Sony: siamo in perdita, ristrutturiamo

La multinazionale nipponica pianifica risultati finanziari ancora in rosso. Bene la divisione videoludica, male quella televisiva. Tanto vale avviare la riorganizzazione delle divisioni

Roma – Le previsioni Sony per i prossimi risultati finanziari sono ancora in rosso: la corporation nipponica annuncia una potenziale perdita annuale di 1,5 miliardi di dollari, causata dalla non eccezionale performance del comparto televisori e dai soliti disastri naturali che non danno tregua ai colossi dell’hi-tech.

Come molti altri player di settore, Sony deve fare i conti con terremoti e alluvioni – buon’ultima quella tailandese – che mettono a dura prova l’approvvigionamento e l’assemblaggio di componenti elettronici. Le perdite stimate per i risultati del prossimo quadrimestre fiscale ammontano a 20,5 milioni di dollari, 9 per cento in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Il reparto TV ed LCD è in particolare quello meno soddisfacente per Sony, che si vede costretta a pianificare una riduzione dei costi del 40 per cento e la ristrutturazione del business con la nascita di tre diverse unità operative: TV LCD basati su componenti proprietari di Sony, business ODM con componenti di terze parti e una nuova unità che avrà il compito di creare una fantomatica “TV di prossima generazione”.

Il reparto cinematografico di Sony tiene (soprattutto grazie al merchandising e alla programmazione TV), quello musicale scende del 6,6 per cento anno su anno, mentre dati tutto sommato positivi arrivano dal comparto videoludico: PS3 ha quasi chiuso il gap di vendite con Xbox 360 di Microsoft con 3,7 milioni di unità vendute (+0,2 milioni anno su anno), la veneranda PSP continua a vendere (1,7 milioni), mentre scende leggermente l’atavica PS2 (1,2 milioni di unità contro gli 1,5 milioni di 12 mesi fa).

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruppolo scrive:
    HP riparte
    Evvai, fuori dalle palle i Wintel!
    • michi scrive:
      Re: HP riparte
      - Scritto da: ruppolo
      Evvai, fuori dalle palle i Wintel!mi chiedo perché apple non si sia ancora sbrigata a farsi il suo procio ARMpowered per i macbook e gli iMac, nonchè per i macmini e per i mitici XServe...
      • Darwin scrive:
        Re: HP riparte
        - Scritto da: michi
        e per i mitici
        XServe...Tanto questi ultimi non se li fila nessuno.Già è molto che sono ancora in produzione...
  • peregrino figlio di palatino scrive:
    bel colpo per ubuntu e canonical
    come da oggetto...la cosa è dannatamente interessante in ottica futura e potrebbe rivelarsi una gran business dover aver messo i piedi.
  • 17ca368053 scrive:
    tipo questo
    http://particolarmente-urgentissimo.blogspot.com/2011/01/un-cluster-di-196-proXXXXXri-cortex-a8.html
    • diegoitaliait scrive:
      Re: tipo questo
      - Scritto da: 17ca368053
      http://particolarmente-urgentissimo.blogspot.com/2fantastica la battuta iniziale :D
    • ruppolo scrive:
      Re: tipo questo
      - Scritto da: 17ca368053
      http://particolarmente-urgentissimo.blogspot.com/2Il passo successivo nel risparmio energetico sarà togliere quel migliaio di LED.
      • hermanhesse scrive:
        Re: tipo questo
        Guarda che i led non è che gli hanno messi perchè sono carini da vedere...
      • Darwin scrive:
        Re: tipo questo
        Considerando che consuma circa 400-500 Watt (lui parla di un max di 560) direi che il led è trascurabile.Pensa che consuma meno di una aspirapolvere.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 novembre 2011 16.15-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti