio che ti stai organizzando un viaggio di
            qualche giorno. io con un PC riesco ad aprire
            mappe, vari siti di voli, vari siti di alberghi,
            prendere appunti su un documento ecc. tutto nel
            giro di pochi click. Fate lo stesso con il tablet
            se ci riuscite, apritevi 5-6 app diverse e
            passate da una all'altra se ce la
            fate.ah quindi apprezzi il multitasking!In ogni caso con android e con browser decenti, tipo Firefox o Dolphin riesci ad accedere ai siti in versione "stand alone" anziche in quella castrata "mobile" e se hai un proXXXXXre decente riesci a farlo con una velocità non troppo lontana rispetto a quella din un qualsiasi PC, se poi ti prendi una cover con tastiera integrata le cose migliorano ancora di più!Fidati il futuro in mobilità sono i tablet, i notebook finiranno col tempo in soffitta, diverso sarà invece il discorso casalingo, li un PC che funga da centro multimediale, archiviazione, masterizzazione, server di stampa, acceso ad internet e alla posta elettronica ha ancora senso e lo conserverà per molto tempo
          • zzodici scrive:
            Re: avevamo RAGIONE


            ah quindi apprezzi il multitasking!Più o meno si. In effetti io non sono multitasking e quindi di cose ne faccio una alla volta, ma il semplice aprire 4-5 tab con siti di alberghi diversi e passare velocemente da uno all'altro... non so ma secondo me con il tablet non ce la fai.
            In ogni caso con android e con browser decenti,
            tipo Firefox o Dolphin riesci ad accedere ai siti
            in versione "stand alone" anziche in quella
            castrata "mobile" e se hai un proXXXXXre decente
            riesci a farlo con una velocità non troppo
            lontana rispetto a quella din un qualsiasi PC, se
            poi ti prendi una cover con tastiera integrata le
            cose migliorano ancora di
            più!
            Fidati il futuro in mobilità sono i tablet, i
            notebook finiranno col tempo in soffitta, diverso
            sarà invece il discorso casalingo, li un PC che
            funga da centro multimediale, archiviazione,
            masterizzazione, server di stampa, acceso ad
            internet e alla posta elettronica ha ancora senso
            e lo conserverà per molto
            tempoNon metto in dubbio che il tablet sia comodo per certe cose, io per primo sto aspettando un modello decente ad un prezzo interessante per la lettura e consultazione di pdf tecnici (per i libri di narrativa ho già un e-book reader). Ma avrò un pc a casa, e non sostituirà la mia macchinetta fotografica o telecamera, questo voglio dire.
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: zzodici



            ah quindi apprezzi il multitasking!

            Più o meno si. In effetti io non sono
            multitasking e quindi di cose ne faccio una alla
            volta, ma il semplice aprire 4-5 tab con siti di
            alberghi diversi e passare velocemente da uno
            all'altro... non so ma secondo me con il tablet
            non ce la
            fai.Passi da uno all'altro con maggiore velocità con un iPad. E non a caso non ho detto "tablet".
          • zzodici scrive:
            Re: avevamo RAGIONE


            Passi da uno all'altro con maggiore velocità con
            un iPad. E non a caso non ho detto
            "tablet".Qua caschi male: l'anno scorso in Svezia, con un ipad ho fatto un trasferimento nella zona della Scania, ero in una casa con wireless e banda larga. La mia esperienza è stata pessima, ci ho visto solo la mappa e pure a fatica. La mia coinquilina ci andava su facebook che era un piacere però. No grazie, io sono uno di quelli che compra quando vedo gli altri lavorarci felici, magari un giorno ci conosciamo e mi fai vedere come ci vai veloce tu, io per adesso ho visto solo gente smantettarci e poco più. E non a caso ho scritto ipad.
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            Parlavi o no di scorrere tra più siti aperti? O di cos'altro? Di più app aperte?
          • zzodici scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            Parlavi o no di scorrere tra più siti aperti? O
            di cos'altro? Di più app
            aperte?Cosa vuoi sapere, i dettagli? sono in informatico, con la tecnologia mi muovo bene, eppure non ho trovato affatto comodo usare un tablet per organizzare degli spostamenti. Io l'ho usato poco ma il proprietario del tablet faceva tanto quanto me, infatti alla fine abbiamo visto solo la cartina, girare per siti non era affatto facile e veloce come un pc.Poi se vuoi possiamo anche aggiungere di come lo streaming della musica non funzionasse se non a scatti (in rete locale), le classiche cose che gli utenti tablet (ma potremmo dire ipad), raccontano e decantano per poi fare figure barbine davanti ai fatti. Ma potrei raccontartene ancora sai di aneddoti, tutti felici a parole e poi li vedi tutti a fare le stesse cose: giochetti e facebook. Oppure, come nel caso del video alla recita scolastica, si vedeva chiaramente come la ripresa fosse scura e mossa rispetto alla mia che ero di fianco.L'importante è essere convinti comunque.Nel tuo caso sarà diverso.
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: zzodici
            - Scritto da: ruppolo

            Parlavi o no di scorrere tra più siti
            aperti?
            O

            di cos'altro? Di più app

            aperte?

            Cosa vuoi sapere, i dettagli? sono in
            informatico, con la tecnologia mi muovo bene,
            eppure non ho trovato affatto comodo usare un
            tablet per organizzare degli spostamenti. Io l'ho
            usato poco ma il proprietario del tablet faceva
            tanto quanto me, infatti alla fine abbiamo visto
            solo la cartina, girare per siti non era affatto
            facile e veloce come un
            pc.Parlare per mezzo dell'esperienza di altri porta a fare la figura dell'ignorante.
            Poi se vuoi possiamo anche aggiungere di come lo
            streaming della musica non funzionasse se non a
            scatti (in rete locale), le classiche cose che
            gli utenti tablet (ma potremmo dire ipad),
            raccontano e decantano per poi fare figure
            barbine davanti ai fatti.La figura barbina l'ha fatta anche Microsoft alla presentazione di Windows 95 (se non erro), ma questo non ha tolto nulla agli oneri e onori di Microsoft, né agli utenti.Hai detto che sei informatica? Allora sai bene che ogni tanto le cose possono non funzionare correttamente.
            Ma potrei raccontartene ancora sai di aneddoti,
            tutti felici a parole e poi li vedi tutti a fare
            le stesse cose: giochetti e facebook.Anch'io ti posso raccontare aneddoti di utilizzi professionali e redditizi.
            Oppure,
            come nel caso del video alla recita scolastica,
            si vedeva chiaramente come la ripresa fosse scura
            e mossa rispetto alla mia che ero di
            fianco.
            L'importante è essere convinti comunque.
            Nel tuo caso sarà diverso.Certo che è diverso: le mie riprese sono stabili e luminose.
          • FinalCut scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: zzodici
            volta, ma il semplice aprire 4-5 tab con siti di
            alberghi diversi e passare velocemente da uno
            all'altro... non so ma secondo me con il tablet
            non ce la
            fai.Qui siamo alla follia vera e propria, tralasciando che la navigazione a schede su iPad è migliorata con iOS 5 (mi pare) fare quello che hai descritto è una operazione decisamente agevole che faccio tutti i giorni, non dovresti parlare di cose che non conosci...Questo di tab aperti ne ha 9[yt]tPOAjxw3uOY[/yt]Se tui hai avuto una brutta esperienza con un iPad e una LAN di m***a la colpa non è dell'iPad e anche la sua padrona evidentemente non sapeva utilizzarlo...Quanto agli mp3 in streaming che vanno a scatti.... io ci vedo film in HD in streaming da youtube o dalla LAN (4 MBit al secondo e più se sai di che parlo), e all'occasione l'iPad fa da ponte via Airplay per ritrasmettere tutto alla TV dove è collegato una AppleTV (quindi 4+4 Mbit senza fare una piega).Tutto questo anche con iPhone 4 e 5 senza scomodare un iPad...
          • ruppolo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: Enjoy with Us
            - Scritto da: zzodici





            questa cosa la pensavo anch'io...
            finché
            non

            ho


            provato le app... bé ce ne sono alcune

            pessime,


            ma se un'app è fatta bene non c'è web
            che

            tenga.


            il sito internet deve giustamente essere


            universale, una app è ottimizzata per il


            dispositivo su cui gira. sempre ripeto,
            che

            sia


            fatta


            bene.





            Come ho già detto, non lo metto in dubbio. Mi

            rimane il piccolo dubbio che io, mentre sono
            su

            un normale browser, posso passare da un tab

            all'altro senza problemi e confrontare e
            vedere

            con velocità decine di cose diverse. Metti ad

            esempio che ti stai organizzando un viaggio
            di

            qualche giorno. io con un PC riesco ad aprire

            mappe, vari siti di voli, vari siti di
            alberghi,

            prendere appunti su un documento ecc. tutto
            nel

            giro di pochi click. Fate lo stesso con il
            tablet

            se ci riuscite, apritevi 5-6 app diverse e

            passate da una all'altra se ce la

            fate.

            ah quindi apprezzi il multitasking!AHAHAHH cosa c'entra il multitasking?
            In ogni caso con android e con browser decenti,
            tipo Firefox o Dolphin riesci ad accedere ai siti
            in versione "stand alone" anziche in quella
            castrata "mobile"Quella che tu chiami "castrata" si chiama OTTIMIZZATA.
            Fidati il futuro in mobilità sono i tablet,Fidarci di te? Hai già dimenticato cos'hai scritto?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2439561&m=2440739#p2440739 <i
            Questo per far capire come il futuro siano senz'altro i netbook! </i

            i
            notebook finiranno col tempo in soffitta, diverso
            sarà invece il discorso casalingo, li un PC che
            funga da centro multimediale, archiviazione,
            masterizzazione, server di stampa, acceso ad
            internet e alla posta elettronica ha ancora senso
            e lo conserverà per molto
            tempoEnjoy, ascolta me: lascia perdere le previsioni :D
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: avevamo RAGIONE
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Enjoy with Us

            - Scritto da: zzodici







            questa cosa la pensavo anch'io...

            finché

            non


            ho



            provato le app... bé ce ne sono
            alcune


            pessime,



            ma se un'app è fatta bene non c'è
            web

            che


            tenga.



            il sito internet deve giustamente
            essere



            universale, una app è ottimizzata
            per
            il



            dispositivo su cui gira. sempre
            ripeto,

            che


            sia



            fatta



            bene.








            Come ho già detto, non lo metto in
            dubbio.
            Mi


            rimane il piccolo dubbio che io, mentre
            sono

            su


            un normale browser, posso passare da un
            tab


            all'altro senza problemi e confrontare e

            vedere


            con velocità decine di cose diverse.
            Metti
            ad


            esempio che ti stai organizzando un
            viaggio

            di


            qualche giorno. io con un PC riesco ad
            aprire


            mappe, vari siti di voli, vari siti di

            alberghi,


            prendere appunti su un documento ecc.
            tutto

            nel


            giro di pochi click. Fate lo stesso con
            il

            tablet


            se ci riuscite, apritevi 5-6 app
            diverse
            e


            passate da una all'altra se ce la


            fate.



            ah quindi apprezzi il multitasking!

            AHAHAHH cosa c'entra il multitasking?


            In ogni caso con android e con browser
            decenti,

            tipo Firefox o Dolphin riesci ad accedere ai
            siti

            in versione "stand alone" anziche in quella

            castrata "mobile"

            Quella che tu chiami "castrata" si chiama
            OTTIMIZZATA.
            No! E' una versione castrata, vuoi fare la prova? Accedi al corriere della sera, la versione mobile è poco più di uno spot pubblicitario! Io con il mio tablet da 59 euro usando firefox o dolphin accedo tranquillamente anche alla versione stand alone visionando anche i contenuti flash e tu con il tuo iPad?

            Fidati il futuro in mobilità sono i tablet,

            Fidarci di te? Hai già dimenticato cos'hai
            scritto?
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2439561&m=244
            <i
            Questo per far capire come il futuro
            siano senz'altro i netbook! </i


            L'ho scritto quando i tablet ancora non esistevano, i tablet rappresentano un evoluzione del concetto ed infatti quando apple lanciò il primo iPad dissi subito contro tanti altri che era un'ottimo progetto, peccato per i costi elevati (anche se non come per l'iPhone) e per le solite castrature apple e dissi pure all'epoca che il tablet avrebbe potuto soppiantare buona parte dei notebook a patto che si dotasse di un SO con un file manager decente e di prezzi ragionevoli e i tablet android hanno ambedue le qualità!

            i

            notebook finiranno col tempo in soffitta,
            diverso

            sarà invece il discorso casalingo, li un PC
            che

            funga da centro multimediale, archiviazione,

            masterizzazione, server di stampa, acceso ad

            internet e alla posta elettronica ha ancora
            senso

            e lo conserverà per molto

            tempo

            Enjoy, ascolta me: lascia perdere le previsioni
            :DE perchè mai? Ho previsto a fine 2009 l'incredibile sucXXXXX di Android, quando tu ancora oggi ti ostini a dire che è un fenomeno passeggero e che alla fine vincerà iPhone... direi che le cose le prevedo molto meglio Io che Tu!
          • Maggiordomo scrive:
            Re: avevamo RAGIONE

            In ogni caso con android e con browser decenti,
            tipo Firefox o Dolphin riesci ad accedere ai siti
            in versione "stand alone" anziche in quella
            castrata "mobile"faccio lo stesso con Opera in vari sistemi operativi diversi, anche su Simbian.
    • Maggiordomo scrive:
      Re: avevamo RAGIONE
      Avevi torto, i netbook continuerano ad esistere come subnotebook e non spariranno affatto.La differenza tra netbook e notebook è da sempre una fesseria in termini di nomenclatura.
      • max scrive:
        Re: avevamo RAGIONE
        - Scritto da: Maggiordomo
        Avevi torto, i netbook continuerano ad esistere
        come subnotebook e non spariranno
        affatto.

        La differenza tra netbook e notebook è da sempre
        una fesseria in termini di
        nomenclatura.hai detto una castroneria.il netbook era fatto per garantire le prestazioni minime necessarie ad utilizzare internet (da qui netbook, anche se bizzarramente non avevano un modulo 3G integrato) e qualche programma di produttività di base. all'insegna dell'economicità e di Windows XP, il quale ci girava peraltro con un certo affanno.ora ci si pone il problema delle prestazioni... chi ha la priorità della portabilità compra un tablet, se proprio vuole ci aggiunge una tastiera fisica. chi vuole portabilità e prestazioni va sul notebook con form factor tipo macbook air (anche qui Apple ha tracciato la strada... quando è uscito il macbook air era "inutile", doveva essere un "flop", adesso tutti fanno gli "ultrabook") e HW che parte come minimo dal core i3 (i5 per l'air) e da 4 giga di RAM, con OS moderni... e giustamente spende qualcosa di più di quello che spendeva per quelle ciofeche di netbook, che erano pure brutti oltre ad essere dei chiodi.così vanno le cose, così devono andare.
        • Maggiordomo scrive:
          Re: avevamo RAGIONE


          La differenza tra netbook e notebook è da
          sempre

          una fesseria in termini di nomenclatura.

          hai detto una castroneria.
          il netbook era fatto per garantire le prestazioni
          minime necessarie ad utilizzare internet (da qui
          netbook, anche se bizzarramente non avevano un
          modulo 3G integrato) e qualche programma di
          produttività di base.appunto: una scelta iniziale arbitraria sbagliata.Questa differenza sta sparendo grazie al fatto che lo hardware in dotazione è sempre migliore e la gente lo compra pensando di sostituire il portatile"Proprio i pc portatili bonsai, a detta del del sito specializzato Supersite for Windows, avrebbero rovinato il mercato dei portatili Windows instaurando negli utenti la convinzione di poter pagare poche centinaia di dollari per un computer con il sistema operativo di Redmond. E considerando i prezzi dei nuovi modelli Windows 8 la serie ATIV di Samsung è a listino negli Usa a partire da 749 dollari, l'Envy x2 di Hp a 849, rispettivamente circa 300 e 450 dollari in più di un netbook Windows 7 motorizzato con gli stessi chip Atom di Intel ecco spiegato il "rifiuto" dei consumatori a spendere per un device molto più costoso." da ilsole24ore
          chi vuole portabilità e prestazioni va
          sul notebook con form factor tipo macbook airoppure restano su macchie che costano una frazione (vedi sopra)
          (anche qui Apple ha tracciato la strada... quando
          è uscito il macbook air era "inutile", doveva
          essere un "flop", adesso tutti fanno gli
          "ultrabook")mai detto questo
          e HW che parte come minimo dal core
          i3 (i5 per l'air) e da 4 giga di RAM, con OS
          moderni... e giustamente spende qualcosa di più
          di quello che spendeva per quelle ciofeche di
          netbook, che erano pure brutti oltre ad essere
          dei chiodi.sbagliato vedi sopra
          così vanno le cose, così devono andare.sbagliato: infatti un mare di gente va "in giù" e compra tablet Android con CPU simili agli ATOM.E per navigare e qualche arcade vanno eccome.
  • max scrive:
    Tablet e netbook
    Le persone che gioiscono del sucXXXXX di ipad e affini e dell'oblio destinato ai netbook....fanno sorridere.Le multinazionali...stanno riconvertendo gli utenti...in nuovi agonizzanti videodipendenti....sempre più fruitori di contenuti (tablet) e sempre meno produttori e partecipanti attivi. E li vogliono fare crescere nel recinto dei loro market rieducandoli all'acquisto di ogni singolo prodotto che consumano.
    • doc allegato velenoso scrive:
      Re: Tablet e netbook

      Le multinazionali...stanno riconvertendo gli
      utenti...in nuovi agonizzanti
      videodipendenti....sempre più fruitori di
      contenuti (tablet) e sempre meno produttori e
      partecipanti attivi. E li <b
      faranno </b
      crescere
      nel recinto dei loro market rieducandoli
      al <b
      ri </b
      acquisto <b
      perpetuo </b
      di ogni singolo prodotto che
      consumano.fixed
      • panda rossa scrive:
        Re: Tablet e netbook
        - Scritto da: doc allegato velenoso

        Le multinazionali...stanno riconvertendo gli

        utenti...in nuovi agonizzanti

        videodipendenti....sempre più fruitori di

        contenuti (tablet) e sempre meno produttori e

        partecipanti attivi. E li <b
        faranno
        </b

        crescere

        nel recinto dei loro market rieducandoli

        al <b
        ri </b
        acquisto
        <b
        perpetuo </b
        di ogni singolo
        prodotto
        che

        consumano.

        fixedUn po' come lo schiavista che comanda un esercito di schiavi, mandati a combattere una guerra per difendere la schiavitu'.E gli schiavi sono ben felici di andare in prima linea a combattere e morire affinche' il loro status di schiavitu' venga mantenuto.
    • Internetcrazia scrive:
      Re: Tablet e netbook
      boh secondo me non cambia nulla, nell'era della tv c'erano gli "utonti" che credevano a qualsiasi servizio propinato da striscia la notizia e chi invece spegneva la tv preferendo la lettura di un libro..oggi credo che sia lo stesso: da un lato i consumer che si scocciano di informarsi a 360° gradi e che fanno file di ore per comprare l'aggeggio alla moda e l'onnipresente minoranza di persone che preferiscono la funzionalità proporzionale al proprio fabbisogno di tecnologia....la differenza? i numeri: i numeri muovono il mercato, e se i numeri danno ragione alla "idiocracy" e beh..pazienza, prepariamoci ad un futuro di giardini recintat..pazienza ;)
      • max scrive:
        Re: Tablet e netbook
        iniziamo bene col tuo slogan: internet è libertà.no, libertà è il senso critico, l'intelligenza, la cultura.internet è una scatola vuota che chiunque può riempire di stupidaggini."informarsi a 360 gradi", con l'illusione di potersi fare un'idea chiara di tutto... è la malattia del nostro tempo. nel diluvio dell'informazione diventiamo incapaci di scegliere tematiche che ci stanno a cuore e STUDIARE. tutti sanno tutto.P.S. 360° gradi è ridondante. o scrivi il simbolo o scrivi la parola
        • Sgabbio scrive:
          Re: Tablet e netbook
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • Maggiordomo scrive:
          Re: Tablet e netbook

          internet è una scatola vuota che chiunque può
          riempire di stupidaggini.e con ciò? La libertà è anche quella,
          "informarsi a 360 gradi", con l'illusione di
          potersi fare un'idea chiara di tutto... è la
          malattia del nostro tempo. nel diluvio
          dell'informazione diventiamo incapaci di
          scegliere tematiche che ci stanno a cuore e
          STUDIARE. tutti sanno tutto.so what? non si capisce nulla di cosa volevi dire, inforamrsi a 360 gradi è un'ambizione leggitima, da cui non deriva conoscere tutto, ma non avere rinunciato a guardare solo nei pochi gradi di visuale diretta davanti a me, come fanno molti x-fan (metti ciò che vuoi nella x)
          • max scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: Maggiordomo

            internet è una scatola vuota che chiunque può

            riempire di stupidaggini.

            e con ciò? La libertà è anche quella, abbiamo un'idea molto diversa della libertà. io non riesco a dividerla dalla responsabilità.io se carico un contenuto mio in rete, o anche solo se scrivo un post o se linko un articolo sulla mia pagina di facebook, mi sento RESPONSABILE di ciò che comunico.ad esempio non linko un articolo se non ho verificato le fonti delle informazioni che contiene.


            "informarsi a 360 gradi", con l'illusione di

            potersi fare un'idea chiara di tutto... è la

            malattia del nostro tempo. nel diluvio

            dell'informazione diventiamo incapaci di

            scegliere tematiche che ci stanno a cuore e

            STUDIARE. tutti sanno tutto.

            so what? non si capisce nulla di cosa volevi
            dire,non mi sorprende che tu non lo capisca inforamrsi a 360 gradi è un'ambizione
            leggitima,assolutamente, lo faccio anch'io. lo chiamo ca..eggio da cui non deriva conoscere tutto, ma
            non avere rinunciato a guardare solo nei pochi
            gradi di visuale diretta davanti a me, come fanno
            molti x-fan (metti ciò che vuoi nella
            x)ho rinunciato a guardare dove so di trovare stupidaggini, perché il mio cervello funziona. ad esempio, un sacco di siti di "controinformazione" travisano sistematicamente gli articoli (generalmente di marice anglosassone) che citano.io dalla parte loro non ci guardo più, mi fanno perdere tempo.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Tablet e netbook
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)- Scritto da: max
            - Scritto da: Maggiordomo


            internet è una scatola vuota che
            chiunque
            può


            riempire di stupidaggini.



            e con ciò? La libertà è anche quella,

            abbiamo un'idea molto diversa della libertà. io
            non riesco a dividerla dalla
            responsabilità.
            io se carico un contenuto mio in rete, o anche
            solo se scrivo un post o se linko un articolo
            sulla mia pagina di facebook, mi sento
            RESPONSABILE di ciò che
            comunico.
            ad esempio non linko un articolo se non ho
            verificato le fonti delle informazioni che
            contiene.





            "informarsi a 360 gradi", con
            l'illusione
            di


            potersi fare un'idea chiara di tutto...
            è
            la


            malattia del nostro tempo. nel diluvio


            dell'informazione diventiamo incapaci di


            scegliere tematiche che ci stanno a
            cuore
            e


            STUDIARE. tutti sanno tutto.



            so what? non si capisce nulla di cosa volevi

            dire,

            non mi sorprende che tu non lo capisca


            inforamrsi a 360 gradi è un'ambizione

            leggitima,

            assolutamente, lo faccio anch'io. lo chiamo
            ca..eggio

            da cui non deriva conoscere tutto, ma

            non avere rinunciato a guardare solo nei
            pochi

            gradi di visuale diretta davanti a me, come
            fanno

            molti x-fan (metti ciò che vuoi nella

            x)

            ho rinunciato a guardare dove so di trovare
            stupidaggini, perché il mio cervello funziona. ad
            esempio, un sacco di siti di "controinformazione"
            travisano sistematicamente gli articoli
            (generalmente di marice anglosassone) che
            citano.
            io dalla parte loro non ci guardo più, mi fanno
            perdere
            tempo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: max
            - Scritto da: Maggiordomo


            internet è una scatola vuota che
            chiunque
            può


            riempire di stupidaggini.



            e con ciò? La libertà è anche quella,

            abbiamo un'idea molto diversa della libertà. io
            non riesco a dividerla dalla
            responsabilità.
            io se carico un contenuto mio in rete, o anche
            solo se scrivo un post o se linko un articolo
            sulla mia pagina di facebook, mi sento
            RESPONSABILE di ciò che
            comunico.
            ad esempio non linko un articolo se non ho
            verificato le fonti delle informazioni che
            contiene.Perche' tu sei ancorato ad un vecchio modello ormai sorpassato.Devi imparare a scindere l'informazione dall'informatore.L'informatore e' un banale agente replicatore, tipo il traduttore di google.Se trovi un messaggio sul forum di PI devi rispondere al messaggio, mica stare a guardare se lo ha scritto max o panda rossa.Se tu decidi di non linkare un articolo solo perche' non hai verificato hai semplicemente privato qualcuno di effettuare la verifica al tuo posto e non hai minimamente contribuito al discorso.

            inforamrsi a 360 gradi è un'ambizione

            leggitima,

            assolutamente, lo faccio anch'io. lo chiamo
            ca..eggioBenvenuto nel forum di PI.
            da cui non deriva conoscere tutto, ma

            non avere rinunciato a guardare solo nei
            pochi

            gradi di visuale diretta davanti a me, come
            fanno

            molti x-fan (metti ciò che vuoi nella

            x)

            ho rinunciato a guardare dove so di trovare
            stupidaggini, perché il mio cervello funziona. ad
            esempio, un sacco di siti di "controinformazione"
            travisano sistematicamente gli articoli
            (generalmente di marice anglosassone) che
            citano.
            io dalla parte loro non ci guardo più, mi fanno
            perdere tempo.E vieni qui sul forum di PI?
        • Internetcrazia scrive:
          Re: Tablet e netbook
          non è uno slogan, è quello in cui credo...ogni qualvolta qualcuno me lo chiede gli rispondo: "ma tu credi in qualcosa?" e la reazione è sempre la stessa: sguardo nel vuoto...di certo non ho la prepotenza dell'onniscenza grazie ad Internet ma almeno mi ha fatto uscire da un piccolissimo circolo vizioso: nel mio piccolo cerco di non alimentare papponi che si arricchiscono sulla pelle di molte persone, cercando di fare scelte consumistiche proporzionali all'etica dell'azienda che propone quel bene o quel servizio; è ovvio che di alcune cose non se ne può fare a meno, ma provo a ridurre i "danni" al minimo. E' un'illusione? quasi sicuramente, ma fi fa stare bene ;)Saluti.
      • Gianluca70 scrive:
        Re: Tablet e netbook
        - Scritto da: Internetcrazia
        boh secondo me non cambia nulla, nell'era della
        tv c'erano gli "utonti" che credevano a qualsiasi
        servizio propinato da striscia la notiziaQuindi tu hai "sbugiardato" Striscia, ci mandi qualche link, please?Il debunking è sempre utile, ma occorre aggiungere la bibliografia quando lo si cita...
        • Internetcrazia scrive:
          Re: Tablet e netbook
          nessun link, mi è bastato vedere una volta una scena tra un benzianaio e un inviato, ed era alquanto comico vedere che il benzinaio era abbastanza inbarazzato mentre recitava la sua parte di XXXXXXXto verso l'inviato..poi per carità mi sbaglierò su tutto ma solo per il fatto che alcuni suoi conduttori che ormai hanno la residenza all'estero, conducono striscia per un totale di giorni < di 185 all'anno pur di non pagare le tasse in italia come residenti, beh per me perde qualsiasi credibilità (e questo non ha bisogno di link, è sotto gli occhi di tutti il turnover dei conduttori).saluti.
        • asvero.panc iatici scrive:
          Re: Tablet e netbook
          Ricordo un servizio sul nuovo ospedale di Poggibonsi, che era stato da poco terminato, fine anni '90 mi pare. La struttura era completata, con un anno di ritardo, che per la media italiana mi pare un sucXXXXX) e alcuni reparti vi avevano già traslocato. Loro, invitati da un consigliere comunale di AN, dovevano dimostrare invece che l'ospedale era incompiuto e il cantiere abbandonato. Per fare ciò andarono a riprendere i passaggi sotterranei che alloggiano tubi e cavi elettrici, che ovviamente sono in nudo cemento, spogli e bui, e li spacciarono per i corridoi dell'ospedale lasciato a mezzo.Credo che o scopo fosse di far credere che anche nelle regioni cosiddette "rosse", notoriamente molto meglii amministrate delle altre, succedevano le stesse cose che accadono al sud.E' l'unico caso che ho potuto verificare di persona, ma per me basta. Comunque già allora avevo smesso di guardare la tv, lo vido solo perché me lo avevano segnalato.
    • max scrive:
      Re: Tablet e netbook
      - Scritto da: max
      Le persone che gioiscono del sucXXXXX di ipad e
      affini e dell'oblio destinato ai netbook....fanno
      sorridere.
      Le multinazionali...stanno riconvertendo gli
      utenti...in nuovi agonizzanti
      videodipendenti....sempre più fruitori di
      contenuti (tablet) e sempre meno produttori e
      partecipanti attivi. E li vogliono fare crescere
      nel recinto dei loro market rieducandoli
      all'acquisto di ogni singolo prodotto che
      consumano.infatti con un netbook producevi grandi contenuti...
    • ruppolo scrive:
      Re: Tablet e netbook
      - Scritto da: max
      E li vogliono fare crescere
      nel recinto dei loro market rieducandoli
      all'acquisto di ogni singolo prodotto che
      consumano.Era più divertente rubare il software, dì la verità!
      • Mario Rossi scrive:
        Re: Tablet e netbook
        - Scritto da: ruppolo
        Era più divertente rubare il software, dì la
        verità!Rubare software? Non ho mai visto nessun fantomatico pirata che hackerasse computer per farsi copie di programmi e poi cancellarli...
        • ruppolo scrive:
          Re: Tablet e netbook
          - Scritto da: Mario Rossi
          - Scritto da: ruppolo

          Era più divertente rubare il software, dì la

          verità!
          Rubare software? Non ho mai visto nessun
          fantomatico pirata che hackerasse computer per
          farsi copie di programmi e poi
          cancellarli...Il pirata non hackera, il pirata RUBA. Ruba persino il lavoro degli hacker! È il parassita per eccellenza.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: ruppolo
            Il pirata non hackera, il pirata RUBA. Ruba
            persino il lavoro degli hacker! È il
            parassita per
            eccellenza.Allora citami qualche esempio di pirata che abbia privato qualcuno della propria copia di software per impossessarsene...
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Il pirata non hackera, il pirata RUBA. Ruba

            persino il lavoro degli hacker! È il

            parassita per

            eccellenza.
            Allora citami qualche esempio di pirata che abbia
            privato qualcuno della propria copia di software
            per
            impossessarsene...Se ad un dipendente non gli dò la busta paga, cosa gli ho rubato?
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: ruppolo
            Se ad un dipendente non gli dò la busta paga,
            cosa gli ho
            rubato?Non c'entra nulla con quello che stavi dicendo.Non credo sia furto, è un altro reato, di sicuro Leguleio ne sa più di me e se legge potrebbe dircelo...Comunque attendo una risposta alla mia domanda...
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Se ad un dipendente non gli dò la busta paga,

            cosa gli ho

            rubato?
            Non c'entra nulla con quello che stavi dicendo.Certo che c'entra.
            Non credo sia furto, è un altro reato, di sicuro
            Leguleio ne sa più di me e se legge potrebbe
            dircelo...Ah, senza una legge non ci arrivi da solo?
            Comunque attendo una risposta alla mia domanda...Non ho visto nessun tuo "'?".
          • Sgabbio scrive:
            Re: Tablet e netbook
            come al solito fai i tuoi paragoni che non stanno in piedi.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: ruppolo
            Ah, senza una legge non ci arrivi da solo?Ancora a scrivere cose che non c'entrano nulla? Ho detto che non si tratta di furto, ma di un altro tipo di reato

            Comunque attendo una risposta alla mia
            domanda...

            Non ho visto nessun tuo "'?".Pardon, attendo gli esempi richiesti qui:- Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Il pirata non hackera, il pirata RUBA. Ruba

            persino il lavoro degli hacker! È il

            parassita per

            eccellenza.
            Allora citami qualche esempio di pirata che
            abbia privato qualcuno della propria copia
            di software per impossessarsene...
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Ah, senza una legge non ci arrivi da solo?
            Ancora a scrivere cose che non c'entrano nulla?
            Ho detto che non si tratta di furto, ma di un
            altro tipo di
            reato


            Comunque attendo una risposta alla mia

            domanda...



            Non ho visto nessun tuo "'?".

            Pardon, attendo gli esempi richiesti qui:
            - Scritto da: Mario Rossi

            - Scritto da: ruppolo


            Il pirata non hackera, il pirata RUBA.
            Ruba


            persino il lavoro degli hacker! È il


            parassita per


            eccellenza.

            Allora citami qualche esempio di pirata che

            abbia privato qualcuno della propria copia

            di software per impossessarsene...Ti ho già risposto. Hai difficoltà a comprendere la risposta?
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: ruppolo
            Ti ho già risposto. Hai difficoltà a comprendere
            la
            risposta?A quanto pare allora non trovo la risposta dove riporti dei casi in cui dei pirati abbiano prelevato(ed eliminato) del materiale da computer altrui, per cui potresti linkarmi tale risposta?
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Ti ho già risposto. Hai difficoltà a
            comprendere

            la

            risposta?
            A quanto pare allora non trovo la risposta dove
            riporti dei casi in cui dei pirati abbiano
            prelevato(ed eliminato) del materiale da computer
            altrui, per cui potresti linkarmi tale
            risposta?Posso darti in alternativa un caso in cui i pirati hanno rubato la nutella di un responsabile IT?
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: ruppolo
            Posso darti in alternativa un caso in cui i
            pirati hanno rubato la nutella di un responsabile
            IT?No, non si tratta di pirateria, tanto meno di pirateria multimediale...Sto ancora aspettando il link alla risposta che hai detto di aver dato...
          • panda rossa scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Posso darti in alternativa un caso in cui i

            pirati hanno rubato la nutella di un
            responsabile

            IT?
            No, non si tratta di pirateria, tanto meno di
            pirateria
            multimediale...
            Sto ancora aspettando il link alla risposta che
            hai detto di aver
            dato...L'avranno rubata...
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: panda rossa
            L'avranno rubata... :)Probabile
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Posso darti in alternativa un caso in cui i

            pirati hanno rubato la nutella di un
            responsabile

            IT?
            No, non si tratta di pirateria, tanto meno di
            pirateria
            multimediale...
            Sto ancora aspettando il link alla risposta che
            hai detto di aver
            dato...Data a suo tempo e non verrà ripetuta, perché scritta.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: ruppolo
            Data a suo tempo e non verrà ripetuta, perché
            scritta.Evidentemente questa risposta non l'hai data qui, a meno che non l'abbiano rubata...Comunque non ti chiedo di ripeterla, soltanto di linkarla, ci sono molti post è difficile individuarla...Chiunque la trovi è pregato di restituirla(lapsus, è pregato di linkarla)
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Data a suo tempo e non verrà ripetuta, perché

            scritta.
            Evidentemente questa risposta non l'hai data qui,
            a meno che non l'abbiano
            rubata...
            Comunque non ti chiedo di ripeterla, soltanto di
            linkarla, ci sono molti post è difficile
            individuarla...
            Chiunque la trovi è pregato di
            restituirla(lapsus, è pregato di
            linkarla)http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3680933&m=3681483#p3681483
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: ruppolo
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3680933&m=368Ah ecco, quindi rispondere con una domanda non pertinente all'argomento ti sembra dare una risposta? Ritenta sarai più fortunato...
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Tablet e netbook
            Ah, quindi giochicchi con le parole in tutti i thread, vedo.Ti avevo inquadrato bene allora.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            Ah, quindi giochicchi con le parole in tutti i
            thread,
            vedo.
            Ti avevo inquadrato bene allora.No, esigo risposte pertinenti
          • panda rossa scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Mario Rossi

            - Scritto da: ruppolo


            Il pirata non hackera, il pirata RUBA.
            Ruba


            persino il lavoro degli hacker! È
            il


            parassita per


            eccellenza.

            Allora citami qualche esempio di pirata che
            abbia

            privato qualcuno della propria copia di
            software

            per

            impossessarsene...

            Se ad un dipendente non gli dò la busta paga,
            cosa gli ho
            rubato?Tempo!
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Mario Rossi


            - Scritto da: ruppolo



            Il pirata non hackera, il pirata
            RUBA.

            Ruba



            persino il lavoro degli hacker!
            È

            il



            parassita per



            eccellenza.


            Allora citami qualche esempio di pirata
            che

            abbia


            privato qualcuno della propria copia di

            software


            per


            impossessarsene...



            Se ad un dipendente non gli dò la busta paga,

            cosa gli ho

            rubato?

            Tempo!No, se gli avessi rubato tempo vivrebbe di meno.Ritenta.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Tablet e netbook
            Il dito...guardi solo il dito, caro il mio appleslave.
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: Sgabbio
            Il dito...guardi solo il dito, caro il mio
            appleslave.Il dito lo guardano quelli che sono convinti che si possano rubare solo i beni materiali.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Sgabbio

            Il dito...guardi solo il dito, caro il mio

            appleslave.

            Il dito lo guardano quelli che sono convinti che
            si possano rubare solo i beni
            materiali.No, sono quelli che scambiano DUPLICAZIONE per SOTTRAZIONE
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Sgabbio


            Il dito...guardi solo il dito, caro il mio


            appleslave.



            Il dito lo guardano quelli che sono convinti che

            si possano rubare solo i beni

            materiali.

