Spamford andrà in galera

Sanford Wallace è stato condannato per la sua attività di spamming su Facebook. Una pratica da cui Wallace non sembra poter stare lontano e che ha coinvolto milioni di "amici"

Roma – Sanford “Spamford” Wallace esce di nuovo sconfitto dai tribunali USA, con una sentenza che lo condanna a un massimo 3 anni di galera e una multa di 250.000 dollari per la sua perdurante azione spammatoria sui “diari” degli utenti di Facebook.

La sentenza del giudice di Las Vegas ha chiuso una vicenda risalente al 2011 , quando Wallace era stato arrestato dagli investigatori dell’FBI per aver compromesso ben 500.000 account del social network in blu e averli in seguito utilizzati (fra il 2008 e il 2009) per “spammare” più di 30 milioni di messaggi indesiderati ai contatti degli account compromessi.

Alla fine Wallace si è dichiarato colpevole , anche se al momento non si conoscono i dettagli dell’accordo né per quali reati tra gli 11 di cui il re dello spam era stato accusato, e verrà emessa la condanna definitiva il prossimo 7 dicembre.

Spamform Wallace è un personaggio oramai noto nel campo dello spam sin dagli anni ’90; per le sue azioni su Facebook era già stato condannato , nel 2009, al pagamento della ragguardevole cifra di oltre 711 milioni di dollari e a stare lontano dal social network.

L’ultima tegola giudiziaria che colpisce l’attività criminale di Spamform è a ogni modo molto più leggera di quanto avrebbe potuto essere prendendo in considerazione i danni sul piano internazionale: in questo caso Wallace sarebbe potuto finire in galera per 10 anni invece di tre.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Uto Uti scrive:
    titolo obbligatorio
    Fichissimi i fablet porcdo Dio! Ci fai le foto, ci telefoni e ci fai pure i videoghèm XXXXX XXXXXXX!
  • rico scrive:
    phablet...tsk
    Non capisco l'interesse nei phablet, troppo grandi per tenerli in tasca, troppo piccoli per lavorarci.
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: phablet...tsk
      - Scritto da: rico
      Non capisco l'interesse nei phablet, troppo
      grandi per tenerli in tasca, Esistono anche le borse
      troppo piccoli per
      lavorarci.Chi generalmente usa le borse ha anche le dita più piccole ;-)
    • bradipao scrive:
      Re: phablet...tsk
      - Scritto da: rico
      Non capisco l'interesse nei phablet, troppo
      grandi per tenerli in tasca, troppo piccoli per
      lavorarci.Conosco due tipologie di persone che trovano i phablet "fondamentali": quelle che usano usalmente borsetta/borsello e quindi non hanno problemi con le dimensioni, e quelle che non vedono benissimo da vicino e uno schermo più grande fa la differenza.
      • FDG scrive:
        Re: phablet...tsk
        - Scritto da: bradipao
        e quelle che non vedono benissimo da vicino......tipicamente risolvono i loro problemi dall'ottico.Non credo sia questo.
    • FDG scrive:
      Re: phablet...tsk
      - Scritto da: rico
      Non capisco l'interesse nei phablet, troppo
      grandi per tenerli in tasca, troppo piccoli per
      lavorarci.Manco a me interessano e ritengo più utile un dispositivo compatto. Ma gli schermi grandi vanno bene per riprodurre foto e video. Quindi, se interessa questo...
  • non so scrive:
    la battaglia che conta davvero
    la battaglia che conta davvero è quella dei profitti. Avete capito?Basta acquistare dispositivi da 250, dovete mettere i vostri soldi in quelli da 800 e vincere la battaglia!
    • Etype scrive:
      Re: la battaglia che conta davvero
      Bisogna farlo per il loro bene :)
    • Pollivendol o scrive:
      Re: la battaglia che conta davvero

      Basta acquistare dispositivi da 250, dovete
      mettere i vostri soldi in quelli da 800 e
      vincere la
      battaglia!Allora vince a mani basse apple: un iphone del valore di 300 euro rivenduto a oltre 1000 euro a macachi ed adepti senza alcun spirito critico, con mani e piedi legati , hai voglia a trovare polli piu' polli di loro da spennare, sono dovuti finire in tribunale per ottenere due anni di garanzia e ho trovati gli stessi polli che la difendevano contro i suoi stessi interessi.
      • Sg@bbio scrive:
        Re: la battaglia che conta davvero
        Ma che palle! Samsung e altri vendono prodotti sovraprezzati, ma il problema è apple!
    • rockroll scrive:
      Re: la battaglia che conta davvero
      - Scritto da: non so
      la battaglia che conta davvero è quella dei
      profitti. Avete
      capito?
      Basta acquistare dispositivi da 250, dovete
      mettere i vostri soldi in quelli da 800 e
      vincere la
      battaglia!Che senso avrebbe? Per me ce n'è d'avanzo già con dispositivi sotto i cento euro!
      • Un altro scrive:
        Re: la battaglia che conta davvero
        - Scritto da: rockroll
        - Scritto da: non so

        la battaglia che conta davvero è quella dei

        profitti. Avete capito?

        Basta acquistare dispositivi da 250, dovete

        mettere i vostri soldi in quelli da 800 e

        vincere la battaglia!

        Che senso avrebbe? Per me ce n'è d'avanzo già con
        dispositivi sotto i cento euro!Forse li vende...
    • bradipao scrive:
      Re: la battaglia che conta davvero
      - Scritto da: non so
      la battaglia che conta davvero è quella dei profitti.Vero se sei un azionista e se hai speranze di riceverne una parte. In tutti gli altri casi basta che siano sufficienti a far prosperare la compagnia.
      • megafono scrive:
        Re: la battaglia che conta davvero
        - Scritto da: bradipao
        Vero se sei un azionista e se hai speranze di
        riceverne una parte. In tutti gli altri casi
        basta che siano sufficienti a far prosperare la
        compagnia.i piccoli azionisti sono dei fessi che credono di arricchirsi al casinòma il casinò è truccato, basta guardare che ha combinato Apple l'altro ieri
      • Pietro scrive:
        Re: la battaglia che conta davvero
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: non so

        la battaglia che conta davvero è quella dei
        profitti.

        Vero se sei un azionista e se hai speranze di
        riceverne una parte. In tutti gli altri casi
        basta che siano sufficienti a far prosperare la
        compagnia.Senza profitti le aziende chiudono
Chiudi i commenti