Sony lo smartphone lo fa fotografico

La nuova versione dell'Xperia Z resta impermeabile e migliora il sensore fotografico. E se non bastasse, ci sono anche due obiettivi-fotocamera da montare sul dorso del telefono per fare di più

Roma – Cogliendo l’occasione dell’IFA di Berlino, Sony rinnova l’ Xperia Z presentato al CES e presenta il modello Xperia Z1: il nuovo smartphone ha doti fotografiche di prim’ordine – sostiene il produttore nipponico – e mantiene la stessa impermeabilità all’acqua caratteristica del modello precedente.

Xperia Z1 è uno smartphone dotato di schermo Full HD da 5 pollici con tecnologia di display rinnovata, processore quad-core Qualcomm Snapdragon da 2,2GHz, 16 gigabyte di storage interno (ma lo slot microSD non manca), 2 gigabyte di RAM, batteria da 3.000mAh. L’OS è Android 4.2 Jelly Bean.

La vocazione alla fotografia di Xperia Z1 deriva dalla presenza di una fotocamera da 20,7 megapixel basata su un sensore CMOS da 1/2,3 pollici, obiettivi Sony G Lens (grandangolo da 27mm, apertura focale f2.0), motore di elaborazioni delle immagini Bionz e zoom ottico 3x. Trattandosi di uno smartphone e non una fotocamera, Sony ha ben pensato di arricchire la dotazione software di Xperia Z1 con tutta una serie di app per scattare foto a raffica (in stile Nokia PureView), condividere gattini e pranzetti macrobiotici sui social network, app Info-Eye per ricevere informazioni su brand e marchi catturati negli scatti.

Sony ha evidentemente intenzione di far valere la propria esperienza in fatto di prodotti fotografici anche sul mercato dei gadget mobile, e oltre a Xperia Z1 all’IFA la corporation ha presentato due obiettivi compatti in grado di trasformare – almeno in teoria – un qualsiasi smartphone (Android o iPhone) in una point-and-shoot di qualità.

QX10 e QX100 si montano sul retro del cellulare e comunicano con il suddetto via wireless (WiFi ed NFC), anche se in realtà più che di semplici obiettivi si parla di vere e proprie fotocamere integrate negli obiettivi con lo smartphone a fare da terminale dello scatto fotografico. QX10 (zoom 10x) costa circa 250 dollari, integra un sensore da 18 megapixel e obiettivo con apertura f/3.3-5.9, mentre QX100 (zoom 3,6x) costa quasi 500 dollari con un sensore Exmor R da 20 megapixel e lenti Carl Zeiss f/1.8-4.9. Entrambi i prodotti sono ordinabili da Amazon e verranno distribuiti a partire dal 27 settembre.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • panda rossa scrive:
    Il 14% usa ancora IE
    Dall'articolo si evince una cosa degna di nota.Se l'86% ha finalmente capito l'importanza di adottare tecniche di anonimizzazione, il 14% ancora si ostina ad usare il colabrodo.
    • thebecker scrive:
      Re: Il 14% usa ancora IE
      - Scritto da: panda rossa
      Dall'articolo si evince una cosa degna di nota.
      Se l'86% ha finalmente capito l'importanza di
      adottare tecniche di anonimizzazione, il 14%
      ancora si ostina ad usare il
      colabrodo.Peggio ancora, c'è chi usa ancora IE8 nonnostante in vari siti gli compare il messaggio che con questo browser il sito potrebbe non essere visualizzato bene e di aggiornarlo (anzi bisogna levare il condizionale :D) Ma come si fa! :)
      • nome scrive:
        Re: Il 14% usa ancora IE
        - Scritto da: thebecker
        - Scritto da: panda rossa

        Dall'articolo si evince una cosa degna di nota.

        Se l'86% ha finalmente capito l'importanza di

        adottare tecniche di anonimizzazione, il 14%

        ancora si ostina ad usare il

        colabrodo.

        Peggio ancora, c'è chi usa ancora IE8 nonnostante
        in vari siti gli compare il messaggio che con
        questo browser il sito potrebbe non essere
        visualizzato bene e di aggiornarlo (anzi bisogna
        levare il condizionale :D) Ma come si fa!
        :)Il problema è che quei siti dicono così solo perchè possiedono browser concorrenti (o sono influenzati da chi li possiede) e sono fatti a posta per essere visualizzati male da IE. Ovviamente non essendo credibili l'utente ignora il messaggio
      • Trollollero scrive:
        Re: Il 14% usa ancora IE
        - Scritto da: thebecker
        - Scritto da: panda rossa

        Dall'articolo si evince una cosa degna di nota.

        Se l'86% ha finalmente capito l'importanza di

        adottare tecniche di anonimizzazione, il 14%

        ancora si ostina ad usare il

        colabrodo.

        Peggio ancora, c'è chi usa ancora IE8 nonnostante
        in vari siti gli compare il messaggio che con
        questo browser il sito potrebbe non essere
        visualizzato bene e di aggiornarlo (anzi bisogna
        levare il condizionale :D) Ma come si fa!
        :)Di che ti lamenti ?Alcuni clienti con cui ho lo sfortuna di lavorare PRETENDONO il supporto a IE 6 e 7 (uno ha avuto l'ardire di chiedere che ci girasse JQuery 2.....)Il fatto che quella robaccia sia fuori supporto persino per Microsoft non li tocca minimamente.
        • tucumcari scrive:
          Re: Il 14% usa ancora IE
          - Scritto da: Trollollero
          Il fatto che quella robaccia sia fuori supporto
          persino per Microsoft non li tocca
          minimamente.Sono i clienti a essere fuori supporto. ;-)Accontentali, che ti costa? Ti rifai con l'assistenza.
          • Trollollero scrive:
            Re: Il 14% usa ancora IE
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: Trollollero

            Il fatto che quella robaccia sia fuori
            supporto

            persino per Microsoft non li tocca

            minimamente.
            Sono i clienti a essere fuori supporto. ;-)
            Accontentali, che ti costa? Ti rifai con
            l'assistenza.La mia religione vieta di soddisfare richieste palesemente idiote.Sto gia' rischiando la dannazione eterna non applicando il secondo comandamento "E tu monderai la Terra dalla presenza del Grande Nemico, l'Utonto. Col fuoco e lo zolfo la monderai".
  • Internauta anonimo scrive:
    Misure specifiche
    Ma quali sarebbero le "specifiche misure" delle quali si parla
    • ... scrive:
      Re: Misure specifiche
      - Scritto da: Internauta anonimo
      Ma quali sarebbero le "specifiche misure" delle
      quali si
      parlala foto di omer al posto della propria :D
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Misure specifiche
        contenuto non disponibile
        • tucumcari scrive:
          Re: Misure specifiche
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: ...

          - Scritto da: Internauta anonimo


          Ma quali sarebbero le "specifiche
          misure"

          delle


          quali si


          parla

          la foto di omer al posto della propria :D

          non credo: corrisponderebbe circa al 50% degli
          americaniSolo?Io direi di più...
      • thebecker scrive:
        Re: Misure specifiche
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: Internauta anonimo

        Ma quali sarebbero le "specifiche misure"
        delle

        quali si

        parla
        la foto di omer al posto della propria :DPerò mettono il nome reale e la data di nascita se no agli ammicci come li torvano su FB. (rotfl)
    • guarda scrive:
      Re: Misure specifiche
      - Scritto da: Internauta anonimo
      Ma quali sarebbero le "specifiche misure" delle
      quali si
      parlahttp://www.theguardian.com/world/2013/sep/05/nsa-how-to-remain-secure-surveillance
Chiudi i commenti