SMS più costosi dei file di Hubble

Gli SMS costano molto, moltissimo. Costano più dei dati trasmessi a terra dal Telescopio spaziale. Un altro modo per accorgersi di quanto costano i messaggini

Roma – Quanto costa l’astrofisica e l’osservazione dei fenomeni celesti? Sicuramente meno di un messaggio testuale scambiato su rete cellulare, sostiene il dottor Nigel Bannister dell’ Università di Leicester . Bannister ha scavato nelle spese necessarie per spedire a terra un Megabyte di informazioni digitali carpite dal telescopio Hubble , e le ha comparate al cumulativo derivato dal costo unitario medio di un SMS in UK. Risultato, le parole costano molto più delle immagini di quasar ed exopianeti lontani . Incommensurabilmente di più.

In sostanza lo scienziato ha stabilito che, nel più pessimistico dei casi, il costo degli SMS è superiore di 4,4 volte a quello della trasmissione dei dati del telescopio della NASA . Stabilita in 5 penny (ovvero 6 centesimi di euro al cambio attuale) la spesa media per un SMS, Bannister ha calcolato il numero di messaggini contenuti in un Megabyte di informazioni (7.490), tenendo presente che ognuno di essi occupa 140 byte (160 caratteri massimi per 7 bit in ogni carattere).

Dalla NASA il ricercatore ha appreso che ogni singolo MB di informazioni tirato giù a terra dalla stazione ricevente del telescopio Hubble costa esattamente 8,85 sterline (11,13 euro), cifra che non include le spese necessarie alla gestione delle stazioni riceventi e del personale addetto per far giungere il tutto ai database accessibili dagli scienziati.

Facendo in tal senso alcune “prudenti supposizioni”, dice Bannister, si ottiene la stima finale di 85 sterline (165,52 euro) per Megabyte, che confrontata con il prezzo di 374,49 sterline (471,35 euro) necessarie per un MB teorico di messaggi testuali, risulta appunto superiore di oltre 4 volte. “Hubble non è certamente una missione economica – conclude il ricercatore – ma il costo dei messaggi di testo su cellulare è oltremodo astronomico!”.

E se in UK i costi sono astronomici, risulta difficile trovare un aggettivo proporzionato quando si prende in considerazione la situazione italiana: qui da noi, com’è noto, il cartello degli operatori mobili ha in sostanza fissato il prezzo universale di 15 centesimi di euro che, se moltiplicato per 7.490, dà 1.123,5 euro. Ovvero oltre due volte il costo stimato per sparamessaggiare nel Regno Unito .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Balau scrive:
    Stessi dati, conclusioni diverse.
    La Stampa:Internet è sempre più "rosa"http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/tecnologia/grubrica.asp?ID_blog=30&ID_articolo=4526&ID_sezione=38&sezione=NewsTgcom:Casalinghe appassionate...di webhttp://www.tgcom.mediaset.it/tgtech/articoli/articolo413369.shtmlPunto Informatico:Poche le italiane online
Chiudi i commenti