            No, sono quelli che scambiano DUPLICAZIONE per
            SOTTRAZIONEDuplica le banconote, poi vediamo...
      • zzodici scrive:
        Re: Tablet e netbook
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: max

        E li vogliono fare crescere

        nel recinto dei loro market rieducandoli

        all'acquisto di ogni singolo prodotto che

        consumano.

        Era più divertente rubare il software, dì la
        verità!Ha ragione, non c'entra niente il tuo commento. I tablet ti portano in un mondo diverso dove tu sei solo un fruitore. Il web 2.0 invece va verso un'altra direzione e cioè sei tu il produttore.I tablet sono ottimi per certe attività, nulla da dire, ma vedere genitori riprendere in maniera scomodissima (con qualità alquanto discutibile) la recita dei propri bambini a scuola, mi ha fatto capire come di come siamo arrivati in basso. E non parlo dei 4 babbuini che a mare non riuscivano a metterlo nel portaoggetti dell'ombrellone ed erano costretti a portarselo fino al chiosco, o quelli che ci fanno le foto a gardaland passando tutto il giorno a proteggere il loro fantastico oggetto piuttosto che salire spensierati in una giostra.A mio avviso stiamo perdendo contatto dalla realtà.
        • ruppolo scrive:
          Re: Tablet e netbook
          - Scritto da: zzodici
          Ha ragione, non c'entra niente il tuo commento. I
          tablet ti portano in un mondo diverso dove tu sei
          solo un fruitore.Vuoi dire che un tablet non si possono scrivere commenti qui?
          Il web 2.0 invece va verso
          un'altra direzione e cioè sei tu il
          produttore.Prova a produrre un arrangiamento musicale con il web 2.0...
          I tablet sono ottimi per certe attività, nulla da
          dire, ma vedere genitori riprendere in maniera
          scomodissima (con qualità alquanto discutibile)
          la recita dei propri bambini a scuola, mi ha
          fatto capire come di come siamo arrivati in
          basso.In maniera scomodissima? Erano più comode le videocamere VHS full size di 20 anni fa? La qualità full HD 1920x1080 30fps sarebbe discutibile? Bene, discutiamone! Vogliamo parlare di sensibilità in lux? Di peso? Di autonomia? Di dimensione massima del filmato? Di fruizione del girato?
          E non parlo dei 4 babbuini che a mare non
          riuscivano a metterlo nel portaoggetti
          dell'ombrellone ed erano costretti a portarselo
          fino al chiosco,Eh certo, perché il posto migliore per lasciare un oggetto tecnologico da centinaia di euro è sul porta oggetti dell'ombrellone...
          o quelli che ci fanno le foto a
          gardaland passando tutto il giorno a proteggere
          il loro fantastico oggetto piuttosto che salire
          spensierati in una
          giostra.Magari a Garland è meglio andare con uno smartphone, non credi?
          A mio avviso stiamo perdendo contatto dalla
          realtà.Certamente, soprattutto stiamo perdendo la memoria (propria o storica).
          • zzodici scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: zzodici

            Ha ragione, non c'entra niente il tuo
            commento.
            I

            tablet ti portano in un mondo diverso dove
            tu
            sei

            solo un fruitore.

            Vuoi dire che un tablet non si possono scrivere
            commenti
            qui?
            Voglio dire che non è comodo quanto un computer con mouse e tastiera, non che sia impossibile.

            Il web 2.0 invece va verso

            un'altra direzione e cioè sei tu il

            produttore.

            Prova a produrre un arrangiamento musicale con il
            web
            2.0...
            Lo fai con un pc, ci puoi aggiungere schede e software a volontà.

            In maniera scomodissima? Erano più comode le
            videocamere VHS full size di 20 anni fa? La
            qualità full HD 1920x1080 30fps sarebbe
            discutibile? Bene, discutiamone! Vogliamo parlare
            di sensibilità in lux? Di peso? Di autonomia? Di
            dimensione massima del filmato? Di fruizione del
            girato?
            Non sto facendo un confronto con apparati di 20 anni fa. Sto facendo un confronto con una banalissima telecamera HD che impugni e comandi con una mano, puoi attaccare direttamente alla TV (qualsiasi TV che abbia almeno hdmi) o qualsiasi PC e usare decine di software. Scusa ma tenere un rettangolo in mano non è comodo e la qualità è inferiore comunque, manca la parte ottica che telecamera di basso costo hanno comunque.Vogliamo semplificare cose nel modo sbagliato, ecco cosa dico. Ti faccio notare che non sto parlando di una marca o un'altra di tablet.

            E non parlo dei 4 babbuini che a mare non

            riuscivano a metterlo nel portaoggetti

            dell'ombrellone ed erano costretti a
            portarselo

            fino al chiosco,

            Eh certo, perché il posto migliore per lasciare
            un oggetto tecnologico da centinaia di euro è sul
            porta oggetti
            dell'ombrellone...
            Si, dove vado io ci sono i portaoggetti con la chiave, è ovvio che non sono a prova di scasso ma il mio smartphone e portafoglio ce li lascio senza problemi. Sarà meglio portarsi dietro un tablet in riva al mare o al chiosco e stare tutto il tempo attento a schizzi e sabbia?

            Magari a Garland è meglio andare con uno
            smartphone, non
            credi?
            Vallo a dire a chi esibiva il suo tablet. Io ero con la mia bella macchinetta digitale

            A mio avviso stiamo perdendo contatto dalla

            realtà.

            Certamente, soprattutto stiamo perdendo la
            memoria (propria o
            storica).Concordo. Una volta c'erano strumenti diversi per cose diverse e con gli anni miglioravano, adesso si vuole mettere tutto insieme a scapito della qualità e comodità.
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: zzodici
            Voglio dire che non è comodo quanto un computer
            con mouse e tastiera, non che sia
            impossibile.Allora metti sulla bilancia questo e il fatto che sul tablet puoi digitare ovunque ti trovi, anche in piedi, e vedi da che parte pende.
            Lo fai con un pc, ci puoi aggiungere schede e
            software a
            volontà.Bravo, ora porta schede e quant'altro sotto l'ombrellone e poi ne riparliamo. Ah, non dimenticare la tastiera musicale e il pedale...
            Non sto facendo un confronto con apparati di 20
            anni fa. Sto facendo un confronto con una
            banalissima telecamera HD che impugni e comandi
            con una mano, puoi attaccare direttamente alla TV
            (qualsiasi TV che abbia almeno hdmi)Sorry, sotto l'ombrellone la TV non ce l'ho.
            o qualsiasi
            PC e usare decine di software.Il tuo ombrellone è dotato di presa 220V?
            Scusa ma tenere un
            rettangolo in mano non è comodo e la qualità è
            inferiore comunque, manca la parte ottica che
            telecamera di basso costo hanno
            comunque.Questo lo dici tu. La tecnologia fa passi da gigante.
            Vogliamo semplificare cose nel modo sbagliato,
            ecco cosa dico. Ti faccio notare che non sto
            parlando di una marca o un'altra di
            tablet.Intanto con l'iPhone ho scattato più foto in 1 anno che in 10 anni con la fotocamera, e ho girato 100 volte i filmato che ho girato con la videocamera VHS (senza contare che li ho persi tutti causa degrado dei nastri).
            Si, dove vado io ci sono i portaoggetti con la
            chiave, è ovvio che non sono a prova di scasso ma
            il mio smartphone e portafoglio ce li lascio
            senza problemi.Contento tu...
            Sarà meglio portarsi dietro un
            tablet in riva al mare o al chiosco e stare tutto
            il tempo attento a schizzi e
            sabbia?Ma le borse al tuo paese le hanno bandite? Sai, quelle in cui metti la crema solare, i panini, le riviste...
            Vallo a dire a chi esibiva il suo tablet. Io ero
            con la mia bella macchinetta
            digitaleEd io con il mio iPhone, che NON mi sono dovuto ricordare di portare e NON mi sono dovuto ricordare di caricare.
            Concordo. Una volta c'erano strumenti diversi per
            cose diverse e con gli anni miglioravano, adesso
            si vuole mettere tutto insieme a scapito della
            qualità e
            comodità.Dunque, il TomTom Go 300 me l'anno rubato dall'auto, la fotocamera quando serviva non c'era o era scarica, la videocamera peggio ancora (magari non avevo un nastro vuoto), la musica se stava sulla mia macchina non stava su quella della moglie, eccetera, eccetera.Oggi tutto è con me in tasca: telefono, fotocamera, videocamera, navigatore, player audio. E miriadi altre cose che non sto nemmeno a elencare, tanto il concetto è chiaro.
          • zzodici scrive:
            Re: Tablet e netbook


            Allora metti sulla bilancia questo e il fatto che
            sul tablet puoi digitare ovunque ti trovi, anche
            in piedi, e vedi da che parte
            pende.
            Ed infatti va benissimo il tablet per chi digita poco. Se ti trovi spesso in giro ti consiglio comunque un portatile con SSD (se devi digitare tanto).

            Bravo, ora porta schede e quant'altro sotto
            l'ombrellone e poi ne riparliamo. Ah, non
            dimenticare la tastiera musicale e il
            pedale...E' quello che ti dicevo. Si vuole portare tutto sotto l'ombrellone o sopra il divano o sopra la tavoletta del XXXXX. No, non è così che si lavora o ci si diverte, stiamo accettando un compromesso. Però, se ci fermiamo a riflettere, quanti in effetti lavorano sopra il divano o sotto l'ombrellone?

            Sorry, sotto l'ombrellone la TV non ce l'ho.


            o qualsiasi

            PC e usare decine di software.

            Il tuo ombrellone è dotato di presa 220V?
            Scusa ma non ho capito dove io ho detto che si deve fare tutto sotto l'ombrellone. Io sto dicendo che ci sono prodotti diversi per scopi diversi e tentare di fare tutto con un sistema è solo un compromesso.

            Scusa ma tenere un

            rettangolo in mano non è comodo e la qualità
            è

            inferiore comunque, manca la parte ottica che

            telecamera di basso costo hanno

            comunque.

            Questo lo dici tu. La tecnologia fa passi da
            gigante.
            Sono le leggi della fisica che sono ferme, mi dispiace per te

            Intanto con l'iPhone ho scattato più foto in 1
            anno che in 10 anni con la fotocamera, e ho
            girato 100 volte i filmato che ho girato con la
            videocamera VHS (senza contare che li ho persi
            tutti causa degrado dei
            nastri).
            Si, ma di certo non hanno qualità superiore della mia compatta con ottica o della mia videocamera digitale. Tu un giorno avrai ricordi mediocri, io avrò sia quelli che quelli di qualità.
            Contento tu...E' pratica, io voglio vivere sereno, non star dietro ai miei ginilli tecnologici.

            Ma le borse al tuo paese le hanno bandite? Sai,
            quelle in cui metti la crema solare, i panini, le
            riviste...Ma non sono chiuse a chiave! E comunque domandalo a chi passeggiava in costume e con il tablet in mano, io no di certo.

            Ed io con il mio iPhone, che NON mi sono dovuto
            ricordare di portare e NON mi sono dovuto
            ricordare di
            caricare.E' atomico?

            Dunque, il TomTom Go 300 me l'anno rubato
            dall'auto, la fotocamera quando serviva non c'era
            o era scarica, la videocamera peggio ancora
            (magari non avevo un nastro vuoto), la musica se
            stava sulla mia macchina non stava su quella
            della moglie, eccetera,
            eccetera.

            Oggi tutto è con me in tasca: telefono,
            fotocamera, videocamera, navigatore, player
            audio. E miriadi altre cose che non sto nemmeno a
            elencare, tanto il concetto è
            chiaro.Si, hai tante funzionalità mediocri e castrate insieme, va bene se vai alla sagra della castagna o a cena dagli amici. Non credo che in viaggio di nozze ci andresti con il tablet o lo smarphone al posto di una fotocamera.
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: zzodici
            Si, ma di certo non hanno qualità superiore della
            mia compatta con ottica o della mia videocamera
            digitale.Questo lo credi tu.



            Ed io con il mio iPhone, che NON mi sono
            dovuto

            ricordare di portare e NON mi sono dovuto

            ricordare di

            caricare.

            E' atomico?No, è indipendente dall'uso.Stanotte il mio iPhone è stato ricaricato, come ogni notte. E quando esco è in tasca. A prescindere se lo userò 2 minuti, 2 ore, o non lo userò.
            Si, hai tante funzionalità mediocri e castrate
            insieme,Questo lo credi tu.Il navigatore è migliore del TomTom Go, la fotocamera è migliore di quella della mia fotocamera standalone, eccetera.
            va bene se vai alla sagra della castagna
            o a cena dagli amici. Non credo che in viaggio di
            nozze ci andresti con il tablet o lo smarphone al
            posto di una
            fotocamera.Ed è proprio qui che ti sbagli: in viaggio di nozze la cosa più importante è mia moglie e godermi il viaggio, quindi non rovinerò certo quegli irripetibili momenti trascinandomi dietro fardelli che mi distrarrebbero. Ho già fatto simili errori. Un discreto iPhone 5 in tasca è la cosa migliore, e la qualità è più che sufficiente.Se invece faccio il fotografo, allora posso viaggiare con borse e valige di attrezzatura senza il minimo problema.
          • zzodici scrive:
            Re: Tablet e netbook


            Questo lo credi tu.
            Questo lo crede chiunque ne capisca un minimo, e dico un minimo, di ottica e fotografia.Senza andare su macchine professionali, anche compatte da 100 euro hanno ottiche superiori a qualsiasi smartphone/tablet, purtroppo è una questione di spazi, non ci puoi fare niente. Senza contare il flash naturalmente

            Stanotte il mio iPhone è stato ricaricato, come
            ogni notte. E quando esco è in tasca. A
            prescindere se lo userò 2 minuti, 2 ore, o non lo
            userò.
            appunto, puoi anche ricaricarti altra roba più valida

            Questo lo credi tu.
            Il navigatore è migliore del TomTom Go, la
            fotocamera è migliore di quella della mia
            fotocamera standalone,
            eccetera.E qua perdi ogni credibilità, ed allora dillo che ti piace vederti ridere addosso.
            Ed è proprio qui che ti sbagli: in viaggio di
            nozze la cosa più importante è mia moglie e
            godermi il viaggio, quindi non rovinerò certo
            quegli irripetibili momenti trascinandomi dietro
            fardelli che mi distrarrebbero. Ho già fatto
            simili errori. Un discreto iPhone 5 in tasca è la
            cosa migliore, e la qualità è più che
            sufficiente.
            Se invece faccio il fotografo, allora posso
            viaggiare con borse e valige di attrezzatura
            senza il minimo
            problema.Vivi una vita mediocre, tu pensi di migliorarla perchè non ti porti via una una fotocamera compatta, e poi stai tutto il giorno in giro con una tablet o un telefono che fa foto mediocri.Comunque, lo ripeto, contento tu contenti tutti, ma non cercare di farla passare come la cosa migliore da fare per favore.
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: zzodici



            Questo lo credi tu.



            Questo lo crede chiunque ne capisca un minimo, e
            dico un minimo, di ottica e
            fotografia.
            Senza andare su macchine professionali, anche
            compatte da 100 euro hanno ottiche superiori a
            qualsiasi smartphone/tablet, purtroppo è una
            questione di spazi, non ci puoi fare niente.
            Senza contare il flash
            naturalmenteStasera ti smentirò con alcuni esempi (di foto già fatte).




            Stanotte il mio iPhone è stato ricaricato,
            come

            ogni notte. E quando esco è in tasca. A

            prescindere se lo userò 2 minuti, 2 ore, o
            non
            lo

            userò.



            appunto, puoi anche ricaricarti altra roba più
            validaSe mi ricordo...





            Questo lo credi tu.

            Il navigatore è migliore del TomTom Go, la

            fotocamera è migliore di quella della mia

            fotocamera standalone,

            eccetera.


            E qua perdi ogni credibilità, ed allora dillo che
            ti piace vederti ridere
            addosso.Quello che mi piace è gettare l'amo e vedere i pesci che abboccano.Ti hai appena abboccato.




            Ed è proprio qui che ti sbagli: in viaggio di

            nozze la cosa più importante è mia moglie e

            godermi il viaggio, quindi non rovinerò certo

            quegli irripetibili momenti trascinandomi
            dietro

            fardelli che mi distrarrebbero. Ho già fatto

            simili errori. Un discreto iPhone 5 in tasca
            è
            la

            cosa migliore, e la qualità è più che

            sufficiente.

            Se invece faccio il fotografo, allora posso

            viaggiare con borse e valige di attrezzatura

            senza il minimo

            problema.

            Vivi una vita mediocre,Tu non sai nulla della mia vita.
            tu pensi di migliorarla
            perchè non ti porti via una una fotocamera
            compatta, e poi stai tutto il giorno in giro con
            una tablet o un telefono che fa foto
            mediocri.Mediocri? AHHAHAHAHAHAHH! Povero cocco!
            Comunque, lo ripeto, contento tu contenti tutti,
            ma non cercare di farla passare come la cosa
            migliore da fare per
            favore.Che sia la cosa migliore lo ha decretato il sucXXXXX degli smartphone e relativa retrocessione di fotocamere e videocamere compatte.Ma mettiamo pure un link a riprova di cosa la gente usa oggi per fotografare:http://www.flickr.com/camerasCome si dice: prendi, incarta e porta a casa!
          • panda rossa scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: ruppolo

            Ma mettiamo pure un link a riprova di cosa la
            gente usa oggi per
            fotografare:

            http://www.flickr.com/cameras

            Come si dice: prendi, incarta e porta a casa!Ruppolo, di quello che fa la gente non ce ne puo' fregar di meno.Commetti sempre lo stesso errore: fare un oggetto a prova di idiota, e poi dimenticarsi che lo useranno solo gli idioti.Posta una classifica di che cosa usano I FOTOGRAFI PROFESSIONISTI per fotografare, e non la gente che di fotografia non capisce nulla!Analogamente posta una classifica di che cosa usano I PROGRAMMATORI PROFESSIONISTI per il loro lavoro, e non la gente che di programmazione non ci capisce nulla.Se vieni qui a cercare di convincerci che la XXXXX e' buona perche' 4 miliardi di mosche non possono sbagliarsi, o a dirci che le pecore non si smarriscono perche' seguono le altre pecore, allora non hai ancora capito che questo e' il forum di PI.
          • zzodici scrive:
            Re: Tablet e netbook


            Posta una classifica di che cosa usano I
            FOTOGRAFI PROFESSIONISTI per fotografare, e non
            la gente che di fotografia non capisce
            nulla!
            Si, ma tra l'altro io non parlavo neppure di macchine professionali, io parlavo di banalissime compatte da 100/150 euro che si voglia o no superano per qualità qualsiasi smartphone o tablet.Poi sono il primo che all'occorrenza usa la telecamera dello smartphone, ma di certo per feste/viaggi/ricorrenze ecc dove voglio più qualità ed altri vantaggi, non mi penso neppure per sogno di usare lo smartphone.Ma questo, che a me pare normale non solo per me ma per tante persone, per lui non lo è, hai sentito, si porta solo l'iphone in viaggio di nozze!
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: zzodici
            Ma questo, che a me pare normale non solo per me
            ma per tante persone, per lui non lo è, hai
            sentito, si porta solo l'iphone in viaggio di
            nozze!Non solo l'iPhone, anche la moglie.
          • krane scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: zzodici

            Ma questo, che a me pare normale non

            solo per me ma per tante persone, per

            lui non lo è, hai sentito, si porta

            solo l'iphone in viaggio di nozze!
            Non solo l'iPhone, anche la moglie.Questo non l'ha specificato...
          • panda rossa scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: zzodici

            Ma questo, che a me pare normale non solo per me
            ma per tante persone, per lui non lo è, hai
            sentito, si porta solo l'iphone in viaggio di
            nozze!E ci mancherebbe!Se l'e' sposato. Mi pare il minimo.
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: zzodici




            Ma questo, che a me pare normale non solo
            per
            me

            ma per tante persone, per lui non lo è, hai

            sentito, si porta solo l'iphone in viaggio di

            nozze!

            E ci mancherebbe!
            Se l'e' sposato.
            Mi pare il minimo.AHHAHAHAHA bella battuta :D
          • ruppolo scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo




            Ma mettiamo pure un link a riprova di cosa la

            gente usa oggi per

            fotografare:



            http://www.flickr.com/cameras



            Come si dice: prendi, incarta e porta a casa!

            Ruppolo, di quello che fa la gente non ce ne puo'
            fregar di
            meno.Questo di te si è capito da anni.
            Commetti sempre lo stesso errore: fare un oggetto
            a prova di idiota, e poi dimenticarsi che lo
            useranno solo gli
            idioti.Guidi l'automobile? Sei un idiota. A meno che non riesci a dimostrare che per guidare l'automobile bisogna essere molto intelligenti e capaci.
            Posta una classifica di che cosa usano I
            FOTOGRAFI PROFESSIONISTI per fotografare, e non
            la gente che di fotografia non capisce
            nulla!Sarebbe come postare cosa guidano i piloti professionisti.
            Analogamente posta una classifica di che cosa
            usano I PROGRAMMATORI PROFESSIONISTI per il loro
            lavoro, e non la gente che di programmazione non
            ci capisce
            nulla.Usano la loro testa, perché altro non serve. O se ti manca un sistema di sviluppo non riesci a scrivere codice?
            Se vieni qui a cercare di convincerci che la
            XXXXX e' buona perche' 4 miliardi di mosche non
            possono sbagliarsi, o a dirci che le pecore non
            si smarriscono perche' seguono le altre pecore,
            allora non hai ancora capito che questo e' il
            forum di
            PI.Forum nel quale tu scrivi (tra l'altro durante l'orario di lavoro).
          • Izio01 scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: zzodici

            Si, ma di certo non hanno qualità superiore
            della

            mia compatta con ottica o della mia
            videocamera

            digitale.

            Questo lo credi tu.
            BUMMMMM!
          • Prozac scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: ruppolo


            Ed io con il mio iPhone, che NON mi sono

            dovuto


            ricordare di portare e NON mi sono
            dovuto


            ricordare di


            caricare.



            E' atomico?

            No, è indipendente dall'uso.

            Stanotte il mio iPhone è stato ricaricato, come
            ogni notte. E quando esco è in tasca. A
            prescindere se lo userò 2 minuti, 2 ore, o non lo
            userò.Io faccio come te. Lo tengo in carica ogni notte. La mattina lo ho pronto all'uso. Poi succede che una mattina esco di casa, lavoro fino alle 14. Alle 14 passano a prendermi amici col pullman affittato per andare ad un concerto. Arriviamo al concerto. alle 21 inizia lo spettacolo principale. Faccio 10 foto. Alle 21.30 fine batteria dell'iPhone... Oh oh... Sono rimasto senza batteria e senza foto dopo solo mezz'ora di concerto. E mi sono perso la parte migliore da fotografare...
          • Maggiordomo scrive:
            Re: Tablet e netbook

            Vuoi dire che un tablet non si possono scrivere
            commenti qui?Certo, però non usi un applet, ma un normale browser, .
            In maniera scomodissima? Erano più comode le
            videocamere VHS full size di 20 anni fa? più comode del tablet di sicuro, vedi che hai perso il contatto con la realtà
            La qualità full HD 1920x1080 30fps sarebbe
            discutibile? No non si discute di quello, ma del fatto che fare una ripresa con una videocamera dedicata e poi videoediting con un pc o tablet se preferisci è infinitamente più semplice.
            Bene, discutiamone! Vogliamo parlare di sensibilità in lux?
            Di peso? Di autonomia? non ti cnonviene: la mia videocamera digitale 4K e la fotocamera reflex seppelliscono il tuo tablet in quanto a riprese.Hai peerso il contatto con il mondo: nessuno dice che un tablet non possa fare riprese, se non hai altro, ma non che si ail modo migliore per farlo.Vedi un po se in rai usano i tablet per riprendere i telegiornali.
            Eh certo, perché il posto migliore per lasciare
            un oggetto tecnologico da centinaia di euro è sul
            porta oggetti dell'ombrellone...a casa, non hai proprio capito che il senso del discorso era proprio: che forse era più semplice lasciarlo a casa che litigare con i portaoggetti.
            Magari a Garland è meglio andare con uno
            smartphone, non credi?ma dai, ti stai svegliando forse non sei del tutto irrecuperabile...
          • The Dude scrive:
            Re: Tablet e netbook


            Vedi un po se in rai usano i tablet per

            riprendere i

            telegiornali.

            Se lo facessero avremo i telegiornali in full HD
            16:9, invece che in 768x576
            4:3.Siamo solo all'inizio dell'anno ma questa entra di prepotenza nella top ten delle 10 migliori del 2013!!! :D
          • panda rossa scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: The Dude


            Vedi un po se in rai usano i tablet per


            riprendere i


            telegiornali.



            Se lo facessero avremo i telegiornali in
            full
            HD

            16:9, invece che in 768x576

            4:3.

            Siamo solo all'inizio dell'anno ma questa entra
            di prepotenza nella top ten delle 10 migliori del
            2013!!!
            :DIo non so che canale guardi ruppolo, forse studio aperto.La cnn trasmette full hd da parecchio, e senza bisogno di tablet.
          • krane scrive:
            Re: Tablet e netbook
            - Scritto da: Alias


            più comode del tablet di sicuro, vedi

            che hai perso il contatto con la realtà

            Il contatto con la realtà l'hai perso

            tu, se affermi una simile idiozia!
            l'idiozia la hai detta tu: una videocamera vhs è
            più comoda del tablet per riprendere, per tutto
            il resto è più comodo il tablet.
            Zomamre la ripresa, fare tagli ai filmati e altro
            non è il alvoro che fai con la telecamera.
            Punto.
            Ripeto ahi perso il contatto con la realtà,
            siccome il tuo tablet fa un po di tutto ti
            domandi perché il resto del mondo non lo
            fa.Secondo me, visto che il tablet viaggia in internet, quindi puo' essere usato come veicolo, dovrebbe provare a sedercisi sopra ed usarlo come automobile !
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Tablet e netbook
      - Scritto da: max
      Le persone che gioiscono del sucXXXXX di ipad e
      affini e dell'oblio destinato ai netbook....fanno
      sorridere.
      Le multinazionali...stanno riconvertendo gli
      utenti...in nuovi agonizzanti
      videodipendenti....sempre più fruitori di
      contenuti (tablet) e sempre meno produttori e
      partecipanti attivi. E li vogliono fare crescere
      nel recinto dei loro market rieducandoli
      all'acquisto di ogni singolo prodotto che
      consumano.Quoto. Però la gente è sempre stata così. Diciamo che adesso alla gente viene sommato anche il pubblico che ruotava intorno ai pc ma che non era soddisfatto di questo strumento per via della sua complicazione.Significa drenare risorse economiche e utenti al mondo dei PC verso quello dei tablet/smartphone.Tablet che significa walled garden, multinazionali che controllano tutto, dati personali che farebbero invidia alla STASI della germania dell'est.
  • ziovax scrive:
    Non capisco tutto questo astio...
    ...verso i poveri netbook, che sono stati utili prima che esistessero i tablet moderni ed i notebook erano troppo ingombranti e con scarsa autonomia.Siamo nel 2013, le cose dal 2008 ad oggi sono cambiate e, vi ricordo, che i tablet hanno sorpassato le vendite dei netbook solo nel terzo trimestre del 2011.Un dispositivo limitato, ma che ha avuto un suo perché ed un ottimo (checché se ne dica) sucXXXXX... ora (in realtà, da un bel pezzo) ci sono nuovi (e sempre limitati) dispositivi, che svolgono, più o meno, gli stessi compiti, in maniera più comoda... punto, non c'è altro da dire.
    • Esaltatore Di Sapidita scrive:
      Re: Non capisco tutto questo astio...
      Ti faccio una breve sintesi.Ci sono dei fenomeni storici qua dentro che hanno denigrato l'ipad all'infinito, dando dell'utonto agli utilizzatori. Sostenevano che il netbook era estremamente meglio, e l'ipad si sarebbe estinto a brevissimo.Morale: netbook ko e ipad diffuso a livello planetario.Ogni commento sarebbe ovviamente superfluo, ma i pasdaran qua dentro continuano la loro patetica battaglia ignorando i progressi tecnologici.
      • iRoby scrive:
        Re: Non capisco tutto questo astio...
        Mah io sono uno di quelli che giudica il tablet inutile per me comunque.Però non nego che il tablet sia utilissimo per la semplice fruizione di contenuti...A me serviva solo sulla tazza del WC la mattina per avere qualcosa di leggero e poco ingombrante per leggere le email, le notizie del mattino e poco altro...Un tablet però con la porta HDMI con il suo dongle mini-hdmi-
        hdmi in borsa mi permette al volo di far vedere video, foto e contenuti a casa di amici collegandolo al TV LCD prendendo in prestito il cavo hdmi dal decoder sky o dal dvd.Il tablet va benissimo per tutte le persone a cui non serviva un netbook.Però i produttori hanno fatto una specie di cartello vendendo questi apparecchi semplicissimi a prezzi assurdi.Il costo di produzione per un tablet è infinitamente inferiore a quello di un netbook con la sua tastiera, l'hard disk meccanico ecc.Ma i tablet di marca con il 3G integrato arrivavano ai 600 euro. Solo ora si inizia a trovarli a prezzi quasi dimezzati. E l'anno prossimo ci saranno i 7" entry level a 100 euro.
        • Dodge scrive:
          Re: Non capisco tutto questo astio...

          Però i produttori hanno fatto una specie di
          cartello vendendo questi apparecchi semplicissimi
          a prezzi assurdi.
          Il costo di produzione per un tablet è
          infinitamente inferiore a quello di un netbook
          con la sua tastiera, l'hard disk meccanicoTastiera di plasticaccia, lento hd meccanico, bassa memoria vs schermo con risoluzione maggiore dell'HD, presenza di memoria di massa SENZA parti in movimento... e dici che il netbook dovrebbe costare di più?
          Ma i tablet di marca con il 3G integrato
          arrivavano ai 600 euro. Solo ora si inizia a
          trovarli a prezzi quasi dimezzati.Li trovi, ma sono entry-level pessimi.Ci sono anche tanti smartphone android da 100-150 euro, ma prova ad usarne il touch e vedi che schifezza (inutilizzabile ti trovi in mano.
          • iRoby scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            Una tastiera è sempre un elemento costoso per la sua complessità, anche se con membrane e moderni incastri ne hanno abbassato tanto il costo di produzione.E per quanto economico sia produrla, il tablet non ce l'ha, per cui tolti anche quei $4-$5 di tastiera.L'Hard disk meccanico è costoso, ma fa 80MB/S e le SSD dei tablet senza controller specifici come gli SSD Sata3, fanno anche la metà di un hard disk meccanico.Il tablet in più a solo il vetro capacitivo. Ma il resto sono tutti componenti che mancano.Un tablet da 10" non può costare più di 150 all'utente finale.
          • pietro scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            - Scritto da: iRoby.
            Un tablet da 10" non può costare più di 150
            all'utente
            finale.il costo è un parametro riservato alla produzione, l'utente finale paga un prezzo che viene definito in modi completamente diversi.Tanto per dirne uno potrebbe essere anche più basso del costo industriale perchè lo si vuole tenere inferiore a quello dei concorrenti.
          • iRoby scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            Si si le conosciamo le motivazioni commerciali che definiscono il costo di un prodotto.Ma basti guardare alle differenze di prezzo tra iPhone e altri Smartphone di pari caratteristiche tecniche. C'è un abisso. E non credo proprio che quelli economici vendano sottocosto.Il mio discorso verte sul fatto che se ci fosse una vera concorrenza tecnologica su questi prodotti e non ci fosse un cartello che ha definito il tablet nuova moda o strumento da diffondere per alimentare nuovi consumi tecnologici e relativi profitti, i tablet dovrebbero costare come qualsiasi altro prodotto in un buon regime di concorrenza.Ed il mercato asiatico di siti come DHGate, Aliespress, LightIntheBox, Pandawill, ecc. Ti mostra quanto chiaramente costano e vengono venduti questi oggetti rispetto a quelli delle marche regolarmente distribuite e conosciute.Solo da questo autunno si sta assistendo a dei reali cali di prezzo dei tablet Android di marca, spinti essenzialmente da Amazon e il Google Store.
          • pietro scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            non so per i Samsung quale discorso valga, in Apple per esempio hanno quei prezzi perchè ritengono che nessun altro abbia un prodotto e un OS simile.Retina display, proXXXXXre, estetica (anche quella si paga, mai visto quanto costa una lamborghini?) vetro gorilla glass, batterie di lunga durata, sistema di attenuazione del rumore di fondo, spessore, peso, uno store ben gestito e organizzato etc.E finchè la gente glielo compera loro hanno ragione.Se uno vuol spendere meno compra altro.Non credo ci siano cartelli, non me lli vedo proprio samsung e apple fare dei cartelli per un tablet.
        • max scrive:
          Re: Non capisco tutto questo astio...
          - Scritto da: iRoby
          Mah io sono uno di quelli che giudica il tablet
          inutile per me
          comunque.

          Però non nego che il tablet sia utilissimo per la
          semplice fruizione di
          contenuti...

          A me serviva solo sulla tazza del WC la mattina
          per avere qualcosa di leggero e poco ingombrante
          per leggere le email, le notizie del mattino e
          poco
          altro...

          Un tablet però con la porta HDMI con il suo
          dongle mini-hdmi-
          hdmi in borsa mi permette al
          volo di far vedere video, foto e contenuti a casa
          di amici collegandolo al TV LCD prendendo in
          prestito il cavo hdmi dal decoder sky o dal
          dvd.

          Il tablet va benissimo per tutte le persone a cui
          non serviva un
          netbook.a chi serviva un netbook?credo che sia il prodotto informatico col più basso tasso di soddisfazione del cliente nella storia.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            Per me è stato il vero computer portatile : economico, leggero, essenziale, resistente (versione con SSD). Lo utilizzo con soddisfazione in tanti contesti extra-mura domestiche ... vacanze, lavoro, brevi week-end fuori casa, e non mi sembra di essere stato il solo. Ne ho visti tanti - ad esempio - quali postazioni fisse in bar, librerie Mondadori, edicole, etc.Tutto ciò scritto da proprietario di PC "fisso", tablet, smartphone, altro portatile 17": tanto per far capire che ho possibilità di fare confronti.
          • iRoby scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            - Scritto da: max
            a chi serviva un netbook?
            credo che sia il prodotto informatico col più
            basso tasso di soddisfazione del cliente nella
            storia.Io sono contrario anche ai Netbook. E sono d'accordo con te.Non ho mai capito perché sono spariti i sub-notebook.Sono sparite le CPU di classe Pentium Dual Core ULV come U4100, U9200 ecc. Prestazioni superiori agli Atom ed autonomia simile.Io ho ancora e sono soddisfatto di una macchina che era poco diffusa ed è sparita velocemente ma è eccezionale, l'Acer Timeline 1810TZ:http://www.laptopmag.com/review/laptop/acer-aspire-1810t.aspx
        • ruppolo scrive:
          Re: Non capisco tutto questo astio...
          - Scritto da: iRoby
          Mah io sono uno di quelli che giudica il tablet
          inutile per me
          comunque.

          Però non nego che il tablet sia utilissimo per la
          semplice fruizione di
          contenuti...Questo perché hai la mortadella agli occhi.
          A me serviva solo sulla tazza del WC la mattina
          per avere qualcosa di leggero e poco ingombrante
          per leggere le email, le notizie del mattino e
          poco
          altro...Ai piloti è invece servito per avere con se i manuali tecnici del velivolo, decine di chili in meno da trasportare stabilmente. Solo per fare un esempio.
          Un tablet però con la porta HDMI con il suo
          dongle mini-hdmi-
          hdmi in borsa mi permette al
          volo di far vedere video, foto e contenuti a casa
          di amici collegandolo al TV LCD prendendo in
          prestito il cavo hdmi dal decoder sky o dal
          dvd.Oppure far vedere una presentazione ad una platea di mille persone.
          Il tablet va benissimo per tutte le persone a cui
          non serviva un
          netbook.Quindi per il 99,999% delle persone.
          Però i produttori hanno fatto una specie di
          cartello vendendo questi apparecchi semplicissimi
          a prezzi
          assurdi.Sei un esperto di produzione industriale?
          Il costo di produzione per un tablet è
          infinitamente inferiore a quello di un netbook
          con la sua tastiera, l'hard disk meccanico
          ecc.Tutto da dimostrare. Ma quello non è l'unico costo. Il tablet non è stato progettato dai ragazzi a scuola...
          Ma i tablet di marca con il 3G integrato
          arrivavano ai 600 euro. Solo ora si inizia a
          trovarli a prezzi quasi dimezzati. E l'anno
          prossimo ci saranno i 7" entry level a 100
          euro.Probabile, ma sono e saranno oggetti inutili.Il tablet è uno solo: iPad.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • tucumcari scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            - Scritto da: ruppolo
            <s
            Il </s
            di tablet <s
            è </s
            ne ho visto uno solo (e neanche tanto bene... a fare l'uomo sandwich non si hanno le mani molto libere): iPad.(rotfl)(rotfl)Fixed!
    • ruppolo scrive:
      Re: Non capisco tutto questo astio...
      - Scritto da: ziovax
      ...verso i poveri netbook, che sono stati utili
      prima che esistessero i tablet moderni ed i
      notebook erano troppo ingombranti e con scarsa
      autonomia.Ma sei fuori come un balcone! Nel 2001 Apple già produceva l'iBook 12", per nulla ingombrante e con 6 ore di autonomia!
      Siamo nel 2013, le cose dal 2008 ad oggi sono
      cambiate e, vi ricordo, che i tablet hanno
      sorpassato le vendite dei netbook solo nel terzo
      trimestre del
      2011.Ancora non hai capito che i netbook sono stati un colossale fiasco?
      Un dispositivo limitato, ma che ha avuto un suo
      perchéIl suo perché era cuccare i cucchi del momento, cosa che ha fatto. Come hanno fatto i predeXXXXXri. O credi che i netbook siano nati nel 2007-2008?
      ed un ottimo (checché se ne dica)
      sucXXXXX... ora (in realtà, da un bel pezzo) ci
      sono nuovi (e sempre limitati) dispositivi, che
      svolgono, più o meno, gli stessi compiti, in
      maniera più comoda... punto, non c'è altro da
      dire.Appunto, chiodi sulla bara e non c'è altro da dire. Fino al prossimo round, per i nuovi cucchi.
      • ziovax scrive:
        Re: Non capisco tutto questo astio...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: ziovax

        ...verso i poveri netbook, che sono stati
        utili

        prima che esistessero i tablet moderni ed i

        notebook erano troppo ingombranti e con
        scarsa

        autonomia.

