Sony: la PS3 base sarà aggiornabile

Il colosso giapponese sta tentando di spiegare ai propri utenti perché, a suo modo di vedere, la versione base della PS3 non va vista come una console monca. Questa - sostiene Sony - sarà ampiamente aggiornabile

Tokyo (Giappone) – Si è molto discusso, dopo l’E3 di Los Angeles, sulla scelta di Sony di eliminare dalla versione più economica della PlayStation 3 alcuni componenti, come la porta HDMI e il modulo Wi-Fi integrato. Una scelta di cui il gigante nipponico, a seguito delle critiche mossegli da varie parti, sta ora tentando di minimizzare l’importanza.

Negli scorsi giorni alcuni portavoce dell’azienda hanno spiegato che la versione base della PS3, che costerà 499 euro contro i 599 dell’edizione top, potrà essere aggiornata per mezzo di add-on venduti separatamente : gli utenti potranno così aggiungere un hard disk con maggiore capacità (quello incluso è di 20 GB, contro i 60 GB della versione più costosa), un adattatore Wi-Fi e un lettore di memory card.

Al contrario di quanto affermato da alcune fonti, la PS3 base supporterà anche i controller Bluetooth .

L’unico componente che rimarrà un’esclusiva della console da 600 euro sarà l’interfaccia HDMI : Sony, infatti, non prevede di rilasciare alcun add-on che aggiunga questa feature. Chi desideri utilizzare la PS3 anche per vedere film Blu-ray, e dipone di un televisore in alta definizione dotato di entrata HDMI, potrebbe dunque trovare la PS3 base assai poco appetibile.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Che cosa meravigliosa e sublime...
    E' sempre stato uno dei miei più grandi desideri, quando frequentavo la scuola superiore, fare irruzione una mattina nella mia classe e trucidare barbaramente tutti i compagni e le compagne che odiavo. Sfortunatamente (o dovrei dire fortunatamente?) allora, come adesso, non possedevo "strumenti" adatti allo scopo...tipo un Kalashnikov AK-47 o un fucile disgregatore romulano (http://www.ex-astris-scientia.org/gallery/artoftrek/romulan-rifle.jpg) ;).Però sono ancora in tempo, in fondo, seppur abbia concluso il corso da qualche anno ormai, i suddetti dovrebbero essere ancora vivi e pronti per essere privati delle loro principali funzioni vitali...definitivamente.Dato che ritengo molto improbabile che potrò godere di tanta libertà d'azione nella realtà, almeno potrei divertirmi con lo stupendo videogioco in questione @^.Onore e gloria ai massacratori della Columbine! (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che cosa meravigliosa e sublime...
      Un livello custom di Half-Life o un mod per GTA ti darebbero più soddisfazione. Dopo quasi un'ora di "corri dietro allo sprite - seleziona attacco - seleziona arma - aspetta che il tizio crepi" tiravo avanti per semplice forza di volontà.
  • Anonimo scrive:
    CHE SCHIFO
    TUTTO PER I SOLDI, EH?SI DICE CHE OGNI UOMO ABBIA UN PREZZO...QUESTO DEL VIDEOGIOCO NON HA NEANCHE BISOGNO DI ESSERE COMPRATO.HA APPESO AL COLLO IL CARTELLO VENDESI
  • Anonimo scrive:
    Re: Il massacro di Columbine? Un videogi
    Allora dato che ci sono ,per par condicio, lo facciano anche sulla Santa Inquisizione ! @^
    • Anonimo scrive:
      Re: Il massacro di Columbine? Un videogi
      - Scritto da:
      Allora dato che ci sono ,per par condicio, lo
      facciano anche sulla Santa Inquisizione !
      @^Qualcuno te lo impedisce?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il massacro di Columbine? Un videogi
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Allora dato che ci sono ,per par condicio, lo

        facciano anche sulla Santa Inquisizione !

        @^

        Qualcuno te lo impedisce?
        L'incompetenza, sia storica che informatica...
  • Anonimo scrive:
    Tutti contro il videogioco, ma il film?!
    Si è sempre pronti a "sparare a zero" sui videogiochi, ma lo sapete che della strage di Columbine è uscito anche un film? Si intitola Elephant se non sbaglio e di quello nessuno ha detto nulla... bah... sinceramente penso che la gente viva di luoghi comuni... un gioco che parla di una strage è una cosa abominevole, ma un film invece va bene?! Ma per favore!!I videogiochi sono un modo diverso per raccontare storie... e come i film possono essere usati in modo giusto o improprio.Chi non ha capito questa cosa parla solo per pregiudizi, e farebbe meglio a stare in silenzio...
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutti contro il videogioco, ma il fi
      Elephant è vers. bigotta ed "americana" di Bowling infatti mentre nel film di Moore si cerca di scavare per capire quale sia il malessere che porta a queste cose nell'altro si spara a zero su metal e videogiochi tanto è vero che tale film può essere solo di due categorie (ma fondamentalmente la stessa):Spazzatura voluta per distogliere l'interesse dai veri problemiSpazzatura commerciale atta ad attirare gli imbecilli che credono che basta sostituire una polka a manson per risolvere tutto
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutti contro il videogioco, ma il fi
        Il film Elephant, personalmente mi è piaciuto...!Riguardo al film di Moore, direi che è un documentario e anche se viene proposto come cinema secondo me non ha nulla a che fare con il cinema.Riguardo il gioco: io non sono un Americano per cui potrei anche divertirmi, dipende se è realizzato bene ed è coinvolgente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutti contro il videogioco, ma il fi
          Dove sarebbe coinvolgente Elephant ?Un ragazzo che si spara una sessione a wolfstein e dopo va ad ammazzare i suoi compagni di scuola sarebbe coinvolgente ? Vuole per caso trasmettere un messaggio ?Questo è lavaggio del cervello perchè è dimostrato ogni schifosissimo giorno che l'equazione giocatore di fps = killer non sta in piedi e quando ci scappa l'eccezione, ci sta sempre una motivazione ben più grave e profonda, altro che "se ho steso gli strogg allora posso ammazzare tutti"Tutti questi registi che realizzano ste putt-nate andrebbero spediti a raccogliere cotone.Sulla questione di Moore trovo sia stato giusto trasmetterlo al cine perchè purtroppo la massa è incapace di considerare la tv anche un'opportunità per approfondire oltre ai soliti reality
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutti contro il videogioco, ma il fi
            Approfondire coi film di Moore?Anche lui, né più ne meno dei bigotti, non fa affatto delle buone inchieste, perché parte col risultato che vuole ottenere già nella sua testa e gira il film allo scopo e in modo da dimostrare le sue tesi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutti contro il videogioco, ma il fi
            - Scritto da:
            Approfondire coi film di Moore?
            Anche lui, né più ne meno dei bigotti, non fa
            affatto delle buone inchieste, perché parte col
            risultato che vuole ottenere già nella sua testa
            e gira il film allo scopo e in modo da dimostrare
            le sue
            tesi...Se ne deduce che, secondo te, i giocatori di FPS sono tutti potenziali killer... :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutti contro il videogioco, ma il fi
            - Scritto da:
            Se ne deduce che, secondo te, i giocatori di FPS
            sono tutti potenziali killer...
            :(Siamo TUTTI potenziali killer. Solo i morti sono innocui. Ogni persona vivente é un assassino potenziale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutti contro il videogioco, ma il fi
            No anche i morti sono pericolosi:se non vengono seppelliti marciscono e formano batterise non gli si taglia la testa, risorgono(collegata alla precedente) se poi prima di morire dovevano andare in bagno diventano centometristi come quelli dell'alba dei morti viventi il remakese non gli cuce la boca con dell'aglio e gli si pianta un paletto di frassino nel cuore gli crescono i denti e diventano vampiriSe sono stati uccisi con il cubo delle anime di doom rinascono come ImpAltro che se sono pericolosi i morti
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutti contro il videogioco, ma il fi
            - Scritto da:

