Solo schermi per l'altissima definizione

Solo schermi per l'altissima definizione

Qualcomm mostra nuovi prototipi Mirasol. Non sono ancora pronti al debutto ma aumentano drasticamente la risoluzione senza intaccare i consumi. Lo stesso provano a fare anche Sharp, Samsung ed E Ink, ciascuno con la propria tecnologia
Qualcomm mostra nuovi prototipi Mirasol. Non sono ancora pronti al debutto ma aumentano drasticamente la risoluzione senza intaccare i consumi. Lo stesso provano a fare anche Sharp, Samsung ed E Ink, ciascuno con la propria tecnologia

Dovevano rivoluzionare gli e-reader e i gadget mobile nel 2011, e invece i display Mirasol sono ancora fermi allo stadio prototipale. Qualcomm fa comunque dei passi avanti, e le ultime iterazioni della tecnologia fanno sperare a tempi di attesa ridotti per il vero debutto sul mercato.

Il produttore statunitense ha mostrato due nuovi schermi Mirasol , uno da 5,2 pollici in forma di smartphone (2.560×1.440 pixel e densità da 577 ppi) e uno da 1,5 pollici proposto come smartwatch. I display Mirasol sono basati su un sistema micro-elettro-meccanico (MEMS) e sono teoricamente in grado di consumare una quantità estremamente ridotta di energia.

Qualcomm stima un incremento dell'efficienza energetica di sei volte rispetto agli schermi LCD o anche OLED, una caratteristica che farebbe parecchio comodo ai gadget mobile ultra-capaci ma con la batteria che dura – nella migliore delle ipotesi – il tempo record di 24 ore. Lo svantaggio dei pannelli Mirasol è la necessità di usare una fonte di illuminazione esterna – si tratti della luce del Sole o di una lampada LED – e Qualcomm continua a prendersi il tempo necessario a sviluppare e perfezionare la tecnologia.

Chi invece è già pronto per il mercato è Sharp con i pannelli IGZO, tecnologia dotata della maggiore densità di pixel nel settore – secondo la società produttrice – e che presto porterà le risoluzioni Retina/4K su tutti gli schermi compresi fra 11 e 15,6 pollici. Sistemi MacBook compresi, si specula.

Novità ad altissima definizione arrivano anche da Samsung , la cui tecnologia Diamond Pixel e i cui pannelli AMOLED (Full HD)/LCD (Ultra HD) sono stati messi in mostra nel corso della Display Week 2013 organizzata da Society for Information.

Samsung promette consumi energetici ridotti e performance video superiori, in maniera non molto dissimile a quanto promette E Ink con la tecnologia di e-paper Mobius : prodotti assieme a Sony, i nuovi schermi e-paper sono basati su tecnologia di pannelli TFT (Thin Film Transistor), sono flessibili e pesano il 50 per cento in meno degli attuali schermi di vetro TFT. E, cosa non trascurabile, sono stati mostrati con diagonale fino a 13 pollici.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 05 2013
Link copiato negli appunti