        Ma sei fuori come un balcone! Nel 2001 Apple già
        produceva l'iBook 12", per nulla ingombrante e
        con 6 ore di
        autonomia!Insomma, sempre roba da oltre 2 kg...http://www.everymac.com/systems/by_year/macs-released-in-2001.html

        Siamo nel 2013, le cose dal 2008 ad oggi sono

        cambiate e, vi ricordo, che i tablet hanno

        sorpassato le vendite dei netbook solo nel
        terzo

        trimestre del

        2011.

        Ancora non hai capito che i netbook sono stati un
        colossale
        fiasco?Non è vero: per tutto il 2010 e per metà 2011 hanno venduto più dei tablet.http://www.tomshw.it/cont/news/netbook-fine-della-corsa-c-e-il-sorpasso-dei-tablet/34170/1.htmlNel 2009 e 2010 hanno insidiato il ruolo del notebook, surclassando quelli di fascia bassa.http://it.wikipedia.org/wiki/Netbook#Andamento_commerciale

        Un dispositivo limitato, ma che ha avuto un
        suo

        perché

        Il suo perché era cuccare i cucchi del momento,
        cosa che ha fatto. I cucchi potevano essere quelli che pensavano di poterci usare un cad (nemmeno buona parte dei notebook ci riesce), ma per le operazioni comuni che si fanno normalmente sui computer sono più che sufficienti.
        Come hanno fatto i
        predeXXXXXri.
        O credi che i netbook siano nati
        nel
        2007-2008?Io non ho memoria di nessun prodotto simile ai netbook: c'erano dei mini notebook (sempre troppo gendi e con scarsa autonomia), ma a tutt'altro prezzo.Linkami qualcosa.

        ed un ottimo (checché se ne dica)

        sucXXXXX... ora (in realtà, da un bel pezzo)
        ci

        sono nuovi (e sempre limitati) dispositivi,
        che

        svolgono, più o meno, gli stessi compiti, in

        maniera più comoda... punto, non c'è altro da

        dire.

        Appunto, chiodi sulla bara e non c'è altro da
        dire. Fino al prossimo round, per i nuovi
        cucchi.Anche io ho dato via (fra l'altro a buon prezzo) il mio vecchio netbook del 2009, ma confido in un prezzo buono per un netbook più recente ora che svenderanno i rimanenti in magazzino. Un netbook decente può sempre servire.
        • Joe Tornado scrive:
          Re: Non capisco tutto questo astio...

          Io non ho memoria di nessun prodotto simile ai
          netbook: c'erano dei mini notebook (sempre troppo
          gendi e con scarsa autonomia), ma a tutt'altro
          prezzo.
          Linkami qualcosa.A me regalarono un Acer Travelmate 313T usatohttp://www.cnet.com/laptops/acer-travelmate-313t-8/4505-3121_7-30000293.htmlNon ho idea di quanto potesse costare nuovo, ma l'ho usicchiato con soddisfazione. In conseguenza di ciò, sono stato tra i primi ad acquistare un netbook, nel 2008.
          • ziovax scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            1.600.000 lire nel 2000 per l'usato: nuovo non posso immaginare!!!2h dichiarate di autonomia, in realtà meno di una e mezzo....Molto, ma molto lontano da un netbook.
          • ziovax scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            - Scritto da: ziovax
            1.600.000 lire nel 2000 per l'usato: nuovo non
            posso
            immaginare!!!
            2h dichiarate di autonomia, in realtà meno di una
            e
            mezzo....

            Molto, ma molto lontano da un netbook.Ah, no 1600000 per un convertibile con lo stesso nome (strano, due prodotti diversi con la stessa sigla)....Comunque basta l'autonomia per differenziarlo parecchio da un netbook.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            Nella mia collezione di retrorottami c'è un Atari Portfolio ... forse, in rapporto ai tempi, si avvicina molto al concetto di Netbook !-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 gennaio 2013 13.58-----------------------------------------------------------
        • ruppolo scrive:
          Re: Non capisco tutto questo astio...
          - Scritto da: ziovax
          Io non ho memoria di nessun prodotto simile ai
          netbook: c'erano dei mini notebook (sempre troppo
          gendi e con scarsa autonomia), ma a tutt'altro
          prezzo.
          Linkami qualcosa.Ecco uno dei primi:http://it.wikipedia.org/wiki/Olivetti_M10E guarda se il sucXXXXX non è stato pressoché identico: <i
          Nel 1984 le vendite furono in termini numerici pari a circa 24.000 pezzi,[1] ma ben più sorprendenti in termini di percentuali di mercato, pari al 70% del mercato italiano dei portatili e il 22% di quello europeo. </i
          Capito? 22% del mercato europeo!E poi: <i
          L'anno successivo, tuttavia, il prodotto ebbe scarsissimo sucXXXXX e fu mandato fuori produzione; </i
          In sostanza la storia si ripete: la gente prima si butta a capofitto, poi si accorge che la realtà è ben diversa da quanto reclamizzato e le vendite scemano.Intanto però i produttori hanno prodotto e guadagnato.Non è questione di soldi, se il prodotto mantiene le promesse, la gente compra. Lo hanno dimostrato i principali prodotti Apple.I netbook non hanno mai mantenuto le promesse. Come non le mantiene Android, per questo ha iniziato il suo declino.
          • ziovax scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: ziovax

            Io non ho memoria di nessun prodotto simile
            ai

            netbook: c'erano dei mini notebook (sempre
            troppo

            gendi e con scarsa autonomia), ma a
            tutt'altro

            prezzo.

            Linkami qualcosa.

            Ecco uno dei primi:

            http://it.wikipedia.org/wiki/Olivetti_M10

            E guarda se il sucXXXXX non è stato pressoché
            identico:

            <i
            Nel 1984 le vendite furono in termini
            numerici pari a circa 24.000 pezzi,[1] ma ben più
            sorprendenti in termini di percentuali di
            mercato, pari al 70% del mercato italiano dei
            portatili e il 22% di quello europeo. </i



            Capito? 22% del mercato europeo!

            E poi:
            <i
            L'anno successivo, tuttavia, il
            prodotto ebbe scarsissimo sucXXXXX e fu mandato
            fuori produzione; </i



            In sostanza la storia si ripete: la gente prima
            si butta a capofitto, poi si accorge che la
            realtà è ben diversa da quanto reclamizzato e le
            vendite
            scemano.
            Intanto però i produttori hanno prodotto e
            guadagnato.Oddio... e questo cosa ha a che fare con i netbook?
          • pietro scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            - Scritto da: ziovax
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: ziovax


            Io non ho memoria di nessun prodotto
            simile

            ai


            netbook: c'erano dei mini notebook
            (sempre

            troppo


            gendi e con scarsa autonomia), ma a

            tutt'altro


            prezzo.


            Linkami qualcosa.



            Ecco uno dei primi:



            http://it.wikipedia.org/wiki/Olivetti_M10



            E guarda se il sucXXXXX non è stato pressoché

            identico:



            <i
            Nel 1984 le vendite furono in
            termini

            numerici pari a circa 24.000 pezzi,[1] ma
            ben
            più

            sorprendenti in termini di percentuali di

            mercato, pari al 70% del mercato italiano dei

            portatili e il 22% di quello europeo.
            </i






            Capito? 22% del mercato europeo!



            E poi:

            <i
            L'anno successivo, tuttavia, il

            prodotto ebbe scarsissimo sucXXXXX e fu
            mandato

            fuori produzione; </i






            In sostanza la storia si ripete: la gente
            prima

            si butta a capofitto, poi si accorge che la

            realtà è ben diversa da quanto reclamizzato
            e
            le

            vendite

            scemano.

            Intanto però i produttori hanno prodotto e

            guadagnato.

            Oddio... e questo cosa ha a che fare con i
            netbook?era l'equivalente dei netbook nel 1984se ne vuoi uno più recente questo è del 1992http://it.wikipedia.org/wiki/Olivetti_Quaderno
          • ziovax scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            - Scritto da: pietro
            era l'equivalente dei netbook nel 1984Equivalente ad un organizer, forse...
            se ne vuoi uno più recente questo è del 1992
            http://it.wikipedia.org/wiki/Olivetti_QuadernoForse nella sola versione windows, anche se aveva solo 2 ore di autonomia.
          • ziovax scrive:
            Re: Non capisco tutto questo astio...
            - Scritto da: ziovax
            - Scritto da: pietro

            se ne vuoi uno più recente questo è del 1992


            http://it.wikipedia.org/wiki/Olivetti_Quaderno
            Forse nella sola versione windows, anche se aveva
            solo 2 ore di
            autonomia.Ah, soprattutto: costava 2000 dollari...
  • aassas scrive:
    Peccato
    come da oggetto
  • Andreabont scrive:
    Triste futuro inevitabile
    L'informatica è ad una svolta. Da ora in poi ci saranno 2 mondi al suo interno, a due velocità.Da una parte il grande pubblico, quello che permette alle aziende di fare tanti bei soldini, a cui saranno dedicati smartphone e tablet. Dispositivi castrati pensati per essere semplici e quindi usabili da tutti. Chiunque starà in questo mondo dovrà accettare/sottomettersi alle decisioni che vengono imposte dall'alto. Non dovrà fare fatica a pensare, una comodità, ma ha un suo costo.Dall'altra parte rimarranno gli esperti/smanettoni/ecc.. che non si accontentando di una informatica pappa-pronta e vogliono di più.Vogliono la massima libertà, vogliono poter andare oltre alle catene del recinto per bambini imposto dalle grandi società.I questo futuro il posto per i PC c'è ancora. Ma è limitato. Nella grande distriubuzione i PC non spariranno ma saranno fortemente ridimensionati, in favore dei dispositivi portatili.
    • ruppolo scrive:
      Re: Triste futuro inevitabile
      - Scritto da: Andreabont
      L'informatica è ad una svolta. Da ora in poi ci
      saranno 2 mondi al suo interno, a due
      velocità.Sono sempre esistiti, e vanno alla stessa velocità (non potrebbe essere altrimenti).
      Da una parte il grande pubblico, quello che
      permette alle aziende di fare tanti bei soldini,
      a cui saranno dedicati smartphone e tablet.
      Dispositivi castrati pensati per essere semplici
      e quindi usabili da tutti. Chiunque starà in
      questo mondo dovrà accettare/sottomettersi alle
      decisioni che vengono imposte dall'alto. Non
      dovrà fare fatica a pensare, una comodità, ma ha
      un suo
      costo.

      Dall'altra parte rimarranno gli
      esperti/smanettoni/ecc.. che non si accontentando
      di una informatica pappa-pronta e vogliono di
      più.
      Vogliono la massima libertà, vogliono poter
      andare oltre alle catene del recinto per bambini
      imposto dalle grandi
      società.

      I questo futuro il posto per i PC c'è ancora. Ma
      è limitato. Nella grande distriubuzione i PC non
      spariranno ma saranno fortemente ridimensionati,
      in favore dei dispositivi
      portatili.Il paragone con il mondo automobilistico è facile: da una parte ci sono le automobili castrate, pensate per essere semplici e quindi usabili da tutti.Dall'altra le macchine da corsa, per gli smanettoni che vogliono la massima libertà e nessuna catena.L'unico punto incerto è: in quale parte stanno "i bambini"?
      • pietro scrive:
        Re: Triste futuro inevitabile
        il fatto è che da quando è nata l'informatica si è innscato un proXXXXX per cui serve sempre meno saper guidare le auto, fanno tutto da sole basta dirgli dove vuoi andare, quelli che le sanno guidare si estingueranno come i maniscalchi.Ne restano è vero ancora un po', ma solo per pochi cavalli per le corse.
        • panda rossa scrive:
          Re: Triste futuro inevitabile
          - Scritto da: pietro
          il fatto è che da quando è nata l'informatica si
          è innscato un proXXXXX per cui serve sempre meno
          saper guidare le auto, fanno tutto da sole basta
          dirgli dove vuoi andare, quelli che le sanno
          guidare si estingueranno come i
          maniscalchi.Prova ad immaginare un simile scenario, dove i sistemisti non esisteranno piu', e nessuno sara' piu' in grado di mantenere un server in buona efficienza.A quel punto la tua tavoletta non avra' piu' un server a cui connettersi, in un mondo in cui la memoria di massa sara' solo la nuvola.Non funzionerebbe piu' nulla.Per questo motivo il sistemista non fara' mai la fine del maniscalco e il server non fara' mai la fine dei ferri di cavallo.Il sistemista sara' l'unica figura indispensabile in un mondo sempre piu' tecnologico e sempre piu' server-dipendente.
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: pietro

            il fatto è che da quando è nata
            l'informatica
            si

            è innscato un proXXXXX per cui serve sempre
            meno

            saper guidare le auto, fanno tutto da sole
            basta

            dirgli dove vuoi andare, quelli che le sanno

            guidare si estingueranno come i

            maniscalchi.

            Prova ad immaginare un simile scenario, dove i
            sistemisti non esisteranno piu', e nessuno sara'
            piu' in grado di mantenere un server in buona
            efficienza.
            A quel punto la tua tavoletta non avra' piu' un
            server a cui connettersi, in un mondo in cui la
            memoria di massa sara' solo la
            nuvola.
            Non funzionerebbe piu' nulla.

            Per questo motivo il sistemista non fara' mai la
            fine del maniscalco e il server non fara' mai la
            fine dei ferri di
            cavallo.
            Il sistemista sara' l'unica figura indispensabile
            in un mondo sempre piu' tecnologico e sempre piu'
            server-dipendente.Nessuno lo mette in dubbio, ma se il sistemista deridesse i sistemi per cui sviluppa sarebbe uno stolto.
          • Andreabont scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile

            Nessuno lo mette in dubbio, ma se il sistemista
            deridesse i sistemi per cui sviluppa sarebbe uno
            stolto.Sarebbe stolto a deridere un qualcosa che gli fa fare soldi, ma sarebbe altrettanto stolto se si mettesse dalla sua parte XDUn conto è lo sfruttamento commerciale, un altro è l'assoggettamento incondizionato ad un modello incompatibile alla natura stessa di un sistemista.Ora come non mai il bipensiero orwelliano torna utile XD
          • pietro scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa..
            Prova ad immaginare un simile scenario, dove i
            sistemisti non esisteranno piu', e nessuno sara'
            piu' in grado di mantenere un server in buona
            efficienza.prova ad immaginare un simile scenario, dove i server esisteranno sempre e gli OS ingloberanno sempre di più routine automatiche per la gestione dei server e dove un utente qualsiasi senza grandi conoscenze informatiche sarà in grado di gestire grandi reti di computer con pochi click del mouse.Se a un utilizzatore di computer nel 1975 avessero descritto il mondo di oggi avrebbe detto che non sarebbe un mondo possibile perchè i computer sono troppo complessi perchè una persona normale possa utilizzarli senza una preparazione specifica
          • panda rossa scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: panda rossa
            ..

            Prova ad immaginare un simile scenario, dove
            i

            sistemisti non esisteranno piu', e nessuno
            sara'

            piu' in grado di mantenere un server in buona

            efficienza.
            prova ad immaginare un simile scenario, dove i
            server esisteranno sempre e gli OS ingloberanno
            sempre di più routine automatiche per la gestione
            dei server e dove un utente qualsiasi senza
            grandi conoscenze informatiche sarà in grado di
            gestire grandi reti di computer con pochi click
            del
            mouse.Un paradiso per i russi delle botnet!
            Se a un utilizzatore di computer nel 1975
            avessero descritto il mondo di oggi avrebbe detto
            che non sarebbe un mondo possibile perchè i
            computer sono troppo complessi perchè una persona
            normale possa utilizzarli senza una preparazione
            specificaInfatti avrebbe ragione.Le persone normali non usano mica i computer, usano delle lavatrici di forma rettangolare brevettata.
          • pietro scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa..
            Infatti avrebbe ragione.
            Le persone normali non usano mica i computer,
            usano delle lavatrici di forma rettangolare
            brevettata.lo so che abbiamo due idee diverse per la frase "usare i computer".per me sono uno strumento come una penna o una calcolatrice che uso per permettermi di fare meglio il mio lavoro ( che non c'entra nulla con i Peccato che il 99.99% delle persone li considera come li considero io non come li consideri tu.
          • pietro scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            ( che non c'entra nulla con i computer)
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa
            Le persone normali non usano mica i computer,
            usano delle lavatrici di forma rettangolare
            brevettata.Le persone normali hanno il bucato da fare e del brevetto non gliene può XXXXXXX di meno: l'importante è che lavi PRESTO e BENE. E che non si rompa: il tecnico costa!
          • panda rossa scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            Le persone normali non usano mica i computer,

            usano delle lavatrici di forma rettangolare

            brevettata.

            Le persone normali hanno il bucato da fare e del
            brevetto non gliene può XXXXXXX di meno:
            l'importante è che lavi PRESTO e BENE. E che non
            si rompa: il tecnico
            costa!Il tecnico giustamente costa, ma il libretto delle istruzioni e' compreso nella confezione.Se si rompe la puoi riparare.A meno che tu non abbia scelto il modello tutto saldato, che impedisce a chiunque di ripararla, e tu abbia pagato l'estensione extra di garanzia, per brevita' chiamata pizzo.
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: panda rossa


            Le persone normali non usano mica i
            computer,


            usano delle lavatrici di forma
            rettangolare


            brevettata.



            Le persone normali hanno il bucato da fare e
            del

            brevetto non gliene può XXXXXXX di meno:

            l'importante è che lavi PRESTO e BENE. E che
            non

            si rompa: il tecnico

            costa!

            Il tecnico giustamente costa, ma il libretto
            delle istruzioni e' compreso nella
            confezione.E quindi?
            Se si rompe la puoi riparare.Anche i prodotti Apple. Con la differenza che te ne mandano a casa subito uno nuovo, e poi si riprendono quello rotto.
            A meno che tu non abbia scelto il modello tutto
            saldato, che impedisce a chiunque di ripararla,Non esiste, tale modello.
            e
            tu abbia pagato l'estensione extra di garanzia,
            per brevita' chiamata
            pizzo.Estensione che prevede appunto il servizio Express, così non resti a piedi mentre avviene la riparazione.O forse nel mondo informatico i servizi di intervento in poche ore lavorative li regalano? Regalano anche il supporto tecnico?
          • panda rossa scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo


            Se si rompe la puoi riparare.

            Anche i prodotti Apple. Con la differenza che te
            ne mandano a casa subito uno nuovo, e poi si
            riprendono quello
            rotto.Ma siccome non e' un frullatore, ma un sistema con dentro un disco, nel quale disco ci sono le mie cose, io non voglio che me lo sostituisci, io pretendo che me lo ripari!

            A meno che tu non abbia scelto il modello
            tutto

            saldato, che impedisce a chiunque di
            ripararla,

            Non esiste, tale modello.Esiste. E ha una mela sopra.

            e

            tu abbia pagato l'estensione extra di
            garanzia,

            per brevita' chiamata

            pizzo.

            Estensione che prevede appunto il servizio
            Express, così non resti a piedi mentre avviene la
            riparazione.Quindi chi non paga il pizzo e' obbligato ad aspettare in eterno.
            O forse nel mondo informatico i servizi di
            intervento in poche ore lavorative li regalano?
            Regalano anche il supporto
            tecnico?Il supporto tecnico e' cio' che viene venduto, nel modello open.Il software e' gratis.E il supporto non e' neppure obbligatorio.
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo





            Se si rompe la puoi riparare.



            Anche i prodotti Apple. Con la differenza
            che
            te

            ne mandano a casa subito uno nuovo, e poi si

            riprendono quello

            rotto.

            Ma siccome non e' un frullatore, ma un sistema
            con dentro un disco, nel quale disco ci sono le
            mie cose, io non voglio che me lo sostituisci, io
            pretendo che me lo
            ripari!Quindi quando ti si rompe l'hard disk, lo fai riparare?



            A meno che tu non abbia scelto il
            modello

            tutto


            saldato, che impedisce a chiunque di

            ripararla,



            Non esiste, tale modello.

            Esiste. E ha una mela sopra.La mela ce l'hai stampata sulla fronte: non la vedi ma ti condiziona.



            e


            tu abbia pagato l'estensione extra di

            garanzia,


            per brevita' chiamata


            pizzo.



            Estensione che prevede appunto il servizio

            Express, così non resti a piedi mentre
            avviene
            la

            riparazione.

            Quindi chi non paga il pizzo e' obbligato ad
            aspettare in
            eterno.Se questa è la tua logica significa che il posto che occupi lo occupi grazie ad una raccomandazione.

            O forse nel mondo informatico i servizi di

            intervento in poche ore lavorative li
            regalano?

            Regalano anche il supporto

            tecnico?

            Il supporto tecnico e' cio' che viene venduto,
            nel modello
            open.Anche negli altri modelli.
            Il software e' gratis.Non cambia nulla.
            E il supporto non e' neppure obbligatorio.E neppure è un bene materiale: perché pagarlo?
          • panda rossa scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            Quindi quando ti si rompe l'hard disk, lo fai
            riparare?Riparare l'hard disk significa prendere un altro hard disk di capacita' non inferiore al precedente, e rimetterci dentro tutti i dati che c'erano prima.Ed e' una operazione che posso fare in totale autonomia a costo del solo ferro, e in un tempo proporzionale alla dimensione del backup.

            Esiste. E ha una mela sopra.

            La mela ce l'hai stampata sulla fronte: non la
            vedi ma ti
            condiziona.Condiziona te, non certo me.

            Quindi chi non paga il pizzo e' obbligato ad

            aspettare in

            eterno.

            Se questa è la tua logica significa che il posto
            che occupi lo occupi grazie ad una
            raccomandazione.Prova a rispiegare il concetto con parole tue, che non si riesce a capire che cosa c'entra.

            Il supporto tecnico e' cio' che viene
            venduto,

            nel modello

            open.

            Anche negli altri modelli.No, negli altri modelli viene imposto, non venduto.Se si limitassero a venderlo e basta, potrebbero esistere centri di assistenza alternativi.E invece c'e' monopolio. O vai da loro o ti tieni il computer rotto.

            Il software e' gratis.

            Non cambia nulla.Non sto a rispiegarti il concetto: mi rendo conto che e' inutile.

            E il supporto non e' neppure obbligatorio.

            E neppure è un bene materiale: perché pagarlo?Paghi il tempo che ti viene dedicato.In alternativa puoi usare il tuo di tempo, che il manuale e' gratis.
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo


            Quindi quando ti si rompe l'hard disk, lo fai

            riparare?

            Riparare l'hard disk significa prendere un altro
            hard disk di capacita' non inferiore al
            precedente, e rimetterci dentro tutti i dati che
            c'erano
            prima.Puoi farlo anche con smartphone e tablet.
            Ed e' una operazione che posso fare in totale
            autonomia a costo del solo ferro, e in un tempo
            proporzionale alla dimensione del
            backup.Anche con smartphone lo puoi fare, al costo del solo ferro.



            Esiste. E ha una mela sopra.



            La mela ce l'hai stampata sulla fronte: non
            la

            vedi ma ti

            condiziona.

            Condiziona te, non certo me.Veramente condiziona te, anche se non te ne accorgi.



            Quindi chi non paga il pizzo e'
            obbligato
            ad


            aspettare in


            eterno.



            Se questa è la tua logica significa che il
            posto

            che occupi lo occupi grazie ad una

            raccomandazione.

            Prova a rispiegare il concetto con parole tue,
            che non si riesce a capire che cosa
            c'entra.La tua logica è: pagare il servizio (che nella tua testa bacata si configura come "pizzo") oppure aspettare in eterno. Questa logica rivela una testa bacata, quindi quando si dà un posto di lavoro in cui si richiede una testa "buona", ad una testa bacata, significa che quel posto di lavoro è occupato da un raccomandato.



            Il supporto tecnico e' cio' che viene

            venduto,


            nel modello


            open.



            Anche negli altri modelli.

            No, negli altri modelli viene imposto, non
            venduto.Prova ad uscire da un AppleStore con un prodotto senza AppleCare e nessuno ti fermerà.
            Se si limitassero a venderlo e basta, potrebbero
            esistere centri di assistenza
            alternativi.Alternativi ce ne sono a migliaia.
            E invece c'e' monopolio. O vai da loro o ti tieni
            il computer
            rotto.Vai in una qualsiasi fiera dell'elettronica e trovi numerosi stand dove ti riparano qualsiasi modello di iPhone sul momento.



            Il software e' gratis.



            Non cambia nulla.

            Non sto a rispiegarti il concetto: mi rendo conto
            che e'
            inutile.Il costo del software è trascurabile.


            E il supporto non e' neppure
            obbligatorio.



            E neppure è un bene materiale: perché
            pagarlo?

            Paghi il tempo che ti viene dedicato.Il tempo ha un valore?
            In alternativa puoi usare il tuo di tempo, che il
            manuale e'
            gratis.E il tuo tempo, è gratis?
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Triste futuro inevitabile
          Deduco che tu non sappia guidare molto bene, se ragioni così.
    • panda rossa scrive:
      Re: Triste futuro inevitabile
      - Scritto da: Andreabont
      L'informatica è ad una svolta. Da ora in poi ci
      saranno 2 mondi al suo interno, a due
      velocità.

      Da una parte il grande pubblico, quello che
      permette alle aziende di fare tanti bei soldini,
      a cui saranno dedicati smartphone e tablet.
      Dispositivi castrati pensati per essere semplici
      e quindi usabili da tutti. Chiunque starà in
      questo mondo dovrà accettare/sottomettersi alle
      decisioni che vengono imposte dall'alto. Non
      dovrà fare fatica a pensare, una comodità, ma ha
      un suo
      costo.

      Dall'altra parte rimarranno gli
      esperti/smanettoni/ecc.. che non si accontentando
      di una informatica pappa-pronta e vogliono di
      più.
      Vogliono la massima libertà, vogliono poter
      andare oltre alle catene del recinto per bambini
      imposto dalle grandi
      società.La tua analisi e' sostanzialmente corretta ma contiene un grossolano errore di fondo, segno che il marketing lavora fin troppo bene con le menti deboli.Non ci saranno due mondi. Il mondo sara sempre uno.Ci saranno gli informatici, pochi, sapienti, ammirati, invidiati, persino odiati. E ci saranno le pecore belanti, da tosare, mungere, e macellare quando non servono piu'.I primi creano il futuro, i secondi finanziano il mercato.Quelli che oggi plaudono alla fine dei netbook, sono le pecore.
      • Andreabont scrive:
        Re: Triste futuro inevitabile

        I primi creano il futuro, i secondi finanziano il
        mercato.
        Quelli che oggi plaudono alla fine dei netbook,
        sono le
        pecore.Non ho mai detto che i due mondi non possano entrare in contatto, anzi, devono. Senza esperti non è possibile creare il mondo "noob".Ma questo implica una ben precisa distinzioni tre due mondi, che devono coesistere per forza. Il mondo degli esperti che permette di creare il mondo dei noob e quest'ultimo che permette di finanziare il primo.Una volta questi due mondi erano ben fusi. Oggi la divisione è inevitabile. Ma non è possibile che uno dei due prevalga sull'altro.
      • pippo75 scrive:
        Re: Triste futuro inevitabile

        Ci saranno gli informatici, pochi, sapienti,
        ammirati, invidiati, persino odiati.in realtà gli informatici sono gli sfigati di turno, a meno che per informatici non intendi quelli che usano l'aifon e mandano 3000 sms al minuto.
        E ci saranno le pecore belanti, da tosare,
        mungere, e macellare quando non servono
        piu'.e grazie a loro posso:- avere il telefonino a 19 euro- chiavette da 32gb a meno di 1 euro/gb- connessioni veloci su internet- pc sovradimensionati per quello che devo fare.- tante altre cose, quindi ben vegano le pecore tosate e felici.
        I primi creano il futuro, i secondi finanziano il
        mercato.Allora lo sai che chi finanzia sono loro.
        Quelli che oggi plaudono alla fine dei netbook,
        sono le pecore.Quasi quasi un netbook, chissa se esiste un modello con mint, con XP sono rarissimi.
        • panda rossa scrive:
          Re: Triste futuro inevitabile
          - Scritto da: pippo75

          Quasi quasi un netbook, chissa se esiste un
          modello con mint, con XP sono
          rarissimi.Quale sarebbe il problema di installare mint su un netbook?
      • Esaltatore Di Sapidita scrive:
        Re: Triste futuro inevitabile
        - Scritto da: panda rossa
        Non ci saranno due mondi. Il mondo sara sempre uno.
        Ci saranno gli informatici, pochi, sapienti, ammirati, invidiati, persino odiati.

        E ci saranno le pecore belanti, da tosare, mungere, e macellare quando non servono piu'.

        I primi creano il futuro, i secondi finanziano il mercato.
        Quelli che oggi plaudono alla fine dei netbook, sono le pecore.Hai dimenticato la terza categoria: i palloni gonfiati, a cui appartieni a pieno titolo.Non sono gli informatici che creano il futuro, ma chi ha le idee e un business plan. L'informatica è uno strumento e i programmatori sono scanner che convertono l'idea in codice.Jobs aveva le idee ma non era un informatico. Woz era l'informatico. Chi dei due è passato alla storia?
        • panda rossa scrive:
          Re: Triste futuro inevitabile
          - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
          Hai dimenticato la terza categoria: i palloni
          gonfiati, a cui appartieni a pieno
          titolo.Ha parlato quello che compra il portafrutta in vetro solo perche' c'e' una mela sopra!
          Non sono gli informatici che creano il futuro, ma
          chi ha le idee e un business plan.Chi ha le idee e un business plan nel settore terziario avanzato e' un informatico.
          L'informatica
          è uno strumento L'informatica e' una scienza!Della quale tu sei totalmente ignorante, a quanto vedo.
          e i programmatori sono scanner
          che convertono l'idea in
          codice.I programmatori sono una delle tante specializzazioni degli informatici, e anch'essi hanno delle profonde conoscenze, che ti sono totalmente estranee.
          Jobs aveva le idee ma non era un informatico.Lascio che sia ruppolo a smentirti: e' sua competenza.
          Woz
          era l'informatico. Chi dei due è passato alla
          storia?Alla storia passera' Woz.L'attualita' non e' storia, l'attualita' e' gossip.
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            E vabbè, se nella cantina in cui ricompili ci sono anche le bottiglie di tuo padre ci rinuncio...
        • pippo75 scrive:
          Re: Triste futuro inevitabile

          Jobs aveva le idee ma non era un informatico. Woz
          era l'informatico. Chi dei due è passato alla
          storia?chi è passato alla storia, manzetti, meucci o bell ?
          • pietro scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: pippo75

            Jobs aveva le idee ma non era un
            informatico.
            Woz

            era l'informatico. Chi dei due è passato alla

            storia?


            chi è passato alla storia, manzetti, meucci o
            bell
            ?Bell decisamente, Meucci lo conosciamo solo qui in Italia, Manzetti la maggior parte della gente non l'ha nemmeno sentito nominare.
      • pietro scrive:
        Re: Triste futuro inevitabile
        - Scritto da: panda rossa..
        Ci saranno gli informatici, pochi, sapienti,
        ammirati, invidiati, persino odiati.

        E ci saranno le pecore belanti, da tosare,
        mungere, e macellare quando non servono
        piu'. infatti è risaputo che gli informatici hanno stipendi favolosi e tutti si fanno da parte quandi in azienda passano loro
      • il Giangi Meneghetti scrive:
        Re: Triste futuro inevitabile
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Andreabont

        L'informatica è ad una svolta. Da ora in poi
        ci

        saranno 2 mondi al suo interno, a due

        velocità.



        Da una parte il grande pubblico, quello che

        permette alle aziende di fare tanti bei
        soldini,

        a cui saranno dedicati smartphone e tablet.

        Dispositivi castrati pensati per essere
        semplici

        e quindi usabili da tutti. Chiunque starà in

        questo mondo dovrà accettare/sottomettersi
        alle

        decisioni che vengono imposte dall'alto. Non

        dovrà fare fatica a pensare, una comodità,
        ma
        ha

        un suo

        costo.



        Dall'altra parte rimarranno gli

        esperti/smanettoni/ecc.. che non si
        accontentando

        di una informatica pappa-pronta e vogliono di

        più.

        Vogliono la massima libertà, vogliono poter

        andare oltre alle catene del recinto per
        bambini

        imposto dalle grandi

        società.

        La tua analisi e' sostanzialmente corretta ma
        contiene un grossolano errore di fondo, segno che
        il marketing lavora fin troppo bene con le menti
        deboli.

        Non ci saranno due mondi. Il mondo sara sempre
        uno.
        Ci saranno gli informatici, pochi, sapienti,
        ammirati, invidiati, persino odiati.

        E ci saranno le pecore belanti, da tosare,
        mungere, e macellare quando non servono
        piu'.

        I primi creano il futuro, i secondi finanziano il
        mercato.
        Quelli che oggi plaudono alla fine dei netbook,
        sono le
        pecorePovero illuso le categorie sono queste: Panda Rossa tu sei solo un pezzente proletario se lavori e grazie all'altra categoria: noi gente superiore con il rolex e ipad e clienti fissi Apple, non quei computer da pezzenti che usi tu. Ora a lavorare che il tuo padrone ti controlla. Ricorda tu sei nato per servire noi gente superiore.
        • panda rossa scrive:
          Re: Triste futuro inevitabile
          - Scritto da: il Giangi Meneghetti
          Povero illuso le categorie sono queste: Panda
          Rossa tu sei solo un pezzente proletario se
          lavori e grazie all'altra categoria: noi gente
          superiore con il rolex e ipad e clienti fissi
          Apple, non quei computer da pezzenti che usi tu.
          Ora a lavorare che il tuo padrone ti controlla.
          Ricorda tu sei nato per servire noi gente
          superiore.Sono stato a pranzare e ho digerito il pranzo proferendo un profondo rutto baritonale, e ci tenevo a fartelo sapere.Te lo riproporro' in faccia quando verrai da me piangendo perche' ti si e' impallato tutti e dovrai recuperare i tuoi importantissimi dati.E in quel momento ti renderai finalmente conto chi e' quello superiore.Io non ho bisogno di compensare col rolex e il macchinone i limiti cerebrali (e non solo) che la natura ti ha imposto.
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa
            Sono stato a pranzare e ho digerito il pranzo proferendo un profondo rutto baritonale, e ci tenevo a fartelo sapere.E' superfluo che lo scrivi, i tuoi post sono sempre permeati di gastrite.
          • panda rossa scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            - Scritto da: panda rossa

            Sono stato a pranzare e ho digerito il
            pranzo proferendo un profondo rutto baritonale, e
            ci tenevo a fartelo
            sapere.

            E' superfluo che lo scrivi, i tuoi post sono
            sempre permeati di
            gastrite.Non e' gastrite, e' appetito. Una cosa sconosciuta a quelli che mangiano pane e cipolla, per potersi permettere rolex e acXXXXXri di moda.
    • iRoby scrive:
      Re: Triste futuro inevitabile
      Ehi ma aspetta, così i PC completi saranno costosissimi.Io non voglio sparisca la fascia 350-450 di buon compromesso tra portabilità e potenza.È quella la fascia corretta per il ragazzo smanettone e sviluppatore alle prime armi che necessita di una discreta macchina.Ed io ci ho trovato macchine molto valide in passato in quella fascia.Non ha senso data l'obsolescenza, andare oltre i 600 per qualsiasi PC medio ma abbastanza completo.E lo stesso per i tablet, il Kindle non l'ho preso perché aveva connettività limitatissima, ed allo stesso prezzo veniva un buon tablet cinese che aveva anche HDMI, USB OTG, ed espandibilità transflash fino a 32GB. Ed alla fine ho preso il Gemei G6 un dual core a 1,5Ghz.
      • ruppolo scrive:
        Re: Triste futuro inevitabile
        Ma pensa tu, il Kindle, l'unico fornito di 3G mondiale, perpetuo e gratuito, avrebbe "connettività limitatissima"... sei uno spasso!
        • Izio01 scrive:
          Re: Triste futuro inevitabile
          - Scritto da: ruppolo
          Ma pensa tu, il Kindle, l'unico fornito di 3G
          mondiale, perpetuo e gratuito, avrebbe
          "connettività limitatissima"... sei uno
          spasso!No, aspetta. Il 3G "gratuito" serve unicamente ad accedere al negozio di Amazon e a scaricare i titoli acquistati, non lo puoi utilizzare per navigare dove vuoi!
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            contenuto non disponibile
          • Izio01 scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Izio01


            No, aspetta. Il 3G "gratuito" serve
            unicamente
            ad

            accedere al negozio di Amazon e a scaricare i

            titoli acquistati, non lo puoi utilizzare per

            navigare dove

            vuoi!