            Altro che se sono pericolosi i mortiQuelli sono non-morti. Abbiamo la Cacciatrice per quel genere di problemi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutti contro il videogioco, ma il fi
            Beh è chiaro, il lavoro di studio non viene fatto durante le riprese ma prima. Il film è solo un ulteriore sostegno
    • Akiro scrive:
      Re: Tutti contro il videogioco, ma il fi

      Si è sempre pronti a "sparare a zero" sui
      videogiochi, ma lo sapete che della strage di
      Columbine è uscito anche un film? un buon film, di Gus van Santhttp://italian.imdb.com/title/tt0363589/che riporta i fatti e non cerca di sicuro di allietarci le serata come dovrebbe fare questo videogioco.Creare degli svaghi o lucrare su fatti così incresciosi è alquanto cinico, un film è fatto per raccogliere soldi ma il punto è anche come si fanno certe opere.
  • Anonimo scrive:
    Viviamo nella cultura della morte?
    "Viviamo immersi nella cultura della morte"...Balle! Viviamo semmai nella cultura dell'apparenza e della visibilità a tutti i costi, basta vedere i reality show e le altre caxxate che trasmettono continuamente in tv... quindi anche una strage può servire per diventare il centro dell'attenzione di tutti...La morte come strumento per diventare visibili, non il contrario...
    • Anonimo scrive:
      Re: Viviamo nella cultura della morte?
      - Scritto da:
      Balle! Viviamo semmai nella cultura
      dell'apparenza e della visibilità a tutti i
      costi, basta vedere i reality show e le altre
      caxxate che trasmettono continuamente in tv...
      quindi anche una strage può servire per diventare
      il centro dell'attenzione di
      tutti...Una strage in un reality, ecco cosa ci serve. Big Brother Rampage. I concorrenti massacrati senza pietà il primo giorno (quando ce ne sono abbastanza), a colpi di arma da fuoco e coltellate. Tutta la nazione a guardarli in diretta mentre vengono selvaggiamente uccisi implorando pietà.Che bello.
      • Anonimo scrive:
        Re: Viviamo nella cultura della morte?
        Vuoi Man Lò che mentre accoltella qualcuno urla Boing boing boing :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Viviamo nella cultura della morte?
          - Scritto da:
          Vuoi Man Lò che mentre accoltella qualcuno urla
          Boing boing boing
          :DGia' e credo si sia divertita parecchio nello spot: fateci caso...la prima volta dice effettivamente boing; poi come tiritera inizia a fare boin! boin! boin! Cosa c'e' di tanto strano? Non credo che lei non sappia che in una ben nota lingua asiatica (scopritelo da soli quale) boin significa "grosse tette" o "tettona"!Gia'mi immagino le risate degli stranieri che guardano lo spot....!!! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Viviamo nella cultura della morte?
            - Scritto da:
            Gia' e credo si sia divertita parecchio nello
            spot: fateci caso...la prima volta dice
            effettivamente boing; poi come tiritera inizia a
            fare boin! boin! boin! Cosa c'e' di tanto strano?
            Non credo che lei non sappia che in una ben nota
            lingua asiatica (scopritelo da soli quale) boin
            significa "grosse tette" o "tettona"!Gia'mi
            immagino le risate degli stranieri che guardano
            lo spot....!!! :D


            Adesso il moige oscurerà anche questa pubblicità Oo
      • Anonimo scrive:
        Re: Viviamo nella cultura della morte?

        Una strage in un reality, ecco cosa ci serve. Big
        Brother Rampage. I concorrenti massacrati senza
        pietà il primo giorno (quando ce ne sono
        abbastanza), a colpi di arma da fuoco e
        coltellate. Tutta la nazione a guardarli in
        diretta mentre vengono selvaggiamente uccisi
        implorando
        pietà.

