Snow Leopard, niente PowerPC

Le prime informazioni ufficiali confermano le indiscrezioni. Apple si prepara a fare piazza pulita della legacy?
Le prime informazioni ufficiali confermano le indiscrezioni. Apple si prepara a fare piazza pulita della legacy?

Niente più supporto alle CPU PowerPC, G4 e G5 compresi, in Mac OS X 10.6. A confermarlo, dopo i rumor della scorsa settimana, arrivano le specifiche rilasciate agli sviluppatori durante le preview del prossimo sistema operativo di Cupertino: non lasciano dubbi.

Tra le prime voci dei requisiti di sistema si legge infatti solo ed esclusivamente “processore Intel”. Sebbene fino ad oggi Mac OS sia riuscito a convivere con buon successo sia sulla piattaforma PPC ormai dismessa che sui più recenti Mac equipaggiati con processori costruiti dal chipmaker di Santa Clara, evidentemente ora chi ne porta avanti lo sviluppo ha deciso che è venuto il tempo di tagliare i ponti con il passato .

Molteplici i possibili vantaggi di questa scelta: dicendo addio ai cosiddetti Universal Binary, Apple potrebbe puntare a realizzare software ottimizzato per la sola piattaforma x86 a 64 bit, concentrando i suoi sforzi nel migliorare le prestazioni assolute del suo sistema operativo. Sull’altro piatto della bilancia, il gran numero di utenti che ancora oggi utilizza computer con processore PowerPC che dovrebbero rinunciare ad utilizzare le versioni più aggiornate di Mac OS e di tutti i programmi in circolazione.

Tra gli altri requisiti di sistema figurano un lettore DVD, 512 megabyte di RAM, un display collegato ad una scheda video tra quelle approvate da Apple e almeno 9 gigabyte di spazio per l’installazione (12 gigabyte se si desidera installare anche gli strumenti per gli sviluppatori). Trattandosi di una versione preliminare, tuttavia, questi dati potrebbero essere suscettibili di modifiche nel corso dello sviluppo. ( L.A. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 06 2008
Link copiato negli appunti