            Il Kindle serve per leggere libri.
            Ogni altro utilizzo è semplicemente una XXXX
            mentale per via dell'altissimo tempo di refresh
            dello
            schermo.
            Se si vuole leggere si compra un Kindle (o
            analogo della
            concorrenza).
            Col primo Kindle che ho preso potevo accedere
            gratis alla rete 3g per comprare nuovi titoli
            anche se fossi stato in 'vacanza' in
            Afghanistan.
            Senza pagare nulla.
            Collegando cavetto USB al PC viene riconosciuto
            come memoria esterna senza installare driver o
            altro e puoi fare liberamente copia/incolla dei
            file.
            Se proprio uno vuole smanettarci liberamente,
            esiste un OS alternativo gratuito che parte in
            dual
            boot.
            L'unica restrizione del Kindle è voluta dai
            detentori di diritti (e nemmeno tutti) che
            esigono il DRM sui
            libri.Scusate tu e Ruppolo, ma la frase di iRoby diceva: "...E lo stesso <b
            per i tablet </b
            , il Kindle non l'ho preso perché aveva connettività limitatissima, ed allo stesso prezzo veniva un buon tablet cinese che aveva anche HDMI, USB OTG, ed espandibilità transflash fino a 32GB".Io ho dato per scontato che si riferisse al Kindle Fire, cioè il tablet e non l'eBook reader.E secondo me un eBook reader eInk non è assolutamente paragonabile a un netbook, sono due macchine completamente diverse.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            contenuto non disponibile
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: ruppolo

            Ma pensa tu, il Kindle, l'unico fornito di 3G

            mondiale, perpetuo e gratuito, avrebbe

            "connettività limitatissima"... sei uno

            spasso!

            No, aspetta. Il 3G "gratuito" serve unicamente ad
            accedere al negozio di Amazon e a scaricare i
            titoli acquistati, non lo puoi utilizzare per
            navigare dove
            vuoi!E il Kindle non è forse un e-book reader? Un e-book reader connesso 24/365 ovunque. Il netbook per eccellenza.
      • pietro scrive:
        Re: Triste futuro inevitabile
        - Scritto da: iRoby
        Ehi ma aspetta, così i PC completi saranno
        costosissimi.

        Io non voglio sparisca la fascia 350-450 di
        buon compromesso tra portabilità e
        potenza.350 euro?quello è il costo di una discreta scheda video
    • Dodge scrive:
      Re: Triste futuro inevitabile

      Dall'altra parte rimarranno gli
      esperti/smanettoni/ecc.. che non si accontentando
      di una informatica pappa-pronta e vogliono di
      più.
      Vogliono la massima libertà, vogliono poter
      andare oltre alle catene del recinto per bambini
      imposto dalle grandi
      società.Non vogliono la massima libertà.La volessero, si prenderebbero un iPad e si scriverebbero il loro personale sistema operativo... salvo poi non avere più tempo per qualsiasi altra attività, ecco che la massima libertà cui aspirano, di fatto li imprigionerebbe a passare il tempo fra kernel e riavvii.E' questa la libertà?O forse si tratta di libertà di usare a sbafo la pappa pronta creata da altri, illudendosi di essere liberi di usare solo ciò che altri producono per noi?
      • crumiro scrive:
        Re: Triste futuro inevitabile
        Uhm... ti sfugge qualcosa...1) Io trovo un programmo open source che fa tutto meno x2) implemento x (faccio un fork o aggiungo una funzione, a seconda dell'entità della cosa)3) rilascio a tutti quello che ho fatto.Non capisco dove sia il problema.
        • panda rossa scrive:
          Re: Triste futuro inevitabile
          - Scritto da: crumiro
          Uhm... ti sfugge qualcosa...

          1) Io trovo un programmo open source che fa tutto
          meno
          x
          2) implemento x (faccio un fork o aggiungo una
          funzione, a seconda dell'entità della
          cosa)
          3) rilascio a tutti quello che ho fatto.

          Non capisco dove sia il problema.Il problema e' che lui non e' capace e quindi invidia quelli che sono in grado di farlo.
        • Dodge scrive:
          Re: Triste futuro inevitabile
          - Scritto da: crumiro
          Uhm... ti sfugge qualcosa...

          1) Io trovo un programmo open source che fa tutto
          meno
          x
          2) implemento x (faccio un fork o aggiungo una
          funzione, a seconda dell'entità della
          cosa)
          3) rilascio a tutti quello che ho fatto.

          Non capisco dove sia il problema.Non comprendi il rapporto fra utilità dell'aggiunta e valore del tempo impiegato per ottenerla. Probabilmente non dai alcun valore al tempo impiegato, quindi il beneficio dell'aggiunta ti sembra estremamente elevato.Nel momento in cui comincerai a dare più valore al tuo tempo, quel rapporto tenderà a zero. A quel punto capirai dove sta il problema.
          • crumiro scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            Non hai capito: io con il foss risparmio tempo.Dimmi: se ti serve una cosa in un software commerciale cosa fai?R: aspetto che la rilascino.Nel Foss si chiede alla community oppure ci si da da fare e se ne viene fuori.Un commento al tuo commento sopra ("Faccio l'analista").Ora: sicuramente sarai bravissimo ma... posso non fidarmi di un analista che non sa programmare?Deatto da "un analista che programma"... e che da quasi dieci anni si occupa praticamente solo di interfacce.....
        • pietro scrive:
          Re: Triste futuro inevitabile
          - Scritto da: crumiro
          Uhm... ti sfugge qualcosa...

          1) Io trovo un programma open source che fa tutto
          meno
          x
          2) implemento x (faccio un fork o aggiungo una
          funzione, a seconda dell'entità della
          cosa)
          3) rilascio a tutti quello che ho fatto.

          Non capisco dove sia il problema.Il problema è che ne viene fuori una ciofeca raffazzonata, se lo fa un professionista lo fa in meno tempo lo fa meglio e non lo riempie di bug da cui può entrare di tutto
          • panda rossa scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: pietro
            Il problema è che ne viene fuori una ciofeca
            raffazzonata, se lo fa un professionista lo fa
            in meno tempo lo fa meglio e non lo riempie di
            bug da cui può entrare di
            tuttoTi faccio una domanda: IE e' scritto da professionisti?
          • Pietro scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: pietro


            Il problema è che ne viene fuori una ciofeca

            raffazzonata, se lo fa un professionista lo
            fa


            in meno tempo lo fa meglio e non lo riempie
            di

            bug da cui può entrare di

            tutto

            Ti faccio una domanda: IE e' scritto da
            professionisti?Probabilmente no, io i soli problemi che ho avuto con dei programmi su mac erano per programmi MS
          • panda rossa scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: pietro




            Il problema è che ne viene fuori una
            ciofeca


            raffazzonata, se lo fa un
            professionista
            lo

            fa




            in meno tempo lo fa meglio e non lo
            riempie

            di


            bug da cui può entrare di


            tutto



            Ti faccio una domanda: IE e' scritto da

            professionisti?
            Probabilmente no, io i soli problemi che ho avuto
            con dei programmi su mac erano per programmi
            MSEcco.Adesso riconsidera la tua frase: <i
            se lo fa un professionistalo fa in meno tempo lo fa meglio e non loriempie di bug da cui può entrare ditutto </i
            e confrontala con la realta': <i
            se lo fa un professionista lo fa uscire il giorno previsto e chissenefrega se non c'e' stato il tempo per fare i test, tanto li faranno gli utenti paganti, che poi pagheranno di nuovo per la patch che avremo l'astuzia di chiamare "versione successiva". </i
          • pietro scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro..
            e confrontala con la realta':

            <i
            se lo fa un professionista lo fa
            uscire il giorno previsto e chissenefrega se non
            c'e' stato il tempo per fare i test, tanto li
            faranno gli utenti paganti, che poi pagheranno di
            nuovo per la patch che avremo l'astuzia di
            chiamare "versione successiva". </i
            Può essere, le aziende serie fanno uscire i prodotti solo quando sono pronti anche a costo di spostare la data di rilascio già dichiarata.E' chiaro che qualche baco scappa sempre ma sempre le aziende serie le prime patch le danno gratis.
          • panda rossa scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Pietro
            ..

            e confrontala con la realta':



            <i
            se lo fa un professionista lo fa

            uscire il giorno previsto e chissenefrega se
            non

            c'e' stato il tempo per fare i test, tanto li

            faranno gli utenti paganti, che poi
            pagheranno
            di

            nuovo per la patch che avremo l'astuzia di

            chiamare "versione successiva". </i


            Può essere, le aziende serie fanno uscire i
            prodotti solo quando sono pronti anche a costo di
            spostare la data di rilascio già
            dichiarata.Questa cosa e' successa solo con la FSF.Le azienda commerciali non sono serie.Se lo fossero non avrebbero bisogno del marketing.Linux non ha bisogno del marketing.
            E' chiaro che qualche baco scappa sempre ma
            sempre le aziende serie le prime patch le danno
            gratis.Fammi un nome di azienda seria, allora, che ci facciamo quattro risate.
          • pietro scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: pietro

            Le azienda commerciali non sono serie.
            Se lo fossero non avrebbero bisogno del marketing.

            Linux non ha bisogno del marketing. Ti faccio un esempio, il giornale "Pubblico" durato solo tre mesi e chiuso per mancanza di soldi ha fallito, a detta di molti suoi giornalisti per mancanza di pubblicità (non lo conosceva nessuno) e quindi di marketing.Linux non è un'azienda, linux non viene venduto, linux non produce un reddito diretto, con quali soldi si potrebbero pagare gli stipendi dei componenti di un ipotetico ufficio marketing?Red Hat invece un marketing ce l'ha
          • Sgabbio scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            Pubblico ha chiuso perchè i furboni pensavano di fare gli alternativi menando qualche argomento gradito agli haters di questo e quello.
          • crumiro scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            Scusami.Io faccio l'informatico di professione. Lavoro per una multinazionale.Sono un professionista.Magari potrei lavorare come muratore ed essere un ottimo sviluppatore, non sto dicendo che bisogna lavorare "per quelli grossi" per essere professionisti. Uno magari è bravissimo ma è fesso, o solo timido.Ho conosciuto persone che hanno implementato lo zip su AS/400 prima che esistesse una applicazione analoga su x86 eppure non è miliardaria.E proprio qui sta il punto: chi sono i professionisti? Quelli che lavorano in SAP ( :| ) ??? Alla Microsoft (???).Ragazzi sveglia! Tu Pietro programmi? Ti piace quello che fai?Fallo allora!Tanti anni fa avevo proposto una correzione ad un bug di FastCGI (you known?).Ho scritto il codice.Il tizio mi ha risposto "meglio così" ed ha scritto (complice il mio C arrugginito) la stessa cosa in...vediamo... un terzo delle righe? Bene!Risultato:1) Ho imparato (si impara sempre)2) Il bug è stato corretto risolvendo un mio problema e quello di tanti altri... ho solo dato "una spintarella"3) Sono felice
      • Izio01 scrive:
        Re: Triste futuro inevitabile
        - Scritto da: Dodge

        Dall'altra parte rimarranno gli

        esperti/smanettoni/ecc.. che non si
        accontentando

        di una informatica pappa-pronta e vogliono di

        più.

        Vogliono la massima libertà, vogliono poter

        andare oltre alle catene del recinto per
        bambini

        imposto dalle grandi

        società.
        Non vogliono la massima libertà.
        La volessero, si prenderebbero un iPad e si
        scriverebbero il loro personale sistema
        operativo... salvo poi non avere più tempo per
        qualsiasi altra attività, ecco che la massima
        libertà cui aspirano, di fatto li imprigionerebbe
        a passare il tempo fra kernel e
        riavvii.

        E' questa la libertà?
        O forse si tratta di libertà di usare a sbafo la
        pappa pronta creata da altri, illudendosi di
        essere liberi di usare solo ciò che altri
        producono per
        noi?Io sono contento di poter installare l'autoradio che voglio sulla mia automobile. Sono contento di poter scegliere le gomme, anche se non le costruisco io e devo comunque rispettare le specifiche di omologazione. Compro la benzina dove costa meno, tranne le poche volte in cui metto quella ad elevato numero di ottano, che dovrebbe contenere additivi di pulizia per le valvole. Faccio regolarmente la revisione di legge, ma ora che non serve più al rinnovo della garanzia del costruttore, il tagliando annuale lo farò fare al mio meccanico di fiducia, che mi fa spendere un quarto rispetto alla casa madre. Il costruttore della mia automobile non può fulminarmela da remoto perché a suo dire l'avrei usata in maniera scorretta, casomai la Stradale mi blinda e mi ritira la patente, ma non è un privato a poterlo fare.Eccetera eccetera...
        • ruppolo scrive:
          Re: Triste futuro inevitabile
          E allora dove sarebbe tutta questa libertà? Anche le galline sono libere di andare dove vogliono, nel pollaio, di mangiare quello che vogliono tra sassi e mangime, di fare "coccodé" quando gli pare.
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            E allora dove sarebbe tutta questa libertà? Anche
            le galline sono libere di andare dove vogliono,
            nel pollaio, di mangiare quello che vogliono tra
            sassi e mangime, di fare "coccodé" quando gli
            pare.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3680933&m=3681203#p3681203nel caso non fossi capitato sul mio commento
          • Izio01 scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            E allora dove sarebbe tutta questa libertà? Anche
            le galline sono libere di andare dove vogliono,
            nel pollaio, di mangiare quello che vogliono tra
            sassi e mangime, di fare "coccodé" quando gli
            pare.So che non lo capirai mai, ma ci sono diversi gradi di libertà, e faccio il possibile per non perdere le scelte che ho.La gallina nel prato da allevamento all'aperto se la passa marginalmente meglio di quella da allevamento in gabbie, che a sua volta sta forse un po' meglio dell'oca da ingrasso, inchiodata ad un'asse e ingozzata a forza.Tu mi stai dicendo: "Quack, quack! Non sei più libero di me, nemmeno tu puoi volar v... *glom*". Io ti guardo e dico solo: "Contento tu, contenti tutti. Goditi i chiodi nei piedi".
      • mcmcmcmcmc scrive:
        Re: Triste futuro inevitabile
        - Scritto da: Dodge

        Dall'altra parte rimarranno gli

        esperti/smanettoni/ecc.. che non si
        accontentando

        di una informatica pappa-pronta e vogliono di

        più.

        Vogliono la massima libertà, vogliono poter

        andare oltre alle catene del recinto per
        bambini

        imposto dalle grandi

        società.
        Non vogliono la massima libertà.
        La volessero, si prenderebbero un iPad e si
        scriverebbero il loro personale sistema
        operativo... salvo poi non avere più tempo per
        qualsiasi altra attività, ecco che la massima
        libertà cui aspirano, di fatto li imprigionerebbe
        a passare il tempo fra kernel e
        riavvii.

        E' questa la libertà?
        O forse si tratta di libertà di usare a sbafo la
        pappa pronta creata da altri, illudendosi di
        essere liberi di usare solo ciò che altri
        producono per
        noi?no.La libertà e le sue limitazione in ambito di informatica, anche consumer, è questa: http://goo.gl/VsbIa (articolo su "Il Disinformatico", traduzione di una lezione di Cory Doctorow).
        • ruppolo scrive:
          Re: Triste futuro inevitabile
          - Scritto da: mcmcmcmcmc
          - Scritto da: Dodge


          Dall'altra parte rimarranno gli


          esperti/smanettoni/ecc.. che non si

          accontentando


          di una informatica pappa-pronta e
          vogliono
          di


          più.


          Vogliono la massima libertà, vogliono
          poter


          andare oltre alle catene del recinto per

          bambini


          imposto dalle grandi


          società.

          Non vogliono la massima libertà.

          La volessero, si prenderebbero un iPad e si

          scriverebbero il loro personale sistema

          operativo... salvo poi non avere più tempo
          per

          qualsiasi altra attività, ecco che la massima

          libertà cui aspirano, di fatto li
          imprigionerebbe

          a passare il tempo fra kernel e

          riavvii.



          E' questa la libertà?

          O forse si tratta di libertà di usare a
          sbafo
          la

          pappa pronta creata da altri, illudendosi di

          essere liberi di usare solo ciò che altri

          producono per

          noi?

          no.
          La libertà e le sue limitazione in ambito di
          informatica, anche consumer, è questa:
          http://goo.gl/VsbIa (articolo su "Il
          Disinformatico", traduzione di una lezione di
          Cory
          Doctorow).Riporto un passaggio: <i
          Ci dice che i nostri problemi non potranno essere risolti finché stupidità e malvagità saranno presenti nelle stanze dei bottoni, che è come dire che non li risolveremo mai. </i
          Ovvio che non li risolveremo mai, ma perché stupidità e malvagità sono dilaganti anche fuori dalle stanze dei bottoni.Comunque se la cosa (la pirateria) diventasse insostenibile e apparentemente irrisolvibile, c'è sempre la soluzione definitiva: "Dead or Alive". Ha funzionato nel Far West, funzionerà ancora là dove verrà eventualmente applicata.
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            - Scritto da: Dodge



            Dall'altra parte rimarranno gli



            esperti/smanettoni/ecc.. che non si


            accontentando



            di una informatica pappa-pronta e

            vogliono

            di



            più.



            Vogliono la massima libertà,
            vogliono

            poter



            andare oltre alle catene del
            recinto
            per


            bambini



            imposto dalle grandi



            società.


            Non vogliono la massima libertà.


            La volessero, si prenderebbero un iPad
            e
            si


            scriverebbero il loro personale sistema


            operativo... salvo poi non avere più
            tempo

            per


            qualsiasi altra attività, ecco che la
            massima


            libertà cui aspirano, di fatto li

            imprigionerebbe


            a passare il tempo fra kernel e


            riavvii.





            E' questa la libertà?


            O forse si tratta di libertà di usare a

            sbafo

            la


            pappa pronta creata da altri,
            illudendosi
            di


            essere liberi di usare solo ciò che
            altri


            producono per


            noi?



            no.

            La libertà e le sue limitazione in ambito di

            informatica, anche consumer, è questa:

            http://goo.gl/VsbIa (articolo su "Il

            Disinformatico", traduzione di una lezione di

            Cory

            Doctorow).


            Riporto un passaggio:
            <i
            Ci dice che i nostri problemi non
            potranno essere risolti finché stupidità e
            malvagità saranno presenti nelle stanze dei
            bottoni, che è come dire che non li risolveremo
            mai. </i



            Ovvio che non li risolveremo mai, ma perché
            stupidità e malvagità sono dilaganti anche fuori
            dalle stanze dei
            bottoni.

            Comunque se la cosa (la pirateria) diventasse
            insostenibile e apparentemente irrisolvibile, c'è
            sempre la soluzione definitiva: "Dead or Alive".
            Ha funzionato nel Far West, funzionerà ancora là
            dove verrà eventualmente
            applicata.io penso che tu non abbia ben capito quel che hai letto, il che è male, o lo hai voluto interpretare a tuo comodo, che è più male.Il ridurre il concetto di libertà alla pirateria è peggio.E poi che fai, usi Chrome da un iPad?!?!
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            io penso che tu non abbia ben capito quel che hai
            letto, il che è male, o lo hai voluto
            interpretare a tuo comodo, che è più
            male.
            Il ridurre il concetto di libertà alla pirateria
            è
            peggio.Il concetto di libertà è ormai stato adulterato.Una volta era "la mia libertà finisce dove inizia la libertà del prossimo".Oggi è "la mia libertà è fare ciò che mi pare, del prossimo chi se ne frega".
            E poi che fai, usi Chrome da un iPad?!?!Che mi frega di usare il sistema operativo di una azienda che vive di contrabbando di dati? Dei TUOI dati?
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            io penso che tu non abbia ben capito quel
            che
            hai

            letto, il che è male, o lo hai voluto

            interpretare a tuo comodo, che è più

            male.

            Il ridurre il concetto di libertà alla
            pirateria

            è

            peggio.

            Il concetto di libertà è ormai stato adulterato.
            Una volta era "la mia libertà finisce dove inizia
            la libertà del
            prossimo".
            Oggi è "la mia libertà è fare ciò che mi pare,
            del prossimo chi se ne
            frega".no, no. Credo che tu proprio non hai intenzione di capire. Rimanendo sul tema, forse anche marginale, della pirateria, che pare ti sia caro, ti posso dire che io non ho nulla di non legale. Copro la musica, i libri, i films e tutto il resto, se lo ritengo opportuno. Altrimenti lascio il tutto sullo scaffale. Ma comperare qualcosa che poi non è realmente mio, perchè è protetto da balzelli, drm e robaccia varia, non ha senso. Bisogna punire l'illegalità, ammesso che la pirateria sia tale in tutte le sue forme, non punire a prescindere. Il mettere inutili sistemi di protezione penalizza chi acquista più di chi pirata e ne fa aumentare il prezzo.


            E poi che fai, usi Chrome da un iPad?!?!
            Che mi frega di usare il sistema operativo di una
            azienda che vive di contrabbando di dati? Dei
            TUOI
            dati?e qui è il deserto in cui rotola il groviglio di erba secca.Che c'entra la tua risposta? Sei tu che stai usando il browser chrome da un ipad, dando i tuoi dati sia a google che ad apple.
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            no, no. Credo che tu proprio non hai intenzione
            di capire. Rimanendo sul tema, forse anche
            marginale, della pirateria, che pare ti sia caro,
            ti posso dire che io non ho nulla di non legale.Tutti qui direbbero la stessa cosa.
            Copro la musica, i libri, i films e tutto il
            resto, se lo ritengo opportuno. Altrimenti lascio
            il tutto sullo scaffale.Come sopra.
            Ma comperare qualcosa
            che poi non è realmente mio, perchè è protetto da
            balzelli, drm e robaccia varia, non ha senso.Infatti non stai comprando il bene, stai comprando una licenza d'uso. Ma se vuoi comprare il bene, nessuno te lo impedisce. Vuoi comprare Avatar? Ti presenti alla 20th Century Fox e gli offri 5 miliardi di dollari. Visto che il film ha incassato fino ad Agosto 2 miliardi e 700 mila dollari, forse accetteranno la tua offerta.Ma se invece di 5 miliardi di dollari vuoi pagare 5 dollari, ecco pronta la versione in streaming.Del resto anche quando vivi in affitto, la casa non è tua, hai solo una licenza d'uso (che tra l'altro si paga ogni mese e scade dopo 8 anni). Ma paghi 500 euro al mese e non 500 mila euro una sola volta. Questione di scelta, sei libero di scegliere. Ma certamente non entro in una casa a sbafo perché non ho i soldi...
            Bisogna punire l'illegalità, ammesso che la
            pirateria sia tale in tutte le sue forme, non
            punire a prescindere. Il mettere inutili sistemi
            di protezione penalizza chi acquista più di chi
            pirata e ne fa aumentare il
            prezzo.Anche la compravendita di case è penalizzata pesantemente: il notaio costa caro e le pratiche burocratiche lunghe, ma tutto ciò esiste grazie alla disonestà delle persone. Se le persone fossero tutte oneste, basterebbe una stretta di mano. Così anche serrature e recinzioni costano, e fanno aumentare il prezzo della casa.I sistemi di protezione sono una seccatura. A me, ad esempio, secca dover ogni volta che esco di casa chiudere a chiave la porta e portarmi dietro la chiave, col rischio di perderla e di restare chiuso fuori.
            e qui è il deserto in cui rotola il groviglio di
            erba
            secca.
            Che c'entra la tua risposta? Sei tu che stai
            usando il browser chrome da un ipad, dando i tuoi
            dati sia a google che ad
            apple.Se per "tu" intendi l'utente inconsapevole di quello che fa, è uguale a quello che mette la chiave sotto lo zerbino.
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            no, no. Credo che tu proprio non hai
            intenzione

            di capire. Rimanendo sul tema, forse anche

            marginale, della pirateria, che pare ti sia
            caro,

            ti posso dire che io non ho nulla di non
            legale.

            Tutti qui direbbero la stessa cosa.


            Copro la musica, i libri, i films e tutto il

            resto, se lo ritengo opportuno. Altrimenti
            lascio

            il tutto sullo scaffale.

            Come sopra.mi pare invece che molti, qui, non hanno problemi a dire che non comprano e scaricano.


            Ma comperare qualcosa

            che poi non è realmente mio, perchè è
            protetto
            da

            balzelli, drm e robaccia varia, non ha senso.

            Infatti non stai comprando il bene, stai
            comprando una licenza d'uso. Ma se vuoi comprare
            il bene, nessuno te lo impedisce. Vuoi comprare
            Avatar? Ti presenti alla 20th Century Fox e gli
            offri 5 miliardi di dollari. Visto che il film ha
            incassato fino ad Agosto 2 miliardi e 700 mila
            dollari, forse accetteranno la tua
            offerta.
            Ma se invece di 5 miliardi di dollari vuoi pagare
            5 dollari, ecco pronta la versione in
            streaming.discorso da chi ha una mente atrofizzata. La copia che compro dovrebbe essere mia. La sola idea di comperare una licenza d'uso personale e non cedibile dovrebbe essere considerata malsana.

            Del resto anche quando vivi in affitto, la casa
            non è tua, hai solo una licenza d'uso (che tra
            l'altro si paga ogni mese e scade dopo 8 anni).
            Ma paghi 500 euro al mese e non 500 mila euro una
            sola volta. Questione di scelta, sei libero di
            scegliere. Ma certamente non entro in una casa a
            sbafo perché non ho i
            soldi...paragoni che non c'entrano nulla, sempre tirati in ballo a caso.La scelta dell'affitto o è una scelta di vita o è una scelta obbligata da fattori economici. Tra l'altro, mi sapresti dire la differenza di costo mensile tra un affitto e una rata del mutuo?


            Bisogna punire l'illegalità, ammesso che la

            pirateria sia tale in tutte le sue forme, non

            punire a prescindere. Il mettere inutili
            sistemi

            di protezione penalizza chi acquista più di
            chi

            pirata e ne fa aumentare il

            prezzo.

            Anche la compravendita di case è penalizzata
            pesantemente: il notaio costa caro e le pratiche
            burocratiche lunghe, ma tutto ciò esiste grazie
            alla disonestà delle persone. Se le persone
            fossero tutte oneste, basterebbe una stretta di
            mano. Così anche serrature e recinzioni costano,
            e fanno aumentare il prezzo della
            casa.
            I sistemi di protezione sono una seccatura. A me,
            ad esempio, secca dover ogni volta che esco di
            casa chiudere a chiave la porta e portarmi dietro
            la chiave, col rischio di perderla e di restare
            chiuso
            fuori.proprio non ci siamo.Per la disonestà delle persone il notaio non serve proprio a una beneamata mazza. Lo sai che il notaio non ha di fatto nessuna colpa nel caso qualcosa vada storto?


            e qui è il deserto in cui rotola il
            groviglio
            di

            erba

            secca.

            Che c'entra la tua risposta? Sei tu che stai

            usando il browser chrome da un ipad, dando i
            tuoi

            dati sia a google che ad

            apple.

            Se per "tu" intendi l'utente inconsapevole di
            quello che fa, è uguale a quello che mette la
            chiave sotto lo
            zerbino.No intendo proprio tu come persona, che pure criticando google utilizzi il suo browser. Da un ipad per giunta.
          • Izio01 scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: mcmcmcmcmc



            Infatti non stai comprando il bene, stai

            comprando una licenza d'uso. Ma se vuoi
            comprare

            il bene, nessuno te lo impedisce. Vuoi
            comprare

            Avatar? Ti presenti alla 20th Century Fox e
            gli

            offri 5 miliardi di dollari. Visto che il
            film
            ha

            incassato fino ad Agosto 2 miliardi e 700
            mila

            dollari, forse accetteranno la tua

            offerta.

            Ma se invece di 5 miliardi di dollari vuoi
            pagare

            5 dollari, ecco pronta la versione in

            streaming.

            discorso da chi ha una mente atrofizzata. La
            copia che compro dovrebbe essere mia. La sola
            idea di comperare una licenza d'uso personale e
            non cedibile dovrebbe essere considerata
            malsana.
            E infatti la UE ti dà ragione, per fortuna. Se hai comprato la licenza, la licenza è tua e chi te l'ha venduta non può impedirti, ad esempio, di rivenderla - ovviamente se compri UNA licenza non la puoi rivendere DUE volte.http://punto-informatico.it/3554140/PI/News/ue-perche-legittimo-vendere-software-usato.aspxE' incredibile la malafede di chi accosta le persone scontente di limitazioni vessatorie all'utilizzo di ciò che si è regolarmente acquistato a chi copia. Soprattutto se muove accuse personali sulla base del nulla, come fa il figuro qui sopra.
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            Un ipocrita come tanti.
          • Izio01 scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            Un ipocrita come tanti.Una risposta adeguata a questo tuo messaggio verrebbe censurata.Mi consola il fatto che uno come te, probabilmente, ha la vita che si merita.
          • krane scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: mcmcmcmcmc


            Ma se invece di 5 miliardi di dollari
            vuoi

            pagare


            5 dollari, ecco pronta la versione in


            streaming.



            discorso da chi ha una mente atrofizzata. La

            copia che compro dovrebbe essere mia. La sola

            idea di comperare una licenza d'uso
            personale
            e

            non cedibile dovrebbe essere considerata

            malsana.



            E infatti la UE ti dà ragione, per fortuna. Se
            hai comprato la licenza, la licenza è tua e chi
            te l'ha venduta non può impedirti, ad esempio, di
            rivenderla - ovviamente se compri UNA licenza non
            la puoi rivendere DUE volte.E chi la vuole rivendere ?
            http://punto-informatico.it/3554140/PI/News/ue-per
            E' incredibile la malafede di chi accosta le
            persone scontente di limitazioni vessatorie
            all'utilizzo di ciò che si è regolarmente
            acquistato a chi copia. Soprattutto se muove
            accuse personali sulla base del nulla, come fa il
            figuro qui sopra.
          • Izio01 scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Izio01

            - Scritto da: mcmcmcmcmc


            - Scritto da: ruppolo



            - Scritto da: mcmcmcmcmc




            Ma se invece di 5 miliardi di
            dollari

            vuoi


            pagare



            5 dollari, ecco pronta la versione
            in



            streaming.





            discorso da chi ha una mente
            atrofizzata.
            La


            copia che compro dovrebbe essere mia.
            La
            sola


            idea di comperare una licenza d'uso

            personale

            e


            non cedibile dovrebbe essere considerata


            malsana.






            E infatti la UE ti dà ragione, per fortuna.
            Se

            hai comprato la licenza, la licenza è tua e
            chi

            te l'ha venduta non può impedirti, ad
            esempio,
            di

            rivenderla - ovviamente se compri UNA
            licenza
            non

            la puoi rivendere DUE volte.

            E chi la vuole rivendere ?
            Scusa, ma non ho capito la tua domanda. Il concetto è che la licenza deve funzionare come un libro. Una volta che lo compri, è tuo. Ti è vietato farne delle fotocopie e distribuirle, salvo in determinati casi che non sto ad elencare, ma l'editore non può legarlo indissolubilmente a te o alla tua libreria, tutto qua.
          • krane scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: krane
            Scusa, ma non ho capito la tua domanda. Il
            concetto è che la licenza deve funzionare come un
            libro. Una volta che lo compri, è tuo. Ti è
            vietato farne delle fotocopie e distribuirle,
            salvo in determinati casi che non sto ad
            elencare, ma l'editore non può legarlo
            indissolubilmente a te o alla tua libreria, tutto
            qua.La domanda e': posso prestarlo ? Se la risposta e' si poco conta se per prestarlo utilizzo un mezzo tecnologico.
          • Izio01 scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Izio01

            - Scritto da: krane


            Scusa, ma non ho capito la tua domanda. Il

            concetto è che la licenza deve funzionare
            come
            un

            libro. Una volta che lo compri, è tuo. Ti è

            vietato farne delle fotocopie e distribuirle,

            salvo in determinati casi che non sto ad

            elencare, ma l'editore non può legarlo

            indissolubilmente a te o alla tua libreria,
            tutto

            qua.

            La domanda e': posso prestarlo ? Se la risposta
            e' si poco conta se per prestarlo utilizzo un
            mezzo
            tecnologico.Ah, ora ho capito - però rileggi: avevi scritto "rivendere", non "prestare" ;-)Non so come stiano le cose riguardo al prestito, e d'altra parte, nonostante il parere della UE, Steam continua ad associare un gioco al tuo profilo appena o installi, né è l'unica entità a fare questo.Io personalmente non dico che un'azienda non si debba tutelare, credo però che sarebbe quanto mai opportuno stabilire per il software qualcosa tipo la "First Sale Doctrine" degli USA. Qualcosa che medi i diritti del produttore con quelli dell'utente, mentre oggi il primo può imporre le condizioni che vuole ed esportele DOPO l'acquisto - o anche cambiarle dopo che hai accettato e obbligarti ad accettare quelle nuove, pena l'impossibilità di usufruire di quello che hai pagato.
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: mcmcmcmcmc


            no, no. Credo che tu proprio non hai

            intenzione


            di capire. Rimanendo sul tema, forse
            anche


            marginale, della pirateria, che pare ti
            sia

            caro,


            ti posso dire che io non ho nulla di non

            legale.



            Tutti qui direbbero la stessa cosa.




            Copro la musica, i libri, i films e
            tutto
            il


            resto, se lo ritengo opportuno.
            Altrimenti

            lascio


            il tutto sullo scaffale.



            Come sopra.

            mi pare invece che molti, qui, non hanno problemi
            a dire che non comprano e
            scaricano.Veramente sono pochi, non molti.E si sa, la mamma degli idioti è sempre incinta.





            Ma comperare qualcosa


            che poi non è realmente mio, perchè è

            protetto

            da


            balzelli, drm e robaccia varia, non ha
            senso.



            Infatti non stai comprando il bene, stai

            comprando una licenza d'uso. Ma se vuoi
            comprare

            il bene, nessuno te lo impedisce. Vuoi
            comprare

            Avatar? Ti presenti alla 20th Century Fox e
            gli

            offri 5 miliardi di dollari. Visto che il
            film
            ha

            incassato fino ad Agosto 2 miliardi e 700
            mila

            dollari, forse accetteranno la tua

            offerta.

            Ma se invece di 5 miliardi di dollari vuoi
            pagare

            5 dollari, ecco pronta la versione in

            streaming.

            discorso da chi ha una mente atrofizzata.Discorso da chi vede più in là del proprio orticello.
            La
            copia che compro dovrebbe essere mia.Non è una copia, è una licenza d'uso.
            La sola
            idea di comperare una licenza d'uso personale e
            non cedibile dovrebbe essere considerata
            malsana.Puoi sempre comprare i pieni diritti, chi te lo impedisce?




            Del resto anche quando vivi in affitto, la
            casa

            non è tua, hai solo una licenza d'uso (che
            tra

            l'altro si paga ogni mese e scade dopo 8
            anni).

            Ma paghi 500 euro al mese e non 500 mila
            euro
            una

            sola volta. Questione di scelta, sei libero
            di

            scegliere. Ma certamente non entro in una
            casa
            a

            sbafo perché non ho i

            soldi...

            paragoni che non c'entrano nulla, sempre tirati
            in ballo a
            caso.Paragoni che non c'entrano? I paragoni sono perfetti: la licenza d'uso si configura come un noleggio: alcuni diritti li hai, ma non tutti.
            La scelta dell'affitto o è una scelta di vita o è
            una scelta obbligata da fattori economici. Vuoi sostituire la casa con l'automobile a noleggio o il biglietto del treno? Non cambia una virgola.
            Tra
            l'altro, mi sapresti dire la differenza di costo
            mensile tra un affitto e una rata del
            mutuo?La differenza di costo può essere positiva, negativa o zero. E non c'entra un fico secco: l'acquisto a rate resta un acquisto a rate, non una licenza d'uso.




            Bisogna punire l'illegalità, ammesso
            che
            la


            pirateria sia tale in tutte le sue
            forme,
            non


            punire a prescindere. Il mettere inutili

            sistemi


            di protezione penalizza chi acquista
            più
            di

            chi


            pirata e ne fa aumentare il


            prezzo.



            Anche la compravendita di case è penalizzata

            pesantemente: il notaio costa caro e le
            pratiche

            burocratiche lunghe, ma tutto ciò esiste
            grazie

            alla disonestà delle persone. Se le persone

            fossero tutte oneste, basterebbe una stretta
            di

            mano. Così anche serrature e recinzioni
            costano,

            e fanno aumentare il prezzo della

            casa.

            I sistemi di protezione sono una seccatura.
            A
            me,

            ad esempio, secca dover ogni volta che esco
            di

            casa chiudere a chiave la porta e portarmi
            dietro

            la chiave, col rischio di perderla e di
            restare

            chiuso

            fuori.

            proprio non ci siamo.
            Per la disonestà delle persone il notaio non
            serve proprio a una beneamata mazza. Lo sai che
            il notaio non ha di fatto nessuna colpa nel caso
            qualcosa vada
            storto?Ovvio che non ha colpa, lui si limita a registrare e conservare le copie degli atti. Ma lui esiste perché la gente è disonesta, non per altri motivi.





            e qui è il deserto in cui rotola il

            groviglio

            di


            erba


            secca.


            Che c'entra la tua risposta? Sei tu che
            stai


            usando il browser chrome da un ipad,
            dando
            i

            tuoi


            dati sia a google che ad


            apple.



            Se per "tu" intendi l'utente inconsapevole di

            quello che fa, è uguale a quello che mette la

            chiave sotto lo

            zerbino.

            No intendo proprio tu come persona, che pure
            criticando google utilizzi il suo browser. Da un
            ipad per
            giunta.E dove io avrei detto di fare una cosa simile?Io uso Safari, da quando esiste, sia su Mac che su iPhone che su iPad. E come tengo i miei computer Microsoft-free, li tengo anche Google-free (per quanto possibile: come motore di ricerca uso ancora Google).
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            Veramente sono pochi, non molti.
            E si sa, la mamma degli idioti è sempre incinta.Hai un altro fratello in arrivo o è una sorella?
            Non è una copia, è una licenza d'uso.No no, mi danno tutto il contenuto, non un biglietto per andarlo a vedere al cinema
            Vuoi sostituire la casa con l'automobile a
            noleggio o il biglietto del treno? Non cambia una
            virgola.Se sto in una casa in affitto e me ne costruisco una identica in un altro posto dove voglio io, commetto un reato?
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolotagliando, la tua licenza la puoi prestare? Così come presto un libro o un cd, devo poter prestare, o rivendere, il disco o il libro o il film scaricato, senza dover passare anche il supporto di lettura.Tieni presente che la licenza non la affitti, ma la compri, a differenza della casa o della macchina dei tuoi esempi.