        Che bello.Ci hanno gia' pensato...Non so se hai visto My Little Eyehttp://imdb.com/title/tt0280969/
  • Anonimo scrive:
    alla fine suicidio imposto
    alla fine del gioco dalla PS o dal joystick magari parte una scarica elettrica o un colpo di arma da fuoco che uccide il giocatore. Bisogna renderlo reale, no? Essere fedeli al "gioco" fino in fondo:-(leo
    • Anonimo scrive:
      Re: alla fine suicidio imposto
      - Scritto da:
      alla fine del gioco dalla PS o dal joystick
      magari parte una scarica elettrica o un colpo di
      arma da fuoco che uccide il giocatore. Bisogna
      renderlo reale, no? Essere fedeli al "gioco"
      fino in fondoMha, forse a te priacerebbe, nel caso organizzati in tale senso.Altri preferiscono fare una parta prendendola leggera, senza farsi troppo problemi.
      • Anonimo scrive:
        Re: alla fine suicidio imposto
        - Scritto da:
        Mha, forse a te priacerebbe, nel caso
        organizzatino non piacerebbe, tra l'altro finche' si gode, e' un mondo bellissimoavro' postato di impulso, certo anche io da piccolo giocavo a F117 e bombardavo i "comunisti" in guerra fredda, il discorso e' vagamente identico.vagamente
        .. prendendola leggera, senza farsi troppo
        problemi.non la prenderei alla leggerae si' mi farei qualche problemain teoria ci si dovrebbe evolvere ed evitare che la Storia si ripetasenza troppi problemi non e' che si arriva al punto in cui si scoppia tipo cent'anni fa e si ricomincia da capo o quasi?ma poi e' vero che problemi mi mettociao, leo
        • Anonimo scrive:
          Re: alla fine suicidio imposto
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          Mha, forse a te priacerebbe, nel caso

          organizzati

          no non piacerebbe, tra l'altro finche' si gode,
          e' un mondo
          bellissimo
          avro' postato di impulso, certo anche io da
          piccolo giocavo a F117 e bombardavo i "comunisti"
          in guerra fredda, il discorso e' vagamente
          identico.

          vagamente
          Dai, bombardare i comunisti è peccato veniale... perfino D'Alema non è riuscito a resistere alla tentazione! :D :D :D :D :D O) @^ O) (troll2)
  • riccardosl45 scrive:
    Videogioco sulle Foibe!
    Non mi stupisco più di nulla al giorno d'oggi, qualche anno fa era stato linkato su Indymedia un semplice videogioco in cui lo scopo era buttare gli Italiani in una Foiba....Con un semplice click lo scarpone di un noto partigiano faceva guadagnare punti al giocatore.Non è il primo quindi peccato che per le Foibe in pochi si siano scandalizzati.
  • Anonimo scrive:
    Un videogame sul Vaticano
    Cosa ne pensate di un bel videogame sulle torture e le efferatezze della Santa Inquisizione?Oppure sugli intrighi papali del passato (compravendita indulgenze, pedofilia, stupri,incesti, assassinii di corte, collaborazionismocoi nazisti ecc...)?Per gli eventuali sviluppatori ecco un sitodove potrete documentarvi:http://www.luigicascioli.itCattolici... @^ @^ @^
    • smoking monkey scrive:
      che patetico omuncolo
      Se pensi che giocando a fare l'aguzzino o a fare il torturato, si impari qualcosa, se proprio un patetico beota.Se solo uno misero personaggio, uno di quelli che quando vanno a visitare il castello di carcassone, si fermano solo a vedere lo squallido museo degli strumenti di tortura, e magari anche il museo dei pelerossa, tralasciando tutto il resto.Il tuo interesse morboso verso la turtura e la sofferenza si evince chiaramente dalle tue parole, di profondo desiderio nel coltivare questa tua abnorme passione, utilizzando un videogioco.Il tuo amore viscerale verso queste atroci ativita', si scontra pero' con un tuo senso di colpa. un rimorso latente che ti corrode i pensieri e ti fa stare male.L'unico modo per conbattere la tua passione oscena per le sofferenze e le torture, e' cercare un caprio espriatorio, un uomo di paglia da incolpare e con cui paragonarti e sentirti moralmente superiore.Le istituzioni ecclesiastiche fanno a caso tuo, infatti nel corso dei secoli spesso si sono amcchiate di atroci delitti, spesso perpetuati e condotti nel solco di idee giuste. Quindi paragonandoti au una organizzazione che moralmente si giudica coretta e limpida, ma che nella realta' ha molte volte agito in modo terrible, ti senti sollevato, e credi di essere moralmente meno disdicevole.io non credo che carlo magno, giulio cesare e altri personaggi a cui noi intitoliamo strade e piazze, non si siano macchiati di atrocita' (che allora non erano considerate tali) verso inermi o popolazioni piu' povere.Pernsa ad esemio che la mongolia fonda il suo rogoglio nazionale su gengis khan. Un personagio crudele e spietato, le cui gesta belliche, hanno ucciso circa 2 milioni di pesone e sottoponeva i dissidenti a torture atroci come quella della inquisizione.Tutte le orgnaizzazioni e le forme di potere, per quanto divinamente ispsirate, sono sempre e saranno sempre gestite e formate da uomini. con i loro difetti e le loro debolezze.
      • sonountoro scrive:
        Re: che patetico omuncolo
        - Scritto da: smoking monkey
        Se pensi che giocando a fare l'aguzzino o a fare
        il torturato, si impari qualcosa, se proprio un
        patetico
        beota.
        Se solo uno misero personaggio, uno di quelli che
        quando vanno a visitare il castello di
        carcassone, si fermano solo a vedere lo squallido
        museo degli strumenti di tortura, e magari anche
        il museo dei pelerossa, tralasciando tutto il
        resto.
        Il tuo interesse morboso verso la turtura e la
        sofferenza si evince chiaramente dalle tue
        parole, di profondo desiderio nel coltivare
        questa tua abnorme passione, utilizzando un
        videogioco.

