Solo ora Gates si laurea ad Harvard

Ci sono voluti decenni di successi e milioni di dollari in borse di studio per convincere il prestigioso istituto americano a riconoscere i meriti del suo ex alunno più celebre

Harvard – Bill Gates ce l’ha finalmente fatta: il prestigio del businessman più ricco del Mondo , fondatore di una delle più importanti multinazionali e promotore della più ricca foundation benefica della storia ha spinto il collegio degli Harvard Alumni a riconoscere a William H. Gates III una laurea honoris causa .

Nominato Knight Commander nel Regno Unito dalla Regina Elisabetta II, riconosciuto da TIME nel 2005 come uomo dell’anno (assieme alla moglie Melinda e a Bono degli U2), a Gates i maggiori onori li ha fin qui tributati il mercato, sul quale si è imposto con i prodotti Microsoft e con un capitale finanziario che secondo Forbes oggi supera i 56 miliardi di dollari, metà del quale composto da titoli dell’azienda del software.

William Le malelingue non mancano mai in questi casi e qualcuno collega la scelta dell’importante istituto accademico statunitense agli imponenti investimenti con cui la Gates Foundation ha da lunghi anni promosso le attività degli studenti più brillanti. I forti investimenti dell’azienda in quell’istituto emergono anche dai nomi di certi edifici del campus. Come il Maxwell Dworkin Building , dove “Maxwell” è il cognome della madre Mary e “Dworkin” quello della madre di Steve Ballmer, CEO di Microsoft e anch’egli “ex Harvard”.

A sottolineare l’annuncio della laurea il fatto che lo stesso Gates, come riporta una nota dell’Università, sarà l’oratore principale durante la cerimonia del Commencement il prossimo 7 giugno. “Sono molto felice che la comunità di Harvard abbia l’opportunità di ascoltare Bill Gates – ha dichiarato Paul Finnegan, presidente della Harvard Alumni Association – Il suo contributo al mondo del business e della tecnologia, e il grande esempio che propone con la sua filantropia su vasta scala, lo pone giustamente al centro della ribalta qui ad Harvard”.

Proprio nei giorni in cui è stato annunciato il riconoscimento di Harvard a Gates qualche mariuolo storico si è preso la briga di far emergere un importante discorso di Bill Gates ad una folla di studenti universitari nell’ormai lontanissimo 1989, discorso che, come recita la pagina che lo ospita , affronta molta della storia del computing di allora e racconta come Gates nel 1989 vedeva i successivi vent’anni di sviluppo dell’informatica, con previsioni azzeccate. E non.

La biografia ufficiale di Bill Gates, in inglese, è invece disponibile qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Che peerlata!
    A un certo punto è ovvio che Google troverà un accordo con le major e allora MS sarà troppo indietro per poter sperare di raggiungere il treno e prenderlo.A meno che non abbianno fatto già calcoli e studi e concluso che ormai non possono più fare nulla.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che peerlata!
      - Scritto da:
      A un certo punto è ovvio che Google troverà un
      accordo con le major e allora MS sarà troppo
      indietro per poter sperare di raggiungere il
      treno e
      prenderlo.
      A meno che non abbianno fatto già calcoli e studi
      e concluso che ormai non possono più fare
      nulla.che tedio sta microsoft sempre a reinventare la ruota. C'è youtube va alla grande e devono "inventare" soapbox (ovviamente zeppo di drm), macosx ha effetti 3d e loro devono creare un so con effetti 3d (ovviamente zeppo di drm), esistono motori di ricerca validi e questi vanno a crea msn search. Inventare qualcosa di nuovo no?Ah giusto loro hanno inventato il computer, internet ecc.ps: Ah la nuova barra con menù start è innovativa. E' nera (w le riviste di informatica)
      • Anonimo scrive:
        Re: Che peerlata!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        A un certo punto è ovvio che Google troverà un

        accordo con le major e allora MS sarà troppo

        indietro per poter sperare di raggiungere il

        treno e

        prenderlo.

        A meno che non abbianno fatto già calcoli e
        studi

        e concluso che ormai non possono più fare

        nulla.

        che tedio sta microsoft sempre a reinventare la
        ruota. C'è youtube va alla grande e devono
        "inventare" soapbox (ovviamente zeppo di drm),
        macosx ha effetti 3d e loro devono creare un so
        con effetti 3d (ovviamente zeppo di drm),
        esistono motori di ricerca validi e questi vanno
        a crea msn search. Inventare qualcosa di nuovo
        no?
        Ah giusto loro hanno inventato il computer,
        internet
        ecc.


        ps: Ah la nuova barra con menù start è
        innovativa. E' nera (w le riviste di
        informatica)e perchè mai hanno inventato open office dal momento che c'era già MSOffice?a dire il vero, non c'era nemmeno bisogno di google, tanto c'era altavistae nemmeno linux serviva, c'era hurdno?
  • Anonimo scrive:
    NIENTE DEL GENERE OPENSOURCE
    se il formato ogg e' tanto buono, eprche' non fare un sito simil youtube, ma open source...non ci sarebbero piu' rpoblemi di censure ecc...
    • Anonimo scrive:
      Re: NIENTE DEL GENERE OPENSOURCE
      - Scritto da:
      se il formato ogg e' tanto buono, eprche' non
      fare un sito simil youtube, ma open source...non
      ci sarebbero piu' rpoblemi di censure
      ecc...Colpa dei linari cantinari!
    • Anonimo scrive:
      Re: NIENTE DEL GENERE OPENSOURCE
      - Scritto da:
      se il formato ogg e' tanto buono, eprche' non
      fare un sito simil youtube, ma open source...non
      ci sarebbero piu' rpoblemi di censure
      ecc...Ma che cavolo centra il formato contenitore con i diritti di copia del contenuto :-o
    • Anonimo scrive:
      Re: NIENTE DEL GENERE OPENSOURCE
      - Scritto da:
      se il formato ogg e' tanto buono, eprche' non
      fare un sito simil youtube, ma open source...non
      ci sarebbero piu' rpoblemi di censure
      ecc...Rileggi !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: NIENTE DEL GENERE OPENSOURCE
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        se il formato ogg e' tanto buono, eprche' non

        fare un sito simil youtube, ma open source...non

        ci sarebbero piu' rpoblemi di censure

        ecc...


        Rileggi !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!che c'è da rileggere? era una cagata la prima volta e lo sarà pure la seconda...1. che centrano i .ogg? qualsiasi formato tu utilizzi sarai sempre legato al diritto d'autore... non è che se usi un formato libero allora puoi fregartene di SIAE e company2.e la censura che centra invece? se hai letto la notizia avrai sicuramente capito che è un problema di diritto d'autore e non di censura, ed in questo caso l'utilizzo dell'open source non cambierebbe nullati conviene informarti di +...
  • Anonimo scrive:
    Ecco sì,.....studia, studia...
    E vedi come mungere di più i TONTOLONI con il "diritto d' autore".
Chiudi i commenti