            E dove io avrei detto di fare una cosa simile?
            Io uso Safari, da quando esiste, sia su Mac che
            su iPhone che su iPad. E come tengo i miei
            computer Microsoft-free, li tengo anche
            Google-free (per quanto possibile: come motore di
            ricerca uso ancora
            Google).non l'hai detto. Ma dagli accessi al link lo si è visto. Hai un po' il codone di paglia.
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            - Scritto da: ruppolo

            tagliando, la tua licenza la puoi prestare?Conosci licenze che si posso prestare? Caccia? Pesca? Patente? Porto d'armi? Licenze di scuola? Licenza di uccidere a-la-007?
            Così
            come presto un libro o un cd, devo poter
            prestare, o rivendere, il disco o il libro o il
            film scaricato, senza dover passare anche il
            supporto di
            lettura.E dove sta scritto che tu "devi"?
            Tieni presente che la licenza non la affitti, ma
            la compri, a differenza della casa o della
            macchina dei tuoi
            esempi.Comprare una licenza d'uso equivale a comprare un affitto o un noleggio: i diritti sono LIMITATI.




            E dove io avrei detto di fare una cosa
            simile?

            Io uso Safari, da quando esiste, sia su Mac
            che

            su iPhone che su iPad. E come tengo i miei

            computer Microsoft-free, li tengo anche

            Google-free (per quanto possibile: come
            motore
            di

            ricerca uso ancora

            Google).

            non l'hai detto. Ma dagli accessi al link lo si è
            visto. Hai un po' il codone di
            paglia.Ma tu sei fumato!
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            - Scritto da: ruppolo



            tagliando, la tua licenza la puoi prestare?

            Conosci licenze che si posso prestare? Caccia?
            Pesca? Patente? Porto d'armi? Licenze di scuola?
            Licenza di uccidere
            a-la-007?


            Così

            come presto un libro o un cd, devo poter

            prestare, o rivendere, il disco o il libro o
            il

            film scaricato, senza dover passare anche il

            supporto di

            lettura.

            E dove sta scritto che tu "devi"?


            Tieni presente che la licenza non la
            affitti,
            ma

            la compri, a differenza della casa o della

            macchina dei tuoi

            esempi.

            Comprare una licenza d'uso equivale a comprare un
            affitto o un noleggio: i diritti sono
            LIMITATI.comprare affitto? O compri o affitti.I diritti sono limitati. Certo, come sempre. Ma accettare limiti assurdi e autoconvincersi che sia il meglio è come accettare di farsi legare a testa in giù ad un albero, appesi per i gioielli di famiglia. Poi i gusti sono gusti.








            E dove io avrei detto di fare una cosa

            simile?


            Io uso Safari, da quando esiste, sia su
            Mac

            che


            su iPhone che su iPad. E come tengo i
            miei


            computer Microsoft-free, li tengo anche


            Google-free (per quanto possibile: come

            motore

            di


            ricerca uso ancora


            Google).



            non l'hai detto. Ma dagli accessi al link lo
            si
            è

            visto. Hai un po' il codone di

            paglia.

            Ma tu sei fumato!parli parli, ma alla fine... sei un utilizzatore di chrome pure tu...
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            comprare affitto? O compri o affitti.I due verbi non sono complementari, visto che vuoi fare le pulci.
            I diritti sono limitati. Certo, come sempre. Ma
            accettare limiti assurdi e autoconvincersi che
            sia il meglio è come accettare di farsi legare a
            testa in giù ad un albero, appesi per i gioielli
            di famiglia. Poi i gusti sono
            gusti.Chi sei tu per stabilire che i limiti sono assurdi? E prima ancora, il dottore ti ha ordinato le cose assurdamente limitate?Se PER TE i limiti sono assurdi, NON COMPRI, NON NOLEGGI, NON AFFITTI.
            parli parli, ma alla fine... sei un utilizzatore
            di chrome pure
            tu...Per farmi usare Chrome devi mettermi sotto tortura.
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            comprare affitto? O compri o affitti.

            I due verbi non sono complementari, visto che
            vuoi fare le
            pulci.


            I diritti sono limitati. Certo, come sempre.
            Ma

            accettare limiti assurdi e autoconvincersi
            che

            sia il meglio è come accettare di farsi
            legare
            a

            testa in giù ad un albero, appesi per i
            gioielli

            di famiglia. Poi i gusti sono

            gusti.

            Chi sei tu per stabilire che i limiti sono
            assurdi? E prima ancora, il dottore ti ha
            ordinato le cose assurdamente
            limitate?
            Se PER TE i limiti sono assurdi, NON COMPRI, NON
            NOLEGGI, NON
            AFFITTI.esattamente quel che faccio. Una semplice valutazione della qualità del servizio offerto e del prezzo richiesto. Sempre. Tutto il resto è fuffa. E chi accetta la fuffa, pur essendo libero di farlo, è un XXXXX.


            parli parli, ma alla fine... sei un
            utilizzatore

            di chrome pure

            tu...

            Per farmi usare Chrome devi mettermi sotto
            tortura.i log parlano chiaro. Parli, parli...
          • krane scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            - Scritto da: ruppolo

            tagliando, la tua licenza la puoi prestare?
            Conosci licenze che si posso prestare? Caccia?
            Pesca? Patente? Porto d'armi? Licenze di scuola?
            Licenza di uccidere a-la-007?Fortunatamente non possono neanche obbligare la gente ad acquistare per forza una licenza.

            Così come presto un libro o un cd, devo

            poter prestare, o rivendere, il disco o il

            libro o il film scaricato, senza dover

            passare anche il supporto di lettura.
            E dove sta scritto che tu "devi"?Me lo sono tatuato sul portafoglio di pelle, c'e' scritto: di qua non esce niente se non in cambio del PIENO POSSESSO di cio' che acquisto.Se tu mi offri qualcosa di diverso tante grazie ma rifiuto ed i miei soldi non te li do'.

            Tieni presente che la licenza non

            la affitti, ma la compri, a differenza

            della casa o della macchina dei tuoi

            esempi.
            Comprare una licenza d'uso equivale a
            comprare un affitto o un noleggio: i
            diritti sono LIMITATI.E dipende da quanto a me pesano quei limiti SE ti do' i soldi e acquisto o meno.
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: mcmcmcmcmc


            - Scritto da: ruppolo



            tagliando, la tua licenza la puoi
            prestare?


            Conosci licenze che si posso prestare?
            Caccia?

            Pesca? Patente? Porto d'armi? Licenze di
            scuola?

            Licenza di uccidere a-la-007?

            Fortunatamente non possono neanche obbligare la
            gente ad acquistare per forza una
            licenza.MA INFATTI! <b
            MA INFATTI!! </b




            Così come presto un libro o un cd, devo


            poter prestare, o rivendere, il disco o
            il



            libro o il film scaricato, senza dover


            passare anche il supporto di lettura.


            E dove sta scritto che tu "devi"?

            Me lo sono tatuato sul portafoglio di pelle, c'e'
            scritto: di qua non esce niente se non in cambio
            del PIENO POSSESSO di cio' che
            acquisto.Ottimo, vuol dire che non prenderai mai nulla in affitto o a noleggio, che problema c'è? Naturalmente dovrai anche evitare treni, autobus, cinema, palestre, piscine, come anche dovrai evitare l'acquisto di libri, film, musica, eccetera.

            Se tu mi offri qualcosa di diverso tante grazie
            ma rifiuto ed i miei soldi non te li
            do'.Nessun problema.



            Tieni presente che la licenza non


            la affitti, ma la compri, a differenza


            della casa o della macchina dei tuoi


            esempi.


            Comprare una licenza d'uso equivale a

            comprare un affitto o un noleggio: i

            diritti sono LIMITATI.

            E dipende da quanto a me pesano quei limiti SE ti
            do' i soldi e acquisto o
            meno.Più che giusto!
          • krane scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: mcmcmcmcmc



            - Scritto da: ruppolo

            Fortunatamente non possono neanche obbligare



            Così come presto un libro o un cd,
            devo




            poter prestare, o rivendere, il
            disco
            o

            il





            libro o il film scaricato, senza
            dover




            passare anche il supporto di
            lettura.




            E dove sta scritto che tu "devi"?



            Me lo sono tatuato sul portafoglio di pelle,
            c'e'

            scritto: di qua non esce niente se non in
            cambio

            del PIENO POSSESSO di cio' che

            acquisto.

            Ottimo, vuol dire che non prenderai mai nulla in
            affitto o a noleggio, che problema c'è?Come ti ho gia' detto non e' un problema per me, in quanto consumatore consapovelo non acquisto quando percepisco di non avere il pieno possesso di cio' che acquisto.
            Naturalmente dovrai anche evitare treni, autobus,
            cinema, palestre, piscine, come anche dovrai
            evitare l'acquisto di libri, film, musica,
            eccetera.Fare un minestrone di concetti diversi e' tipico di chi ha pochi argomenti, se vuoi generalizzare generalizziamo dicendo che il consumatore deve ritenere che cio' di cui entra in possesso / fruisce vale piu' del denaro che gli viene richiesto in cambio; se cosi' non ofsse il consumatore non consumera'.

            Se tu mi offri qualcosa di diverso

            tante grazie ma rifiuto ed i miei soldi

            non te li do'.
            Nessun problema.E allora tutto a posto.


            Comprare una licenza d'uso equivale a


            comprare un affitto o un noleggio: i


            diritti sono LIMITATI.

            E dipende da quanto a me pesano quei limiti

            SE ti do' i soldi e acquisto o meno.
            Più che giusto!
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile

            Naturalmente dovrai anche evitare treni, autobus,
            cinema, palestre, piscine, <b
            come anche dovrai
            evitare l'acquisto di libri, film, musica,
            eccetera. </b
            Questo lo facciamo da anni, lo sai. Che senso ha comprare un brano di musica che si trova gratis?
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            Conosci licenze che si posso prestare? Caccia?
            Pesca? Patente? Porto d'armi? Licenze di scuola?
            Licenza di uccidere
            a-la-007?Ruttolo, guarda che non ti danno nessun premio se fai il record di esempi che non c'entrano un accidenti.Quelle sono licenze che per legge richiedono competenze da parte di le riceve, o sono limitate per tutelare la fauna...La licenza di vedere un film(o cos'altro) che acquisto non richiede nessun requisito oltre il denaro, per cui devo essere libero di farne ciò che voglio una volta che ce l'ho
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Conosci licenze che si posso prestare?
            Caccia?

            Pesca? Patente? Porto d'armi? Licenze di
            scuola?

            Licenza di uccidere

            a-la-007?
            Ruttolo, guarda che non ti danno nessun premio se
            fai il record di esempi che non c'entrano un
            accidenti.
            Quelle sono licenze che per legge richiedono
            competenze da parte di le riceve, o sono limitate
            per tutelare la
            fauna...Allora facciamoci aiutare dal dizionario Treccani:Licenza: Permesso, facoltà di fare qualcosa, autorizzazione, concessione.Il concetto è chiaro. Se ho una licenza di pesca non significa che tutti i pesci del mondo sono miei come e quando mi pare. Significa che in CERTI giorni posso pescare una CERTA quantità di un CERTO tipo di pesci in CERTI luoghi.Allo stesso modo una licenza d'uso permette un CERTO utilizzo.E come non è obbligatorio avere la licenza di pesca, così non è obbligatorio avere una licenza per un brano musicale: senza licenza si fa a meno di pescare e si fa a meno di installare nel proprio player il brano musicale in oggetto.
            La licenza di vedere un film(o cos'altro) che
            acquisto non richiede nessun requisito oltre il
            denaro,Falso, richiede a volte un'età minima, richiede di non fumare durante la visione, di non fare rumori molesti, di occupare una specifica poltrona (se è scritto sulla licenza) e di non fare riprese video. Naturalmente questo se si parla di cinema.Se si parla di un film a noleggio, la licenza richiede la restituzione, vieta la riproduzione al pubblico, vieta la duplicazione, vieta di trasferire la licenza ad altri.Come vedi ogni licenza, che tu accetti se vuoi il "permesso di", ha le sue regole da rispettare.
            per cui devo essere libero di farne ciò
            che voglio una volta che ce
            l'hoNessuna licenza ti dà questa libertà, di nessun tipo. Nemmeno le licenze open source.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            Allora facciamoci aiutare dal dizionario Treccani:

            Licenza: Permesso, facoltà di fare qualcosa,
            autorizzazione,
            concessione.

            Il concetto è chiaro. Se ho una licenza di pesca
            non significa che tutti i pesci del mondo sono
            miei come e quando mi pare. Significa che in
            CERTI giorni posso pescare una CERTA quantità di
            un CERTO tipo di pesci in CERTI
            luoghi.
            Allo stesso modo una licenza d'uso permette un
            CERTO
            utilizzo.
            E come non è obbligatorio avere la licenza di
            pesca, così non è obbligatorio avere una licenza
            per un brano musicale: senza licenza si fa a meno
            di pescare e si fa a meno di installare nel
            proprio player il brano musicale in
            oggetto.
            Il fatto è che compro il contenuto e al momento della vendita nessuno mi fa firmare nulla dove ci sia scritto che ho la sola licenza ad ascoltarlo/vederlo
          • panda rossa scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            - Scritto da: ruppolo



            tagliando, la tua licenza la puoi prestare?

            Conosci licenze che si posso prestare? Caccia?
            Pesca? Patente? Porto d'armi? Licenze di scuola?
            Licenza di uccidere
            a-la-007?Tutte le licenze al portatore sono cedibili.Non sono ovviamente cedibili quelle nominali, che vengono rilasciate previa certificazione/abilitazione/esame/etc...Per esempio la licenza di circolare in una ZTL e' rilasciata a veicoli e non a nominativi. Un'auto elettrica entra nella ZTL indipendentemente da chi guida o sia il proprietario.Quindi una delle due:o la licenza viene ceduta ad un nominativo accertato, oppure e' al portatore.

            Così

            come presto un libro o un cd, devo poter

            prestare, o rivendere, il disco o il libro o
            il

            film scaricato, senza dover passare anche il

            supporto di

            lettura.

            E dove sta scritto che tu "devi"?Nel senso che non me lo puoi vietare.

            Tieni presente che la licenza non la
            affitti,
            ma

            la compri, a differenza della casa o della

            macchina dei tuoi

            esempi.

            Comprare una licenza d'uso equivale a comprare un
            affitto o un noleggio: i diritti sono
            LIMITATI.Un affitto e un noleggio non si comprano.Si chiamano affitto e noleggio.Altrimenti si chiamerebbero acquisto.L'ipocrita e' colui che chiama "vendita" quella che in realta' e' una benevola concessione dietro pagamento.Perche' il marketing non decide di chiamarla CONCESSIONE invece di vendita?Forse che qualcuno storcerebbe il naso e pagherebbe malvolentieri?
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: mcmcmcmcmc


            - Scritto da: ruppolo





            tagliando, la tua licenza la puoi
            prestare?



            Conosci licenze che si posso prestare?
            Caccia?

            Pesca? Patente? Porto d'armi? Licenze di
            scuola?

            Licenza di uccidere

            a-la-007?

            Tutte le licenze al portatore sono cedibili.Se la licenza è cedibile è ovviamente scritto nella licenza stessa.
            Non sono ovviamente cedibili quelle nominali, che
            vengono rilasciate previa
            certificazione/abilitazione/esame/etc...Nemmeno la maggior parte delle altre, come ad esempio un biglietto del treno.
            Per esempio la licenza di circolare in una ZTL e'
            rilasciata a veicoli e non a nominativi. Un'auto
            elettrica entra nella ZTL indipendentemente da
            chi guida o sia il
            proprietario.Che sia rilasciata a veicoli piuttosto che a persone piuttosto che al portatore, non cambia nulla. Come il solito non distingui tra principio e regola.

            Quindi una delle due:
            o la licenza viene ceduta ad un nominativo
            accertato, oppure e' al
            portatore.Cambia qualcosa?Nella licenza ci sono i termini di utilizzo, punto.



            Così


            come presto un libro o un cd, devo poter


            prestare, o rivendere, il disco o il
            libro
            o

            il


            film scaricato, senza dover passare
            anche
            il


            supporto di


            lettura.



            E dove sta scritto che tu "devi"?

            Nel senso che non me lo puoi vietare.Certo che te lo posso vietare, e non mi serve nemmeno una legge specifica: le leggi sui contratti assolvono pienamente allo scopo.



            Tieni presente che la licenza non la

            affitti,

            ma


            la compri, a differenza della casa o
            della


            macchina dei tuoi


            esempi.



            Comprare una licenza d'uso equivale a
            comprare
            un

            affitto o un noleggio: i diritti sono

            LIMITATI.

            Un affitto e un noleggio non si comprano.Certo che si comprano.
            Si chiamano affitto e noleggio.E con ciò?
            Altrimenti si chiamerebbero acquisto.Si possono acquistare anche beni immateriali come un titolo, e quindi un diritto, che può essere di qualsiasi tipo.
            L'ipocrita e' colui che chiama "vendita" quella
            che in realta' e' una benevola concessione dietro
            pagamento.L'ipocrita è colui il quale ruba il lavoro di un'altro affermando di non rubare.
            Perche' il marketing non decide di chiamarla
            CONCESSIONE invece di
            vendita?Perché è una vendita, prova a consultare un dizionario.
            Forse che qualcuno storcerebbe il naso e
            pagherebbe
            malvolentieri?Perché, glielo ha ordinato il dottore di procurarsi film, musica, libri, eccetera?
          • panda rossa scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo

            Tutte le licenze al portatore sono cedibili.

            Se la licenza è cedibile è ovviamente scritto
            nella licenza
            stessa.In uno dei casi in questione ho in una mano uno scontrino fiscale di acquisto, e nell'altro un dvd con inciso sopra la dicitura "vietato il noleggio".Non c'e' altro.Che conclusione devo trarre?

            Non sono ovviamente cedibili quelle
            nominali,
            che

            vengono rilasciate previa

            certificazione/abilitazione/esame/etc...

            Nemmeno la maggior parte delle altre, come ad
            esempio un biglietto del treno.Un biglietto del treno e' il classico esempio di utilizzo dal portatore.Basta che il viaggiatore esibisca il biglietto e puo' viaggiare.Nessuno gli chiede documenti o altro.Perfino se c'e' la prenotazione del posto.

            Per esempio la licenza di circolare in una
            ZTL
            e'

            rilasciata a veicoli e non a nominativi.
            Un'auto

            elettrica entra nella ZTL indipendentemente
            da

            chi guida o sia il

            proprietario.

            Che sia rilasciata a veicoli piuttosto che a
            persone piuttosto che al portatore, non cambia
            nulla. Come il solito non distingui tra principio
            e regola.Cambia.Se e' legata al veicolo significa che CHIUNQUE, guidando quel veicolo, puo' circolare.

            Quindi una delle due:

            o la licenza viene ceduta ad un nominativo

            accertato, oppure e' al

            portatore.

            Cambia qualcosa?
            Nella licenza ci sono i termini di utilizzo,
            punto.Cambia che non e' nominativa.



            Così



            come presto un libro o un cd, devo
            poter



            prestare, o rivendere, il disco o
            il

            libro

            o


            il



            film scaricato, senza dover passare

            anche

            il



            supporto di



            lettura.





            E dove sta scritto che tu "devi"?



            Nel senso che non me lo puoi vietare.

            Certo che te lo posso vietare, e non mi serve
            nemmeno una legge specifica: le leggi sui
            contratti assolvono pienamente allo
            scopo.Le leggi prevedono pure il divieto di clausole vessatorie.Tu vendi, io compro.Fine.Tu non devi sapere chi sono io e che cosa ne faccio di quanto ho comprato, visto che adesso e' mio.

            Un affitto e un noleggio non si comprano.

            Certo che si comprano.Idee poche, ma ben confuse, a quanto pare.

            Si chiamano affitto e noleggio.

            E con ciò?E con cio' non si compra niente.

            Altrimenti si chiamerebbero acquisto.

            Si possono acquistare anche beni immateriali come
            un titolo, e quindi un diritto, che può essere di
            qualsiasi tipo.C'e' sempre qualcosa di materiale che attesta l'acquisto, un biglietto, un certificato cartaceo...

            L'ipocrita e' colui che chiama "vendita"
            quella

            che in realta' e' una benevola concessione
            dietro

            pagamento.

            L'ipocrita è colui il quale ruba il lavoro di
            un'altro affermando di non rubare.Rubare implica una sottrazione.Rifai pure l'inventario e vedrai che non manca niente.

            Perche' il marketing non decide di chiamarla

            CONCESSIONE invece di

            vendita?

            Perché è una vendita, prova a consultare un
            dizionario.Gia' fatto. Da' ragione a me.

            Forse che qualcuno storcerebbe il naso e

            pagherebbe

            malvolentieri?

            Perché, glielo ha ordinato il dottore di
            procurarsi film, musica, libri,
            eccetera?O forse l'innata curiosita' dell'essere umano?
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo


            Si chiamano affitto e noleggio.



            E con ciò?

            E con cio' non si compra niente.Ma come, non sapevi che si comprano anche i prestiti?
          • panda rossa scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo

            Il concetto di libertà è ormai stato adulterato.
            Una volta era "la mia libertà finisce dove inizia
            la libertà del
            prossimo".E questo e' un principio validissimo nel mondo reale, che per sua natura e' limitato, e quindi e' necessario restare nei limiti del proprio giardino per non invadere quello del vicino.
            Oggi è "la mia libertà è fare ciò che mi pare,
            del prossimo chi se ne
            frega".No, non oggi e non come stai travisando tu!I limiti fisici del mondo reale, nel mondo digitale non esistono e quindi la mia liberta' nel mondo digitale finisce sempre dove comincia la tua, ma essendo per entrambi lo spazio infinito, abbiamo entrambi liberta' infinita.Io potro' ingrandire il mio giardino a dismisura senza mai entrare nel tuo!Quindi sei tu quello culturalmente arretrato che pretende di imporre dei limiti artificiosi in un mondo che non ne ha.
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo




            Il concetto di libertà è ormai stato
            adulterato.

            Una volta era "la mia libertà finisce dove
            inizia

            la libertà del

            prossimo".

            E questo e' un principio validissimo nel mondo
            reale,I princìpi si chiamano così perché sono validi OVUNQUE.
            che per sua natura e' limitato, e quindi
            e' necessario restare nei limiti del proprio
            giardino per non invadere quello del
            vicino.


            Oggi è "la mia libertà è fare ciò che mi
            pare,

            del prossimo chi se ne

            frega".

            No, non oggi e non come stai travisando tu!Ah, io sto travisando? Ok, spiegami perché sto travisando, ti ascolto.
            I limiti fisici del mondo reale, nel mondo
            digitale non esistono e quindi la mia liberta'
            nel mondo digitale finisce sempre dove comincia
            la tua, ma essendo per entrambi lo spazio
            infinito, abbiamo entrambi liberta'
            infinita.Quindi se io dico che sei un idiota tu non mi puoi querelare per diffamazione?
            Io potro' ingrandire il mio giardino a dismisura
            senza mai entrare nel
            tuo!BALLE!
            Quindi sei tu quello culturalmente arretrato che
            pretende di imporre dei limiti artificiosi in un
            mondo che non ne
            ha.Sei solo un IPOCRITA.
          • panda rossa scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            I princìpi si chiamano così perché sono validi
            OVUNQUE.Nel mondo reale non esistono copie identiche, quindi non esiste il principio di identita'.Pertanto non puoi mischiare il mondo reale con quello digitale e pretendere di far valere gli stessi principi.Il mondo reale ha dei limiti.

            che per sua natura e' limitato, e quindi

            e' necessario restare nei limiti del proprio

            giardino per non invadere quello del

            vicino.




            Oggi è "la mia libertà è fare ciò che mi

            pare,


            del prossimo chi se ne


            frega".



            No, non oggi e non come stai travisando tu!

            Ah, io sto travisando? Ok, spiegami perché sto
            travisando, ti ascolto.Oggi c'e' il mondo digitale, nel quale il mio giardino e' illimitato.E senza limiti non c'e' alcun modo di pestare i piedi ai vicini.

            I limiti fisici del mondo reale, nel mondo

            digitale non esistono e quindi la mia
            liberta'

            nel mondo digitale finisce sempre dove
            comincia

            la tua, ma essendo per entrambi lo spazio

            infinito, abbiamo entrambi liberta'

            infinita.

            Quindi se io dico che sei un idiota tu non mi
            puoi querelare per
            diffamazione?Non lo farei a prescindere visto che la diffamazione non esiste.Esiste solo la verita', o come nell'esempio da te citato, la menzogna.Dovrei querelarti perche' racconti balle?

            Io potro' ingrandire il mio giardino a
            dismisura

            senza mai entrare nel

            tuo!

            BALLE!Ok, spiegami perché, ti ascolto.

            Quindi sei tu quello culturalmente arretrato
            che

            pretende di imporre dei limiti artificiosi
            in
            un

            mondo che non ne

            ha.

            Sei solo un IPOCRITA.Tu sei solo arretrato culturalmente.
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo


            I princìpi si chiamano così perché sono
            validi

            OVUNQUE.

            Nel mondo reale non esistono copie identiche,
            quindi non esiste il principio di
            identita'.Ogni volta che una cellula del tuo corpo si duplica, il DNA è identico.

            Pertanto non puoi mischiare il mondo reale con
            quello digitale e pretendere di far valere gli
            stessi
            principi.Certo che posso, proprio perché sono PRINCÌPI. Cose diverse dalle regole, che possono cambiare a seconda del contesto.
            Il mondo reale ha dei limiti.Irrilevante.



            che per sua natura e' limitato, e quindi


            e' necessario restare nei limiti del
            proprio


            giardino per non invadere quello del


            vicino.






            Oggi è "la mia libertà è fare ciò
            che
            mi


            pare,



            del prossimo chi se ne



            frega".





            No, non oggi e non come stai travisando
            tu!



            Ah, io sto travisando? Ok, spiegami perché
            sto

            travisando, ti ascolto.

            Oggi c'e' il mondo digitale, nel quale il mio
            giardino e'
            illimitato.Questo lo credi tu. Il giardino sarà più ampio, ma è limitato. Inoltre non sono i princìpi restano i medesimi, ma addirittura numerose regole. Prova a giocherellare con i contenuti pedoXXXXX che puoi trovare nel mondo digitale, poi vedrai che la galera in cui finisci è quella del mondo non-digitale. Oppure prova a diffamare qualcuno, poi vedi se non si applicano le stesse medesime leggi del mondo non-digitale.
            E senza limiti non c'e' alcun modo di pestare i
            piedi ai
            vicini.C'è eccome, solo che siccome tu sei abituato a calpestare i diritti degli altri, manco te ne accorgi.



            I limiti fisici del mondo reale, nel
            mondo


            digitale non esistono e quindi la mia

            liberta'


            nel mondo digitale finisce sempre dove

            comincia


            la tua, ma essendo per entrambi lo
            spazio


            infinito, abbiamo entrambi liberta'


            infinita.



            Quindi se io dico che sei un idiota tu non mi

            puoi querelare per

            diffamazione?

            Non lo farei a prescindere visto che la
            diffamazione non
            esiste.Non esiste? Hanno abrogato l'articolo di legge?
            Esiste solo la verita', o come nell'esempio da te
            citato, la
            menzogna.C'è così poco spazio nel tuo cervello? Esistono molti altri aspetti, come l'onestà e la disonestà.
            Dovrei querelarti perche' racconti balle?Chi legge sa che io racconto balle?


            Io potro' ingrandire il mio giardino a

            dismisura


            senza mai entrare nel


            tuo!



            BALLE!

            Ok, spiegami perché, ti ascolto.Semplicissimo: nel momento in cui non rispetti una mia volontà (e non ho scritto "un mio diritto", bada bene) sei già entrato senza permesso nel mio giardino.


            Quindi sei tu quello culturalmente
            arretrato

            che


            pretende di imporre dei limiti
            artificiosi

            in

            un


            mondo che non ne


            ha.



            Sei solo un IPOCRITA.

            Tu sei solo arretrato culturalmente.Essere rispettosi degli altri non è arretratezza, è prima di tutto intelligenza.
          • panda rossa scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo

            Semplicissimo: nel momento in cui non rispetti
            una mia volontà (e non ho scritto "un mio
            diritto", bada bene) sei già entrato senza
            permesso nel mio
            giardino.Nel momento in cui esprimi una tua volonta' che mi coinvolge, sei tu che stai entrando nel mio di giardino!
          • ruppolo scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo




            Semplicissimo: nel momento in cui non
            rispetti

            una mia volontà (e non ho scritto "un mio

            diritto", bada bene) sei già entrato senza

            permesso nel mio

            giardino.

            Nel momento in cui esprimi una tua volonta' che
            mi coinvolge, sei tu che stai entrando nel mio di
            giardino!Appunto per questo si dice che la libertà di una persona finisce dove inizia la libertà delle altre persone. Il paletto si mette in mezzo: tu non violi la mia libertà e io non violo la tua. Tu non prendi nulla che mi riguarda, nemmeno mi scatti una foto senza il mio permesso, ed io faccio altrettanto.Concetto difficile?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2013 15.03-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: ruppolo
            Appunto per questo si dice che la libertà di una
            persona finisce dove inizia la libertà delle
            altre persone. Il paletto si mette in mezzo: tu
            non violi la mia libertà e io non violo la tua.Il DRM viola la mia liberta'.
            Tu non prendi nulla che mi riguarda, nemmeno mi
            scatti una foto senza il mio permesso, ed io
            faccio altrettanto.

            Concetto difficile?Foto?Ma da dove eravamo partiti che non mi ricordo piu'?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile

            Tu non prendi nulla che mi riguarda, nemmeno mi
            scatti una foto senza il mio permesso, ed io
            faccio
            altrettanto.Giustissimo, a casa tua. Ma sulla pubblica via chiunque ti può fotografare legalmente, lo sai vero?
        • Izio01 scrive:
          Re: Triste futuro inevitabile
          - Scritto da: mcmcmcmcmc

          no.
          La libertà e le sue limitazione in ambito di
          informatica, anche consumer, è questa:
          http://goo.gl/VsbIa (articolo su "Il
          Disinformatico", traduzione di una lezione di
          Cory
          Doctorow).Molto interessante, grazie per il link!
          • Izio01 scrive:
            Re: Triste futuro inevitabile
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: mcmcmcmcmc



            no.

            La libertà e le sue limitazione in ambito di

            informatica, anche consumer, è questa:

            http://goo.gl/VsbIa (articolo su "Il

            Disinformatico", traduzione di una lezione di

            Cory

            Doctorow).

            Molto interessante, grazie per il link!Madò, ho beccato un commento di Gabriele Niola, Puce72 su quella pagina:"Al di là di questo, tornando al tema principale, mi pare si stia un po' uscendo dal seminato... <b
            le console di gioco permetto il controllo dell'utente? Mapperfavore!!! </b
            La console di gioco permette all'utente di avere una piattaforma ludica in grado di resistere nel tempo (una PS2 ha ancora oggi molti giochi nuovi: fate lo stesso con un PC di 10 anni fa) senza avere problemi di configurazione, antivirus, aggiornamenti, crash, e quant'altro."Evidentemente non ha MAI letto i termini di utilizzo di Playstation Network, XBox Live - o della console stessa, per dirla tutta. Come biasimarlo, visto che le EULA sono lunghe come romanzi proprio per scoraggiarne il controllo?"Apple decide cosa pubblicare, così come un edicolante può decidere di non vendere riviste VM18... prendete l'Ulisse di joyce a fumetti in un altra forma (PDF? eBook? sito web? altro?) e mettetevela sull'iPad"Già, l'uso e abuso di strumenti censori da parte di uno dei principali attori dell'editoria digitale non è assolutamente un problema, vero? Certo, il paragone con l'edicolante non è del tutto campato in aria, però io qualche domanda in più me la farei.
      • Andreabont scrive:
        Re: Triste futuro inevitabile
        Fatti una cultura :-)http://www.gnu.org/philosophy/free-sw.it.html
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Triste futuro inevitabile
      - Scritto da: Andreabont
      L'informatica è ad una svolta. Da ora in poi ci
      saranno 2 mondi al suo interno, a due
      velocità.Per noi smanettoni significa maggiori costi e marginalizzazione del nostro mondo: siamo out.Certo significa pure fine del monopolio Microsoft ma significa pure fine dell'importanza degli hacker, quindi anche Linux sarà ridimensionato notevolmente e tutto il suo mondo.Forse avrà importanza il mondo degli hacker che ruota intorno alle ROM per android ma se non c'è lo smanettone dietro allo smartphone/tablet la vedo dura resistere, comunque vedremo...
  • ruppolo scrive:
    Apriamo le danze!
    Posterò qui delle perle man mano che le trovo nell'archivio del forum.Eccone un paio dell'utente "advange", anno 2009:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2660335&m=2661055#p2661055 <i

    L'articolo non parla del sucXXXXX dei netbook, e
    i netbook non hanno avuto sucXXXXX, anzi, la
    maggior parte di chi li ha comprati non è rimasto soddisfatto.Potevi anche scrivere: "Non ho letto l'articolo". Quale parte diGli acquirenti ne hanno decretato un sucXXXXX travolgente ti è sfuggita? </i
    e al post successivo:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2660335&m=2661905#p2661905 <i

    Nessuna, l'ho semplicemente ignorata, dato che è falsa:
    http://www.macitynet.it/macity/aA38580/netbook_chiIl fatto che in un sito di fanatici integralisti pensano che sia un flop solo perché i loro idoli non sono stato tanto intelligenti da produrli non fa di quello che dici una verità.Ma, più di ogni altra cosa, siano stati un sucXXXXX (di vendite non ci sono proprio dubbi, per quanto la cosa ti roda) o un flop (qualunque sia il senso tu voglia dare a questa parola) sta di fatto che tu hai dettoL'articolo non parla del sucXXXXX dei netbooke questo è falso comunque tu la voglia mettere. </i
    AHHAHAHAHHAHAH (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • ruppolo scrive:
      Re: Apriamo le danze!
      Sono incappato in questo articolo di Maruccia del 2009:http://punto-informatico.it/2653271/PI/News/netbook-questo-sconosciuto.aspxGià allora ci si era resi conto della fregatura.
      • Giuda scrive:
        Re: Apriamo le danze!
        - Scritto da: ruppolo
        Sono incappato in questo articolo di Maruccia del
        2009:

        http://punto-informatico.it/2653271/PI/News/netboo

        Già allora ci si era resi conto della fregatura.lo sai che perfino l'anno scorso hanno venduto più netbook di ipad? ma l'avere torto a prescindere non ti ha ancora fatto intendere che tu DI INFORMATICA NON CAPISCI UN CAXXO?
        • ruppolo scrive:
          Re: Apriamo le danze!
          - Scritto da: Giuda
          - Scritto da: ruppolo

          Sono incappato in questo articolo di
          Maruccia
          del

          2009:




          http://punto-informatico.it/2653271/PI/News/netboo



          Già allora ci si era resi conto della
          fregatura.

          lo sai che perfino l'anno scorso hanno venduto
          più netbook di ipad? ma l'avere torto a
          prescindere non ti ha ancora fatto intendere che
          tu DI INFORMATICA NON CAPISCI UN
          CAXXO?AHHAHAHAHAH povero ALLOCCO!http://punto-informatico.it/3699126/PI/Commenti/trimestrale-apple-se-record-non-bastano.aspx <i
          In termini percentuali ancora meglio dell'iPhone ha fatto iPad, forte anche del supporto alle vendite dato dal Mini. Anche in questo caso mancano i dati in dettaglio, ma se la crescita di unità vendute è pari al 48 per cento (passando grossomodo dai 15 ai 23 milioni) </i
    • ruppolo scrive:
      Re: Apriamo le danze!
      Mie parole, Giugno 2009http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2653271&m=2654737#p2654737 <i
      Questa classe di computer è già apparsa almeno due volte negli ultimi 20 anni, e ha puntualmente fallito. Come sta fallendo questo ennesimo tentativo, sempre per gli stessi motivi: gli svantaggi di un dispositivo molto piccolo e di uno molto grande, messi insieme. </i
      • mcmcmcmcmc scrive:
        Re: Apriamo le danze!
        - Scritto da: ruppolo
        Mie parole, Giugno 2009
        http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2653271&m=265

        <i
        Questa classe di computer è già
        apparsa almeno due volte negli ultimi 20 anni, e
        ha puntualmente fallito. Come sta fallendo questo
        ennesimo tentativo, sempre per gli stessi motivi:
        gli svantaggi di un dispositivo molto piccolo e
        di uno molto grande, messi insieme. </i

        avrai anche aperto le danze, ma mi pare che balli da solo.Lo faccio io un valzerino, va. Ma bada che ho pure la barbetta incolta.
        • ruppolo scrive:
          Re: Apriamo le danze!
          - Scritto da: mcmcmcmcmcvrai anche aperto le danze, ma mi pare che balli
          da
          solo.Sono trascorsi solo 20 minuti, abbi pazienza ;)
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Apriamo le danze!
            Certificato il flop di windows 8 e annunciata la morte dei netbook i winari si terranno alla larga da questi post...
          • ruppolo scrive:
            Re: Apriamo le danze!
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            Certificato il flop di windows 8 e annunciata la
            morte dei netbook i winari si terranno alla larga
            da questi
            post...I Winari rispunteranno tra qualche tempo in questa forma:[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/6/60/Nematonotus_longispinus.jpg/250px-Nematonotus_longispinus.jpg[/img]
      • Esaltatore Di Sapidita scrive:
        Re: Apriamo le danze!
        Parafrasando Jobs con i paragoni sui i mezzi di trasporto, il netbook è come un sidecar, unisce gli svantaggi della moto (se piove ti bagni) con quelli dell'auto (se c'è traffico non vai avanti) :D
        • ruppolo scrive:
          Re: Apriamo le danze!
          - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
          Parafrasando Jobs con i paragoni sui i mezzi di
          trasporto, il netbook è come un sidecar, unisce
          gli svantaggi della moto (se piove ti bagni) con
          quelli dell'auto (se c'è traffico non vai avanti)

          :DOttima 8)
    • ruppolo scrive:
      Re: Apriamo le danze!
      Poteva mancare una perla di Enjoy with Us?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2507125&m=2507379#p2507379 <i
      E c'è ancora qualcuno che dubita....... che i netbook non siano la grande rivelazione del 2008 e continua ad insistere con gli smartphone!Intanto i netbook costano sempre di meno e sono sempre più venduti, il mercato degli smartphone invece con l'unica eccezione dell'Iphone sono in costante contrazione, sarà legato al fatto che mantengono prezzi fuori mercato? Chissà!Comunque aspettate a comprare i netbook, nel corso del 2009 Intel finalmente rilascerà un nuovo chipset a basso consumo in grado di aumentare l'autonomia di questi piccoli gioiellini a 8 ore e più! </i
      EHHEHEHEHE!!!! Il povero Enjoy ci prova sempre :DEdit: eccone un'altrahttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=2439561&m=2440739#p2440739 <i
      Ho l'impressione che Apple come molte altre ditte produttrici di notebook ancora non abbia capito la portata della rivoluzione netbook!I notebook convenzionali sono destinati a sparire, rimarranno solo i Desktop replacement e i netbook!...Questo per far capire come il futuro siano senz'altro i netbook! </i
      -----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 gennaio 2013 10.55-----------------------------------------------------------
      • bertuccia scrive:
        Re: Apriamo le danze!
        - Scritto da: ruppolo

        <i
        Ho l'impressione che Apple come molte
        altre ditte produttrici di notebook ancora non
        abbia capito la portata della rivoluzione
        netbook!
        I notebook convenzionali sono destinati a
        sparire, rimarranno solo i Desktop replacement e
        i netbook!rivoluzione!! (rotfl)però con enjoy è come sparare sulla croce rossa!! :Dd'altra parte, ci voleva propri un genio per "inventare" il netbook! fa tristezza che aziende come ASUS e Intel abbiano scommesso su questa bufala, sapendo benissimo che di bufala si trattava :(
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Apriamo le danze!
        - Scritto da: ruppolo
        Poteva mancare una perla di Enjoy with Us?

        http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2507125&m=250

        <i
        E c'è ancora qualcuno che dubita....
        ... che i netbook non siano la grande rivelazione
        del 2008 e continua ad insistere con gli
        smartphone!
        Intanto i netbook costano sempre di meno e sono
        sempre più venduti, il mercato degli smartphone
        invece con l'unica eccezione dell'Iphone sono in
        costante contrazione, sarà legato al fatto che
        mantengono prezzi fuori mercato?
        Chissà!
        Comunque aspettate a comprare i netbook, nel
        corso del 2009 Intel finalmente rilascerà un
        nuovo chipset a basso consumo in grado di
        aumentare l'autonomia di questi piccoli
        gioiellini a 8 ore e più! </i

        Ed infatti nel 2008 avevo perfettamente ragione, se Intel poi ha cambiato idea e non ha più proposto aggiornamenti degni di questo nome per la piattaforma atom, sfornando prodotti con prestazioni al passo coi tempi e con autonomie adeguate come per altro promesso nel 2008 dalla stessa intel, di chi è la colpa?I netbook sono stati lasciati volutamente morire, gli rendevano troppo poco, troppo bello potersi prendere un portatile per meno di 200 euro, molto meglio spingere sugli ultrabook ad un migliaio di euro! Nel 2008 poi i tablet non esistevano, ne esisteva neppure l'idea di un suo futuro lanco ne da parte di apple ne di altri produttori!Infatti quando vennero lanciati da apple dissi subito anche contro l'opinione di tanti che si trattava di dispositivi molto interessanti, anche se castrati da apple ed eccessivamente costosi! Tant'è che Io stesso ne ho comprato uno nell'ottobre scorso a 59 euro, mentre di netbook non ne ho mai presi, appunto perchè non vedevo arrivare quello sviluppo della piattaforma a prezzi ragionevoli promesso da Intel!


        EHHEHEHEHE!!!! Il povero Enjoy ci prova sempre :D

        Edit: eccone un'altra

        http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2439561&m=244

        <i
        Ho l'impressione che Apple come molte
        altre ditte produttrici di notebook ancora non
        abbia capito la portata della rivoluzione
        netbook!
        I notebook convenzionali sono destinati a
        sparire, rimarranno solo i Desktop replacement e
        i
        netbook!
        .Guarda che all'epoca nel 2008 il ragionamento era corretto, non c'erano ne tablet ne terminali android a prezzo contenuto, oggi lo scenario è indubbiamente diverso e probabilmente saranno tutti i notebook ad essere progressivamente abbandonati, a patto che gli OS dei tablet evolvano verso una maggior flessibilità nella gestione dei file e delle periferiche, cosa che Android sta facendo... apple ha avuto indubbiamente buon fiuto con i tablet, cosa che ho sempre sostenuto fin dal loro lancio, anche se come al solito apple dopo la brillante intuizione come nel caso degli smartphone poi si lascia sfilare il mercato per questa sua mania di spremere gli utenti con prezzi assassini!
        .
        .
        Questo per far capire come il futuro siano
        senz'altro i netbook! </i

        Il futuro è dei tablet android e dei PC ad alte prestazioni... come i desktop oltre che ovviamente degli smartphone android, pensa che ora ci sono in commercio dei cortex A9 dual core con GPU mali e display da 4.5 - 4.7 pollici al prezzo di 150 euro... saranno pure cineserie, tuttavia reggono bene il confronto con un iPhone 4S e hanno pure assistenza Italiana!!! Mi sa che uno di questi giorni me ne compro uno pure Io!
        • ruppolo scrive:
          Re: Apriamo le danze!
          - Scritto da: Enjoy with Us
          Ed infatti nel 2008 avevo perfettamente ragione,Il punto è che ti sei lanciato in previsioni, di cui nemmeno una si è avverata.
          Guarda che all'epoca nel 2008 il ragionamento era
          corretto, non c'erano ne tablet ne terminali
          android a prezzo contenuto,Ma c'erano i netbook, a prezzo contenuto. Lo hai detto ti stesso, centinaia di volte.
          oggi lo scenario è
          indubbiamente diversoCero che è diverso, è esattamente come ho previsto io ed esattamente il contrario di come lo hai previsto tu.
          e probabilmente saranno
          tutti i notebook ad essere progressivamente
          abbandonati,Continui a fare previsioni sballate.
          a patto che gli OS dei tablet
          evolvano verso una maggior flessibilità nella
          gestione dei fileÈ stata la prima cosa che hanno eliminato e tu la rivorresti indietro?
          e delle periferiche, cosa che
          Android sta facendo...Android non sta facendo un tubo riguardo le periferiche. Apple, invece, ha fatto AirPrint e AirTunes.Oggi esistono centinaia di stampanti che supportano AirPrint e centinaia di acXXXXXri che supportano AirTunes. Oggi puoi acquistare una tra oltre cento stampanti multifunzione e stampare direttamente da iPad e iPhone, oltre che pilotare direttamente lo scanner. E quando parlo di "stampare" parlo di stampare direttamente da qualsiasi app, senza l'ausilio di altre app.
          apple ha avuto
          indubbiamente buon fiuto con i tablet,Lo stesso fiuto che ha avuto per gli iPod, per iTunes, per OS X, per Macintosh e per Apple II. Perché lì le cose NASCONO.
          cosa che
          ho sempre sostenuto fin dal loro lancio, anche se
          come al solito apple dopo la brillante intuizione
          come nel caso degli smartphone poi si lascia
          sfilare il mercato per questa sua mania di
          spremere gli utenti con prezzi
          assassini!I prezzi sono giusti, servono ad ottenere un margine per proseguire l'attività di inventare nuove cose.


          .

          .

          Questo per far capire come il futuro siano

          senz'altro i netbook! </i




          Il futuro è dei tablet android e dei PC ad alte
          prestazioni...I tablet Android sono un mero tentativo di imitazione di iPad, che CONTINUA a fare flop. Del resto qualcuno che si è accorto che i tablet Android funzionano male e sono senza software, c'è.Quanto ai PC ad alte prestazioni, ovvio che continueranno ad esistere, ma diverranno presto irraggiungibili per le tue tasche: le logiche dei grandi numeri verranno meno.
          come i desktop oltre che
          ovviamente degli smartphone android, pensa che
          ora ci sono in commercio dei cortex A9 dual core
          con GPU mali e display da 4.5 - 4.7 pollici al
          prezzo di 150 euro...Non vedo alcuna differenza con i netbook defunti.
          saranno pure cineserie,
          tuttavia reggono bene il confronto con un iPhone
          4S e hanno pure assistenza Italiana!!!Vuoi vedere come reggono bene il confronto e come funziona l'assistenza italiana?Ecco, leggi articolo e, soprattutto, i commenti:http://www.androidiani.com/news/samsung-a-breve-un-fix-per-le-morti-improvvise-del-galaxy-s-iii-149441
          Mi sa che
          uno di questi giorni me ne compro uno pure
          Io!Certo, giorni di questo secolo.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Apriamo le danze!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Enjoy with Us

            Ed infatti nel 2008 avevo perfettamente
            ragione,

            Il punto è che ti sei lanciato in previsioni, di
            cui nemmeno una si è
            avverata.
            E quale sarebbe la mia previsione fallace? Che Android prendesse il predominio del mercato? L'ho detto a fine 2009, linki tu che sei tanto bravo o linko IO?Che apple perdesse anche il predominio nel neonato mercato dei tablet?Che uno smartphone oggi non ha più alcun motivo per costare più di 200 euro?

            Guarda che all'epoca nel 2008 il
            ragionamento
            era

            corretto, non c'erano ne tablet ne terminali

            android a prezzo contenuto,

            Ma c'erano i netbook, a prezzo contenuto. Lo hai
            detto ti stesso, centinaia di
            volte.
            C'erano netbook economici certo alcuni modelli anche a 150 euro, ma con tuttavia proXXXXXri e batterie insoddisfacenti, cosa che anche all'epoca ho sempre sottolineato, tant'è che per tali motivi non ne acquistai mai uno!

            oggi lo scenario è

            indubbiamente diverso

            Cero che è diverso, è esattamente come ho
            previsto io ed esattamente il contrario di come
            lo hai previsto
            tu.
            Tu avevi previsto un predominio di iPhone punto e basta e mi pare che la tua previsione sia miseramente fallita, hai sempre sostenuto che il prezzo era ininfluente, ecco oggi con i terminali android al 70% del mercato hai avuto la tua brava risposta, il prezzo è sempre molto importante!

            e probabilmente saranno

            tutti i notebook ad essere progressivamente

            abbandonati,

            Continui a fare previsioni sballate.
            Si si certo come no! Io e l'ho sempre sostenuto fin dai tempi dei netbook non ho mai capito a cosa serva un notebook ultrapotente in mobilità, a meno di casi particolari, che certo non fanno i numeri di mercato, basta molto meno nel 2008 un netbook ed oggi un tablet... se un notebook lo devi usare da una postazione fissa allora è enormemente più comodo e conveniente un desktop, più potente, più flessibile, più comodo ed anche economico, se proprio hai problemi di spazio al limiti puoi optare per un all in one, ma un notebook che senso ha?

            a patto che gli OS dei tablet

            evolvano verso una maggior flessibilità nella

            gestione dei file

            È stata la prima cosa che hanno eliminato e
            tu la rivorresti
            indietro?
            Per fortuna Android sta reintroducendo dei file manager, e meno male!

            e delle periferiche, cosa che

            Android sta facendo...

            Android non sta facendo un tubo riguardo le
            periferiche. Apple, invece, ha fatto AirPrint e
            AirTunes.Ha ha ha... intanto con il mio tablet da 59 euro posso leggere una schedina SD, una chiavetta USB e duplicarne il contenuto, col tuo iPad invece hai difficoltà anche in queste azioni basilari.
            Oggi esistono centinaia di stampanti che
            supportano AirPrint e centinaia di acXXXXXri che
            supportano AirTunes. Oggi puoi acquistare una tra
            oltre cento stampanti multifunzione e stampare
            direttamente da iPad e iPhone, oltre che pilotare
            direttamente lo scanner. E quando parlo di
            "stampare" parlo di stampare direttamente da
            qualsiasi app, senza l'ausilio di altre
            app.
            Peccato che android appoggiandosi alle app invece possa stampare su un numero ancora più grande di stampanti, puoi pilotare videoproiettori, puoi gestire un nas...

            apple ha avuto

            indubbiamente buon fiuto con i tablet,

            Lo stesso fiuto che ha avuto per gli iPod, per
            iTunes, per OS X, per Macintosh e per Apple II.
            Perché lì le cose
            NASCONO.
            E poi muoiono, come stanno morendo gli iPod e a breve gli iPhone...

            cosa che

            ho sempre sostenuto fin dal loro lancio,
            anche
            se

            come al solito apple dopo la brillante
            intuizione

            come nel caso degli smartphone poi si lascia

            sfilare il mercato per questa sua mania di

            spremere gli utenti con prezzi

            assassini!

            I prezzi sono giusti, servono ad ottenere un
            margine per proseguire l'attività di inventare
            nuove
            cose.
            ha ha ha ... cosa sei l'uffico marketing della mela morsicata?




            .


            .


            Questo per far capire come il futuro
            siano


            senz'altro i netbook! </i







            Il futuro è dei tablet android e dei PC ad
            alte

            prestazioni...

            I tablet Android sono un mero tentativo di
            imitazione di iPad, che CONTINUA a fare flop. Del
            resto qualcuno che si è accorto che i tablet
            Android funzionano male e sono senza software,
            c'è.
            Stanno andando così male i tablet android che apple ha tirato furi un 8 pollici un tantino più economico, stanno andando tanto male che da 15% del 2011 ad ottobre 2012 erano già al 48%, non ho i dati di oggi, ma ci metto la mano sul fuoco che sono già ben oltre il 50%! http://phandroid.com/2012/10/02/study-showing-android-tablet-market-share-jumping-to-48-ipad-down-to-52/
            Quanto ai PC ad alte prestazioni, ovvio che
            continueranno ad esistere, ma diverranno presto
            irraggiungibili per le tue tasche: le logiche dei
            grandi numeri verranno
            meno.
            Mah Io penso che il mercato dei desktop in futuro reggerà molto meglio di quello dei notebook , vedremo!

            come i desktop oltre che

            ovviamente degli smartphone android, pensa
            che

            ora ci sono in commercio dei cortex A9 dual
            core

            con GPU mali e display da 4.5 - 4.7 pollici
            al

            prezzo di 150 euro...

            Non vedo alcuna differenza con i netbook defunti.
            Ah tu non ci vedi la differenza? Io francamente si, visto che fanno tutto quello che può fare un iPhone ma costano si e no un quinto!

            saranno pure cineserie,

            tuttavia reggono bene il confronto con un
            iPhone

            4S e hanno pure assistenza Italiana!!!

            Vuoi vedere come reggono bene il confronto e come
            funziona l'assistenza
            italiana?
            Ecco, leggi articolo e, soprattutto, i commenti:
            http://www.androidiani.com/news/samsung-a-breve-un
            Ti stai confondendo, non sto parlando di Samsung, sto parlando di sottomarche cinesi che vendono smartphone con caratteristiche dei top di gamma di 6-8 mesi fa a 140 - 150 euro e con garanzia italiana, tra l'altro da quello che ho letto in rete, in caso di problemi semplicemente ti sostituiscono il terminale difettoso con uno nuovo ed in tempi pure rapidi a quanto sembra!

            Mi sa che

            uno di questi giorni me ne compro uno pure

            Io!

            Certo, giorni di questo secolo.Beh Io sono sempre riflessivo nelle mie spese, ma alla fine il tablet e lo schermo lCD me li sono comprati, sai compro solo quando il prezzo è giusto!
          • ruppolo scrive:
            Re: Apriamo le danze!
            - Scritto da: Enjoy with Us
            E quale sarebbe la mia previsione fallace?Ma Enjoy, è riportata poco sopra, ti è sfuggita?Ti rinfresco la memoria:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2439561&m=2440739#p2440739 <i
            Questo per far capire come il futuro siano senz'altro i netbook! </i

            Che
            Android prendesse il predominio del mercato? L'ho
            detto a fine 2009, linki tu che sei tanto bravo o
            linko
            IO?Linka pure tu.Poi, una volta che avrai linkato, io risponderò con questo link:http://www.pianetacellulare.it/post/Apple/23821_iOS-supera-Android-negli-US-grazie-a-iPhone-5.phpCome puoi vedere in USA (che non è il Perù) il predominio ce l'ha ora iOS.
            Che apple perdesse anche il predominio nel
            neonato mercato dei
            tablet?Questa è un'altra delle tue previsioni fallaci. Non serve mica un link, vero?
            Che uno smartphone oggi non ha più alcun motivo
            per costare più di 200
            euro?Se l'avesse detto un CEO di un produttore di smartphone o un ingegnere che lavora nel settore ci potrei anche credere, ma tu che competente hai per fare una simile affermazione?
            C'erano netbook economici certo alcuni modelli
            anche a 150 euro, ma con tuttavia proXXXXXri e
            batterie insoddisfacenti, cosa che anche
            all'epoca ho sempre sottolineato, tant'è che per
            tali motivi non ne acquistai mai
            uno!Eppure nonostante i proXXXXXri e batterie insoddisfacenti hai affermato che questi dispositivi sarebbero stati il futuro...
            Tu avevi previsto un predominio di iPhone punto e
            bastaIo avevo previsto il fallimento dei netbook, perché è di questo che si parla qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2653271&m=2654737#p2654737 <i
            Questa classe di computer è già apparsa almeno due volte negli ultimi 20 anni, e ha puntualmente fallito. Come sta fallendo questo ennesimo tentativo, sempre per gli stessi motivi: gli svantaggi di un dispositivo molto piccolo e di uno molto grande, messi insieme. </i

            e mi pare che la tua previsione sia
            miseramente fallita,Ti pare a te, ma i giochi non sono ancora conclusi. iOS sta riprendendo quota e ha superato le vendite in USA. Quanto all'utilizzo, oltre a mantenere la maggioranza assoluta continua a crescere a livello mondiale rispetto Android. Novembre 2012:http://marketshare.hitslink.com/operating-system-market-share.aspx?qprid=8&qpcustomd=1&qptimeframe=M&qpsp=166iOS: 61,10%Android: 28,02%Dicembre 2012http://marketshare.hitslink.com/operating-system-market-share.aspx?qprid=8&qpcustomd=1&qptimeframe=M&qpsp=167iOS 60,13%Android: 24,60%
            hai sempre sostenuto che il
            prezzo era ininfluente, ecco oggi con i terminali
            android al 70% del mercato hai avuto la tua brava
            risposta, il prezzo è sempre molto
            importante!Che il prezzo sia ininfluente lo dimostrano gli iPad, come anche gli iPod degli ultimi 10 anni.E ciò che conta non è oggi, ma cosa è cambiato da ieri a oggi. Il trend, è importante.
            Si si certo come no! Io e l'ho sempre sostenuto
            fin dai tempi dei netbook non ho mai capito a
            cosa serva un notebook ultrapotente in mobilità,Non stupisce nessuno :D
            a meno di casi particolari, che certo non fanno i
            numeri di mercato, basta molto meno nel 2008 un
            netbook ed oggi un tablet... se un notebook lo
            devi usare da una postazione fissa allora è
            enormemente più comodo e conveniente un desktop,
            più potente, più flessibile, più comodo ed anche
            economico, se proprio hai problemi di spazio al
            limiti puoi optare per un all in one, ma un
            notebook che senso
            ha?Ne compri uno e poi capirai perché è stata la tipologia di computer più venduta nei primi 10 anni del duemila (oggi è iPad).
            Per fortuna Android sta reintroducendo dei file
            manager, e meno
            male!Perché, li aveva tolti?
            Ha ha ha... intanto con il mio tablet da 59 euro
            posso leggere una schedina SD,Anche con iPad.
            una chiavetta USBAnche con iPad.
            e duplicarne il contenuto, col tuo iPad invece
            hai difficoltà anche in queste azioni
            basilari.Azioni basilari? Queste sono azioni che interessano ben poche persone. Le azioni basilari su un tablet sono ben altre: navigazione web, email, messaggi, foto, video, libri, documentazione, eccetera.
            Peccato che android appoggiandosi alle app invece
            possa stampare su un numero ancora più grande di
            stampanti, puoi pilotare videoproiettori, puoi
            gestire un
            nas...Se si appoggia su delle app significa che non puoi stampare direttamente. Era così anche in iOS prima dell'avvento di AirPrint. Ora si stampa da qualsiasi app che preveda la stampa, proprio come in OS X, Windows e Linux. Android è limitato e nessuno, nonostante sia open source, ha implementato un sistema di stampa a livello sistema operativo. Segno che il fatto che sia open source non è di alcun beneficio, per l'utente.
            E poi muoiono, come stanno morendo gli iPod Ovvio che gli iPod muoiono, la loro funzione di player musicali viene oggi svolta da qualsiasi smartphone.
            e a
            breve gli
            iPhone...Morirà molto prima Android.Lo sai che Samsung quest'anno uscirà con il suo sistema Tizen? Proprio per smarcarsi da Google, parole di Samsung. E cosa rimane di Android senza Samsung? Le briciole, come Windows Phone.
            ha ha ha ... cosa sei l'uffico marketing della
            mela
            morsicata?No, sono uno che sa qualcosa più di te.
            Stanno andando così male i tablet android che
            apple ha tirato furi un 8 pollici un tantino più
            economico,Mi pare abbia fatto altrettanto con gli iPod. Che problema c'è? Dovrebbe andare avanti con lo stesso modello per trent'anni? Per far felice la concorrenza?
            stanno andando tanto male che da 15%
            del 2011 ad ottobre 2012 erano già al 48%, non ho
            i dati di oggi, ma ci metto la mano sul fuoco che
            sono già ben oltre il 50%!Sono insignificanti, ecco cosa sono.

            http://phandroid.com/2012/10/02/study-showing-andrOh beh, ci hanno messo pure i Kindle...(rotfl)Vuoi una situazione reale? Eccola:http://marketshare.hitslink.com/operating-system-market-share.aspx?qprid=10&qpcustomd=1
            Mah Io penso che il mercato dei desktop in futuro
            reggerà molto meglio di quello dei notebook ,
            vedremo!Chi ha detto che non reggerà? Semplicemente i prezzi raddoppieranno, triplicheranno, quadruplicheranno, eccetera.
            Ah tu non ci vedi la differenza? Io francamente
            si, visto che fanno tutto quello che può fare un
            iPhone ma costano si e no un
            quinto!Dicevi le stesse cose dei netbook. Vuoi che vada a ripescare i tuoi post?
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Apriamo le danze!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Enjoy with Us

            E quale sarebbe la mia previsione fallace?

            Ma Enjoy, è riportata poco sopra, ti è sfuggita?

            Ti rinfresco la memoria:
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2439561&m=244
            <i
            Questo per far capire come il futuro
            siano senz'altro i netbook! </i




            Che

            Android prendesse il predominio del mercato?
            L'ho

            detto a fine 2009, linki tu che sei tanto
            bravo
            o

            linko

            IO?

            Linka pure tu.
            Poi, una volta che avrai linkato, io risponderò
            con questo
            link:
            http://www.pianetacellulare.it/post/Apple/23821_iO

            Come puoi vedere in USA (che non è il Perù) il
            predominio ce l'ha ora
            iOS.1) Gli USA non sono neanche la metà del mondo2) Quelle percentuali si riferiscono al numero di vendite in un periodo, non alle quote totali, non ti sembra strano come possano essere così altalenanti le percentuali totali in così brevi periodi?Notare anche come nel periodo natalizio le vendite di device Apple crescano ampiamente, ovvero quando vengono fatti i regali ai bambini.Nel mondo under 10 Apple va a ruba, chissà come mai...
          • panda rossa scrive:
            Re: Apriamo le danze!
            - Scritto da: Mario Rossi
            Notare anche come nel periodo natalizio le
            vendite di device Apple crescano ampiamente,
            ovvero quando vengono fatti i regali ai
            bambini.
            Nel mondo under 10 Apple va a ruba, chissà come
            mai...Costa meno di hello kitty.
          • ruppolo scrive:
            Re: Apriamo le danze!
            - Scritto da: Mario Rossi
            1) Gli USA non sono neanche la metà del mondoVero, ma è la parte che guida il mercato. È la parte dove nascono questi dispositivi e dove per primi li utilizzano. Ciò che accade in USA è il preludio di ciò che accadrà nel resto del mondo (e la crisi attuale dovrebbe averlo fatto capire anche ai più distratti).
            2) Quelle percentuali si riferiscono al numero di
            vendite in un periodo, non alle quote totali, non
            ti sembra strano come possano essere così
            altalenanti le percentuali totali in così brevi
            periodi?Forse volevi dire "così altalenanti le vendite in un certo periodo".Sono altalenanti in funzione dell'uscita dei nuovi modelli.Ma la base "installata" e il suo utilizzo non è molto altalenante, e lì si vedono i trend.
            Notare anche come nel periodo natalizio le
            vendite di device Apple crescano ampiamente,
            ovvero quando vengono fatti i regali ai
            bambini.Questo vale per ogni genere di prodotto che sia "regalabile" a sé e agli altri.
            Nel mondo under 10 Apple va a ruba, chissà come
            mai...Perché è più facile e divertente da usare. Inoltre dispone di un completo ed efficace sistema di parental control.
          • picicci scrive:
            Re: Apriamo le danze!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Enjoy with Us

            E quale sarebbe la mia previsione fallace?

            Ma Enjoy, è riportata poco sopra, ti è sfuggita?

            Ti rinfresco la memoria:
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2439561&m=244
            <i
            Questo per far capire come il futuro
            siano senz'altro i netbook! </i




            Che

            Android prendesse il predominio del mercato?
            L'ho

            detto a fine 2009, linki tu che sei tanto
            bravo
            o

            linko

            IO?

            Linka pure tu.
            Poi, una volta che avrai linkato, io risponderò
            con questo
            link:
            http://www.pianetacellulare.it/post/Apple/23821_iO

            Come puoi vedere in USA (che non è il Perù) il
            predominio ce l'ha ora
            iOS.Ruppolo Ruppolo, quella era una previsione.Poi sono usciti i dati veri :http://www.engadget.com/2013/01/03/comscore-iphone-up-to-35-percent-of-us-share-in-november/
          • ruppolo scrive:
            Re: Apriamo le danze!
            - Scritto da: picicci
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Enjoy with Us


            E quale sarebbe la mia previsione
            fallace?



            Ma Enjoy, è riportata poco sopra, ti è
            sfuggita?



            Ti rinfresco la memoria:


            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2439561&m=244

            <i
            Questo per far capire come il
            futuro

            siano senz'altro i netbook! </i







            Che


            Android prendesse il predominio del
            mercato?

            L'ho


            detto a fine 2009, linki tu che sei
            tanto

            bravo

            o


            linko


            IO?



            Linka pure tu.

            Poi, una volta che avrai linkato, io
            risponderò

            con questo

            link:


            http://www.pianetacellulare.it/post/Apple/23821_iO



            Come puoi vedere in USA (che non è il Perù)
            il

            predominio ce l'ha ora

            iOS.

            Ruppolo Ruppolo, quella era una previsione.
            Poi sono usciti i dati veri :
            http://www.engadget.com/2013/01/03/comscore-iphonePrima di tutto quella non è una previsione ma sono i dati di vendita. Secondo, quelli sono i dati di vendita relativi ai sistemi operativi, mentre i dati da te riportati sono relativi agli smartphone (infatti riguardano le ATTIVAZIONI presso i carrier).
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Apriamo le danze!
            - Scritto da: ruppolo
            Poi, una volta che avrai linkato, io risponderò
            con questo
            link:
            http://www.pianetacellulare.it/post/Apple/23821_iO

            Come puoi vedere in USA (che non è il Perù) il
            predominio ce l'ha ora
            iOS.
            http://www.engadget.com/2013/01/03/comscore-iphone-up-to-35-percent-of-us-share-in-november/Direi proprio di no! Il 35% è ben lontano dal 53.7% in ogni caso si tratta dei dati Usa in europa e nel resto del mondo i dati sono ben diversi, android ha superato il 75%, si nota anche dal tuo stesso link, basta leggerlo fino in fondo!

            Che apple perdesse anche il predominio nel

            neonato mercato dei

            tablet?

            Questa è un'altra delle tue previsioni fallaci.
            Non serve mica un link,
            vero?
            E' la realtàhttp://phandroid.com/2012/10/02/study-showing-android-tablet-market-share-jumping-to-48-ipad-down-to-52/E qui sono fin troppo ottimisti per iPad! In realtà anche qui android domina già il mercato...


            e mi pare che la tua previsione sia

            miseramente fallita,

            Ti pare a te, ma i giochi non sono ancora
            conclusi. iOS sta riprendendo quota e ha superato
            le vendite in USA. Quanto all'utilizzo, oltre a
            mantenere la maggioranza assoluta continua a
            crescere a livello mondiale rispetto Android.
            Novembre
            2012:
            http://marketshare.hitslink.com/operating-system-m
            iOS: 61,10%
            Android: 28,02%Ha ha ha, i giochi non sono ancora chiusi? in tutto il mondo Android veleggia ormai verso quote che vanno dal 75 all'80% negli USA ha "solo" il 52% caspita che rimontona di apple e questo nonostante l'arrivo di iPhone 5! Se tanto mi da tanto iPhone 6 lo lanceranno prima dell'estate, prima di trovarsi negli USA sotto il 15%!

            hai sempre sostenuto che il

            prezzo era ininfluente, ecco oggi con i
            terminali

            android al 70% del mercato hai avuto la tua
            brava

            risposta, il prezzo è sempre molto

            importante!

            Che il prezzo sia ininfluente lo dimostrano gli
            iPad, come anche gli iPod degli ultimi 10
            anni.
            E ciò che conta non è oggi, ma cosa è cambiato da
            ieri a oggi. Il trend, è
            importante.Ha ha ha ha e dimmi che trend hanno gli iPhone? E che trend hanno gli Android?


            Si si certo come no! Io e l'ho sempre
            sostenuto

            fin dai tempi dei netbook non ho mai capito a

            cosa serva un notebook ultrapotente in
            mobilità,

            Non stupisce nessuno :D


            a meno di casi particolari, che certo non
            fanno
            i

            numeri di mercato, basta molto meno nel 2008
            un

            netbook ed oggi un tablet... se un notebook
            lo

            devi usare da una postazione fissa allora è

            enormemente più comodo e conveniente un
            desktop,

            più potente, più flessibile, più comodo ed
            anche

            economico, se proprio hai problemi di spazio
            al

            limiti puoi optare per un all in one, ma un

            notebook che senso

            ha?

            Ne compri uno e poi capirai perché è stata la
            tipologia di computer più venduta nei primi 10
            anni del duemila (oggi è
            iPad).
            Guarda che di notebook ne ho usati diversi sai e rimango dell'opinione che sia assai più comodo un desktop, tastiera migliore schermo migliore, migliore ergonomia della postazione di lavoro, maggior potenza, maggior spazio di archiviazione, costi inferiori, possibilità di sostituire da se i componenti guasti.... vedrai che in futuro il calo maggiore di vendite lo subiranno proprio i netbook a favore dei tablet android, non certo i desktop.

            Per fortuna Android sta reintroducendo dei
            file

            manager, e meno

            male!

            Perché, li aveva tolti?
            Beh inizialmente erano ben più rudimentali di quelli disponibili oggi!

            Ha ha ha... intanto con il mio tablet da 59
            euro

            posso leggere una schedina SD,

            Anche con iPad.
            Con un adattatore...

            una chiavetta USB
            Anche con iPad.
            con un adattatore

            e duplicarne il contenuto, col tuo iPad
            invece

            hai difficoltà anche in queste azioni

            basilari.

            Azioni basilari? Queste sono azioni che
            interessano ben poche persone. Le azioni basilariAh fare una copia delle foto o di un file per un amico non interessa a nessuno o forse non interessano a te perchè iPad non le può fare senza ricorrere ad acXXXXXri non standard a pagamento?
            su un tablet sono ben altre: navigazione web,
            email, messaggi, foto, video, libri,
            documentazione,
            eccetera.
            Cosa che il mio tablet pure fa egregiamente a 59 euro!

            Peccato che android appoggiandosi alle app
            invece

            possa stampare su un numero ancora più
            grande
            di

            stampanti, puoi pilotare videoproiettori,
            puoi

            gestire un

            nas...


            Morirà molto prima Android.
            Lo sai che Samsung quest'anno uscirà con il suo
            sistema Tizen? Proprio per smarcarsi da Google,
            parole di Samsung. E cosa rimane di Android senza
            Samsung? Le briciole, come Windows
            Phone.
            Beh Samsung prima era usita con Bada... cosa ne è rimasto di bada? Dubito che Tizien sia diverso, vedremo, se poi sarà meglio di android, open e supportato come lo è oggi android, tanto meglio, ma dubito!

            Stanno andando così male i tablet android che

            apple ha tirato furi un 8 pollici un tantino
            più

            economico,

            Mi pare abbia fatto altrettanto con gli iPod. Che
            problema c'è? Dovrebbe andare avanti con lo
            stesso modello per trent'anni? Per far felice la
            concorrenza?Ottimo esempio, infatti il mercato degli iPod è in crollo verticale!


            stanno andando tanto male che da 15%

            del 2011 ad ottobre 2012 erano già al 48%,
            non
            ho

            i dati di oggi, ma ci metto la mano sul
            fuoco
            che

            sono già ben oltre il 50%!

            Sono insignificanti, ecco cosa sono.
            Eh tutto è insignificate quando va contro la tua apple!




            http://phandroid.com/2012/10/02/study-showing-andr

            Oh beh, ci hanno messo pure i Kindle...(rotfl)
            E hanno fatto bene, visto che basta un root per abilitare anche il google play !
            Vuoi una situazione reale? Eccola:
            http://marketshare.hitslink.com/operating-system-m
            Quella è fuffa i dati reali sono i dati di vendita!

            Mah Io penso che il mercato dei desktop in
            futuro

            reggerà molto meglio di quello dei notebook ,

            vedremo!

            Chi ha detto che non reggerà? Semplicemente i
            prezzi raddoppieranno, triplicheranno,
            quadruplicheranno,
            eccetera.
            Non credo proprio
          • pietro scrive:
            Re: Apriamo le danze!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Enjoy with Us


            Ha ha ha... intanto con il mio tablet da 59
            euro

            posso leggere una schedina SD,

            Anche con iPad.


            una chiavetta USB
            Anche con iPad.


            e duplicarne il contenuto, col tuo iPad
            invece

            hai difficoltà anche in queste azioni

            basilari.

            Azioni basilari? Queste sono azioni che
            interessano ben poche persone. Le azioni basilari
            su un tablet sono ben altre: navigazione web,
            email, messaggi, foto, video, libri,
            documentazione,
            eccetera.per un utente Windows, ora diventato Android sul mobile l'unica azione basilare che considera è copiare, tutto il resto è superfluo
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Apriamo le danze!
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Enjoy with Us





            Ha ha ha... intanto con il mio tablet
            da
            59

            euro


            posso leggere una schedina SD,



            Anche con iPad.




            una chiavetta USB

            Anche con iPad.




            e duplicarne il contenuto, col tuo iPad

            invece


            hai difficoltà anche in queste azioni


            basilari.



            Azioni basilari? Queste sono azioni che

            interessano ben poche persone. Le azioni
            basilari

            su un tablet sono ben altre: navigazione web,

            email, messaggi, foto, video, libri,

            documentazione,

            eccetera.

            per un utente Windows, ora diventato Android sul
            mobile l'unica azione basilare che considera è
            copiare, tutto il resto è
            superfluobeh direi per qualsiasi utente di ADSL fissa! Spiegami perchè dovrei pagare una ventina di euro al mese per una ADSL fissa quando per 5-9 euro posso avere una ADSL mobile.Questo e la possibilità di storage e di masterizzazione mi fanno dire che ancora per molti anni il desktop sarà insostituibile!
          • ruppolo scrive:
            Re: Apriamo le danze!
            - Scritto da: Enjoy with Us
            - Scritto da: pietro

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: Enjoy with Us








            Ha ha ha... intanto con il mio
            tablet

            da

            59


            euro



            posso leggere una schedina SD,





            Anche con iPad.






            una chiavetta USB


            Anche con iPad.






            e duplicarne il contenuto, col tuo
            iPad


            invece



            hai difficoltà anche in queste
            azioni



            basilari.





            Azioni basilari? Queste sono azioni che


            interessano ben poche persone. Le azioni

            basilari


            su un tablet sono ben altre:
            navigazione
            web,


            email, messaggi, foto, video, libri,


            documentazione,


            eccetera.



            per un utente Windows, ora diventato Android
            sul

            mobile l'unica azione basilare che considera
            è

            copiare, tutto il resto è

            superfluo

            beh direi per qualsiasi utente di ADSL fissa!Parla per te, pirata!
            Spiegami perchè dovrei pagare una ventina di euro
            al mese per una ADSL fissa quando per 5-9 euro
            posso avere una ADSL
            mobile.Perché le connessioni ADSL sono molto più stabili, ad esempio.
            Questo e la possibilità di storage e di
            masterizzazione mi fanno dire che ancora per
            molti anni il desktop sarà
            insostituibile!Il desktop sarà insostituibile non certo per i criminali, ma per la gente che lavora! I criminali che vadano a ramingo!
    • Maggiordomo scrive:
      Re: Apriamo le danze!
      - Scritto da: ruppolo
      Posterò qui delle perle man mano che le trovo
      nell'archivio del
      forum....
      AHHAHAHAHHAHAH (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)I netbook sono stati un sucXXXXX, e questo non toglie nulla ai tablet di oggi che ereditano moltissimo da quessto trend, soprattutto l'avere reso disponibili cpu a bassissimo consumo.Ora ci sono tablet come il trasformer che con la tastiera separbile sono solo una variante rispetto al netbook, e subnotebook che hanno preso il posto dei netbook, mettendo solo una cpu più recente.Questa news non cambia nulla della storia: quello che sparira è un nome, e i notebook e subnotebook continueranno ad esistere per moltissimo tempo.Il tablet stesso è solo un'evoluzione del concetto di notebook che a sua volta è un evoluzione del concetto di pc.
    • FinalCut scrive:
      Re: Apriamo le danze!
      Mi offendi però... non mi hai citato :)http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2843228&m=2843954#p2843954
  • pietro scrive:
    li eliminano
    li eliminano non perchè non abbiano avuto sucXXXXX ma perchè i margini di guadagno sono troppo limitati, erano stati fatti in previsione di un enorme sucXXXXX, bassi margini ma elevatissimo numero di pezzi venduti. La cosa non si è verificata.
    • ruppolo scrive:
      Re: li eliminano
      - Scritto da: pietro
      li eliminano non perchè non abbiano avuto
      sucXXXXXAn no? (rotfl)
      ma perchè i margini di guadagno sono
      troppo limitati,Secondo te guadagna di più Samsung su un cellulare da 30 euro?
      erano stati fatti in previsione
      di un enorme sucXXXXX,Previsione ipotizzata da gente troppo giovane e ignorante, che non ha vissuto e non conosce la storia.
      bassi margini ma
      elevatissimo numero di pezzi venduti. La cosa non
      si è
      verificata.Ma che strano (rotfl)
  • iRoby scrive:
    Ultrabook touch
    Ho visto macchine molto interessanti nascere di recente.Display 11,6" multitouch e proXXXXXri degni di questo nome.Ecco queste sono più interessanti dei netbook.Però al form factor 11,6" non ci rinuncio!
    • pietro scrive:
      Re: Ultrabook touch
      - Scritto da: iRoby
      Ho visto macchine molto interessanti nascere di
      recente.

      Display 11,6" multitouch e proXXXXXri degni di
      questo
      nome.

      Ecco queste sono più interessanti dei netbook.
      Però al form factor 11,6" non ci rinuncio!schede video da paura per monitor unti e pieni di ditate.
      • iRoby scrive:
        Re: Ultrabook touch
        Prevedo il boom di un acXXXXXrio...Le salviette umidificate al detergente alcolico per pulire i touch screen.
        • pietro scrive:
          Re: Ultrabook touch
          - Scritto da: iRoby
          Prevedo il boom di un acXXXXXrio...
          Le salviette umidificate al detergente alcolico
          per pulire i touch
          screen.si potrebbero usare i film multistrato come per i caschi di F1
        • ruppolo scrive:
          Re: Ultrabook touch
          - Scritto da: iRoby
          Prevedo il boom di un acXXXXXrio...
          Le salviette umidificate al detergente alcolico
          per pulire i touch
          screen.Mai usato un iPad, eh?
          • iRoby scrive:
            Re: Ultrabook touch
            Perché è esente da grassi idrogenati e olio di palma di biscotti e pringles?
          • Izio01 scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: iRoby
            Perché è esente da grassi idrogenati e olio di
            palma di biscotti e
            pringles?Il grasso non osa sXXXXXre la Sacra Superficie e si disintegra spontaneamente, lasciando lo schermo pulito ;)
          • Trollollero scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: iRoby
            Perché è esente da grassi idrogenati e olio di
            palma di biscotti e
            pringles?Certo, interfaccia telepatica.
          • iFart scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: iRoby
            Perché è esente da grassi idrogenati e olio di
            palma di biscotti e
            pringles?No, lui lo pulisce sfregandoselo ta le chiappe.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: iRoby
            Perché è esente da grassi idrogenati e olio di
            palma di biscotti e
            pringles?Si, è oleo repellente.
          • picicci scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: iRoby

            Perché è esente da grassi idrogenati e olio
            di

            palma di biscotti e

            pringles?

            Si, è oleo repellente.Le ditate si vedono come su tutti i tablet o smartphone.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: picicci
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: iRoby


            Perché è esente da grassi idrogenati e
            olio

            di


            palma di biscotti e


            pringles?



            Si, è oleo repellente.

            Le ditate si vedono come su tutti i tablet o
            smartphone.Si, quando riesci a lasciarcele, il che avviene di rado in confronto ad un vetro non trattato. Inoltre, una volta lasciate, le togli con una sola passata con uno straccio, e non 20 passate come per i vetri non trattati.La stessa custodia Apple è in grado di togliere le impronte, da sola.
          • picicci scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: picicci

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: iRoby



            Perché è esente da grassi
            idrogenati
            e

            olio


            di



            palma di biscotti e



            pringles?





            Si, è oleo repellente.



            Le ditate si vedono come su tutti i tablet o

            smartphone.

            Si, quando riesci a lasciarcele, il che avviene
            di rado in confronto ad un vetro non trattato.
            Inoltre, una volta lasciate, le togli con una
            sola passata con uno straccio, e non 20 passate
            come per i vetri non
            trattati.
            La stessa custodia Apple è in grado di togliere
            le impronte, da
            sola.Il mio iPad e' differente (cit.)Le ditate compaiono immediatamente econ una facilita' estrema.Se non ci passo un panno in microfibra, rimane l'alone.
          • woz scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: picicci
            Le ditate compaiono immediatamente econ una
            facilita'
            estrema.

            Se non ci passo un panno in microfibra, rimane
            l'alone.Prova a lavarti le mani, tanto per fare qualcosa di nuovo.
          • picicci scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: woz
            - Scritto da: picicci

            Le ditate compaiono immediatamente econ una

            facilita'

            estrema.



            Se non ci passo un panno in microfibra,
            rimane

            l'alone.


            Prova a lavarti le mani, tanto per fare qualcosa
            di
            nuovo.Uhhhhh e' arrivato il rosicone
          • ruppolo scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: picicci
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: picicci


            - Scritto da: ruppolo



            - Scritto da: iRoby




            Perché è esente da grassi

            idrogenati

            e


            olio



            di




            palma di biscotti e




            pringles?







            Si, è oleo repellente.





            Le ditate si vedono come su tutti i
            tablet
            o


            smartphone.



            Si, quando riesci a lasciarcele, il che
            avviene

            di rado in confronto ad un vetro non
            trattato.

            Inoltre, una volta lasciate, le togli con una

            sola passata con uno straccio, e non 20
            passate

            come per i vetri non

            trattati.

            La stessa custodia Apple è in grado di
            togliere

            le impronte, da

            sola.

            Il mio iPad e' differente (cit.)

            Le ditate compaiono immediatamente econ una
            facilita'
            estrema.

            Se non ci passo un panno in microfibra, rimane
            l'alone.Questo nei tablet androidi.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: ruppolo
            Questo nei tablet androidi.Nei tablet Apple lo schermo ti fa la manicure...
          • picicci scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: picicci

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: picicci



            - Scritto da: ruppolo




            - Scritto da: iRoby





            Perché è esente da grassi


            idrogenati


            e



            olio




            di





            palma di biscotti e





            pringles?









            Si, è oleo repellente.







            Le ditate si vedono come su tutti i

            tablet

            o



            smartphone.





            Si, quando riesci a lasciarcele, il che

            avviene


            di rado in confronto ad un vetro non

            trattato.


            Inoltre, una volta lasciate, le togli
            con
            una


            sola passata con uno straccio, e non 20

            passate


            come per i vetri non


            trattati.


            La stessa custodia Apple è in grado di

            togliere


            le impronte, da


            sola.



            Il mio iPad e' differente (cit.)



            Le ditate compaiono immediatamente econ una

            facilita'

            estrema.



            Se non ci passo un panno in microfibra,
            rimane

            l'alone.

            Questo nei tablet androidi.Certo Ruppolo certo.
          • Polemik scrive:
            Re: Ultrabook touch
            Si, un po' come questo forum è corsivo-repellente.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: iRoby

            Perché è esente da grassi idrogenati e olio
            di

            palma di biscotti e

            pringles?

            Si, è oleo repellente.Si vabbè... togli oleo e ci sei.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: iRoby

            Prevedo il boom di un acXXXXXrio...

            Le salviette umidificate al detergente
            alcolico

            per pulire i touch

            screen.

            Mai usato un iPad, eh?Perchè li le ditate non si vedono?
          • ruppolo scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: Enjoy with Us
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: iRoby


            Prevedo il boom di un acXXXXXrio...


            Le salviette umidificate al detergente

            alcolico


            per pulire i touch


            screen.



            Mai usato un iPad, eh?

            Perchè li le ditate non si vedono?Quando ci sono, si vedono.Il punto è che raramente ci sono.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: ruppolo
            Quando ci sono, si vedono.
            Il punto è che raramente ci sono.E' così inutile da rimanere sempre in custodia?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Quando ci sono, si vedono.

            Il punto è che raramente ci sono.
            E' così inutile da rimanere sempre in custodia?L'importante e' che si veda bene la mela sul retro.Quello che succede sullo schermo e' irrilevante.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Mario Rossi

            - Scritto da: ruppolo


            Quando ci sono, si vedono.


            Il punto è che raramente ci sono.

            E' così inutile da rimanere sempre in
            custodia?

            L'importante e' che si veda bene la mela sul
            retro.
            Quello che succede sullo schermo e' irrilevante.Guarda che il dentista costa...
          • ruppolo scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Quando ci sono, si vedono.

            Il punto è che raramente ci sono.
            E' così inutile da rimanere sempre in custodia?Giudica da te:http://marketshare.hitslink.com/operating-system-market-share.aspx?qprid=10&qpcustomd=1
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: ruppolo
            Giudica da te:
            http://marketshare.hitslink.com/operating-system-mNon c'entra un tubo, mi riferivo allo scarso utilizzo che tu ne devi fare, visto che raramente ci sono ditate sul tuo schermo...
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: ruppolo
            Giudica da te:
            http://marketshare.hitslink.com/operating-system-mNon c'entra nulla, si stava valutando lo scarso utilizzo che tu ne fai vista la pulizia del tuo tuo touch-screen
          • ruppolo scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Giudica da te:


            http://marketshare.hitslink.com/operating-system-m
            Non c'entra nulla, si stava valutando lo scarso
            utilizzo che tu ne fai vista la pulizia del tuo
            tuo
            touch-screenIl touch è pulito non per lo scarso utilizzo, ma grazie al trattamento oleo repellente.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: ruppolo
            Il touch è pulito non per lo scarso utilizzo, ma
            grazie al trattamento oleo
            repellente.Certo certo, puoi anche farci un fritto misto, tanto è oleo repellente.Tutt'al più puoi dire che è repellente, stop...
          • prova123 scrive:
            Re: Ultrabook touch
            Le ditate sui display fanno XXXXXX su tutti i display, Apple non esclusa.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: prova123
            Le ditate sui display fanno XXXXXX su tutti i
            display, Apple non
            esclusa.Certo, quando si formano fanno proprio XXXXXX. Il punto è che sui dispositivi Apple iPhone e iPad si formano in misura minore, e si tolgono con una passata sui vestiti che si indossano, non è necessario il panno in micro fibra. Trovo comunque ridicolo il fatto di dover spiegare i vantaggi di un display trattato oleo repellente, dovrebbero essere ovvi.
          • picicci scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: prova123

            Le ditate sui display fanno XXXXXX su tutti i

            display, Apple non

            esclusa.

            Certo, quando si formano fanno proprio XXXXXX. Il
            punto è che sui dispositivi Apple iPhone e iPad
            si formano in misura minore, e si tolgono con una
            passata sui vestiti che si indossano, non è
            necessario il panno in micro fibra.


            Trovo comunque ridicolo il fatto di dover
            spiegare i vantaggi di un display trattato oleo
            repellente, dovrebbero essere
            ovvi.Dopo mezz'ora di utilizzo : https://www.dropbox.com/s/2xjf5v8uonsjtip/IMG_20130104_091616.jpgDopo una passata sui vestiti :https://www.dropbox.com/s/4imgitbzrt3net5/IMG_20130104_091638.jpg
          • picicci scrive:
            Re: Ultrabook touch
            Dopo n passate sui vestiti :https://www.dropbox.com/s/jd3wv00f5n7q9zp/IMG_20130104_092340.jpg
          • Izio01 scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: picicci
            Dopo n passate sui vestiti :
            https://www.dropbox.com/s/jd3wv00f5n7q9zp/IMG_2013Pwned! (cylon)
          • prova123 scrive:
            Re: Ultrabook touch
            I display si sXXXXXno lo stesso e una pezza per pulirli la devi avere lo stesso.
          • picicci scrive:
            Re: Ultrabook touch
            Ma vedi, lui si veste di pezze, quindi usa i vestiti per pulire i display
          • gnammolo scrive:
            Re: Ultrabook touch
            ultrapwned!
          • prova123 scrive:
            Re: Ultrabook touch
            - Scritto da: ruppolo
            Certo, quando si formano fanno proprio XXXXXX. Il
            punto è che sui dispositivi Apple iPhone e iPad
            si formano in misura minore, e si tolgono con una
            passata sui vestiti che si indossano, non è
            necessario il panno in micro fibra.
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Certo l'ipad sui vestiti e la scarpe sui pantaloni dietro le gambe ... spero che non ti sentano i venditori di scarpe :D
  • panda rossa scrive:
    Auspichiamo un bel calo di prezzi.
    A questo punto auspichiamo un bel calo di prezzi e poi ne facciamo incetta.Tanto le caratteristiche di queste macchine sono tali da non richiedere ulteriore potenziamento dell'hardware.Un netbook puo' tranquillamente svolgere il suo compito per una dozzina d'anni e anche piu'.
    • Esaltatore Di Sapidita scrive:
      Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
      Ti consiglio di fare incetta di pallottolieri, durano anche di più :D
    • prova123 scrive:
      Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
      Domani acquisterò una batteria di riserva, il mio ASUS 1000H mi ha fatto guadagnare molto in termini economici, è vecchio di 3 anni, l'accoppiata XP+SSD è stratosferica. Penso che lo dismetterò nel 2020.
      • Esaltatore Di Sapidita scrive:
        Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
        Dubito che ti abbia fatto guadagnare, perchè altrimenti non prenderesti una batteria di riserva, ma passeresti a qualcosa di meglio.
        • panda rossa scrive:
          Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
          - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
          Dubito che ti abbia fatto guadagnare, perchè
          altrimenti non prenderesti una batteria di
          riserva, ma passeresti a qualcosa di
          meglio.E' per questo che tu invece di cambiare le gomme, cambi auto ogni 50.000Km.
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            No, le gomme le cambio regolarmente per la sicurezza.L'auto la cambio per migliorare prestazioni, consumo e comfort.E con un netbook di tre anni con xp equivale a viaggiare con una NSU Prinz
          • panda rossa scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            No, le gomme le cambio regolarmente per la
            sicurezza.
            L'auto la cambio per migliorare prestazioni,
            consumo e
            comfort.
            E con un netbook di tre anni con xp equivale a
            viaggiare con una NSU
            PrinzXP, grazie arcaxo!
          • prova123 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Configuralo correttamente con un HD SSD, mentre usi una macchina virtuale con un secondo XP scrivi una lettera a babbo natale con Office 2010 e magari invia una email con allegati ;).Probabilmente tu hai visto sempre computer di niubbi con winzozz (rotfl)
          • Izio01 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            No, le gomme le cambio regolarmente per la
            sicurezza.
            L'auto la cambio per migliorare prestazioni,
            consumo e
            comfort.
            E con un netbook di tre anni con xp equivale a
            viaggiare con una NSU
            PrinzBum!Fammi indovinare: utente Apple?
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Izio01
            Bum!
            Fammi indovinare: utente Apple?Fortunatamente lavorando su Win, OSX e Linux so quale è il migliore.
          • panda rossa scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            - Scritto da: Izio01

            Bum!

            Fammi indovinare: utente Apple?

            Fortunatamente lavorando su Win, OSX e Linux so
            quale è il
            migliore.Lavorare e' una parola difficile, della quale evidentemente ignori il significato.
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Ancor più fortunatamente, lavoro con passione divertendomi, lasciando a te l'infelice compito di scrivere il codice.Che ti deve essere parecchio pesante, vista l'enorme quantità di commenti postati in orario di lavoro su questo forum di troll.
          • panda rossa scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            Ancor più fortunatamente, lavoro con passione
            divertendomi, lasciando a te l'infelice compito
            di scrivere il
            codice.Povero stolto!Talmente infimo e meschino da ritenere "infelice compito" il pregio riservato unicamente alle menti eccelse. Torna pure nella tua miniera, a misurare il tuo lavoro in litri di sudore, e lascia pure che siano altri a svolgere "l'infelice compito".
            Che ti deve essere parecchio pesante, vista
            l'enorme quantità di commenti postati in orario
            di lavoro su questo forum di troll.La differenza tra lavorare col computer e lavorare con piccone e zappa e' la seguente.Il computer lavora mentre io, che l'ho programmato per lavorare, posto su PI.La zappa e il piccone necessitano che TU faccia il lavoro.
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: panda rossa
            Povero stolto!
            Talmente infimo e meschino da ritenere "infelice
            compito" il pregio riservato unicamente alle
            menti eccelse.

            Torna pure nella tua miniera, a misurare il tuo
            lavoro in litri di sudore, e lascia pure che
            siano altri a svolgere "l'infelice
            compito".


            Che ti deve essere parecchio pesante, vista

            l'enorme quantità di commenti postati in
            orario

            di lavoro su questo forum di troll.

            La differenza tra lavorare col computer e
            lavorare con piccone e zappa e' la
            seguente.
            Il computer lavora mentre io, che l'ho
            programmato per lavorare, posto su
            PI.
            La zappa e il piccone necessitano che TU faccia
            il lavoro.Haha sei divertentissimo. Dai su, un bel maalox e torna a ricompilare. Quando puoi esci all'aperto. PI non è la stessa cosa.
          • panda rossa scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita

            Haha sei divertentissimo. Dai su, un bel maalox e
            torna a ricompilare. Quando puoi esci all'aperto.
            PI non è la stessa
            cosa.Ma io sono all'aperto!Non sai che il netbook funziona in mobilita', ed e' pure dotato di tastiera?
          • Izio01 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            - Scritto da: Izio01

            Bum!

            Fammi indovinare: utente Apple?

            Fortunatamente lavorando su Win, OSX e Linux so
            quale è il
            migliore.Pensi di essere l'unico ad utilizzare diverse piattaforme? OSX lo utilizzo a casa, anche se non spesso come Windows, e anch'io ho una mia idea.No, non sto dicendo che windows XP sia MEGLIO, solo che tutta questa presunta, esagerata superiorità dell'"esperienza" , proprio non la vedo. Marginalmente meglio sì: mi piace la fluidità di cose come lo scorrimento da un desktop all'altro con il magic touchpad, o comunque la veste grafica, ben valorizzata dal monitor 27", bella l'installazione aprendo l'immagine disco e trascinando il programma nel menù applicazioni, ma da qui a dire che al confronto XP è una NSU Prinz ce ne corre, a meno che tu non intenda dire che OSX è una Simca.
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Izio01
            No, non sto dicendo che windows XP sia MEGLIO,
            solo che tutta questa presunta, esagerata
            superiorità dell'"esperienza" , proprio non la
            vedo.Quando uno va al mare può: galleggiare, immergersi o andare in profondità.Intanto tu puoi provare a fare un po' di snorkeling.
          • Izio01 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            - Scritto da: Izio01

            No, non sto dicendo che windows XP sia
            MEGLIO,

            solo che tutta questa presunta, esagerata

            superiorità dell'"esperienza" , proprio non
            la

            vedo.

            Quando uno va al mare può: galleggiare,
            immergersi o andare in
            profondità.
            Intanto tu puoi provare a fare un po' di
            snorkeling.Imparare ad usare le cose è utile e positivo. Scegliere le cose da fare in base al computer che si usa, un po' meno. Garage Band sarà anche bellissimo, ad esempio, ma a me non serve né interessa.Per quello che faccio a casa, mi trovo benissimo col PC (che al momento monta Windows 8) e col Mac. Faccio più fatica a scrivere col Mac NON per limiti della piattaforma ma perché con le scorciatoie del PC vado in automatico, dopo anni di utilizzo, mentre per quelle del Mac devo fermarmi a pensarci. Continuo a voler fare DEL e invece cancellare la parola a sinistra del cursore perché uso Ctrl anziché Fn, quando voglio andare a fine paragrafo devo provare tutte le combinazioni. Ripeto: non è un difetto del Mac ma solo il mio percorso formativo a decretare questa asimmetria. Tu sei sicuro di non fare invece questo errore riguardo al PC, ritenendo "inferiore" tutto ciò che invece è solo "diverso"?
          • Izio01 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            La faccina con gli occhiali da sole in realtà era un 8 seguito da parentesi chiusa, mannaggia!
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Izio01
            Tu sei sicuro di non fare invece questo errore riguardo al PC, ritenendo "inferiore" tutto ciò che invece è solo "diverso"?Sì, ne sono sicuro. Conosco win dai tempi del DOS e il mac dal system 6.0.7.So chi ha fatto innovazione e chi invece ha continuato a rincorrere senza proporre niente di nuovo.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            Sì, ne sono sicuro. Conosco win dai tempi del DOS
            e il mac dal system
            6.0.7.
            So chi ha fatto innovazione e chi invece ha
            continuato a rincorrere senza proporre niente di
            nuovo.E quelli che hanno "fatto innovazione" sono quelli che il primo rilascio di un sistema x64 lo hanno fatto nel 2009 e che nella nuova versione del sistema hanno dato la svolta con l'integrazione di Twitter con tutte le app?
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            L'innovazione si vede nell'insieme e non nei singoli particolari. Soprattutto è quando la concorrenza copia a mani basse hardware e sofware che si determina il dominio delle idee originali. Questo purtroppo causa appiattimento.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            L'innovazione si vede nell'insieme e non nei
            singoli particolari. Soprattutto è quando la
            concorrenza copia a mani basse hardware e sofware
            che si determina il dominio delle idee originali.
            Questo purtroppo causa
            appiattimento.Dovremmo anche esaltare la Xerox che ha inventato il desktop a finestre e Douglas Engelbart per avere concepito il mouse e l'interazioni tra persona e macchina...
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Beh la Xerox andrebbe fustigata perchè non ha valorizzato le idee concepite al suo interno vendendole alla Apple. Jobs ha fatto in modo che quelle idee potessimo usarle tutti inserendole nel suo sistema.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            Beh la Xerox andrebbe fustigata perchè non ha
            valorizzato le idee concepite al suo interno
            vendendole alla Apple. Jobs ha fatto in modo che
            quelle idee potessimo usarle tutti inserendole
            nel suo
            sistema.Sotto questo punto di vista, andrebbe esaltata anche quell'altra ditta che ha reso il PC alla portata di tutti.E sempre sotto questo punto di vista se è stata la Apple ad avere "innovato", utilizzando le idee di altri, allora Microsoft avrebbe "innovato" ancora di più mettendole a disposizione di chiunque...
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Mario Rossi
            Sotto questo punto di vista, andrebbe esaltata
            anche quell'altra ditta che ha reso il PC alla
            portata di tutti.Non confondere diffusione con innovazione
            E sempre sotto questo punto di vista se è stata
            la Apple ad avere "innovato", utilizzando le idee
            di altri, allora Microsoft avrebbe "innovato"
            ancora di più mettendole a disposizione di
            chiunque...Non confondere acquisto legale con copia da "furbi"
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            - Scritto da: Mario Rossi


            Sotto questo punto di vista, andrebbe
            esaltata

            anche quell'altra ditta che ha reso il PC
            alla

            portata di tutti.

            Non confondere diffusione con innovazioneInfatti quella è innovazione sotto il tuo punto di vista come ti ho già detto, visto che la vera innovazione l'ha fatte Xerox, ma tu l'hai associata alla diffusione che ne ha fatto Jobs
            Non confondere acquisto legale con copia da
            "furbi"E chi ha parlato di acquisti?
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            L'innovazione non la fai tenendola chiusa in un cassetto.Se hai un'idea e non la metti in pratica è come se non l'avessi mai avuta.Semplice no?
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            L'innovazione non la fai tenendola chiusa in un
            cassetto.
            Se hai un'idea e non la metti in pratica è come
            se non l'avessi mai
            avuta.Mi sembra che in pratica ce l'abbiano messa(vedi Xerox Alto)Insomma se Apple utilizza le idee di altri fa innovazione, se lo fanno gli altri fanno "solo" diffusione?Comunque http://www.treccani.it/vocabolario/innovazione/
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            'scolta Mario, non è che ti devo convincere.Per me è così, la vedo molto chiara la faccenda
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            'scolta Mario, non è che ti devo convincere.
            Per me è così, la vedo molto chiara la faccendaPer carità, anche io stavo semplicemente dicendo la mia, niente di personale...
          • Maggiordomo scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            'scolta Mario, non è che ti devo convincere.
            Per me è così, la vedo molto chiara la faccendaLe tue tesi sono a pezzi sul terreno e non ti resta che negare l'evidenza.Complimenti.
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            A me non sembra, mi sono spiegato in modo chiaro. A cosa ti riferisci in particolare?
          • Maggiordomo scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            A me non sembra, mi sono spiegato in modo chiaro.
            A cosa ti riferisci in
            particolare?Non sai leggere? Le tue tesi sono state fatte a pezzi e fai fint di non vedere.
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Le mie non sono tesi, sono l'esposizione di dati di fatto. L'unica cosa a pezzi sono i netbook e la tua capacità di comprensione.
          • Maggiordomo scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Rileggi sarai più fortunato: la tua tesi è stata smontata e fatta a pezzi e rispondi con fumo, e i netbook non saranno affatto fatti a pezzi
          • Balengo scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Diamogli un aiutino:cosa non ti era chiaro di "Insomma se Apple utilizza le idee di altri fa innovazione, se lo fanno gli altri fanno "solo" diffusione?"
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            @ MaggiordomoE tu è inutile che continui a ripetere le stesse cose, sembri un noioso pappagallo.Figurati se sto a perdere tempo con dei trolloni che filosofeggiano sulla copia o meno delle interfacce del 1972, quando basta osservare che oggi il consumer computing è dominato e INNOVATO da Apple con idee pluricopiate (ipod, itunes, iphone, ipad, appstore).Queste INNOVAZIONI hanno devastato il tradizionale e consolidato mondo dei PC, causando la prima vittima ufficiale, il netbook. Microsoft è all'angolo con un sistema per smartphone mai decollato e Win8 aspramente criticato dagli stessi produttori di PC.Le cose che scrivo non sono tesi, sono sotto gli occhi di tutte le persone normodotate. Ma ovviamente per te, troll sopraffino, che apprezzi i giochini di parole, tutto ciò sarà merito di Xerox.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 gennaio 2013 11.01-----------------------------------------------------------
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            INNOVATO
            da Apple con idee pluricopiate (ipod, itunes,
            iphone, ipad,
            appstore).Forse non hai letto il link alla definizione di innovazione che ho messo sopra.Innovazione potrebbe essere quella del MPMan, che dovrebbe essere il primo riproduttore di musica digitale portatile con hard disk(se non è il primo è comunque precedente all'iPod).Innovazione potrebbe anche essere il Download Fun Catalog, il primo application store disponibile(per chi aveva il Danger Hiptop), nato nel 2002, qualche anno prima dell'AppStore di Apple(2008).Si può parlare di innovazione anche analizzando il Kyocera 6035(2001), che è considerato il primo smartphone. Qualcuno potrebbe dire che non era touch e avrebbe ragione, in questo caso subentra l'HP iPaq(2004, ha anche un nome familiare), anche questi sono arrivati qualche anno prima rispetto a quello che molti considerano erroneamente il primo smartphone, ovvero l'iPhone che è arrivato nel 2007.Poi siccome non ne ho voglia di continuare andatevi a guardare la storia del tablet http://en.wikipedia.org/wiki/History_of_tablet_computers#History Come hai detto tu, c'è una differenza tra innovazione e diffusione
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            E come mai l'iPaq non ha sfondato?
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            E come mai l'iPaq non ha sfondato?Qui, come hai detto tu, si parla di innovazione non di diffusione, che come hai detto tu non vanno confuse
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Te lo dico io perchè non ha sfondato, perchè aveva windows mobile!La vera innovazione che tu non riesci a cogliere non è in un particolare tipo di hardware, ma soprattutto nella sua semplicità intrinseca.L'iphone come tutti i prodotti Apple hanno al centro della loro filosofia la semplicità. La tecnologia deve essere al servizio dell'utente e non viceversa.Questa innovazione che ha caratterizzato tutti i Mac fin dall'esordio è stata principalmente apprezzata dai creativi, che potevano produrre senza sbattimenti tecnici, ora è stata finalmente capita anche dalla gente comune. Da qui alla diffusione capillare è stato un attimo.I fenomeni che definiscono utonti chi usa Apple, e che si credono furbi perchè riescono a sopperire ai disastri di windows con grandi perdite di tempo, non riescono a capire le cose più semplici, perchè hanno sucXXXXX e perchè cambiano le abitudini delle persone.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            La vera innovazione che tu non riesci a cogliere
            non è in un particolare tipo di hardware, ma
            soprattutto nella sua semplicità
            intrinseca.Anche la zappa è semplice da usare, ciò nonostante la gente si ostina a studiare...
            L'iphone come tutti i prodotti Apple hanno al
            centro della loro filosofia la semplicità. La
            tecnologia deve essere al servizio dell'utente e
            non
            viceversa.

            Questa innovazione che ha caratterizzato tutti i
            Mac fin dall'esordio è stata principalmente
            apprezzata dai creativi, che potevano produrre
            senza sbattimenti tecnici, ora è stata finalmente
            capita anche dalla gente comune. Da qui alla
            diffusione capillare è stato un
            attimo.Il rendere a portata degli idioti un'innovazione fatta da altri è diffusione, non innovazione
            I fenomeni che definiscono utonti chi usa Apple,
            e che si credono furbi perchè riescono a
            sopperire ai disastri di windows con grandi
            perdite di tempo, non riescono a capire le cose
            più semplici, perchè hanno sucXXXXX e perchè
            cambiano le abitudini delle
            persone.Vengono definiti macachi, non utonti, perché non riescono a distinguere un fermacarte da un computer(e anche per il "mac" di macaco)
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Mario Rossi
            Vengono definiti macachi, non utonti, perché non
            riescono a distinguere un fermacarte da un
            computer(e anche per il "mac" di macaco)Effettivamente tra un netbook e un fermacarte non c'è nessuna differenza.La differenza la fate voi win-utonti che esaltate l'utilità di un fermacarte
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            La differenza la fate voi win-utonti che esaltate
            l'utilità di un
            fermacarteNo, questo era proprio il motivo per cui molti utenti Apple vengono definiti macachi, non cercare di mischiare le carte in tavola
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Non mischio niente...Hai fatto una precisazione superflua 8)
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            Non mischio niente...
            Hai fatto una precisazione superflua 8)Ho soltanto corretto una parte di ciò che avevi scritto...
          • prova123 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Io ho iniziato dai sistemi Vax, uVax, DOS.3.3, Win1.0 ... e mi fermo qui, ho seguito l'evoluzione (non solo dalle riviste), tu non hai nemmeno idea di chi ha fatto innovazione (e penso che tu lo faccia in buona fede).Questo è solo un esempio, un documento ufficiale del 1983 in cui già allora Apple pagava altri per fare innovazione: Apple pagava e gli altri facevano innovazione ;)http://www.textfiles.com/bitsavers/pdf/apple/disk/sony/Sony_Microfloppy_Interface_May83.pdf
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Esatto, pagava. La differenza è tutta qui, oltre ai risultati ovviamente.
          • pietro scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: prova123
            Io ho iniziato dai sistemi Vax, uVax, DOS.3.3,
            Win1.0 ... e mi fermo qui, ho seguito
            l'evoluzione (non solo dalle riviste), tu non hai
            nemmeno idea di chi ha fatto innovazione (e penso
            che tu lo faccia in buona
            fede).
            Questo è solo un esempio, un documento ufficiale
            del 1983 in cui già allora Apple pagava altri per
            fare innovazione: Apple pagava e gli altri
            facevano innovazione
            ;)

            http://www.textfiles.com/bitsavers/pdf/apple/disk/i risultati di quel lavoro sono stati i floppy da 3' 1/4 che il mac montava dal l'84 ( il lisa anche prima) e che sui PC si sono visti solo 5 anni dopo
          • prova123 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Vedo che hai difficoltà a capire il tema dell'argomento :-o
          • pietro scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: prova123
            Vedo che hai difficoltà a capire il tema
            dell'argomento
            :-oL'ho capito benissimo, Apple aveva bisogno di floppy più piccoli e ha incaricato Sony di occuparsi dello sviluppo.Domanda: Sony lo avrebbe fatto senza la commissione ricevuta da Apple?Aggiungo: probabilmente Apple ha blindato sony per un paio d'anni per evitare che quel prodotto lo potessero avere anche altri, che poi è la stessa cosa che ha fatto con INTEL con la tecnologia Thundrebolt un paio d'anni fa.A questo punto prova a chiederti; chi è l'innovatore?il committente o l'esecutore?
          • prova123 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Avendo programmato su MAC (in finestra nel 1997 emulato su PC con win95+PCTools 2.0 ... Executor potrebbe dirti qualcosa ed è stato la fonte delle prime cause Apple ... la velocità di esecuzione dei programmi su un PC 166 Mhz era la metà di Powermac 8000 la macchina davanti alla quale in quel tempo i macachi si inginocchiavano senza guardarla, ovviamente i MacQuadra non li vedevo nemmeno di striscio) si può notare come sia fondamentalmente un computer per mancini mentre la maggioranza della popolazione è destra (a me non dà troppo fastidio in quanto sono quasi ambidestro: le iconette di chiusura/ingrandimento/riduzione a icona sono a sinistra comodissime solo per chi è mancino, ma chi è destro tende a far rimanere il mouse a destra ... l'usabilità questa sconosciuta.
          • pietro scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: prova123
            Avendo programmato su MAC (in finestra nel 1997
            emulato su PC con win95+PCTools 2.0 ... Executor
            potrebbe dirti qualcosa ed è stato la fonte delle
            prime cause Apple ... la velocità di esecuzione
            dei programmi su un PC 166 Mhz era la metà di
            Powermac 8000 la macchina davanti alla quale in
            quel tempo i macachi si inginocchiavano senza
            guardarla, ovviamente i MacQuadra non li vedevo
            nemmeno di striscio) si può notare come sia
            fondamentalmente un computer per mancini mentre
            la maggioranza della popolazione è destra (a me
            non dà troppo fastidio in quanto sono quasi
            ambidestro: le iconette di
            chiusura/ingrandimento/riduzione a icona sono a
            sinistra comodissime solo per chi è mancino, ma
            chi è destro tende a far rimanere il mouse a
            destra ... l'usabilità questa
            sconosciuta.no no no i menu per qualsiasi programma e per qualsiasi OS partono da sinistra in alto, è lì che il mouse continua ad andare durante l'uso di un computer.hai perso un'occasione per stare zitto
          • prova123 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Anche in questo caso non hai capito il tema dell'argomento, non ho parlato di menu. :-o
          • prova123 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            ma dove le persone lasciano il puntatore del mouse DOPO avere usato il menu ... purtroppo mi tocca spiegarlo. :-o
          • pietro scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: prova123
            ma dove le persone lasciano il puntatore del
            mouse DOPO avere usato il menu ... purtroppo mi
            tocca spiegarlo.
            :-ose sei abituato ad andare sempre in alto a sinistra per accedere ai menu non sarà innaturale ad andarci anche per chiudere o minimizzare una finestra.il mouse io lo lascio sempre dove capita.
          • panda rossa scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: prova123

            ma dove le persone lasciano il puntatore del

            mouse DOPO avere usato il menu ... purtroppo
            mi

            tocca spiegarlo.

            :-o
            se sei abituato ad andare sempre in alto a
            sinistra per accedere ai menu non sarà innaturale
            ad andarci anche per chiudere o minimizzare una
            finestra.
            il mouse io lo lascio sempre dove capita.L'interfaccia ideale e' quella in cui IO decido dove collocare i menu e pulsanti di chiusura delle finestre.L'interfaccia ideale e' quella io cui IO decido quali hotkey assegnare alle varie voci di menu.Voialtri di quale epoca preistorica state parlando visto che elencate proprieta' imposte e non configurabili dell'interfaccia?
          • pietro scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: pietro

            - Scritto da: prova123


            ma dove le persone lasciano il
            puntatore
            del


            mouse DOPO avere usato il menu ...
            purtroppo

            mi


            tocca spiegarlo.


            :-o

            se sei abituato ad andare sempre in alto a

            sinistra per accedere ai menu non sarà
            innaturale

            ad andarci anche per chiudere o minimizzare
            una

            finestra.

            il mouse io lo lascio sempre dove capita.

            L'interfaccia ideale e' quella in cui IO decido
            dove collocare i menu e pulsanti di chiusura
            delle
            finestre.

            L'interfaccia ideale e' quella io cui IO decido
            quali hotkey assegnare alle varie voci di
            menu.