        Il tuo amore viscerale verso queste atroci
        ativita', si scontra pero' con un tuo senso di
        colpa. un rimorso latente che ti corrode i
        pensieri e ti fa stare
        male.
        L'unico modo per conbattere la tua passione
        oscena per le sofferenze e le torture, e' cercare
        un caprio espriatorio, un uomo di paglia da
        incolpare e con cui paragonarti e sentirti
        moralmente
        superiore.

        Le istituzioni ecclesiastiche fanno a caso tuo,
        infatti nel corso dei secoli spesso si sono
        amcchiate di atroci delitti, spesso perpetuati e
        condotti nel solco di idee giuste.


        Quindi paragonandoti au una organizzazione che
        moralmente si giudica coretta e limpida, ma che
        nella realta' ha molte volte agito in modo
        terrible, ti senti sollevato, e credi di essere
        moralmente meno
        disdicevole.



        io non credo che carlo magno, giulio cesare e
        altri personaggi a cui noi intitoliamo strade e
        piazze, non si siano macchiati di atrocita' (che
        allora non erano considerate tali) verso inermi o
        popolazioni piu'
        povere.

        Pernsa ad esemio che la mongolia fonda il suo
        rogoglio nazionale su gengis khan. Un personagio
        crudele e spietato, le cui gesta belliche, hanno
        ucciso circa 2 milioni di pesone e sottoponeva i
        dissidenti a torture atroci come quella della
        inquisizione.

        Tutte le orgnaizzazioni e le forme di potere, per
        quanto divinamente ispsirate, sono sempre e
        saranno sempre gestite e formate da uomini. con i
        loro difetti e le loro
        debolezze.
        Io invece la trovo un'idea interessante, fatta però con rigore storico e senza che la violenza sia al centro del VG. Personalmente evito di giudicare una persona, e penso dovresti fare altrettanto.
      • jeanlucpicard scrive:
        Re: che patetico omuncolo
        - Scritto da: smoking monkey
        Se pensi che giocando a fare l'aguzzino o a fare
        il torturato, si impari qualcosa, se proprio un
        patetico
        beota.
        Se solo uno misero personaggio, uno di quelli che...Evidentemente quando si tocca la CHIESA saltanofuori moralisti della peggior risma come TE.Non esiste un termine per definirti caro Smokey,mi limito a compatire TE e quel miserere chehai declamato, senza neanche pensare che quelloche è stato scritto nel thread sia solo unaprovocazione e nient'altro. Io sono ateo e sonocolui che ha iniziato questo thread, non sonoun violento e soprattutto non uso violenzafisica né morale né ricatti per imporre lemie idee agli altri. Ho citato solo dei datidi fatto confutati dalla storia; mi dispiaceche tutto ciò ti turbi ma stai tranquillo chenon andrò a scavare nei profondi recessi deldella tua personalità per trarne fuori diagnosiaffrettate. Ricordati solo che al mondo ci sonocose peggiori di un videogame cretino,l'importante è che il cervello di chi lo usasia LIBERO da DOGMI e IGNORANZE che distorconoil comportamento.Che il tuo dio abbia pietà di te.
      • Anonimo scrive:
        Re: che patetico omuncolo
        - Scritto da: smoking monkey
        Se pensi che giocando a fare l'aguzzino o a fare
        il torturato, si impari qualcosa, se proprio un
        patetico beota.Credo che l'intento fosse divertirsi con un gioco d'azione, non imparare qualcosa. Chi gioca in genere non crede di essere in una biblioteca.
        Se solo uno misero personaggio, uno di quelli che
        quando vanno a visitare il castello di
        carcassone, si fermano solo a vedere lo squallido
        museo degli strumenti di tortura, e magari anche
        il museo dei pelerossa, tralasciando tutto il
        resto.Ma che ne sai? E' tutto nella tua testa.
        Il tuo interesse morboso verso la turtura e la
        sofferenza si evince chiaramente dalle tue
        parole, di profondo desiderio nel coltivare
        questa tua abnorme passione, utilizzando un
        videogioco.Signori, lo psicologo del web colpisce!
        Il tuo amore viscerale verso queste atroci
        ativita', si scontra pero' con un tuo senso di
        colpa. un rimorso latente che ti corrode i
        pensieri e ti fa stare male.Lo psicologo del web colpisce ancora!
        L'unico modo per conbattere la tua passione
        oscena per le sofferenze e le torture, e' cercare
        un caprio espriatorio, un uomo di paglia da
        incolpare e con cui paragonarti e sentirti
        moralmente superiore.Wohaa!!! Ma sei serio?!?
        Le istituzioni ecclesiastiche fanno a caso tuo,
        infatti nel corso dei secoli spesso si sono
        amcchiate di atroci delitti, spesso perpetuati e
        condotti nel solco di idee giuste.


        Quindi paragonandoti au una organizzazione che
        moralmente si giudica coretta e limpida, ma che
        nella realta' ha molte volte agito in modo
        terrible, ti senti sollevato, e credi di essere
        moralmente meno
        disdicevole.Argh sei davvero serio.
        io non credo che carlo magno, giulio cesare e
        altri personaggi a cui noi intitoliamo strade e
        piazze, non si siano macchiati di atrocita' (che
        allora non erano considerate tali)Ma con questo ragionamento giustifichi tutto.
        verso inermi o
        popolazioni piu'
        povere.Devi convincere le inermi popolazioni massacrate, non noi.
        Pernsa ad esemio che la mongolia fonda il suo
        rogoglio nazionale su gengis khan. Un personagio
        crudele e spietato, le cui gesta belliche, hanno
        ucciso circa 2 milioni di pesone e sottoponeva i
        dissidenti a torture atroci come quella della
        inquisizione.
        Tutte le orgnaizzazioni e le forme di potere, per
        quanto divinamente ispsirate, sono sempre e
        saranno sempre gestite e formate da uomini. con i
        loro difetti e le loro
        debolezze.Grazie per le ovvieta' e l'analisi a distanza, ti chiameremo ancora. A Zelig.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un videogame sul Vaticano
      - Scritto da:
      Cosa ne pensate di un bel videogame sulle
      torture e le efferatezze della Santa
      Inquisizione?
      Oppure sugli intrighi papali del passato
      (compravendita indulgenze, pedofilia, stupri,
      incesti, assassinii di corte, collaborazionismo
      coi nazisti ecc...)?Si si, mi piace: protagonista un viaggiatore del tempo che potrebbe investigare su una scia di MALE all'interno della cheisa nelle varie epoche.
      Per gli eventuali sviluppatori ecco un sito
      dove potrete documentarvi:
      http://www.luigicascioli.it
      Cattolici... @^ @^ @^
      • Anonimo scrive:
        Re: Un videogame sul Vaticano