            Voialtri di quale epoca preistorica state
            parlando visto che elencate proprieta' imposte e
            non configurabili
            dell'interfaccia?Su mac OS l'interfaccia è assolutamente configurabile, se sai come fare, è un sistema UNIX completo a tutti gli effetti.Per tutti gli altri che non sono interessati alla cosa sono state fatte delle scelte di default basate su un'analisi ergonomica condotta da degli psicologi del comportamento e non da dei semplici programmatori. I pulsanti e i menù sono dove uno si aspetta di trovarli e non dove piaceva al programmatore di turno.
          • pietro scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: pietro


            - Scritto da: prova123



            ma dove le persone lasciano il

            puntatore

            del



            mouse DOPO avere usato il menu ...

            purtroppo


            mi



            tocca spiegarlo.



            :-o


            se sei abituato ad andare sempre in
            alto
            a


            sinistra per accedere ai menu non sarà

            innaturale


            ad andarci anche per chiudere o
            minimizzare

            una


            finestra.


            il mouse io lo lascio sempre dove
            capita.



            L'interfaccia ideale e' quella in cui IO
            decido

            dove collocare i menu e pulsanti di chiusura

            delle

            finestre.



            L'interfaccia ideale e' quella io cui IO
            decido

            quali hotkey assegnare alle varie voci di

            menu.



            Voialtri di quale epoca preistorica state

            parlando visto che elencate proprieta'
            imposte
            e

            non configurabili

            dell'interfaccia?
            Su mac OS l'interfaccia è assolutamente
            configurabile, se sai come fare, è un sistema
            UNIX completo a tutti gli
            effetti.
            Per tutti gli altri che non sono interessati alla
            cosa sono state fatte delle scelte di default
            basate su un'analisi ergonomica condotta da degli
            psicologi del comportamento e non da dei semplici
            programmatori.

            I pulsanti e i menù sono dove uno si aspetta di
            trovarli e non dove piaceva al programmatore di
            turno.anche le interfacce degli altri OS sono fatte allo stesso modo, hanno utilizzato l'analisi ergonomica fatta da Apple.Cosi si risparmia..
          • prova123 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Anche con winzozz puoi mettere i tre tastini dove vuoi ... il discorso è la migliore posizione di default
          • Basta Basta pirateria scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Bellissimo, l'hai piallato. E' tanto esaltato nella sapidità quanto depresso nell'intelligenza
        • prova123 scrive:
          Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
          Da 2 anni e mezzo ho un desktop 6 core ... il netbook mi è stato comodissimo per portare il prodotto ai clienti e fare modifiche al volo sui progetti. ;)
    • iRoby scrive:
      Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
      Display 11,6"-12" proXXXXXre dual core veloce, 4GB di Ram e 250-320GB di hard disk. Batteria a 6 celle
      5h di utilizzo. E connettività completa.Questo il target più versatile per queste macchine.
      • prova123 scrive:
        Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
        Mettici su anche un semplice SSD verbatim da 120GB al costo di circa 1 euro/GB e poi legalo bene al tavolo, potrebbe volare ;)
      • Dodge scrive:
        Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
        - Scritto da: iRoby
        Display 11,6"-12" proXXXXXre dual core veloce,
        4GB di Ram e 250-320GB di hard disk. Batteria a 6
        celle
        5h di utilizzo. E connettività
        completa.

        Questo il target più versatile per queste
        macchine.Quelle sono solo le specifiche, il target è costituito da chi deve poi utilizzarlo veramente, ovvero nessuno.
    • ruppolo scrive:
      Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
      - Scritto da: panda rossa
      A questo punto auspichiamo un bel calo di prezzi
      e poi ne facciamo
      incetta.Basta che vai nelle discariche e ne trovi quanti ne vuoi.
      Tanto le caratteristiche di queste macchine sono
      tali da non richiedere ulteriore potenziamento
      dell'hardware.Nemmeno ulteriore cultura dell'utente.
      Un netbook puo' tranquillamente svolgere il suo
      compito per una dozzina d'anni e anche
      piu'.Certamente, basta non esporlo alla luce diretta del sole e spolverarlo di tanto in tanto.
      • prova123 scrive:
        Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
        L'importante è che tu sia consapevole di dover diventare esperto di telefonia sarai in concorrenza con i servizi di assistenza Samsung e Nokia ...
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.

        Nemmeno ulteriore cultura dell'utente.Perchè, i tablet sì? Non dicevate che si possono usare senza imparare niente?
        • ruppolo scrive:
          Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
          - Scritto da: uno qualsiasi

          Nemmeno ulteriore cultura dell'utente.

          Perchè, i tablet sì? Non dicevate che si possono
          usare senza imparare
          niente?La cultura è un'altra cosa.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
      - Scritto da: panda rossa
      A questo punto auspichiamo un bel calo di prezzi
      e poi ne facciamo
      incetta.

      Tanto le caratteristiche di queste macchine sono
      tali da non richiedere ulteriore potenziamento
      dell'hardware.

      Un netbook puo' tranquillamente svolgere il suo
      compito per una dozzina d'anni e anche
      piu'.Mah francamente o li vendono sotto i 100 euro o se li possono tenere, oggi sotto i 200 euro trovi degli ottimi tablet, con autonomie di gran lunga superiori e che possono essere abbinati a cover con tastiera, il tutto con pesi che al massimo arrivano a 700 grammi ma che possono essere anche di soli 300 grammi... un abisso in portabilità troppo grande!
    • Joe Tornado scrive:
      Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
      Se non li sbatacchi troppo, senza dubbio. Il mio, del 2008, va ancora benone !Se troverò offerte interessanti, ne mettererò da parte un altro.
    • Tenente Scontato scrive:
      Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
      In effetti mi farebbe comodo uno di quei cosi; finora non ho mai considerato l'acquisto perché trovavo il rapporto prezzo/prestazioni sfavorevole.Se li svenderanno ne comprerò uno.
      • prova123 scrive:
        Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
        Se trovi il pollo che se lo vende dotato con regolare licenza di WinXP (ASUS 1000H) a 100 euro è un affare, di gente che non capisce una mazza di computer (come avrai già visto) è pieno il mondo. Ricordati che al massimo puoi mettere 2 Gb di RAM, ma XP se ne prende ca. 220 Mb.Con un centinaio di euro prendi un buon SSD e la macchina vola. Non ascoltare i bambini pacioccosi che guardano le pubblicità dei cartoni animati e normalmente hanno hard disk da puffi di 16/32Gb,per lavoro va benissimo un PC fisso pompato ed un netbook/ultrabook/sub-notebook. Però aspetterei un pò per vedere il prezzo di ultrabook/sub-notebook.
        • pietro scrive:
          Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
          - Scritto da: prova123
          Se trovi il pollo che se lo vende dotato con
          regolare licenza di WinXP (ASUS 1000H) a 100 euro
          è un affare, di gente che non capisce una mazza
          di computer (come avrai già visto) è pieno il
          mondo. Ricordati che al massimo puoi mettere 2 Gb
          di RAM, ma XP se ne prende ca. 220
          Mb.
          Con un centinaio di euro prendi un buon SSD e la
          macchina vola. Non ascoltare i bambini pacioccosi
          che guardano le pubblicità dei cartoni animati e
          normalmente hanno hard disk da puffi di
          16/32Gb,per lavoro va benissimo un PC fisso
          pompato ed un netbook/ultrabook/sub-notebook.
          Però aspetterei un pò per vedere il prezzo di
          ultrabook/sub-notebook.costa di più il disco SSD della macchina, è come mettere gomme da F1 a una panda
          • prova123 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            Avresti ragione solo se sulle nuove macchine montassero gli SSD, ed invece di danno il solito HD e se vuoi un SSD ci aggiungi anche tu i 100 euro dopo averne spesi già 400....
          • prova123 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            ed è stupido avere una ferrari con le gomme di una panda, non serve a molto.
          • Pietro scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: prova123
            ed è stupido avere una ferrari con le gomme di
            una panda, non serve a
            moltoQuando degli ingegneri esperti configurano un prodotto lo fanno con cognizione di causa non sono mica degli assemblatori improvvisati.Se mettono un dererminato Hard disk vuol dire che è il piú adatto a quella macchina.Probabilmente per un SSD avrebbero configurato una maccina più performante
          • panda rossa scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Pietro
            Quando degli ingegneri esperti configurano un
            prodotto lo fanno con cognizione di causa non
            sono mica degli assemblatori
            improvvisati.
            Se mettono un dererminato Hard disk vuol dire che
            è il piú adatto a quella
            macchina.
            Probabilmente per un SSD avrebbero configurato
            una maccina più
            performanteIn quale universita' hai detto che insegni ingegneria, che mi deve essere sfuggito?Quando un ingegnere esperto configura un prodotto con cognizione di causa, succedono due cose:1) O si chiama XXXXXponte, e crea un prodotto che costa 10 al pubblico2) O il solito XXXXXXXXX del marketing sbotta dicendo: "Ma se produciamo questa roba non ci guadagnamo un caxxo! Togli subito questo e quello e sostituiscili con oro e brillanti, fa niente se non servono, fanno figo e possiamo venderlo a 100!"
          • prova123 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: panda rossa
            2) O il solito XXXXXXXXX del marketing sbotta
            dicendo: "Ma se produciamo questa roba non ci
            guadagnamo un caxxo! Togli subito questo e quello
            e sostituiscili con oro e brillanti, fa niente se
            non servono, fanno figo e possiamo venderlo a
            100!"+1. Si vede che il bimbetto non ha mai lavorato in una Azienda che fa elettronica, dove in fase di produzione tirano via dalle schede anche i resistori 0 Ohm e chi ordina il prodotto dopo aver fatto il prototipo funzionante inizia a sostituirti i componenti per limare 1 euro/scheda. Parlo di aziende multinazionali.
          • Izio01 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro


            Quando degli ingegneri esperti configurano un

            prodotto lo fanno con cognizione di causa non

            sono mica degli assemblatori

            improvvisati.

            Se mettono un dererminato Hard disk vuol
            dire
            che

            è il piú adatto a quella

            macchina.

            Probabilmente per un SSD avrebbero
            configurato

            una maccina più

            performante

            In quale universita' hai detto che insegni
            ingegneria, che mi deve essere
            sfuggito?


            Quando un ingegnere esperto configura un prodotto
            con cognizione di causa, succedono due
            cose:

            1) O si chiama XXXXXponte, e crea un prodotto che
            costa 10 al
            pubblico

            2) O il solito XXXXXXXXX del marketing sbotta
            dicendo: "Ma se produciamo questa roba non ci
            guadagnamo un caxxo! Togli subito questo e quello
            e sostituiscili con oro e brillanti, fa niente se
            non servono, fanno figo e possiamo venderlo a
            100!"Assolutamente vero. Del resto con alcuni funziona, guarda solo il suo discorso: se l'hanno fatto così, EVIDENTEMENTE va bene così! Porsi delle domande, mai.Del resto si capisce dove vada a comprare i computer dal fatto che sovrastimi i prezzi attuali degli SSD: ormai li trovi in giro a prezzi accessibilissimi, è solo <b
            una </b
            ben nota marca che ti obbliga a cacciare $$$ per dei normalissimi SSD, grazie ad un'interfaccia proprietaria con le ventole di raffreddamento del computer, che le fa partire a paletta fino a bruciarle se osi installare un HD su cui non hai pagato il pizzo a loro.
          • pietro scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Pietro




            Quando degli ingegneri esperti
            configurano
            un


            prodotto lo fanno con cognizione di
            causa
            non


            sono mica degli assemblatori


            improvvisati.


            Se mettono un dererminato Hard disk vuol

            dire

            che


            è il piú adatto a quella


            macchina.


            Probabilmente per un SSD avrebbero

            configurato


            una maccina più


            performante



            In quale universita' hai detto che insegni

            ingegneria, che mi deve essere

            sfuggito?





            Quando un ingegnere esperto configura un
            prodotto

            con cognizione di causa, succedono due

            cose:



            1) O si chiama XXXXXponte, e crea un
            prodotto
            che

            costa 10 al

            pubblico



            2) O il solito XXXXXXXXX del marketing sbotta

            dicendo: "Ma se produciamo questa roba non ci

            guadagnamo un caxxo! Togli subito questo e
            quello

            e sostituiscili con oro e brillanti, fa
            niente
            se

            non servono, fanno figo e possiamo venderlo a

            100!"

            Assolutamente vero. Del resto con alcuni
            funziona, guarda solo il suo discorso: se l'hanno
            fatto così, EVIDENTEMENTE va bene così! Porsi
            delle domande,
            mai.
            Del resto si capisce dove vada a comprare i
            computer dal fatto che sovrastimi i prezzi
            attuali degli SSD: ormai li trovi in giro a
            prezzi accessibilissimi, è solo <b
            una
            </b
            ben nota marca che ti obbliga a
            cacciare $$$ per dei normalissimi SSD, grazie ad
            un'interfaccia proprietaria con le ventole di
            raffreddamento del computer, che le fa partire a
            paletta fino a bruciarle se osi installare un HD
            su cui non hai pagato il pizzo a
            loro.quindi quando compri un'auto gli cambi le ruote, la scatola del cambio, il carburatore, la centralina elettronica etc. per avere un'auto più performante o comperi direttamente un'auto della clesse superiore?
          • Izio01 scrive:
            Re: Auspichiamo un bel calo di prezzi.
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: Izio01

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Pietro






            Quando degli ingegneri esperti

            configurano

            un



            prodotto lo fanno con cognizione di

            causa

            non



            sono mica degli assemblatori



            improvvisati.



            Se mettono un dererminato Hard
            disk
            vuol


            dire


            che



            è il piú adatto a quella



            macchina.



            Probabilmente per un SSD avrebbero


            configurato



            una maccina più



            performante





            In quale universita' hai detto che
            insegni


            ingegneria, che mi deve essere


            sfuggito?








            Quando un ingegnere esperto configura un

            prodotto


            con cognizione di causa, succedono due


            cose:





            1) O si chiama XXXXXponte, e crea un

            prodotto

            che


            costa 10 al


            pubblico





            2) O il solito XXXXXXXXX del marketing
            sbotta


            dicendo: "Ma se produciamo questa roba
            non
            ci


            guadagnamo un caxxo! Togli subito
            questo
            e

            quello


            e sostituiscili con oro e brillanti, fa

            niente

            se


            non servono, fanno figo e possiamo
            venderlo
            a


            100!"



            Assolutamente vero. Del resto con alcuni

            funziona, guarda solo il suo discorso: se
            l'hanno

            fatto così, EVIDENTEMENTE va bene così! Porsi

            delle domande,

            mai.

            Del resto si capisce dove vada a comprare i

            computer dal fatto che sovrastimi i prezzi

            attuali degli SSD: ormai li trovi in giro a

            prezzi accessibilissimi, è solo <b

            una

            </b
            ben nota marca che ti obbliga a

            cacciare $$$ per dei normalissimi SSD,
            grazie
            ad

            un'interfaccia proprietaria con le ventole di

            raffreddamento del computer, che le fa
            partire
            a

            paletta fino a bruciarle se osi installare
            un
            HD

            su cui non hai pagato il pizzo a

            loro.
            quindi quando compri un'auto gli cambi le ruote,
            la scatola del cambio, il carburatore, la
            centralina elettronica etc. per avere un'auto più
            performante o comperi direttamente un'auto della
            clesse
            superiore?Paragone del tutto irrilevante. Un computer <b
            <b
            </b
            non </b
            è un'auto e se posso accelerare significativamente le prestazioni togliendo un disco (click) ed inserendone un altro (clack), operazione alla portata di chiunque, io lo faccio.Tu cambi auto quando è pieno il posacenere?
  • bertuccia scrive:
    Netbook - 2007--2012
    <s
    5 anni </s
    ,*e pensare che qualcuno parlava di rivoluzione! (rotfl)solo i polli e gli utonti si sono fatti abbindolareps. nel 2010, questi stessi geni definivano i tablet "una moda"haha quante risate*EDIT: come mi fa notare ruppolohttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3680933&m=3681116#p3681116la moda è durata molto meno, diciamo che a metà 2009 la fregatura era già evidente ai piùhttp://punto-informatico.it/2653271/PI/News/netbook-questo-sconosciuto.aspx-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 gennaio 2013 11.30-----------------------------------------------------------
    • mcmcmcmcmc scrive:
      Re: Netbook - 2007--2012
      - Scritto da: bertuccia
      5 anni,
      e pensare che qualcuno parlava di rivoluzione!
      (rotfl)rivoluzione come parola associata a giochini elettronici è comunque una XXXXXta

      solo i polli e gli utonti si sono fatti
      abbindolareo chi non aveva pc e si è fatto bastare, e spesso avanzare, un minipc.

      ps. nel 2010, questi stessi geni definivano i
      tablet "una
      moda"da un certo punto di vista, tutto è moda. Vedremo quanto durerà quella dei tablets (vedremo come evolveranno).Io ho notebook, smartphone, phablet e tablet. Mai avuto netbook. A seconda di cosa mi serve, uso.

      haha quante risateci sono gli gnocchi a pranzo?
      • bertuccia scrive:
        Re: Netbook - 2007--2012
        - Scritto da: mcmcmcmcmc

        rivoluzione come parola associata a giochini
        elettronici è comunque una
        XXXXXtarivoluzioni a cui abbiamo assistito in questi ultimi anni:* prima di iTunes non esisteva un mercato della musica digitale, o era comunque talmente modesto e limitato nell'offerta, da poterlo considerare inesistente* prima di iPhone gli smartphone erano fatti in un certo modo, dopo iPhone sono cambiati completamente* prima di iPad esisteva solo il tablet PC, un flop colossale. iPad (e gli altri tablet copiati da iPad) stanno ora cannibalizzando il mercato dei PC, questa è rivoluzione

        o chi non aveva pc e si è fatto bastare, e spesso
        avanzare, un minipc.diciamo che si è accontentato di un'esperienza utente a dir poco drammatica.. la vera soluzione per questa tipologia di utente è iPad
        da un certo punto di vista, tutto è moda. Vedremo
        quanto durerà quella dei tablets (vedremo come
        evolveranno).i netbook non evolveranno, sono morti e sepolti, per questo possiamo parlare di moda

        Io ho notebook, smartphone, phablet e tablet. Mai
        avuto netbook. A seconda di cosa mi serve, uso.ma il netbook non serve proprio a nessuno
        ci sono gli gnocchi a pranzo?no, polli arrostiti
        • mcmcmcmcmc scrive:
          Re: Netbook - 2007--2012
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: mcmcmcmcmc



          rivoluzione come parola associata a giochini

          elettronici è comunque una

          XXXXXta

          rivoluzioni a cui abbiamo assistito in questi
          ultimi
          anni:

          * prima di iTunes non esisteva un mercato della
          musica digitale, o era comunque talmente modesto
          e limitato nell'offerta, da poterlo considerare
          inesistente

          * prima di iPhone gli smartphone erano fatti in
          un certo modo, dopo iPhone sono cambiati
          completamente

          * prima di iPad esisteva solo il tablet PC, un
          flop colossale. iPad (e gli altri tablet copiati
          da iPad) stanno ora cannibalizzando il mercato
          dei PC, questa è
          rivoluzione




          o chi non aveva pc e si è fatto bastare, e
          spesso

          avanzare, un minipc.

          diciamo che si è accontentato di un'esperienza
          utente a dir poco drammatica.. la vera soluzione
          per questa tipologia di utente è
          iPad



          da un certo punto di vista, tutto è moda.
          Vedremo

          quanto durerà quella dei tablets (vedremo
          come

          evolveranno).

          i netbook non evolveranno, sono morti e sepolti,
          per questo possiamo parlare di
          moda




          Io ho notebook, smartphone, phablet e
          tablet.
          Mai

          avuto netbook. A seconda di cosa mi serve,
          uso.

          ma il netbook non serve proprio a nessuno


          ci sono gli gnocchi a pranzo?

          no, polli arrostititorno a dire che i giochini elettronici non sono mai rivoluzione. Chi lo dice o fa marketing o è il pollo che subisce il marketing.L'unica vera rivoluzione, di cui i giochi elettronici fanno parte, è il digitale.PC, tablets e tutto il resto sono solo mezzi che evolvono, cambiano e, probabilmente, faranno la fine dei netbooks. O pensi forse che dopo il tablet non ci sarà più nulla?Buoni i polli arrosti. Ma anche gli gnocchi.
          • Dodge scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012

            torno a dire che i giochini elettronici non sono
            mai rivoluzione. Chi lo dice o fa marketing o è
            il pollo che subisce il
            marketing.Non si tratta di giochini elettronici.Sono strumenti che possono essere utilizzati per il settore education e per il business, oltre che comodamente in casa.Che si tratti di rivoluzione o no, è indifferente (oggi).Sarà deciso dai posteri.Quel che è certo già oggi è che il mercato della musica digitale si consolida con iTunes, il mercato degli smartphone con iPhone e quello dei tablet con iPad.L'iPad potrà evolversi ancora, per soddisfare altre esigenze, ma è infantile (da parte tua) definirlo giochino elettronico, date e dimostrate le sue funzioni attuali e potenzialità future.
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012
            - Scritto da: Dodge

            torno a dire che i giochini elettronici non
            sono

            mai rivoluzione. Chi lo dice o fa marketing
            o
            è

            il pollo che subisce il

            marketing.
            Non si tratta di giochini elettronici.
            Sono strumenti che possono essere utilizzati per
            il settore education e per il business, oltre che
            comodamente in
            casa.

            Che si tratti di rivoluzione o no, è indifferente
            (oggi).
            Sarà deciso dai posteri.

            Quel che è certo già oggi è che il mercato della
            musica digitale si consolida con iTunes, il
            mercato degli smartphone con iPhone e quello dei
            tablet con
            iPad.

            L'iPad potrà evolversi ancora, per soddisfare
            altre esigenze, ma è infantile (da parte tua)
            definirlo giochino elettronico, date e dimostrate
            le sue funzioni attuali e potenzialità
            future.a parte che penso di essere abbastanza libero di chiamare giochini questi aggeggi, non necessariamente la definizione di giochino sminuisce il prodotto.A volerla dire tutta, dipende dall'uso che se ne fa (ludico, culturale, professionale, ...). Sbaglio nel dire che l'utilizzo principale che viene fatto di questi prodotti è ludico o, al più, di intrattenimento? Se non sbaglio, non sbaglio nemmeno nel chiamare giochini questo aggeggi. Ne ho anche io di questi giochini, più di uno, e non ho grandi problemi a definirli giochini.Vale la pena essere permalosi su queste cose?
          • Dodge scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012

            A volerla dire tutta, dipende dall'uso che se ne
            fa (ludico, culturale, professionale, ...).
            Sbaglio nel dire che l'utilizzo principale che
            viene fatto di questi prodotti è ludico o, al
            più, di intrattenimento? Se non sbaglio, non
            sbaglio nemmeno nel chiamare giochini questo
            aggeggi. Ne ho anche io di questi giochini, più
            di uno, e non ho grandi problemi a definirli
            giochini.L'utilizzo principale non è il gioco, ma l'intrattenimento.Esattamente come il PC di casa.O mi vorrai dire che in casa il PC è utilizzato prettamente per il lavoro da ufficio?Secondo il tuo ragionamento, il PC di casa sarebbe un giochino.Cosa evidentemente idiota anche solo da pensare.
            Vale la pena essere permalosi su queste cose?Vale la pena utilizzare termini negativi per definire oggetti che giochini non sono?
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012
            - Scritto da: Dodge

            A volerla dire tutta, dipende dall'uso che
            se
            ne

            fa (ludico, culturale, professionale, ...).

            Sbaglio nel dire che l'utilizzo principale
            che

            viene fatto di questi prodotti è ludico o, al

            più, di intrattenimento? Se non sbaglio, non

            sbaglio nemmeno nel chiamare giochini questo

            aggeggi. Ne ho anche io di questi giochini,
            più

            di uno, e non ho grandi problemi a definirli

            giochini.
            L'utilizzo principale non è il gioco, ma
            l'intrattenimento.
            Esattamente come il PC di casa.
            O mi vorrai dire che in casa il PC è utilizzato
            prettamente per il lavoro da
            ufficio?ma non potrebbe, per esempio, essere utilizzato per gestire le finanze domestiche, studiare, scrivere, ...
            Secondo il tuo ragionamento, il PC di casa
            sarebbe un
            giochino.il pc di casa utilizzato per intrattenimento puro è esattamente un giochino. Come i gadgets più recenti.
            Cosa evidentemente idiota anche solo da pensare.vale la pena prendersela così perchè senti come una critica il chiamare giochino un pezzo di plastica, vetro e ferraglia?


            Vale la pena essere permalosi su queste cose?
            Vale la pena utilizzare termini negativi per
            definire oggetti che giochini non
            sono?ribadisco che il termine giochino non è un termine negativo. Negativo è prendere come una offesa personale una considerazione su banali oggetti. Non ti piace la mia considerazione? Me ne farò una ragione. Esprimi cordialmente la tua, di opinione, e fattene una ragione pure tu.
          • Dodge scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012


            O mi vorrai dire che in casa il PC è
            utilizzato

            prettamente per il lavoro da

            ufficio?
            ma non potrebbe, per esempio, essere utilizzato
            per gestire le finanze domestiche, studiare,
            scrivere,A dire il vero può tranquillamente essere usato per gestire le finanze domestiche.Ci sono fogli di calcolo e persino mini database ad hoc.Per studiare, credo che sia il pc sia il tablet siano qualcosa di "faticoso" da usare.Sono ancora della vecchia scuola che preferisce leggere su carta, ma non dubito del fatto che le nuove leve si adatteranno ben più facilmente di me a studiare su un tablet.Per scrivere, dipende dal "quanto". Per testi brevi, l'iPad basta ed avanza. Per testi più lunghi, meglio una tastiera fisica da collegare o al tablet, o direttamente al PC.
            il pc di casa utilizzato per intrattenimento puro
            è esattamente un giochino. Come i gadgets più
            recenti.Informarsi via internet, cercare ricette, leggere le news o un libro di Ken Follet, gestirsi le finanze... tutte cose fattibilissime su un iPad. Tutte cose che nulla hanno a che vedere con i giochini.Credo che tu veda le cose con una lente distorta.
            Non ti piace la mia considerazione?Che mi piaccia o no è indifferente, il punto è che hai fatto una considerazione errata.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012
            - Scritto da: Dodge
            A dire il vero può tranquillamente essere usato
            per gestire le finanze
            domestiche.
            Ci sono fogli di calcolo e persino mini database
            ad
            hoc.Si, ci sono, purtroppo dopo 10 minuti di utilizzo vieni scomunicato direttamente dal papa, e questo ai cattolici potrebbe interessare
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012
            - Scritto da: Dodge


            O mi vorrai dire che in casa il PC è

            utilizzato


            prettamente per il lavoro da


            ufficio?

            ma non potrebbe, per esempio, essere
            utilizzato

            per gestire le finanze domestiche, studiare,

            scrivere,
            A dire il vero può tranquillamente essere usato
            per gestire le finanze
            domestiche.
            Ci sono fogli di calcolo e persino mini database
            ad
            hoc.

            Per studiare, credo che sia il pc sia il tablet
            siano qualcosa di "faticoso" da
            usare.
            Sono ancora della vecchia scuola che preferisce
            leggere su carta, ma non dubito del fatto che le
            nuove leve si adatteranno ben più facilmente di
            me a studiare su un
            tablet.
            Per scrivere, dipende dal "quanto". Per testi
            brevi, l'iPad basta ed avanza. Per testi più
            lunghi, meglio una tastiera fisica da collegare o
            al tablet, o direttamente al
            PC.


            il pc di casa utilizzato per intrattenimento
            puro

            è esattamente un giochino. Come i gadgets più

            recenti.
            Informarsi via internet, cercare ricette, leggere
            le news o un libro di Ken Follet, gestirsi le
            finanze... tutte cose fattibilissime su un iPad.
            Tutte cose che nulla hanno a che vedere con i
            giochini.
            Credo che tu veda le cose con una lente distorta.no.Come ribadito chiaramente, se utilizzati agli scopi da indicati, non sono giochini. Io i miei tablets/smartphone/phablet, pur utilizzandoli per gestione finanze, lettura giornali e libri, gestione del tempo, ... li continuo a chiamare giochini. Chi parla con me li può chiamare anche cessi, che non mi offendo. Ribadisco che, considerazioni errate o meno, prendersela per degli oggettini mi pare assurdo e misero.


            Non ti piace la mia considerazione?
            Che mi piaccia o no è indifferente, il punto è
            che hai fatto una considerazione
            errata.e allora? Anche se fosse? Anche una considerazione errata su oggettini che ti metti in tasca non dovrebbe essere mai presa come un affronto.
          • bertuccia scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            torno a dire che i giochini elettronici non sono
            mai rivoluzione. Chi lo dice o fa marketing o è
            il pollo che subisce il marketing.
            L'unica vera rivoluzione, di cui i giochi
            elettronici fanno parte, è il
            digitale.
            PC, tablets e tutto il resto sono solo mezzi che
            evolvono, cambiano e, probabilmente, faranno la
            fine dei netbooks. O pensi forse che dopo il
            tablet non ci sarà più nulla?

            Buoni i polli arrosti. Ma anche gli gnocchi.mettila giù come vuoi, resta che prodotti come iTunes, iPad, iPhone hanno alzato di un gradino l'innovazione e cambiato paradigmi, i netbook hanno solo dato una piccola smossa a un mercato ormai stagnante, nient'altro, senza lasciare alcun segno, senza aver dato alcun contributo all'innovazione
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: mcmcmcmcmc



            torno a dire che i giochini elettronici non
            sono

            mai rivoluzione. Chi lo dice o fa marketing
            o
            è

            il pollo che subisce il marketing.

            L'unica vera rivoluzione, di cui i giochi

            elettronici fanno parte, è il

            digitale.

            PC, tablets e tutto il resto sono solo mezzi
            che

            evolvono, cambiano e, probabilmente, faranno
            la

            fine dei netbooks. O pensi forse che dopo il

            tablet non ci sarà più nulla?



            Buoni i polli arrosti. Ma anche gli gnocchi.

            mettila giù come vuoi, resta che prodotti come
            iTunes, iPad, iPhone hanno alzato di un gradino
            l'innovazione e cambiato paradigmi, i netbook
            hanno solo dato una piccola smossa a un mercato
            ormai stagnante, nient'altro, senza lasciare
            alcun segno, senza aver dato alcun contributo
            all'innovazionesu quel che dici ora posso essere d'accordo o meno. Ma la parola innovazione è, chiaramente a mio avviso, corretto. Rivoluzione è il digitale. iTunes, iPad, iX, Samsung, HTC, ... sono , al più, innovazione.
    • panda rossa scrive:
      Re: Netbook - 2007--2012
      - Scritto da: bertuccia
      5 anni,
      e pensare che qualcuno parlava di rivoluzione!
      (rotfl)

      solo i polli e gli utonti si sono fatti
      abbindolare

      ps. nel 2010, questi stessi geni definivano i
      tablet "una
      moda"

      haha quante risateNon puoi mettere sullo stesso piano l'utonto ignorante danaroso e sborone, con l'informatico sgamato che tende a fare tutto e di piu' spendendo zero.E' a questi ultimi che il netbook si rivolge e il mercato si e' saturato.Invece siccome la mamma degli idioti e' sempre incinta, ecco spiegata la diffusione dei tablet.Ma, ti ripeto, non sono categorie confrontabili.Quando si parla di scelta consapevole, bisogna limitarsi agli informatici.
      • ruppolo scrive:
        Re: Netbook - 2007--2012
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: bertuccia

        5 anni,

        e pensare che qualcuno parlava di
        rivoluzione!


        (rotfl)



        solo i polli e gli utonti si sono fatti

        abbindolare



        ps. nel 2010, questi stessi geni definivano i

        tablet "una

        moda"



        haha quante risate

        Non puoi mettere sullo stesso piano l'utonto
        ignorante danaroso e sborone, con l'informatico
        sgamato che tende a fare tutto e di piu'
        spendendo
        zeroÈ vero, però hanno una cosa in comune: sono 4 gatti.
        E' a questi ultimi che il netbook si rivolge e il
        mercato si e'
        saturato.Vuoi dire che le maggiori aziende di PC a mondo hanno messo su impianti per produrre milioni di PC economici per utenti danarosi?Poche idee e ben confuse, nella tua testa!
        Invece siccome la mamma degli idioti e' sempre
        incinta, ecco spiegata la diffusione dei
        tablet.Noto però che i PC sono più diffusi, quindi secondo il tuo ragionamento... sei un idiota.
        Ma, ti ripeto, non sono categorie confrontabili.
        Quando si parla di scelta consapevole, bisogna
        limitarsi agli
        informatici.L'industria aeronautica non produce velivoli per il piacere dei piloti...
      • fiat rotta scrive:
        Re: Netbook - 2007--2012
        - Scritto da: panda rossa
        Non puoi mettere sullo stesso piano l'utonto
        ignorante danaroso e sborone, con l'informatico
        sgamato che tende a fare tutto e di piu'
        spendendo
        zero.Stay hungryStay rosik
        Invece siccome la mamma degli idioti e' sempre
        incinta, ecco spiegato il fatto che ho tanti fratelli. :|
        Ma, ti ripeto, non sono categorie confrontabili.
        Quando si parla di scelta consapevole, bisogna
        limitarsi agli
        informatici.Anno nuovo, vecchie idiozie.
      • Esaltatore Di Sapidita scrive:
        Re: Netbook - 2007--2012
        - Scritto da: panda rossa
        Quando si parla di scelta consapevole, bisogna limitarsi agli informatici.Questa è la perla dell'anno!Se per te che compili codice da mane a sera va più che bene un 286, non è detto che per gli altri sia lo stesso.Il mondo va avanti, rassegnati. Non sono gli altri che sono utonti, sei tu che sei rimasto indietro.
        • panda rossa scrive:
          Re: Netbook - 2007--2012
          - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
          Il mondo va avanti, rassegnati. Non sono gli
          altri che sono utonti, sei tu che sei rimasto
          indietro.Tu sei convinto che io sono rimasto indietro, ma se guardi il tabellone, vedrai che ho due giri di vantaggio, e sto per doppiarti per la terza volta.
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012
            Scusa ma non riesco a controllare il tabellone. Non ho un emulatore con XP installato, passami il floppy
          • panda rossa scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            Scusa ma non riesco a controllare il tabellone.
            Non ho un emulatore con XP installato, passami il
            floppyPero' il lettore di floppy vedo che ce l'hai.Io purtroppo per te ho smesso pure di usare i cd e viaggio solo con distro iso.
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012
            Anvedi come balla Nando! :o
          • panda rossa scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            Anvedi come balla Nando! :oFine delle argomentazioni. :DAmmissione di sconfitta. :pAbbandono del thread. @^1-0 per me.Palla al centro. 8)
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita

            Anvedi come balla Nando! :o

            Fine delle argomentazioni. :D
            Ammissione di sconfitta. :p
            Abbandono del thread. @^

            1-0 per me.

            Palla al centro. 8)Fai un po' come ti pare, con le XXXXXXXte sei imbattibile.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            Fai un po' come ti pare, con le XXXXXXXte sei
            imbattibile.:) :)
    • ruppolo scrive:
      Re: Netbook - 2007--2012
      - Scritto da: bertuccia
      5 anni,Facciamo 3.EDIT: facciamo 1, da metà 2008 a metà 2009, quando ci si era già accorti della fregatura:http://punto-informatico.it/2653271/PI/News/netbook-questo-sconosciuto.aspx
      e pensare che qualcuno parlava di rivoluzione!
      (rotfl)

      solo i polli e gli utonti si sono fatti
      abbindolareOvvio.
      ps. nel 2010, questi stessi geni definivano i
      tablet "una
      moda"

      haha quante risateGià, grasse risate.Ora sto rispolverando l'archivio, ci sono delle perle che vale la pena di esporre al pubblico :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 gennaio 2013 11.09-----------------------------------------------------------
    • crumiro scrive:
      Re: Netbook - 2007--2012
      Beh, io ho un netbook in cucina pagato 50 .ha un programmino ehm...riciclato da una applicazione professionale che poco centra con l'argomento, più che altro per la parte di AI... che mi permette passando le mani davanti alla webcam di scorrere le ricette (e qui centra il punto precedente).in pratica passi una mano da sin. verso des. per andar avanti e viceversa per tornare indietro.Insomma, quando uno ha le mani impiastricciate è comodo, passo per passo.Un giorno la rilascerò FOSS, ma prima devo eliminare la parte commerciale (riscriverla... qualcuno conosce una buona libreria di AI per Python? ;) )Stavo pensando di farlo con i comandi vocali (avrei già risolto...) ma in cucina non c'è MAI silenzio ;)
      • ruppolo scrive:
        Re: Netbook - 2007--2012
        - Scritto da: crumiro
        Beh, io ho un netbook in cucina pagato 50 .
        ha un programmino ehm...riciclato da una
        applicazione professionale che poco centra con
        l'argomento, più che altro per la parte di AI...
        che mi permette passando le mani davanti alla
        webcam di scorrere le ricette (e qui centra il
        punto
        precedente).

        in pratica passi una mano da sin. verso des. per
        andar avanti e viceversa per tornare
        indietro.

        Insomma, quando uno ha le mani impiastricciate è
        comodo, passo per
        passo.Certamente.Oppure è comodo uno schermo più grande ed avere la ricetta su un'unica schermata, così da non dover voltar pagina...
        • Mario Rossi scrive:
          Re: Netbook - 2007--2012
          - Scritto da: ruppolo
          Certamente.
          Oppure è comodo uno schermo più grande ed avere
          la ricetta su un'unica schermata, così da non
          dover voltar
          pagina...Direi che l'ideale sarebbe una bella proiezione sull'intero muro...
          • tucumcari scrive:
            Re: Netbook - 2007--2012
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            Certamente.

            Oppure è comodo uno schermo più grande ed
            avere

            la ricetta su un'unica schermata, così da non

            dover voltar

            pagina...
            Direi che l'ideale sarebbe una bella proiezione
            sull'intero
            muro...Una cosa è paleseMai vista una cucina ne una ricetta in vita vostra!