        Si si, mi piace: protagonista un viaggiatore del
        tempo che potrebbe investigare su una scia di
        MALE all'interno della cheisa nelle varie
        epoche.Schia di male. E' un oceano...
        • Anonimo scrive:
          Re: Un videogame sul Vaticano
          - Scritto da:


          Si si, mi piace: protagonista un viaggiatore del

          tempo che potrebbe investigare su una scia di

          MALE all'interno della cheisa nelle varie

          epoche.

          Schia di male. E' un oceano...Peccato che la "giustizia religiosa" dei protestanti, pur non avendo a disposizione l'inquisizione, abbia bruciato più persone nell'inquisizione cattolica... e hanno il coraggio di montare in cattedra, non parliamo poi della disgustosa dottrina calvinista che ribalta il messaggio evangelico a proposito della ricchezza, così i poveri sono cornuti e mazziati in questo mondo e in quell'altro...
          • Anonimo scrive:
            Re: Un videogame sul Vaticano
            - Scritto da:
            Peccato che la "giustizia religiosa" dei
            protestanti, pur non avendo a disposizione
            l'inquisizione, abbia bruciato più persone
            nell'inquisizione cattolica...Leggete un po' qua:http://www.luigicascioli.it/nudismo_ita.phphttp://www.luigicascioli.it/sesso_ita.phpEcco xchè quando vedo un prete mi viene da vomitare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un videogame sul Vaticano
            E UN GIOCO SUI POLITICI ITALIANI?VINCE CHI RIESCE A TIRARE FUORI PIù SOLDI DALLE TASCHE DEGLI ITALIANI,E,ALLO STESSO TEMPO, A FARSI DARE PIù VOTI.NO...RIPENSANDOCI...SAREBBE TROPPO FANTASCIENTIFICO.NON CREDO CHE QUALCUNO ANDREBBE A VOTARE SIMILI PERSONE NELLA REALTà
    • Anonimo scrive:
      Re: Un videogame sul Vaticano
      ma perchè limitarci al vaticano? facciamolo anche sulla cina di ora dai, dove uno dice internet e va in galera... e non dimentichiamoci del sogno comunista russo..magari uno sugli integralisti islamici e sulle guerre varie in africa non sarebbe male.. poi aspetta sul massacro delle foche?
  • Anonimo scrive:
    Fikoooooooooooooooo!
    Un'inconfessabile goduria! :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Fikoooooooooooooooo!
      - Scritto da:
      Un'inconfessabile goduria! :DCol cavolo, é fatto con RPG maker ed é noioso da morire. Uno sparatutto 3D o un bell'adventure, ecco cosa ci voleva.SPOILERSPOILERSPOILER... Quando ti suicidi poi finisci all'Inferno in mezzo alle creature di DOOM. Che ca#ata.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fikoooooooooooooooo!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Un'inconfessabile goduria! :D

        Col cavolo, é fatto con RPG maker ed é noioso da
        morire. Uno sparatutto 3D o un bell'adventure,
        ecco cosa ci
        voleva.Si, é una gran palla. Grafica stile RPG jap vecchia maniera, con il combattimento in stile Final Fantasy (quello antico, però).Qualcosa come Hitman sarebbe stato più divertente. Che so, provare ad ammazzarne di più (solo 13 nell'evento originale, perché quei due lamer non sono stati capaci di costruire bombe come si deve) facendo saltare in aria la caffetteria, o magari tipo Raven Shield con un attacco da due lati e qualche tecnica divertente tipo lanciare una CO2 bomb in aula e poi sventagliare sugli studenti.Invece no. Che palle.
        • Anonimo scrive:
          Re: Fikoooooooooooooooo!
          - Scritto da:

          ...dannata dfesta delle Medie! :D :D :D :D :DGli punti un fucile in faccia e tutta la loro vita gli passa davanti: bicchiere di Fanta, bicchiere di Fanta, mi son fatto una pi##a, bicchiere di Fanta...
        • Anonimo scrive:
          Re: Fikoooooooooooooooo!
          - Scritto da:

          ...dannata dfesta delle Medie! :D :D :D :D :DPerchè allora non avvelenare lentamente unaclasse dell'ITIS durante l'ora di elettronicacon valvole RF? Il cobalto 60 fa miracoli...Basta aspettare la fine del corso!
          • Anonimo scrive:
            Re: Fikoooooooooooooooo!
            - Scritto da:

            Perchè allora non avvelenare lentamente una
            classe dell'ITIS durante l'ora di elettronica
            con valvole RF? Il cobalto 60 fa miracoli...
            Basta aspettare la fine del corso!Metilmercurio sulle matite, dopo sei mesi l'intera classe è liquidata.
  • Anonimo scrive:
    Ma come si può?
    Sicuramente questa persona che hà creato il gioco,non voleva ricostruire il tutto per far capire... ma solo per cercarsi notorietà... anche anonima, basta che se ne parli.Indubbiamente questa cosa è tremenda!Pensate ai genitori che si rivedono i loro figli in un videogioco alla doom... ma come si può???Bisogna essere proprio delle bestie per mettere in essere certe cose!E chiaramente come sempre succede in questi casi qualcuno ne gode o ne trae intrattenimento dallacosa...perchè non si rende conto che stà giocando con una cosa successa veramente ad altri esseri umani. O meglio se ne rende contoma se ne frega!!!il ripetto per la vita, dissacrato anche in un videogame ... ma dove andremo a finire???Ciao (newbie)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma come si può?
      Come ho già risposto direttamente sul forum del videogame alla gente scandalizzata:si gioca continuamente a videogame sulla seconda guerra mondiale. Mio nonno c'era e non credo che gradirebbe riammazzare gente che ha ammazzato negli anni '40. Nè gradirebbe giocarvi gente che ha perso i propri cari. E cosniderato che a Columbine sono morte poche persone mentre nella seconda guerra mondiale ne sono morte decine di milioni....L'unico problema col videogioco è che è una schifezza fatta per farsi conoscere, tutto qua.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma come si può?
        La potenza del buon senso ogni tanto si fa sentire.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma come si può?
        - Scritto da:
        Come ho già risposto direttamente sul forum del
        videogame alla gente
        scandalizzata:
        si gioca continuamente a videogame sulla seconda
        guerra mondiale. Mio nonno c'era e non credo che
        gradirebbe riammazzare gente che ha ammazzato
        negli anni '40. Nè gradirebbe giocarvi gente che
        ha perso i propri cari. E cosniderato che a
        Columbine sono morte poche persone mentre nella
        seconda guerra mondiale ne sono morte decine di
        milioni....
        L'unico problema col videogioco è che è una
        schifezza fatta per farsi conoscere, tutto
        qua.Il discorso sarebbe diverso se fosse un videogioco ispirato ad una storia come tante di violenza in una scuola degli USA.Qui, purtroppo, non sono dei personaggi qualsiasi a essere protagonisti della storia, ma hanno nomi e cognomi. Se facessero un videogioco sulla seconda guerra mondiale che tratta della vicenda di Giovanni Verdi, carnefice nazista che ha ucciso Gigi Rossi, Mario Bianchi e Dario Gialli, ritengo che la situazione sarebbe paragonabile.Ma a quanto mi risulta un gioco del genere non l'hanno mai fatto.
  • Anonimo scrive:
    Come sprecare la libertà di espressione
    I creatori di questo gioco si appellano alla libertà di espressione garantita negli stati uniti per offendere le persone coinvolte in questo tragico evento, buttandola nello scarico del water ed insultando tutti quelli che in passato si sono battuti per ottenerla.
    • avvelenato scrive:
      Re: Come sprecare la libertà di espressi
      - Scritto da:
      I creatori di questo gioco si appellano alla
      libertà di espressione garantita negli stati
      uniti per offendere le persone coinvolte in
      questo tragico evento, buttandola nello scarico
      del water ed insultando tutti quelli che in
      passato si sono battuti per
      ottenerla.Che libertà di espressione è, se poi bisogna esprimere sempre le stesse cose?
      • Anonimo scrive:
        Re: Come sprecare la libertà di espressi
        - Scritto da: avvelenato
        Che libertà di espressione è, se poi bisogna
        esprimere sempre le stesse
        cose?Tu sei libero di esprimerti e io sono libero di pennsare e dire che il tuo modo di esprimerti è da coglione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Come sprecare la libertà di espressi
        - Scritto da: avvelenato

        - Scritto da:

        I creatori di questo gioco si appellano alla

        libertà di espressione garantita negli stati

        uniti per offendere le persone coinvolte in

        questo tragico evento, buttandola nello scarico

        del water ed insultando tutti quelli che in

        passato si sono battuti per

        ottenerla.

        Che libertà di espressione è, se poi bisogna
        esprimere sempre le stesse
        cose?Chi l'ha negato? Ciò non toglie che questo è semplicemente un modo come un altro per prendere la libertà di opinione e buttarla nel water.Come se qualcuno ti regalasse ciò che per lui è più caro esiste al mondo, e tu lo prendi e lo butti nella spazzatura, dicendo "Che regalo è se non posso farci quello che voglio?"E' un tuo diritto, ma stai insultando colui che ti ha fatto il regalo.
        • avvelenato scrive:
          Re: Come sprecare la libertà di espressi
          - Scritto da:

          - Scritto da: avvelenato



          - Scritto da:


          I creatori di questo gioco si appellano alla


          libertà di espressione garantita negli stati


          uniti per offendere le persone coinvolte in


          questo tragico evento, buttandola nello
          scarico


          del water ed insultando tutti quelli che in


          passato si sono battuti per


          ottenerla.



          Che libertà di espressione è, se poi bisogna

          esprimere sempre le stesse

          cose?

          Chi l'ha negato? Ciò non toglie che questo è
          semplicemente un modo come un altro per prendere
          la libertà di opinione e buttarla nel
          water.

          Come se qualcuno ti regalasse ciò che per lui è
          più caro esiste al mondo, e tu lo prendi e lo
          butti nella spazzatura, dicendo "Che regalo è se
          non posso farci quello che
          voglio?"

          E' un tuo diritto, ma stai insultando colui che
          ti ha fatto il
          regalo.Tutto molto bello, ma la libertà espressiva non è un regalo, bensì una garanzia contro totalitarismi orwelliani.Se poi il prezzo da pagare è questo, ovvero un videogioco che faccia ancora parlare di un episodio disdicevole nella storia americana (e magari riflettere sulle cause), ben venga. Non lo reputi decisamente assai meglio che un mondo dove di quest'episodio non si fosse potuto parlare?btw, notare che implicitamente nel videogioco i creatori dànno la loro interpretazione, inserendo elementi quali una copia di doom e un cd di manson. E' la loro tesi. E' libertà di espressione. Come la mia di dire che quel gioco è una gran cacata, e non certo perché riprende in chiave pseudo-ironica un episodio tragico (altrimenti film come "La vita è bella" dovrebbero essere considerati degli sputi alla libertà, ti pare?).
          • Anonimo scrive:
            Re: Come sprecare la libertà di espressi
            - Scritto da: avvelenato
            Tutto molto bello, ma la libertà espressiva non è
            un regalo, bensì una garanzia contro
            totalitarismi
            orwelliani.La libertà di espressione non è qualcosa di dovuto a questo mondo. Non lo è stata in passato, non lo è tuttora in molte parti del mondo e non lo è completamente nemmeno nella maggior parte delle democrazie occidentali. Quindi sì, per me è un regalo. Un regalo che ci hanno fatto i nostri padri, le grandi personalità del passato, la nostra società. Se non la vuoi pensare ad un regalo, pensala come ad una fortuna. Sei fortunato che, tra tutti i milardi di uomini nati e morti su questo pianeta, sei nato in questo particolare periodo storico e in questo particolare stato ed hai la possibilità di esprimerti liberamente. Esattamente come gli autori del videogioco. Ma siamo una minoranza nel computo totale di vite umane che hanno vissuto su questo pianeta.Io continuo a ritenere che chi ha prodotto questo gioco, nato solo per fare polverone, per vantarsi di essere qualcuno, per poter dire di essere diverso dal resto della società, usando la libertà di espressione come scudo, è solo un modo per sputare sopra a tutti i sacrifici fatti nel passato per ottenerla. Essa serve a scopi più elevati che non a fare queste idiozie. Serve, come hai detto tu, ad evitare di entrare nei totalitarismi, cioé ha uno scopo per la collettività, il fatto che ne tragga beneficio il singolo è secondario, anche se importante. E' stata voluta per far progredire la società culturalmente, non per consentire a chiunque di esprimere le proprie idiozie. Quello è un effetto secondario. Per questo reputo che difendersi dalle accuse di stare insultando le persone coinvolte in una tragedia del genere tirando fuori parole come "libertà di espressione" sia quanto di più schifoso ci possa essere.
          • avvelenato scrive:
            Re: Come sprecare la libertà di espressi
            - Scritto da:

            - Scritto da: avvelenato


            Tutto molto bello, ma la libertà espressiva non
            è

            un regalo, bensì una garanzia contro

            totalitarismi

            orwelliani.

            La libertà di espressione non è qualcosa di
            dovuto a questo mondo. Non lo è stata in passato,
            non lo è tuttora in molte parti del mondo e non
            lo è completamente nemmeno nella maggior parte
            delle democrazie occidentali.


            Quindi sì, per me è un regalo. Un regalo che ci
            hanno fatto i nostri padri, le grandi personalità
            del passato, la nostra società. Se non la vuoi
            pensare ad un regalo, pensala come ad una
            fortuna. Sei fortunato che, tra tutti i milardi
            di uomini nati e morti su questo pianeta, sei
            nato in questo particolare periodo storico e in
            questo particolare stato ed hai la possibilità di
            esprimerti liberamente. Esattamente come gli
            autori del videogioco. Ma siamo una minoranza nel
            computo totale di vite umane che hanno vissuto su
            questo
            pianeta.

            Io continuo a ritenere che chi ha prodotto questo
            gioco, nato solo per fare polverone, per vantarsi
            di essere qualcuno, per poter dire di essere
            diverso dal resto della società, usando la
            libertà di espressione come scudo, è solo un modo
            per sputare sopra a tutti i sacrifici fatti nel
            passato per ottenerla. Essa serve a scopi più
            elevati che non a fare queste idiozie. Serve,
            come hai detto tu, ad evitare di entrare nei
            totalitarismi, cioé ha uno scopo per la
            collettività, il fatto che ne tragga beneficio il
            singolo è secondario, anche se importante. E'
            stata voluta per far progredire la società
            culturalmente, non per consentire a chiunque di
            esprimere le proprie idiozie. Quello è un effetto
            secondario. Per questo reputo che difendersi
            dalle accuse di stare insultando le persone
            coinvolte in una tragedia del genere tirando
            fuori parole come "libertà di espressione" sia
            quanto di più schifoso ci possa essere.

            La libertà di espressione non è un regalo. Citando ippolito nievo, la libertà non si chiede, si vuole! E a chi la chiede vilmente è giusto rispondere a sputi in faccia.Anni di lotte per conquistare la libertà i nostri avi le hanno fatte. E altri anni ancora di lotte ci aspettano.Personalmente io sono a favore della libertà di espressione, e continuerò a battermi affinché gente come questi cazzari qua possano pubblicare questi videogiochi del cazzo. Poi tu fai quel cazzo che credi.
  • Anonimo scrive:
    WhoIS Guard
    Ma porca trota, com'e' possibile che sia legale un servizio del genere?
    • Anonimo scrive:
      Re: WhoIS Guard
      - Scritto da:
      Ma porca trota, com'e' possibile che sia legale
      un servizio del
      genere?WhoIS Guard é un servizio a pagamento perfettamente legale.Sai, la privacy. Quella cosa lì per cui rompono le scatole in tanti.Ancora per poco.
      • Anonimo scrive:
        Re: WhoIS Guard
        bhe e' giustissimo, a mio avviso, poter risalire a chi e' il proprietario di un dominio. Quando devo fare acquisti online, un whois lo faccio sempre. Se vedo che il sito e' intestato a pinco pallino srl in via ecc mi fido, se vedo che e' intestato a boh bah Cina, mica tanto..
  • Anonimo scrive:
    Sarà un'impressione
    L'ho provato il gioco ed ho notato alcune cose strane: al principio i due ragazzi si ritrovano in un garage e tra i vari oggetti da recuperare ci stanno un CD di Marylin Manson ed una copia di Doom.Avrò frainteso le intenzioni di sto Columbin ma mi auguro che non sia l'ennesimo str_nzo che si permette di dire che tragedie come questa avvengono per colpa del metal o di un videogioco.
    • Cobra Reale scrive:
      Re: Sarà un'impressione
      I due autori della strage erano neonazisti e Manson aveva fatto un pericoloso proselitismo in una società dove armarsi fino ai denti non è poi tanto difficile. Al di là di questo, penso che quei due non fossero tanto normali e che fossero facilmente suggestionabili.Non l'ho scaricato ma a mio parere, questo "giochino" non fa riflettere per niente. Di sicuro, l'idea di impersonarli mi fa schifo solo a pensarci.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarà un'impressione
        Manson avrà parte della colpa ma in un incendio non si dà colpa alla benzina o alla boscaglia ma alla scintilla.In un paese dove ti regalano il fucile a pompa se sottoscrivi un conto corrente e dove è normale avere il vicino di casa fissato con la guerra nucleare tanto da farsi il bunker stile tremors mi sa che c'è qualcosa di ben più pericolo di un videogioco o un cd.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarà un'impressione
          - Scritto da:
          In un paese dove ti regalano il fucile a pompa se
          sottoscrivi un conto correnteBeati loro. Qui ad aprire un conto corrente ti regalano, se ti va bene, un portachiavi a forma di cacca, e dello stesso colore.
      • avvelenato scrive:
        Re: Sarà un'impressione
        - Scritto da: Cobra Reale
        I due autori della strage erano neonazisti e
        Manson aveva fatto un pericoloso proselitismo in
        una società dove armarsi fino ai denti non è poi
        tanto difficile. Sarebbe poi curioso leggere i testi da dove si evince questo pericoloso proselitismo.
        • Cobra Reale scrive:
          Re: Sarà un'impressione
          A due che non hanno tutte le rotelle a posto, faresti ascoltare Manson o guardare film splatter o porno? Pare che MM fosse l'idolo delle assassine di Suor Maria Laura Mainetti.Purtroppo, i collegamenti riportati nella pagina:http://www.profezieonline.com/Varie/marilyn_manson.htmnon sono più raggiungibili.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarà un'impressione
            - Scritto da: Cobra Reale
            A due che non hanno tutte le rotelle a posto,
            faresti ascoltare Manson o guardare film splatter
            o porno? Certo. Li metterei davanti a uno schermo gigante con tutta la collezione di Hustler's Superf**kers, dopo vedi che non vanno più ad ammazzare nessuno. ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarà un'impressione
            - Scritto da: Cobra Reale
            Pare che MM fosse l'idolo delle
            assassine di Suor Maria Laura
            Mainetti.Probabilmente adoravano pure la pizza e sognavano di fare le veline ... Strumenti del diavolo !
          • avvelenato scrive:
            Re: Sarà un'impressione
            - Scritto da: Cobra Reale
            A due che non hanno tutte le rotelle a posto,
            faresti ascoltare Manson o guardare film splatter
            o porno? Pare che MM fosse l'idolo delle
            assassine di Suor Maria Laura
            Mainetti.
            Purtroppo, i collegamenti riportati nella pagina:
            http://www.profezieonline.com/Varie/marilyn_manson
            non sono più raggiungibili.Cerca da qualche parte l'intervista a Manson in seguito all'episodio di Columbine.Un ennesimo esempio di come l'america avversi le critiche (anche le autocritiche, dappoiché Manson è americano), e preferisca puntare il dito contro le proprie Cassandra anziché farsi un esame di coscienza.Anche la visione di Bowling a Columbine potrebbe esserti utile, per cacciar via certi luoghi comuni.Perché se fosse così facile fare proselitismo allora la gente che ascolta burzum come mai non squarta i genitori e se li mangia?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarà un'impressione
            - Scritto da: avvelenato
            Perché se fosse così facile fare proselitismo
            allora la gente che ascolta burzum come mai non
            squarta i genitori e se li
            mangia?Perché la carne umana fa schifo. Magari una volta era un'altra cosa ma con quello che mangiamo ai nostri giorni l'antropofagia non è un'opzione dietetica seria.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarà un'impressione
            http://www.profezieonline.com/Varie/marilyn_manson
            non sono più raggiungibili.menomale! Non si sa proprio chi siano i piùmalati di mente: i satanisti o i bigotti antirock?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarà un'impressione
            - Scritto da:

            http://www.profezieonline.com/Varie/marilyn_manson

            non sono più raggiungibili.

            menomale! Non si sa proprio chi siano i più
            malati di mente: i satanisti o i bigotti antirock?I bigotti naturalmente!
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarà un'impressione
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            http://www.profezieonline.com/Varie/marilyn_mansonDirei più:http://www.puttanateonline.com/Varie/marilyn_manson
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarà un'impressione
        - Scritto da: Cobra Reale
        Al di là di questo, penso che
        quei due non fossero tanto normali e che fossero
        facilmente
        suggestionabili.Aggiungi una buona dosa di bullismo ai loro danni e hai la ricetta per la stragina al mirtillo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarà un'impressione
        I due pazzi che hanno fatto la strage sono le vittime principali di questa vicenda. Purtroppo è difficile arrivarci con il cervello per la gente italiota...Dovrebbero essere i loro genitori a scagliarsi contro gli autori di questo videogame e DOPO i parenti delle vittime.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarà un'impressione
          Ma finiscila, è pieno di gente a sto mondo che gioca a FPS anche più violenti di doom, che fa gare clandestine con NFS e che si diletta con Lula ma non per questo che tutti vanno in giro ad ammazzare, fare i pirati della strada o i papponi.Voler scaricare le colpe su di un videogioco ouna canzone è non voler cercare dove il marcio si annida veramente
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarà un'impressione
            - Scritto da:
            Voler scaricare le colpe su di un videogioco ouna
            canzone è non voler cercare dove il marcio si
            annida
            veramenteE' anche illegale. Le colpe si comprano E SI PAGANO, non si scaricano. LADRO!!!
  • Ics-pi scrive:
    Re: Il massacro di Columbine? Un videogioco
    XR lo scaricherà di sicuro :D
    • avvelenato scrive:
      Re: Il massacro di Columbine? Un videogi
      - Scritto da: Ics-pi
      XR lo scaricherà di sicuro :DNon ne ha bisogno, videogiocare con i morti dev'essere così limitante per lui... :D
Chiudi i commenti